E' nato il primo film Blu-ray

Sony ha stampato il primo disco Blu-ray contenente un film in alta definizione, ultimo passo verso il lancio del giovane standard ottico sul mercato della distribuzione video. Ma in casa Blu-ray c'è maretta...
Sony ha stampato il primo disco Blu-ray contenente un film in alta definizione, ultimo passo verso il lancio del giovane standard ottico sul mercato della distribuzione video. Ma in casa Blu-ray c'è maretta...


Tokyo (Giappone) – II formato Blu-ray è ormai ad un solo passo da fare il proprio ingresso nel colossale mercato dell’home video. Sony Pictures Home Entertainment ha infatti annunciato di aver creato il primo disco Blu-ray contenente un film in alta definizione.

Il gigante dell’entertainment ha spiegato di aver compresso il lungometraggio Charliès Angels: Full Throttle in formato MPEG-2 utilizzando la risoluzione di 1.920 x 1.080 punti. Il DVD è corredato da menù interattivi con grafica e animazione in alta definizione, inoltre contiene un certo numero di contenuti extra e di trailer. Questo primo film in formato Blu-ray servirà ai produttori di hardware per testare la loro prima generazione di lettori a laser blu.

Ma mentre Blu-ray si appresta a fare il grande passo verso il mercato, uno dei suoi maggiori supporter, HP , ha minacciato di assumere una posizione neutrale e appoggiare anche lo standard ottico rivale, HD DVD. Tutto ciò in risposta alla decisione della Blu-Ray Disc Association di respingere, almeno in parte, la recente richiesta di HP di integrare nello standard Blu-ray la tecnologia mandatory managed copy , che consente agli utenti di copiare i contenuti digitali e archiviarli su di una rete domestica, e la specifica iHD, che fornisce funzionalità interattive. Il consorzio Blu-ray ha accettato la proposta di implementare il mandatory managed copy a partire dalla prossima primavera, ma per l’interattività la sua scelta è caduta sul software Java di Sun. Alcuni portavoce della Blu-Ray Disc Association hanno spiegato che questa decisione non esclude la possibilità che in futuro possa essere aggiunto il sopporto anche ad iHD, alla base del futuro Windows Vista.

Proprio negli scorsi giorni Panasonic ha comunicato di essere pronta, il prossimo mese, a rilasciare i primi campioni di un chip per lettori DVD in grado di supportare i formati CD, DVD e Blu-ray. Il fatto che il produttore giapponese abbia omesso la compatibilità con HD DVD non è un caso: Panasonic fa infatti parte di un colosso industriale, Matsushita, che appoggia fermamente lo standard Blu-ray.

Il chip di Panasonic verrà commercializzato in versione ATAPI e SATA a partire dal prossimo gennaio.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

20 11 2005
Link copiato negli appunti