Dyne:bolic, il multimedia open per tutti

PI intervista Jaromil, uno dei più innovativi programmatori indipendenti italiani, mente di dyne.org, fondazione con sede in Olanda, e sviluppatore di una suite aperta per il multimediale, distribuita su Linux via bootable CD


Roma – Software libero, comunità open source, arte digitale e filosofia rasta. Si chiama Jaromil ed è una delle personalità più eclettiche della scena informatica italiana. Indipendente per vocazione, Jaromil è artista digitale (le sue opere sono esposte, tra gli altri luoghi, anche al Whitney Museum Artport di New York e al negotiations 2003 di Toronto), ma soprattutto stimatissimo programmatore, con al suo attivo tre software distribuiti sotto licenza open source ed un sistema operativo. L’ultimo parto della “sua” dyne.org , ora formalmente una fondazione, è Dyne:bolic , un pacchetto di software per la produttività multimediale (riproduzione, registrazione ed editing sia audio che video) indirizzato ad artisti ed attivisti dei media pronto per girare sotto Linux con licenza, chiaramente, open source. Ma quello che più stupisce di dyne:bolic è la maniera in cui è distribuito.

Il software infatti si accompagna ad un sistema operativo Linux, sviluppato sempre da Jaromil, che oltre ad installarsi normalmente può anche girare direttamente da CD. Dal sito dynebolic.org è possibile scaricare il file immagine (.iso) del software, da masterizzare su un CD per renderlo un disco di avvio in Linux. In questo modo, il sistema si avvia con Linux senza doverlo installare ed è pronto ad eseguire Dyne:bolic; se poi si intende farlo girare da hard disk, basta copiare tutto in una directory.
Per saperne di più abbiamo sentito direttamente l’autore

Punto Informatico: Spiegami bene, quali sono le particolarità di Dyne:bolic?
Jaromil: Innanzitutto può girare sia da Cd che da hard disk, e questa è una grossa novità rispetto alle altre distribuzioni. È qualcosa che non era venuto in mente a nessun altro, anche perché per farlo ho dovuto modificare l’architettura di tutto il sistema, molte cose girano in RAM, che è una cosa un po’ differente dal solito, per questo con la versione 2 sto cercando di riportare le cose alla normalità delle altre distribuzioni, perché così come stanno le cose implicano molte limitazioni.
Ma l’idea è tutta nell’approccio, finalizzato a rendere più facile la fruizione, soprattutto perché quando si ha Windows sul computer e si vuole installare Linux occorre partizionare e fare un dual boot e questo comporta sempre dei problemi, almeno per la mia esperienza. Inoltre una distribuzione di questo tipo è molto comoda specialmente quando si arriva in un posto, si ha bisogno di un computer e magari non ci sono montati i software necessari che vanno quindi installati e ciò fa perdere molto tempo.

PI: Da dove nasce l’idea di un pacchetto di software multimediali?
J: Il motivo risale almeno al 1994/95 quando c’era RadioCyber Net che era la trasmissione radio in rete per chi stava nel canale chat di cybernet (sto parlando degli albori di internet) e fin da allora ci piaceva la cosa di poter trasferire suoni in tempo reale, anche perché molti di noi erano radio amatori e sognavano di poter trasmettere con la radio ma non si poteva per le licenze. Quindi mi sono deciso a scrivere questo software, Muse, poi incluso in Dyne:bolic.

PI: A cosa ti sei ispirato per MuSE?
J: Mah… A dire il vero non uso software proprietari da svariati anni, l’ultimo programma di elaborazione audio proprietario che ricordo è StoneTracker su Amiga. L’ispirazione me la diedero Mex e August, due matti che facevano Fundamental Radio, una trasmissione radio nella quale con Icecast volevano mixare cose dal vivo. Mi parlarono a lungo di questa possibile applicazione che mixasse audio con voce e lo mandasse in rete.

PI: L’open source si è molto evoluto dagli inizi. Che futuro vedi?
J: Beh, dipende da che punto di vista. Da quello commerciale c’è sicuramente futuro perché è conveniente. Società come IBM, HP o Novell hanno un assetto capitalista che di norma sostiene un processo decisionale opportunista: il fatto che loro siano passati alle tecnologie libere è una prova
del fatto che queste funzionano meglio.

PI: E al di là di questo ambito?
J: Se devo essere ottimista vedo un futuro che possa dare spazio agli sviluppi socialmente consapevoli. Perché il software ha un certo peso nella nostra comunità permettendoci di comunicare in un certo modo invece che in un altro. Dyne.org 5 anni fa era solo un sito web messo su da me per pubblicare e distribuire il mio software, ora è una fondazione e qui in Olanda è stata riconosciuta come un’attività no profit. Vedendo queste cose per forza mi viene da pensarla in maniera ottimista.
Ultimamente ho letto molti libri pubblicati da teorici e critici di rete e software che continuano ad evolvere il concetto di software libero. Questo in quanto strumento di comunicazione ha una rilevanza di portata politica e sociale, deve venire sviluppato e utilizzato dalle comunità e non venduto dalle aziende che ci speculano. Poi è chiaro che le comunità possono pure organizzarsi e pagare un programmatore per includerlo nel proprio insieme, ma il punto deve rimanere comunque una sorta di sviluppo consapevole e collettivo di un architettura per il nostro essere digitali.

