Due siti su tre parlano Apache

Lo afferma il nuovo rapporto di Netcraft, secondo cui alcune grosse società di hosting e di registrazione dei domini stanno tornando alla piattaforma aperta
Lo afferma il nuovo rapporto di Netcraft, secondo cui alcune grosse società di hosting e di registrazione dei domini stanno tornando alla piattaforma aperta


Roma – Grazie ad un balzo felino, il server Web Apache è arrivato a conquistare circa i due terzi del Web o, per la precisione, il 67,41% dei quasi 45 milioni di siti pubblici interrogati da Netcraft, il noto osservatorio che monitorizza costantemente la diffusione dei principali server Web sul mercato.

Rispetto allo scorso mese, il numero di server su cui gira il celebre software open source è cresciuto del 2,8%, un salto in avanti dato soprattutto dalla migrazione verso questo Web server di Register.com , una grossa società per la registrazione dei domini.

“Fra il 2001 e la prima metà del 2002 – si legge nel rapporto di Netcraft – diverse società che ospitavano un numero molto elevato di nomi di host, incluse Webjump, Namezero, Homestead, Register.com e Network Solutions, sono migrate verso Microsoft Internet Information Server. Successivamente queste aziende hanno tutte fallito i propri obiettivi, cambiando così significativamente il proprio modello di business o tornando alle precedenti piattaforme: di conseguenza la quota di Microsoft IIS è ora tornata sui livelli di quella registrata prima dell’estate del 2001, ossia attorno al 20%”.

Secondo le stime di Netcraft la percentuale di diffusione di IIS è infatti ora del 21% , circa il 2,44% in meno rispetto allo scorso mese. Al terzo posto si trova SunONE con il 3,4% e a seguire Zeus con l’1,6%.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

04 11 2003
Link copiato negli appunti