Elettromagnetismo contro l'AIDS

Ricercatori sudafricani stanno mettendo a punto un sistema che bombarda di onde elettromagnetiche il virus per renderlo incapace di riprodursi. Un sistema che ricorda il telefono cellulare


Roma – Se i ricercatori hanno ragione le tecnologie elettromagnetiche già utilizzate per la telefonia mobile potrebbero rivelarsi utili a contrastare la diffusione nell’organismo del virus HIV, considerato responsabile dell’AIDS.

A Durban, in SudAfrica, infatti, si stanno conducendo alcuni esperimenti che partono da una ricerca russa per giungere a dei primi risultati che fanno ben sperare. Presso la Nelson Mandela Medical School dell’Università di Natal è partito un esperimento che coinvolge 360 persone affette da HIV.

L’idea è quella di bombardare in modo mirato il virus presente nell’organismo dei pazienti con un dispositivo capace di emettere onde radianti capaci, nelle speranze degli scienziati, di impedire al virus di moltiplicarsi. Nella provincia dove si trova l’Università, quella di KwaZulu Natal, si calcola che un terzo della popolazione sia affetta da HIV.

Secondo Umesh Lalloo, che guida il dipartimento dell’università, le emissioni del dispositivo possono essere equiparate come intensità a quelle di un telefono cellulare. L’idea è che le frequenze elettromagnetiche possano distruggere il genoma virale, il tutto senza l’aggiunta di farmaci o di ulteriori trattamenti. I primi risultati si dovrebbero poter tirare entro la fine dell’anno.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: Ve lo dico io quale sarebbe la soluz
    Si infatti, in Italia non funziona proprio nulla, neppure la giustizia. La cosa più incredibile è la capacità di noi povera gente di sopportare tutto e andare comunque avanti. Un inglese diceva che la creatività italiana si sviluppa proprio nell'avere a che fare con la burocrazia... gli stranieri infatti hanno vita dura in questo strano paese (sono serio nel dire che in Argentina i servizi pubblici sono di gran lunga più efficienti di quelli italiani).Lamentarci quindi di un disservizio di un gestore telefonico è come lamentarsi che abbiamo trovato una pila usata in una discarica.Ma sembra che siamo sempre in pochi ad indignarci... o sono "loro" che hanno troppo potere ;).
  • Anonimo scrive:
    Fastweb: se la conosci la eviti
    Da quasi un anno (Maggio 2002) sono purtroppo utente Fastweb con contratto "Tutto senza limiti". A nulla sono valse le segnalazioni (compreso Punto Informatico).I miei problemi:- a partire da 30k di download chi mi chiama trova occupato;- chi mi chiama da rete Telecom fissa mi sente malissimo in fonia;- NON POSSO CHIAMARE I NUMERI DI EMERGENZA (112, 113, 115, ecc);- gli operatori del call center di primo livello sono più impreparati di quelli di Telecom Italia ... (ed è quanto dire)Una chicca: venerdì scorso mia moglie si è purtroppo sentita male. HO DOVUTO CHIAMARE L'AMBULANZA CON IL CELLULARE !
    • Anonimo scrive:
      Re: Fastweb: se la conosci la eviti
      Ho lo stesso tuo abbonamento, ma sinceramente non ho problemi nel chiamare i numeri di emergenza...però ho la fibra non l'adsl, dipenderà da quello?
    • Anonimo scrive:
      Re: Fastweb: se la conosci la eviti

      Una chicca: venerdì scorso mia moglie si è
      purtroppo sentita male. HO DOVUTO CHIAMARE
      L'AMBULANZA CON IL CELLULARE !Guarda che per una cosa del genere c'è la denuncia immediata. Quindi occhio: se è vero io telefonerei subito al mio avvocato, e per un fatto simile sono veramente cazzi acidissimi.Ma se hai detto la cazzata, non sei stato per nulla divertente.
      • Anonimo scrive:
        Re: Fastweb: se la conosci la eviti
        - Scritto da: Anonimo

        Una chicca: venerdì scorso mia moglie si è

        purtroppo sentita male. HO DOVUTO CHIAMARE

        L'AMBULANZA CON IL CELLULARE !

        Guarda che per una cosa del genere c'è la
        denuncia immediata. Quindi occhio: se è vero
        io telefonerei subito al mio avvocato, e per
        un fatto simile sono veramente cazzi
        acidissimi.
        Ma se hai detto la cazzata, non sei stato
        per nulla divertente.Se avesse detto una "cazzata" non avrebbe tirato in ballo la moglie.
    • Anonimo scrive:
      Re: Fastweb: se la conosci la eviti
      - Scritto da: Anonimo
      Da quasi un anno (Maggio 2002) sono
      purtroppo utente Fastweb con contratto
      "Tutto senza limiti". A nulla sono valse le
      segnalazioni (compreso Punto Informatico).
      - gli operatori del call center di primo
      livello sono più impreparati di quelli di
      Telecom Italia ... (ed è quanto dire)Azzo, addirittura peggio di Telecom Italia? Da infarto...
      Una chicca: venerdì scorso mia moglie si è
      purtroppo sentita male. HO DOVUTO CHIAMARE
      L'AMBULANZA CON IL CELLULARE !Cosa gravissima! Chiama l'avvocato, vedi come ti sistemano tutto.
  • Anonimo scrive:
    TISCALI SCANDALOSA
    Com'è che nessuno ancora ha scritto niente su Tiscali che da 5 giorni (cinque) sta lasciando senza connessione o senza posta elettronica o senza entrambe, decine di migliaia di clienti Adsl, delle zone (pensate!) di Roma e Milano?Se qualcuno ha già scritto e sono io che non ho trovato, mi scuso in anticipo. Da mercoledì 2 aprile la connessione Adsl con Tiscali è difficile. Resiste per un'oretta, è comunque lentissima e poi cade. Da giovedì pomeriggio è calata la notte. Niente connessione. Venerdì connessione sì, posta no, e così anche sabato fino al pomeriggio. Stamattina accendo, convinto che dopo 5 giorni una società seria che opera a livello nazionale dorebbe ben aver risolto i suoi problemi e invece... niente da fare. Stamattina impossibile connettersi, questo pomeriggio connessione sì, posta no. Dodici chiamate al call center, sempre la solita risposta "I nostri tecnici stanno lavorando..." Domanda: ma i tecnici di Tiscali sanno cosa fare? Pare proprio di no!
    • laforge scrive:
      Re: TISCALI SCANDALOSA
      Ciao, conosco un amico che in tiscali ci lavora e posso assicurarti che i recenti disservizi sono legati a problemi in via di risoluzione.Ti posso anche dire questo, dovevo uscire con questo amico che lavora in tiscali questo week end ma per "Problemi in Ditta" e' da Venerdi' che sta dentro in azienda per risolvere i problemi.Non e' questione che Aziende di questo calibro non possono avere questi problemi. I problemi li hanno tutti e certamente per una Azienda che vive in un finto mercato libero in cui il Tuo Fornitore e' contemporaneamente il Tuo piu' aggressivo concorrente non rende facile la situazione. Questo vale per Tiscali come per gli altri operatori. E' inutile girare attorno alla questione quando Telecom Italia puo' realmente mettere sulla graticola i propri concorrenti e contemporaneamente...da loro non mi aspetto disservizi o veri e propri furti legalizati... peccato che per ORA e' cosi' ...
    • Anonimo scrive:
      Re: TISCALI SCANDALOSA

      Com'è che nessuno ancora ha scritto niente
      su Tiscali che da 5 giorni (cinque) sta
      lasciando senza connessione o senza posta
      elettronica o senza entrambe, decine di
      migliaia di clienti Adsl, delle zone
      (pensate!) di Roma e Milano?perche', come hai detto tu, non sono connessi in rete :))))
  • Anonimo scrive:
    Via Caracciolo, 51 Milano
    Se hai qualche problema, il modo più veloce per risolverlo è presentarsi direttamente all'indirizzo in oggetto, minacciandoli di avvisare l'associazione dei consumatori.Il giorno dopo risolveranno tutto.S. G.
    • Anonimo scrive:
      Re: Via Caracciolo, 51 Milano
      - Scritto da: Anonimo
      Se hai qualche problema, il modo più veloce
      per risolverlo è presentarsi direttamente
      all'indirizzo in oggetto, minacciandoli di
      avvisare l'associazione dei consumatori.