Intervista a cura di Gabriele Niola

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Ma il P2P di Radio radicale ?
    Vi ricordare la polemica ( http://punto-informatico.it/forum/poc.asp?fid=56350&tfid=2&r=PI )sul nuovo P2P di Radio radicale e l'annuncio dell'adozione delle CC2 per il materiale dell'archivio? avete qualche novità ? il bel tomo del responsabile del sito sapete che fine ha fatto?
  • Anonimo scrive:
    Forte con i deboli e debole con i forti!
    Il teorema del "Forte con i deboli e debole con i forti" ha trovato terreno fertile anche in Francia!Si vede che la mafia è arrivata così in alto (WTO) da influenzare il mercato !
  • berlin scrive:
    Proposta ragionevole
    Album da scaricare in mp3 a 1-2 euro, cd originali a 5-7 euro; film in divx a 2-3 euro e dvd originali a 7-10 euro. Il tutto libero da drm, rootkit, e protezioni anticopia, eventualmente anche gestibile in un p2p legale che 'ricorda' cosa si è scaricato.Se dopo un anno di tale iniziativa le major dimostrano di continuare a perdere miliardi di euro a causa del p2p 'illegale', bè, allora, posso capire l'introduzione di un drm; ma allo stato attuale no. (NB: questa frase implica e dà per scontato che i margini di guadagno attuali a favore delle suddette major siano spropositati; ed è il motivo per cui esse spingono per non cambiare lo stato delle cose).Io non scarico per uccidere la musica, ma perché non ho i soldi per comprare quella "legale", che HA un prezzo oggettivamente spropositato, soprattutto in Italia, perché 17 euro da noi non sono 12 sterline in inghilterra, non sono 20 euro in svezia ecc.L'insostenibilità del sistema attuale è evidente. Perché l'artista vende i diritti di sfruttamento del copyright ad una major? Perché le major bloccano il mercato e bisogna passare da loro per farsi conoscere q quindi vendere. Perché i prezzi sono così alti? Perché le major hanno impostato così il mercato: colossali investimenti pubblicitari (in radio, su mtv etc) per far promozione agli artisti-prodotto e fagocitare le piccole etichette che non hanno i mezzi - e, spesso, la volontà - di farsi pubblicità.Quindi le majors ricattano sia l'artista sia il pubblico, e sono la parte meno essenziale della catena.Tornando alla realtà, credo che le multe per chi fa uso privato senza guadagno debbano essere: obbligo di regolarizzare gli acquisti di licenza. Punto.Ti troviamo con 200 album scaricati? Ti compri 200 cd.Berlin
  • Anonimo scrive:
    Evvvaaaaaaaai
    ma che lo facciano davvero però, così quando da noi andrà su la sinistra, avrà una mezza scusa in più per cambiare le scelte di questo governo, in merito al p2p 8)
  • Anonimo scrive:
    A cosa serve l'adsl
    Ho letto una serie di commenti che affermano che, toltala possibilità di scaricare musica e film, tutti o quasirinuncerebbero all'adsl. Questo non è vero.Molti utenti non scaricano materiale protetto da copyright,usano internet per lavoro, studio, gioco, per documentarsi,per comunicare e sono disposti a spendere 19 euro al mese per questo.E gli altri che usano il p2p molto probabilmente non rinuncerebbero comunque ad una linea veloce.
    • Anonimo scrive:
      Re: A cosa serve l'adsl
      - Scritto da: Anonimo
      Ho letto una serie di commenti che affermano che,
      tolta
      la possibilità di scaricare musica e film, tutti
      o quasi
      rinuncerebbero all'adsl. Questo non è vero.
      Molti utenti non scaricano materiale protetto da
      copyright,
      usano internet per lavoro, studio, gioco, per
      documentarsi,
      per comunicare e sono disposti a spendere 19 euro
      al
      mese per questo.
      E gli altri che usano il p2p molto probabilmente
      non
      rinuncerebbero comunque ad una linea veloce.beh.. si e no, cioè, se tolgono la possibilità di usufruire di contenuti audio video, allo stato attuale delle cose, io continuerò ad usare una linea veloce, ma perchè negli anni è cambiato il modo di fare alcuni siti web, sempre più pesanti, e il modo mio di navigare, tenendo in tabbed 20 finestre tutte assieme e spulciandole in seguito chiudendo man mano, in effetti mi ricordo quando avevo il 33.6 interno della zoltrix e navigavo con gli abbonamenti di prova delle riviste, quelli di 15 o 30 giorni, i siti web me li apriva in un tempo sufficiente.. senza superattese, poi la linea analogica con la diffusione di utenti internet si è saturata ed è scesa di prestazioni, convincendo molti a passare all'adsl, complice soprattutto la penura di offerte flat sul 56k, dicevo prima allo stato attuale, perchè non ho una sede fissa e quindi telefono di casa, e perchè non sarebbe possibile comunque riattivare la flat telecom 56k (ad ogni modo, ho una flat wind umts e navigo bene lo stesso, solo ho limite di traffico dati mensile, quindi già rinuncio a scaricare qualsiasi cosa che non sia un programma essenziale o una patch)
    • Anonimo scrive:
      Re: A cosa serve l'adsl
      - Scritto da: Anonimo
      Ho letto una serie di commenti che affermano che,
      tolta
      la possibilità di scaricare musica e film, tutti
      o quasi
      rinuncerebbero all'adsl. Questo non è vero.
      Molti utenti non scaricano materiale protetto da
      copyright,
      usano internet per lavoro, studio, gioco, per
      documentarsi,
      per comunicare e sono disposti a spendere 19 euro
      al
      mese per questo.
      E gli altri che usano il p2p molto probabilmente
      non
      rinuncerebbero comunque ad una linea veloce.19 euro???:-)ih ih ih
  • pippo75 scrive:
    p2p e case disco.....
    secondo me non sono poi' cosi contrarie, fra qualche mese otterranno una prcentuale sul canone dell'adsl (tipo quello dei dischi, cd, hd, dvd,.....).In questo modo avranno un guadagno anceh su quello che non fanno.
  • Anonimo scrive:
    Re: Che delusione !
    - Scritto da: SardinianBoy
    Poniamo il caso che la telecom mandi a più di
    15/20 mila utenti una lettera di diffida per uso
    di reti p2p-file sharing, che succederebbe?
    Secondo me, tutti, o una gran parte degli utenti
    - me compreso - sicuramente non ci riabboneremo a
    nessun servizio adsl, in quanto poi alla fine mi
    basterebbe avere un dial up e controllarmi la
    posta ogni tanto.ti propongono e ti vendono la dsl per farti fare cose illegali, che se tu non facessi non ti servirebbe avere. il penale anche per i provider ci vorrebbe.controcorrente @^
    • SardinianBoy scrive:
      Che delusione !



      ti propongono e ti vendono la dsl per farti fare
      cose illegali, che se tu non facessi non ti
      servirebbe avere.
      il penale anche per i provider ci vorrebbe.

      controcorrente @^...infatti la telecom pur di acchiapparsi il CLIENTE CHE PAGA, strizzava l'occhio a chiunque. E diceva in poche parole : fai tutto il ca*** che ti pare,ma pagami ! Però se sparissero un buon 60% di clientela adsl ( di ogni compagina telefonica ) che cosa mi rispondi ? E cosa direbbe la telecom a sua volta?
      • Anonimo scrive:
        Re: Che delusione !
        in realtà il problema esiste solo se ci pensiamo, è raro che vengano prese persone che scaricano, quei casi che sono successi di recente è stato perchè c'era un giro grosso, gente che rivendeva, e da lì partono le antipatie..che possono trasformarsi in segnalazionisi è vero, povero chi ci finisce, perchè si ritrova a seguire gli iter dilungati della giustizia italiana e magari alla fine gli va male, ma mi pare che di tutti quelli che sono stati denunciati per cucciolandia nessuno ha subito alcunchè alla fine no? leggevo qualcosa del genere tempo fa su questo forum, si è comunque un episodio che ti segna e che ti dispiace, che ti fa dire perchè io si e quello no, ma a voler pensarci su, chi più chi meno in italia tutti abbiamo anche in buona fede saltato il diritto d'autore, anche copiando la cassettina al professore di scuola per farselo amico! ma lo stato, ha così tanta gente da destinare alle cause, volendo anche civili, per trovare tutti gli evasori e dico tutti? altrimenti che giustizia sarebbe se la legge colpiresse solo poche persone? certo che i carabinieri finanzieri poliziotti sanno che il vero criminale è chi spaccia droga o chiede il pizzo o uccide e non chi scarica, ma c'è questa cosa del voler incutere timore tra gli utenti internet così almeno qualche cliente in più lo racimolano le case discografiche/cinematografiche/videoludichesecondo me, è tutta una speculazione, lo sanno i produttori, lo sanno i politici, lo sanno le testate giornalistiche che ci campano di notizie..lo sanno anche i provideranni fa prima dell'avvento di internet a banda larga nasceva l'università via satellite, con l'adsl molti hanno pensato che bello adesso faranno le lezioni interattive, ma dove, ma quale! sempre la stessa solfa, ora abbiamo adsl 2, cosa ci propinano? film a pagamento! ma le lezioni interattive? così mi risparmio l'affitto di questa casa e sto comodo nella mia? zero.. o sono solo corsi strani o sperimentali a numero chiusissimo e a prezzi da capogiro.. internet in adsl l'hanno lanciata col motto mp3 al quadrato per quanto riguarda broadbandbox di tin, e anche libero e tiscali sbandieravano la possibilità di scaricare mp3 più velocemente, ora che stanno scadendo i mandati e ci si avvicina alle elezioni si torna a parlare di soluzioni, hanno confezionato l'urbani l'anno scorso apposta per demolirla dopo le prossime elezioni, e i produttori? lo sanno che spesso il loro ciarpame multimediale non venderebbe se non creassero l'hype, se non creassero la diffusione di massa, se non creassero quella competizione diffusa tra i consumatori.. si competizione, perchè capita che quando qualcuno si scarica tot film, il tizio che ce l'ha ad antipatia dice ora me lo compro originale e lo faccio passare per pezzente, anche se poi del film non gliene frega niente a nessuno dei due, e si risparmiavano i soldi dell'adsl il primo, e del dvd il secondosiamo in un circolo vizioso dal quale è difficile uscirne, possibile ma difficile, ma non è cosa di pochi mesi, ci dobbiamo rieducare tutti.
    • SardinianBoy scrive:
      Che delusione !



