E RealPlayer sbarca sulla Play2

Sony continua a stipulare alleanze con le aziende interessate a frenare l'ascesa di Microsoft nel settore dell'intrattenimento, ultima delle quali RealNetworks, che porterà su PS2 la sua nota tecnologia di streaming multimediale


Los Angeles (USA) – Qualche tempo fa un analista ha detto: “Xbox non fa paura. Ma Microsoft sì”. Come a dire che Xbox potrebbe anche non essere una console rivoluzionaria, ma i 500 milioni di budget che Microsoft ha intenzione di investire nella campagna di lancio potrebbero trasformare in un bel principe anche il più brutto ranocchio.

E che l’ombra lunga di Microsoft cominci a render nervosi anche colossi del settore entertainment come Sony, lo si evince dall’attività frenetica con cui quest’ultima sta stipulando partnership a destra e a manca per dare alla Playstation 2 ciò che avrà Xbox: connettività, servizi, applicativi, periferiche.

Dopo la notizia di ieri dell’alleanza stipulata con AOL per la fornitura di connettività a larga banda e servizi di messaggistica per la PS2, Sony annuncia oggi presso l’E3 di Los Angeles una partnership con RealNetworks per portare sulla PS2 le funzionalità multimediali del RealPlayer e del RealJukebox.

I due software verranno distribuiti in autunno in bundle con gli hard disk per la PS2 . Questi drive, già disponibili in Giappone, rappresentano un punto chiave nelle strategie di Sony per trasformare la PS2 in una vera e propria set-top box capace di archiviare software e dati.

Grazie all’integrazione della tecnologia di RealNetworks nella PS2, gli utenti di questa console saranno in grado di riprodurre flussi audio e video da Internet o da hard disk, avvalendosi di servizi come il video on demand, l’Internet radio o l’acquisto di brani musicali via Rete.

“La Playstation 2 è già molto diffusa fuori di qui – ha detto Jai Jaisimha, di RealNetworks – e questo non può che aiutarci ad alimentare la nostra strategia per oltrepassare i confini del PC”.

La Playstation 2, che dal momento del suo lancio (marzo dello scorso anno) ha venduto 10 milioni di unità, non sarà l’unico dispositivo non-PC su cui il RealPlayer sbarcherà: RealNetworks ha già preso accordi con Nokia per sbarcare sul suo Media Terminal , e prevede di conquistare una discreta fetta del mercato delle set-top box.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Sempre peggio
    Microsoft, è un S.O che può andare benissimo se uno dovesse fare lavori di grafica, giochi ecc., ma invece è un sistema operativo che usato nel campo delle grandi reti informatiche, produce solamente danni.Grazie
    • Anonimo scrive:
      Re: Sempre peggio
      - Scritto da: Alessandro
      Microsoft, è un S.O che può andare benissimo
      se uno dovesse fare lavori di grafica,
      giochi ecc., ma invece è un sistema
      operativo che usato nel campo delle grandi
      reti informatiche, produce solamente danni.

      Grazie
      Condivido, anzi rincaro, va abbastanza bene con office ma ho clienti con Nt4 e grafica spinta e ti diro' che fa pena. Spero che 2000 sotto stress vada meglio.Nelle reti lasciamo perdere...P.S. Ho sentito che in 2000 puoi diminuire le performance della grafica per avvantaggiare altri processi.Stanno mica facendo ....UNIX ?
  • Anonimo scrive:
    MICROSOFT NON SA GESTIRE LA SICUREZZA IN RETE
    ... e c'è gente che preferisce tapparsi i cinque sensi pur di non ammetterlo
  • Anonimo scrive:
    IIS e Apache, quali i buchi che pesano di piu' ?
    Considerato che:1. MS si quarda bene dal prevenire i buchi, anzi2. I buchi li scopre chi ci lavora con IIS3. IIS sta al 20% di installato mentre Apache al 62%mi chiedo:quanto meglio e' fatto Apache rispetto a IIS ?Oppure ai buchi di Apache non e' dato il giusto rilievo ? Perche' magari e' gratis ?!?!Spero che non sia cosi' perche' chi ha investito centinaia di milioni per batterie SOLARIS e ci mette su -giustamente- Apache (che costa zero si' ma non e' determinante il prezzo perche' ha gia' speso per le sparc/solaris) vorrebbe sapere cosa si e' messo in casa!Chi ha la risposta ?
    • Anonimo scrive:
      Re: IIS e Apache, quali i buchi che pesano di piu' ?
      - Scritto da: fiesta a.
      Considerato che:

