E' Compaq il più potente supercomputer italiano

Installato presso il Cineca, il supercomputer di Compaq verrà utilizzato dall'AGIP per velocizzare di dieci volte l'analisi dei dati nella ricerca di nuovi giacimenti petroliferi. Una sfida internazionale


Milano – Con l’obiettivo di incrementare la propria competitività in ambito internazionale, AGIP, la divisione dell’ENI che si occupa della ricerca e produzione di idrocarburi, ha annunciato l’adozione del più potente supercomputer esistente in Italia, un mostro targato Compaq che consentirà all’azienda petrolifera italiana di migliorare di 10 volte la velocità di analisi dei dati sismici provenienti dai luoghi di prospezione dislocati in tutto il mondo.

L’accordo, che secondo Compaq “rappresenta un nuovo modello di collaborazione fra industria e università per lo sviluppo di un progetto di forte matrice italiana”, coinvolge anche due importanti realtà del supercalcolo nazionale: Cineca (Consorzio Interuniversitario) e Quadrics Supercomputers World (Qsw) una società del gruppo Finmeccanica. Il Cineca, oltre ad ospitare fisicamente il supercomputer presso il suo centro di Bologna, si occuperà anche della sua gestione. Qsw collaborerà strettamente con Cineca per lo sviluppo dei programmi di calcolo specifici per l’analisi numerica.

Per soddisfare gli elevati standard di affidabilità richiesti dal progetto, il supercomputer è composto da 32 server Compaq modello ES45 ad alte prestazioni, equipaggiati ciascuno con 4 microprocessori 64 bit Alpha EV68 a 1 GHz e sistema operativo Tru64 Unix, collegati tra loro con una connessione di nuova concezione sviluppata da QSW. Questo mostriciattolo è in grado di macinare 260 Gigaflops (miliardi di operazioni al secondo), battendo così il primato che apparteneva al Cray T3E1200 installato proprio presso il Cineca di Bologna ed in grado di fornire 222 GigaFlops.

Solo pochi giorni fa Compaq ha soffiato ad IBM il vertice della Top500 , la lista dei supercomputer più potenti al mondo, con un bestione da 6.000 miliardi di operazioni al secondo. L’azienda ha poi annunciato, per il prossimo anno, il debutto di un nuovo supercomputer capace di 30 TeraOPS (trentamila miliardi di operazioni al secondo).

“Questa installazione testimonia gli altissimi livelli di prestazioni, scalabilità e affidabilità dell’architettura Alpha” ha dichiarato Paolo Panzanini, business manager della High Performance Systems Division di Compaq. “Desidero sottolineare come in questo caso le caratteristiche tecnologiche siano state di grande supporto ad un progetto in cui il calcolo e la ricerca sono strettamente collegati all’industria, secondo un modello di relazioni da perseguire e sviluppare sempre più anche in Italia.”

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ELISA CAFISSI scrive:
    LO STATO COSA FA????
    NON POSSO PENSARE CHE IN GIRO C'è GENTE COSI SCHIFOSA!CHE XXXXX DI MONDO,MA LA COSA ANCORA PIU MERDOSA è L IPOCRISIA TUTTI NE PARLANO E NESSUNO FA NULLA!!!DIAMO VOCE ALLE NOSTRE PROTESTE SPERANDO DI ESSERE ASCOLTATI DALLE AUTORITA' E DAI GOVERNI
  • ELISA CAFISSI scrive:
    MEZZI DI TORTURA
    HAI RAGIONE LA GENTE PARLA PARLA E NON FA UN XXXXX!SI DOVREBBE RE INSERIRE I VECCHI MEZZI DI TORURA NO???
  • ELISA CAFISSI scrive:
    LE TORTURE
    HAI RAGIONE MA SPARAGLI NON SERVE QUESTE PERSONE MERITANO DI SOFFRIRE,IO RIPORTEREI IN USO ALCUNE MACCHINE DELLA TORURA CHE AVEVAMO NEL MEDIOEVO VD LA SEDIA CON CHIODI LA GABBIA CON CHIODI,LA XXXX,LA CULLA DI GIUDA(PIRAMIDE CHE SI INFILA NEL ....)COSI VENGONO PUNITI QUESTI SCHIFOSI
    !!!
  • ELISA CAFISSI scrive:
    NO ALL USO DEI BAMBINI
    NON POSSO PENSARE CHE CI SONO PERSONE CHE USANO I BAMBINI MA PERCHE' NON VENGONO PUNITE
  • Anonimo scrive:
    Il tempo della caccia alle steghe è tornata
    Voglio sapere quanti reali pedofili sono stati incarcerati e quante persone sono state marchiate ingiustamente di questo reato abominevole!Siamo seri,le leggi per colpire i pedofili devono essere chiare,non assurde:chi distribuisce materiale pornografico o scene esplicite con minori deve essere perseguito Punto e Basta!
  • Anonimo scrive:
    Il reato è appunto l'istigazione
    Non c'è reato nel far vedere delle immagini virtuali (ossia dei disegni) di bambini nudi, poichè non si pubblica l'immagine di nessuno che esista.Il reato è invece nel fatto che questo costituisce una vera e propria istigazione a compiere reati su bambini veri !Penso che se puntino su questa seconda strada o se vedono il problema da questo punto di vista allora il reato è proprio evidente !
    • Anonimo scrive:
      Re: Il reato è appunto l'istigazione
      - Scritto da: Boh
      Penso che se puntino su questa seconda
      strada o se vedono il problema da questo
      punto di vista allora il reato è proprio
      evidente !E Dario Argento va in galera.
  • Anonimo scrive:
    Ipocrisia regna e la dignità è morta
    Non mi sono mai definito un puritano e mi piacciono le belle donne ma è inutile giocare con le parole i fatti sono fatti la pedofilia è il voler fare del sesso con dei minorenni/bambini e ciò è riprovevole sotto ogni punto di vista.Ponetevi una sola domanda se una o più persone abusassero di vostro figlio o figlia cosa fareste?Persone che istigano alla violenza e all'abuso su i minori minano la società alla radice e creano un danno al tessuto sociale gravissimo che ci trasciniamo tutti per tutta la vita della vittima e anche oltre, perciò se siamo così ipocriti da fregarcene del singolo pensiamo al nostro comune futuro.La retorica e la dialettica servono a poco davanti alla cruda realtà e giocare sulla foto stile "bimbo si, bimbo no" è l'esempio tangibile della distorsione mentale di alcune persone e della altrettanto distorta visione della realtà che hanno e che vogliono darci a bere.Che tristezza un futuro così!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ipocrisia regna e la dignità è morta
      come fai a mettere sullo stesso piano pedofilia e minori_ Ma ti rendi conto che sono due cose diverse.Con il termine minori si intende una fascia chiaramente piu larga di eta!Ah..ma forse la tv nn te lo ha insegnato.E forse dovresti conoscere un po- meglio la legge prima di fare queste uscite da crociata e da persona piena di tabu.
  • Anonimo scrive:
    mi sembra una mezza cazzata
    la soluzione potrebbe essere dare pene equivalenti ma con motivazioni diverse. tipo i"ncitamento alla pedofilia" opp."apologia di reato".altrimenti non è pensabile punire uno sfruttatore per delle immagini fasulle.sarebbe come arrestare stallone per strage.
  • Anonimo scrive:
    Per i pedofili...
