E-gov Italia-Austria

Questo l'obiettivo delle intese bilaterali volute dal ministro Stanca


Roma – Il Ministro per l?Innovazione e le Tecnologie, Lucio Stanca, ha incontrato nei giorni scorsi il Vice Cancelliere austriaco, Susanne Riess-Passer. Stanca ha illustrato i contenuti della conferenza internazionale sull’e-government di Palermo e il Riess-Passer ha spiegato le “mosse” internazionali dell’Austria, oggi rivolte soprattutto alla Romania.

L’idea è dunque quella di una intesa tra i due paesi per promuovere i progetti che vanno in questa direzione, compreso quello della carta di identità digitale, e di un nuovo incontro a settembre per definire i rapporti di collaborazione.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    E i soldi che bisogna sborsarexscaricare le mail?
    Dove li mettiamo?? ma cavoli... dico io era un servizio fantastico quello che offriva yahoo, ma no..ora BISOGNA pagare per poter usufruire dei POP.Porra... io passo alla concorrenza, con magari qlc mb in piu di spazio web e con possibilita' di accesso tramite pop3.Yahoo user deluso!
  • Anonimo scrive:
    Geocity a morì mazzati voi e li servizi vostri
    Geocity a morì mazzati voi e i servizi vostri
  • Anonimo scrive:
    Un buon host gratuito per chi ha siti con grafica
    ...e` quello che ospita anche il mio sito.Si chiama www.designheaven.come` tremendamente paradisiaco.PERO` attenzione, c'e` il trucco:fornisce hosting gratuito "per passione",e la passione riguarda la grafica.sfondi, fonts, clipart, qualsiasi cosa,basta che ce ne sia in discreta quantita`ma soprattutto di buona qualita`.Non e` necessario che presenti SOLO grafica,puo` presentare altre cose, ma la grafica deveessere presente.Se il vostro sito presenta una sezione graficadel genere, potete provare a chiedere aldesignheaven di ospitarlo. Contattateli viaemail all'indirizzo che trovate sul server deisiti membri:http://members.designheaven.combadate bene pero` che:- sono UMANI, non COMPUTERS.voglio dire, leggono la proposta e possono ancherifiutare di ospitare il vostro sito, se non logiudicano abbastanza buono. Quindi impegnatevi.- l'offerta e` probabilmente limitata.non si tratta di roba grossa come GeoCities,non hanno infiniti servers. Per la precisionene hanno tre, molto efficienti, molto potenti,connessi a uno dei principali backbones, ma comunque solo tre.I vantaggi se vi riesce di farvi ospitare sono:- accesso FTP naturalmente;- bandwidth assolutamente illimitata;- 50 Mb di spazio web;- assistenza vera (fate un email e vi rispondono).Gli svantaggi:- solo HTML e grafica, ok anche eseguibili e altri tipi di files (ma non warez, vi cancellano immediatamente), ma quel che volevo dire e`: non esiste supporto per scripting CGI/Perl, PHP o MySQL. Solo HTML e altri files. Niente frontpage extensions (be` almeno di quelle a me non me ne frega nulla, non so a voi...)- fate i bravi perche` vi tengono d'occhio,dato che hanno relativamente pochi membri.---per chi, invece, vuol PAGARE un po' per essere online senza grossi problemi, consiglio l'ez-web-hosting.www.ez-web-hosting.com/plans.shtmlmunitevi di numero di carta di credito.il pacchetto standard e` molto conveniente:per 14 dollari al mese:100 Mb di spazio5 GB/mese bandwidth (credetemi, e` parecchio)supporto CGI, PErl, frontpage, database mySQLregistrazione dominioindirizzo IP fissoserver virtuale *indipendente* (e` molto importante, credetemi)
    • Anonimo scrive:
      Re: Un buon host gratuito per chi ha siti con grafica
      Hai detto tante cose utili, grazie.
      • Anonimo scrive:
        Re: Un buon host gratuito per chi ha siti con grafica
        - Scritto da: Burp
        Hai detto tante cose utili, grazie.Di nulla, grazie per averle lette ;)ah... segnalo anche www.webhosts4free.comche e` un motore di ricerca per servizi di hosting gratuito (tra cui e` elencato DesignHeaven)... pero` avverto che non ho esperienza personale di altri servizi di hosting ivi elencati. Invece i due che ho menzionato nel post di sopra li uso personalmente e confermo che, almeno per le mie necessita`, si sono rivelati ottimi (e soprattutto affidabili).
    • Anonimo scrive:
      Re: Un buon host gratuito per chi ha siti con grafica
      ma questi che offrono hosting gratuito a banda illimitata per caso dopo posso usare liberamente i tuoi file(o sbaglio?) e cmq la responsabilità di tali file è tua .... attenzione ... di solito è cosi'per chi volesse pagare poco(10$ mese) in hosting velocissimo e ben accessoriato(inglese)http://aletiahosting.com/per chi volesse spedere poco(molto poco) per un dedicato con una banda da paura e un'ottima connessionehttp://www.rackshack.netrimarrete impressionati
      • Anonimo scrive:
        Re: Un buon host gratuito per chi ha siti con grafica
        - Scritto da: Dr Linux
        ma questi che offrono hosting gratuito a
        banda illimitata per caso dopo posso usare
        liberamente i tuoi file(o sbaglio?) e cmq la
        responsabilità di tali file è tua ....
        attenzione ... di solito è cosi'?in linea generale, nessuno puo' usare una tua opera senza chiederti il permesso, a meno che non venga dichiarata da te come pubblico dominio. Il copyright e' un diritto di base, quale che sia la circostanza. Se loro usano un tuo file e tu hai almeno una prova giuridicamente accettabile che ne sei l'autore e che non sei stato interpellato, puoi tranquillamente denunciarli. Anche se si chiamano GeoCities... la convenzione di Berna e' sempre la convenzione di Berna.Non ho capito il discorso sulle responsiabilita'... sei responsabile dei tui files, certo, ma in che senso?
  • Anonimo scrive:
    Che tristezza l'attuale Yahoo! Geocities!
    Non solo esagera, ma non capisco se ha una vera politica, a parte quella di rastrellare più soldi possibile. Mi pare che agisca spesso causalmente. Facendo quello che fa ora, allontana utenti e visitatori. Come utente/webmaster di uno spazio gratuito Geocities di discreto successo, non so più che pesci pigliare. La recente fusione di Clubs e Gruppi di Yahoo! ha provocato parecchio caos in molte aree, non ultima quella di Geocities. Qui da circa 2 settimane, l'utility PageBuilder funziona malissimo. Due giorni fa ho fatto modifiche a 6 mie pagine e ora mi ritrovo che vari link non vi funzionano. Mi pare di aver capito che a Santa Clara stanno modificando d'ufficio - ovviamente senza avvertire -le estensioni dei file da .html a .page.In un gruppo di Geotizens in inglese si dice che anche quelli che hanno pagato lo spazio hanno vari problemi con il PageBuilder.Il problema principale é comunque che Yahoo! cambia le condizioni quando vuole (e ha il coltello dalla parte del manico, come si dice), spesso senza neanche avvertire. Se anche pagassi il minimo di $4,95 al mese, chi mi garantisce che tra 2 mesi non saranno $7 o che non ci saranno altri peggioramenti? Che tristezza la piega che ha preso Internet! Tra poco si dovrà pagare tutto, o no? Ci si dimentica però che Internet non é mai stata gratis. Dove le mettiamo le spese di hardware, software e linea telefonica? Per molti le nuove spese aggiuntive significheranno l'abbandono e il ridimensionamento del loro uso di Internwet. Bel Progresso!
    • Anonimo scrive:
      Re: Che tristezza l'attuale Yahoo! Geocities!
      Confermo quanto gia' detto e aggiungo che da un mese a questa parte il mio account di posta elettronica che possiedo su geocities dal 1995 non forwarda piu' la posta su yahoo... morale non ricevo piu' corrispondenza da chi mi scrive al vecchio indirizzo!!Grazie Yahoo!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Che tristezza l'attuale Yahoo! Geocities!