      Il giorno dopo risolveranno tutto.
      Se chiamano i carabinieri risolvono anche prima.
  • Anonimo scrive:
    La vendetta di Telecom
    Mi pare tutto chiaro. Visto che Telecom sta perdendo il suo ruolo dominante di ex monopolista, comincia ad applicare una strategia di vendetta nei confronti dei suoi ex clienti.Te ne sei andato? E io ti faccio pentire...Considerando che la tecnologia DSL di Fastweb riutilizza il doppino in rame di Telecom come ultimo miglio, ecco che quando puo' mettere il bastone fra le ruote, lo fa spesso e volentieri.Azioni di disturbo mirate a far sorgere il sospetto nei confronti della clientela che passare ad un fornitore diverso puo' causare lunghe e penose assenze di servizio.
    • laforge scrive:
      Re: La vendetta di Telecom
      - Scritto da: Anonimo
      Mi pare tutto chiaro. Visto che Telecom sta
      perdendo il suo ruolo dominante di ex
      monopolista, comincia ad applicare unaPerdendo ? Come ? FastWeb e' una realta' isolata solo a qualche grande metropoli, il resto dell'italia e' nelle sue mani ... Prova ad andare in provincia e chiedere se puoi eliminarti telecom dalla vita ... quando ci riuscirai fammelo sapere.PS: Non vale se chi si accolla i costi e' il Tuo nuovo operatore telefonico ... paga comunque Telecom ...
  • Anonimo scrive:
    Questo è quello che è capitato a me
    Ciao, già che ci sono quelli che gestiscono il cal center di Fastweb potrebbero rispondere ai miei problemi:dopo aver usufruito del periodo di prova gratuito per la video-station, non essendomi utile ho chiamato il call center il 2 settembre del 2002 per chiedere che venissero a riprendersela e che mi fosse depennato il relativo canone (5,16 euro/mese) dalle fatture. Ad oggi dopo un'infinità di chiamate al call center, dopo un'infinità di comunicazioni di interessamento al mio caso ho ancora la videostation in casa e soprattutto continuo a pagare in fattura il relativo canone mensile. Se qualche gentile responsabile del servizio clienti è in ascolto mi può spiegare il perchè di questa continua e ripetuta presa in giro nei miei confronti? Ho tempestato il call center con un'infinità di chiamate, mail etc etc.. confermo quanto detto dall'autore dell'articolo e cioè che è necessario chiamare più volte per capire realmente cosa bisogna fare (ad ogni telefonata corrispondono informazioni diverse)...il problema è che una chiamata al loro call center è una perdita di tempo incredibile: provare a parlare con un'operatore comporta l'ascolto di almeno dieci minuti di voci registrate, e state attenti a non sbagliare scelta perchè altrimenti l'attesa si può tranquillamente prolungare fino alla mezzora ed oltre...esasperante credo sia il termine giusto...fortuna che a fine mese cambierò casa e con essa potrò liberarmi di una compagnia con un'attenzione così vergognosa per i suoi clienti (...per inciso sono stato uno dei primi o sottoscrivere il loro contratto)Ciao a tutti,S.jaysunSpammatoriciucciatemelo@libero.it
    • Anonimo scrive:
      Re: Questo è quello che puoi fare
      Scrivi una lettera raccomandata con ricevuta di ritorno all'ufficio Gestione Clienti presso Infostrada. Devi dire che:A) Disdici il servizio con effetto immediato.B) Ti metti a disposizione per i seguenti 30 giorni per il ritiro dell'attrezzatura, dopodichè essa sarà inviata a mezzo posta alla Fastweb, con spese a carico loro (le spese sono a carico loro solo se non è scritto diversamente nel contratto).Includi nella busta fotocopia di documento d'identità, e puoi già cominciare a non pagare. Dopodiche, se ancora ti arriva da pagare, puoi anche ignorare la quota relativa (ma pagare tutto il resto se hai altri servizi).Aggiungo che se invece di tante telefonate al call center, ti associassi a una delle tante associazioni consumatori avresti avuto subito risposta, e ti saresti risparmiato tempo bile e soldi. Ciao.
  • Anonimo scrive:
    Basta con gli operatori tel
    Molti fanno sicuramente bene il loro lavoro ma ce ne sono altri che ti trattano a pesci in faccia perche' gli hanno detto di farlo o magari perche' non sanno che dirti e non possono passarti nessuno piu' in alto. E' un sistema che non funziona e ci danneggia tutti.
  • Anonimo scrive:
    Subito dall'avvocato!
    E' necessario usare subito le maniere forti!Raccomandata con ricevuta di ritorno a entrambe lecompagnie con un ultimatum entro il quale devonorisolvere il problema altrimenti si passa alle via legali.Se non si risolve si va subito dall'avvocato e sifa una bella denuncia!Ma stiamo scherzando!?
    • Anonimo scrive:
      Re: Subito dall'avvocato!

