Dreamweaver e Flash su Linux

A permetterlo è la nuova versione di CrossOver Office, che già può far girare su Linux certe applicazioni per Windows, come Office XP e Photoshop


St. Paul (USA) – Con l’obiettivo di spingere Linux su un numero crescente di scrivanie, specie aziendali, e facilitarne la convivenza con Windows, CodeWeavers ha rilasciato una nuova versione di CrossOver Office, la 2.1, che permette di installare e usare sotto Linux software come Office XP, Access, Photoshop e Lotus Notes.

La grande novità della versione di CrossOver Office appena rilasciata sta nell’introduzione del supporto ai due più noti tool di sviluppo di Macromedia, Dreamweaver e Flash . La compatibilità con la versione MX di questi due software ben si sposa con la possibilità, già introdotta dalle precedenti versioni di CrossOver Office, di far girare Photoshop.

CrossOver Office 2.1 supporta, oltre alle applicazioni già citate, anche Internet Explorer, MS Visio e Quicken di Intuit.

CodeWeavers afferma di aver profondamente ritoccato l’interfaccia grafica del proprio tool per renderla ancor più semplice e intuitiva; un aspetto, quest’ultimo, particolarmente importante visto che il target di CrossOver Office è per la maggior parte costituito da utenti desktop e consumer.

Il metodo più diffuso sotto Linux per far girare MS Office e molte altre applicazioni per Windows è quello di ricorrere al noto software Wine , un progetto open source a cui CodeWeavers partecipa attivamente e sulla cui tecnologia si basa anche CrossOver. L’utilizzo di Wine per far girare Office secondo CodeWeavers è però poco agevole per le limitazioni che questo comporta soprattutto nel campo della stampa, dei font e della compatibilità con patch e service pack. Problemi e limitazioni che, stando a quanto dichiarato da CodeWeavers, CrossOver Office avrebbe risolto, rendendo l’utilizzo di Office e Notes sotto Linux nettamente più stabile, affidabile e integrato con gli ambienti grafici Gnome e KDE. Questo, secondo il team di sviluppo, “aiuterà molte aziende a scegliere la potenza, la flessibilità ed il valore del desktop Linux”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    ma qualche benchmark...
    ....vero e non falso* come al solito... si trova di sti athlonFX e Opteron ?*falso concerne tutti coloro che riportano nei propri test dei valori di Spec non conformi a quelli pubblicati da AMD.com che per dimostrare la propria lealtà fa comparazioni con altri AMD e non con processori di marche concorrenti.
  • Anonimo scrive:
    consiglio...
    Ho sempre acquistato processori Intel perche` piu` performanti e affidabili; negli ultimi tempi pero`, mi sembra di vedere buoni passi avanti per Amd.Molti amici mi dicono che gli Amd sono buonissimi; qualcuno mi sa spiegare le differenzee le motivazioni per mi possono spingere per scegliere Amd anziche` Intel?(mi sto riferendo a pc/workstation per uso lavorativo, nessun gioco0Grazie.
    • Anonimo scrive:
      Re: consiglio...
      CiaoDipende a cosa dedichi la workstation.Io riporto la mia esperienza, per quanto riguarda workstation grafiche.Fino a un po' di tempo fà sapevo che gli AMD a parità di frequenza erano molto più veloci degli Intel sui calcoli in virgola mobile: ciò si traduceva in maggiori prestazioni nel 3D.Cmq ricordiamoci che non ha senso prendere un processore esagerato e non creargli attorno una macchina adatta.Io sono su un AMD XP 2200+ (ora aggiornabile ok :P ), ma con il suo Giga di ram, e una nvidia quadro4 750xgl, ti garantisco che applicazioni di modellazione 3d e calcolo strutturale girano fluide e senza intoppi, sia su windows che linux.Certo che se ad esempio volessi abbassare i tempi di rendering, una macchina multiprocessore, con meno Mhz ma più cache sulla cpu, sarebbe molto più performante. Ma lì il problema diventano i soldini...Ripeto, è l'insieme che fà prestante una workstation, non la sola cpu.Spero di esserti stato un minimo utile :)Ciao ciao
    • avvelenato scrive:
      Re: consiglio...
      - Scritto da: Anonimo
      Ho sempre acquistato processori Intel
      perche` piu` performanti e affidabili; negli
      ultimi tempi pero`, mi sembra di vedere
      buoni passi avanti per Amd.
      Molti amici mi dicono che gli Amd sono
      buonissimi; qualcuno mi sa spiegare le
      differenzee le motivazioni per mi possono
      spingere per scegliere Amd anziche` Intel?
      (mi sto riferendo a pc/workstation per uso
      lavorativo, nessun gioco0