      Che tristezza la piega che ha preso
      Internet! No, in realtà la brutta piega internet l'ha presa da quando ci sono gli abbonamenti gratuiti. ( con il corollario bugiardesco del "tutto gratis tutto illimitato" )
      Tra poco si dovrà pagare tutto, o
      no? Ci si dimentica però che Internet non é
      mai stata gratis. Dove le mettiamo le spese
      di hardware, software e linea telefonica?hahahahahahahahahahahahahahahah
      Per molti le nuove spese aggiuntive
      significheranno l'abbandono e il
      ridimensionamento del loro uso di Internwet.Beh, se l'eliminazione del gratis serve anche ad evitare utilizzi impropri di internet da parte di inesperti, tanto meglio.In fondo, meglio pochi ma buoni....
  • Anonimo scrive:
    Leggiti l'articolo Troppi addebiti da Yahoo?
    Leggiti l'articolo Troppi addebiti da Yahoo? nelola rubrica TOP Weeks, in particolar modo leggiti i messaggi nel box a fianco e ti farai un'idea piu' precisa di YAHOO-Geocities.Ciao
  • Anonimo scrive:
    i file però li tiene
    Sugli spazi gratuiti di geocities è possibile inserire qualsiasi tipo di file.Si può attivare più di uno spazio gratuito per persona, credo quanti se ne voglia.La procedura di registrazione è rapida e il sito ha ottime performance. Sono usciti di recente dei software che bloccano la possibilità all'explorer di aprire finestre popup, banner, ecc..Andrea Franceschiniatari@libero.it
  • Anonimo scrive:
    Per tutti i nostalgici...
    http://web.archive.org/web/19961222095601/http://www.geocities.com/
  • Anonimo scrive:
    Così quel sito è sempre piantato!
    Sarà contento che lo avete linkato e, per curiosità, è sempre esaurito!!!
  • Anonimo scrive:
    Il problema è che il Logo non vuol dire nulla
    Quando una societa cresce inaspettatamente viene acquisita da chi ci vede in quella crescità una possibile fonte di guadagno.Ma l'acquisto comporta una nuova gestione, delle diverse politiche gestionali, una differente filosofia di pensiero, delle differenti strategie di mercato e soprattutto una differnte etica di comportamento.Noi continiamo a vedere il marchio Geocities ma questo non significa niente perchè dietro non ci stanno più gli stessi personaggi, le stesse idee e gli stessi scopi di quando lo abbiamo conosciuto.E' una cosa differente.Probabilmente a chi aveva lavorato alprogetto originario oggi piangerà il cuore vedendo in cosa si è trasformata la sua creatura anche se avrà le tasche gonfie per i guadagni della cessione.I nuovi proprietari magari riderano della stoltezza dei vecchi che non sapevano vedere le possibilità di profitto...e se dovessero fare il botto (come in tanti si augurano) se la prenderanno con l'immaturità dei clienti che non hanno saputo approfittare delle "generose" e vogliono il tutto gratuito offerte e per la concorrenza sleale di concorrenti basate ancora su vecchie idee utopistiche che non mettono il mercato al primo posto ma che è capace finiranno per guadagnare più di loro.Non ha senso perdonare a Geocities i comportamenti odierni per quello che ha fatto in passato per la semplice ragione che quella di ieri non è la stessa di oggi , di uguale a trarci in inganno è solo un logo propumatamente pagato.
  • Anonimo scrive:
    tripod fa lo stesso
    Ho avuto modo di sperimentare l'analogo comportamento di tripod.Con ogni probabilità molti lettori di questo articolo sono andati a vedersi anche i downloads proposti oggi da PI. Chi l'avesse fatto si serebbe trovato in una situazione analoga a quella descritta nel corrente articolo; infatti almeno due dei links portano sulle macchine del suddetto hoster che riservano la seguente sorpresa: Temporarily UnavailableThe Tripod site you are trying to reach has been temporarily suspended due to excessive bandwidth consumption. The site will be available again in approximately 1 hour! Come vedete tutto il mondo è paese.
  • Anonimo scrive:
    Non è l'unico sito di geocities...