      ti propongono e ti vendono la dsl per farti fare
      cose illegali, che se tu non facessi non ti
      servirebbe avere.
      il penale anche per i provider ci vorrebbe.

      controcorrente @^...infatti la telecom pur di acchiapparsi il CLIENTE CHE PAGA, strizzava l'occhio a chiunque. E diceva in poche parole : fai tutto il ca*** che ti pare,ma pagami ! Però se sparissero un buon 60% di clientela adsl ( di ogni compagina telefonica ) che cosa mi rispondi ? E cosa direbbe la telecom a sua volta?
  • Anonimo scrive:
    BRAV I!!!!!!!!!
    Finalmente un paese dove prevalgono la logica e il rispetto del consumatore..... 8) (linux)
  • Anonimo scrive:
    Re: Che delusione !
    - Scritto da: SardinianBoy
    Poniamo il caso che la telecom mandi a più di
    15/20 mila utenti una lettera di diffida per uso
    di reti p2p-file sharing, che succederebbe?Che 15/20 mila utenti la stampano e ci si puliscono tu sai cosa...E poi cambiano software di condivisione.
    • SardinianBoy scrive:
      Che delusione !
      - Scritto da: Anonimo


      - Scritto da: SardinianBoy

      Poniamo il caso che la telecom mandi a più di

      15/20 mila utenti una lettera di diffida per uso

      di reti p2p-file sharing, che succederebbe?

      Che 15/20 mila utenti la stampano e ci si
      puliscono tu sai cosa...

      E poi cambiano software di condivisione.....ovvio no ! Ed io sarò tra i primi a cambiarlo...eheheheheeh :D :D :D :D :D :D :D
  • Anonimo scrive:
    mail e identificazione
    si, ok, comunque questo significa che tutto è sotto controllo.dire questo significa ammettere chiaramente: ok, abbiamo deciso di sniffare tutto, di controllare tutto,di leggere tuttoad esempio di sapere quanti e quali account di posta debba avere uno che si fa una certa connessionese, ad esempio, io NON mi faccio l'e-mail col mio provider?come sa il mio provider dei miei 19832 indirizzi mail?se se lo sa, ALLORA cazzo NON deve !!!!
  • Anonimo scrive:
    furie di diverso peso.
    "Nelle scorse settimane infatti la Camera aveva approvato un testo che avrebbe reso legale il P2P: a fronte di un pagamento mensile da aggiungere al costo della connettività, infatti, gli utenti avrebbero potuto, secondo quel progetto di legge, utilizzare i sistemi di scambio. Un progetto che aveva fatto infuriare le case discografiche spingendo il Governo a ritirare il proprio documento, bloccando così l'avvento in un paese europeo di un sistema di pagamento dei diritti su cui insiste da molti anni Electronic Frontier Foundation (EFF), "interessante che se si infuriano in 20 vincanoe se si infuriano in 500.000 no.e vergognoso
  • Anonimo scrive:
    P2P client x linux?
    Non c' entra un gran che con l' articolo, ma sono appena passato a linux e volevo sapere quali sono i migliori clients x linux... Magari qualcosa simile a shareaza...grazie :)
    • Anonimo scrive:
      Re: P2P client x linux?
      Io mi trovo bene con Amule , Gnutella e Azureus (bittorrent)(linux)CioaA
      • Anonimo scrive:
        Re: P2P client x linux?
        - Scritto da: Anonimo
        Io mi trovo bene con Amule , Gnutella e Azureus
        (bittorrent)GTK-Gnutella va proprio benino.Poi c'è è anche edonkey2000 anche se c'è poco da fidarsi perché closed source...
    • Anonimo scrive:
      Re: P2P client x linux?
      solo per rete edonkey c'è sia amule sia xmule, poi per i torrent consigliato azureus, altrimenti mldonkey che è multirete, ma ce ne stanno comunque a iosa anche per linux..
      • SardinianBoy scrive:
        Che delusione !
        - Scritto da: Anonimo
        solo per rete edonkey c'è sia amule sia xmule,
        poi per i torrent consigliato azureus, altrimenti
        mldonkey che è multirete, ma ce ne stanno
        comunque a iosa anche per linux..si infatti, se ne trovano a iosa anche per linux. Nel mio p ho installato Linux Suse 10. OSS , e il QiLinux e, tutte e 2 hanno l'Amule. Funziona benissimo e, a volte lo uso sulla suse e non mi trovo male, anzi benissimo in fatto di sicurezza e velocità. Altrimenti, ci sarebbe da provare anche il VALKNUT, che sarebbe il DC++ studiato apposta per Linux e, con interfaccia grafica abbastanza amichevole. E poi, il bit torrent che non ha bisogno di presentazioni. Fatte voi...eheheheh :-D ......e buon divertimento !
  • Anonimo scrive:
    Re: Che delusione !
    I finanzieri non c'entrano. Ho amici nella finanza e in polizia, sono ragazzi come gli altri e anche loro scaricano. Il problema sono le leggi. Se c'è una legge sono obbligati a farla rispettare... specie quando i loro superiori ricevono pressioni dall'alto. In Italia, comunque, finora non è mai accaduto nulla. Non è possibile disporre un'intercettazione di comunicazioni telematiche per tutelare il diritto d'autore. Ciò è contro la legge. Perchè nessuno dice questa cosa???
    • Anonimo scrive:
      Re: Che delusione !
      - Scritto da: Anonimo
      I finanzieri non c'entrano. Ho amici nella
      finanza e in polizia, sono ragazzi come gli altri
      e anche loro scaricano. Il problema sono le
      leggi. Se c'è una legge sono obbligati a farla
      rispettare... specie quando i loro superiori
      ricevono pressioni dall'alto. In Italia,
      comunque, finora non è mai accaduto nulla. Non è
      possibile disporre un'intercettazione di
      comunicazioni telematiche per tutelare il diritto
      d'autore. Ciò è contro la legge. Perchè nessuno
      dice questa cosa???L'hai appena fatto.
    • SardinianBoy scrive:
      Che delusione !
      In Italia,
      comunque, finora non è mai accaduto nulla. Non è
      possibile disporre un'intercettazione di
      comunicazioni telematiche per tutelare il diritto
      d'autore. Ciò è contro la legge. Perchè nessuno
      dice questa cosa???Gentile non registrato, hai perfettamente ragione su quanto dici, e io sono tantissimo tempo che cerco e propongo di portare la questione p2p/file sharing in rai all 20:30 ( un orario accettabile per tutti ). E VORREI che ci fosse una trasmissione/dibattito, nella quale questa volta, è l'utente che parla ( l'internettiano ) e non la solita major che accusa e basta ! O forse dovremmo avere paura anche di esprimere le nostre opinioni in tv? Grazie
  • Anonimo scrive:
    Altra cazzata.
    "...una multa contenuta, da 150 euro, attenderebbe chi venisse colto a copiarsi contenuti protetti da un originale prestato da un amico."La legge sul diritto d'autore non parla di "proprietà", bensì di "possesso" legittimo. Il diritto di proprietà, come c'è scritto nel codice civile, rappresenta solo un caso particolare di possesso, quindi col cazzo che ci possono sanzionare se un amico ci presta un cd/dvd originale!
    • Anonimo scrive:
      Re: Altra cazzata.
      Hai mai preso in cosiderazione che il codice civile Francese sia diverso dal nostro, almeno nelle formulazioni.Non si puo' criticare una legge di un altro paese dicendo che non é conforme ad articoli e paragrafi del nostro codice.
    • Anonimo scrive:
      Re: Altra cazzata.
      "Dovrebbe" essere uguale alla nostra, ma non ne sono sicuro, hai ragione te, perdonami.
  • Anonimo scrive:
    Cazzata
    "...è un reato aggirare i sistemi di protezione anticopia."Scusate, ma secondo me nel testo c'è scritta una grossissima cazzata!"Art. 71-sexies comma 4.Fatto salvo quanto disposto dal comma 3, i titolari dei diritti sono tenuti a consentire che, nonostante l'applicazione delle misure tecnologiche di cui all'articolo 102-quater, la persona fisica che abbia acquisito il possesso legittimo di esemplari dell'opera o del materiale protetto, ovvero vi abbia avuto accesso legittimo, possa effettuare una copia privata, anche solo analogica, per uso personale, a condizione che tale possibilità non sia in contrasto con lo sfruttamento normale dell'opera o degli altri materiali e non arrechi ingiustificato pregiudizio ai titolari dei diritti."Alcuni avvocati (dai quali io però non mi farei mai difendere in questo caso!!!) sostengono che la parola ?nonostante? utilizzata in questo comma pregiudichi che per un?opera dell?ingegno protetta contro la copia illegale da misure tecnologiche di protezione di cui all'art. 102-quater, non sia mai possibile effettuare una riproduzione privata ad uso personale digitale (ad esempio da dvd a dvd), ma soltanto una riproduzione analogica (ad esempio da dvd a videocassetta). Io invece propendo per la tesi che ?nonostante? significhi soltanto ?malgrado? (basta prendere un dizionario dei sinonimi e dei contrari per verificare?). Di conseguenza in base a questo comma i titolari dei diritti d?autore sono tenuti a consentire che, per una persona fisica, avendo ovviamente acquisito il possesso legittimo (mediante acquisto, prestito, noleggio ecc.) di esemplari dell'opera o del materiale protetto rispettando i vincoli enunciati nel comma 3, sia sempre possibile effettuare una copia privata per uso personale, digitale o analogica che sia. In parole povere se una persona fisica ne è capace, si crea una copia digitale dell?opera, aggirando le misure tecnologiche di protezione senza nessun problema di tipo legale, se in caso contrario non ne è capace, si crea soltanto una copia analogica, punto e basta!!!
  • ciko scrive:
    [OT]ma l'immagine...
    ...non e' dell'altra notizia?!? :P (dyne:bolic)
  • Anonimo scrive:
    Re: Che delusione !
    quoto! :) tutto! pure il partito
  • Anonimo scrive:
    non basta
    già meglio della situaizone in italia e già + logico il ragionamento che sta dietro a questa legge .. ma... non basta!sappiamo tutti che questo non risolverà un bel nulla, la gente continuerà a scaricare e le case discografiche a denunciare.devono capire che STOP. il semplice cd di 14 canzoni con copertina non basta + ad attirare l'interesse del consumatore.devono capire che i prezzi sono troppo alti, semplicemente assurdi.devono capire che la gente che scarica spesso non avrebbe il minimo interesse a compare il Cd, ma lo fa per sfizio o solo per curiosità nello scovare nuovi artisti.dovranno capire che chi scarica è anche chi acquista o un suo parente o amico, e che queste campagne di criminalizzazione e persecuzione non fanno che far smettere la gente ben informata di consumare i loro prodotti (io ad esempio non vado + al cinema, non compro + cd, compro lo stretto indispensabile di hardware e sto attento alle marche...e faccio molta passaparola sul DRM)è inutile che vecchi burocrati si mettano a tavolino con le case discrografiche cercando una mediazione su ciò che essi nemmeno conoscono.pensano veramente che la gente sia disposta a pagare tutto? poi con la miseria da terzo mondo che c'è ora nei paesi consumisti?dovrebbero accontentarsi ma so già che per "gente" a quella maniera non esiste un limite alla loro avidità.se arriverà il giorno in cui il DRM sarà inevitabile (e con i governanti di ora lo sarà) me ne andrò a santo domingo a godermi il sole tutto il giorno e apprezzando la vita e la libertà + di quanto faccia ora ...e magari nel frattempo mi allenerò a diventare un perfetto cecchino.. così quando il primo manager in giacca e cravatta che si presenta sulla spiaggia per farmi pagare una multa per aver fiskiettato "abbronzatissima" saprò dargli il benvenuto :D
    • Anonimo scrive:
      Re: non basta