      1. MS si quarda bene dal prevenire i buchi,
      anzi
      2. I buchi li scopre chi ci lavora con IIS
      3. IIS sta al 20% di installato mentre
      Apache al 62%

      mi chiedo:

      quanto meglio e' fatto Apache rispetto a IIS
      ?Enormemente
      Oppure ai buchi di Apache non e' dato il
      giusto rilievo ? Perche' magari e' gratis
      ?!?!Assolutamente no. Di tanto in tanto qualcuno appare, ma molto piu' raramente di IIS (il vero punto debole di W2000)
      Spero che non sia cosi' perche' chi ha
      investito centinaia di milioni per batterie
      SOLARIS e ci mette su -giustamente- Apache
      (che costa zero si' ma non e' determinante
      il prezzo perche' ha gia' speso per le
      sparc/solaris) vorrebbe sapere cosa si e'
      messo in casa!Io ho messo APACHE su un K6 200 sotto linux e funzionava benone. C'e' chi ha messo APACHE sotto un 486. Come vedi non c'e' bisogno di scomodare la SUN.C'e' il sito di una nota azienda di consulenza informatica italiana (per la quale ho lavorato qualche mese) che funziona con apache sotto linux.
      Chi ha la risposta ?Non ho tutte le risposte, ma credo di poter affermare che APACHE e' un HTTP server serio e che il fatto che e' gratuito e' solo un valore aggiunto.
    • Anonimo scrive:
      Re: IIS e Apache, quali i buchi che pesano di piu' ?
      Non ho risposta. Però ti posso dire che IIS non l'ho mai preso in considerazione. Sul mio win2000 server c'è apache.- Scritto da: fiesta a.
      Considerato che:

      1. MS si quarda bene dal prevenire i buchi,
      anzi
      2. I buchi li scopre chi ci lavora con IIS
      3. IIS sta al 20% di installato mentre
      Apache al 62%

      mi chiedo:

      quanto meglio e' fatto Apache rispetto a IIS
      ?

      Oppure ai buchi di Apache non e' dato il
      giusto rilievo ? Perche' magari e' gratis
      ?!?!

      Spero che non sia cosi' perche' chi ha
      investito centinaia di milioni per batterie
      SOLARIS e ci mette su -giustamente- Apache
      (che costa zero si' ma non e' determinante
      il prezzo perche' ha gia' speso per le
      sparc/solaris) vorrebbe sapere cosa si e'
      messo in casa!

      Chi ha la risposta ?
      • Anonimo scrive:
        Re: IIS e Apache, quali i buchi che pesano di piu' ?


        Spero che non sia cosi' perche' chi ha

        investito centinaia di milioni per
        batterie

        SOLARIS e ci mette su -giustamente- Apache

        (che costa zero si' ma non e' determinante

        il prezzo perche' ha gia' speso per le

        sparc/solaris) vorrebbe sapere cosa si e'

        messo in casa!



        Chi ha la risposta ?Scompatta Apache, vai a leggerti i sorgenti e scoprirai cosa hai installato e "cosa succede" sulla tua super-batteria di SUN.... :-))Mi sai dire con la stessa sicurezza cosa fa IIS ???Bye.....
  • Anonimo scrive:
    Perchè una TESTATA GIORNALISTICA
    Perchè PI deve sempre schierarsi solo da una parte? Girando nei vari siti di sw Open Source si nota che anche essi sono pieni ne' più ne' meno di bachi come la ms...ed allora perchè su PI si vedono solo quelli della MS?E' un po' come i giornali...chi sta a sinistra e chi a destra....ma non è, secondo me, una questione di "partito" ma solo una questione di "moda": infatti in questo periodo è di "moda" l'open source...e per fare "click" sul sito si fa di tutto no?Caro PI...mi hai deluso..e MOLTO!(ps..non so perche' ma il messaggio di prima mandava in server error 500..:-( )
    • Anonimo scrive:
      Re: Perchè una TESTATA GIORNALISTICA
      Mi sembra una notizia utile, proprio al servizio degli utenti microsoft.Secondo me te sei frustrato.Da un po di tempo gli utenti microsoft non appena esce una notizia sul loro sistema operativo vanno in escandescenza..non fate cosi...nessuno vi vuole fare del male...- Scritto da: rubo2000
      Perchè PI deve sempre schierarsi solo da una
      parte?
      Girando nei vari siti di sw Open Source si
      nota che anche essi sono pieni ne' più ne'
      meno di bachi come la ms...ed allora perchè
      su PI si vedono solo quelli della MS?

      E' un po' come i giornali...chi sta a
      sinistra e chi a destra.

      ...ma non è, secondo me, una questione di
      "partito" ma solo una questione di "moda":
      infatti in questo periodo è di "moda" l'open
      source...e per fare "click" sul sito si fa
      di tutto no?

      Caro PI...mi hai deluso..e MOLTO!

      (ps..non so perche' ma il messaggio di prima
      mandava in server error 500..:-( )
    • Anonimo scrive:
      ma ndo' vivi?
      ma hai la minima idea di quanto costi windows 2000? e di quanti lo usano? e di quale slogan usi m$ per promuverlo?ma 'ndo vivi?
    • Anonimo scrive:
      Re: Perchè una TESTATA GIORNALISTICA
      - Scritto da: rubo2000
      Perchè PI deve sempre schierarsi solo da una
      parte?
      Girando nei vari siti di sw Open Source si
      nota che anche essi sono pieni ne' più ne'
      meno di bachi come la ms...ed allora perchè
      su PI si vedono solo quelli della MS?mah... forse perche' oggettivamente apache e' fatto meglio?
      • Anonimo scrive:
        Re: Perchè una TESTATA GIORNALISTICA
        - Scritto da: munehiro
        - Scritto da: rubo2000

        Perchè PI deve sempre schierarsi solo da
        una

        parte?

        Girando nei vari siti di sw Open Source si

        nota che anche essi sono pieni ne' più ne'

        meno di bachi come la ms...ed allora
        perchè

        su PI si vedono solo quelli della MS?

        mah... forse perche' oggettivamente apache
        e' fatto meglio?O forse perché quando spunta fuori una vulnerabilità in un software Opensource è accompagnata dalla versione corretta del sw, che al massimo esce poche ore dopo?Forse perché una vulnerabilità in ms viene patchata a distanza di tempo e in questo frangente chiunque può sfruttarla?Inoltre considera le quote di mercato di ms e considera che gravi vulnerabilità di bind hanno avuto lo stesso spazio su PI (bind gestisce i DNS, lo usi tutte le volte che ti connetti ad un sito).E comunque non sentirai mai tanti bachi (e così seri!) parlando di Apache, Qmail ecc...O forse sei in grado di vincere il premio da 1000$ che c'è per chi trova una vulnerabilità in Qmail?Finora l'ha riscosso una sola persona...
    • Anonimo scrive:
      Re: Perchè una TESTATA GIORNALISTICA
      - Scritto da: rubo2000

      Caro PI...mi hai deluso..e MOLTO!Ahahah, certo che di senso dell'umorismo ne hai davvero tanto!! Ma ti sei guardato in giro? :-) Se non ci fosse PI sarei ancora a leggere i redazionali strapagati delle riviste cartacee :-)
      (ps..non so perche' ma il messaggio di prima
      mandava in server error 500..:-( )Forse perché usano quei prodotti Microsoft che tu difendi cosi' tanto? ;-) Ti dai pure la zappa sui piedi... :-)))
      • Anonimo scrive:
        Re: Perchè una TESTATA GIORNALISTICA
        - Scritto da: Felix
        - Scritto da: rubo2000



        Caro PI...mi hai deluso..e MOLTO!

