Licenza
gratuito /89 euro
Sistema operativo
Mac-OSX
Lingua
Italiano
Dimensione
2.98 Mb
Recensito da

Audio e video

Photomatix Basic e PRO

Converte foto in HDR, effettua fusioni di più esposizioni, permette ormai classiche...

Phomatix utilizza le tecniche HDR (High Dynamic Range) per effettuare Exposure Blending (fusione di diverse esposizioni) e Tone Mapping (versione pro) di qualità. Terapia tapioco come se fosse antani fotografia blinda? No, no, niente paura! La combinazione di più esposizioni è utilizzata per unire più foto con differenti esposizioni ( sovraesposte, medie, sottoesposte ) ed ottenere possibilmente il meglio da ognuna delle versioni, come ottenute da esposizioni variate a forcella (scatto della stessa foto con differenti esposizioni, meglio se con l'ausilio di treppiede).

Un altro utilizzo dei programmi che si servono di HDR è quello della manipolazione a scopo "artistico" o "spettacolare" delle foto che permette di esasperare, accentuare, evidenziare ogni particolare definito in modo innaturale o, se si preferisce, surreale. Il risultato può sorprendere, essere utile, dare fastidio... naturalmente tutto dipende dall'artista!

L'utilizzo minimo di questi programmi è naturalmente l'ottenimento di una "semplice" foto dal range dinamico esteso (con valori contemporanei di luce molto alti e molto bassi), e non "ristretto" come in tutte le immagini normalmente scattate dalle fotocamere.

Photomatix è disponibile in versione gratuita , PRO e in versione plugin per Photoshop (solo tone-mapping). La versione free però non permette la funzione tone mapping . Per leggere le differenze tra Exposure Blending (in questo software
chiamato Highlights & Shadows ) e Tone Mapping è possibile leggere in lingua inglese le spiegazioni fornite QUI . Molto più facile, invece, sarà scaricare il programma e mettersi subito a giocare con l'HDR! Gli effetti più marcati si ottengono con il tone mapping.

La versione pro e il plugin "solo tone-mapping" per Photoshop sono in versione trial senza scadenza, ma applicano una scritta alle foto ottenute. Il prezzo indicato nella scheda è quello del pacchetto comprendente queste ultime due versioni assieme. Photomatix pro esiste per Mac OS 10.3.9 o superiore (Universal Binary) e Windows 98/Me/2000/XP.

La consultazione delle informazioni in lingua inglese su sito ed help in linea saranno di grande aiuto a chiunque si vorrà cimentare con questa tecnica. Nello stesso posto sono inoltre disponibili dimostrazioni della sua efficacia e qualità, anche comparate con la fusione HDR di Photoshop CS2. ( Giulio Fornasar )