Ecco come bloccano gli IP

di Paolo De Andreis - La procedura è semplice ed è persino garantista per molti aspetti. Ma non c'è consapevolezza sul suo significato e l'errore è dietro l'angolo. All'indignazione generale segua una precisa richiesta al mondo politico


Roma – Se c’è qualcosa che non va giù a chi frequenta la rete da tanti anni, a chi ha vissuto il suo sviluppo come speranza di un’umanità migliore, è la censura. Non sorprende quindi l’indignazione che ha scatenato la notizia pubblicata da Punto Informatico secondo cui possono e vengono effettivamente bloccati in Italia alcuni IP esteri. Server e siti che diventano così irraggiungibili agli utenti internet del Bel paese.

Oggi il blocco di un IP, una procedura di recentissima adozione in Italia, funziona così: le forze dell’ordine, i “cybercop” che non si occupano solo di calcio e P2P ma di una grande varietà di crimini informatici, informano il magistrato inquirente dell’opportunità di chiudere l’accesso ad un IP per far cessare un reato, oppure per boicottare un sito illegale. Questi, se lo ritiene, gira la proposta alla Procura ed è un magistrato, per legge “super partes”, a decidere se emettere o meno un decreto di blocco IP .

Questa è la procedura che viene adottata oggi e che, pur tra le claudicanti leggi nostrane, si propone come garanzia per il cittadino , quella che rende giustificabile un atto di censura per gravi ragioni. Di casi in cui il blocco viene e sarà sempre più utilizzato ce ne sono tanti, il più eclatante dei quali è il pedoporno: molti siti all’estero non possono essere sequestrati dall’Italia, in assenza di una collaborazione forte da parte delle autorità del paese dove i siti si trovano o dove risiedono i loro gestori. Ma talvolta sono siti che commerciano immagini alimentando il business dello sfruttamento e della violenza. La risposta dei cybercop italiani a questo, oggi, è quasi scontata: blocchiamo l’IP ed impediamo agli utenti italiani, volenti o nolenti, per errore o per dolo, di incrementare questo business.

Ed è ovvio, vista l’unanime avversione per il più spregevole di tutti i delitti, che bloccare l’IP di un sito pedopornografico non produrrà mai quel mare di polemiche che ha suscitato quanto raccontato da PI. Questo perché, in quel caso lì, la censura non si è indirizzata verso un sito di violenze, ma ha preso di mira un server cinese in quanto da quel server era possibile, con strumenti a disposizione di tutti, scaricare e diffondere immagini di proprietà di SKY. Il blocco dell’IP, che Telecom ed altri hanno già attivato perché così richiesto dal magistrato, non è quindi legato ad un abietto caso di violenza su bambini ma ad una questione di diritti d’autore e diritti televisivi .

In sostanza, si è preferito ricorrere al blocco dell’IP anziché richiedere ai gestori dei server cinesi, clienti di SKY e tenuti alla distribuzione di quei contenuti solo sulla televisione locale, di aggiornare le proprie infrastrutture di sicurezza. Basterebbe includere nel contratto di licenza dei diritti televisivi anche una clausola di sicurezza per evitare che possa aver luogo una distribuzione non controllata, come avveniva grazie a P2P e software multimediali.

Ed è questo che preoccupa. Perché se può essere tollerabile, probabilmente non per tutti ma di certo per molti, che venga inibito tecnicamente l’accesso ad un sito che distribuisce e lucra sul pedoporno, diventa intollerabile che la medesima operazione si esplichi per una questione di proprietà intellettuale. E questo perché impedire ad un individuo adulto di verificare di persona, impedirgli a monte di scegliere e determinare i propri comportamenti, fossero anche degli illeciti, è fatto assai più grave del dolo commesso ai danni di diritti secondari. SKY evidentemente non può far altro che querelare chi ritiene violi i propri diritti, la Guardia di Finanza ha dalla sua il dovere di occuparsene e di definire le dinamiche del reato che viene compiuto, il Pubblico ministero ha poi l’obbligo di verificare e seguire le inchieste ma è il magistrato super partes quello che deve capire se una misura di censura sia o meno giustificabile .

Ed è qui che il nostro sistema si rivela fallato. E questo non perché i magistrati sbaglino, se accade è naturale che accada, errare è caratteristica intrinseca del nostro essere uomini, ma perché tutto questo avviene in una condizione di semi-clandestinità . Quanti sono oggi gli IP bloccati? Quali sono? Chi ha deciso di bloccarli e con quali motivazioni? In base a quali indagini? A quali denunce? E con quali procedure?

Come è emerso in recenti casi di indagini sulla criminalità informatica, ancora una volta è la normativa italiana a segnare il passo . Da un lato consente ad un magistrato, come è giusto che sia, di poter intervenire con tutta l’autorità dello Stato per rimediare a situazioni di estrema gravità, dall’altro però nega una vera trasparenza su provvedimenti che non riguardano solo gli indagati ma l’intera popolazione. E lo nega anche e persino per le decisioni più controverse, sottraendo così ai cittadini uno dei loro diritti essenziali, quello di poter conoscere e giudicare il funzionamento dello Stato .

Tutto questo pesa sulle promesse della rete, sul suo sviluppo e sulla possibilità che una nuova umanità più coesa e più consapevole delle proprie diversità si affermi davvero. Sì, perché intervenire sulle cose della rete, mettere dei paletti alle possibilità di scelta delle persone, ingabbiare la loro navigazione e farlo senza dichiararlo con chiarezza, senza inserire in un sito web accessibile a tutti ogni informazione su una censura che si è ritenuta inevitabile, è drammaticamente pericoloso .

Parliamoci chiaro: in ballo non c’è il rapporto più o meno dinamico tra cittadino e cosa pubblica, c’è invece la necessità di impedire il soffocamento di uno strumento che non sappiamo dove ci sta portando ma sappiamo che è la via ad una nuova evoluzione. Finché mancherà una trasparenza assoluta su decisioni di questa portata non solo è giusto sottoscrivere l’indignazione generale ma è anche necessario chiedere alle forze politiche, tanto più che siamo praticamente sotto elezioni, di dire cosa ne pensano, di esprimersi sull’argomento e di chiarire la propria posizione in merito alla rete, e di farlo per una volta volando, perché i diritti fondamentali risiedono molto più in alto delle logiche di mercato, tanto che spesso ci si dimentica della loro esistenza.

Paolo De Andreis

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    dimenticanza
    Il rischio, dice la Bartholomew, non è che Internet possa cambiare e democratizzare la Cina, quanto "la possibilità che la Cina possa cambiare il volto di Internet"avete dimenticato: "prima di noi"
  • Anonimo scrive:
    Re: Parlate male degli americani eh?
    anche gli USA hanno protestato contro le vignette con maometto, informati meglio.
    • otacu scrive:
      Re: Parlate male degli americani eh?
      - Scritto da: Anonimo
      anche gli USA hanno protestato contro le vignette
      con maometto, informati meglio.Pura convenienza.... non si può certo accusarli di essere degli igenui....Stati Uniti, Gran Bretagna e Italia sono stati veloci nel prendere le distanze dalle vignette e a condannare il fatto... a differenza degli altri paesi europei (Francia e Germania in primis).Cosa li accumunerà mai? ;)
  • Anonimo scrive:
    censure in usa e fame nel mondo
    la mtv aveva cominciato una campagna pubblicitaria contro la fame nel mondo. più o meno lo slogan era "3000 morti l'11 settembre, tutto il mondo si muove" "ogni giorno 3000 bambini muoiono di fame. certamente il mondo si muoverà con determinazione maggiore"sembrerebbe assurdo in un paese libero, ma questa campagna pubblicitaria è stata censurata l'estate scorsa negli usa.poi fanno la paternale alla cina; risolvessero prima la loro ipocrisia!
    • Anonimo scrive:
      Re: censure in usa e fame nel mondo
      - Scritto da: Anonimo
      la mtv aveva cominciato una campagna
      pubblicitaria contro la fame nel mondo. più o
      meno lo slogan era "3000 morti l'11 settembre,
      tutto il mondo si muove"
      "ogni giorno 3000 bambini muoiono di fame.
      certamente il mondo si muoverà con determinazione
      maggiore"
      sembrerebbe assurdo in un paese libero, ma questa
      campagna pubblicitaria è stata censurata l'estate
      scorsa negli usa.
      poi fanno la paternale alla cina; risolvessero
      prima la loro ipocrisia!http://72.14.207.104/search?q=cache:VJ11PlBDZV0J:www3.autistici.org/dadaciclo/index.php%3Fentry%3Dentry051110-104923+mtv+censura+spot&hl=it&gl=it&ct=clnk&cd=1&ie=UTF-8
  • Anonimo scrive:
    Re: Parlate male degli americani eh?

    Negli USA vai dentro se sei un criminale, e la
    giustizia funziona.Ecco uno che non è mai uscito dal paesello e si vede: vallo a dire agli ex abitanti dell'ex-cittàN.Orleans, o a qualsiasi appartenente a unaminoranza non governativa
    God bless America!Certo, un pò come direGOT MIT UNS !complimenti per il tuo fanatismo insulsoda format c:/brainallo stesso modo un qualunque governoiraniano ti può lasciare fanaticamente conle stufe spente e l'automobile ferma, nonchélanciarti un razzetto in c**o
  • Anonimo scrive:
    Re: Parlate male degli americani eh?
    - Scritto da: Anonimo


    Vorrei vedere cosa accade in Italia se vi fanno

    un attentato terroristico come quello del 9/11.

    http://www.luogocomune.net/site/modules/news/
    11 settembre di David Ray Griffin
    aehm...http://attivissimo.blogspot.com/2006/01/pentarottami.htmle anchehttp://attivissimo.blogspot.com/2006/01/complotti-119.htmlpoi da qualche parte, navigando nei link, sbugiarda pesantemente luogocomune.netciao
    • tillo scrive:
      Re: Parlate male degli americani eh?
      http://xoomer.virgilio.it/neoterni3/attivissimo_ignorante.htmPossiamo continuare, ma io mi fermerei qua. La verità salterà probabilmente fuori quando saremo vecchi e se ne fregheranno quasi tutti. Come per tutti gli altri complotti USA... ooops.
  • Anonimo scrive:
    Google applica la censura anche in Europ
    Stavo cercando su Google alcune immagini da inserire in un'applicazione di e-learning cui sto lavorando.Si tratta di una piattaforma per lo studio della storia contemporanea, per cui nulla di strano che il materiale da me ricercato sia "communism propaganda", "fascism book schools" o cose di questo tipo. E cosa ho scoperto? Su Altavista è pieno di immagini legate alla propaganda sui banchi di scuola nei vari regimi fascisti e comunisti sparsi per il mondo. Invece queste sono pressoché introvabili (se ne trovano proprio pochissime!), su Google!Ora sappiamo che la Cina è un paese autoritario, per quanto orientato alla libertà di mercato, e che come tutti i paesi autoritari basa il proprio potere sul controllo della popolazione. Il quale può essere effettuato a partire dai banchi di scuola con un vero e proprio lavaggio del cervello (in Cina è obbligatorio l'asilo a partire da 3 anni! e chi va a scuola viene allontanato il più possibile dalle famiglie di origine. come a militare o... come a Sparta! città non certo nota per la tradizione democratica).La cosa è quindi preoccupante. Google censura non solo in Cina, ma anche in Europa! A quando in Italia dovremo censurare i siti sgraditi dal governo cinese, pena l'impossibilità di commerciare proprio con la cina? Cordialmente,Prometheus Longobardus
  • Anonimo scrive:
    Re: Parlate male degli americani eh?
    - Scritto da: Anonimo
    Ma probabilmente non li avete mai conosciuti, non
    avete mai parlato con un americano e non siete
    mai stati negli USA, se non con i film di
    Hollywood scaricati via Internet.
    Noi occidentali, americani compresi, non conosociamo i paesi arabi o la cina se non in base a quello che i giornali sempre imparziali e corretti ci dicono (rotfl).Però abbiamo deciso di essere i paladini della democrazia e libertà mondiale e fottendocene della sovranità nazionale di ciascun paese andiamo in giro per il mondo a tirare bombe a chi non si adegua al mondialismo globale e alla nostra visione della democrazia che se permetti non è per niente democratica.
    • Anonimo scrive:
      Re: Parlate male degli americani eh?

      Noi occidentali, americani compresi, non
      conosociamo i paesi arabi o la cina se non in
      base a quello che i giornali sempre imparziali e
      corretti ci dicono (rotfl).Parla per te, io sono stato tre volte in medioriente ed ho persino pellegrinato a Gerusalemme.
      Però abbiamo deciso di essere i paladini della
      democrazia e libertà mondiale e fottendocene
      della sovranità nazionale di ciascun paese
      andiamo in giro per il mondo a tirare bombe a chi
      non si adegua al mondialismo globale e alla
      nostra visione della democrazia che se permetti
      non è per niente democratica.E tu hai un'idea migliore? Mi risulta che la democrazia liberale occidentale sia la miglior forma di governo mai realizzata dall'uomo. O sbaglio? Il comunismo è morto e non funziona. Autodeterminazione dei popoli, poi, non significa legittimare violazioni sistematiche dei diritti umani (vedi Iran, Cina, e quanto altro al mondo c'è di marcio).God bless America!
      • Anonimo scrive:
        Re: Parlate male degli americani eh?
        - Scritto da: Anonimo

        Noi occidentali, americani compresi, non

        conosociamo i paesi arabi o la cina se non in

        base a quello che i giornali sempre imparziali e

        corretti ci dicono (rotfl).

        Parla per te, io sono stato tre volte in
        medioriente ed ho persino pellegrinato a
        Gerusalemme.


        Però abbiamo deciso di essere i paladini della

        democrazia e libertà mondiale e fottendocene

        della sovranità nazionale di ciascun paese

        andiamo in giro per il mondo a tirare bombe a
        chi

        non si adegua al mondialismo globale e alla

        nostra visione della democrazia che se permetti

        non è per niente democratica.

        E tu hai un'idea migliore? Mi risulta che la
        democrazia liberale occidentale sia la miglior
        forma di governo mai realizzata dall'uomo. O
        sbaglio? Il comunismo è morto e non funziona.
        Autodeterminazione dei popoli, poi, non significa
        legittimare violazioni sistematiche dei diritti
        umani (vedi Iran, Cina, e quanto altro al mondo
        c'è di marcio).

