Epson: troppo calda la Epson EPL-9000

L'azienda avverte che una engine sviluppata da Fuji Xerox e inserita nel proprio prodotto rischia in certe condizioni di dar vita ad un incendio


Roma – Un motore delicato che se viene utilizzato in modo intensivo e prolungato può surriscaldare il sistema di espulsione dei fogli di una stampante generando un rischio di incendio.

Questo il profilo dell’ allarme che Epson, uno dei più celebri produttori di dispositivi di stampa, sta facendo circolare in queste ore a causa dal cattivo funzionamento di una engine realizzata da Fuji Xerox e montata, appunto, sulle EPL-9000.

In una nota diffusa da Epson si legge che la possibilità di incendio è assai remota (ne è stato registrato un caso su 150mila stampanti utilizzate nel mondo) ma che per eliminare comunque questo potenziale rischio l’azienda intende farsi carico della sostituzione della componente difettosa.

Nella pagina dell’avviso Epson invita i possessori di questo modello di stampante a contattare un numero verde e, nel frattempo, a spegnere il device quando non è in uso.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Impossibile!
    ...forse è vero, ma solo per chi non sa usare le orecchie!La differenza di spazializzazione frontale fra centro e lati, ancora ancora non è percepibile proprio da chiunque, ma quella fronte-retro, SI!Chiunque si gira con la testa se il suono/rumore gli proviene da dietro, e se invece gli arriva dal davanti, alterato digitalmente o meno che sia, non può non capire che gli arriva da davanti!Bah!!Ciao.
    • Anonimo scrive:
      Re: Impossibile!
      Sara', ma qualcosa di vero c'e'.Bose ha commercializzato il suo nuovo sistema 3.2.1, proprio con questo slogan: "Il 5.1 con due soli diffusori (+ sub)".L'ho sentito, e devo dire che ci sono incredibilmente riusciti.Vero e' che dietro c'e' una elettronica estremamente sofisticata, e l'effetto lo percepisci molto bene ma solo con i LORO diffusori e la LORO stazione di amplificazione/decodifica dei segnali.Impossibile? Per Bose nell'audio molte cose "impossibili" si sono concretizzate.
      • Anonimo scrive:
        Re: Impossibile!
        Io ho provato il sistema della BOSE 3.2.1 e non dà nessun effetto 5+1.E' vero che l'ho provato in un centro TRONY perciò con una acustica pessima ma almeno un minimo di effetto avrebbe dovuto darlo, e invence niente !! - Scritto da: Cesare
        Sara', ma qualcosa di vero c'e'.
        Bose ha commercializzato il suo nuovo
        sistema 3.2.1, proprio con questo slogan:
        "Il 5.1 con due soli diffusori (+ sub)".
        L'ho sentito, e devo dire che ci sono
        incredibilmente riusciti.
        Vero e' che dietro c'e' una elettronica
        estremamente sofisticata, e l'effetto lo
        percepisci molto bene ma solo con i LORO
        diffusori e la LORO stazione di
        amplificazione/decodifica dei segnali.
        Impossibile? Per Bose nell'audio molte cose
        "impossibili" si sono concretizzate.
    • Anonimo scrive:
      Re: Impossibile!
      Tu quante orecchie hai? due o quattro?la forma che hanno i nostri padiglioni acustici serve appunto per una sofisticata elaborazione del suono in modo da codificare al cervello la provenienza dei suoni.- Scritto da: Audiofilo
      ...forse è vero, ma solo per chi non sa
      usare le orecchie!
      La differenza di spazializzazione frontale
      fra centro e lati, ancora ancora non è
      percepibile proprio da chiunque, ma quella
      fronte-retro, SI!
      Chiunque si gira con la testa se il
      suono/rumore gli proviene da dietro, e se
      invece gli arriva dal davanti, alterato
      digitalmente o meno che sia, non può non
      capire che gli arriva da davanti!
      Bah!!
      Ciao.
      • Anonimo scrive:
        Re: Impossibile!
        - Scritto da: federico
        Tu quante orecchie hai? due o quattro?Me ne bastano due... ma stai tranquillo che due mie, valgono come 8 di alcuni "audiofili" che conosco...;-D
    • Anonimo scrive:
      Esiste già!!!
      La dolby non ha inventato nulla di nuovo: il TruSurround di SRS funziona già bene, e l'effetto lo si può provare addirittura sul loro sito.Diciamo piuttosto che la Dolby sta cercando di inserirsi anche nel settore della spazializzazione con 2 diffusori per ricevere + soldi dalle licenze ai produttori di hadware/software.Volevo aggiungere che la dinamica del suono non è così banale come la fai tu. L'acustica, anche se quasi nessuno fuori dal settore lo sa, è una delle scienze che ha avuto maggior sviluppo negli ultimi 10-20 anni. Per fare un paragone azzardato con l'informatica, lo sviluppo dell'acustica è stato più che doppio.La spazializzazione di basa su complesse elaborazioni digitali del suono, tali da "imbrogliare", con vari riverberi, il nostro apparato uditivo e fargli percepire direzioni di provenienza del suono diverse da quelle reali.Michele
    • Anonimo scrive:
      Re: Impossibile!
      - Scritto da: Audiofilo
      Chiunque si gira con la testa se il
      suono/rumore gli proviene da dietro, e se
      invece gli arriva dal davanti, alterato
      digitalmente o meno che sia, non può non
      capire che gli arriva da davanti!
      Bah!!
      Ciao.E invece credo proprio che sia possibile.Soprattutto disponendo i diffusori ai lati delle orecchie, e non davanti!Disponendo, cioè, i diffusori come se si indossasse una cuffia.Noi percepiamo i suoni che vengono davanti e da dietro ma le orecchie sono comunque solo due!E allora è logico attendersi che anche solo due diffusori, posti vicino le orecchie, possono creare un suono spaziale.E poi, effettivamente, c'è il sistema della Bose che ho ascoltato e crea effetti molto soddisfacenti. Con due diffusori (più il sub-woofer).
    • Anonimo scrive:
      Re: Impossibile!

