E-commerce, Stanca spera nel Turismo

Ed è pronto ad investirci sopra denari pubblici, sulla scorta di quanto già avvenuto in altri paesi. La rete può risolvere i problemi del settore? E i siti privati?


Roma – Lo chiama “il nostro petrolio” e ritiene che Internet possa dargli un impulso notevole: è il turismo descritto dal ministro all’Innovazione Lucio Stanca che ieri a Genova, parlando di nuove tecnologie al mondo del turismo, ha spiegato che “non aver colto in pieno tali potenzialità ci ha fatto perdere molte posizioni”.

“Ormai Internet – ha spiegato il Ministro – influenza in modo considerevole il settore turistico europeo e mondiale, creando nuove opportunità di sviluppo, tanto che nel mondo il settore dei viaggi e del turismo rappresenta oltre il 30 per cento del volume di acquisti realizzato in Rete” con crescita del 26 per cento annuo. “Insomma – ha affermato – un sistema turistico efficiente non può oggi prescindere dalla tecnologia”.

Il Ministro ha quindi parlato di un’idea di raccordo con le Regioni per promuovere insieme il turismo e il made in Italy, “non escludendo meccanismi di co-finanziamento, partendo proprio dall’esperienza positiva di condivisione dei progetti di e-Government a livello locale”.

Stanca ha annunciato che vuole “arricchire l’offerta regionale in rete permettendone il collegamento e l’integrazione in un Portale turistico nazionale, già finanziato dal Governo”. Non solo ci sarà “la digitalizzazione di tutti i contenuti, dai testi alle immagini ma è prevista la costituzione della piattaforma integrata di prenotazioni telematiche”.

“Per i potenziali turisti – ha affermato – il Portale nazionale sarà il primo punto di riferimento per conoscere e accedere al nostro enorme patrimonio, incentivando e facilitando così la ricerca e la pianificazione delle vacanze in Italia”.

Secondo Stanca, oggi la situazione non è allegra. “L’interattività offerta dai siti turistici italiani – ha affermato – non è molto curata e quasi tutti i siti riportano un indirizzo e-mail o poco più; solo in alcuni casi è possibile configurarsi il soggiorno e quasi assenti sono le possibilità di acquisto e un pagamento diretto”.

Il Ministro ha anche tenuto a sottolineare che le sue idee non sono frutto di pulsioni estemporanee ma riflettono quello che succede all’estero. In Francia, Spagna e Australia siti pubblici del turismo hanno portato, afferma Stanca, ottimi benefici al settore.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    [OT] Giocare con linux
    E' asolutamente OT ma sta sera mi è successa una cosa assolutamente strabiliante.Dopo anni che avevo lasciato perdere Wine per puro caso sta sera l'ho provato per far funzionare dei giochi, non gli ultimissimi usciti, ma nemmeno cose del tempo della pietra, roba tipo "Stronghold Crusader" e....SORPRESA! Funzionano che e' una meraviglia!ho usato wine20040213 che non è l'ultima versione!
  • Anonimo scrive:
    pensassero....
  • Anonimo scrive:
    Ottima pubblicità per Linux
    come da titolo
    • Anonimo scrive:
      Re: Ottima pubblicità per Linux
      - Scritto da: Anonimo
      come da titoloinfatti, si tratta di un sistema eccezionalmente elastico, che consente l'uso più impensabile.
  • Anonimo scrive:
    Linux vs. Windows a parte...
    ...direi che stiamo veramente parlando di una nazione 'civile' :|-------------Percossa si', ma non tutti i giorniIraniana si rivolge al giudice perche' lo ordini al marito(ANSA) - TEHERAN, 22 SET - Una donna iraniana ha fatto causa al marito chiedendo che gli venga ordinato di picchiarla soltanto una volta alla settimana.Lo riferisce il quotidiano di Teheran 'Aftab' secondo cui la donna, Mariam J., non ha chiesto il divorzio, e anzi non si e' affatto lamentata della sua vita matrimoniale, a parte il fatto che il marito la picchia ogni sera. 'Ma e' nella sua natura', lo ha giustificato. Alla fine il giudice ha fatto firmare al marito un impegno a non picchiare piu' la moglie.22/09/2004 14:12© Copyright ANSA Tutti i diritti riservatihttp://www.ansa.it/awnplus/mondo/news/2004-09-22_2742463.html
  • Anonimo scrive:
    non sarà un grosso problema...
    ...sono i studenti a dimostrare interesse verso Linuz?Si aspetta che se ne accumulino un pò e poi li si elimina borbandandoli.......Oppure gli si mette una bella cinturina e li si manda a fare una passeggiatina in una strada affollata e gli si dice di premere il pulsantino rosso con l'immagine del pinguino quando vogliono avviare Mandrake....
    • Anonimo scrive:
      Re: non sarà un grosso problema...
      - Scritto da: Anonimo


      ...sono i studenti a dimostrare interesse
      verso Linuz?

      Si aspetta che se ne accumulino un pò
      e poi li si elimina borbandandoli....Non ti preoccupare. Tu non corri questo rischio: nessuno potrà mai scambiarti per uno studente !
  • Anonimo scrive:
    un milione di...
    un milione di pinguini in +, in un sol colpo!!:D
  • Anonimo scrive:
    Re: mumble mumble...
    - Scritto da: Anonimo
    Diciamo che il software di MS
    potrebbe contenere delle backdoor
    esplicitamente volute da "qualcuno" (non mi
    dite che all'NSA hanno licenziato per la
    commercializzazione degli algoritmi
    sofisticati senza chiedere nulla in
    cambio!). A parte che questa tesi è convincente come quella che gli alieni sono già tra di noi e complottano con il governo USA, francamente se fosse vero tiferei perché nessuno vendesse/concedesse l'uso di Linux a un paese come l'Iran. Preferisco che il governo USA potesse controllarli usando fantomatiche backdoor piuttosto che lasciare che un paese integralista si tenga ben custoditi i suoi segreti (che spesso sono un pericolo per noi occidentali).