        God bless America!Quindi tu mi vuoi far credere che gli occidentali, USA in testa, sono tanto presi dal fuoco sacro della civiltà che si dirigono in quei brutti luoghi infestati da cattivoni arabi per liberare le povere donne dai veli che le ricoprono e non vanno là perchè c'è il petrolio? E allora rispondi un pò com'è che qualche anno fa nessuna associazione umanitaria e nazioni occidentali, USA in testa, si mosse davanti alla strage commessa in Africa che provocò 1 milione di morti fatti a pezzi e che tutti ricordiamo galleggiavano in un lungo fiume di sangue. Forse che forse perchè là petrolio non c'era? Ammetterai che fra un oscurantiismo islamico che tutt'al più manda in carcere i dissidenti e 1 milione di morti fatti a colpi di macete l'emergenza democtratica più grave e sentita dovrebbe essere quella africana ma così non fu. Andiamo avanti bene gli islamici sono cattivi e allora anche così fosse esiste ancora la sovranità nazionale oppure qualche nazione occidentale, poi non si sa perchè, si sente investita da divin unzione di difendere in ogni dove le proprie idee di democrazia e pensiero unico e se ne va in giro a bombardare tutti i paesi che non seguono questi dettami. Cos'è sei convinto che il presidente americano non possa mai impazzire (lui con un dito può inviare testate nucleari quando vuole) o lo stesso popolo? Quale sarebbero le garanzie in più che gli USA danno rispetto agli arabi. Ti ricordi chi nel '45 ha sganciato l'unica bomba atomica fin'ora usata in guerra uccidendo migliai di cittadini inermi. Ah già ormai sono passati tanti anni acqua passata e poi chi vince ha sempre ragione anche quando fa stragi e atti di puro terrorismo. Probabilmente la stessa cosa che vale per gli indiani, l'america ha anche il primatur di aver in solitudine estirpato e cancellato un'etnia dalla faccia della terra (gli ebrei ci sono ancora anzi hanno la loro bella nazione mentre gli indiani non ci sono più e la loro terra ora è degli americani salvatori della libertà e democrazia mondiale, bellla no?). Perchè l'Islam quindi non dovrebbe avere anche l'arma atomica se la vuole? Ah già nella tua semplice visone dei fatti gli USA sono il bene assoluto da qui all'eternità chi si oppone a questo strapotere economico/militare sono brutti, sporchi e cattivi che vanno eliminati dalla faccia della terra.
  • ntrac scrive:
    Vogliamo accelerare la catastrofe
    Il pianeta sta andando a picco perché per noi, libertà e democrazia significano poter fare il porco commodo nostro se lo vogliamo. Bene! lo vogliamo, lo vogliamo.....Però, poveri cinesi, non possono tutti fare il porco commodo loro, che scandalo! libertà! libertà!...==================================Modificato dall'autore il 04/02/2006 7.37.36
  • Anonimo scrive:
    Re: Parlate male degli americani eh?
    [cut]
    Vorrei vedere cosa accade in Italia se vi fanno
    un attentato terroristico come quello del 9/11.

    God bless America!Già ma "pare" che l'attentato sia "fatto in casa".... O.OciaoLuca
  • Anonimo scrive:
    Ipocrisia dell'America ?
    Ipocrisia dell'America verso la Cina ? In questo forum tutti criticano l'America, quasi nessuno la Cina........E' come un coretto parrocchiale che intona l'unico motivetto che conosce.....Nemmeno immaginate quello che avviene in Cina....... Quasi nessun Italiano ha capito veramente cosa è accaduto nell'Est Europa negli ultimi 80 anni....e già credete di sapere cosa sta avvenendo ancora più ad Est ? Vi mettete a paragonarlo con l'America ?Leggetevi il Grande Fratello. Orwell lo ha scritto dopo che è tornato dall'Unione Sovietica. E lui ci era andato come attivista di partito, fortemente convinto degli ideali della rivoluzione rossa....Ve ne accorgerete.....La Cina produce un 50% delle sue esportazioni utilizzando i campi di concentramento. Si, quelli usati da Hitler, copiati pari pari dai lager su larga scala inventati da Lenin, successivamente perfezionati in modo diabolico da Stalin.... Non si tratta delle fabbriche della Nestlè in Africa, dove si è sottopagati e licenziati non appena non si è più produttivi... Qui si tratta del lavoro fino all'eliminazione fisica... vi siete chiesti perchè oggi il botulino (sostanza a base di grasso animale che oggi si usa in chirurgia plastica per rendere più carnose le labbra delle donne) costi così poco ? E' la Cina ad esportarlo. E lo prende dai campi di concentramento-fabbriche dove si rastrellano quelli che non sono più in grado di lavorare e senza tanti complimenti gli si spara nella nuca, si attacca il poveraccio ad una macchina che lo mantiene in coma (per farlo rimanere fresco) e poi lo si trasferisce in un luogo specializzato, dove il condannato viene "smontato", gli organi venduti ed il botulino estratto.....Non sapete fare altro che prendervela con Bush !! Forse è uno dei peggiori presidenti che l'America abbia avuto, ma non per questo si deve perdere la cognizione della realtà: qualunque presidente di qualunque nazione civile si sarebbe indignato del collaborazionismo con un paese profondamente totalitario. Se credete che mettere la Cina nel WTO sia stato altrettanto grave chiedetevi perchè l'ONU ha messo a capo della commisisone per i diritti umani dei paesi in cui esiste ancora, per legge, la SCHIAVITU'..........POLITICA, affari, nel migliore dei casi la speranza che lasciando affacciare un paese alla società delle nazioni, qualcosa cambi....Non c'è nulla di più conformista che prendersela con tutta l'America senza distinguerla dall'amministrazione BUSH....Qui lo scontro non è di civiltà, è di libertà.Voi non sapete cosa vuole dire addormentarsi la sera e non sapere se qualcuno di verrà a deportare nella notte..... eppure è storia contemporanea.....Quale è l'alternativa al Capitalismo ? I vostri luoghi comuni ??Ma pensate un pò con la vostra testa !!!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ipocrisia dell'America ?
      - Scritto da: Anonimo
      Ipocrisia dell'America verso la Cina ?

      In questo forum tutti criticano l'America, quasi
      nessuno la Cina........

      E' come un coretto parrocchiale che intona
      l'unico motivetto che conosce.....

      Nemmeno immaginate quello che avviene in
      Cina.......
      Quasi nessun Italiano ha capito veramente cosa è
      accaduto nell'Est Europa negli ultimi 80
      anni....e già credete di sapere cosa sta
      avvenendo ancora più ad Est ? Vi mettete a
      paragonarlo con l'America ?

      Leggetevi il Grande Fratello. Orwell lo ha
      scritto dopo che è tornato dall'Unione Sovietica.
      E lui ci era andato come attivista di partito,
      fortemente convinto degli ideali della
      rivoluzione rossa....

      Ve ne accorgerete.....

      La Cina produce un 50% delle sue esportazioni
      utilizzando i campi di concentramento.

      Si, quelli usati da Hitler, copiati pari pari dai
      lager su larga scala inventati da Lenin,
      successivamente perfezionati in modo diabolico da
      Stalin....

      Non si tratta delle fabbriche della Nestlè in
      Africa, dove si è sottopagati e licenziati non
      appena non si è più produttivi...
      Qui si tratta del lavoro fino all'eliminazione
      fisica... vi siete chiesti perchè oggi il
      botulino (sostanza a base di grasso animale che
      oggi si usa in chirurgia plastica per rendere più
      carnose le labbra delle donne) costi così poco ?
      E' la Cina ad esportarlo. E lo prende dai campi
      di concentramento-fabbriche dove si rastrellano
      quelli che non sono più in grado di lavorare e
      senza tanti complimenti gli si spara nella nuca,
      si attacca il poveraccio ad una macchina che lo
      mantiene in coma (per farlo rimanere fresco) e
      poi lo si trasferisce in un luogo specializzato,
      dove il condannato viene "smontato", gli organi
      venduti ed il botulino estratto.....

      Non sapete fare altro che prendervela con Bush !!
      Forse è uno dei peggiori presidenti che l'America
      abbia avuto, ma non per questo si deve perdere la
      cognizione della realtà: qualunque presidente di
      qualunque nazione civile si sarebbe indignato del
      collaborazionismo con un paese profondamente
      totalitario.

      Se credete che mettere la Cina nel WTO sia stato
      altrettanto grave chiedetevi perchè l'ONU ha
      messo a capo della commisisone per i diritti
      umani dei paesi in cui esiste ancora, per legge,
      la SCHIAVITU'..........

      POLITICA, affari, nel migliore dei casi la
      speranza che lasciando affacciare un paese alla
      società delle nazioni, qualcosa cambi....

      Non c'è nulla di più conformista che prendersela
      con tutta l'America senza distinguerla
      dall'amministrazione BUSH....

      Qui lo scontro non è di civiltà, è di libertà.
      Voi non sapete cosa vuole dire addormentarsi la
      sera e non sapere se qualcuno di verrà a
      deportare nella notte..... eppure è storia
      contemporanea.....

      Quale è l'alternativa al Capitalismo ? I vostri
      luoghi comuni ??

      Ma pensate un pò con la vostra testa !!!!!!link?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ipocrisia dell'America ?

      Non sapete fare altro che prendervela con Bush !!
      Forse è uno dei peggiori presidenti che l'America
      abbia avuto, ma non per questo si deve perdere la
      cognizione della realtà: qualunque presidente di
      qualunque nazione civile si sarebbe indignato del
      collaborazionismo con un paese profondamente
      totalitario. Ma non hai ancora capito che è tutta una pagliacciata propagandistica.Sai quanto gliene frega a loro di quel che succede ai poveri cinesi.
      Se credete che mettere la Cina nel WTO sia stato
      altrettanto grave chiedetevi perchè l'ONU ha
      messo a capo della commisisone per i diritti
      umani dei paesi in cui esiste ancora, per legge,
      la SCHIAVITU'..........Perchè è stato voluto così, secondo un piano ben preciso.E comunque tutto ciò è intollerabile.
      Non c'è nulla di più conformista che prendersela
      con tutta l'America senza distinguerla
      dall'amministrazione BUSH....Il problema non è l'amministrazione Bush.E' l'apparato militare-industriale-economico, il vero detentore del potere e coinvolge l'intero Occidente.Finchè continuiamo a credere alla favoletta della destra e della sinistra, siamo spacciati.Cmq buona parte della popolazione americana da il suo assenso a questo sistema, quindi ne condivide, per quanto indirettamente, le colpe.
      Quale è l'alternativa al Capitalismo ? I vostri
      luoghi comuni ??Ritieni il Capitalismo il sistema finale????? AAHHAHAHAHAH . Tutti i sistemi sono prima o poi destinati a finire.E il capitalismo sta giungendo alla fase finale.E ora di pensare a qualcosa di nuovo, e ora di svegliarci.
      Ma pensate un pò con la vostra testa !!!!!!Lo sto già facendo.
      • otacu scrive:
        Re: Ipocrisia dell'America ?

        Ritieni il Capitalismo il sistema finale?????
        AAHHAHAHAHAH . Tutti i sistemi sono prima o poi
        destinati a finire.E il capitalismo sta giungendo
        alla fase finale.E ora di pensare a qualcosa di
        nuovo, e ora di svegliarci.Beh illuminami su come il capitalismo sia alla fase finale e su cosa ci sarà dopo.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ipocrisia dell'America ?
          - Scritto da: otacu


          Ritieni il Capitalismo il sistema finale?????

          AAHHAHAHAHAH . Tutti i sistemi sono prima o poi

          destinati a finire.E il capitalismo sta
          giungendo

          alla fase finale.E ora di pensare a qualcosa di

          nuovo, e ora di svegliarci.

          Beh illuminami su come il capitalismo sia alla
          fase finale e su cosa ci sarà dopo.Il sistema capitalistico così come è strutturato adesso è destinato a fallire e a cadere.Ora è entrato nella sua fase più acuta, il neoliberismo.Esso sta moltiplicando il divario fra la fascia povera e le fascia ricca, inoltre sta determinando la scomparsa della cosiddetta piccola borghesia.Il mercato sta finendo sotto il controllo di poche multinazionali, che tendono ovviamente a fromare un cartello.Il loro potere si è accresciuto enormemente ed è ormai in grado condizionare la politica occidentale.Nessun governo occidentale può permettersi di sfidare i finanzieri e i banchieri internazionali.Lo sfrenato consumismo e la continua accelerazione del progresso, stanno uccidendo la nostra società.Inoltre nel capitalismo sono sempre più presenti anomalie e grosse bolle pronte ad esplodere.Il capitalismo non si può espandere all'infinito e con la globalizzazione sta ormai inghiottendo tutto.Tutto sta diventando virtuale ( pure i soldi presto diventeranno virtuali ), ma prima o poi qualcosa ci riporterà alla realtà.Si stanno elaborando diverse soluzioni per il dopo-capitalismo, come la teoria delle piccole patrie e altra dottrine sul cambiamento delle fonti produttive, l'autoconsumo,ecc.E' realistico dire che questi cambiamenti saranno graduali e si potranno affermare solo dopo un grande crack a livello planetario e una serie di violenti cambiamenti a livello sociale.C'è il rischio concreto comunque di un nuovo medioevo.Infatti vi sono molti studiosi che paragonano l'Occidente all'Impero Romano del III sec D.C. Il problema è che , rispetto a 1600 anni fà, il crollo sarà a livello planetario.Cmq ti consiglio:Denaro:sterco del demonio di Massimo FiniEtica del protestantesimo e spirito del capitalismo di Max WeberSchiavi delle banche di Maurizio BlondetGuerra Infinita di Giulietto ChiesaIl Crollo economico del 2006-2007 di MandevilleSoldi - il libro nero della finanza internazionale di Denis Robert e Ernest BackesL'era del consenso di Geroge MonbiotKeynes " Nel lungo periodo saremo tutti morti"Neerg
          • otacu scrive:
            Re: Ipocrisia dell'America ?
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: otacu




            Ritieni il Capitalismo il sistema finale?????


            AAHHAHAHAHAH . Tutti i sistemi sono prima o
            poi


            destinati a finire.E il capitalismo sta

            giungendo


            alla fase finale.E ora di pensare a qualcosa
            di


            nuovo, e ora di svegliarci.



            Beh illuminami su come il capitalismo sia alla

            fase finale e su cosa ci sarà dopo.

            Il sistema capitalistico così come è strutturato
            adesso è destinato a fallire e a cadere.Ora è
            entrato nella sua fase più acuta, il
            neoliberismo.Esso sta moltiplicando il divario
            fra la fascia povera e le fascia ricca, inoltre
            sta determinando la scomparsa della cosiddetta
            piccola borghesia.Il mercato sta finendo sotto il
            controllo di poche multinazionali, che tendono
            ovviamente a fromare un cartello.Il loro potere
            si è accresciuto enormemente ed è ormai in grado
            condizionare la politica occidentale.Nessun
            governo occidentale può permettersi di sfidare i
            finanzieri e i banchieri internazionali.Lo
            sfrenato consumismo e la continua accelerazione
            del progresso, stanno uccidendo la nostra
            società.Inoltre nel capitalismo sono sempre più
            presenti anomalie e grosse bolle pronte ad
            esplodere.Il capitalismo non si può espandere
            all'infinito e con la globalizzazione sta ormai
            inghiottendo tutto.Tutto sta diventando virtuale
            ( pure i soldi presto diventeranno virtuali ), ma
            prima o poi qualcosa ci riporterà alla realtà.