      Grazie.nelle fascie basse e medie gli amd possiedono tendenzialmente un rapporto qualità/prezzo migliore, riescono ad ottenere prestazioni poco inferiori ai pentium però con un risparmio di prezzo notevoleinoltre è da tempi immemori che il socket A non è cambiato, lasciando margini di upgrade notevoli.e infine l'athlon è rinomato dai patiti dell'overclock.intel tuttavia era la scelta obbligata per chi voleva il non-plus ultra. prima che apparissero gli ath.64. adesso dipende molto da quanto le tue applicazioni siano ottimizzate per l'HT (tecnologia esclusiva di intel)tuttavia se possiedi appz ottimizzate per il dual-processor, al posto che usare gabole tipo HT, un bel sistema dual processor (rigorosamente AMD, foss'anche perché con intel spenderesti 10volte tanto) è sicuramente più performante. avvelenato che "si accontenterebbe" di un dual Athlon MP@2000 :'(
      • net scrive:
        Re: consiglio...

        e infine l'athlon è rinomato dai patiti
        dell'overclock.Piccola precisazione: è dai tempi dello slot A che l'athlon ha smesso di essere rinomato dai patiti dell'overclock: il passaggio su socket ha fatto in modo che la temperatura media si assesti sui 40/50 gradi se non è raffreddato in maniera anormale (case con 5/6 ventole o cellula di perrier o come cavolo si scrive :)), quindi l'overclock è diventato parecchio pericoloso rispetto ai reali vantaggi!bye.NET
        • Anonimo scrive:
          Re: consiglio...
          - Scritto da: net


          e infine l'athlon è rinomato dai patiti

          dell'overclock.

          Piccola precisazione: è dai tempi dello slot
          A che l'athlon ha smesso di essere rinomato
          dai patiti dell'overclock: il passaggio su
          socket ha fatto in modo che la temperatura
          media si assesti sui 40/50 gradi se non è
          raffreddato in maniera anormale (case con
          5/6 ventole o cellula di perrier o come
          cavolo si scrive :)), quindi l'overclock è
          diventato parecchio pericoloso rispetto ai
          reali vantaggi!

          bye
          .NETuhm.....sei cosi certo di questa cosa?io ho visto un processore athlon xp 1800 overclokkato semplicemente aumentando il moltiplicatore fino a 2200 mantenendo il vcore sui 1.70volt (0.05 volt in piu delle specifiche ufficiali) e vederlo assestato, con una normalissima ventola cool master da 12 euro (raffreddamento effettuato nel modo piu normale possibile), su una temperatura non superiore ai 51 gradi in piena estate e sui 44 gradi in inverno!tu ora mi dirai....ma dove l'hai visto questo processore?.....bene ti rispondo che l'ho visto nel mio case dato che l'overclock glielo fatto io!!saluti
      • Anonimo scrive:
        Re: consiglio...
        non i risulta, ho fatto dei test e un athlon si beve (e non di poco) un pentium di pari clock su diversi tipi di benchmark (fft, sorting, calcoli in virgola mobile, ecc..)
      • Anonimo scrive:
        Re: consiglio...
        - Scritto da: avvelenato
        nelle fascie basse e medie gli amd
        possiedono tendenzialmente un rapporto
        qualità/prezzo migliore, riescono ad
        ottenere prestazioni poco inferiori ai
        pentium però con un risparmio di prezzo
        notevoleio sostituirei "poco inferiori" con decisamente superiori... paragonando quello che compri con 100 euro di intel e di amd.ciao !
        • warrior666 scrive:
          Re: consiglio...
          Credo sia tutta una questione culturale, i primi personal avevano solo cpu Intel, poi ho iniziato a vedere AMD e IBM, non erano all'altezza ai tempi, si risparmiava ma non sia avevano prestazioni paragonabili.. Poi con l'andare del tempo ho visto i cirix scomparire, amd diventare sempre + performante e intel in una via di mezzo tra ricerca e marketing spinto... Quanti spot di amd avete visto e quante volte sentite il jingolino intel inside..Ora come ora (e cmq. ho perso un pò dimestichezza con l'hardware) credo Amd sia la scelta migliore per un pc da casa o da ufficio..hai prestazioni simili a Intel e prezzi decisamente + bassi..peròquando ne parlerai con amici che non ne sanno un tubo ti diranno "ma che roba è, non hai un intel..." snobbandoti..ecco la differenza per me.
        • avvelenato scrive:
          Re: consiglio...
          non mi sono espresso bene, colpa anche dello stupido numerino di AMDse paragoni un Ath. xp 2000+ ad un P4 IV 2Ghz il pentium è più potente (neanche di tanto)se paragoni quello che compri con 100? da AMD e quello che compri con 100? da intel, viaggi da dio con AMD.
    • Anonimo scrive:
      Re: consiglio...