    A me è capitato di dover curare minuto per minuto lo stato di un sito Geocities, avendo necessità di scaricare del materiale...al massimo era online 2 minuti, e subito dopo veniva sospeso per un consumo eccessivo di banda!!allucinante
  • Anonimo scrive:
    Il fatto è che Geocities ha tolto i siti gratis
    senza ammetterlo apertamente per non fare una figuraccia davanti al popolo telematico.Perché togliere l'accesso FTP (costringendo a uploadare uno per uno i files) significa di fatto cancellare il sito - nessuno ha ore di tempo per fare questa operazione che prima faceva in pochi minuti.Perché limitare la banda in questo modo significa cancellare il sito.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il fatto è che Geocities ha tolto i siti gratis
      Il fatto è che se usavi FTP, almeno in alcuni casi, venivano segati i popup.Non mi chiedere come e perché ciò accadesse (pare fosse random), ma l'ho visto con in miei occhi almeno in due casi.Se così fosse l'eliminazione dell'FTP sarebbe, forse, dovuta anche a questo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Il fatto è che Geocities ha tolto i siti gratis
        COOOOSAAAAAAA???????????non c'è accesso FTP?beh, vaffanGudag.non lo userò MAI.avrei voluto far parte del popolo telemakako di GeoCities, così, per far parte della storia....ma ora che so questo ... NON LO FARO' MAI!- Scritto da: Juda
        Il fatto è che se usavi FTP, almeno in
        alcuni casi, venivano segati i popup.
        Non mi chiedere come e perché ciò accadesse
        (pare fosse random), ma l'ho visto con in
        miei occhi almeno in due casi.
        Se così fosse l'eliminazione dell'FTP
        sarebbe, forse, dovuta anche a questo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Il fatto è che Geocities ha tolto i siti gratis
        - Scritto da: Juda
        Il fatto è che se usavi FTP, almeno in
        alcuni casi, venivano segati i popup.
        Non mi chiedere come e perché ciò accadesse
        (pare fosse random), ma l'ho visto con in
        miei occhi almeno in due casi.
        Se così fosse l'eliminazione dell'FTP
        sarebbe, forse, dovuta anche a questo.Be', non credo fosse random, probabilmente era intenzionale da parte del webmaster/utente Geo.Si puo` fare se si ha il controllo sull'HTML: basta aprire uno script all'inizio della pagina e ridefinire la funzione window.open in modo che non faccia nulla. Cioe`: function window.open(x) {}; che la ridefinisce come una funzione vuota.Non e` ignoto, il trucco, e` molto diffuso anzi.Pero` se ti beccano ti cancellano, a GeoShitties.
  • Anonimo scrive:
    IO AVEVO 5 SITI SU GEOCITIES
    E indovinate cosa ho fatto? Li ho spostati tutti su www.xoom.it, mettendo in geocities solo tante belle pagine di redirect che portano a quelle corrispondenti su xoom (l'ho fatto per non perdere le indicizzazioni nei motori di ricerca).Ma era ora di dire basta: le limitazioni erano diventate troppe. Con me geocities ha chiuso.
    • Anonimo scrive:
      Re: IO AVEVO 5 SITI SU GEOCITIES
      - Scritto da: ORA BASTA
      Ma era ora di dire basta: le limitazioni
      erano diventate troppe. Con me geocities ha
      chiuso.Già con tutto quello che paghi per il servizio.
  • Anonimo scrive:
    Se aggiungiamo il fatto che
    l'accesso via FTP è stato tolto ai siti gratis,, direi che mistometendoa cercare un nuovo mirror:-((((Grazie di tutto, Geocities, ma credo proprio che presto ti abbandonerò
  • Anonimo scrive:
    Suggerimenti x GeoCities e suoi membri.
    1) tagliare tutte le decorazioni inutili per ridurre il consumo di bandwidth.2) allocare le risorse dinamicamente, e non in modo fisso per tutti gli account. ci sono account che vengono visitati una volta ogni morte di papa, come ce ne sono che raccolgono molto successo. stesso dicasi per lo spazio web.3) tagliare i popup.servono a ben poco e sono odiati dal 99% dei navigatori.poi facciano come gli pare, cosi` chiudono bottega e non se ne parla piu`...
    • Anonimo scrive:
      Re: Suggerimenti x GeoCities e suoi membri.