            Si stanno elaborando diverse soluzioni per il
            dopo-capitalismo, come la teoria delle piccole
            patrie e altra dottrine sul cambiamento delle
            fonti produttive, l'autoconsumo,ecc.E' realistico
            dire che questi cambiamenti saranno graduali e si
            potranno affermare solo dopo un grande crack a
            livello planetario e una serie di violenti
            cambiamenti a livello sociale.C'è il rischio
            concreto comunque di un nuovo medioevo.Infatti vi
            sono molti studiosi che paragonano l'Occidente
            all'Impero Romano del III sec D.C. Il problema è
            che , rispetto a 1600 anni fà, il crollo sarà a
            livello planetario.
            Cmq ti consiglio:

            Denaro:sterco del demonio di Massimo Fini
            Etica del protestantesimo e spirito del
            capitalismo di Max Weber
            Schiavi delle banche di Maurizio Blondet
            Guerra Infinita di Giulietto Chiesa
            Il Crollo economico del 2006-2007 di Mandeville
            Soldi - il libro nero della finanza
            internazionale di Denis Robert e Ernest Backes
            L'era del consenso di Geroge Monbiot

            Keynes " Nel lungo periodo saremo tutti morti"

            NeergNon c'è problema. Il Capitalismo è dato per spacciato da un secolo e mezzo.... eppure siamo ancora qui... dire che prima o poi scomparirà è una banalità. Come dire che prima o poi si muore. Grazie tante!Le bolle ci sono sempre state e la storia che non ci si può espandere all'infinito si è sentita tante volte.Nel 1929 lo davano in decomposizione eppure eccoci qua ancora tutti quanti.A oggi non si vede neanche lontanamente un sistema diverso. Certo ci si può baloccare e gingillarsi con teorie fantasiose e allettanti ma l'orizzonte temporale rimane troppo lungo e perciò vaporoso.Conosco solo Max weber tra quelli che hai citato e sinceramente non lo vedo questo tramonto capitalistico.Chi vivrà vedrà ma per ora si tratta solo di fuffa.
          • otacu scrive:
            Re: Ipocrisia dell'America ?


            " si tratta solo di fuffa "
            Anche prima del 1929, gli americani dicevano
            così...Crisi cicliche ci saranno sempre ma se ne uscirà fuori non temere. Il capitalismo non è legato agli USA spero tu non faccia l'errore di identificarlo con la crisi che ora attraversano. E' nato prima e continuerà dopo gli USA:Di fantasiose analisi fatte a tavolino ne ho lette tante e ogni tanto mi capita di leggere in internet vecchi articoli di geopolitica o economia. Non ci hanno mai azzeccato.Il capitalismo ha ancora una lunga strada davanti a se' prima che si sviluppi qualcosa di alternativo e credibile non ti preoccupare. Se invece vogliamo discutere di alternative "giocattolose"....
          • Anonimo scrive:
            Re: Ipocrisia dell'America ?
            - Scritto da: otacu




            " si tratta solo di fuffa "

            Anche prima del 1929, gli americani dicevano

            così...

            Crisi cicliche ci saranno sempre ma se ne uscirà
            fuori non temere. Il capitalismo non è legato
            agli USA spero tu non faccia l'errore di
            identificarlo con la crisi che ora attraversano.
            E' nato prima e continuerà dopo gli USA:Infatti ora è oltre gli Usa.Ora è globale.Ed è per questo che alla prossima batosta e grazie alle crisi geopolitiche devstanti che ne deriveranno, passeremo in una nuova era.E' solo questione di tempo, all'incirca 50 anni.Noi o i nostri figli vivranno un passaggio epocale, un cambiamento di paradigma.Il capitalismo è un sistema che deve continuamente espandersi e assorbire.La Cina e l'India stanno divorando tutte le risorse umane.Prima o poi sono destinate a finire ed è lì che il capitalismo che noi conosciamo terminerà definitvamente ( il riciclaggio è una soluzione su cui non bisogna fare affidamento ).Inoltre il capitalismo sta diventando virtuale, slegato alla realtà e privo di alcun controllo.Esso sta producendo la società dell'infelicità, dove la gente ha tanta materia ,ma fondamentalmente sente di non aver niente.L'individualismo sta raggiungendo livelli abnormi, così come lo stress e le malattie psichiche.I ritmi frenetici ci stanno uccidendo, anche perchè continuano ad accelerare.Negli Stati Uniti , la punta di diamante di questo sistema, cè un boom di psicofarmaci e antidepressivi.E' una società disgregata e una società del genere non può durare.Prima o poi esploderemo, e con le accelerazioni che stiamo subendo, sarà molto presto.L'instabilità internazionale odierna è solo un piccola avvisaglia di ciò che sta per arrivare.Possiamo rinchiuderci nelle illusioni perpetrate dai media, dove tutti sembrano felici e perfetti, ma questo non ferma la potente contraddizione illusione-realtà.
            Di fantasiose analisi fatte a tavolino ne ho
            lette tante e ogni tanto mi capita di leggere in
            internet vecchi articoli di geopolitica o
            economia. Non ci hanno mai azzeccato.Negli anni 30, diversi intellettuali avevano previsto l'avvicinarsi di un conflitto mondiale.Furono tacciati di pessimismo,specie dopo la conferenza di Monaco.
            Il capitalismo ha ancora una lunga strada davanti
            a se' prima che si sviluppi qualcosa di
            alternativo e credibile non ti preoccupareNe sei così sicuro? Cosa ti da tanta certezza di questo?. Se
            invece vogliamo discutere di alternative
            "giocattolose"....Si tenta di formulare teorie e soluzioni che magari un giorno saranno utilizzate.Se gli illuministi avessero ragionato come tu dici, a quest'ora saremmo ancora in una configurazione medievale.Neerg
          • Anonimo scrive:
            Re: Ipocrisia dell'America ?
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: otacu







            " si tratta solo di fuffa "


            Anche prima del 1929, gli americani dicevano


            così...



            Crisi cicliche ci saranno sempre ma se ne uscirà

            fuori non temere. Il capitalismo non è legato

            agli USA spero tu non faccia l'errore di

            identificarlo con la crisi che ora attraversano.

            E' nato prima e continuerà dopo gli USA:

            Infatti ora è oltre gli Usa.Ora è globale.Ed è
            per questo che alla prossima batosta e grazie
            alle crisi geopolitiche devstanti che ne
            deriveranno, passeremo in una nuova era.E' solo
            questione di tempo, all'incirca 50 anni.Noi o i
            nostri figli vivranno un passaggio epocale, un
            cambiamento di paradigma.Il capitalismo è un
            sistema che deve continuamente espandersi e
            assorbire.La Cina e l'India stanno divorando
            tutte le risorse umane.Prima o poi sono destinate
            a finire ed è lì che il capitalismo che noi
            conosciamo terminerà definitvamente ( il
            riciclaggio è una soluzione su cui non bisogna
            fare affidamento ).Inoltre il capitalismo sta
            diventando virtuale, slegato alla realtà e privo
            di alcun controllo.Esso sta producendo la società
            dell'infelicità, dove la gente ha tanta materia
            ,ma fondamentalmente sente di non aver
            niente.L'individualismo sta raggiungendo livelli
            abnormi, così come lo stress e le malattie
            psichiche.I ritmi frenetici ci stanno uccidendo,
            anche perchè continuano ad accelerare.Negli Stati
            Uniti , la punta di diamante di questo sistema,
            cè un boom di psicofarmaci e antidepressivi.E'
            una società disgregata e una società del genere
            non può durare.Prima o poi esploderemo, e con le
            accelerazioni che stiamo subendo, sarà molto
            presto.L'instabilità internazionale odierna è
            solo un piccola avvisaglia di ciò che sta per
            arrivare.Possiamo rinchiuderci nelle illusioni
            perpetrate dai media, dove tutti sembrano felici
            e perfetti, ma questo non ferma la potente
            contraddizione illusione-realtà.



            Di fantasiose analisi fatte a tavolino ne ho

            lette tante e ogni tanto mi capita di leggere in

            internet vecchi articoli di geopolitica o

            economia. Non ci hanno mai azzeccato.

            Negli anni 30, diversi intellettuali avevano
            previsto l'avvicinarsi di un conflitto
            mondiale.Furono tacciati di pessimismo,specie
            dopo la conferenza di Monaco.



            Il capitalismo ha ancora una lunga strada
            davanti

            a se' prima che si sviluppi qualcosa di

            alternativo e credibile non ti preoccupare

            Ne sei così sicuro? Cosa ti da tanta certezza di
            questo?

            . Se

            invece vogliamo discutere di alternative

            "giocattolose"....

            Si tenta di formulare teorie e soluzioni che
            magari un giorno saranno utilizzate.Se gli
            illuministi avessero ragionato come tu dici, a
            quest'ora saremmo ancora in una configurazione
            medievale.

            NeergCaro Neerg, hai ragione.Ma non condivido affatto quel che hai scritto e sono dell'idea che le cose andranno diversamente.Senza rancore,greeN
          • otacu scrive:
            Re: Ipocrisia dell'America ?

            Infatti ora è oltre gli Usa.Ora è globale.Ed è
            per questo che alla prossima batosta e grazie
            alle crisi geopolitiche devstanti che ne
            deriveranno, passeremo in una nuova era.E' solo
            questione di tempo, all'incirca 50 anni.Noi o i
            nostri figli vivranno un passaggio epocale, un
            cambiamento di paradigma.Il capitalismo è un
            sistema che deve continuamente espandersi e
            assorbire.La Cina e l'India stanno divorando
            tutte le risorse umane.Prima o poi sono destinate
            a finire ed è lì che il capitalismo che noi
            conosciamo terminerà definitvamente ( il
            riciclaggio è una soluzione su cui non bisogna
            fare affidamento ).Inoltre il capitalismo sta
            diventando virtuale, slegato alla realtà e privo
            di alcun controllo.Esso sta producendo la società
            dell'infelicità, dove la gente ha tanta materia
            ,ma fondamentalmente sente di non aver
            niente.L'individualismo sta raggiungendo livelli
            abnormi, così come lo stress e le malattie
            psichiche.I ritmi frenetici ci stanno uccidendo,
            anche perchè continuano ad accelerare.Negli Stati
            Uniti , la punta di diamante di questo sistema,
            cè un boom di psicofarmaci e antidepressivi.E'
            una società disgregata e una società del genere
            non può durare.Prima o poi esploderemo, e con le
            accelerazioni che stiamo subendo, sarà molto
            presto.L'instabilità internazionale odierna è
            solo un piccola avvisaglia di ciò che sta per
            arrivare.Possiamo rinchiuderci nelle illusioni
            perpetrate dai media, dove tutti sembrano felici
            e perfetti, ma questo non ferma la potente
            contraddizione illusione-realtà.Questa analisi è la stessa che faceva Marx a metà ottocento. Riproponi musica già sentita.Specialmente sulla questione dell'espansione e della catalizzazione della ricchezza.... giudica un po' te.... mi sembra che tu ti stia un po' auto-suggestionando. Dici cose corrette ma anche banali (nel senso non negativo). Il capitalismo che conosciamo noi scomparirà.... beh grazie tante... sai quanti tipi di capitalismi si sono avvicendati finora? Sempre di capitalismo si tratta e non vedo questi tuoi modelli alternativi dove siano ....
            Negli anni 30, diversi intellettuali avevano
            previsto l'avvicinarsi di un conflitto
            mondiale.Furono tacciati di pessimismo,specie
            dopo la conferenza di Monaco.E molti invece prendevano molto sul serio la situazione. E da ben prima della conferenza di monaco. I governi di motli paesi l'avevano già capito da tempo che si sarebbe venuti alle mani nel giro di pochi anni. Qui invece si dice che fumosamente il capitalismo cadrà... in futuro.... beh grazie tante, tutto finisce prima o poi.
            Ne sei così sicuro? Cosa ti da tanta certezza di
            questo?Che ancora adesso a lungo termine non ci sono segni di sistemi alternativi che funzionino. Il capitalismo cresce cade e si rialza. Cadrà e si rialzerà finchè non ci sono alternative.La mia non è certezza fine a se stessa. Finora il capitalismo è riuscito a rigenerarsi (anche con gravi sacrifici) dalle sue crisi non vedo perchè non dovrebbe farlo in futuro.
            Si tenta di formulare teorie e soluzioni che
            magari un giorno saranno utilizzate.Se gli
            illuministi avessero ragionato come tu dici, a
            quest'ora saremmo ancora in una configurazione
            medievale.Gli illuministi proponevano soluzioni nuove a problemi che c'erano e che non trovavano più soluzione nell'ancien regime. Hanno liberato una voglia di sviluppo e di crescita della società. Qui non si propone molto di concreto.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ipocrisia dell'America ?