    Al di là di ipotetiche backdoor
    comunque resta il fatto che molti computer
    in giro per il mondo sono estremamente
    vulnerabili, o perchè mal configurati
    o perchè mal protetti e la
    quantità di informazioni a rischio
    è semplicemente enormeE questo varrebbe anche con Linux. Un sistema malconfigurato lo è a prescindere dal sistema operativo.
    • Anonimo scrive:
      Re: mumble mumble...
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Anonimo


      Diciamo che il software di MS

      potrebbe contenere delle backdoor

      esplicitamente volute da "qualcuno"
      (non mi

      dite che all'NSA hanno licenziato per la

      commercializzazione degli algoritmi

      sofisticati senza chiedere nulla in

      cambio!).

      A parte che questa tesi è convincente
      come quella che gli alieni sono già
      tra di noi e complottano con il governo USA,Tesi: "Netscape programmers are wenies"Svolgimento: www.google.com
      • Anonimo scrive:
        Re: mumble mumble...
        - Scritto da: Anonimo


        Diciamo che il software di MS


        potrebbe contenere delle backdoor


        esplicitamente volute da "qualcuno"

        (non mi


        dite che all'NSA hanno licenziato
        per la


        commercializzazione degli algoritmi


        sofisticati senza chiedere nulla in


        cambio!).



        A parte che questa tesi è
        convincente

        come quella che gli alieni sono
        già

        tra di noi e complottano con il governo
        USA,no, invece è molto realistica. Il controllo delle informazioni è la chiave delle guerre del futuro (sperando che ce ne sia il minor numero possibile). Certo esisteranno sempre conflitti "fangosi" e soprattutto ahimè sanguinosi come quello iracheno, ma molti conflitti a distanza si combattono ogni giorno acquisendo informazioni dall'avversario.Personalmente, ragionando non da informatico ma da "security advisor" la riterrei una buona mossa quella di nascondere una chiave segreta dentro ad un prodotto che poi in un modo o nell'altro viene commercializzato in molti paesi del mondo (aziende e uffici governativi compresi). Se all'NSA hanno avuto questa lungimiranza e questa capacità personalmente li ammiro. E, tutto sommato sono d'accordo sul fatto che fanno bene perchè paesi come la Corea del Nord e l'Iran hanno tutto tranne che tradizioni pacifiste.Col post iniziale volevo solo dire che dubito si tratti di una iniziativa per la correttezza delle licenze o di una questione anti-americana (anche perchè in Iran usano un sacco di roba americana, tra cui i leggendari aerei Tomcat comprati prima della rivoluzione islamica). Si tratta quasi sicuramente di una mossa dovuta a motivi di sicurezza informatica, cioè hanno paura che qualcuno entri dalla porta di servizio lasciata aperta, ammesso che non sia già stato fatto e sgamato.
        Tesi: "Netscape programmers are wenies""weenies", con 2 eQuanto al fatto della sicurezza non faccio differenze tra Linux e Windows, parlavo solo della gestione umana. Cioè password banali o inesistenti, firewall male o non configurati....
        • Anonimo scrive:
          Re: mumble mumble...

          Col post iniziale volevo solo dire che
          dubito si tratti di una iniziativa per la
          correttezza delle licenze o di una questione
          anti-americana Ciao, non sono molto d'accordo con te, sono appena tornato da una vacanza in iran, (paese splendido, facile da girare e abitato da gente ospitalissima) li sono in pieno boom da IT, e tra la gente è diffusissima la convinzione che sia necessarrio iparare inglese ed informatica in fretta e bene. Il problema delle licenze esiste eccome, i negozi di informatica vendono tutto il software possibile a prezzi di 1.5 euri (1 cd), 2 euri 2 CD, e si tratta di software legalmente (in IRAN) commercializzato da aziende locali.Per entrare nel WTO tutto questo dovrebbe finire, da una parte ciò comporterebbe un rallentamento della alfabetizazzione informatica (un dipendente di banca guadagna 120 euri/mese) a causa dell' aumento del software, dall' altra tutte le grosse società (gornative e/o private) che non potrebbero permettersi di usare sofware piaratato, si troverebbero di colpo a dover sostenere delle spese colossali per mettere in regola i loro sistemi. Dunque mi sembra ovvio che si stiano ponendo il problema.
          (anche perchè in Iran
          usano un sacco di roba americana, tra cui i
          leggendari aerei Tomcat comprati prima della
          rivoluzione islamica).Confermo vanno pazzi per tutti i prodotti occidentali, che comunque si trovano abbastanza facilmente, (a parte le automobili su cui c'è un grosso controllo)
          Si tratta quasi
          sicuramente di una mossa dovuta a motivi di
          sicurezza informatica, cioè hanno
          paura che qualcuno entri dalla porta di
          servizio lasciata aperta, ammesso che non
          sia già stato fatto e sgamato. Non credo che pc contenenti segreti nucleari siano su rete pubblica, dunque non vedo grossi problemi.caio
          • Anonimo scrive:
            Re: mumble mumble...
            - Scritto da: Anonimo
            Ciao, non sono molto d'accordo con te, sono
            appena tornato da una vacanza in iran,
            (paese splendido, facile da girare e abitato
            da gente ospitalissima) li sono in pienoC'è anche molto fermento culturale tra gli studenti universitari, a quanto si dice, il problema è che cozzano con una classe dirigente fondamentalista che è molto più preoccupata di mantenere l'Iran come una potenza islamica
            di usare sofware piaratato, si troverebbero
            di colpo a dover sostenere delle spese
            colossali per mettere in regola i loro
            sistemi. Dunque mi sembra ovvio che si
            stiano ponendo il problema.ok, può essere. Certo, magari rinunciando a costruire centri nucleari sottoterra forse qualche soldo per le licenze dei programmi magari salta fuori.
            Non credo che pc contenenti segreti nucleari
            siano su rete pubblica, dunque non vedo
            grossi problemi.Il fatto è che su alcuni PC può transitare del materiale sensibile (guarda che windows gira anche in alcuni uffici del pentagono...) e non sempre le reti informatiche sono al sicuro da attacchi informatici. Reti informatiche non vuol dire solo Internet. Tutto qua!
  • Anonimo scrive:
    Mi piacerebbe sapere...
    "L'uomo, che dirige l'Alto consiglio dell'Informatica, non nasconde che una delle ragioni alla base del desiderio sempre più diffuso di abbandonare i software Microsoft risiede nel fatto che si tratta di prodotti americani, provenienti dunque da un paese con cui l'Iran non ha mai avuto buoni rapporti, anzi."Mi piacerebbe sapere da chi compreranno i processori...
    • Anonimo scrive:
      Re: Mi piacerebbe sapere...
      ma lollissimo!non ci avevo pensato! :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Mi piacerebbe sapere...
      - Scritto da: Anonimo
      "L'uomo, che dirige l'Alto consiglio
      dell'Informatica, non nasconde che una delle
      ragioni alla base del desiderio sempre
      più diffuso di abbandonare i software
      Microsoft risiede nel fatto che si tratta di
      prodotti americani, provenienti dunque da un
      paese con cui l'Iran non ha mai avuto buoni
      rapporti, anzi."