      1) tagliare tutte le decorazioni inutili per
      ridurre il consumo di bandwidth.Questa la trovo dura: buona parte dei siti che ho visto, se togli le decorazioni inutili non rimane nulla :-p
      2) allocare le risorse dinamicamente, e non
      in modo fisso per tutti gli account. ci sono
      account che vengono visitati una volta ogni
      morte di papa, come ce ne sono che
      raccolgono molto successo.Questo i gestori l'hanno fatto apposta: Chi viene visitato ogni morte di papa, non occupa banda in uscita e non da' problemi. E' il loro sito ideale: quello visitato solo da chi l'ha messo su.
      stesso dicasi per lo spazio web.Vedi sopra
      3) tagliare i popup.
      servono a ben poco e sono odiati dal 99% dei
      navigatori.Non credo che rinuncieranno a finestra pazza :/, imho sono convinti che sono ricordati nella misura in cui irritano il visitatore.
      poi facciano come gli pare, cosi` chiudono
      bottega e non se ne parla piu`...imho Finira' cosi'.
  • Anonimo scrive:
    alcune precisazioni
    se non sbaglio il calcolo del transfer rate viene fatto su base oraria e in caso di superamento della limite max il sito viene oscurato per 1 orettacorreggettemi se sbaaglio
  • Anonimo scrive:
    non capisco
    una volta geocities cercava di attirare piu' persone possibili, sia come webmaster che come lettori, in quanto ogni lettore guadagnato era una pubblicita' in piu' visualizzata.Per questo motivo spingevano gli utenti a pubblicizzare il proprio sito quanto possibile.Adesso sbattono fuori i visitatori?o peggio, sbattono i visitatori su pagine sulle quali vedono una piccola parte della pubblicita' che avrebbero visto navigando un po' nel sito richiesto e soprattutto li spingono a non tornare piu', facendo in modo che non vedano ulteriori pubblicita'...secondo me e' una politica suicida...
    • Anonimo scrive:
      Re: non capisco
      E` potenzialmente suicida, come politica commerciale. Spero che lo sia, perche` non voglio piu` bene a GeoCities da tempo. Pero` e` giustificata dai problemi di larghezza di banda. Molti siti attuali sono poco ottimizzati: basterebbe inserire delle regole e sarebbero tranquillamente gestibili. Per "poco ottimizzati" intendo l'uso di grosse immagini, sfondi, gif animate, gif che avrebbero dovuto essere jpg, jpg che avrebbero dovuto essere gif, roba compressa in modo inefficiente, uso spudorato di enormi introduzioni flash, realaudio streaming ecc ecc...basterebbe curare di piu` i contenuti di un sito, invece di dedicarsi alla facciata, che pure puo` essere molto bella e professionale usando il solo HTML, senza neanche grafica di supporto.Se fossi in loro metterei una regola del genere, invece di lasciare tutto com'e` e limitare la bandwidth dei siti (la quale in effetti, per come sono realizzati molti dei siti presenti, mette poi in crisi i servers).
      • Anonimo scrive:
        Re: non capisco