            Gli illuministi proponevano soluzioni nuove a
            problemi che c'erano e che non trovavano più
            soluzione nell'ancien regime. Hanno liberato una
            voglia di sviluppo e di crescita della società.
            Qui non si propone molto di concreto.Bè Jeremy Rifkin,Monbiot e altri luminari di proposte ne hanno fatte, sia su un prossimo sistema, sia un nuovo utilizzo delle risorse.Anche Massimo Fini ha proposto una sua visione del mondo.Alcune correnti No global hanno tentao di formulare nuovi approcci e nuove soluzioni ai problemi esistenti, così come alcuni movimenti localisti e sostenitori delle piccole patrie.Secondo te il neoliberismo e la privatizzazione selvaggia stanno risolvendo i problemi odierni? O ne stanno creando di peggiori? Se si osserva bene la situazione geopolitica attuale cè ben poco da essere così fiduciosi.La democrazia è sotto attacco dappertutto con la scusa della sicurezza, le guerre dal 2001 stanno proliferando così come il terrorismo, migliaia di intellettuali continuano a denunciare il vuoto culturale che si allarga di giorno in giorno, si sta assistendo ad un ignoranza di ritorno ( osserva il sistema scolastico statunitense o anche quello italiano ), vi è un inquinamento altissimo ( basta vedere dal satellite le belle nubi sulla Cina ),varie crisi climatiche in aumento ( è uscito un rapporto della Cia dove si denunciava un violento peggioramento a partire dal 2020 ), la fiducia sta crollando e il mercato gira velocissimo ( bolla immobiliare, speculazioni sul petrolio, migliaia di miliardi di dollari che appaiono e scompaiono, imprenditori che usano soldi virtuali e prestati dalle banche, indebitamento massiccio,ecc), aumento delle tensioni a livello anche locale, maniplazione ad altissimi livelli, massificazione ed omologazione.Queste accuse non le lancio solo io, ma interi settori culturali.http://www.internetbookshop.it/ser/serdsp.asp?shop=2431&c=RNOJG0FDN3UOVhttp://www.repubblica.it/2006/a/sezioni/scienza_e_tecnologia/lovelock/lovelock/lovelock.htmlhttp://www.repubblica.it/2006/a/sezioni/scienza_e_tecnologia/censunasa/censunasa/censunasa.htmlhttp://www.repubblica.it/2006/a/sezioni/scienza_e_tecnologia/clima/terracalda/terracalda.htmlhttp://www.unita.it/index.asp?SEZIONE_COD=HP&TOPIC_TIPO=&topic_id=33200http://www.internetbookshop.it/ser/serdsp.asp?shop=1&c=JBD72OJKN42UBhttp://punto-informatico.it/p.asp?i=42617 ( il fenomeno cinese sembra che gli piaccia, magari lo vogliono copiare )http://www.ariannaeditrice.it/articolo.php?id_articolo=156E' una crisi che investe l'intero modello Occidentale e ora si sta acutizzando sempre di più.E' inutile negarlo ( l'ottimista è un pessimista male informato ).Mi spieghi in caso di crisi economica globale come facciamo a riprenderci? Hai pensato alle armi che possediamo oggi? La crisi del 1929 ha portato, insieme ad altre cause, a una guerra mondiale con 50 000 000 di morti: prova immaginare una guerra globale al giorno d'oggi con le armi di distruzione di massa che abbiamo.La prossima crisi veramente seria ( e non quella tipo: lunedì nero, venerdì nero, enron, ecc ) sarà l'ultima, perchè anche la società precipiterà.Dopo saremo tutti in nuovo medioevo.E in questa nuova era dubito proprio che ci sarà il capitalismo, faremo già fatica a sopravvivvere. ( Quello che ci sta fregando veramente è la tecnologia, da una parte ci salva, dall'altra rischia di annientarci definitivamente ).Poi dipende da cosa tu consideri capitalismo: se consideri anche i semplici scambi o baratti, bè allora siamo capitalisti dall'inizio dei tempi.Crollato il pilone del comunismo, crollerà l'altro pilone, quello del capitalismo.Entrambi figli dell'industrialismo, del progresso, della modernità a tutti i costi.Neerg
          • otacu scrive:
            Re: Ipocrisia dell'America ?
            Ok, se qui tutto quello che si propone è tornare indietro a una società preindustriale stiamo freschi.Te hai visto troppo Kenshiro....P.s. C'è poco da argomentare su quel che dici. Per te fra un po' arriva l'apocalisse. Io dico di no. Fine della discussione a ognuno il suo. Visto che sei così convinto comprati un campicello in fretta.==================================Modificato dall'autore il 05/02/2006 18.29.14
          • Anonimo scrive:
            Re: Ipocrisia dell'America ?
            - Scritto da: otacu
            Ok, se qui tutto quello che si propone è tornare
            indietro a una società preindustriale stiamo
            freschi.Tanto prima o poi ci torneremo per forza.Magari saremo più felici.Chi non cerca la felicità?
            Te hai visto troppo Kenshiro....Probabile.
            P.s. C'è poco da argomentare su quel che dici.
            Per te fra un po' arriva l'apocalisse. Io dico di
            no. Fine della discussione a ognuno il suo. Visto
            che sei così convinto comprati un campicello in
            fretta.D'accordo.Fra 30 anni vediamo come è andata e poi al massimo ne discutiamo.Fine della discussione.P.s ( meglio un isoletta sperduta, magari con una bella ragazza )Neerg
        • Anonimo scrive:
          Re: Ipocrisia dell'America ?
          - Scritto da: otacu


          Ritieni il Capitalismo il sistema finale?????

          AAHHAHAHAHAH . Tutti i sistemi sono prima o poi

          destinati a finire.E il capitalismo sta
          giungendo

          alla fase finale.E ora di pensare a qualcosa di

          nuovo, e ora di svegliarci.

          Beh illuminami su come il capitalismo sia alla
          fase finale e su cosa ci sarà dopo.si come sia alla fase finale, basta guardareargentina e cina:in un caso l'applicazione dei principi di capitalismoe basta ( dove e' ovvio che non c'e' Dio, come nelpieno comunismo ), hanno portato all'economia dellecavallette : passate loro non c'e' piu' niente. E l'argentina ricca di TUTTO e' stata ridotta ad un cumulodi macerie economiche e socialiper il resto : la cina e' nel mercato con noi, e piu' chetentare di richiuderla FUORI dal mercato con noi,nessuno sa che fare, mentre nel confronto economicoalcuni stati come l'italia cadono a pezzi.Tempo fa la cina ha RIFIUTATO a lungo di fareforniture all'industria dell'acciaio e tutti nel settorePIANGEVANO e basta, dato che non ci potevanofare un niente
        • Anonimo scrive:
          Re: Ipocrisia dell'America ?

          Beh illuminami su come il capitalismo sia alla
          fase finale e su cosa ci sarà dopo.il capitalismo e' gia' finito da un pezzo, si basavasull'investire capitali in una attivita' di produzionee creare un ciclo : da anni si investono soldi suisoldi per generare soldi. Basta guardare cosafanno le banche oggi per fare soldi, vendo fondidi fondi, o fondi sui fondi. Cioe' l'aria sul niente, che non genera profitto per nessuno se non peril venditore di fumo, un po come per parmalat.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ipocrisia dell'America ?
            - Scritto da: Anonimo


            Beh illuminami su come il capitalismo sia alla

            fase finale e su cosa ci sarà dopo.

            il capitalismo e' gia' finito da un pezzo, si
            basava
            sull'investire capitali in una attivita' di
            produzione
            e creare un ciclo : da anni si investono soldi sui
            soldi per generare soldi. Basta guardare cosa
            fanno le banche oggi per fare soldi, vendo fondi
            di fondi, o fondi sui fondi. Cioe' l'aria sul
            niente,
            che non genera profitto per nessuno se non per
            il venditore di fumo, un po come per parmalat.Ah, quindi per te il capitaismo è solo questo... :D
  • soulista scrive:
    Re: Parlate male degli americani eh?
    - Scritto da: Anonimo
    Gli Stati Uniti sono l'unica speranza per un
    mondo libero, se non l'avete ancora capito è
    probabilmente perchè siete ignoranti, miopi e
    soprattutto leggete troppa stampa "de sinistra".
    God bless America!Gli Stati Uniti sono una realtà di contrasti:patria di Martin Luther King come di J. Edgar Hoover, di J. F. K. come di Richard Nixon, del movimento per i diritti civili come del KKK; patria della libertà d'espressione ma nata e vivente sotto l'impulso del sogno di ricchezza e potere in breve tempo... una nazione giovane, un calderone bollente da cui può uscire di tutto.Adoro l'america, ma la minoranza anglosassone protestante si sta facendo sentire anche troppo, di questi tempi: é quella la faccia che gli stati uniti stanno mostrando al mondo, ora.
  • Anonimo scrive:
    Perché tutti criticano USA e non Cina
    Vedo che qui nessuno dice niente contro il fatto che la Cina proibisca di cercare su web parole come "libertà" e "democrazia".Tralasciando gli USA un attimo (va tanto di moda parlare di loro), possibile che nessuno si senta urtato da questo fatto?
    • soulista scrive:
      Re: Perché tutti criticano USA e non Cin
      - Scritto da: Anonimo
      Vedo che qui nessuno dice niente contro il fatto
      che la Cina proibisca di cercare su web parole
      come "libertà" e "democrazia".
      Tralasciando gli USA un attimo (va tanto di moda
      parlare di loro), possibile che nessuno si senta
      urtato da questo fatto?almeno i cinesi te lo dicono in faccia che stai in una dittatura e che non puoi esprimerti.Da' fastidio l'ipocrisia degli USA (e di tutti i paesi "civili" del mondo... forse la Francia si salva), che si definiscono una democrazia quando sono degli oppressori delle libertà che poco hanno di differente dalla Cina
      • otacu scrive:
        Re: Perché tutti criticano USA e non Cin

        almeno i cinesi te lo dicono in faccia che stai
        in una dittatura e che non puoi esprimerti.Fantastico. Guarda che per i cinesi "loro" sono la vera "democrazia" e noi paesi plutocratici.
        Da' fastidio l'ipocrisia degli USA (e di tutti i
        paesi "civili" del mondo... forse la Francia si
        salva), che si definiscono una democrazia quando
        sono degli oppressori delle libertà che poco
        hanno di differente dalla CinaDa quand'è che la Francia si salva? Scusa ma tu conosci la storia giusto degli ultimi 4-5 anni e allora dici che la Francia si salva giusto perchè non si è allineata agli USA o cosa? O stai parlando della Francia che ha a lungo combattutto per conservare l'Algeria e che tuttora ha importanti colonie in giro per il mondo (come la guyana)?Perchè la Francia è un paese di grandi tradizioni democratiche e laiche ma se tu definisci gli "occidentali" ipocriti siamo tutti sulla stessa barca.Poco hanno di differente dalla Cina? La cina non è ipocrita? Hai letto la Fattoria degli Animali?Uguale spiaccicata alla cina odierna. I "maiali" (la nomenklatura cinese) opprimono gli altri animali (centinaia di milioni di contadini e operai poverissimi) per far credere loro di lavorare per un futuro migliore mentre "loro" ( i "maiali") se la spassano e fanno affari d'oro con gli umani (noi occidentali). Alla faccia!E poi siamo noi occidentali gli ipocriti. Non saremo perfetti ma i cinesi ci surclassano nell'ipocrisia!
      • Anonimo scrive:
        Re: Perché tutti criticano USA e non Cin
        - Scritto da: soulista
        forse la Francia si salvanon credo si salvi, la francia nega la libertà di mostrare simboli della propria appartenenza religiosa.
    • otacu scrive:
      Re: Perché tutti criticano USA e non Cin
      - Scritto da: Anonimo
      Vedo che qui nessuno dice niente contro il fatto
      che la Cina proibisca di cercare su web parole
      come "libertà" e "democrazia".
      Tralasciando gli USA un attimo (va tanto di moda
      parlare di loro), possibile che nessuno si senta
      urtato da questo fatto?Molto facile rispondere.Semplicemente perchè è la più grande potenza mondiale. Tutti più o meno debbono farci i conti e hanno esperienze dirette e indirette con l'egemonia statunitense.La cina invece la maggioranza della gente non la conosce e non ne ha notizie. Si critica ciò che si conosce (bene o male) non quello di cui non si sa nulla.Gli Stati Uniti non saranno perfetti (lungi dall'esserlo) ma sono anni luce avanti come democrazia alla Cina dove la nomenklatura domina e si arricchisce come nella "Fattoria degli Animali". Dei veri "maiali".E poi si parla di ipocrisia occidentale!Lo scorso secolo sarà anche stato "americano" ma se qualcuno crede che il prossimo "cinese" sarà migliore.... è un povero illuso (per non essere volgare).
      • Anonimo scrive:
        Re: Perché tutti criticano USA e non Cin
        - Scritto da: otacu
        La cina invece la maggioranza della gente non la
        conosce e non ne ha notizie. ma se in cina ci abita quasi 1/4 della popolazione mondiale!cosa intendi per gente? solo gli occidentali?
        • otacu scrive:
          Re: Perché tutti criticano USA e non Cin
          - Scritto da: Anonimo
          - Scritto da: otacu

          La cina invece la maggioranza della gente non la

          conosce e non ne ha notizie.
          ma se in cina ci abita quasi 1/4 della
          popolazione mondiale!
          cosa intendi per gente? solo gli occidentali?Esatto il resto del mondo. Visto che qui si stava parlando appunto del fatto che gli USA sono sempre criticati mentre la Cina viene spesso ignorata si parlava dalla prospettiva occidentale.
    • Anonimo scrive:
      Re: Perché tutti criticano USA e non Cin
      - Scritto da: Anonimo
      Vedo che qui nessuno dice niente contro il fatto
      che la Cina proibisca di cercare su web parole
      come "libertà" e "democrazia".
      Tralasciando gli USA un attimo (va tanto di moda
      parlare di loro), possibile che nessuno si senta
      urtato da questo fatto?sai cos'è l'ìpocrisia? quando si guarda la pagliuzza nell'occhio del vicino e non si guarda la trave nel proprio.non basta dire di essere un paese democratico per esserlo, e un paese che passa il proprio tempo a preparare guerre per derubare gli altri paesi del petrolio e delle altre ricchezza economiche, organizza campi di concentramento, tortura e sterminio, come quello di guantanamo, autoproclamandosi democrazia, merita molte più critiche di chi non dichiara di esserlo.ci vuole tanto a capire una cosa tanto banale?onestamente a me quello che urta è il tuo commento, oltre all'ipocrisia statunitense.
    • Anonimo scrive:
      Re: Perché tutti criticano USA e non Cin
      - Scritto da: Anonimo
      Vedo che qui nessuno dice niente contro il fatto
      che la Cina proibisca di cercare su web parole
      come "libertà" e "democrazia".
      Tralasciando gli USA un attimo (va tanto di moda
      parlare di loro), possibile che nessuno si senta
      urtato da questo fatto?A me sembra invece che la Cina sia di gran lunga più odiata e criticata degli USA... i cinesi ci tolgono il lavoro, i cinesi fanno fallire la nostra industria, i cinesi ci vogliono conquistare, i cinesi censuarano, i cinesi uccidono... su PI saltano fuori sempre 15 articoli al mese "contro" la Cina e centinaia di commenti (fotocopia) indignati... quindi quando dici "Perché tutti criticano USA e non Cina?"... a me sembra una grandissima puttanata, tutto qui...
      • Anonimo scrive:
        Re: Perché tutti criticano USA e non Cin
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Vedo che qui nessuno dice niente contro il fatto

        che la Cina proibisca di cercare su web parole

        come "libertà" e "democrazia".

        Tralasciando gli USA un attimo (va tanto di moda

        parlare di loro), possibile che nessuno si senta

        urtato da questo fatto?