      già meglio della situaizone in italia e già +
      logico il ragionamento che sta dietro a questa
      legge .. ma... non basta!

      devono capire che i prezzi sono troppo alti,
      semplicemente assurdi.Pensavo di leggere un'opinione ideologica sul diritto d'autore, e invece è solo una questione di soldi.
      è inutile che vecchi burocrati si mettano a
      tavolino con le case discrografiche cercando una
      mediazione su ciò che essi nemmeno conoscono.Allora è ora di votare NUOVI politici, non persone con la muffa addosso, come il 100% dei nostri politici, di sinistra di centro o di destra che siano!!! Servono nuovi non solo di età (che non conta poi tanto) ma di idee. Quelli di oggi sono tutti residuati bellici dal punto di vista delle idee e delle ideologie...
      pensano veramente che la gente sia disposta a
      pagare tutto? poi con la miseria da terzo mondo
      che c'è ora nei paesi consumisti?Guarda che anche mia nonna che ha la pensione minima in confronto al terzo mondo è una riccona... Piano con i paragoni azzardati!!!
      se arriverà il giorno in cui il DRM sarà
      inevitabile (e con i governanti di ora lo sarà)
      me ne andrò a santo domingo a godermi il sole
      tutto il giorno e apprezzando la vita e la
      libertà + di quanto faccia ora ...Come no! Cosa ti trattiane dall'andarci adesso a goderti la vita a Santo Domingo?
      e magari nel frattempo mi allenerò a diventare un
      perfetto cecchino.. Però! Che alti ideali! Sai solo scadere nella violenza più becera! Sparare al tuo nemico!
      così quando il primo manager in giacca e cravatta
      che si presenta sulla spiaggia per farmi pagare
      una multa per aver fiskiettato "abbronzatissima"
      saprò dargli il benvenuto :DC'è poco da mettere le faccine, c'è solo da piangere...
      • Anonimo scrive:
        Re: non basta
        - Scritto da: Anonimo

        già meglio della situaizone in italia e già +

        logico il ragionamento che sta dietro a questa

        legge .. ma... non basta!



        devono capire che i prezzi sono troppo alti,

        semplicemente assurdi.

        Pensavo di leggere un'opinione ideologica sul
        diritto d'autore, e invece è solo una questione
        di soldi.é anche una questione di soldi


        è inutile che vecchi burocrati si mettano a

        tavolino con le case discrografiche cercando una

        mediazione su ciò che essi nemmeno conoscono.

        Allora è ora di votare NUOVI politici, non
        persone con la muffa addosso, come il 100% dei
        nostri politici, di sinistra di centro o di
        destra che siano!!! Servono nuovi non solo di età
        (che non conta poi tanto) ma di idee. Quelli di
        oggi sono tutti residuati bellici dal punto di
        vista delle idee e delle ideologie...
        i politici sono tutti mer..gli unici che salvo solo i verdi, ma non del tutto. è soprattutto ora di cambiare mentalità

        pensano veramente che la gente sia disposta a

        pagare tutto? poi con la miseria da terzo mondo

        che c'è ora nei paesi consumisti?