      E' necessario usare subito le maniere forti!
      Raccomandata con ricevuta di ritorno a
      entrambe le
      compagnie con un ultimatum entro il quale
      devono
      risolvere il problema altrimenti si passa
      alle via legali.
      Se non si risolve si va subito dall'avvocato
      e si
      fa una bella denuncia!Per nulla, sarebbe una condotta controproducente nonchè costosa. La raccomandata va fatta SOLO a Fastweb perchè è con loro il rapporto contrattuale.E se non risolvono, la denuncia andrebbe fatta a un giudice di pace, ma con la nuova legge varata dal Polo delle Libertà i giudici di pace non sono + competenti per i contratti collettivi (bella la libertà, eh? la libertà di prenderlo nel culo, si intende). Ci si può rivolgere al difensore civico, nelle città dove è presente; e se neanche quello c'è, ci sono sempre le associazioni consumatori, ultima spiaggia. Oltretutto associazioni come Aduc e Adiconsum danno consigli gratuitamente, però per il patrocinato legale bisogna associarsi.
  • Anonimo scrive:
    Però.. interessante...
    ... interessante questo articolo.. davvero interessante...Posso proporre un nuovo canale tematico alla redazione:"Mi manda Punto-Informatico" avendo la cortesia di relegare gli articoli con questo livello di interesse all'interno del canale, in modo che possa evitare di leggerli anche per sbaglio.Saluti
    • Anonimo scrive:
      Re: Però.. interessante...
      Invece a me interessano... se non ti garba la collocazione cambia quotidiano o evita di leggere (dal titolo si capiva benissimo di cosa parla).
    • Anonimo scrive:
      Commento del tutto inutile.
      Come da topic
    • Anonimo scrive:
      Sicuramente interessante...
      Interessante...Credo che questo genere di lettera sia tra le "cose" più interessanti di P.I..Mostra il polso della situazione estremamente interessante del rapporto: grandi fornitori di servizi - utenti.Evidenziando le interessanti metodologie di soddisfazione della clientela, insegna a tutti noi a lavorare.Inoltre, se mi è concesso, rende palese l'incredibile, e interessante, ovvio, deleterio apporto che la telefonia spregiudicata unita alla formazione lavoro e ai contratti interinali hanno dato alla nostra condizione di utenti.Chiarisce la buona dose di fortunata e interessante coincidenza che vive ogni utente senza alcun problema tecnico o amministrativo.E in ultimo assicura almeno il Purgatorio ai benemeriti giovani mal pagati e peggio istruiti lavoratori dei call center sparsi per la Nazione, che pur meritevoli di ben più Alti Luoghi di riposo futuro, infinite schiere di maledizioni varie inviate dai clienti nell'Alto dei Cieli a loro funesta segnalazione impediranno l'accesso ad ogni Beatitudine, ampliando e diffondendo la consapevolezza in tutti della loro opera malefica. E questo è sicuramente interessante.U_d_S
    • Anonimo scrive:
      Re: Però.. interessante...
      Evidentemente è dipendente Telecom o FW... ^_^
    • Anonimo scrive:
      Re: Però.. interessante...