        A me sembra invece che la Cina sia di gran lunga
        più odiata e criticata degli USA... i cinesi ci
        tolgono il lavoro, i cinesi fanno fallire la
        nostra industria, i cinesi ci vogliono
        conquistare, i cinesi censuarano, i cinesi
        uccidono... su PI saltano fuori sempre 15
        articoli al mese "contro" la Cina e centinaia di
        commenti (fotocopia) indignati... quindi quando
        dici "Perché tutti criticano USA e non Cina?"...
        a me sembra una grandissima puttanata, tutto
        qui...Oddio... diciamo che la Cina è piuttosto criticata, ma per il motivo sbagliato...Mi spiego meglio, quando i nostri industriali hanno scoperto che far produrre in Cina (ad un quarto del costo) per vendere in occidente (allo stesso prezzo) consentiva di guadagnare molto di più, tutti sono allegramente passati sopra ai diritti umani.Quando poi i cinesi hanno imparato a produrre molte cose autonomamente e a vendercele a prezzo molto più basso di quelle occidentali (come marchio, ma sempre prodotte in Cina...) allora sono saltati fuori i discorsi sulla concorrenza, i posti di lavoro, ecc. ecc. A margine ovviamente sono stati ripescati pure i discorsi dei diritti umani e del lavoro minorile.Tra il resto che la Cina sfruttasse l'esperienza acquisita grazie alla produzione per conto delle società occidentali per iniziare una produzione propria era una cosa del tutto ovvia... Il boom cinese ci sarebbe stato comunque, ma di certo ha avuto un grosso 'incoraggiamento' dal sistema produttivo occidentale. La cosa non necessariamente è sbagliata (mi ricordo che quando si parlava di globalizzazione, uno dei punti a favore era che la globalizzazione stessa poteva servire come motore di sviluppo delle nazioni meno avanzate), ma approfittarne fino a quando fa comodo per poi criticare la cosa quando comodo non lo è più è un atteggiamento ipocrita.
  • Anonimo scrive:
    Re: Parlate male degli americani eh?

    God bless America!america blesses Goldivan
  • ilmusico scrive:
    Quanto avvenuto, dimostra...
    Quanto han fatto i colossi del mondo informatico-internettiano, Microsoft, Google etc, dimostra che i diritti umani scompaiono, di fronte all' interesse economico. E' vero che gli " affari sono affari" ma ...allora che la si smetta di parlare di diritti umani se, come è avvenuto, quelle major dell' informatica mondiale son passate disinvoltamente, sopra tanti crimini commessi (non solo in Cina, se è per questo)contro milioni di persone. Questa, è la cruda realtà. A me pare che i diritti umani siano un ' invenzione del Potere (inteso in senso generale) per illudere le masse popolari di questo pianeta. Basterebbe verificare in quante nazioni, questi fantomatici diritti umani, vengano continuamente calpestati . Anche con la massima violenza , non soltanto fisicamente.Stavo considerando che , alcuni giorni fa, si è commemorato l' Olocausto. A giudicare da quanto avviene attualmente, sembra che quella mostruosità, commessa dai nazisti, non abbia insegnato niente a quanti hanno responsabilità di potere, economico o politico che possa essere. Rispettare concretamente, i diritti umani, dovrebbe essere un imperativo per tutti. Purtroppo, non è così. Son proprio curioso di vedere come andra' a finire, per i giganti del mondo informatico, negli Stati Uniti. Direi che , di materiale sul quale riflettere, ve n'è abbastanza, non credete? Il Musico
  • Sandro kensan scrive:
    patria della *censura totale*
    Vedo che stiamo già correggendo il tiro, da patria della censura, la Cina è diventata patria della censura totale.Intravvedo in queste parole lo spostamento occidentale sul tema "censura", spostamento nella direzione cinese. Quindi si è costretti a cambiare il modo di esprimersi per non passare per ingenui o disinformati.
    • otacu scrive:
      Re: patria della *censura totale*
      - Scritto da: Sandro kensan
      Vedo che stiamo già correggendo il tiro, da
      patria della censura, la Cina è diventata patria
      della censura totale.

      Intravvedo in queste parole lo spostamento
      occidentale sul tema "censura", spostamento nella
      direzione cinese. Quindi si è costretti a
      cambiare il modo di esprimersi per non passare
      per ingenui o disinformati.Un'osservazione corretta. Penso siano in molti ad aver notato un certo "imbarbarimento" degli USA degli ultimi anni. Spero proprio che sia solo una fase temporanea dovuta a questa corrente neo-con.L'europa avrebbe però i mezzi per mantenere una posizione diversa seppure di appoggio.
      • Anonimo scrive:
        Re: patria della *censura totale*

        Un'osservazione corretta. Penso siano in molti ad
        aver notato un certo "imbarbarimento" degli USA
        degli ultimi anni. Spero proprio che sia solo una
        fase temporanea dovuta a questa corrente neo-con.
        L'europa avrebbe però i mezzi per mantenere una
        posizione diversa seppure di appoggio.Bisogna vedere che visone geopolitica uno ha.Io vedo l'Occidente tutto collegato,dall'Europa al Giappone agli Stati uniti.Il problema è il sistema economico globale, un sistema che non regge più.Il vero problema sono i signori della finanza, che agiscono al di fuori di qualsiasi controllo.Cmq vedremo nei prossimi anni.E' previsto da diversi economisti l'arrivo di un nuovo 1929....
  • Anonimo scrive:
    E vorrei pure vedere!
    Si da il caso che la proclamazione d'indipendenza degli Stati Uniti (mi perdonerete se sbaglio) stabilisce il diritto di ciascun essere umano alla libertà e a perseguire la propria felicità e porca puttana lì per fortuna c'è ancora qualcuno che se ne ricorda bene.Se l'america ancora non è solo portaerei atomiche e guantanami lo dobbiamo a queste persone, non certo a Bush e alla sua truce cricca.E allora non poteva essere altrimenti, prima o poi i vari iaù gugol e compagnia bella COMPLICI della repressione della libertà in Cina ne dovranno dare conto maledizione, e pagarne lo scotto.
  • Anonimo scrive:
    La NEGRASSA
    Che fine ha fatto? (newbie)
  • Anonimo scrive:
    Qua siamo alla fiera dell'ipocrisia!!!
    Ma come può il governo americano dire simili cose, loro che sono i primi a buttare la libertà nel water!!! Bush ha appena confessato di aver spiato gli americani, senza autorizzazione.Perchè allora non boicottano la Cina??? Perchè l'hanno fatta entrare nel WTO??? Tutto questo è solo propaganda, schifosa propaganda!!!Carolyn Bartholomew, a capo della commissione per le relazioni sinoamericane, ha voluto ribadire la gravità della situazione: "La Cina utilizza il più potente e sofisticato sistema di controllo dell'informazione mai costruito",Forse la signora si è dimenticata di Echelon e Carnivore, e chissà cos'altro.Voglio vedere se si mette a criticare l'NSA!! Bah, tutti al servizio del Sistema.Ma dopo un pò, non si stufano di leccare??
    • IppatsuMan scrive:
      Re: Qua siamo alla fiera dell'ipocrisia!
      - Scritto da: Anonimo
      Ma come può il governo americano dire simili
      cose, loro che sono i primi a buttare la libertà
      nel water!A me il tutto suona molto come il bue che dà del cornuto al bue (sic).
    • edmd_dant scrive:
      Re: Qua siamo alla fiera dell'ipocrisia!
      Ha parlato il governo(uSA) che ha rifiutato le ispezioni Onu nelle carceri, e che non ha aderito al trattato contro le torture....Piu che ipocrisia la definirei.... para... :|==================================Modificato dall'autore il 03/02/2006 16.34.40
      • Anonimo scrive:
        Ipocrisia ?
        Ipocrisia ? Nemmeno immaginate quello che avviene in Cina....... Quasi nessun Italiano ha capito veramente cosa è accaduto nell'Est Europa negli ultimi 80 anni....e già credete di sapere cosa sta avvenendo ancora più ad Est ? Vi mettete a paragonarlo con l'America ?Leggetevi il Grande Fratello. Orwell lo ha scritto dopo che è tornato dall'Unione Sovietica. E lui ci era andato come attivista di partito, fortemente convinto degli ideali della rivoluzione rossa....Ve ne accorgerete.....La Cina produce un 50% delle sue esportazioni utilizzando i campi di concentramento. Si, quelli usati da Hitler, copiati pari pari dai lager su larga scala inventati da Lenin, successivamente perfezionati in modo diabolico da Stalin.... Non si tratta delle fabbriche della Nestlè in Africa, dove si è sottopagati e licenziati non appena non si è più produttivi... Qui si tratta del lavoro fino all'eliminazione fisica... vi siete chiesti perchè oggi il botulino (sostanza a base di grasso animale che oggi si usa in chirurgia plastica per rendere più carnose le labbra delle donne) costi così poco ? E' la Cina ad esportarlo. E lo prende dai campi di concentramento-fabbriche dove si rastrellano quelli che non sono più in grado di lavorare e senza tanti complimenti gli si spara nella nuca, si attacca il poveraccio ad una macchina che lo mantiene in coma (per farlo rimanere fresco) e poi lo si trasferisce in un luogo specializzato, dove il condannato viene "smontato", gli organi venduti ed il botulino estratto.....Non sapete fare altro che prendervela con Bush !! Forse è uno dei peggiori presidenti che l'America abbia avuto, ma non per questo si deve perdere la cognizione della realtà: qualunque presidente di qualunque nazione civile si sarebbe indignato del collaborazionismo con un paese profondamente totalitario. Se credete che mettere la Cina nel WTO sia stato altrettanto grave chiedetevi perchè l'ONU ha messo a capo della commisisone per i diritti umani dei paesi in cui esiste ancora, per legge, la SCHIAVITU'..........POLITICA, affari, nel migliore dei casi la speranza che lasciando affacciare un paese alla società delle nazioni, qualcosa cambi....Non c'è nulla di più conformista che prendersela con tutta l'America senza distinguerla dall'amministrazione BUSH....Qui lo scontro non è di civiltà, è di libertà.Voi non sapete cosa vuole dire addormentarsi la sera e non sapere se qualcuno di verrà a deportare nella notte..... eppure è storia contemporanea.....Quale è l'alternativa al Capitalismo ? I vostri luoghi comuni ??Ma pensate un pò con la vostra testa !!!!!!
        • edmd_dant scrive:
          Re: Ipocrisia ?
          - Scritto da: Anonimo
          Ipocrisia ? Nemmeno immaginate quello che avviene
          in Cina.......
          Quasi nessun Italiano ha capito veramente cosa è
          accaduto nell'Est Europa negli ultimi 80
          anni....e già credete di sapere cosa sta
          avvenendo ancora più ad Est ? Vi mettete a
          paragonarlo con l'America ?

          Leggetevi il Grande Fratello. Orwell lo ha
          scritto dopo che è tornato dall'Unione Sovietica.
          E lui ci era andato come attivista di partito,
          fortemente convinto degli ideali della
          rivoluzione rossa....

          Ve ne accorgerete.....

          La Cina produce un 50% delle sue esportazioni
          utilizzando i campi di concentramento.

          Si, quelli usati da Hitler, copiati pari pari dai
          lager su larga scala inventati da Lenin,
          successivamente perfezionati in modo diabolico da
          Stalin....

          Non si tratta delle fabbriche della Nestlè in
          Africa, dove si è sottopagati e licenziati non
          appena non si è più produttivi...
          Qui si tratta del lavoro fino all'eliminazione
          fisica... vi siete chiesti perchè oggi il
          botulino (sostanza a base di grasso animale che
          oggi si usa in chirurgia plastica per rendere più
          carnose le labbra delle donne) costi così poco ?
          E' la Cina ad esportarlo. E lo prende dai campi
          di concentramento-fabbriche dove si rastrellano
          quelli che non sono più in grado di lavorare e
          senza tanti complimenti gli si spara nella nuca,
          si attacca il poveraccio ad una macchina che lo
          mantiene in coma (per farlo rimanere fresco) e
          poi lo si trasferisce in un luogo specializzato,
          dove il condannato viene "smontato", gli organi
          venduti ed il botulino estratto.....

          Non sapete fare altro che prendervela con Bush !!
          Forse è uno dei peggiori presidenti che l'America
          abbia avuto, ma non per questo si deve perdere la
          cognizione della realtà: qualunque presidente di
          qualunque nazione civile si sarebbe indignato del
          collaborazionismo con un paese profondamente
          totalitario.

          Se credete che mettere la Cina nel WTO sia stato
          altrettanto grave chiedetevi perchè l'ONU ha
          messo a capo della commisisone per i diritti
          umani dei paesi in cui esiste ancora, per legge,
          la SCHIAVITU'..........

          POLITICA, affari, nel migliore dei casi la
          speranza che lasciando affacciare un paese alla
          società delle nazioni, qualcosa cambi....

          Non c'è nulla di più conformista che prendersela
          con tutta l'America senza distinguerla
          dall'amministrazione BUSH....

          Qui lo scontro non è di civiltà, è di libertà.
          Voi non sapete cosa vuole dire addormentarsi la
          sera e non sapere se qualcuno di verrà a
          deportare nella notte..... eppure è storia
          contemporanea.....

          Quale è l'alternativa al Capitalismo ? I vostri
          luoghi comuni ??