        Ahahah, certo che di senso dell'umorismo ne
        hai davvero tanto!! Ma ti sei guardato in
        giro? :-) Se non ci fosse PI sarei ancora a
        leggere i redazionali strapagati delle
        riviste cartacee :-)Quali ?Quelli per i quali internet = pedofilia + pirateria + virus + craker + hacker + narcotraffico + ... ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Perchè una TESTATA GIORNALISTICA

      Perchè PI deve sempre schierarsi solo da una
      parte?
      Girando nei vari siti di sw Open Source si
      nota che anche essi sono pieni ne' più ne'
      meno di bachi come la ms...ed allora perchè
      su PI si vedono solo quelli della MS?Non so cosa vedi tu, ma a me non risulta. Server apache compilati due anni fa lavorano ancora senza alcun problema, o comunque con problemi 'minori' che escono fuori solo in installazioni molto particolari (leggasi 'installazioni', non casi particolari, significa che il server presenta il problema solo se configurato in certi modi, non che presenta problemi difficili da sfruttare, ma sfruttabili). Al contrario invece IIS solo in questo anno ha presentato vari problemi che hanno costretto a fare gli upgrade a tutti i server in circolazione, e detto fra noi sospetto che una larga fascia di sistemi sia ancora strabucata.Hai mai provato a leggere un bollettino MS? Sembra scritto per degli incompetenti, non per degli amministratori di sistema. Se chi gestisce un server deve sentirsi dire ogni volta che oltre ad applicare questa patch deve accertarsi di avere applicato anche tutte le precedenti, siamo gravi. A questo punto, se il livello del personale interessato deve essere così basso, forse è il caso che lo scrivano anche sui muri che è ora di applicare una nuova patch. Comunque il numero di 'amministratori trovati nelle patatine' che non li applicherà sarà monumentale.Potrà non sembrare, ma io sono daccordissimo con l'adozione di NT, W2k e compagnia cantante da parte DEGLI ALTRI: se io riesco a mettere su un server web con il solo hardware, una giornata di lavoro e neanche una lira spesa in licenze, perché la concorrenza non deve spendere molto di più, per un hardware più grande e per le licenze necessarie? Non sarò certo io a dirgli che in un altro modo otterrebbe le stesse cose con un costo molto inferiore.Per questo, alla fin fine da fastidio anche a me vedere che PI scredita in modo così subdolo quei poveri piccoli COSTOSI prodotti, è un vero scandalo, mi piange il cuore a pensare a quanti concorrenti potrebbero essere convinti a provare a essere più competitivi e ad avere meno grattacapi se solo avessero il coraggio di prendere un tecnico esperto in sistemi Unix invece di ascoltare i soliti rappresentanti che spingono per soluzioni MS.
      (ps..non so perche' ma il messaggio di
      primamandava in server error 500..:-( )Forse te lo hanno già detto, ma PI gira su un server a tecnologia NT. Non è neanche da escludere che il loro amministratore non lo abbiano trovato nelle patatine, anzi consideri suo preciso dovere informarsi su tutte le patch che vanno applicate, e questo consenta loro di segnalare tutti i problemi in questo campo. Va da se che a questo punto segnalare pubblicamente che c'è una patch da fare vada a vantaggio di chi deve applicarle (che magari ci ripensa) e in confronto a questo la possibilità che questo vada a discredito dei prodotti MS è un particolare trascurabile.
  • Anonimo scrive:
    Vendo Windows usato, perfettamente funzionante...
    Quasi perfettamente funzionante.Poi, con un decimo dei soldi ricavati dalla vendita, vado in edicola e mi compro la più stupida rivista che abbia un CD di Linux in omaggio.Così risolvo i buchi e con i soldi che avanzo vado a mangiarmi una pizza con la mia ragazza.Ciao, ci vediamo in pizzeria.
    • Anonimo scrive:
      Re: Vendo Windows usato, perfettamente funzionante...
      "Perfettamente" e' una parola grossa ....E poi scusami, ma chi vuoi che te lo compri Windows ?
      • Anonimo scrive:
        Re: Vendo Windows usato, perfettamente funzionante
        - Scritto da: TeX
        "Perfettamente" e' una parola grossa ....

