Eric Schimdt e la ricetta dell'innovazione

In una lettera al Washington Post il CEO di Google snocciola cinque principi per salvare il futuro degli Stati Uniti. Incoraggiando la competizione, favorendo l'assunzione degli stranieri e facendo pagare meno tasse alle aziende

Roma – Ha parlato di un ecosistema delle idee in stile Wikipedia, del bisogno da parte del governo degli Stati Uniti di incoraggiare la ricerca scientifica, di facilitare la vita a quelle che sembrerebbero ad uno sguardo superficiale delle idee ad alto rischio. Degli investimenti che probabilmente non frutteranno affatto.

Ha parlato di questo e di altro il CEO di Google Eric Schmidt, in una lettera pubblicata dal quotidiano Washington Post . Una missiva intitolata erasing our innovation deficit , espressione coniata nel corso di un precedente discorso del Segretario per il Commercio statunitense Gary Locke. Un vuoto nell’innovazione di un paese stretto nella morsa della precarietà del lavoro .

Per Schmidt, il trend sarebbe innanzitutto visibile tramite le interrogazioni dei netizen ai motori di ricerca. Query decisamente in calo per quanto riguarda la prenotazione di una vacanza, di un terzo più frequenti per quanto invece riguarda un mutuo bancario. A questa situazione si aggiungerebbe poi un dato di fatto preoccupante: ricerca e sviluppo in aree chiave come quella delle energie rinnovabili si starebbero trasferendo in altre zone del mondo . Quindi, al di fuori degli Stati Uniti.

“C’è una grossa possibilità che questa green Silicon Valley si indirizzerà verso la Germania o la Cina – ha spiegato Schmidt – Non possiamo permettere che questo accada”. Per il CEO di BigG, bisognerebbe rivedere un intero modello, che dovrebbe passare dalla tipologia top-down a quella proveniente dal basso, bottom-up .

Al posto dei massicci investimenti messi in campo per NASA, ad esempio, sarebbero ormai emerse idee provenienti dalla realtà quotidiana, partorite in una caffetteria o nei laboratori di un’azienda. L’innovazione sarebbe diventata una questione particolarmente caotica, non prevedibile. Per questo bisognerebbe – secondo Schmidt – coltivare un adeguato contesto, aperto e altamente competitivo .

La ricetta di Schmidt è racchiusa in cinque ingredienti fondamentali. Primo, il Congresso degli Stati Uniti dovrebbe favorire a livello legislativo la concorrenza del mercato e l’ingresso di nuovi attori. Secondo, le aziende dovrebbero accettare il fatto che alcuni investimenti possano non risultare fruttuosi al 100 per cento.

Terzo, il governo dovrebbe continuare ad investire in ambito scientifico, magari facendo pagare meno tasse alle aziende che investono nel futuro della nazione . Quarto, sarebbe cosa buona creare – secondo Schmidt – una Wikipedia delle idee , in modo da mettere a disposizione di tutti prospettive e tecnologie per il bene dell’intera umanità.