          Ma pensate un pò con la vostra testa !!!!!!chiu pilu pe tutti !! chiu pilu pe tutti !!piu Minchiate per tutti....campi di concentramento? chiedi alle ditte Usa...veloce a pensare, tardo a risponderePs:Uno dei più grandi esperimenti avvenne nel settembre 1950, quando la Marina segretamente vaporizzò nella baia di San Francisco una nube di batteri di Serratia marcescens. Più tardi, la Marina ha dichiarato che i batteri usati nell?attacco simulato erano innocui, ma molti residenti presentarono sintomi tipici della polmonite (i casi erano 5-10 volte maggiori rispetto al solito) e qualcuno morì. Sebbene l?esercito abbia dichiarato di non aver dato seguito a studi su questo esperimento, uno studio esiste e dimostra che quasi l?intera popolazione, circa 800.000 persone, fu infettata dal microrganismo. L?esperimento dimostrava che una grande città americana non aveva mezzi per difendersi da una contaminazione di massa provocata da germi trasportati dal vento.Nel 1955, nell?area di Tampa Bay (Florida) si verificò un clamoroso aumento di casi di pertosse, incluse dodici morti, che i più informati associano ad un test di guerra biologica. I dettagli del test sono ancora classificati.Tra il 1956 e il 1958 sulle comunità afro-americane di Savannah (Georgia) e Avon Park (Florida), si liberarono sciami di zanzare, sia a livello del suolo che da aeroplani ed elicotteri, tipica tecnica dell?Unità 731. Molti abitanti si ammalarono, alcuni morirono. Successivamente, personale dell?Esercito, facendosi passare per ufficiali pubblici della Sanità, sottoponevano ad indagine le vittime e quindi sparivano. E? stato teorizzato che le zanzare fossero infette di febbre gialla. Comunque, i risultati dei test sono ancora top secret.Con l?identico scopo di verificare la vulnerabilità delle città ad una aggressione batteriologica, dal 7 al 10 giugno 1966 l?Esercito diffuse il Bacillus subtilis nel sistema della metropolitana di New York. I risultati mostrarono che l?intero sistema di tunnel sotterranei poteva essere infettato mediante il rilascio in una sola stazione, a causa del vento creato dai treni. Sebbene non siano noti effetti nocivi per questa diffusione, fu calcolato che quell?attacco infettò oltre un milione di persone.Altri esperimenti riguardarono Minneapolis. Furono camuffati come ?test dello schermo di fumo?, perché ai residenti fu detto che si stava testando un fumo innocuo che nascondesse le città ai missili a guida radar.Nel 1969 il Presidente Nixon intimò che ogni attività di ricerca e produzione di armi biologiche fosse interrotta. Nel 1977, per la prima volta, l?Esercito ha ammesso di aver condotto, dalla Seconda Guerra Mondiale, centinaia di esperimenti di guerra biologica, compresi test che avevano come obiettivo popolazioni civili.In base ai documenti declassificati, cioè su cui è stato tolto il segreto, sappiamo ora che il Pentagono sperimentò, negli anni compresi fra il 1962 e il 1971, aggressivi chimici e biologici su almeno 5.500 soldati americani. La notizia, riferita da The New York Times all?inizio di ottobre del 2002, suscitò molto clamore, vista la coincidenza con le accuse all?Iraq di possedere queste stesse armi e di voler combattere una guerra contro chi pensa di utilizzarle. Ora i veterani potrebbero esigere un risarcimento per eventuali conseguenze negative sulla salute. I test si svolsero a terra in Alaska, nelle Hawaii, nel Maryland e in Florida. Vennero testati gas nervini, come il Sarin e il VX, e tossine biologiche. .Tutta l?inchiesta la potete trovare su www.nipponico.com/unita731 ==================================Modificato dall'autore il 04/02/2006 12.40.48
          • Anonimo scrive:
            Re: Ipocrisia ?
            - Scritto da: edmd_dant
            - Scritto da: Anonimo

            Ipocrisia ? Nemmeno immaginate quello che
            avviene

            in Cina.......

            Quasi nessun Italiano ha capito veramente cosa è

            accaduto nell'Est Europa negli ultimi 80

            anni....e già credete di sapere cosa sta

            avvenendo ancora più ad Est ? Vi mettete a

            paragonarlo con l'America ?



            Leggetevi il Grande Fratello. Orwell lo ha

            scritto dopo che è tornato dall'Unione
            Sovietica.

            E lui ci era andato come attivista di partito,

            fortemente convinto degli ideali della

            rivoluzione rossa....



            Ve ne accorgerete.....



            La Cina produce un 50% delle sue esportazioni

            utilizzando i campi di concentramento.



            Si, quelli usati da Hitler, copiati pari pari
            dai

            lager su larga scala inventati da Lenin,

            successivamente perfezionati in modo diabolico
            da

            Stalin....



            Non si tratta delle fabbriche della Nestlè in

            Africa, dove si è sottopagati e licenziati non

            appena non si è più produttivi...

            Qui si tratta del lavoro fino all'eliminazione

            fisica... vi siete chiesti perchè oggi il

            botulino (sostanza a base di grasso animale che

            oggi si usa in chirurgia plastica per rendere
            più

            carnose le labbra delle donne) costi così poco
            ?

            E' la Cina ad esportarlo. E lo prende dai campi

            di concentramento-fabbriche dove si rastrellano

            quelli che non sono più in grado di lavorare e

            senza tanti complimenti gli si spara nella nuca,

            si attacca il poveraccio ad una macchina che lo

            mantiene in coma (per farlo rimanere fresco) e

            poi lo si trasferisce in un luogo specializzato,

            dove il condannato viene "smontato", gli organi

            venduti ed il botulino estratto.....



            Non sapete fare altro che prendervela con Bush
            !!

            Forse è uno dei peggiori presidenti che
            l'America

            abbia avuto, ma non per questo si deve perdere
            la

            cognizione della realtà: qualunque presidente di

            qualunque nazione civile si sarebbe indignato
            del

            collaborazionismo con un paese profondamente

            totalitario.



            Se credete che mettere la Cina nel WTO sia stato

            altrettanto grave chiedetevi perchè l'ONU ha

            messo a capo della commisisone per i diritti

            umani dei paesi in cui esiste ancora, per legge,

            la SCHIAVITU'..........



            POLITICA, affari, nel migliore dei casi la

            speranza che lasciando affacciare un paese alla

            società delle nazioni, qualcosa cambi....



            Non c'è nulla di più conformista che prendersela

            con tutta l'America senza distinguerla

            dall'amministrazione BUSH....



            Qui lo scontro non è di civiltà, è di libertà.

            Voi non sapete cosa vuole dire addormentarsi la

            sera e non sapere se qualcuno di verrà a

            deportare nella notte..... eppure è storia

            contemporanea.....



            Quale è l'alternativa al Capitalismo ? I vostri

            luoghi comuni ??



            Ma pensate un pò con la vostra testa !!!!!!

            chiu pilu pe tutti !! chiu pilu pe tutti !!

            piu Minchiate per tutti....
            campi di concentramento? chiedi alle ditte Usa...

            veloce a pensare, tardo a rispondere

            Ps:
            Uno dei più grandi esperimenti avvenne nel
            settembre 1950, quando la Marina segretamente
            vaporizzò nella baia di San Francisco una nube di
            batteri di Serratia marcescens. Più tardi, la
            Marina ha dichiarato che i batteri usati
            nell?attacco simulato erano innocui, ma molti
            residenti presentarono sintomi tipici della
            polmonite (i casi erano 5-10 volte maggiori
            rispetto al solito) e qualcuno morì. Sebbene
            l?esercito abbia dichiarato di non aver dato
            seguito a studi su questo esperimento, uno studio
            esiste e dimostra che quasi l?intera popolazione,
            circa 800.000 persone, fu infettata dal
            microrganismo. L?esperimento dimostrava che una
            grande città americana non aveva mezzi per
            difendersi da una contaminazione di massa
            provocata da germi trasportati dal vento.
            Nel 1955, nell?area di Tampa Bay (Florida) si
            verificò un clamoroso aumento di casi di
            pertosse, incluse dodici morti, che i più
            informati associano ad un test di guerra
            biologica. I dettagli del test sono ancora
            classificati.
            Tra il 1956 e il 1958 sulle comunità
            afro-americane di Savannah (Georgia) e Avon Park
            (Florida), si liberarono sciami di zanzare, sia a
            livello del suolo che da aeroplani ed elicotteri,
            tipica tecnica dell?Unità 731. Molti abitanti si
            ammalarono, alcuni morirono. Successivamente,
            personale dell?Esercito, facendosi passare per
            ufficiali pubblici della Sanità, sottoponevano ad
            indagine le vittime e quindi sparivano. E? stato
            teorizzato che le zanzare fossero infette di
            febbre gialla. Comunque, i risultati dei test
            sono ancora top secret.
            Con l?identico scopo di verificare la
            vulnerabilità delle città ad una aggressione
            batteriologica, dal 7 al 10 giugno 1966
            l?Esercito diffuse il Bacillus subtilis nel
            sistema della metropolitana di New York. I
            risultati mostrarono che l?intero sistema di
            tunnel sotterranei poteva essere infettato
            mediante il rilascio in una sola stazione, a
            causa del vento creato dai treni. Sebbene non
            siano noti effetti nocivi per questa diffusione,
            fu calcolato che quell?attacco infettò oltre un
            milione di persone.
            Altri esperimenti riguardarono Minneapolis.
            Furono camuffati come ?test dello schermo di
            fumo?, perché ai residenti fu detto che si stava
            testando un fumo innocuo che nascondesse le città
            ai missili a guida radar.
            Nel 1969 il Presidente Nixon intimò che ogni
            attività di ricerca e produzione di armi
            biologiche fosse interrotta. Nel 1977, per la
            prima volta, l?Esercito ha ammesso di aver
            condotto, dalla Seconda Guerra Mondiale,
            centinaia di esperimenti di guerra biologica,
            compresi test che avevano come obiettivo
            popolazioni civili.
            In base ai documenti declassificati, cioè su cui
            è stato tolto il segreto, sappiamo ora che il
            Pentagono sperimentò, negli anni compresi fra il
            1962 e il 1971, aggressivi chimici e biologici su
            almeno 5.500 soldati americani. La notizia,
            riferita da The New York Times all?inizio di
            ottobre del 2002, suscitò molto clamore, vista la
            coincidenza con le accuse all?Iraq di possedere
            queste stesse armi e di voler combattere una
            guerra contro chi pensa di utilizzarle. Ora i
            veterani potrebbero esigere un risarcimento per
            eventuali conseguenze negative sulla salute. I
            test si svolsero a terra in Alaska, nelle Hawaii,
            nel Maryland e in Florida. Vennero testati gas
            nervini, come il Sarin e il VX, e tossine
            biologiche. .

            Tutta l?inchiesta la potete trovare su
            www.nipponico.com/unita731








            ==================================
            Modificato dall'autore il 04/02/2006 12.40.48La tua, più che una ris
        • Anonimo scrive:
          Re: Ipocrisia ?
          Non riuscirai mai a tirare fuori da un compagno un seppur minimo barlume di ragionamento.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ipocrisia ?

            Non riuscirai mai a tirare fuori da un compagno un
            seppur minimo barlume di ragionamento.Sei stata una degna risposta !! (sono quello che a cui hai risposto)Ti dico questa, allora.Ho chiesto, proprio l'altro giorno, ad un mio amico se lui è comunista. Sai cosa mi ha risposto ? "No, non sono comunista, non ho abbasanza soldi, sono solo di sinistra"....E quando ritorno in facoltà a Lettere e vedo i marmi e le vecchie librerie in legno scritte con gli spray per ineggiare alla rivoluzione e c'è il solito crocicchio di fanc***isti che ti rifila la colazione sociale mi domando: ma a questi, i soldi per studiare, gli crescono nell'orto ?? Io se non mi sbrigavo a finire gli studi i miei mi scannavano !!
  • Farlocco scrive:
    Senti chi parla
    Ma non è il governo americano il primo a scendere a patti col mostro cinese?Con che autorità morale baccehtta Yahoo, MS e Google?
    • Anonimo scrive:
      Re: Senti chi parla
      Evidentemente nell'amministrazione Bush ci sarà chi legge PI
    • IL RE DEI TROLL scrive:
      Re: Senti chi parla
      - Scritto da: Farlocco
      Ma non è il governo americano il primo a scendere
      a patti col mostro cinese?
      Con che autorità morale baccehtta Yahoo, MS e
      Google?piu' che altro e' il governo USA che vuole la bancha dati di google...bush fa il finto moralista per bacchettare google che non glie lo ha fornito!
      • Anonimo scrive:
        Re: Senti chi parla
        - Scritto da: IL RE DEI TROLL

        - Scritto da: Farlocco

        Ma non è il governo americano il primo a
        scendere

        a patti col mostro cinese?

        Con che autorità morale baccehtta Yahoo, MS e

        Google?

        piu' che altro e' il governo USA che vuole la
        bancha dati di google...bush fa il finto
        moralista per bacchettare google che non glie lo
        ha fornito!Bhè diciamo che la Cina censura a monte giusto per star tranquilli...in America liberi di fare quello che si vuole finchè non si pestano i piedi a qualcuno e allora ti vengono a prendere.E' perfino più subdolo perchè in Cina sei sicuro che ti stanno censurando quindi agisci di conseguenza. Negli USA quando meno te lo aspetti...e nessuno viene a sapere nulla.
        • Anonimo scrive:
          Re: Senti chi parla
          Ipocrisia dell'America verso la Cina ? In questo forum tutti criticano l'America, quasi nessuno la Cina........E' come un coretto parrocchiale che intona l'unico motivetto che conosce.....Nemmeno immaginate quello che avviene in Cina....... Quasi nessun Italiano ha capito veramente cosa è accaduto nell'Est Europa negli ultimi 80 anni....e già credete di sapere cosa sta avvenendo ancora più ad Est ? Vi mettete a paragonarlo con l'America ?Leggetevi il Grande Fratello. Orwell lo ha scritto dopo che è tornato dall'Unione Sovietica. E lui ci era andato come attivista di partito, fortemente convinto degli ideali della rivoluzione rossa....Ve ne accorgerete.....La Cina produce un 50% delle sue esportazioni utilizzando i campi di concentramento. Si, quelli usati da Hitler, copiati pari pari dai lager su larga scala inventati da Lenin, successivamente perfezionati in modo diabolico da Stalin.... Non si tratta delle fabbriche della Nestlè in Africa, dove si è sottopagati e licenziati non appena non si è più produttivi... Qui si tratta del lavoro fino all'eliminazione fisica... vi siete chiesti perchè oggi il botulino (sostanza a base di grasso animale che oggi si usa in chirurgia plastica per rendere più carnose le labbra delle donne) costi così poco ? E' la Cina ad esportarlo. E lo prende dai campi di concentramento-fabbriche dove si rastrellano quelli che non sono più in grado di lavorare e senza tanti complimenti gli si spara nella nuca, si attacca il poveraccio ad una macchina che lo mantiene in coma (per farlo rimanere fresco) e poi lo si trasferisce in un luogo specializzato, dove il condannato viene "smontato", gli organi venduti ed il botulino estratto.....Non sapete fare altro che prendervela con Bush !! Forse è uno dei peggiori presidenti che l'America abbia avuto, ma non per questo si deve perdere la cognizione della realtà: qualunque presidente di qualunque nazione civile si sarebbe indignato del collaborazionismo con un paese profondamente totalitario. Se credete che mettere la Cina nel WTO sia stato altrettanto grave chiedetevi perchè l'ONU ha messo a capo della commisisone per i diritti umani dei paesi in cui esiste ancora, per legge, la SCHIAVITU'..........POLITICA, affari, nel migliore dei casi la speranza che lasciando affacciare un paese alla società delle nazioni, qualcosa cambi....Non c'è nulla di più conformista che prendersela con tutta l'America senza distinguerla dall'amministrazione BUSH....Qui lo scontro non è di civiltà, è di libertà.Voi non sapete cosa vuole dire addormentarsi la sera e non sapere se qualcuno di verrà a deportare nella notte..... eppure è storia contemporanea.....Quale è l'alternativa al Capitalismo ? I vostri luoghi comuni ??Ma pensate un pò con la vostra testa !!!!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: Senti chi parla
            - Scritto da: Anonimo
            Ipocrisia dell'America verso la Cina ?

            In questo forum tutti criticano l'America, quasi
            nessuno la Cina........

            E' come un coretto parrocchiale che intona
            l'unico motivetto che conosce.....

