Elitel, bastano i premi?

L'azienda cede al marketing e da fine aprile fidelizza i clienti con punti e premi. Come fanno altri operatori e supermercati
L'azienda cede al marketing e da fine aprile fidelizza i clienti con punti e premi. Come fanno altri operatori e supermercati


Roma – Elitel cede alle lusinghe del marketing promozionale e vara un concorso a premi per accumulo. Più si spende e più punti si accumulano. Da fine aprile 2005, infatti, i sottoscrittori di un contratto Fonia o Adsl con Elitel avranno la possibilità di accedere a tre iniziative che la società ha pensato per attrarre clienti e fidelizzare gli esistenti. Accedendo al Club Elitel e al programma di acquisizione punti (che si generano in base al traffico effettuato) Elitel VIPremia, i clienti potranno fruire di sconti, convenzioni e accesso a collezioni speciali realizzate in collaborazione con diversi partner editoriali.

L’assegnazione dei buoni sconto prevede che ogni 15 centesimi di euro (IVA compresa) di spesa totale addebitata nella fattura viene attribuito un buono da un centesimo di euro, con arrotondamento per eccesso in caso di frazioni di buono; ogni cliente ha inoltre diritto di ricevere un bonus di benvenuto, pari a 300 buoni, all’atto dell’adesione al programma.

In più, il cliente avrà diritto, una sola volta nell’intero periodo di partecipazione del programma, a un bonus di benvenuto di 300 buoni al momento dell’adesione. I buoni potranno essere utilizzati in base al punteggio maturato, per ottenere uno sconto fino al 15% nell’acquisto di uno o più prodotti, e saranno scalati dal credito residuo in bolletta; i prodotti possono essere acquistati chiamando il servizio ordini Elitel all’848.26.00.36 o visitando il sito Internet. Lo stato dei buoni maturati viene comunicato ai clienti tramite fattura Elitel, chiamando il servizio clienti 848.26.77.77 o consultando il sito web www.elitel.biz/vipremia .

Si tratta di una strategia che le aziende di comunicazione conoscono benissimo e che sfruttano per cercare da un lato di attirare la clientela e dall’altro di offrire ai clienti un pretesto, seppur banale, per non lasciare il proprio operatore telefonico e passare ad altri; tra i primi ad avere questa idea è stata Telecom con la promozione Minuti Preziosi in base alla quale all’inizio era possibile accumulare punti solo tramite le telefonate vocali mentre adesso si è aggiunta la possibilità di accumularne anche in relazione all’utilizzo della linea ADSL e della registrazione al sito web dell’azienda.

Wind ha invece posto fine al suo programma Mondowind lo scorso 1 aprile permettendo la “riscossione” dei premi entro il 31 luglio 2005; il programma era riservato ai clienti di telefonia residenziali per i quali i punti venivano accumulati sempre in relazione alle telefonate effettuate.

Anche la telefonia mobile è scesa in campo con questo tipo di operazione di marketing; il primo operatore a farne uso è stato Vodafone che da circa due anni permette l’adesione al servizio Vodafone One , che consente di accumulare punti tramite le ricariche telefoniche e convertire il totale in buoni sconto, ricariche oppure apparecchi telefonici. Seguito a ruota da Tim con MilleunaTim , che funziona esattamente come Vodafone One.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

25 04 2005
Link copiato negli appunti