Email gratis a vita per i laureati

Il MIT e altre università americane stanno lanciando il servizio per i vecchi e per i nuovi studenti. Un'email da usare ad libitum per ricordare a tutti da dove si viene e non perdere contatto con l'università


Swarthmore (USA) – Un indirizzo email a vita per gli studenti universitari: questo il profilo di una tendenza che va affermandosi negli States, secondo la quale le università sempre più spesso rilasciano ai propri studenti vecchi e nuovi un servizio di inoltro delle email attraverso un indirizzo legato al dominio Internet dell’Università.

Ad aprire la strada è stato, anni fa, il prestigioso Massachussets Institute of Technology, il MIT, che assegna l’indirizzo email che finisce con “alum.mit.edu” a tutti i vecchi e nuovi studenti che riesce a rintracciare. Ma su questa strada stanno ora seguendo numerosi altri istituti di formazione superiore.

Questi servizi di forwarding, spiegano i responsabili universitari, consentono allo studente di mantenere a vita uno stesso indirizzo email di riferimento, da inserire sui propri biglietti da visita e sui propri siti. Esattamente come già accade con numerosi sistemi commerciali, il più noto dei quali è forse Bigfoot .

Fino a qualche tempo fa, per gli studenti nelle università americane i computer interni non fornivano mailbox elettroniche. L’idea dietro la novità è quella di spingere gli studenti a mantenersi in contatto con l’università, a fare volontariato e via dicendo. Basterà un forward?

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    aggiornamenti!
    amici di PI! :-)teneteci informati e fateci un esempio di utilizzo ... ad esempio ... che cosa non è accessibile dalla rete italiana?Ciao!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: aggiornamenti!

      ad esempio ... che cosa non è accessibile
      dalla rete italiana?Molte volte ci sono guasti nella rete che non consentono di raggiungere intere aree geografiche; ma a parte questo, ci sono pure siti che tu vorresti visitare senza che nessuno, in Italia, debba venire a saperlo.
Chiudi i commenti