      Chiunque si gira con la testa se il
      suono/rumore gli proviene da dietro, e se
      invece gli arriva dal davanti, alterato
      digitalmente o meno che sia, non può non
      capire che gli arriva da davanti!Ti propongo un esperimento MOLTO ISTRUTTIVO. Chiudi gli occhi, poi chiedi ad un amico di schioccare le sue dita a volte davanti al tuo viso, a volte dietro la tua nuca, più o meno a trenta centimetri di distanza dall'una e dall'altra parte rispettivamente.Ti accorgerai con estremo stupore di non saper distinguere DAVVERO il davanti dal dietro.Questo accade perchè abbiamo solo 2 orecchie, messe per giunta in posizione simmetrica, ed ognuna delle quali trasmette al cervello solo una informazione: l'intensità del suono percepito.Il resto delle informazioni le aggiunge il tuo cervello integrando gli altri sensiProvare per credere
      • Anonimo scrive:
        Re: Impossibile!
        - Scritto da: Piratone
        Ti accorgerai con estremo stupore di non
        saper distinguere DAVVERO il davanti dal
        dietro.

        Questo accade perchè abbiamo solo 2
        orecchie, messe per giunta in posizione
        simmetrica, ed ognuna delle quali trasmette
        al cervello solo una informazione:
        l'intensità del suono percepito.

        Il resto delle informazioni le aggiunge il
        tuo cervello integrando gli altri sensiMi dispiace, ma non è proprio così.Prima di tutto i padiglioni auricolari (sembrerà strano ma è così) sono fondamentali per riconoscere se un suono viene da davanti o da dietro: essi (ovvero le loro pieghe) ritardano alcune frequenze del suono che arriva poi al cervello e questi piccoli ritardi permettono di distinguere se un suono viene da dietro.Poi in generale ci sono almeno altre due informazioni che arrivano al cervello: se tu hai una fonte sonora posizionata davanti a destra, il suono che emette arriva prima all'orecchio destro e poi al sinistro ed inoltre a quest'ultimo arriva leggermente attutito perchè parzialmente passa attraverso la testa: quindi al cervello arrivano dalle due orecchie due segnali audio con intensità, frequenze e tempi diversi, e grazie a ciò si riesce a posizionare il suono nello spazio.Ovviamente io ho descritto il tutto in maniera semplicistica, perché la teoria che sta dietro all'acustica e alla psicoacustica è davvero immensa.Per ricreare col pc in tempo-reale tutte le modifiche che subisce un suono nella realtà prima di arrivare al cervello ci vogliono dei computer abbastanza costosi, ma una volta ricreati e registrati i due segnali audio che arrivano al cervello, per riascoltarli non ci vogliono i vari sistemi DTSTHXEX 4758.45, basta una cuffia.Nota: ho scritto "cuffia" e non "2 casse"; la cuffia ha l'essenziale vantaggio di far sentire ad ogni orecchio solo le informazioni che lo riguardano, mentre con 2 casse ogni orecchio ascolterebbe entrambi i segnali (in tempi diversi ma entrambi).Tutto quello a cui mi sono riferito ha un nome:Audio Binaurale (lo conoscono veramente in pochi).Consiglio a tutti di provare a sentire in cuffie file audio binaurali (basta fare una ricerca su internet e li si trovano; per un primo ascolto vanno bene mp3, anche se questo formato distrugge alcune informazioni utili): dopo averli sentiti forse vi verrà voglia di lanciare dalla finestra il vostro sistema Home Theatre (qualsiasi sistema di casse abbiate).
        • Anonimo scrive:
          Re: Impossibile!
          Complimenti vivissimi per la tua cultura tecnica, sei il primo che riesce a instillarmi un dubbio di tale portata! (e dopo ben 10 anni di Audio Review ogni mese, con tutte quelle "lezioni" di elettroacustica che vi pubblicavano sopra... non è facile!);-DCiao, e grazie per le "dritte"!
          • Anonimo scrive:
            Re: Impossibile!
            Ma sono stupito anch'io !!!!!E' quasi incredibile che tra i lettori di PI ci siano (poche) persone che hanno anche le orecchie !!!!!!!A furia di veder parlare solo di MP3 credevo proprio di essere rimasto il solo a non possedere una fantastica coppia di "casse" di plastica da 800 Watt (alimentate da 4 pile stilo) con ingresso USB !!!!Devo ammettere comunque che HT è un bel giocattolo: circa cinque anni fa la Sennheiser mi regalo' una scatola grigia che, collegata ad un paio di cuffie diciamo qualsisasi, ricreava la novità di allora: il dolby surround. La cosa funzionava quasi perfettamente giusto perchè si trattava di audio binaurale.Oggi però l'HT è un business troppo gustoso per Bose o per chiunque altro sia coinvolto.Comunque volevo dire ad Audiofilo che, dopo 20 anni di AR, la cosa migliore da fare è pensare con la propria testa !;-)FBG- Scritto da: Audiofilo
            Complimenti vivissimi per la tua cultura
            tecnica, sei il primo che riesce a
            instillarmi un dubbio di tale portata! (e
            dopo ben 10 anni di Audio Review ogni mese,
            con tutte quelle "lezioni" di
            elettroacustica che vi pubblicavano sopra...
            non è facile!)

            ;-D

            Ciao, e grazie per le "dritte"!
          • Anonimo scrive:
            Re: Impossibile!

            Comunque volevo dire ad Audiofilo che, dopo
            20 anni di AR, la cosa migliore da fare è
            pensare con la propria testa !Certo!Le "lezioni" di teoria che AR conteneva, però, erano molto utili... servivano anche a capire di cosa si stava parlando! (fisica e psicoacustica)Poi, conviene passare ad usare le proprie orecchie (...la propria testa, come dici tu!);-DCiao!
          • Anonimo scrive:
            Re: Impossibile!
            - Scritto da: Audiofilo
            Complimenti vivissimi per la tua cultura
            tecnica, sei il primo che riesce a
            instillarmi un dubbio di tale portata! (e
            dopo ben 10 anni di Audio Review ogni mese,
            con tutte quelle "lezioni" di
            elettroacustica che vi pubblicavano sopra...
            non è facile!)

            ;-D

            Ciao, e grazie per le "dritte"!Di niente, ma certamente per quanto riguarda strumenti e sistemi musicali commerciali e professionali ne sai di gran lunga più te di me.Mi sono imbattuto nell'audio binaurale durante un corso alla facoltà di Informatica di Pisa (Laboratorio di Realtà Virtuale), poi ho leggermente approfondito da solo l'argomento (che è davvero immenso) perché non credevo fosse possibile con una cuffia sentire i suoni provenire da tutte le direzioni.Infatti prima ero dell'idea che un sistema più casse avesse meglio era, e che un giorno stabilissero finalmente quante casse ci volessero e dove piazzarle per ricreare tutti i suoni al computer, poi mi hanno spiegato a lezione che non è così e mi hanno anche accennato come funziona l'audio binaurale e le HRTF.Quindi ho approfondito leggendo alcuni articoli e publicazioni scientifici. Ho anche scaricato degli mp3 binaurali per sentire in prima persona di cosa si tratta: ad esempio, ho trovato un file dove si sente un barbiere che ti taglia i capelli, è impressionante: senti le forbici benissimo che ti girano intorno, anche sopra la testa, cosa che con le casse non puoi sentire (a meno di non piazzarne almeno una sopra di te).Per un'altro esame (Laboratorio di Informatica Musicale) mi hanno insegnato il CSound, un linguaggio per sintetizzare strumenti e suoni, e che permette di utilizzare semplici HRTF con cui (per conto mio) ho anche potuto creare e far muovere una semplice fonte sonora dove volevo io (peccato però che quando le fonti sono di più funziona male).
          • Anonimo scrive:
            Re: Impossibile!

            Di niente, ma certamente per quanto riguarda
            strumenti e sistemi musicali commerciali e
            professionali ne sai di gran lunga più te di
            me.Non puoi dirlo!
            Ho anche scaricato degli mp3 binaurali per
            sentire in prima persona di cosa si tratta:
            ad esempio, ho trovato un file dove si sente
            un barbiere che ti taglia i capelli, è
            impressionante: senti le forbici benissimo
            che ti girano intorno, anche sopra la testa,
            cosa che con le casse non puoi sentire (a
            meno di non piazzarne almeno una sopra di
            te).Dove posso trovarlo? Mi scrivi l'URL?Ciao e grazie 1000
          • Anonimo scrive:
            Re: Impossibile!
            - Scritto da: Audiofilo
            Dove posso trovarlo? Mi scrivi l'URL?L'indirizzo è:http://www.binaural.com/bindemos.htmlMi sembra però che quel file non ci sia più, comunque anche quelli che ci sono rendono benissimo l'idea.Inoltre ho trovato giusto adesso anche questo indirizzo (ma questi file non li ho ascoltati):http://www.northwestern.edu/musicschool/classes/3D/pages/3DsndGallery.htmlCiao.
      • Anonimo scrive:
        Re: Impossibile!


        Chiunque si gira con la testa se il

        suono/rumore gli proviene da dietro, e se

        invece gli arriva dal davanti, alterato

        digitalmente o meno che sia, non può non

        capire che gli arriva da davanti!
        Ti propongo un esperimento MOLTO ISTRUTTIVO.
        Chiudi gli occhi, poi chiedi ad un amico di
        schioccare le sue dita a volte davanti al
        tuo viso, a volte dietro la tua nuca, più o
        meno a trenta centimetri di distanza
        dall'una e dall'altra parte rispettivamente.
        Ti accorgerai con estremo stupore di non
        saper distinguere DAVVERO il davanti dal
        dietro.Fatto!Distinto!!Sarò forse un Alieno?!?D'altronde, ti faccio un esempio pratico, se attraversando la strada non ci investono così facilmente, è perchè, oltre a guardare le auto in arrivo girando la testa nelle due direzioni, ascoltiamo pure la provenienza dei veicoli da entrambi i sensi di marcia, no?
        Questo accade perchè abbiamo solo 2
        orecchie, messe per giunta in posizione
        simmetrica, ed ognuna delle quali trasmette
        al cervello solo una informazione:
        l'intensità del suono percepito.Percepito direttamente e percepito riverberato... questo dice comunque al cervello da dove arriva il suono...
Chiudi i commenti