Virtual Floppy Drive VFD | Download e installazione
download gratis
Licenza gratuito
Sistema Operativo WindowsXP
Dimensione 144 Kb
Recensito da Luca Schiavoli

Virtual Floppy Drive VFD

Utility per creare ed usare floppy disc virtuali, in mancanza del drive o per necessità varie

Serve un dischetto? Ma dove lo metto senza il drive per i floppy disc, visto che sta sparendo anche dai computer “Win” dopo esser stato messo in soffitta sui Mac da tempo?

Sembra incredibile che anche nel 2008, a pochi anni dalla fine del mondo , su Windows e dintorni a volte può servire un molliccio floppy da 3.5″ o da 5.25″ per risolvere problemi di installazione, di aggiornamenti o per semplice diletto.

Virtual Floppy Drive crea e gestisce in maniera semplice dei dischetti virtuali, utilizzando un escamotage tecnologico per far credere a Windows che un dischetto “A” esista ancora, nonostante tutto.

Il programma può creare dischetti vuoti, o caricare immagini di dischi in vari formati (flp, img, bin, vfd, etc etc) e si rivela molto utile, secondo il suo creatore, soprattutto per l’utilizzo con macchine virtuali come VirtualPc o VMware nelle quali, spesso, vengono montati sistemi retrò che ancora necessitano talvolta di quei molli dischetti plasticosi.

VFD è ben fatto e consente di creare due drive virtuali, A e B solitamente, ed è consigliabile leggere attentamente le avvertenze sulla scelta della lettera da affibbiare alle unità disco virtuali in quanto Windows, e qualche applicazione, potrebbe scambiare i floppy virtuali per banali dischi esterni.

Scegliendo le classiche lettere riservate ai floppy, A e B appunto, non dovrebbero comunque presentarsi problemi, e durante le prove il programmino ha svolto egregiamente il suo piccolo, raro ma utile compito.

Chi non ha padronanza con la creazione e gestione di dischi virtuali con VFD non ha nulla da temere: una volta attivato il driver, un file.sys presente nella stessa cartella del programma, è necessario soltanto andare sulle linguette dell’interfaccia “Drive0” e “Drive1” per creare dischetti o per caricare un’immagine già pronta. A questo punto occorre scegliere la lettera del drive virtuale da creare e da quel momento in poi nelle Risorse di Sistema come per magia (ma è solo tecnologia) appariranno i dischetti floppy.

VFD non ha bisogno di installazione, può andarsene a spasso su chiavette USB, si può utilizzare a linea di comando e può essere associato con un clic ai file di immagine di dischetti. Così finalmente si possono far girare, anche se solo virtualmente.

Programmi simili:

Drive virtuali