      (mi sto riferendo a pc/workstation per uso
      lavorativo, nessun gioco0
      Se per uso lavorativo intendi uso ufficio (non cad/grafica) allora il miglior affare in assoluto lo fai _sempre_ scegliendo il processore AMD entry level, il meno costoso che trovi a listino.Attualmente per esempio è ancora in commercio il Duron1300 a circa 35euro.Con un processore del genere, praticamente regalato, assembli un PC con caratteristiche tali da avere margini di potenza sufficienti per altri 5-7 anni.Oggi per uso ufficio un vecchio Duron600 con Win98SE gira che è una meraviglia con tutti gli applicativi necessari...Se usi Linux basta anche meno...Tamerlano
      • warrior666 scrive:
        Re: consiglio...

        Con un processore del genere, praticamente
        regalato, assembli un PC con caratteristiche
        tali da avere margini di potenza sufficienti
        per altri 5-7 anni.5 o 7 anni mi sembrano un pò un esagerazione in campo informatico diciamo dai 3 ai 5 se non te ne frega niente di avere l'ultimo s.o. di microsoft o far andare gl'ultimi giochi..Poi se ti serve un wordprocessor semplice semplice allora un 386 può ancora andare bene...
        • Anonimo scrive:
          Re: consiglio...

          5 o 7 anni mi sembrano un pò un esagerazione
          in campo informatico diciamo dai 3 ai 5 se
          non te ne frega niente di avere l'ultimo
          s.o. di microsoft o far andare gl'ultimi
          giochi..Mi sono ripromesso di cambiare il mio Duron600 (anno 2000) non prima del 2007, i PC vanno ammortati adeguatamente... ;-)Tamerlano
          • avvelenato scrive:
            ot: consiglio...
            e cambiare lavoro (e relativa retribuzione) no eh? :P :D avvelenato al quale pure tocca tenersi il suo p3@700 nei secoli dei secoli amen
          • Anonimo scrive:
            Re: ot: consiglio...
            - Scritto da: avvelenato
            e cambiare lavoro (e relativa retribuzione)
            no eh? :P :DBeh, è soprattutto una questione di principio, perchè buttare i soldi per qualcosa di cui non avverto l'urgenza ?I soldi che risparmio dall'acquisto di un nuovo PC fiammante con il quale faccio le stesse identiche cose che faccio con un Duron600 li spendo molto più volentieri in altri "gadget"...Tamerlano
          • avvelenato scrive:
            Re: ot: consiglio...
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: avvelenato

            e cambiare lavoro (e relativa
            retribuzione)

            no eh? :P :D

            Beh, è soprattutto una questione di
            principio, perchè buttare i soldi per
            qualcosa di cui non avverto l'urgenza ?hai troppi princìpi a giudicare dai tuoi precedenti post ;)dovresti fare come aiki (http://heidi666.diaryland.com/ ) che dice andare contro i miei princìpi non va contro i miei princìpi :Dcomunque in linea di massima hai ragione.. beh io ogni tanto gioco, adesso stanno per arrivare giochi budget piuttosto pesi.. quando per giochi budget non basterà più il mio p3-700 anche io dovrò aggiornare :(
            I soldi che risparmio dall'acquisto di un
            nuovo PC fiammante con il quale faccio le
            stesse identiche cose che faccio con un
            Duron600 li spendo molto più volentieri in
            altri "gadget"...
            Tamerlano ps:perché non ti registri? i tuoi interventi sono sempre molto ben soppesati, sarebbe spiacevole perdere qualche tuo post. avvelenato il cui prossimo pc sarà (tra mooooooooooooolto tempo) un bello shuttle x lan-party
          • Anonimo scrive:
            Re: ot: consiglio...

            dovresti fare come aiki
            (http://heidi666.diaryland.com/ ) che dice
            andare contro i miei princìpi non va
            contro i miei princìpi :Dprobabilmente questa aiki modifica i propri principi ogni volta che li disattende.Molto ipocrita come atteggiamento...
            ps:perché non ti registri?naturalmente...per una questione di principio... ;-)Tamerlano
    • Anonimo scrive:
      Re: consiglio...

      buonissimi; qualcuno mi sa spiegare le
      differenzee le motivazioni per mi possono
      spingere per scegliere Amd anziche` Intel?
      (mi sto riferendo a pc/workstation per uso
      lavorativo, nessun gioco0Perché costano molto meno - tanto i processori quanto le schede madri - ed offrono prestazioni analoghe (se non superiori).
  • Anonimo scrive:
    Benissimo !!!
    e fra qualche mese con 2000 eypo mi faccio un dual Opteron !;-)
Chiudi i commenti