        E poi scusami, ma chi vuoi che te lo compri
        Windows ?se proprio non trovi nessuno prova così:"vendo cd da appendere al parabrezza per evitare l'autovelox"roftl!ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Vendo Windows usato, perfettamente funzionante...
      Non farle mettere i tacchi, altrimenti la tua pinguina si ribalta.- Scritto da: Massimo
      Quasi perfettamente funzionante.
      Poi, con un decimo dei soldi ricavati dalla
      vendita,
      vado in edicola e mi compro la più stupida
      rivista che abbia un CD di Linux in omaggio.
      Così risolvo i buchi e con i soldi che
      avanzo vado a mangiarmi una pizza con la mia
      ragazza.

      Ciao, ci vediamo in pizzeria.
  • Anonimo scrive:
    i bug e le vulnerabilita'
    Come tutti i giorni in cui una nuova vulnerabilita' di Mico$oft salta fuori, qualche amico di Redmond saltera' fuori a prendere le difese di zio Bill e qualche linuxiano gli dara' addosso (*Alien, vai!*).E questo ci deve ancora di piu' fare riflettere sulla convenienza del software closed source...Attendere, sempre e comunque, le patch di micro$oft. Oggi sono uscite, domani forse anche, ma se un giorno si simenticano e quel giorno ci bucano il server?Open source e' davvero garanzia di trasparenza ed efficienza delle correzioni di bug... ma perche' c'e' ancora della gente che non accetta questa *forte* prova delle ragioni dell'open source?Mah...Linux, Unix, i vari *nix e i *BSD *NON* sono perfetti, ma perfettibili *e nessuno lo nega*. Win2000 si spaccia per inviolabile, questa la vera cosa *buffa* (per usare un eufemismo) e poi le prende da ogni fronte. Un po' piu' di modestia, zio Bill, non guasterebbe.E non attaccare piu' l'open source e la GPL. Sono diversi modi di rapportarsi con il mondo del software, meno pretenzionsi del tuo e, alla prova dei fatti, molto piu' affidabili e validi... Ciao,Wishmerhill
    • Anonimo scrive:
      Re: i bug e le vulnerabilita'
      Il post è fuori luogo, fuori discussione, fuori tema e "puzza" da profeta. Apprezzo la tua civiltà ma ripeto: dove si lega il tuo commento con la notizia?Io credo che chi amministri un server NT/2000 con IIS4/5, letta sta cosa, si scaricano la patch, la installano e morta lì. Poi magari un giorno passeranno all'open-source per una seria di motivi che non sto ad elencare. Ma il tuo commento cosa vuole dire?- Scritto da: wishmerhill
      Come tutti i giorni in cui una nuova
      vulnerabilita' di Mico$oft salta fuori,
      qualche amico di Redmond saltera' fuori a
      prendere le difese di zio Bill e qualche
      linuxiano gli dara' addosso (*Alien, vai!*).

      E questo ci deve ancora di piu' fare
      riflettere sulla convenienza del software
      closed source...

