Dude.it/ Mondi Persistenti Online in agguato

di G. Romano. Una rapida occhiata al nuovo gioco di ruolo ambientato in un mondo online persistente. Trama, ambientazione e premesse di Anarchy Online, per ora in versione beta

Web – Battezzati oltreoceano con l’impronunciabile acronimo MMORPG (Massive Multiplayer Online Role Playing Game), i giochi di ruolo persistenti online stanno diventando la nuova frontiera di un mercato – quello dell’intrattenimento su PC – affetto ormai da perenne crisi creativa. Alla luce del successo riscosso dai capiscuola di questo genere ( Ultima Online di Origin , EverQuest di Sony e Asheron’s Call di
Microsoft ), moltissimi publisher hanno avviato analoghi progetti online (almeno una cinquantina in tutto), che presto invaderanno un mercato che ricorre sempre di più a Internet per rinnovarsi.

Il primo di questi giochi potrebbe essere Anarchy Online , realizzato dalla norvegese Funcom (quelli della splendida avventura grafica The Longest Journey ).

Anche Anarchy Online, come EverQuest e Asheron’s Call, è un gioco di ruolo 3D che si svolge in un mondo persistente su Internet, in cui migliaia di persone possono collegarsi e interagire contemporaneamente.

Il mondo in questione si chiama Rubi-Ka e si trova ai confini remoti della galassia esplorata dagli uomini. In un futuro distante migliaia di anni, l’umanità ha raggiunto questo sperduto e inospitale pianetucolo scoprendovi una risorsa d’inestimabile valore: il minerale chiamato Notum. Unico in tutta la galassia, il Notum è in grado di alimentare una potentissima tecnologia basata sui nano-bot , microscopici automi che operano a livello molecolare e sono in grado di autoriprodursi. Alla vigilia dell’anno 30.000, Rubi-Ka è monopolizzato da una enorme corporazione, Omni-Tek, che estrae il Notum dalle miniere del pianeta e lo esporta in tutta la galassia.

La maggior parte degli abitanti di Rubi-Ka (esseri umani geneticamente modificati per sopravvivere al clima ostile del pianeta) vive e lavora sotto la rigida gerarchia di Omni-Tek, ma una non piccola percentuale ha scelto di vivere lontano dalle soffocanti megalopoli, ribellandosi al regime instaurato da Omni-Tek e formando dei clan indipendenti. Oltre a queste due fazioni in perenne contrasto, alcuni abitanti del pianeta si professano neutrali, anche se finiranno prima o poi per schierarsi da una parte o dall’altra. Questo è lo sfondo narrativo di Anarchy Online, che per il resto funziona in maniera non molto diversa dagli altri mondi persistenti in circolazione. Una volta creato il proprio personaggio decidendone razza , professione e schieramento , si viene introdotti in uno spettacolare ed enorme scenario 3D , liberi di
interagire in una grande varietà di modi con esso e con gli altri giocatori presenti.

Esplorazione, sviluppo del personaggio, competizione e socializzazione sono le attività principali, di cui ciascuno può stabilire le proporzioni secondo la propria indole. Una caratteristica inedita di Anarchy Online è il generatore di missioni personalizzate, che consente di scegliere le proprie avventure definendone diversi parametri di difficoltà ed eventualmente scegliendo i compagni da portare con sé di volta in volta.

Rubi-Ka è popolato da mostri di ogni tipo, minuscoli o enormi e di tutte le misure intermedie. Come se non bastasse la stravagante fauna del pianeta, non è raro imbattersi in automi sfuggiti al controllo umano e creature mutanti in fuga da qualche laboratorio sperimentale di Omni-Tek.

Non manca, naturalmente, la possibilità di combattere contro gli altri giocatori, anche se delimitata in zone ben precise: in alcune si possono attaccare solo i giocatori della fazione avversa o neutrali, in altre la libertà è assoluta. Nel resto del pianeta, soprattutto nelle città, un gas irrorato nell’aria inibisce ogni tipo di violenza, e le forze dell’ordine provvedono a eliminare ogni possibile minaccia residua.

Quando la fase di beta-testing terminerà e il gioco verrà pubblicato, chi si avventurerà nel mondo di Rubi-Ka (pagando una quota mensile di circa 10-12 dollari) avrà anche una missione ben più grande da portare a termine, infatti il conflitto tra Omni-Tek e Ribelli si concluderà nell’arco di quattro anni (veri) con una sola fazione vincitrice. Questa parte del progetto di Funcom è la meno chiara, né si sa nulla di che cosa dovrebbe succedere allo scadere del quarto anno. Di certo c’è che quando il mondo di Anarchy Online aprirà al pubblico (non c’è ancora nessuna data ufficiale, ma è questione di pochi mesi) per un po ‘ di tempo sarà l’unica scelta per chi si è stancato di maghi ed elfi e per chi non ha mai sperimentato la vita alternativa su un mondo persistente.

Giovanni Romano
Dude, giornale per caso

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti