E-Democracy nel Meridione

Conferenza


Lecce – Il 20 maggio presso lo Sperimentale Tabacchi di via Calasso a Lecce si terrà una conferenza dal titolo “E-Democracy nel Meridione d’Italia: prospettive democratiche e di sviluppo” , un incontro voluto dall’ Associazione P.A.Z. e realizzato in collaborazione con l’assessorato all’innovazione tecnologica della Provincia di Lecce e con i Corsi di Laurea in sociologia e Scienze della Comunicazione.

L’iniziativa, si legge in una nota, si colloca all’interno del progetto “Una rete per dialogare – La comunicazione dal Cittadino” , progetto incentrato “sul rapporto tra le nuove tecnologie e la partecipazione attiva del cittadino alla vita pubblica e istituzionale del Comune di residenza”. “Uno degli obiettivi – continua la nota – è anche quello di offrire un servizio alle Pubbliche Amministrazioni locali individuando quali sono le reali esigenze dei cittadini nell’ambito dell’utilizzo delle nuove tecnologie”.

All’interno della Conferenza saranno resi noti i risultati delle indagini condotte dall’Associazione sulla qualità dei siti web dei Comuni della Provincia e sulle abitudini ed esigenze dei cittadini on-line.

Programma e informazioni sono disponibili presso www.pazlab.net

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: Bavagli iraniani...
    - Scritto da: shevathas
    E se bush dichiarasse che gli stati uniti
    sono: "un governo oligarchico liberticida e
    non-democratico", ripieghiamo le bandiere
    che è tutto rientrato nella norma ?No, ma probabilmente ci scandalizzeremo meno.Vedi, tutti sanno che i governi non-democratici hanno il "vizietto" di calpestare i diritti umani e civili; se mi raccontano di torture nelle carceri Cinesi, Cubane, Saudite etc. io inorridisco per questi atti tremendi ma in certo senso vi sono "preparato" e da questi governi non mi posso aspettare altro.Se mi raccontano di torture e violazioni dei diritti umani e civili da parte di un qualsiasi stato dichiaratamente e ostentatamente democratico, che addirittura professa di volere portare democrazia, libertà e giustizia agli altri stati della terra, io inorridisco DUE volte, per le torture e per l'ipocrisia !Chi tu accusi di essere fazioso, in realtà la maggior parte delle volte non lo è affatto, anzi è talmente di mente aperta da riconoscere il marcio dove c'è e non si fa ingannare da discorsi del tipo "se non sei con noi contro il terrorismo allora sei un terrorista".Per finire, hai ragione, il vero pacifista è contro TUTTE le guerre senza se o ma.
  • shevathas scrive:
    Re: Bavagli iraniani...

    Tu vaneggi !
    La questione è che la censura fatta
    da un governo oligarchico liberticida
    non-democratico è una cosa che tutti
    si aspettano (e che puntualmente accade) e
    che quindi che cavolo di commenti vuoi che
    vengano fatti su una cosa saputa e risaputa
    e che quindi non è assolutamente una
    novità ?quindi ordinaria amministrazione, nulla di nuovo sotto il sole,
    Mentre invece la censura operata da un
    governo che si dichiara paladino della
    libertà, della giustizia e dei
    diritti umani e civili (ma che poi invece si
    comporta in tutt'altro modo) fa girare un
    po' più le p@@@e alla gente !Quello che a me sconvolge è il fintopacifismo, per me un pacifista è una persona contro la guerra (senza se e senza ma), contro ogni guerra (senza se e senza ma), sia che venga combatuta in ruanda fra tutsi e hutu, sia che venga combattuta in kossovo fra serbi e albanesi, sia che venga combattuta in irak, israele, marte e giove.Altrimenti si è finti pacifisti, in realtà si è semplicemente faziosi.Ognuno è liberissimo di parteggiare per la fazione che preferisce, ma eviti di ammantarsi troppo di ipocrisia.Gli americani hanno fatto la loro dose di immense cazzate, ma questo di certo non giustifica gli altri paesi, due torti non fanno una cosa giusta.PSE se bush dichiarasse che gli stati uniti sono: "un governo oligarchico liberticida e non-democratico", ripieghiamo le bandiere che è tutto rientrato nella norma ?
  • Anonimo scrive:
    Re: Bavagli iraniani...

    Saresti stato contento se per combattere le
    brigate rosse il governo avesse iniziato a
    bombardare un paio di quartieri di una
    qualsiasi città Italiana sospettata
    di ospitare i terroristi ?ma qui da noi il 99,999% della popolazione non fiancheggia i terroristi
  • Anonimo scrive:
    Re: khamenei.ir usa IIS/5 su Win2000?
    Meno male che non usa Apache su Linux...!Sennò oltre ad essere dei pericolosi comunisti e filo-terroristi, i sostenitori dell'opensource sarebbero anche stati etichettati come fondamentalisti islamici e magari istigatori degli attentati dell 11/9.
  • Anonimo scrive:
    Re: Bavagli iraniani...
    - Scritto da: Anonimo