        Guarda che anche mia nonna che ha la pensione
        minima in confronto al terzo mondo è una
        riccona... Piano con i paragoni azzardati!!!terzo mondo lo è e come l'italia. siamo indietro tecnologicamente, ci sono molti poveri, la gente è incolta c'è sfruttamento (lavoro in nero), inflazione, non c'è libertà nemmeno d'espressione nè di opinione e siamo skiavi degli usa e israele pure noi.se poi tu prendi solo il lato economico in considerazione per fare un paragone col terzo mondo..beh sei limitato


        se arriverà il giorno in cui il DRM sarà

        inevitabile (e con i governanti di ora lo sarà)

        me ne andrò a santo domingo a godermi il sole

        tutto il giorno e apprezzando la vita e la

        libertà + di quanto faccia ora ...

        Come no! Cosa ti trattiane dall'andarci adesso a
        goderti la vita a Santo Domingo?
        soldi, famiglia, ragazza. stai pur certo che quando avrò la possibilità emigrerò

        e magari nel frattempo mi allenerò a diventare
        un

        perfetto cecchino..

        Però! Che alti ideali! Sai solo scadere nella
        violenza più becera! Sparare al tuo nemico!
        beh ti assicuro che la violenza fa parte dell'istinto umano e è per colpa delle pecore ammuffite di questa società che leggi pro-inetto stanno prolificando

        così quando il primo manager in giacca e
        cravatta

        che si presenta sulla spiaggia per farmi pagare

        una multa per aver fiskiettato "abbronzatissima"

        saprò dargli il benvenuto :D

        C'è poco da mettere le faccine, c'è solo da
        piangere...già in effetti non è un mondo troppo bello però puoi ancora sorridere finkè non ci sarà "Laugh! tm coroporation"
        • Anonimo scrive:
          Re: non basta

          é anche una questione di soldiGrandi ideali queste menti che si considerano progressiste, e invece sono solo dei piccoli borghesi ipocriti. Siamo proprio messi bene...
          terzo mondo lo è e come l'italia. siamo indietro
          tecnologicamente, ci sono molti poveri, la gente
          è incolta c'è sfruttamento (lavoro in nero),
          inflazione, non c'è libertà nemmeno d'espressione
          nè di opinione e siamo skiavi degli usa e israele
          pure noi.Nel terzo mondo spesso manca l'acqua potabile, le medicine, c'è una diffusa denutrizione e in pochi accedono alla scuola dell'obbligo. Qui non sare il Bengodi, ma ho l'idea che noi occidentali ci siamo bevuti il cervello. Facciamo tutte queste storie perché non possiamo scaricare impunemente gli MP3 e i CD costano troppo, e non ci accorgiamo della vita agiata che facciamo. Questo non vuol dire che non ci sono problemi qui da noi, ma cerchiamo di non perdere la misura e il valore delle cose.
          beh ti assicuro che la violenza fa parte
          dell'istinto umano e è per colpa delle pecore
          ammuffite di questa società che leggi pro-inetto
          stanno prolificandoTu sei uno di quelli che si crede più bravo, furbo e intelligente degli altri, e per questo pretendi di chiamare gli altri "pecore ammuffite" e magari di decidere per loro "ciò che è più giusto". La storia ci mostra a cosa hanno portato questi atteggiamenti.
          già in effetti non è un mondo troppo bello però
          puoi ancora sorridere finkè non ci sarà "Laugh!
          tm coroporation"Quello che mi spaventa è che ci credi davvero...
          • Anonimo scrive:
            Re: non basta
            - Scritto da: Anonimo

            é anche una questione di soldi

            Grandi ideali queste menti che si considerano
            progressiste, e invece sono solo dei piccoli
            borghesi ipocriti. Siamo proprio messi bene... borghese io?i soldi purtroppo servono.. mi fa skifo vedere che mio nonno partigiano e mia nonna che ha ospitato soldati usa ora prendono la pensione minima.


            terzo mondo lo è e come l'italia. siamo indietro

            tecnologicamente, ci sono molti poveri, la gente

            è incolta c'è sfruttamento (lavoro in nero),

            inflazione, non c'è libertà nemmeno
            d'espressione

            nè di opinione e siamo skiavi degli usa e
            israele

            pure noi.

            Nel terzo mondo spesso manca l'acqua potabile, le
            medicine, c'è una diffusa denutrizione e in pochi
            accedono alla scuola dell'obbligo. Qui non sare
            il Bengodi, ma ho l'idea che noi occidentali ci
            siamo bevuti il cervello. Facciamo tutte queste
            storie perché non possiamo scaricare impunemente
            gli MP3 e i CD costano troppo, e non ci
            accorgiamo della vita agiata che facciamo. Questo
            non vuol dire che non ci sono problemi qui da
            noi, ma cerchiamo di non perdere la misura e il
            valore delle cose.
            senti lo so anche io che è un mondo con 1000000 problemi.io facico ciò che possosono vegetariano per tanti motivi tra cui inquinamento, rispetto degli esseri viventi.non venire a fare il moralista cn me e nn pensare che io ingrandisca i problemi. non mi interessa scaricare gli mp3 gratis ma nn penso che sia giusto considerarlo reato nè antietico e che la libertà sia il bene più prezioso da difendere.

            beh ti assicuro che la violenza fa parte

            dell'istinto umano e è per colpa delle pecore

            ammuffite di questa società che leggi pro-inetto

            stanno prolificando

            Tu sei uno di quelli che si crede più bravo,
            furbo e intelligente degli altri, e per questo
            pretendi di chiamare gli altri "pecore ammuffite"
            e magari di decidere per loro "ciò che è più
            giusto". La storia ci mostra a cosa hanno portato
            questi atteggiamenti.
            ti riferisci all'olocausto? o all'evoluzione umana? a cosa? parla?la legge del + forte vince sempre ma questo non vuol dire che io voglia essere prepotente.Dico solo ke inkavolarsi e reagire è giusto perkè è nella nostra natura. non ti sei accorto ke le leggi vogliono farci addormentare? ormai nn si può + nemmeno litigare verbalmente ke scattano denuncie e querele!

            già in effetti non è un mondo troppo bello però

            puoi ancora sorridere finkè non ci sarà "Laugh!

            tm coroporation"

            Quello che mi spaventa è che ci credi davvero...era un paradosso ...però se pensi che in afghanistan era talvolta visto male ridere cantare ..non mi meraviglierei + di tanto
      • castigo scrive:
        Re: non basta
        - Scritto da: Anonimo[cut]

        e magari nel frattempo mi allenerò a diventare
        un

        perfetto cecchino..

        Però! Che alti ideali! Sai solo scadere nella
        violenza più becera! Sparare al tuo nemico!LOL... questi in effetti non meritano la spesa di un proiettile... meglio appenderli per i pollici in una piazza, e poi dare a tutti una pietra.... piccola però, sennò non ci si diverte in molti.....
        • Anonimo scrive:
          Re: non basta

          LOL... questi in effetti non meritano la spesa di
          un proiettile... meglio appenderli per i pollici
          in una piazza, e poi dare a tutti una pietra....
          piccola però, sennò non ci si diverte in
          molti.....Solo un commento: siete delle bestie.
        • castigo scrive:
          per l'OT...
          e tu non ti sei ancora stufato di farti prendere per i fondelli da codesti politicanti, burocrati, banchieri (centrali e non), assicuratori ecc. ecc. da strapazzo??non ti sei ancora vagamente seccato di farti mettere le mani in tasca da mane a sera, di farti rubare i TUOI soldi, guadagnati con il TUO lavoro, da questi personaggi??beh io sì, e visto che tangentopoli è stato solo un episodio (a volte mi chiedo se sia mai esistita veramente, o se non sia stata abilmente pilotata per far cadere solo alcuni...), dicevo visto che è stata solo un episodio direi che sarebbe il caso di passare a metodi un tantinino..... come dire.... più..... incisivi??sai com'è, magari uno ci pensa due o tre volte prima di emulare le imprese di un tanzi....
          • Anonimo scrive:
            Re: per l'OT...