      Attendere, sempre e comunque, le patch di
      micro$oft. Oggi sono uscite, domani forse
      anche, ma se un giorno si simenticano e quel
      giorno ci bucano il server?

      Open source e' davvero garanzia di
      trasparenza ed efficienza delle correzioni
      di bug... ma perche' c'e' ancora della gente
      che non accetta questa *forte* prova delle
      ragioni dell'open source?

      Mah...

      Linux, Unix, i vari *nix e i *BSD *NON* sono
      perfetti, ma perfettibili *e nessuno lo
      nega*. Win2000 si spaccia per inviolabile,
      questa la vera cosa *buffa* (per usare un
      eufemismo) e poi le prende da ogni fronte.
      Un po' piu' di modestia, zio Bill, non
      guasterebbe.

      E non attaccare piu' l'open source e la GPL.
      Sono diversi modi di rapportarsi con il
      mondo del software, meno pretenzionsi del
      tuo e, alla prova dei fatti, molto piu'
      affidabili e validi...



      Ciao,
      Wishmerhill
      • Anonimo scrive:
        Re: i bug e le vulnerabilita'
        - Scritto da: Alessandro
        Il post è fuori luogo, fuori discussione,...

        Ma il tuo commento cosa vuole dire?
        Vuol dire che la gente si è un pò rotta le scatole di dover inseguire ogni giorno la varie patch e sp che Microsoft rilascia ogni tre per due.Vista la potenza economica della MS, spendere qualche soldino in più in controlli di qualità del sw (e non in marketing) non guasterebbe.
        • Anonimo scrive:
          Re: i bug e le vulnerabilita'

          Vuol dire che la gente si è un pò rotta le
          scatole di dover inseguire ogni giorno la
          varie patch e sp che Microsoft rilascia ogni
          tre per due.
          Vista la potenza economica della MS,
          spendere qualche soldino in più in controlli
          di qualità del sw (e non in marketing) non
          guasterebbe.Hai ragione ma quando viene detto come correggere un bug su Linux cosa credi che sia diverso? Ricordiamoci che sotto certi versi è più vantaggioso un service pack ogni 3 mesi e qualche hotfix o patch ogni settimana piuttosto che ricompilare il kernel ogni 2-3 settimane. E con l'open-source può anche esserci qualcuno che scopre il bug prima di altri e ne approfitti, con closed-source è più difficile.Adesso io non voglio difendere MS e scagliarmi contro Linux, ho già detto altre volte che li uso entrambi, il fatto è che mi sembra la solita polemica da due lire e proprio non mi va giù.
      • Anonimo scrive:
        Re: i bug e le vulnerabilita'
        - Scritto da: Alessandro
        Il post è fuori luogo, fuori discussione,
        fuori tema e "puzza" da profeta. Apprezzo la
        tua civiltà ma ripeto: dove si lega il tuo
        commento con la notizia?
        Il mio commento, non lo aveva detto, si lega con i vari cartelloni pubblicitari che ho visto invadere la mia citta'. In uno un piede di porco contro il server viene additato come unico metodo per violare 2000, in un altro staccare la spina e' il secondo "unico metodo". A parte chiedermi perche' dicevano unico metodo se puoi erano due, vorrei ora vedere dei cartelli che dicano:"una volta scaricate tutte le patch che noi vi forniamo, esistono solo *alcuni* metodi pedr violare 2000, tra cui il piede di porco, staccare la corrente e usare delle vulnerabilita' non ancora patchate. ;)E scusa se ti sono sembrato puzzare da profeta...
        Io credo che chi amministri un server
        NT/2000 con IIS4/5, letta sta cosa, si
        scaricano la patch, la installano e morta
        lì. Poi magari un giorno passeranno
        all'open-source per una seria di motivi che
        non sto ad elencare. Elencali pure, che ricordarli non fa male... ;)ciao e scusa ancora. in effetti a volte sono un po' a sproposito i miei commenti! ;)Wishmerhill
        • Anonimo scrive:
          Re: i bug e le vulnerabilita'
          Hai ragione, la pubblicità è ingannevole ma questo credo sia intrinseco in ogni spot. Scusa anche tu se forse sono stato "aggressivo" è che non sono d'accordo sul fatto che ogni notizia su MS debba essere commentata e raffrontata con Linux o più in generale sul mondo open-source. Io credo che bisognerebbe prendere il meglio da entrambe gli schieramenti allo scopo di creare soluzioni che permettano alle persone di lavorare meglio. Attualmente Linux e l'open-source, per quanto se ne possa dire bene, non possiedono tutti gli elementi per bastare completamente all'utenza sebbene siano di buona qualità, viceversa MS fornisce strumenti a 360° ma di minore qualità. Cosa facciamo? Io unirei le forze intanto, il tempo farà il resto.
        • Anonimo scrive:
          Re: i bug e le vulnerabilita'

