E se PS3 perdesse la memoria?

E se PS3 perdesse la memoria?

La community in panne protesta ma Sony resta impassibile: il nuovo firmware non crea conflitti con l'hard disk della console
La community in panne protesta ma Sony resta impassibile: il nuovo firmware non crea conflitti con l'hard disk della console

La possibilità di sostituire l’hard disk della PlayStation 3 con un modello più capiente, in maniera totalmente legale e senza l’aiuto del centro assistenza, è sempre stata molto apprezzata dagli appassionati dei videogame Sony. Fino a ieri, del resto, bastava attenersi alla lista delle unità da 2,5 pollici compatibili per evitare intoppi, ma oggi l’ombra del bug irrisolvibile rischia di mettere tutto in discussione.

Il caso è esploso con il rilascio dell’ aggiornamento firmware 3.41 della PS3, avvenuto il 27 luglio scorso. Un update piuttosto leggero (40MB contro i canonici 120MB) che si è limitato ad aggiungere una manciata di semplici caratteristiche dedicate allo store online e che Sony Computer Entertainment continua a considerare “non colpevole”.

Le notizie che arrivano dalla community appaiono comunque contrastanti. In un primo momento si era parlato di un’operazione senza ritorno, con il danneggiamento fisico dell’hard disk e il blocco definitivo di tutti i modelli di PlayStation 3 che memorizzano il firmware sul disco fisso invece di utilizzare la memoria del sistema. Le segnalazioni successive hanno fatto un minimo di chiarezza. Lo spinoso problema riguarderebbe innanzitutto solo quegli utenti che hanno eseguito l’aggiornamento al firmware 3.41 prima di cambiare il disco rigido interno. L’update rilasciato impedirebbe infatti la classica sostituzione rendendo inspiegabilmente incompatibile l’hardware aggiunto in seguito.

Entrando nel dettaglio del bug, si scopre che il nuovo HDD viene formattato correttamente in FAT 32, come sempre. Al momento di copiare i file di sistema un fastidioso errore (“No applicable data”) dichiara però che nella chiavetta USB con il firmware scaricato non sono state trovate le informazioni necessarie alla finalizzazione. Il povero disco rigido, rimasto inchiodato ad un passo dalla meta, si trasforma così in un sasso senza vita e per ripristinare la console bisogna necessariamente rimontare il vecchio HDD, quello che non ha avuto nulla a che fare con l’update e che magari era già finito sugli scaffali di eBay.

Non sarebbe la prima volta che Sony rilascia un aggiornamento misteriosamente “sporco”. Ricordiamo ad esempio il firmware 3.0 che bloccava l’avvio di giochi, controller e funzioni network, o il clamoroso bug dell’inesistente “29 febbraio 2010” che fece andare in tilt la gran parte delle PlayStation 3 fat collegate online, generando il caos tra salvataggi e account registrati.

Interpellata sulla bizzarra situazione attuale Sony non si sbilancia , lasciando intendere che si tratti di una semplice coincidenza. Si scusa “per tutti gli inconvenienti riscontrati nell’aggiornamento del hard disk interno per PS3” ma precisa anche che “Le informazioni ricevute dal Servizio Clienti non fanno pensare ad un problema legato al nuovo firmware 3.41”.

Questa volta quindi non è ancora arrivato nessun mea culpa ufficiale a consolare la community demoralizzata. È possibile che l’aggiornamento 3.42 non tarderà ad arrivare.

Roberto Pulito

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

02 08 2010
Link copiato negli appunti