            direi che
            sarebbe il caso di passare a metodi un
            tantinino..... come dire.... più..... incisivi??Il giustiziere della notte...
  • ishitawa scrive:
    multe e sanzioni
    l'idea francese mi piace molto anche perchè vista l'assurda sproporzione tra colpa (non si tratta nemmeno di furto) e la pena secondo al legge italiana (ma non c'era una legge che dice che la pena deve essere adeguata etc etc?) a parte i casi da titoli sui giornali, è molto difficile da applicare, si trascina per anni nei tribunali stra intasati (che, spero, diano la precedenza a cause ben più serie)invece una "multa" segue un iter più rapido, viene data, si paga e finito li.le stesse major penso abbiano da guadagnarci
    • Ubu re scrive:
      Re: multe e sanzioni
      - Scritto da: ishitawa
      l'idea francese mi piace molto anche perchè vista
      l'assurda sproporzione tra colpa (non si tratta
      nemmeno di furto) e la pena secondo al legge
      italiana (ma non c'era una legge che dice che la
      pena deve essere adeguata etc etc?) a parte i
      casi da titoli sui giornali, è molto difficile da
      applicare, si trascina per anni nei tribunali
      stra intasati (che, spero, diano la precedenza a
      cause ben più serie)

      invece una "multa" segue un iter più rapido,
      viene data, si paga e finito li.

      le stesse major penso abbiano da guadagnarciConcordo con quanto hai scritto, però non sono daccordo quando dici che le major abbiano da guadagnarci, a me basta che siano tutelate come tutti gli altri, ne più, ne meno.
      • ishitawa scrive:
        Re: multe e sanzioni


        le stesse major penso abbiano da guadagnarci

        Concordo con quanto hai scritto, però non sono
        daccordo quando dici che le major abbiano da
        guadagnarci, a me basta che siano tutelate come
        tutti gli altri, ne più, ne meno.ma è quello che penso anch'io, nel senso che invece di guidare questa battaglia di retroguardia si adattassero ai tempi le cose andrebbero meglio anche per loroMa è chiaro che ai maniscalchi le auto non andavano a genio, però sono nate tante officine
  • avvelenato scrive:
    1500 euro
    vanno bene in contanti o preparo un assegno? 8) .
  • Crazy scrive:
    FINALMENTE qualcuno inizia a Ragionare
    CIAO A TUTTIpersonalmente, non ho mai provato tanta simpati aper i Francesi, e ne ho i miei motivi, ma in questo caso, stanno facendo una cosa giusta.Innanzi tutto, l'idea di permettere in ogni modo la copia privata e la trasferibilita` del File da un Player all'altro, e` una cosa sacrosantemente giusta, quello che non trovo giusto, e` il limite a 5 copie... io non le limiterei e basta, o le limiterei ad un numero tendente ad infinito.Per quel che riguarda le lettere di diffida per chi condivide, sono altrettanto daccordo: "Chi e` avvisato e` mezzo salvato" e sono pure daccordo con le multe salate per i recidivi senza processi penali come in Italia.Giustissimo pero`, far pagare penalmente chi trae profitto dalle opere altrui.Insomma: questa idea Francese mi piace moltissimo, la trovo molto giusta tranne per il limite a 5 copie, ma cosa volete, suvvia, un passo alla volta, oggi cinque, domani 50... almeno speriamo che vada cosi` e che gli altri paesi europei prendano preso d'esempio.DISTINTI SALUTI
    • Anonimo scrive:
      Re: FINALMENTE qualcuno inizia a Ragiona
      - Scritto da: Crazy
      CIAO A TUTTI
      personalmente, non ho mai provato tanta simpati
      aper i Francesi, e ne ho i miei motivi, ma in
      questo caso, stanno facendo una cosa giusta.
      Innanzi tutto, l'idea di permettere in ogni modo
      la copia privata e la trasferibilita` del File da
      un Player all'altro, e` una cosa sacrosantemente
      giusta, quello che non trovo giusto, e` il limite
      a 5 copie... io non le limiterei e basta, o le
      limiterei ad un numero tendente ad infinito.
      Per quel che riguarda le lettere di diffida per
      chi condivide, sono altrettanto daccordo: "Chi e`
      avvisato e` mezzo salvato" e sono pure daccordo
      con le multe salate per i recidivi senza processi
      penali come in Italia.
      Giustissimo pero`, far pagare penalmente chi trae
      profitto dalle opere altrui.
      Insomma: questa idea Francese mi piace
      moltissimo, la trovo molto giusta tranne per il
      limite a 5 copie, ma cosa volete, suvvia, un
      passo alla volta, oggi cinque, domani 50...
      almeno speriamo che vada cosi` e che gli altri
      paesi europei prendano preso d'esempio.
      DISTINTI SALUTIStop! Grammar time!
      • Ubu re scrive:
        OT Correttore ortografico

        Stop! Grammar time!Ogni tanto spunta fuori questa scritta. Ma che è? Qualcuno ha richiesto questo servizio?Come si fa a disabilitarlo?Mi ricorda tanto un proverbio cinese:quando un uomo indica la luna, lo sciocco guarda il dito.Non che il thread sia la luna, ma lo sciocco...
    • Anonimo scrive:
      Re: FINALMENTE qualcuno inizia a Ragiona
      - Scritto da: Crazy
      Per quel che riguarda le lettere di diffida per
      chi condivide, sono altrettanto daccordo: "Chi e`
      avvisato e` mezzo salvato" e sono pure daccordo
      con le multe salate per i recidivi senza processi
      penali come in Italia.io vorrei che ci fosse una PROVA che dica che stai scaricando e condividendoaltrimenti sono illazioni, sospetti, e comunque vessazione, violazione della privacy e delle comunicazioni elettroniche.se, ad esempio, i canali di trasferimento fossero crittati, controllare la quantità di traffico sarebbe una illazione, violare la comunicazione sarebbe ... appunto... una violazione!
      Giustissimo pero`, far pagare penalmente chi trae
      profitto dalle opere altrui.lucrare e trarre profitto... ti ci metti pure tu?
      Insomma: questa idea Francese mi piace
      moltissimo, la trovo molto giusta tranne per il
      limite a 5 copie, ma cosa volete, suvvia, un
      passo alla volta, oggi cinque, domani 50...e quindi profitto per 50 volte ti sta bene.ne prendo atto
      almeno speriamo che vada cosi` e che gli altri
      paesi europei prendano preso d'esempio.
      DISTINTI SALUTIDISTINTI SALUTI a lei, cav.crazy
      • Crazy scrive:
        Hai ragione: qualche correzione
        - Scritto da: Anonimo


        io vorrei che ci fosse una PROVA che dica che
        stai scaricando e condividendo
        Hai ragione,Meglio specificare piu` a fondo:Ci vuole una prova che indichi che stai condividendo materiale protetto, c'e` molta gente, tipo me, che condivide GB & GB di materiale non protetto.
        se, ad esempio, i canali di trasferimento fossero
        crittati, controllare la quantità di traffico
        sarebbe una illazione, violare la comunicazione
        sarebbe ... appunto... una violazione!
        Verissimo, anche qui hai ragione


        Giustissimo pero`, far pagare penalmente chi
        trae

        profitto dalle opere altrui.

        lucrare e trarre profitto... ti ci metti pure tu?
        Nuovamente hai ragione,scusate per la Gaffe:per chi si mette a rivendere le opere altrui traendone profitto personale.
        e quindi profitto per 50 volte ti sta bene.
        ne prendo atto
        No, che profitto?50 volte, ma anche 100 a livello personale, se ti vuoi masterizzare 100 volte la stessa canzone su 100 CD diversi... fatti tuoi, ma en hai diritto.
        DISTINTI SLAUTI a lei cav. CrazyNon sono cavaliere, sono solo un Mato (scritto apposta con una T) a cui piace fare cose pazze
  • Anonimo scrive:
    Finalmente NON PENALE MA SANZIONE Bravi!
    Questo è il punto fondamentale che fa capire come i francesi siano più civili di noi! La punizione, se proprio ci deve essere, deve essere una SANZIONE AMMINISTRATIVA, UNA MULTA, non una SANZIONE PENALE! Copiare un mp3 non può essere accomunato a fare del male a qualcuno o a rubare, è una follia che solo le major o la siae potevano far passare nel nostro parlamento!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Finalmente NON PENALE MA SANZIONE Br
      Ma è rubare!!Diciamo che essendo un comportamento tenuto da migliaia (anzi milioni) di persone, non può essere trattato (ma equiparato si) ad un comune furto.
      • Anonimo scrive:
        Re: Finalmente NON PENALE MA SANZIONE Br
        Ma proprio no. A parte tutto quello che non è considerato reato dalla popolazione non lo può diventare per la felicità di un pugno di multinazionali.P.S. la multa è una sanzione penale, il termine corretto è ammenda.
      • Anonimo scrive:
        Re: Finalmente NON PENALE MA SANZIONE Br
        rubare = sotrarrequi non cè sottrazione... finitela!!!
      • The_GEZ scrive:
        Re: Finalmente NON PENALE MA SANZIONE Br
        Ciao Anonimo !
        Ma è rubare!! NON E' RUBARE !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
        Diciamo che essendo un comportamento tenuto da
        migliaia (anzi milioni) di persone, non può
        essere trattato (ma equiparato si) ad un comune
        furto.Ma io non ti sottraggo nulla !Se mai sei tu che con i TUOI drm invadi la mia libertà, fino ad arrivare a quello di SOny che è addirittura un CRIMINE, questo, si dato che viola il CODICE PENALE !!!
      • Anonimo scrive:
        Re: Finalmente NON PENALE MA SANZIONE Br
        - Scritto da: Anonimo
        Ma è rubare!!Finiscila con questa manfrina.Meriteresti che ti entrassero i ladri in casa, cosi' capisci che cosa vuol dire rubare.
        Diciamo che essendo un comportamento tenuto da
        migliaia (anzi milioni) di persone, non può
        essere trattato (ma equiparato si) ad un comune
        furto.Equiparato ad un comune furto?Quindi secondo te, la banda di delinquenti che ti entra in casa e ti svaligia tutto e ti si frega pure la macchina e' equiparabile ad uno che entra sul tuo PC, si copia qualche MP3 e in cambio ti lascia alcuni MP3 che tu non avevi?Bella logica. Complimenti.Tu si che sei intelligente.
      • Anonimo scrive:
        Re: Finalmente NON PENALE MA SANZIONE Br
        - Scritto da: Anonimo
        Ma è rubare!!
        Diciamo che essendo un comportamento tenuto da
        migliaia (anzi milioni) di persone, non può
        essere trattato (ma equiparato si) ad un comune
        furto.Getting your ip adderss .... 151.12.60.67 ... TANA! *.siae.it
      • Anonimo scrive:
        Re: Finalmente NON PENALE MA SANZIONE Br
        - Scritto da: Anonimo
        Ma è rubare!!
        Diciamo che essendo un comportamento tenuto da
        migliaia (anzi milioni) di persone, non può
        essere trattato (ma equiparato si) ad un comune
        furto.(troll)
  • Anonimo scrive:
    E fu cosi che....
    Anche la Francia si vendette al miglior offerente : le majors ! :|
  • chartitalia scrive:
    Non ci siamo
    La Francia, dal 1789 o giù di lì, può fare di meglio. Queste proposte sono ancora troppo timide anche se rappresentano una significativa inversione di tendenza rispetto ai forcaioli da 4 soldi che infestano i governi di mezzo mondo, con quello italiano in primo piano.La strada maestra passa attraverso una ridefinizione profonda di quel mostro che è il diritto d'autore e dalla rinegoziazione dei trattati internazionali tipo TRIPS.Ah, a proposito, qualcuno ha idea se e cosa hanno infilito quelli dell'Unione nel loro Programma elettorale?---http://chartitalia.blogspot.comhttp://www.hitparadeitalia.it==================================Modificato dall'autore il 17/01/2006 0.33.35
    • mr_setter scrive:
      Re: Non ci siamo
      - Scritto da: chartitalia
      Ah, a proposito, qualcuno ha idea se e cosa hanno
      infilito quelli dell'Unione nel loro Programma
      elettorale?http://www.dsonline.it/aree/PA/documenti/dettaglio.asp?id_doc=30656e' meglio se poi ti leggi il post di Mantellini UNDICESIMO PUNTO di ieri sul suo sito che non presagisce niente di buono (almeno cosi' intuisco....)http://www.mantellini.it/Sperem! LV&P :-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Non ci siamo
      Ma sopratutto qualcuno di voi ha visto sto programma elettorale?
  • Anonimo scrive:
    Tuttavia legge saggia in generale
    Ok, l'idea del canone forfettario è e resta la migliore sotto ogni punto di vista (secondo me anche per i produttori).Ma evidentemente c'è chi questa idea proprio non la digerisce e allora ecco questa nuova legge.Ma se leggiamo bene è una legge equilibrata che discrimina chiaramente chi delinque da chi no.Mantiene inoltre una notevole tutela dei produttori.Anche la questione sul DRM è ben congeniata.Diciamo quindi che sulla carta è un progetto che può accontentare tutti e da questo punto di vista è un buon compromesso, sicuramente non è quello che abbiamo qui da noi che è assolutamente sbilanciato.Spero non subisca stravolgimenti in corso d'opera.
    • Anonimo scrive:
      Re: Tuttavia legge saggia in generale
      - Scritto da: Anonimo
      Ok, l'idea del canone forfettario è e resta la
      migliore sotto ogni punto di vista (secondo me
      anche per i produttori).

      Ma evidentemente c'è chi questa idea proprio non
      la digerisce e allora ecco questa nuova legge.

      Ma se leggiamo bene è una legge equilibrata che
      discrimina chiaramente chi delinque da chi no.
      Mantiene inoltre una notevole tutela dei
      produttori.

      Anche la questione sul DRM è ben congeniata.

      Diciamo quindi che sulla carta è un progetto che
      può accontentare tutti e da questo punto di vista
      è un buon compromesso, sicuramente non è quello
      che abbiamo qui da noi che è assolutamente
      sbilanciato.

      Spero non subisca stravolgimenti in corso d'opera.e chi lo fa soltanto a scopo privato e personale."In particolare, per questi ultimi il premier transalpino Dominique de Villepin vorrebbe instaurare un sistema di avvertimento: se viene riscontrata un'attività di condivisione illegale, l'utente verrebbe avvertito con una diffida via email. "
      a parte l'entità delle multe diminuite mi pare che per il p2p non cambi niente..se ti beccano sei comunque nella cacca 8)
      • Anonimo scrive:
        Re: Tuttavia legge saggia in generale
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Ok, l'idea del canone forfettario è e resta la

        migliore sotto ogni punto di vista (secondo me

        anche per i produttori).



        Ma evidentemente c'è chi questa idea proprio non

        la digerisce e allora ecco questa nuova legge.



        Ma se leggiamo bene è una legge equilibrata che

        discrimina chiaramente chi delinque da chi no.

        Mantiene inoltre una notevole tutela dei

        produttori.



        Anche la questione sul DRM è ben congeniata.



        Diciamo quindi che sulla carta è un progetto che

        può accontentare tutti e da questo punto di
        vista

        è un buon compromesso, sicuramente non è quello

        che abbiamo qui da noi che è assolutamente

        sbilanciato.



        Spero non subisca stravolgimenti in corso
        d'opera.

        e chi lo fa soltanto a scopo privato e personale.

