Licenza
gratuito
Sistema operativo
Linux
Lingua
Italiano
Dimensione
1.8 Mb
Recensito da
Pubblicato il
10 dicembre 2015

Utility

Pinta

Disegni e modifiche alle immagini in un software semplice ma ricco di funzioni. Per...

Chi su Linux fosse alla ricerca di un programma di grafica facile da usare, come il Paint di Windows, e magari con qualche funzione un po' più avanzata si può rivolgere a Pinta: non gli lesinerà soddisfazioni.
Si tratta di un tool ricco di strumenti adatti sia al disegno - geometrico e a "mano libera" - sia all'editing delle immagini.



Sulla sinistra della sua interfaccia troviamo il pannello Strumenti in cui sono riposti comandi per rappresentare forme ed estrarre selezioni, ma anche il timbro clone per riprodurre parti dell'immagine in altri punti della stessa e la bacchetta magica per selezionare insiemi di punti di colori simili nonché molte altre funzionalità.

Più in basso del pannello Strumenti è presente la tavolozza che permette di scegliere tra i colori prestabiliti oppure produrre all'istante una nuova tonalità grazie all'editor che si apre con un doppio click sugli indicatori di colore primario e colore secondario.

Pinta


Elementi più particolari si trovano però nella parte destra dell'interfaccia. L'immagine può essere prodotta a "livelli" ossia come sovrapposizione di più strati ognuno dei quali da modificare a piacimento.

Pinta


I livelli possono essere creati o eliminati, abilitati o disabilitati nonché spostati di ordine tramite la barra di controlli posta sul bordo basso della sezione.
Altra funzione interessante è la Cronologia in cui sono elencate tutte le operazioni eseguite nella sessione di lavoro.

Pinta


In tal modo sarà possibile ripercorrere un passo alla volta tutto ciò che è stato fatto ed eventualmente ritornare ad uno stadio precedente.

Pinta può essere considerato un programma particolare. A prima vista sembra molto semplice ma conoscendolo ci si rende conto che è dotato di un menu fornitissimo di opzioni e caratteristiche che lo fanno somigliare ad un mini-Gimp. Questa commistione di propensioni lo rende adatto sia a chi, digiuno di nozioni di grafica, deve imparare a fare rapide modifiche ad un'immagine sia all'esperto di programmi grafici professionali che vuole un tool leggero che non gli faccia troppo sentire la nostalgia degli ambienti a lui più familiari.