    Per me la cosa si risolverebbe on modo piu semplice...Si trovano i possessori dei siti con immagini che documentano abusi su minori li si mette al muro e bang...Poi si tenta a risalire alle persone fotografate e le si impala...
    • Anonimo scrive:
      Re: Per i pedofili...
      Perfettamente in linea con il tuo pensiero.Credo che ci facciamo troppi troppi problemi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Per i pedofili...
      - Scritto da: rommel
      Per me la cosa si risolverebbe on modo piu
      semplice...
      Si trovano i possessori dei siti con
      immagini che documentano abusi su minori li
      si mette al muro e bang...E se le immagini non documentano abusi come in questo caso ???
      Poi si tenta a risalire alle persone
      fotografate e le si impala...
  • Anonimo scrive:
    E I PANZONI VEKKI E RICCONI ?
    CHE SI TROMBANO LE 20NNI LE LETTERINE LE VELINE LE RAGAZZINE DELLA TV , CHE BELL'IMMAGINE CHE DANNO TIPO CECCHI GORI CON LA MARINI CLAUDIO LIPPI CON MIRIAN TREVISAN... MA ANDATE A CACARE UN ATTIMO...
  • Anonimo scrive:
    La Fortezza
    Finiremo come in quello schifo di film, dove ti controllano i pensieri pure quando dormi.
  • Anonimo scrive:
    "Proprio ora, in questo preciso momento...
    ...un vecchio caprone nero sta coprendo la vostra bianca pecorella!".Penso che per queste esplicite, disgustose descrizioni di un atto sessuale tra l'adulto Otello e la minorenne Desdemona le opere di quel pervertito di William dovrebbero essere definitivamente bandite dalle librerie americane!...e per di più Otello era pure moro uhahahahah!!!!
  • Anonimo scrive:
    sfiorare il ridicolo
    attento... se ti trovano in macchina con la tua ragazza che pur avendo 23 anni ne dimostra 17e11mesi a discrezione dei militari presenti in quel momento verrai incarcerato...perche comunque sarà punito il tuo desiderio inconscio di lolite.insomma la pedofilia è una mucca generosa x quei magistrati che vogliono fare facilmente cariera, poco importa a loro se,mentre stanno a discutere di ste cazzate qualcuno sta violentando un bambino.troppo complicato e poco "remunerativo"andarlo ad arrestare
  • Anonimo scrive:
    basta
    basta ke si mette in ogni immagine creata una scritta di avvertenza in un angolo...non ho capito perkè vietarla, allora a questo punto vietamo tutti i film in cui c'è uno stupro...non è lo stesso principio?
    • Anonimo scrive:
      Re: basta
      |basta ke si mette in ogni immagine creata una |scritta di avvertenza in un angolo...|non ho capito perkè vietarla, allora a questo |punto vietamo tutti i film in cui c'è uno |stupro...non è lo stesso principio?Esattamente. Allo stesso modo potremmo proibire e criminalizzare tutte le scene d'omicidio, i libri gialli, i cloni di Quake... Questo e' il modo in cui la legge diventa "virtuale" e si svincola completamente dalla realta' per andare ad indagare i pensieri e la morale delle persone. E' ora di dire basta.Alberto
      • Anonimo scrive:
        Re: basta
        - Scritto da: scalaalberto@hotmail.it
        |basta ke si mette in ogni immagine creata
        una |scritta di avvertenza in un angolo...
        |non ho capito perkè vietarla, allora a
        questo |punto vietamo tutti i film in cui
        c'è uno |stupro...non è lo stesso principio?


        Esattamente. Allo stesso modo potremmo
        proibire e criminalizzare tutte le scene
        d'omicidio, i libri gialli, i cloni di
        Quake... Questo e' il modo in cui la legge
        diventa "virtuale" e si svincola
        completamente dalla realta' per andare ad
        indagare i pensieri e la morale delle
        persone. E' ora di dire basta.

        Albertoin effetti non sovrebbe essere lecito distribuire materiale che incita a commettere crimini.è assurdo però equiparare una elaborazione fotografica ad un stupro.notare che l'unico modo per stroncare la pedopornografia, agire sugli istituti di credito, non viene presa neanche in considerazione.
Chiudi i commenti