            Nemmeno immaginate quello che avviene in
            Cina.......
            Quasi nessun Italiano ha capito veramente cosa è
            accaduto nell'Est Europa negli ultimi 80
            anni....e già credete di sapere cosa sta
            avvenendo ancora più ad Est ? Vi mettete a
            paragonarlo con l'America ?

            Leggetevi il Grande Fratello. Orwell lo ha
            scritto dopo che è tornato dall'Unione Sovietica.
            E lui ci era andato come attivista di partito,
            fortemente convinto degli ideali della
            rivoluzione rossa....

            Ve ne accorgerete.....

            La Cina produce un 50% delle sue esportazioni
            utilizzando i campi di concentramento.

            Si, quelli usati da Hitler, copiati pari pari dai
            lager su larga scala inventati da Lenin,
            successivamente perfezionati in modo diabolico da
            Stalin....

            Non si tratta delle fabbriche della Nestlè in
            Africa, dove si è sottopagati e licenziati non
            appena non si è più produttivi...
            Qui si tratta del lavoro fino all'eliminazione
            fisica... vi siete chiesti perchè oggi il
            botulino (sostanza a base di grasso animale che
            oggi si usa in chirurgia plastica per rendere più
            carnose le labbra delle donne) costi così poco ?
            E' la Cina ad esportarlo. E lo prende dai campi
            di concentramento-fabbriche dove si rastrellano
            quelli che non sono più in grado di lavorare e
            senza tanti complimenti gli si spara nella nuca,
            si attacca il poveraccio ad una macchina che lo
            mantiene in coma (per farlo rimanere fresco) e
            poi lo si trasferisce in un luogo specializzato,
            dove il condannato viene "smontato", gli organi
            venduti ed il botulino estratto.....

            Non sapete fare altro che prendervela con Bush !!
            Forse è uno dei peggiori presidenti che l'America
            abbia avuto, ma non per questo si deve perdere la
            cognizione della realtà: qualunque presidente di
            qualunque nazione civile si sarebbe indignato del
            collaborazionismo con un paese profondamente
            totalitario.

            Se credete che mettere la Cina nel WTO sia stato
            altrettanto grave chiedetevi perchè l'ONU ha
            messo a capo della commisisone per i diritti
            umani dei paesi in cui esiste ancora, per legge,
            la SCHIAVITU'..........

            POLITICA, affari, nel migliore dei casi la
            speranza che lasciando affacciare un paese alla
            società delle nazioni, qualcosa cambi....

            Non c'è nulla di più conformista che prendersela
            con tutta l'America senza distinguerla
            dall'amministrazione BUSH....

            Qui lo scontro non è di civiltà, è di libertà.
            Voi non sapete cosa vuole dire addormentarsi la
            sera e non sapere se qualcuno di verrà a
            deportare nella notte..... eppure è storia
            contemporanea.....

            Quale è l'alternativa al Capitalismo ? I vostri
            luoghi comuni ??

            Ma pensate un pò con la vostra testa !!!!!!link?
    • Anonimo scrive:
      Re: Senti chi parla
      - Scritto da: Farlocco
      Ma non è il governo americano il primo a scendere
      a patti col mostro cinese?
      Con che autorità morale baccehtta Yahoo, MS e
      Google?il governo non è UNA persona.quindi *quella* parte di governo lo fa
      • Anonimo scrive:
        Re: Senti chi parla
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Farlocco

        Ma non è il governo americano il primo a
        scendere

        a patti col mostro cinese?

        Con che autorità morale baccehtta Yahoo, MS e

        Google?

        il governo non è UNA persona.

        quindi *quella* parte di governo lo faIMPARA LA POLITICA E COME FUNZIONA.... IL GOVERNO E' ESPRESSIONE DI UNA VOLONTA POLITICA, DUNQUE O E' REPUBBLICANO O DEMOCRATICO...TU CONFONDI IL GOVERNO CON IL PARLAMENTO!
        • Anonimo scrive:
          Re: Senti chi parla
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Farlocco


          Ma non è il governo americano il primo a

          scendere


          a patti col mostro cinese?


          Con che autorità morale baccehtta Yahoo, MS e


          Google?



          il governo non è UNA persona.



          quindi *quella* parte di governo lo fa

          IMPARA LA POLITICA E COME FUNZIONA.... IL GOVERNO
          E' ESPRESSIONE DI UNA VOLONTA POLITICA, DUNQUE O
          E' REPUBBLICANO O DEMOCRATICO...TU CONFONDI IL
          GOVERNO CON IL PARLAMENTO!è arrivato...il governo non è nè repubblicano nè democratico ( che tra l'altro n si capisce per quale motivo debbano essere in antitesi).E' lo stato a definirsi prima di tutto come democrazia o altro tipo di regime liberale o illiberale.Basta leggere l'art. 1 della Costituzione:"L'Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro". Italia inteso come StatoRepubblica democratica ma anche parlamentare poichè l'esercizio del potere legislativo è dato dalla rappresentanza parlamentare; e quindi non sn in antitesi tra loro.La distinzione sarebbe potuta essere forma di governo parlamentare o presidenziale ( come avviene ad es. nella stragrande maggioranza degli Stati che compongono le Americhe).Quindi prima di lanciare avvisi e anatemi in maiuscolo, sarebbe auspicabile leggersi le + basilari nozioni di diritto pubblico/costituzionale, onde evitare di scrivere delle stupidaggini....
          • Anonimo scrive:
            Re: Senti chi parla
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: Farlocco



            Ma non è il governo americano il primo a


            scendere



            a patti col mostro cinese?



            Con che autorità morale baccehtta Yahoo, MS
            e



            Google?





            il governo non è UNA persona.





            quindi *quella* parte di governo lo fa



            IMPARA LA POLITICA E COME FUNZIONA.... IL
            GOVERNO

            E' ESPRESSIONE DI UNA VOLONTA POLITICA, DUNQUE
            O

            E' REPUBBLICANO O DEMOCRATICO...TU CONFONDI IL

            GOVERNO CON IL PARLAMENTO!


            è arrivato...

            il governo non è nè repubblicano nè democratico (
            che tra l'altro n si capisce per quale motivo
            debbano essere in antitesi).

            E' lo stato a definirsi prima di tutto come
            democrazia o altro tipo di regime liberale o
            illiberale.

            Basta leggere l'art. 1 della Costituzione:
            "L'Italia è una Repubblica democratica, fondata
            sul lavoro".
            Italia inteso come Stato

            Repubblica democratica ma anche parlamentare
            poichè l'esercizio del potere legislativo è dato
            dalla rappresentanza parlamentare; e quindi non
            sn in antitesi tra loro.

            La distinzione sarebbe potuta essere forma di
            governo parlamentare o presidenziale ( come
            avviene ad es. nella stragrande maggioranza degli
            Stati che compongono le Americhe).




            Quindi prima di lanciare avvisi e anatemi in
            maiuscolo, sarebbe auspicabile leggersi le +
            basilari nozioni di diritto
            pubblico/costituzionale, onde evitare di scrivere
            delle stupidaggini....ehm...credo che si riferisse alla maggioranza al governo in america... di solito è democratica o repubblicana (si chiamano così i rispettivi partiti... :P )diciamo che l'orario gioca in tuo favore, ma anche tu non ci hai fatto una bella figura...ad majora! :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Senti chi parla
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: Anonimo







            - Scritto da: Farlocco




            Ma non è il governo americano il primo a



            scendere




            a patti col mostro cinese?




            Con che autorità morale baccehtta Yahoo,
            MS

            e




            Google?







            il governo non è UNA persona.







            quindi *quella* parte di governo lo fa





            IMPARA LA POLITICA E COME FUNZIONA.... IL

            GOVERNO


            E' ESPRESSIONE DI UNA VOLONTA POLITICA,
            DUNQUE

            O


            E' REPUBBLICANO O DEMOCRATICO...TU CONFONDI IL


            GOVERNO CON IL PARLAMENTO!





            è arrivato...



            il governo non è nè repubblicano nè democratico
            (

            che tra l'altro n si capisce per quale motivo

            debbano essere in antitesi).



            E' lo stato a definirsi prima di tutto come

            democrazia o altro tipo di regime liberale o

            illiberale.



            Basta leggere l'art. 1 della Costituzione:

            "L'Italia è una Repubblica democratica, fondata

            sul lavoro".

            Italia inteso come Stato



            Repubblica democratica ma anche parlamentare

            poichè l'esercizio del potere legislativo è dato

            dalla rappresentanza parlamentare; e quindi non

            sn in antitesi tra loro.



            La distinzione sarebbe potuta essere forma di

            governo parlamentare o presidenziale ( come

            avviene ad es. nella stragrande maggioranza
            degli

            Stati che compongono le Americhe).









            Quindi prima di lanciare avvisi e anatemi in

            maiuscolo, sarebbe auspicabile leggersi le +

            basilari nozioni di diritto

            pubblico/costituzionale, onde evitare di
            scrivere

            delle stupidaggini....

            ehm...

            credo che si riferisse alla maggioranza al
            governo in america... di solito è democratica o
            repubblicana (si chiamano così i rispettivi
            partiti... :P )

            diciamo che l'orario gioca in tuo favore, ma
            anche tu non ci hai fatto una bella figura...

            ad majora! :Dmi correggo:avrei dovuto scrivere U.S.A. piuttosto che america, scusate l'imprecisione! :D:P
  • puffetta scrive:
    Le ritiche non bastano
    ora ci vogliono i fatti!Washington dovrebbe sanzionare certi comportamenti specialmente a fronte di certe ipocrite dichiarazioni: < I portavoce del gigante di Redmond dichiarano che "in veste di leader globali nella forniture di servizi Internet, siamo estremamente preoccupati dei fatti che hanno causato l'interessamento del governo statunitense"
    Significa che finchè non si è interessata l'amministrazione di Washington, quelli di Redmond erano all'oscuro di quello che facevano!Bill, ma mi faccia il favore!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Le ritiche non bastano
      - Scritto da: puffetta
      ora ci vogliono i fatti!

      Washington dovrebbe sanzionare certi
      comportamenti specialmente a fronte di certe
      ipocrite dichiarazioni:

      < I portavoce del gigante di Redmond dichiarano
      che "in veste di leader globali nella forniture
      di servizi Internet, siamo estremamente
      preoccupati dei fatti che hanno causato
      l'interessamento del governo statunitense"


      Significa che finchè non si è interessata
      l'amministrazione di Washington, quelli di
      Redmond erano all'oscuro di quello che facevano!

      Bill, ma mi faccia il favore!!!!li sanzioneranno come quando hanno l'antitrust ha sanzionato la MS...cioè n facendo praticamente nulla :)
  • Anonimo scrive:
    LIBERTA' D' ESPRESSIONE IN USA?
    Cos' è? Una Barzelletta?In USA ti arrestano per una maglietta con stampato sopra il numero dei morti USA nella guera in Irak.
    • Anonimo scrive:
      Re: LIBERTA' D' ESPRESSIONE IN USA?
      - Scritto da: Anonimo
      Cos' è? Una Barzelletta?
      In USA ti arrestano per una maglietta con
      stampato sopra il numero dei morti USA nella
      guera in Irak.Già poi Freedom of House ha il coraggio di metterci al 77 ° posto per quanto riguarda la libertà d'espressione , ma anche loro se continuano così , ti assicuro che ti batteranno ! ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: LIBERTA' D' ESPRESSIONE IN USA?
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Cos' è? Una Barzelletta?

        In USA ti arrestano per una maglietta con

        stampato sopra il numero dei morti USA nella

        guera in Irak.
        Già poi Freedom of House ha il coraggio di
        metterci al 77 ° posto per quanto riguarda la
        libertà d'espressione , ma anche loro se
        continuano così , ti assicuro che ti batteranno !
        ;)In effetti dovrebbero metterci al 177°
    • Anonimo scrive:
      Re: LIBERTA' D' ESPRESSIONE IN USA?
      - Scritto da: Anonimo
      Cos' è? Una Barzelletta?
      In USA ti arrestano per una maglietta con
      stampato sopra il numero dei morti USA nella
      guera in Irak.concordo; popolo di robottini consumatori;spesso e volentieri applicano il pragmatismo all'idiozia...lasciamo perdere va
      • Anonimo scrive:
        Re: LIBERTA' D' ESPRESSIONE IN USA?
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Cos' è? Una Barzelletta?

        In USA ti arrestano per una maglietta con

        stampato sopra il numero dei morti USA nella

        guera in Irak.

        concordo;
        popolo di robottini consumatori;
        spesso e volentieri applicano il pragmatismo
        all'idiozia...
        lasciamo perdere vabhe dai almeno loro sono più avanzati (visto che sono robottini) tecnologicamente rispetto aglli italiani che sono una massa di pecoroni :P
      • Anonimo scrive:
        Re: LIBERTA' D' ESPRESSIONE IN USA?
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Cos' è? Una Barzelletta?

        In USA ti arrestano per una maglietta con

        stampato sopra il numero dei morti USA nella

        guera in Irak.

        concordo;
        popolo di robottini consumatori;
        spesso e volentieri applicano il pragmatismo
        all'idiozia...
        lasciamo perdere vaNon mi sembra che noi italiani e in genere europei stiamo messi meglio. Siamo nel villaggio globale tutti robottini e consumatori, immersi in una ipocrita democrazia, che impone il pensiero unico secondo il vento che tira. Almeno gli USA hanno l'atomica, gli scudi protonici e gli spioni intergalattici con cui alla peggio possono bombardare chi gli da fastidio, e non vogliono che altri li abbiano. Noi come italiani non abbiamo nulla nè risorse naturali, nè difese di alcun genere, e se prima qui c'erano almeno i cosidetti cervelli ora grazie a riforme infauste della scuola da parte di tutti i governi nessuno escluso, sinistra e destra, ora non abbiamo più nemmeno quelli. Il deserto avanza ma pochi ne hanno consapevolezza.
    • Anonimo scrive:
      Re: LIBERTA' D' ESPRESSIONE IN USA?
      E' vero, anche gli negli stati uniti non eà che ci sia la massima dlibertaà di parola ultimamente (ovvero dal tempo di Re Giorgio) ma in cina sono messi INFINITAMENTE peggio.E se la cina diventerà nazione egemone, come pare si appresti a diventarlo, fara' quello che le pare, esattamente come stanno facendo gli americani.Sono che negli stati uniti c'e' uno straccio di democrazia, ancorche' viziata dalle lobby indistriali, in cina c'e' un regime oppressivo e corrotto.
      • Anonimo scrive:
        Re: LIBERTA' D' ESPRESSIONE IN USA?
        - Scritto da: Anonimo
        E' vero, anche gli negli stati uniti non eà che
        ci sia la massima dlibertaà di parola ultimamente
        (ovvero dal tempo di Re Giorgio) ma in cina sono
        messi INFINITAMENTE peggio.
        E se la cina diventerà nazione egemone, come pare
        si appresti a diventarlo, fara' quello che le
        pare, esattamente come stanno facendo gli
        americani.
        Sono che negli stati uniti c'e' uno straccio di
        democrazia, ancorche' viziata dalle lobby
        indistriali, in cina c'e' un regime oppressivo e
        corrotto.Però, almeno fino ad ora, la Cina non ha mai invaso nesuno, non fa guerre di "liberazione" in giro per il mondo, e non ha lanciato ATOMICHE sulle città.
        • Anonimo scrive:
          Re: LIBERTA' D' ESPRESSIONE IN USA?


