Licenza
gratuito
Sistema operativo
Android
Lingua
Italiano
Dimensione
15.63 Mb
Recensito da
Pubblicato il
07 dicembre 2015

Utility

Pocket

Per organizzare letture e contenuti da rimandare a momenti migliori. La prova della...

Da quando il Web è esploso con il suo mare sconfinato di informazioni uno dei grandi interrogativi degli utenti è: cosa fare di tutti i contenuti interessanti che capita di trovare in ogni momento? Leggerli subito spesso è impossibile e allora, via ad immagazzinamento in Preferiti, appunti vari e servizi adatti allo scopo. La diffusione del mobile ha probabilmente acuito il problema: l'utente mobile si sposta, va di fretta, legge lo smartphone mentre è sui mezzi pubblici o cammina, in ascensore o in coda al supermercato, insomma in tanti posti non adatti all'attenta consultazione di un articolo troppo interessante per lasciarselo sfuggire. Leggere più tardi diventa d'obbligo e ciò giustifica il nome di un'intera categoria di applicazioni, le cosiddette "Read it later", di cui Pocket, quella che presentiamo oggi, è regina. Si tratta di un sistema complesso, un servizio vero e proprio. L'abbiamo provato tramite il client Android ma lo si può utilizzare anche via iOS, Kobo nonché interfaccia web.

Pocket permette non solo di salvare al volo un contenuto e di renderlo disponibile ovunque tramite qualsiasi client ma lo conserva anche in locale per una futura fruizione offline ed in un formato particolarmente ottimizzato che privilegia i testi senza penalizzare video e immagini ma rimuovendo tutti i "fronzoli" utili solo nelle pagine web.
Proviamolo insieme: prendiamo il nostro smartphone in cui è installata l'app Pocket e cerchiamo in Rete una ricetta per il Tiramisù. Aperta la pagina di quella prescelta la salviamo nel nostro account Pocket tramite il pulsante Condividi .

Pocket


Fatto ciò, una breve notifica ci avvisa che l'operazione si è conclusa con successo.

Pocket


A questo punto, aprendo l'app troveremo il nuovo segnalibro a disposizione.

Pocket


Cliccandolo noteremo che la versione del contenuto che ci apparirà sarà decisamente più snella dell'originale.

Pocket


Tra l'altro, si può notare che nella barra in alto non c'è alcuna connessione attiva: per provare la consultazione offline, abbiamo momentaneamente interrotto qualsiasi collegamento con Internet.
Se Pocket fosse in grado di interagire solo con il browser ci sarebbe poco di sorprendente. Il bello è che esistono più di 1500 applicazioni in grado di salvare i propri contenuti nella sua sconfinata banca dati, merito delle API che sono state predisposte appositamente affinché sviluppatori di tutto il mondo possano interagire con questo strumento.
Iniziare a lavorare con Pocket non è affatto difficile e l'approccio è reso ancora più agevole da una fase di training molto veloce che accoglie l'utente alla prima esecuzione indicando passo passo il da farsi.

Pocket


L'occasione è troppo ghiotta per non unirsi al più presto ai suoi milioni di utilizzatori.