        Molti siti attuali sono poco ottimizzati:
        basterebbe curare di piu` i contenuti di un
        sito usando il solo HTML
        Se fossi in loro metterei una regola del
        genere, invece di limitare la bandwidth guarda che la regola è già questa: più il tuo sito è ottimizzato, più utenti potrai avere a parità di banda.Quello che io non capisco, piuttosto, è di cosa vi sorprendiate e perché vi arrabbiate: Internet non potrà essere per sempre gratis e in ogni dove, e non sta scritto da nessuna parte che una azienda debba fallire per mantenere aperti i nostri siti di "hacking" e suonerie...
        • Anonimo scrive:
          Re: non capisco
          - Scritto da: Napodano
          e in ogni dove, e non sta scritto da nessuna
          parte che una azienda debba fallire per
          mantenere aperti i nostri siti di "hacking"
          e suonerie...E allora perchè quelli di Geocities non si decidono a chiuderlo, il sito dello spammer delle suonerie??
          • Anonimo scrive:
            Re: non capisco

            E allora perchè quelli di Geocities non si
            decidono a chiuderlo, il sito dello spammer
            delle suonerie??boh, fatti loro.. magari li paga...ricordiamoci sempre che noi consumatori abbiamo un unico grande potere, che è quello di non consumare.
    • Anonimo scrive:
      Re: non capisco
      - Scritto da: valhalla
      una volta geocities cercava di attirare piu'
      persone possibili, sia come webmaster che
      come lettori, Parola magica: UNA VOLTA.Internet è cambiata purtroppo e per fortuna.Ora dà lavoro e crea un sensibile indotto...E da qualche parte necessariamente i soldi li deve prendere.
      • Anonimo scrive:
        Re: non capisco
        - Scritto da: artemis
        - Scritto da: valhalla

        una volta geocities cercava di attirare
        piu'

        persone possibili, sia come webmaster che

        come lettori,
        Parola magica: UNA VOLTA.
        Internet è cambiata purtroppo e per fortuna.
        Ora dà lavoro e crea un sensibile
        indotto...E da qualche parte necessariamente
        i soldi li deve prendere.mi risulta che geocities sia _sempre_ esistita allo scopo di fare soldi...una volta per fare piu' soldi cercavano di avere piu' visitatori, adesso sembra che si sia instaurato qualche meccanismo strano per cui meno visitatori =
        piu' soldi...
        • Anonimo scrive:
          Re: non capisco
          Piccola osservazione:una volta c'erano meno siti su Geocities (e quindi meno stress per i server e minor consumo della banda)ora ce ne sono di più e più pesanti (maggiore stress per i server e maggior consumo della banda)una volta i banner esposti venivano pagati un prezzo maggiore (con meno banner impression coprivano una maggiore quantità di spese per la banda).Fate voi...
Chiudi i commenti