          Sono che negli stati uniti c'e' uno straccio di

          democrazia, ancorche' viziata dalle lobby

          indistriali, in cina c'e' un regime oppressivo e

          corrotto.a me sembra che la democrazia debba cambiare nome, solo se troveremo il nome giusto potremo identificarla con quello che e' realmente, attualmente la idealizziamo, il sentimento ci offusca la vista.
          Però, almeno fino ad ora, la Cina non ha mai
          invaso nesuno, non fa guerre di "liberazione" in
          giro per il mondo, e non ha lanciato ATOMICHE
          sulle città.Un tizio, credo si chiami dalai lama, va ancora cercando casa.Sono famosi da decenni i test nucleari sotteranei cinesi, di riserve credo ne abbiano molte, spero non le stiano ancora ingrossando.Se la cina recuperasse la memoria storica e culturale potrebbe rivaleggiare con la ex cultura italiana e porre le fondamenta per un nuovo rinascimento, di che tipo dipendera' dallo sviluppo indirizzato dalle mega corporation, come sappiamo, pero', queste sono un pochino ultrapsicopatiche ...
        • otacu scrive:
          Re: LIBERTA' D' ESPRESSIONE IN USA?

          Però, almeno fino ad ora, la Cina non ha mai
          invaso nesuno, non fa guerre di "liberazione" in
          giro per il mondo, e non ha lanciato ATOMICHE
          sulle città.Pacifici cinesi eh?Tibet e Vietnam dove li mettiamo?
          • Anonimo scrive:
            Re: LIBERTA' D' ESPRESSIONE IN USA?

            Tibet e Vietnam dove li mettiamo?ehm il problema del vietnam non mi sembra che sia stata la cina e se era cosi' e il rimedio e' stato il napalm o l'agente orange forse era meglio il male della medicinaper quel che riguarda il tibet, sono quasi d'accordo, ma se un capo indiano d'america andasse in giro a formare un governo in esilio per ristabilire la propria sovranita' sulle terre precedentemente sue,pensi che riceverebbe tanta attenzione e simpatia dai media e finanziamenti e armi da intelligence straniere ?
          • otacu scrive:
            Re: LIBERTA' D' ESPRESSIONE IN USA?
            - Scritto da: Anonimo


            Tibet e Vietnam dove li mettiamo?

            ehm il problema del vietnam non mi sembra che
            sia stata la cina e se era cosi' e il rimedio e'
            stato il napalm o l'agente orange forse era
            meglio il male della medicinaLa Cina ha invaso il Vietnam... si sono bastonati a lungo. Qui ci si ricorda solo degli americani ovviamente perchè siamo in occidente. Un mio amico mi racconta spesso che nell'appartamento universitario dove vive ci sono una cinese e una vietnamita e questi manco si parlano (e se potessero risolverebbero la cosa coi coltelli).Avrebbero anche invaso Taiwan che è di sentimenti chiaramenti anti-cinesi se non fosse che se qualcuno fiata ora con la cina su questo affare son dolori per rappresaglie economiche.
            per quel che riguarda il tibet, sono quasi
            d'accordo, ma se un capo indiano d'america
            andasse in giro a formare un governo in esilio
            per ristabilire la propria sovranita' sulle terre
            precedentemente sue,pensi che riceverebbe tanta
            attenzione e simpatia dai media e finanziamenti e
            armi da intelligence straniere ?Con la differenza che il tibet era uno stato sovrano riconosciuto dalla comunità internazionale e che la pulizia sta ancora adesso avendo luogo. E ormai è troppo tardi per renderla reversibile.Tutti hanno scheletri nell'armadio del passato sarebbe però almeno il caso di pensare al presente invece di accusarsi vicendevolmente sul passato.==================================Modificato dall'autore il 03/02/2006 16.55.45==================================Modificato dall'autore il 03/02/2006 16.55.53
          • Anonimo scrive:
            Re: LIBERTA' D' ESPRESSIONE IN USA?
            - Scritto da: otacu


            Però, almeno fino ad ora, la Cina non ha mai

            invaso nesuno, non fa guerre di "liberazione" in

            giro per il mondo, e non ha lanciato ATOMICHE

            sulle città.

            Pacifici cinesi eh?

            Tibet e Vietnam dove li mettiamo?vietnam? ripassati un po' la storia!
          • otacu scrive:
            Re: LIBERTA' D' ESPRESSIONE IN USA?
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: otacu




            Però, almeno fino ad ora, la Cina non ha mai


            invaso nesuno, non fa guerre di "liberazione"
            in


            giro per il mondo, e non ha lanciato ATOMICHE


            sulle città.



            Pacifici cinesi eh?



            Tibet e Vietnam dove li mettiamo?

            vietnam? ripassati un po' la storia!Che LOL che sei. Mai sentito parlare della guerra tra Cina e Vietnam? Bello il pero dove vivi?Eh già dopotutto se non c'erano i musicisti americani a cantare sulla guerra del vietnam te manco sapevi dove stava questo oscuro paese...Musicisti cinesi che cantavano della guerra con il vietnam non se ne sono visti. LOLVisto che giustamente wikipedia italiana è carente (te manco sapevi della guerra ... non mi meraviglio troppo...)http://en.wikipedia.org/wiki/Sino-Vietnamese_WarLeggitela un po' in ingleseLOL==================================Modificato dall'autore il 05/02/2006 11.00.15
        • Anonimo scrive:
          Re: LIBERTA' D' ESPRESSIONE IN USA?

          Però, almeno fino ad ora, la Cina non ha mai
          invaso nesuno, non fa guerre di "liberazione" in
          giro per il mondo, e non ha lanciato ATOMICHE
          sulle città.Forse proprio perchè ci sono gli americani.Tu pensi che la Cina si faccia qualsiasi scrupolo a lanciare una arma nucleare? E' solo il deterrente RDT (reciproca distruzione totale) a tenere le superpotenze del mondo in equilibrio.Comunque la Cina sta investendo il tripo di quello che dichiara in armamenti, specie in quello navale. E' evidente che in futuro vuole mettere le mani su Taiwan.Le guerre che hanno visto i nostri nonni sono niente in confronto a quelle che stanno arrivando.
        • Anonimo scrive:
          Re: LIBERTA' D' ESPRESSIONE IN USA?
          eeeh la storia questa sconosciuta :)se apriste piu libri e studiaste di piu invece di farvi le zagane davanti a punto informatico capireste qualcosa di piu
    • Anonimo scrive:
      Re: LIBERTA' D' ESPRESSIONE IN USA?
      - Scritto da: Anonimo
      Cos' è? Una Barzelletta?
      In USA ti arrestano per una maglietta con
      stampato sopra il numero dei morti USA nella
      guera in Irak.Questa mi giunge nuova. Hai qualche utile riferimento?(newbie)
      • Anonimo scrive:
        Re: LIBERTA' D' ESPRESSIONE IN USA?
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Cos' è? Una Barzelletta?

        In USA ti arrestano per una maglietta con

        stampato sopra il numero dei morti USA nella

        guera in Irak.

        Questa mi giunge nuova. Hai qualche utile
        riferimento?(newbie)Si! La mamma del marine ucciso in Irak. Quella che già era stata arrestata davanti alla casa di vacanza di Bush l' estate scorsa perchè chiedeva di essere ricevuta dal presidente.Non ricordo il nome, fatti una ricerca su Google e troverai tutti i particolari.
        • Anonimo scrive:
          Re: LIBERTA' D' ESPRESSIONE IN USA?
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Anonimo


          Cos' è? Una Barzelletta?


          In USA ti arrestano per una maglietta con


          stampato sopra il numero dei morti USA nella


          guera in Irak.



          Questa mi giunge nuova. Hai qualche utile

          riferimento?(newbie)

          Si! La mamma del marine ucciso in Irak. Quella
          che già era stata arrestata davanti alla casa di
          vacanza di Bush l' estate scorsa perchè chiedeva
          di essere ricevuta dal presidente.
          Non ricordo il nome, fatti una ricerca su Google
          e troverai tutti i particolari.Quello lo conosco. Per quanto mi faccia schifo come episodio, non credo il suo arresto fosse legato alla maglietta ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: LIBERTA' D' ESPRESSIONE IN USA?
        Non so' se dirti di svegliarti o se darti ragione.Mettiamola così:nel caso in cui non ti abbiano arrestato mentre manifestavi contro la guerra in Iraq, hai buone possibilità di riuscirci in seguito.Non importa come.Mentre in Italia i contrari all'intervento militare in Iraq invadevano Roma, in alcune città americane arrestavano centinaia di manifestanti.Ovviamente la libertà di insulto all'intelligenza umana non venova messa in discussione.
        • Anonimo scrive:
          Re: LIBERTA' D' ESPRESSIONE IN USA?
          - Scritto da: Anonimo
          Non so' se dirti di svegliarti o se darti ragione.
          Non ho né torto né ragione: ho fatto una domanda ;) Chiedevo se è vero che negli USA hanno arrestato o anche solo fermato qualcuno *solo* perché portava una maglietta con scritto il numero di morti americani in iraq, e nel caso di risposta affermativa se è possibile almeno fornirmi indicazioni su come reperire la notizia. Ciao ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: LIBERTA' D' ESPRESSIONE IN USA?
            - Scritto da: Anonimo
            Non ho né torto né ragione: ho fatto una domanda
            ;) Chiedevo se è vero che negli USA hanno
            arrestato o anche solo fermato qualcuno *solo*
            perché portava una maglietta con scritto il
            numero di morti americani in iraq, e nel caso di
            risposta affermativa se è possibile almeno
            fornirmi indicazioni su come reperire la notizia.
            Ciao ;) Bravo mi sei piaciuto, hai mantenuto una linea pacata nonostante il tipo, spinto dall'emotività, ti avesse provocato.Ti do un 10+Riguardo la maglietta non so, a me settimana scorsa qui su PI uno mi ha detto che a Londra hanno arrestato una tipa perché aveva una maglietta contro Blair. O si sono rimbambiti tutti oppure indossare magliette sta diventando pericoloso a livello globbbbale.
          • Anonimo scrive:
            Re: LIBERTA' D' ESPRESSIONE IN USA?
            cindy sheenan o qlcs del genere , madre di marines morto, era in prima fila su un marciapiede al passaggio di bush, la maglietta aveva scritto 2445 deads
            ;) Chiedevo se è vero che negli USA hanno
            arrestato o anche solo fermato qualcuno *solo*
            perché portava una maglietta con scritto il
            numero di morti americani in iraq, e nel caso di
            risposta affermativa se è possibile almeno
            fornirmi indicazioni su come reperire la notizia.
            Ciao ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: LIBERTA' D' ESPRESSIONE IN USA?
            errata corrigecindy sheehan, 2245, il palco di un auditorium
          • Anonimo scrive:
            Re: Balla! LIBERTA' D' ESPRESSIONE...
            - Scritto da: Anonimo

            cindy sheenan o qlcs del genere , madre di
            marines morto, era in prima fila su un
            marciapiede al passaggio di bush, la maglietta
            aveva scritto 2445 deadsGuarda che è stata fermata perché a NESSUNO (e non solo a lei o a chi veste o meno una certa maglietta) in USA è permesso di sostare per più di un certo tempo davanti a certi luoghi "sensibili", per ovvie ragioni.Tutto qui.Ciao
    • otacu scrive:
      Re: LIBERTA' D' ESPRESSIONE IN USA?
      - Scritto da: Anonimo
      Cos' è? Una Barzelletta?
      In USA ti arrestano per una maglietta con
      stampato sopra il numero dei morti USA nella
      guera in Irak.Potrai non essere contento della situazione negli USA degli ultimi 5 anni ma non mi avrei mica il coraggio di mettere USA e Cina sullo stesso piano!
      • Anonimo scrive:
        Re: LIBERTA' D' ESPRESSIONE IN USA?
        Fatti un giro nelle campagne cinesi e uno in quelle americane....rimarrai sorpreso: da una parte credono ancora nell'Impero, dall'altra che Sicilia e Italia sono due nazioni differenti!E hanno in mano il nostro futuro......brrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr
        • otacu scrive:
          Re: LIBERTA' D' ESPRESSIONE IN USA?
          - Scritto da: Anonimo
          Fatti un giro nelle campagne cinesi e uno in
          quelle americane....rimarrai sorpreso: da una
          parte credono ancora nell'Impero, dall'altra che
          Sicilia e Italia sono due nazioni differenti!

          E hanno in mano il nostro
          futuro......brrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr
          Quindi? Ti sembra la stessa cosa?La democrazia perfetta non esiste ma mettere sullo stesso piano Cina e Usa è una vergogna.
          • edmd_dant scrive:
            Re: LIBERTA' D' ESPRESSIONE IN USA?
            Infatti la Cina sappiamo cosa e',gli uSa sono travestiti da democrazia.... ma hanno gli stesi fini della Cina, il controllo
          • Anonimo scrive:
            Re: LIBERTA' D' ESPRESSIONE IN USA?
            - Scritto da: edmd_dant
            Infatti la Cina sappiamo cosa e',
            gli uSa sono travestiti da democrazia.... ma
            hanno gli stesi fini della Cina, il controlloLa cina è una dittatura che ha mischiato propaganda comunista con mercato neoliberista capitalista e con una direzione fascista.Un bel miscuglio.Ovviamente tutto ciò grazie all'Occidente che si è messo a fare affari a tutto spiano con la Cina.Vogliamo il mercato a tutti i costi o la libertà e la democrazia?? A quanto pare i signori della finanza hanno scelta la prima.Cmq l'occidente sembra che abbia deciso di seguire l'esempio cinese.E' ovvio che ci vorranno decenni, ma l'involuzione del nostro sitema è ormai evidente.Basta guardare cosa fanno affermare al burattino:http://punto-informatico.it/p.asp?i=42617Io la vedo veramente brutta.E finchè crediamo alla favola delle destra e della sinistra, siamo spacciati.Noi fermatevi alla propaganda del sistema, ma ragionate con logica collegando anche fatti distanti.Capirete che cè un intero mondo sommerso, ampiamente nascosto dai media....Neerg
Chiudi i commenti