Ed ecco Sempron a 64 bit

AMD ha cominciato a distribuire i primi modelli di Sempron a 64 bit, chip che andranno a battagliare in modo diretto con i giovani Celeron D basati sulla tecnologia EM64T di Intel. Un duello a fil di dollaro


Sunnyvale (USA) – Mantenendo una stretta marcatura sulla propria rivale, AMD sta introducendo sul mercato i primi modelli di Sempron con estensioni a 64 bit. I nuovi chip sono la risposta ai nuovi Celeron D con tecnologia EM64T che Intel ha lanciato meno di due settimane fa: entrambe le famiglie rivali si rivolgono ai PC desktop di fascia bassa, e condividono prezzi compresi tra i 70 e i 150 dollari.

I nuovi Sempron a 64 bit, disponibili nei modelli 2600+, 2800+, 3000+, 3100+ e 3300+, si affiancano alle versioni a 32 bit: queste resteranno a catalogo ancora per qualche tempo, probabilmente fino alla fine dell’anno. AMD non utilizza alcuna convenzione per distinguere le versioni a 64 bit da quelle a 32: l’unica cosa che le identifica come tali, oltre al prezzo, è il cosiddetto ordering part number (OPN), ma questo risulta difficilmente accessibile al comune acquirente.

Tutti e cinque i nuovi modelli di Sempron hanno un “gemello” a 32 bit: nel proprio listino prezzi all’ingrosso AMD distingue i primi dai secondi specificando tra parentesi la dicitura “64-bit enabled”. La differenza di prezzo tra le due versioni è di pochi dollari: ad esempio, il modello top di gamma 3300+ costa 140 dollari nella versione a 64 bit e 134 dollari nella versione standard. Il prezzo del Sempron a 64 bit più economico, il 2600+, è di 74 dollari.

Sul fronte dei prezzi il duello tra i Sempron e i Celeron a 64 bit volge attualmente a leggero favore dei primi, ma Intel si sta preparando a ribaltare la situazione: a partire dal 24 luglio, infatti, il chipmaker di Santa Clara taglierà il costo dei suoi chip entry-level portandolo al di sotto di quello degli equivalenti modelli di Sempron. In questa pagina DigiTimes.com ha pubblicato una tabella che mette a confronto gli attuali prezzi dei Sempron a 64 bit con i futuri prezzi dei più recenti Celeron D.

I nuovi Sempron con architettura AMD64 conservano il socket 754 dei loro diretti predecessori e sono compatibili con le attuali schede madri: perché le estensioni a 64 bit vengano correttamente riconosciute dal sistema potrebbe però rendersi necessario aggiornare il BIOS. I chip, prodotti con un processo a 90 nanometri, integrano un controller di memoria a singolo canale PC3200 e operano a frequenze di clock comprese fra 1,6 e 2 GHz.

AMD ha iniziato la commercializzazione dei nuovi Sempron a 64 bit in Asia, ma entro la fine del mese il lancio interesserà anche gli altri principali mercati internazionali.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti