Emorragia di dati per Time Warner

Il gigante dell'entertainment annuncia la perdita di informazioni sensibili sul conto di 600mila impiegati. Allertati i servizi segreti per risolvere la questione dei furti d'identità


New York (USA) – Una giornata come un’altra al quartier generale della Time Warner, colosso multinazionale dell’entertainment. Gli addetti al backup della Iron Mountain – azienda leader che opera da anni nel settore della sicurezza aziendale – prelevano i dati, salgono sul furgone e si avviano verso il solito deposito. Tutto sembra in regola.

Ma qualcosa va storto. Misteriosamente, durante il tragitto verso il magazzino, nel New Jersey, vengono smarriti 40 preziosissimi nastri. Dentro, i dati personali di oltre 600mila impiegati Time Warner. Praticamente tutto l’archivio delle risorse umane. Licenziati compresi. Un miniera pressoché unica di informazioni sensibili – numeri di carte di credito compresi. “Non sono stati smarriti dati sui nostri clienti”, garantisce una portavoce di Time Warner.

Scatta l’allarme: i vertici dell’azienda allertano immediatamente i servizi segreti statunitensi per avviare indagini dettagliate. I portavoce dell’azienda hanno comunicato l’avvenuto soltanto oggi, ma il fatto risale al 22 di marzo, collocandosi in linea di continuità con simili episodi avvenuti alla Bank of America ed alla LexisNexis. In totale, negli ultimi tre anni, sono andati smarriti i dati di oltre 20 milioni di cittadini statunitensi.

Casi di identity theft sono sempre più frequenti, non solo negli USA. Con il passaggio ad un sistema economico basato sul denaro elettronico, la tutela dei preziosi dati personali diventa d’importanza critica. “E’ una faccenda veramente seria”, garantiscono gli esperti dell’ Electronic Privacy Information Center di Washington: questo ultimo caso sottolinea ulteriormente “l’urgenza di leggi speciali che permettano una difesa più efficace dei dati personali”.

Tommaso Lombardi

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    La vita difficile di "quei" blogger
    La vita difficile di "quei" blogger.Fioriscono in Iran, Cina, Nepal, Tunisia. Offrono una voce libera a chi si ribella alle censure dei governi sul web.Minacce, arresti e censure.RSF premia il miglior blog che difende la libertà di espressione.http://www.repubblica.it/2005/c/sezioni/scienza_e_tecnologia/blog/bloggers/bloggers.html
  • Anonimo scrive:
    Blogger italiano da teheran
    se volete leggere un blog in lingua italiana...http://ciaoteheran.blog.excite.it/ ciao.....
  • vb scrive:
    World Summit
    Da quand'è che l'Iran ha un "ruolo centrale nel WSIS"? Questa mi sembra la classica agenzia fatta col riassunto del riassunto del racconto di mio cuggino a proposito di quello che gli aveva detto il suo compagno di banco che era stato una volta a Teheran...
    • Anonimo scrive:
      Re: World Summit
      - Scritto da: vb
      Da quand'è che l'Iran ha un "ruolo centrale nel
      WSIS"? Questa mi sembra la classica agenzia fatta
      col riassunto del riassunto del racconto di mio
      cuggino a proposito di quello che gli aveva detto
      il suo compagno di banco che era stato una volta
      a Teheran...Io avevo letto che avra' la presidenza.
  • Anonimo scrive:
    agenzie stampa, mi raccomando,
    che non manchino (finanziati da disinteressatissimi filantropi atlantici) disperati appelli alla democrazia e contro la repressione e auspici ad una rivoluzione arancione, delle rose, di velluto, dei cedri ecc. anche da siria, nordcorea,cuba, venezuela e cinaeppure l'iran avrebbe una soluzione semplicissima ed accettata dai paesi democratici: dichiarare i blogger "nemici combattenti" (si può anche se sono disarmati) e fare una convenzione con guantanamo
    • Anonimo scrive:
      Re: agenzie stampa, mi raccomando,


      eppure l'iran avrebbe una soluzione semplicissima
      ed accettata dai paesi democratici: dichiarare i
      blogger "nemici combattenti" (si può anche se
      sono disarmati) e fare una convenzione con
      guantanamoSei troppo giovane per ricordarti quanti compagnucci hanno gioito (in un tripudio di bandiere rosse) il giorno che Khomeini prese il potere in Iran.Fece così anche un mio conoscente iraniano...salvo poi dover fuggire da Teheran di lì a poco.....
      • Anonimo scrive:
        Re: agenzie stampa, mi raccomando,
        - Scritto da: Anonimo




        eppure l'iran avrebbe una soluzione
        semplicissima

        ed accettata dai paesi democratici: dichiarare i

        blogger "nemici combattenti" (si può anche se

        sono disarmati) e fare una convenzione con

        guantanamo

        Sei troppo giovane per ricordarti quanti
        compagnucci hanno gioito (in un tripudio di
        bandiere rosse) il giorno che Khomeini prese il
        potere in Iran.
        Fece così anche un mio conoscente
        iraniano...salvo poi dover fuggire da Teheran di
        lì a poco.....io invece sono abbastanza vecchio da ricordarmi mossadeq , leader socialdemocratico di un iran laico eletto con i 3/4 dei voti e subito spodestato da un golpe militare pro rehza palevi (fomentato da una nazione che ne importava la maggior parte del petrolio, se ti sforzi indovini quale) senza il quale il golpe khomeinista non ci sarebbe statoah guarda prima di appiccicare etichette agli interlocutori, che i movimenti antiglobalizzazione imperialista (anche se in chiave un po' troppo antisolidale per me) li ha inventati la destra, quella vera , non quella dell'impunità, prova a cercare su google "mondialismo"comunque ora parliamo del presente, dove si arriva da destra o da sinistra ma gli schieramenti sono altri 2 : i sudditi recalcitranti e solidali tra loro e quelli arrivisti e sottomessie dove i giornalisti liberi non esistono più (e non per repressione, per convenienza)che tristezza !
  • Anonimo scrive:
    Fossi Aldo Vincent...
    ...inizierei a preoccuparmi...
    • Anonimo scrive:
      Re: Fossi Aldo Vincent...
      - Scritto da: Anonimo
      ...inizierei a preoccuparmi...Ma non era già stato arrestato? :o
      • Anonimo scrive:
        Re: Fossi Aldo Vincent...
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        ...inizierei a preoccuparmi...

        Ma non era già stato arrestato? :oSi, ma solo per la telecamera (spenta). Se avessero saputo che si collegava ad internet sai le botte...
      • Anonimo scrive:
        Re: Fossi Aldo Vincent...
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        ...inizierei a preoccuparmi...

        Ma non era già stato arrestato? :oCredi a tutte le BALLE che ti racconta?apropo io sono Alien
Chiudi i commenti