          Il mio commento, non lo aveva detto, si lega
          con i vari cartelloni pubblicitari che ho
          visto invadere la mia citta'. In uno un
          piede di porco contro il server viene
          additato come unico metodo per violare 2000,Non solo, qualche giorno fa la home page italiana di Microsoft metteva al centro lo stesso 'ad' dei cartelloni, e accanto, fra le ultime novità da scaricare, un "Windows 2000 Security patch". Non che ci sia niente di male nel tirare fuori le patch, anzi è doveroso, ma un minimo di decenza da parte degli 'inesperti' del marketing non farebbe male: se io fossi un utente W2k mi sentirei preso in giro, non lo sono e leggere queste cose non fa altro che rafforzare la mia scelta, sapendo che tra le altre cose non ho neanche dovuto pagare tutta la pubblicità e le false promesse che stanno dietro a quei prodotti.
          in un altro staccare la spina e' il secondo
          "unico metodo".Uhm... forse si sono accorti che invece l'unico metodo per renderlo sicuro è proprio quello di staccare la spina, a parte il fatto che se qualcuno prima o poi riuscirà a fare un virus che infetta i computer anche da spenti (come incautamente scritto da qualche giornalista tempo addietro), sicuramente lo farà per piattaforma windows. :-)
    • Anonimo scrive:
      Re: i bug e le vulnerabilita'

      Come tutti i giorni in cui una nuova
      vulnerabilita' di Mico$oft salta fuori,
      qualche amico di Redmond saltera' fuori a
      prendere le difese di zio Bill e qualche
      linuxiano gli dara' addosso (*Alien, vai!*).Va beh, però resta il fatto di una media di 2-3 vulnerabilità scoperte al giorno sulla roba M$ e di 3-4 alla settimana su tutti gli unix messi assieme.
      • Anonimo scrive:
        Re: i bug e le vulnerabilita'

        Va beh, però resta il fatto di una media di
        2-3 vulnerabilità scoperte al giorno sulla
        roba M$ e di 3-4 alla settimana su tutti gli
        unix messi assieme.calcola tutte le macchine su cui c'è un OS microsoft.calcola tutte le macchine su cui c'è un OS "unix".ciao[cmq non mi risultano 2-3 vulnerabilità al giorno. si vede che sei più aggiornato di me]
        • Anonimo scrive:
          Re: i bug e le vulnerabilita'
          - Scritto da: |C
          calcola tutte le macchine su cui c'è un OS
          microsoft.
          calcola tutte le macchine su cui c'è un OS
          "unix".
          ciaocalcola tutte le macchine di rete su cui c'e' un OS microsoftcalcola tutte le macchine di rete su cui c'e' un OS unixpoi ne riparliamo
  • Anonimo scrive:
    Così tenero che si taglia con... un grissino!!!
    Passi non infierire sul primo bug...Tratteniamoci sul secondo...Ma se uno è un caso, due una coincidenza... tre sono una serie!!!ALIEN... vai col liscio che la banda del buco colpisce ancora!!!
Chiudi i commenti