Edutainment 3d, da Roma a Pechino

Renaissance rappresenterà la cultura europea in Cina


Roma – Renaissance è un progetto di ricerca targato italiano ideato da Giunti Multimedia in collaborazione con l?IRST dell?Istituto Trentino di Cultura, e co-finanziato dalla Commissione Europea ed è stato selezionato nel novero dei progetti che rappresenteranno la ricerca europea in Cina.

Renaissance darà lustro alla creatività e alla tecnologia italiana ad EuroChina, forum della società dell?informazione che si svolgerà a Pechino tra il 16 ed il 20 aprile 2002.

“Renaissance – afferma Leonardo Montecamozzo di Giunti Multimedia – è una comunità virtuale 3D role-playing: con un avatar entro come cortigiano alla corte di Urbino, e per fare fortuna dovrò rispettare l’etichetta e agire come agirebbe il cortigiano ideale ritratto da Baldassar Castiglione. Con questo scopo interagisco con ambienti storici ricostruiti, personaggi virtuali e altri visitatori, commerciando ed esplorando”.

Renaissance è dunque uno strumento di “edutainment” che mira ad insegnare (in questo caso la storia) sfruttando le potenzialità di coinvolgimento di un videogioco, l’ubiquità di Internet e l’interattività di un sistema dotato di un?avanzata intelligenza artificiale.
Renaissance è soltanto un prototipo, ma il suo modello ludico-didattico e la sua tecnologia possono facilmente trovare applicazione in diversi settori, dall’e-learning alla divulgazione culturale, dalla comunicazione d’impresa al marketing.

Il sito dedicato è qui .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Taiwan
    Loro quando ci si mettono fanno proprio sul serio!
    • Anonimo scrive:
      Re: Taiwan
      E' la napoli degli americani: anche a napoli quando copiano qualcosa in barba a qualsiasi diritto di privativa fanno sul serio...
      • Anonimo scrive:
        Re: Taiwan
        proprio non sei mai stato a Taiwan vero?Se ci fossi stato avresti visto che ci sono fior fiore di ingegneri,costruttori etc..che REALIZZANO le PROPRIE idee..FOrse ti sei sbagliato con la Cina Popolare,che niente ha a che vedere con Taiwan ( Repubblica nazionalista Cinese)che questa si,copia a man bassa ogni tipo di progetto dalla penna al carro armato...Prova a andare a Taiwan,e poi fai un confronto con Napoli...Se a Napoli c'e' la simpatia e il cuore aperto,e qualche persona che come in altre parti del mondo infrange i diritti di copyright,a Taiwan trovi la stessa cosa con in piu' una EFFICIENZA paragonabile al Giappone,e gente che sa quello che fa...Poi a Taiwan,i diritti umani non sono calpestati come in Cina popolare...- Scritto da: taiwan=napoli...
        E' la napoli degli americani: anche a napoli
        quando copiano qualcosa in barba a qualsiasi
        diritto di privativa fanno sul serio...
Chiudi i commenti