      Mi piacerebbe sapere da chi compreranno i
      processori...copie cinesi degli intel e amd, non so se esistano, ma mi sembra molto probabile e plausibile. In fin dei conti spostare tutte le fabbriche in cina per ridurre i costi di produzione non è proprio la mossa migliore per mantenere il know-how delle tecnologie.
    • Anonimo scrive:
      Re: Mi piacerebbe sapere...

      Mi piacerebbe sapere da chi compreranno i
      processori...In India per quanto riguarda informatica e hardware non scherzano mica.E poi questi vogliono comprare il meno possibile dall'america, non tranciare i contatti di netto.
    • Anonimo scrive:
      Re: Mi piacerebbe sapere...

      Mi piacerebbe sapere da chi compreranno i
      processori...Li fanno (su licenza, è ovvio) quasi tutti nel terzo mondo, cmq i soldi vanno a finire all'america.La cina però ha cominciato a produrre indipendentemente dei propri processori credo dragonfly, x86 compatibili.E comunque pagare una sola tangente all'america anzichè due è già un inizio.Non dimentichiamo che la stessa cosa accade anche in Italia, con l'aggravante che i processori mainstream più venduti, gli x86 sono iniziati da un progetto di un italiano ex olivetti che fu considerato meno di zero da quei geniacci, fino a ch non si trasferì negli states e fece parte della fortuna di ibm, e buona parte di quella di intel, amd... scusate se è poco!Ottimismo, almeno con questa scelta lungimirante olivetti è diventata (...è stata...) azienda leader nel campo delle calcolatrici elettromeccaniche!
  • Terra2 scrive:
    Linari talebani...
  • Anonimo scrive:
    Ma il divieto...
    il divieto non vale anche per il software opensource? Mi pare che nella licenza gpl (oh ragazzi perdonatemi ma non ho voglia di controllare perché ho sonno) ci sia scritto qualcosa a riguardo.Comunque forse vogliono prima mettere software libero e poi chiedere al WTO l'ingresso così sono tutti in regola con le licenze.Bisogna riconoscere però all'Iran alcuni sforzi che sta facendo per migliorare la situazione del suo paese, non è facile tirare avanti con un embargo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma il divieto...
      - Scritto da: Anonimo
      il divieto non vale anche per il software
      opensource? Mi pare che nella licenza gplTi riferisci alle sanzioni ? Direi di si, ma se le sanzioni sono decise dagli USA allora basta scaricare il software, o parte del software, da server collocati altrove... è lo stesso discorso dei pacchetti 'non-us' di Linux......
      Comunque forse vogliono prima mettere
      software libero e poi chiedere al WTO
      l'ingresso così sono tutti in regola
      con le licenze.Probabile, anche se c'è una spiegazione ben più preoccupante: l'Iran sta cercando di dotarsi della tecnologia nucleare, e il sospetto è che lo faccia per arrivare alla costruzione di bombe. In questo contesto è chiaro che vuole liberarsi di software potenzialmente spioni perchè provenienti dagli USA, perchè chiusi e quindi impossibili da controllare e anche perchè già in passato ci sono stati degli episodi ambigui in proposito.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma il divieto...
        - Scritto da: Anonimo
        Probabile, anche se c'è una
        spiegazione ben più preoccupante:
        l'Iran sta cercando di dotarsi della
        tecnologia nucleare, e il sospetto è
        che lo faccia per arrivare alla costruzione
        di bombe. In questo contesto è chiaro
        che vuole liberarsi di software
        potenzialmente spioni perchè
        provenienti dagli USA, perchè chiusi
        e quindi impossibili da controllare e anche
        perchè già in passato ci sono
        stati degli episodi ambigui in proposito.Credo che nel dubbio sia meglio invadare l'iran e portare la pace anche lì
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma il divieto...


          Probabile, anche se c'è una

          spiegazione ben più preoccupante:

          l'Iran sta cercando di dotarsi della

          tecnologia nucleare, e il sospetto
          è

          che lo faccia per arrivare alla
          costruzione

          di bombe. In questo contesto è
          chiaro

          che vuole liberarsi di software

          potenzialmente spioni perchè

          provenienti dagli USA, perchè
          chiusi

          e quindi impossibili da controllare e
          anche

          perchè già in passato ci
          sono

          stati degli episodi ambigui in
          proposito.

          Credo che nel dubbio sia meglio invadare
          l'iran e portare la pace anche lìmi hai fregato sul tempo :-)
          • Tecnomaya scrive:
            Re: Ma il divieto...


            Credo che nel dubbio sia meglio invadare

            l'iran e portare la pace anche lì

            mi hai fregato sul tempo :)Bè dopo tocca alla Siria ;-)
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma il divieto...
            Guardate che gli Usa vi hanno battuto sul tempo a tutti: il parlamento americano ha dato il suo assenso per l'eventualità di un attacco all'Iran (naturalmente hanno votato tutti a favore, repubblicani e democratici).Ma non li leggete i giornali?... o forse li non c'era scritto.
        • Funz scrive:
          Re: Ma il divieto...
          Scusate l'OT.
          Credo che nel dubbio sia meglio invadare
          l'iran e portare la pace anche lìIl dubbio io non ce l'ho, dopo che uomini di governo iraniani hanno dichiarato di voler bombardare Israele con l'atomica, e che tutte le vittime della inevitabile ritorsione sarebbero 'martiri' :|Gli USA non faranno niente almeno per un po', finche' non avranno risolto la grana Iraq.L'ONU ovviamente non fara' nienteAlla fine ci pensera' Israele a distruggere gli impianti iraniani: lo ha gia' fatto negli anni '80 bombardando un impianto nucleare in Iraq. Allora fece un morto (l'attacco fu di domenica), azzero' il programma nucleare bellico di Saddam e subi' la vergognosa condanna della comunita' internazionale. A distanza di vent'anni nessuno sano di mente si azzarda piu' a dire che fece male.In Iran, se Israele facesse lo stesso, le vittime civili sarebbero sicuramente molte di piu', visto che i criminali al governo di Teheran hanno pensato bene di installare gli impianti nucleari in zone densamente popolate e sottoterra.Ciononostante Israele, dopo che l'ONU avra' dimostrato la sua impotenza, dovrebbe evitare di attaccare l'Iran?Dovrebbe forse attendere l'olocausto nucleare prima di essere autorizzata a difendersi?Ovviamente no, non esiste nessuna legge di guerra che dica cio', e solo gli anti-israeliani piu' ciechi potrebbero sostenere una cosa del genere.Se vogliamo evitare una guerra (giusta e doverosa da parte di Israele perche' puramente di difesa) allora e' meglio che facciamo funzionare l'ONU, e in fretta.Non credo che ai pacifisti (quelli veri) farebbe piacere vedere un fungo atomico al posto di Tel Aviv :|
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma il divieto...

            A distanza di vent'anni nessuno sano di
            mente si azzarda piu' a dire che fece male.É lo stupido modo di pensare "politically-correct" occidentale, che c'era allora e purtroppo regna ancora oggi... e l'Onu purtroppo è la drammatica espressione di questa mentalità. Oggi non sono d'accordo con una parte della politica di Sharon, ma in passato ho ammirato Israele per aver saputo risolvere certi problemi come e quando dovevano essere risolti, senza ipocrisie e con molto senso pratico (vedi l'attacco alla centrale nucleare di cui parlavi tu)
            Non credo che ai pacifisti (quelli veri)
            farebbe piacere vedere un fungo atomico al
            posto di Tel Aviv :|Se per pacifisti intendi gente che ama la pace, non farebbe piacere un fungo atomico ne' sopra Tel aviv ne' sopra Teheran: l'unica cosa da augurarsi è che si stemperino le tensioni politiche e religiose nel mondo.Se per pacifisti intendi disobbedienti e tutta quella gente che oggi urla contro gli americani, beh, ad una parte di quelli di un fungo sopra Tel Aviv gliene importerebbe molto poco, ahimè!
          • Sandino scrive:
            Re: Ma il divieto...
            - Scritto da: Funz
            Scusate l'OT.


            Credo che nel dubbio sia meglio invadare

            l'iran e portare la pace anche lì

            Il dubbio io non ce l'ho, dopo che uomini di
            governo iraniani hanno dichiarato di voler
            bombardare Israele con l'atomica, e che
            tutte le vittime della inevitabile
            ritorsione sarebbero 'martiri' :|

            Gli USA non faranno niente almeno per un
            po', finche' non avranno risolto la grana
            Iraq.
            L'ONU ovviamente non fara' niente
            Alla fine ci pensera' Israele a distruggere
            gli impianti iraniani: lo ha gia' fatto
            negli anni '80 bombardando un impianto
            nucleare in Iraq. Allora fece un morto
            (l'attacco fu di domenica), azzero' il
            programma nucleare bellico di Saddam e subi'
            la vergognosa condanna della comunita'
            internazionale.
            A distanza di vent'anni nessuno sano di
            mente si azzarda piu' a dire che fece male.

            In Iran, se Israele facesse lo stesso, le
            vittime civili sarebbero sicuramente molte
            di piu', visto che i criminali al governo di
            Teheran hanno pensato bene di installare gli
            impianti nucleari in zone densamente
            popolate e sottoterra.
            Ciononostante Israele, dopo che l'ONU avra'
            dimostrato la sua impotenza, dovrebbe
            evitare di attaccare l'Iran?
            Dovrebbe forse attendere l'olocausto
            nucleare prima di essere autorizzata a
            difendersi?
            Ovviamente no, non esiste nessuna legge di
            guerra che dica cio', e solo gli
            anti-israeliani piu' ciechi potrebbero
            sostenere una cosa del genere.

            Se vogliamo evitare una guerra (giusta e
            doverosa da parte di Israele perche'
            puramente di difesa) allora e' meglio che
            facciamo funzionare l'ONU, e in fretta.
            Non credo che ai pacifisti (quelli veri)
            farebbe piacere vedere un fungo atomico al
            posto di Tel Aviv :|
            ISRAELE HA L'ATOMICA!perche non dovrebbero averla gli Ayatollah?gli Ayatollah si armano e non si lascieran disarmare per poi farsi attaccare pretendere che si disarmino gli Ayatolla e non USA e Israele vuol dire consegnare il medio oriente all'espansionismo sionista e americano, Iran e Siria coi loro armamenti sono un buon deterrente...l'unico modo per avere la pace e' rinunciare TUTTI alle armi di distruzione di massa e che TUTTI i paesi rinunciano all'espansionismo, alla rapina di risorse e alle occupazioni militari...oppure che non esista piu il profitto...PS quando dico TUTTI dico TUTTI non solo Iraq e Iranma anche Francia,Israele, Russia,Stati Uniti, India, Pakistan, Cina
          • Funz scrive:
            Re: Ma il divieto...
            - Scritto da: Sandino
            ISRAELE HA L'ATOMICA!
            perche non dovrebbero averla gli Ayatollah?A volte non capisco se ragionate con la vostra testa o se ripetete meccanicamente pensieri di altri.Israele non lancerebbe mai l'atomica per prima, perche' e' un Paese civile e comunque non ne avrebbe nessun vantaggio, anzi. Il fatto che ce l'abbia (cosi' come ce l'hanno gli USA, GB, Francia eccetera) serve unicamente come deterrente. In un mondo di Paesi civili l'atomica non potrebbe mai essere usata, visto che ogni Paese ce l'ha o ha qualche alleato che ce l'ha.Gli Ayatollah non sono gente civile, e questo scombussola il ragionamento di cui sopra.Loro l'atomica la userebbero davvero, e la ritorsione atomica non funziona assolutamente come deterrente: sarebbero disposti a sacrificare 15 milioni di 'shahid' per ammazzare 5 milioni di ebrei (calcoli loro, non miei) .Per questo l'Iran NON DEVE avere l'atomica, come nessuno stato retto da fanatici integralisti. Figuriamoci poi regimi che riforniscono di soldi e armi i terroristi.A costo di ammazzare qualche migliaio di civili.
            gli Ayatollah si armano e non si lascieran
            disarmare per poi farsi attaccare pretendere
            che si disarmino gli Ayatolla e non USA e
            Israele vuol dire consegnare il medio
            oriente all'espansionismo sionista e
            americano, Iran e Siria coi loro armamenti
            sono un buon deterrente...ma quale espansionismo americano e sionista?qui stiamo parlando del diritto ad Israele di esistere (il diritto a difendersi e' insito in questo) senza che qualcuno pretenda di sterminare i suoi cittadini. Da come parlate sembra che questo non sia tanto ovvio.
            l'unico modo per avere la pace e' rinunciare
            TUTTI alle armi di distruzione di massa e
            che TUTTI i paesi rinunciano
            all'espansionismo, alla rapina di risorse e
            alle occupazioni militari...oppure che non
            esista piu il profitto...

            PS quando dico TUTTI dico TUTTI non solo
            Iraq e Iran
            ma anche Francia,Israele, Russia,Stati
            Uniti, India, Pakistan, Cinabenvenuto nel mondo dei sogni.Proposte concrete da attuare subito? Specialmente ora che ci sono regimi e organizzazioni che vogliono dotarsi di armi di distruzione di massa, con lo scopo di usarle contro le popolazioni dei Paesi civili (proprio perche' civili)?Inizino loro a disarmare, penso che per ora sia piu' che saggio tenerci i nostri arsenali (ah, e scusa se abbiamo inondato di dollari i petrolieri e continueremo a farlo, altro che rapina di risorse... faremmo meglio a chiudergli il rubinetto a 'sti arabi)
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma il divieto...

          Credo che nel dubbio sia meglio invadare
          l'iran e portare la pace anche lìTu scherzi, ma il fatto è che l'Iran è già una potenza militare di prim'ordine, insieme all'India, che però in parte si sta riallineando con l'occidente. Dal colabrodo dell'ex-URSS l'Iran ha acquistato una quantità assurda di sistemi militari avanzatissimi.Grazie alla Corea del Nord e ad altri paesi sta sviluppando anche armi di distruzione di massa (per davvero, non come quelle irachene).L'Iran ha veramente aiutato e addestrato terroristi islamici (insieme a Sudan ed altri paesi islamici), fungendo anche da riparo a coloro che scappavano dalle forze occidentali.In realtà una guerra contro l'Iran sarebbe stata molto più sensata per "rendere il mondo più sicuro". Il fatto che siano andati a prendere un dittatoruncolo codardo seduto sopra ad un mare di petrolio e di poveracci affamati è dovuto al fatto che l'Iran è molto più tosto militarmente dell'Iraq. Per gli USA è stato molto più facile invadere un paese come l'Iraq per quanto ci possano essere stati degli "imprevisti" di non poco conto (più del 90% dei caduti occidentali si sono avuti dopo la fine ufficiale della guerra).Se vi ricordate Libia, Siria, Iran e Corea erano nella "lista dei cattivi" che avrebbero dovuto "imparare la lezione" dall'invasione dell'Iraq. La Libia si è subito messa buona buona, la Siria ufficialmente sì, praticamente no. Corea e Iran hanno intensificato il loro programma nucleare. L'idea americana probabilmente era quella di invadere l'Iraq con una prova di forza, senza però un grande sforzo bellico, in modo da poter avere un avamposto in medioriente e per "avvisare" altri avversari ben più minacciosi (Iran).Oggi una guerra contro Iran o Corea del Nord non solo richiederebbe uno sforzo bellico probabilmente superiore a quello di Desert Storm del 1991, ma potrebbe facilmente provocare un'escalation nucleare. E di sicuro "pacificare" l'Iran dopo una eventuale invasione non sarebbe più facile che pacificare Afghanistan e Iraq.
      • Sandino scrive:
        Re: Ma il divieto...

        ...

        Comunque forse vogliono prima mettere

        software libero e poi chiedere al WTO

        l'ingresso così sono tutti in
        regola

        con le licenze.

        Probabile, anche se c'è una
        spiegazione ben più preoccupante:
        l'Iran sta cercando di dotarsi della
        tecnologia nucleare, e il sospetto è
        che lo faccia per arrivare alla costruzione
        di bombe. In questo contesto è chiaro
        che vuole liberarsi di software
        potenzialmente spioni perchè
        provenienti dagli USA, perchè chiusi
        e quindi impossibili da controllare e anche
        perchè già in passato ci sono
        stati degli episodi ambigui in proposito.premettendo che io sono CONTRO le armi nuclearie che desidero che vengano TUTTE smantellate da quelle russe a quelle cinesi , da quelle "gringhe" a quelle indiane, coreane francesi ecc.premesso questo, l'iran si sente minacciato, ha le armi di distruzione di massa e si guarda bene dallo smantellarle, anzi secondo me la volonta (se esiste)di costruirsi la bomba atomica arriva dalla necessita di "sentirsi piu sicuri" e ritengo che sia improponibile che un paese con armi chimiche,battereologiche e nucleari chieda ai suoi nemici di non dotarsene, e ritengo improbabile che questi lo ascoltino soprattutto dopo cio che e' successo all'ultimo che ha "seguito il consiglio" ovvero Saddam.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma il divieto...

          ... e ritengo
          improbabile che questi lo ascoltino
          soprattutto dopo cio che e' successo
          all'ultimo che ha "seguito il consiglio"
          ovvero Saddam.Si, credo sia proprio così... il deterrente è un'ottima arma, soprattutto se ad avere in mano queste armi sono persone "fanatiche" che non temono la morte, anzi considrano morire portandosi dietro il maggior numero di "nemici" la massima aspirazione possibile.
  • Anonimo scrive:
    Per quelli di Microsoft: date retta!
    Date retta...questi meglio perderli che trovarli.Io neanche mi ci confonderei con questi integralisti.Meglio che si montino il loro linux, così poi, 'stolinux potremmo dire che oltre ad essere dei centri sociali, è anche degli integralisti islamici.Vogliono usare linuz? lo facessero.
    • Anonimo scrive:
      Re: Per quelli di Microsoft: date retta!
      - Scritto da: Anonimo....
      Vogliono usare linuz? lo facessero.Vuoi utilizzare l'italiano ? IMPARALO !
    • soulista scrive:
      Re: Per quelli di Microsoft: date retta!

      Vogliono usare linuz? lo facessero.Per colpa dell'OT qui sopra adesso mi tocca scervellarmi tutta la notte per capire se é giusto... perchè non mi pare sbagliato.Comunque togli le etichette che ti coprono gli occhi!
    • Anonimo scrive:
      Re: Per quelli di Microsoft: date retta!

      Meglio che si montino il loro linux,
      così poi, 'stolinux potremmo dire che
      oltre ad essere dei centri sociali, è
      anche degli integralisti islamici.Integralisti islamici che leggono "I protocolli dei savi di sion", noto libro culto nazista.Quindi linux é comunista-integralistaislamico-nazifascista!Orpolà!Che manca?:D:D:D(apple)
      • Anonimo scrive:
        Re: Per quelli di Microsoft: date retta!
        - Scritto da: Anonimo

        Meglio che si montino il loro linux,

        così poi, 'stolinux potremmo
        dire che

        oltre ad essere dei centri sociali,
        è

        anche degli integralisti islamici.
        Integralisti islamici che leggono "I
        protocolli dei savi di sion", noto libro
        culto nazista.
        Quindi linux é
        comunista-integralistaislamico-nazifascista!
        Orpolà!
        Che manca?

        :D:D:D

        (apple)linux è semplicemente il torto ed il peccato (win)
      • Anonimo scrive:
        Re: Per quelli di Microsoft: date retta!
        - Scritto da: Anonimo

        Meglio che si montino il loro linux,

        così poi, 'stolinux potremmo
        dire che

        oltre ad essere dei centri sociali,
        è

        anche degli integralisti islamici.
        Integralisti islamici che leggono "I
        protocolli dei savi di sion", noto libro
        culto nazista.
        Quindi linux é
        comunista-integralistaislamico-nazifascista!
        Orpolà!
        Che manca?

        :D:D:D

        (apple)ROTFL, il prossimo sito che i linuxari saboteranno per dimostrare la loro superiorità non solo porterà la bandiera rossa e la scritta Linux con la 'x' formata dalla falce e martello, ma ci metteranno anche la mezzaluna e la svastica!
      • Anonimo scrive:
        Re: Per quelli di Microsoft: date retta!
        - Scritto da: Anonimo...
        Quindi linux é
        comunista-integralistaislamico-nazifascista!
        Orpolà!
        Che manca?Hai dimenticato che scarica i filmati tramite firewire senza avere il driver specifico della videocamera... Queste è una grave colpa per alcuni macachi, perchè gli distrugge un mito...
    • Anonimo scrive:
      Re: Per quelli di Microsoft: date retta!
      - Scritto da: Anonimo
      Date retta...questi meglio perderli che
      trovarli.
      Io neanche mi ci confonderei con questi
      integralisti.
      Meglio che si montino il loro linux,
      così poi, 'stolinux potremmo dire che
      oltre ad essere dei centri sociali, è
      anche degli integralisti islamici.

      Vogliono usare linuz? lo facessero.
      Come mai allora tu non lo usi? :DComunque se non ti piace linux resta con windows e non dire cretinate. Sei troppo inferiore per usarlo :
  • Anonimo scrive:
    da noi è peggio
    in iran si manifesta la volontà di passarea oss, qui no, nonostante le licenze nonesistano e quindi la PA non paghi nulla:noi, nonostante la PA regali per ogni ciofecadi client win con xp e office (o prima con win9xe successivi aggiornamenti) due mesate dipensione da vecchio a quello straccionedi gates, che tanto ne ha bisogno, continuanocosì: per non parlare poi delle centinaia di milioni di lire che ha speso per es il mio comune per un cesso a pedali chiamatocytrix metaframe e delle miliardate chevanno ai consulenti per scegliere il suddettocesso in quanto innovativo, etc.molto meglio l'iran, noi ormai siamo più viciniall'equatore dell'iranvogliono spingere l'informatica ? che ci vuole ?formazione dei dipendenti PA su oss: si fannolavorare i giovani informatici, tutti appassionatidi linux e simili, e con un investimento limitatoin pochi anni si riduce drasticamente il nr dimiliardi di euro che se ne vanno oltre oceanoLo capiscono anche gli iraniani
    • Anonimo scrive:
      Re: da noi è peggio
      -
      molto meglio l'iran, noi ormai siamo
      più vicini
      all'equatore dell'iranAllora vai a stare in Iran ... poi ne riparliamo.
      • antonellaS scrive:
        Re: da noi è peggio
        era solo una provocazione, non facciamo polemica per una cosa che interessa tutti. Che ci sono degli sprechi nelle PA è piuttosto evidente
        • Anonimo scrive:
          Re: da noi è peggio
          - Scritto da: antonellaS
          era solo una provocazione, non facciamo
          polemica per una cosa che interessa tutti.
          Che ci sono degli sprechi nelle PA è
          piuttosto evidenteE l'open source non li può risolvere.Un problema di sprechi si risolve come qualsiasi altro problema di sprechi in un altro settore dove non c'è l'open source o come si faceva dieci anni fa.Anzi, l'open source potrebbe aumentare ancora di più gli sprechi perchè, per bocca di Stallman, il software libero è libero come la libertà di parola, mica gratis.Sai che pacchia, già adesso gli intermediari ci mangiando con il closed, figurati quanto ci mangiano con l'open!!! parlano bene quelli!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: da noi è peggio
    • Anonimo scrive:
      Re: da noi è peggio
      - Scritto da: Anonimo
      in iran si manifesta la volontà di
      passare
      a oss, qui no, nonostante le licenze non
      esistano e quindi la PA non paghi nulla:
      noi, nonostante la PA regali per ogni ciofeca
      di client win con xp e office (o prima con
      win9x
      e successivi aggiornamenti) due mesate di
      pensione da vecchio a quello straccione
      di gates, che tanto ne ha bisogno, continuano
      così: per non parlare poi delle
      centinaia di
      milioni di lire che ha speso per es il mio
      comune per un cesso a pedali chiamato
      cytrix metaframe e delle miliardate che
      vanno ai consulenti per scegliere il suddetto
      cesso in quanto innovativo, etc.
      molto meglio l'iran, noi ormai siamo
      più vicini
      all'equatore dell'iran
      vogliono spingere l'informatica ? che ci
      vuole ?
      formazione dei dipendenti PA su oss: si fanno
      lavorare i giovani informatici, tutti
      appassionati
      di linux e simili, e con un investimento
      limitato
      in pochi anni si riduce drasticamente il nr
      di
      miliardi di euro che se ne vanno oltre oceano
      Lo capiscono anche gli iranianiSe puoi dire liberamente cretinate come queste senza essere messo in galera, è proprio perché non vivi in uno stato come l'Iran. Sciacquati la bocca (e il cervello) prima di parlare.
    • Anonimo scrive:
      Re: da noi è peggio
      - Scritto da: Anonimo
      in iran si manifesta la volontà di
      passare...
      formazione dei dipendenti PA su oss: si fanno
      lavorare i giovani informatici, tutti
      appassionati
      di linux e simili, e con un investimento
      limitato
      in pochi anni si riduce drasticamente il nr
      di
      miliardi di euro che se ne vanno oltre oceano
      Lo capiscono anche gli iranianiBravo ben detto.Considera pero' che dei tentativi di estirpare windows dalla PA sono gia' stati fatti da alcuni amministratori e dirigenti illuminati, ma si sono scontrati con 2 grandi difficolta':1) la resistenza degli utenti che senza prodotti office hanno sollevato molte lamentele.2) la consacrazione di office - e quindi di windows - a software di standard della PA da parte dei ministeri, attarverso circoalri e direttive sulle caratteristiche di pc da possedere.Cio' non significa che non ci sia spazio per migliorare, bisogna cercare di diffondere comunque la conoscenza di sistemi diversi da windows e i suoi figliastri, auspicando che con il ricambio generazionale in vento giri a favore di scelte meno assurdamente costose per le tasche di tutti.
      • Anonimo scrive:
        Re: da noi è peggio
        di conseguenza nel titolo del postcompare, come giusto "da noi è peggio"Peggio che nel nord-europa, che in america latina, che in estremo orienteetcse un oltre un milione di macchine della PAe solo della PA, hanno win e office,significa semplicemente moltiplicare,per solo il semplice costo di acquisto,600, 700 o più euro (di solito hanno anche altro)per oltre un milione: si tratta di miliaia di miliardi di lirebuttati nel cessopoi ci sono gli aggiornamenti, gli antivirus, etcpoi ci sono i server che costano in genere un'iradiddio di acquisto e implementazionecon gente strapagata, di solito non scelta certoin base al merito (mai lavorato per un'aziendaparastatale che si occupa di queste cose ? iosi - ma basta prendere come paradigma telecom)con questa montagna di denaro si risolverebberealmente il problema dell'assistenza anzianie non è certo demagogia ma una grossa questionesociale: è meglio lo spreco o l'impiego socialmenterazionale di risorsei tentativi fatti non sono stati per nulla fino ad ora convincente
  • Anonimo scrive:
    Come da noi
    "Ma non è facile, spiega Sephery-Rad, perché solo i giovani e gli studenti fin qui hanno dimostrato interesse verso Linux."Questo signore iraniano ha fotografato perfettamente la situazione in Italia riguardo Linux.
    • Anonimo scrive:
      Re: Come da noi
      - Scritto da: Anonimo
      "Ma non è facile, spiega Sephery-Rad,
      perché solo i giovani e gli studenti
      fin qui hanno dimostrato interesse verso
      Linux."

      Questo signore iraniano ha fotografato
      perfettamente la situazione in Italia
      riguardo Linux.vieni nella mia azienda e ti ricrederai
    • Anonimo scrive:
      Re: Come da noi
      - Scritto da: Anonimo
      "Ma non è facile, spiega Sephery-Rad,
      perché solo i giovani e gli studenti
      fin qui hanno dimostrato interesse verso
      Linux."
      Balle, mi sono bastati 5 minuti x convincere un sacco di gente a usare software open come Mozilla. Gente che varia dai 12 ai 50 anni. fa tu :)Conosco gente di 40-50 anni che ha imparato ad usare Linux molto più volentieri di tanti giovani!E comunque non è una bestemmia usare prodotti MS, si tratta solo di scelta, ognuno ha i suoi pregi e difetti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Come da noi
      E' normale; i giovani scelgono il sistema più in linea con i loro ideali, quindi contro il "potere costituito".Per chi ha già maturato esperienza su windows, invece, e molto problematico cambiare so, soprattutto se i programmi normalmente utilizzati (in particolare se aziendali), non funzionano sull'altro (e l'emulazione non si è mai rivelata una soluzione efficiente).
      • Anonimo scrive:
        Re: Come da noi
        - Scritto da: Anonimo
        E' normale; i giovani scelgono il sistema
        più in linea con i loro ideali,
        quindi contro il "potere costituito".No semplicemente si stufano di usare un sistema operativo di m***a.
        • Anonimo scrive:
          Re: Come da noi
          - Scritto da: Anonimo

          [...]

          quindi contro il "potere costituito".

          No semplicemente si stufano di usare un
          sistema operativo di m***a.ah ah ah!!! :Dcomplimenti, ci stava davvero bene!Però una cosa mi preoccupa: evidentemente i "fanatici anti-linux" sono davvero convinti che una persona scelga linux così, tanto per "fare il ribelle"... Che tristezza...Ascolti "rock-duro" (definizione da tg)? lo fai perchè vuoi fare il ribbbbelle...Ascolti "rock-duro"(2)? Molto probabilmente sei satanista e pedo-necrofiloUsi linux? Capriccio da giovane rivoluzionario...Non ti fidi ciecamente di un governo? Ah, comunista!Mah, scusate lo sfogo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Come da noi
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            [...]


            quindi contro il "potere
            costituito".



            No semplicemente si stufano di usare un

            sistema operativo di m***a.Direi che solo degli idioti possono confondere l'uso di un OS con la politica. Per non parlare se si mischia tutto non tenendo conto che Guindos è solo un bel giocattolo (che nn funziona neppure).

            ah ah ah!!! :D
            complimenti, ci stava davvero bene!

            Però una cosa mi preoccupa:
            evidentemente i "fanatici anti-linux" sono
            davvero convinti che una persona scelga
            linux così, tanto per "fare il
            ribelle"... Che tristezza...Don't Feed The Trolls

            Ascolti "rock-duro" (definizione da tg)? lo
            fai perchè vuoi fare il ribbbbelle...
            Ascolti "rock-duro"(2)? Molto probabilmente
            sei satanista e pedo-necrofiloE mostrano sempre le immagini di Merilin Menson che è talmente scaduto che tra poco lo si vedrà reppare insieme alla Spears.
            Usi linux? Capriccio da giovane
            rivoluzionario...
            Non ti fidi ciecamente di un governo? Ah,
            comunista!

            Mah, scusate lo sfogo.Tipico di quando certi lamah vogliono dare sfogo del fatto che non riescono più a manipolare le persone come vogliono.
          • Anonimo scrive:
            Re: Come da noi
            Sono daccordissimo con voi, da linuxaro convinto ormai da parecchio tempo. Però penso che questa gente non meriti il nostro ascolto. Ignoriamola semplicemente :)Ho, che bella faccina (linux)(linux)(linux) :D
Chiudi i commenti