    - Scritto da: shevathas


    PS


    Credo che se la censura l'avesse fatta

    l'america, magari sui siti che parlano
    delle

    torture a quest'ora ci sarebbero stati

    almeno un centinaio di post

    Poco ma certo!
    Guai a parlare male delle censure musulmane
    ai tanti italiani
    filoarabi-filoterzomondisti-filoterroristi.
    Guai!
    Tu vaneggi !La questione è che la censura fatta da un governo oligarchico liberticida non-democratico è una cosa che tutti si aspettano (e che puntualmente accade) e che quindi che cavolo di commenti vuoi che vengano fatti su una cosa saputa e risaputa e che quindi non è assolutamente una novità ?Mentre invece la censura operata da un governo che si dichiara paladino della libertà, della giustizia e dei diritti umani e civili (ma che poi invece si comporta in tutt'altro modo) fa girare un po' più le p@@@e alla gente !Il tuo sillogismo poi è disarmante !Secondo te se uno è contro i bombardamenti dei civili Afgani e Iracheni è un filo-terrorista !!!Ma ti rendi conto di quello che dici ?Saresti stato contento se per combattere le brigate rosse il governo avesse iniziato a bombardare un paio di quartieri di una qualsiasi città Italiana sospettata di ospitare i terroristi ?
  • Anonimo scrive:
    Re: khamenei.ir usa IIS/5 su Win2000?
    e' evidente che neppure sanno cosa vogliono
  • Anonimo scrive:
    Re: via proxy?!
    abbasso islam puoi dirlo, e` piu` o meno come se dicessi "papa frocio" qua, al massimo ti lincia la folla.e` "komeini merda" che ti mette nei casini con la polizia, perche` e` vero
  • Anonimo scrive:
    e da noi invece ?
    ogni cittadino e` munito di un comodo telefono cellulare che ne consente la localizzazione in ogni momento nonche` ovviamente la registrazione x gli anni a venire di tutti i suoi spostamenticonnessioni a internet ed email sono tutte registrate...x pubblicare roba sul web italiano bisogna chiedere l'autorizzazione al tribunale...come siamo liberali noi...
  • Anonimo scrive:
    che cattivacci !
    perchè non li bombardiamo e gli rubiamo il petrolio (non dimenticando di torturare quelli che riusciamo ad arrestare) così potranno importare un po' della nostra democrazia e navigare come vogliono ?
  • Anonimo scrive:
    Re: via proxy?!
    - Scritto da: Anonimo
    Temo che il ping sia l'ultimo dei loro
    problemi su internet.
    Perchè di fatto non la possono usare.
    Speriamo di non fare la stessa fine loro,
    visto che il nostro governo sembra agitato
    da pulsioni di controllo similari.
    Fortunatamente qui è difficile
    applicare leggi simili. Tuttavia ci stanno
    provando...vedi articolo principale di oggi
    sul bollino e sulla trasposizione alle
    biblioteche centrali.
    Stiamo all'erta.boh, io ho fatto tutto un discorsone con un iraniano su soulseek ... e da certi punti di vista non hanno assolutamente controllo, scaricava come un dannato il tizio :-)poi magari se mi diceva abbasso islam moriva, non so.
  • Anonimo scrive:
    khamenei.ir usa IIS/5 su Win2000?
    E' una "strana" scelta aziendale :-)http://uptime.netcraft.com/up/graph/?host=www.khamenei.ir
  • Anonimo scrive:
    Re: via proxy?!
    Temo che il ping sia l'ultimo dei loro problemi su internet.Perchè di fatto non la possono usare.Speriamo di non fare la stessa fine loro, visto che il nostro governo sembra agitato da pulsioni di controllo similari. Fortunatamente qui è difficile applicare leggi simili. Tuttavia ci stanno provando...vedi articolo principale di oggi sul bollino e sulla trasposizione alle biblioteche centrali.Stiamo all'erta.
  • Anonimo scrive:
    Re: Bavagli iraniani...
    - Scritto da: shevathas

    Credo che se la censura l'avesse fatta
    l'america, magari sui siti che parlano delle
    torture a quest'ora ci sarebbero stati
    almeno un centinaio di post
    Parole sante, ma il problema è che la censura colpisce ovunque, anche qui in Italia, e il peggio è che molti non se ne rendono conto...
  • ereilavak scrive:
    via proxy?!
    chissa che ping avranno in iran!:D
  • Anonimo scrive:
    Re: Bavagli iraniani...
    - Scritto da: shevathas
    PS
    Credo che se la censura l'avesse fatta
    l'america, magari sui siti che parlano delle
    torture a quest'ora ci sarebbero stati
    almeno un centinaio di postPoco ma certo!Guai a parlare male delle censure musulmane ai tanti italiani filoarabi-filoterzomondisti-filoterroristi.Guai!
  • shevathas scrive:
    Bavagli iraniani...
    Di nuovo le censure che colpiscono la rete, vista come luogo pericoloso.Quello che fa paura di internet è il libero scambio di idee e la possibilità di conoscere diverse versioni, diverse dalla versione ufficiale approvata dai caporioni.Per questo si cerca di imbavagliare internet, come nei secoli scorsi si perseguiva la stampa "scomoda".PS Credo che se la censura l'avesse fatta l'america, magari sui siti che parlano delle torture a quest'ora ci sarebbero stati almeno un centinaio di post
Chiudi i commenti