      più stronzo di chi risponde ad un call center c'è solo chi chiama ad un call center...operatore call center
      • ghost scrive:
        Re: Però.. interessante...
        - Scritto da: Anonimo
        più stronzo di chi risponde ad un call
        center c'è solo chi chiama ad un call
        center...
        operatore call centerforse hai ragione... ma in questi giorni ho chiamato spesso i call center per problemi simili :-(((- ascolto con attenzione quello che mi dice l'interlocutore- non interrompo uno che mi sta parlando- non mi arrampico sugli specchi sempre e comunque- non sbatto il telefono in faccia al prossimo- mi qualifico sempre- io sono educatoin definitiva io sono una persona civile mentre gli operatori dei call center non sono neanche persone :-)
      • Anonimo scrive:
        Re: Però.. interessante...
        - Scritto da: Anonimo
        più stronzo di chi risponde ad un call
        center c'è solo chi chiama ad un call
        center...
        operatore call centerCaro Operatore call center,ti vorrei ricordare che se non ci fossero tutti gli stronzi che chiamano al call center tu saresti a fare lo stronzo a spasso. E questo e' quello che ti auguro.Nonostante sia d'accordo con te quando affermi (sotto le righe, mooolto sotto) che spesso chi chiama un call center lo fa con maleducazione, ritengo che per fare un lavoro a contatto col pubblico sia necessario avere una grande quantita' di doti che tu evidentemente non hai. Lavorare in un call center richiede moltissima preparazione commerciale (che dovrebbe essere data da chi ti assume per lavorare al call center) e almeno un'infarinatura di competenza tecnica (anch'essa a cura del datore di lavoro), ma nessuno mai ti potra' insegnare ad essere gentile, comprensivo e paziente. E' scontato che ad un call center spesso chiamino clienti insoddisfatti del servizio, e' scontato che molti di essi siano ragionevolmente irritati per i problemi che il disservizio sta causando loro, e' altrettanto scontato che una parte di questi siano degli emeriti cialtroni maleducati ignoranti teste di c... che ritengono tutto sempre e comunque dovuto e ti trattano come una m3rda. Se vai a fare l'operatore del call center devi essere in grado di ascoltarli, comprendere le loro ragioni, assicurarli che cercherai di risolvere il loro problema nel minor tempo possibile, salutarli cordialmente. Dopo, quando hai messo giu' la cornetta puoi anche mandarli a quel paese, alzarti dal tuo desco, andare alla macchinetta del caffe' e fumare tre cicche, spaccare qualcosa, dare dell'imbecille al tuo capo. Ma quando ti rimetti le cuffiette in testa e il sistema ti passa la chiamata dell'ennesimo cliente insoddisfatto, tu devi solamente sorridere, sorridere, sorridere... Se non ce la fai, cambia lavoro. Se non trovi altri lavori, chiediti come mai. E non dare sempre la colpa al mercato, che di gente preparata ce n'è sempre bisogno.Con simpatia.Un utente di call center.
        • Anonimo scrive:
          Re: Però.. interessante...