        "In particolare, per questi ultimi il premier
        transalpino Dominique de Villepin vorrebbe
        instaurare un sistema di avvertimento: se viene
        riscontrata un'attività di condivisione illegale,
        l'utente verrebbe avvertito con una diffida via
        email. "

        a parte l'entità delle multe diminuite mi pare
        che per il p2p non cambi niente..se ti beccano
        sei comunque nella cacca 8)Non mi pare. C'è scritto che non si parla di penale, ma solo di multa, ovvero sanzione amministrativa=eccesso di velocità e diverso da omicidio colposo (per giocare sulle conseguenze).Non si può pretendere l'impunità, ma si può esigere un equo metro di giudizio.
  • Anonimo scrive:
    Solo Apple ?
    "l'azienda dovrà infatti ristrutturare il proprio sistema di distribuzione affinché la musica acquistata possa girare su qualsiasi player e non solo su iPod"Va benissimo, purché:ANCHE Microsoft, ad esempio, sia obbligata a far sì che i file WMP con DRM (sia video che audio) funzionino, ad esempio, su Mac e su Linux.
    • Anonimo scrive:
      Re: Solo Apple ?
      - Scritto da: Anonimo
      "l'azienda dovrà infatti ristrutturare il proprio
      sistema di distribuzione affinché la musica
      acquistata possa girare su qualsiasi player e non
      solo su iPod"

      Va benissimo, purché:

      ANCHE Microsoft, ad esempio, sia obbligata a far
      sì che i file WMP con DRM (sia video che audio)
      funzionino, ad esempio, su Mac e su Linux.
      E la lista si può allungare a piacere. In relatà non esiste uno standard DRM, per cui senza quello dubito si possa realizzare nulla di tutto ciò.
      • lele2 scrive:
        Re: Solo Apple ?

        E la lista si può allungare a piacere. In relatà
        non esiste uno standard DRM, per cui senza quello
        dubito si possa realizzare nulla di tutto ciò.sono contrario al DRM... ma se devi esserciche sia perlomeno un DRM unico per tuttimagari fatto da una fondazione indipendente dagli interessi in gioco e possibilmente royalties free
    • Anonimo scrive:
      Re: Solo Apple ?
      sembra così
    • Anonimo scrive:
      Re: Solo Apple ?
      però se il cd audio masterizzato da itunes di musica acquistata in formato lossy lo rippi poi con un altro player per poterlo inserire in un lettore portatile non ipod, degrada di qualità, quindi è giusto che apple in quando principale venditore online che sta facendo i miliardi a sbafo renda interoperabili i suoi brani ai vari lettori portatili, sarebbe giusto anche ad esempio che real concedesse il diritto ad altri di usare i suoi codec nei loro player, mi da fastidio usare i loro prodotti o solo roba tipo media player classic
  • Anonimo scrive:
    Come al solito
    In particolare, per questi ultimi il premier transalpino Dominique de Villepin vorrebbe instaurare un sistema di avvertimento: se viene riscontrata un'attività di condivisione illegale, l'utente verrebbe avvertito con una diffida via email.Ovviamente, immagino il profondo sforzo di fantasia per creare dal nulla un simile sistema per lo più burocratico ma come al solito, malattia classica dei legiferatori, si parla senza considerare prima l'attuabilità di certe idee. Si ragiona sempre in piccolo come se invece di amministrare degli stati abitati da milioni di persone gestissero una scatola di scarpe infestata da 4 pidocchi o come se lo "stato" fossero loro, 4 gatti che si riuniscono in un parlamento a perdere tempo, a fare tira e molla.Immagino che questo ministro non abbia neppure convocato uno studente di reti informatiche (esperti poi...) per farsi un'idea di cosa comporti la sua idea, tanto ci penserà sempre qualcun altro...
    • Anonimo scrive:
      Re: Come al solito
      - Scritto da: Anonimo
      In particolare, per questi ultimi il premier
      transalpino Dominique de Villepin vorrebbe
      instaurare un sistema di avvertimento: se viene
      riscontrata un'attività di condivisione illegale,
      l'utente verrebbe avvertito con una diffida via
      email.


      Ovviamente, immagino il profondo sforzo di
      fantasia per creare dal nulla un simile sistema
      per lo più burocratico ma come al solito,
      malattia classica dei legiferatori, si parla
      senza considerare prima l'attuabilità di certe
      idee. Si ragiona sempre in piccolo come se invece
      di amministrare degli stati abitati da milioni di
      persone gestissero una scatola di scarpe
      infestata da 4 pidocchi o come se lo "stato"
      fossero loro, 4 gatti che si riuniscono in un
      parlamento a perdere tempo, a fare tira e molla.
      Immagino che questo ministro non abbia neppure
      convocato uno studente di reti informatiche
      (esperti poi...) per farsi un'idea di cosa
      comporti la sua idea, tanto ci penserà sempre
      qualcun altro...Bhè sulla carta ne più ne meno di quello che comporta un'indagine tradizionale. Ovvero si tratta di identificare i presunti colpevoli e diffidarli, ottenendo lo stesso risultato della denuncia senza intasare i tribunali.
    • Anonimo scrive:
      Re: Come al solito
      - Scritto da: Anonimo
      In particolare, per questi ultimi il premier
      transalpino Dominique de Villepin vorrebbe
      instaurare un sistema di avvertimento: se viene
      riscontrata un'attività di condivisione illegale,
      l'utente verrebbe avvertito con una diffida via
      email.


      Ovviamente, immagino il profondo sforzo di
      fantasia per creare dal nulla un simile sistema
      per lo più burocratico ma come al solito,
      malattia classica dei legiferatori, si parla
      senza considerare prima l'attuabilità di certe
      idee. Si ragiona sempre in piccolo come se invece
      di amministrare degli stati abitati da milioni di
      persone gestissero una scatola di scarpe
      infestata da 4 pidocchi o come se lo "stato"
      fossero loro, 4 gatti che si riuniscono in un
      parlamento a perdere tempo, a fare tira e molla.Stai certo che un amministratore o un politico al governo di una nazione non ha bisogno di sapere da te che il suo paese ammonta a diverse decine di milioni di abitanti e diverse migliaia di infrastrutture e complessita' in generale.
      Immagino che questo ministro non abbia neppure
      convocato uno studente di reti informaticheMa che ne sai?Si immagina che siano tutti scemi allocchi, la fantasia e' una bella cosa, la presunzione, meno.
    • Anonimo scrive:
      Re: Come al solito

      Ovviamente, immagino il profondo sforzo di
      fantasia per creare dal nulla un simile sistema
      per lo più burocratico ma come al solito,
      malattia classica dei legiferatori, si parla
      senza considerare prima l'attuabilità di certe
      idee. Si ragiona sempre in piccolo come se invece
      di amministrare degli stati abitati da milioni di
      persone gestissero una scatola di scarpe
      infestata da 4 pidocchi o come se lo "stato"
      fossero loro, 4 gatti che si riuniscono in un
      parlamento a perdere tempo, a fare tira e molla.
      Immagino che questo ministro non abbia neppure
      convocato uno studente di reti informatiche
      (esperti poi...) per farsi un'idea di cosa
      comporti la sua idea, tanto ci penserà sempre
      qualcun altro...Bla bla bla... sempre i soliti luoghi comuni e la solita aria fritta...E cmq la fattibilità tecnica è valutata dalle commisioni, composte da tecnici, dei ministeri.
    • Anonimo scrive:
      Re: Come al solito
      a me sembra perfettamente praticabile e pure ragionevole, se no che mi aspetto che nel giro di 3 mesi si avrebbero nuovi strumenti anonimizzati.
  • _Nelson_ scrive:
    Ci ripensa?
    Ah-ah!http://www.satyrnet.it/simpson/audio/haha.wav
Chiudi i commenti