          Se non ce la fai, cambia lavoro. Se non
          trovi altri lavori, chiediti come mai. E non
          dare sempre la colpa al mercato, che di
          gente preparata ce n'è sempre bisogno.se pensi che fare l'operatore di call center sia una scelta, non hai la minima idea di quale sia il mercato del lavoro oggi in Italia, specialmente nel centro-sud.andrea
        • Anonimo scrive:
          Re: Però.. interessante...
          ...Dopo, quando hai messo giu' la cornetta puoi anche mandarli a quel paese, alzarti dal tuo desco, andare alla macchinetta del caffe' e fumare tre cicche, spaccare qualcosa, dare dell'imbecille al tuo capo....beh...forse sarebbe bene anke cercare di risolverlo il problema eh? ^_^
        • Anonimo scrive:
          Re: Però.. interessante...
          caro utente,chi ti dice che io non sia cortese, il mio è un pensiero scritto frutto dell'esperienza conseguita ... sono il più cortese ... lavoro dalle 6 alle 8 ore al giorno e percepisco circa un milione e duecentomila (lire £) al mese ... in buona sostanza penso il cazzo che mi pare di voi utentisaluti
          • Anonimo scrive:
            Re: Però.. interessante...
            - Scritto da: Anonimo
            caro utente,
            chi ti dice che io non sia cortese, il mio è
            un pensiero scritto frutto dell'esperienza
            conseguita ... sono il più cortese ...
            lavoro dalle 6 alle 8 ore al giorno e
            percepisco circa un milione e duecentomila
            (lire £) al mese ... in buona sostanza penso
            il cazzo che mi pare di voi utenti
            salutiEd hai ragione. Incazzarsi con chi lavora in condizioni di sfruttamento è come quello che si lamentava che il tipo che gli lavava i vetri al semaforo glielo lasciava sporco.Siamo tutti un branco di peones sfruttati da gente incapace (quando va bene) o truffaldina.I call center sono considerati la feccia dell'azienda in quanto costano un sacco di soldi (unmiloneedue per centinaia di persone sono molti soldi per il dirigente di turno) e non producono reddito (solo quelli che fanno contratti ma sono poche chiamate sul totale). Il concetto che l'Azienda debba offrire un servizio di qualità è cosa molto rara. L'Azienda deve rendere e basta. Il 10% di disservizi rischia di costare il 50% dell'utile. Chi ha i disservizi quindi è meglio che se na vada da un'altra azienda, è questo il motivo del fatto che i call center non diano mai risposte utili a risolvere il problema. Il problema è "l'utente col disservizio". Acquisire un nuovo utente costa molto meno che risolvere il problema ad un utente, e quindi, pedalare. Tanto poi ogni 5 anni cambi nome, marchio o faccia del testimonial e la verginità è ritrovata.Adesso è chiaro perché il personale dei call center è sottopagato, sottoformato, sottotrattato e se si incazzano hanno ragione da vendere, non ci sono associazioni di consumatori per loro, non ci sono sindacati che difendono seriamente uno che ha un contratto di tre mesi, non ci sono garanzie.Io quando parlo con una persona del call center o degli Uffici Reclami, cerco sempre di tenere a mente queste cose. Sono finito anche io in una follia burocratica con un ADSL Albacom, mi avevano addebitato e fatto pagare il doppio del contratto annuale. Quando dopo sei mesi di lettere, raccomandate e telefonate mi hanno riaccreditato il maltolto (si, succede!) ho chiamato, solo per ringraziare Maria Grazia. E sapete cosa mi ha riposto emozionata "Grazie a lei. Nessuno mi chiama mai per ringraziare quando risolvo un problema".Nessuno.zarcamNO##SPAM@tiscali.it
    • Anonimo scrive:
      A me invece interessa, e tu chi sei?
      Secondo me sei qualcuno che ha interessi a che telecom non venga sputtanata
    • Anonimo scrive:
      Io sono d'accordo con lui
      Non è che quando ci sono questi articoli non li leggo, tutt'altro, ma ciò che penso non è "Che scandalo, i call center sono popolati da beoni", piuttosto "Quanto sono tontoloni questi che telefonano al call center". Ma cacchio, fate una bella RACCOMANDATA così siete dalla parte della ragione, io pure ho le mie esperienze negative con i Call Center ma con una lettera SCRITTA li si mette davanti al gesto compiuto, non a un fiume di parole inconcludenti!!!E se a fronte di una raccomandata vi telefonano soltanto, ignorate pure il contenuto della chiamata se non ve lo confermano per via scritta.
Chiudi i commenti