Non a caso, Schimdt ha parlato del bisogno degli Stati Uniti di incrementare la propria velocità di banda, in perfetta coordinazione con l’ annuncio da parte di BigG di una super-fibra da 1 gigabit al secondo. Infine, il CEO di Google ha sottolineato come le autorità dovrebbero essere più morbide con quegli studenti stranieri che sono costretti a lasciare il paese dopo aver terminato gli studi.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • sun come ms scrive:
    supporto esteso a ODF 1.2 ??? sun=m$
    ci mancava solo che anche ODF andasse a pasticciarsi con estensioni NON-STANDARD!!!sun sta facendo esattamente lo stesso di quello che da sempre fa m$: aggiungere estensioni non-standard ad un formato per generare un bel meccanismo di lock-in...impostate ODF1.2 come default!!!
    • VITRIOL scrive:
      Re: supporto esteso a ODF 1.2 ??? sun=m$
      - Scritto da: sun come ms
      ci mancava solo che anche ODF andasse a
      pasticciarsi con estensioni
      NON-STANDARD!!!Le estensioni di formato sono previste nelle specifiche di ODF 1.2 stesso, e in OOo 3.2 sono usate unicamente per permettere i commenti in Impress e Draw.Se si apre un documento esteso con un programma che non supporta l'estensione l'unica cosa che succede è che la funzionalità implementata con l'estensione non viene visualizzata. Nel caso specifico non verranno visualizzati i commenti.In generale anche io credo che l'utilizzo di estensioni del formato non sia il massimo se si può evitare, ma così va il mondo.SalutiVITRIOL
  • piossa21 scrive:
    Google Docs meglio di OO.org?
    Pare vogliano eliminarlo da Ubuntu Netbook Remix (http://www.tuxjournal.net/?p=11112). Una grossa ca****a se si pensa che i netbook molti li usano proprio per scrivere. Al suo posto? Google Docs. MAH!
    • Il Profeta scrive:
      Re: Google Docs meglio di OO.org?
      - Scritto da: piossa21
      Pare vogliano eliminarlo da Ubuntu Netbook Remix
      (http://www.tuxjournal.net/?p=11112). Una grossa
      ca****a se si pensa che i netbook molti li usano
      proprio per scrivere. Al suo posto? Google Docs.
      MAH!Secondo me OOo e GDocs hanno ambiti di lavoro differenti. Io ad esempio uso spesso GDocs per lavoro, per condividere con colleghi specifiche e altri documenti (il fatto che più persone li possono modificare contemporaneamente non ha prezzo!). E' chiaro che se servono strumenti più potenti serve OOo.Le motivazioni della scelta, secondo me, sono:1) Chi utilizza un netbook difficilmente ha bisogno di strumenti molto potenti, GDocs basta e avanza.2) Molti netbook hanno dischi SSD poco capienti, quindi risparmiare un centinaio di mega fa comodo.3) Google ha commissionato a Canonical lo sviluppo di Chrome OS, e magari ne approfitta anche per diffondere la sua suite online tramite UNR.
    • gnulinux86 scrive:
      Re: Google Docs meglio di OO.org?
      Dove sarebbe il problema?Tale scelta riguarda solo UNR, oltre tutto OpenOffice sarà sempre installabile tramite repository ufficiali.
    • il signor rossi scrive:
      Re: Google Docs meglio di OO.org?
      - Scritto da: piossa21
      Pare vogliano eliminarlo da Ubuntu Netbook Remix
      (http://www.tuxjournal.net/?p=11112). Una grossa
      ca****a se si pensa che i netbook molti li usano
      proprio per scrivere. Al suo posto? Google Docs.
      MAH!Un motivo in più per NON installare sul proprio netbook la versione netbook remix ma una distribuzione completa. Tanto il netbook è morto: ad opera degli stessi produttori, che hanno deciso di pompare peso e dimensioni dello schermo dato che la gente pensava di comprare un notebook normale pagandolo 300 euro e poi si lamentava.Con la nuova generazione di notebook con schermo a 1378x800 (o quanto è) non ci sarà più bisogno di versioni custom del sistema operativo, tanto la gente quando compra il netbook ci vuole fare le stesse cose del pc normale (io per esempio vivo felice con la Debian sul mio eeepc 901 da un anno e mezzo).
    • advange scrive:
      Re: Google Docs meglio di OO.org?
      C'è stata una bella discussione in merito in giro per la rete.Mia opinione: è una scelta sbagliata.D'altro canto penso che per gli utenti non cambierà nulla: un click su Ubuntu SW Center ed è fatta.
      • gnulinux86 scrive:
        Re: Google Docs meglio di OO.org?
        Visto le critiche degli utenti, hann fatto retromarcia, OpenOffice ci sarà:http://www.tuxjournal.net/?p=11142
  • ruppolo scrive:
    Beta perenne
    Come tutti i software open source, sono sempre in beta.In questa versione provate, ad esempio, a personalizzare una delle barre strumenti: il tasto per annullare le modifiche e chiudere la finestra in realtà si comporta come il tasto OK, quindi non c'è modo di annullare eventuali pasticci.Edit: versione per Mac.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 12 febbraio 2010 14.41-----------------------------------------------------------
    • angros scrive:
      Re: Beta perenne
      Modificato dall' autore il 12 febbraio 2010 14.41
      --------------------------------------------------
      • ruppolo scrive:
        Re: Beta perenne
        - Scritto da: angros
        Ma si sa, sui mac i prodotti open sono sviluppati
        di meno (del resto anche su Windows); non sono
        sistemi fatti per
        quello.Quindi il codice sorgente per i vari sistemi è così diverso?
        • Sgabbio scrive:
          Re: Beta perenne
          OpenOffice su mac, non era proprio il massimo, prima della versione 3, non usava nemmeno l'interfaccia aqua, ma X11.
        • angros scrive:
          Re: Beta perenne
          Il porting è diverso; e, se i programmatori che lavorano su mac ragionano come te, non ce ne saranno molti a lavorare ad esso (mentre ce ne saranno molti di più a lavorare per la versione Linux)Comunque, tu ti vantavi di poter usare il sistema che volevi, sul tuo computer, quindi anche linux; perchè non provi la versione linux, allora?
    • ruppolo scrive:
      Re: Beta perenne
      Aggiungo: Ridondanza.Il comando (riferito alla versione inglese) "AutoCorrect" si trova sia sul menu "Tools" che nel menu "Format-
      AutoCorrect".
      • Il Profeta scrive:
        Re: Beta perenne
        - Scritto da: ruppolo
        Aggiungo: Ridondanza.
        Il comando (riferito alla versione inglese)
        "AutoCorrect" si trova sia sul menu "Tools" che
        nel menu
        "Format-
        AutoCorrect".Mamma mia, come faccio a convivere con questa ridondanza, dal momento che Apple segue la via del minimalismo?!
    • Suriv scrive:
      Re: Beta perenne
      - Scritto da: ruppolo
      Come tutti i software open source, sono sempre in
      beta.Beh allora cambia OS, in quanto il kernel e le core lib di MacOS sono opensource e quindi in beta ..
    • VITRIOL scrive:
      Re: Beta perenne
      - Scritto da: ruppolo
      In questa versione provate, ad esempio, a
      personalizzare una delle barre strumenti: il
      tasto per annullare le modifiche e chiudere la
      finestra in realtà si comporta come il tasto OK,
      quindi non c'è modo di annullare eventuali
      pasticci.Guarda che si è sempre comportato così fin dalla remota versione 1, non è un "problema" della nuova versione. Qui trovi una segnalazione marcata come "ENHANCEMENT" per l'introduzione di una funzione di annullamento delle modifiche.http://qa.openoffice.org/issues/show_bug.cgi?id=30014Sono comunque d'accordo che la presenza di due pulsanti con nomi diversi a questo punto è inutile e trae in inganno. Se volete potete commentare e votare questa issue, che è lì dal 2004 e non se la è mai filata nessuno (neppure gli utenti).Anche questa issue è correlata:http://qa.openoffice.org/issues/show_bug.cgi?id=51333SalutiVITRIOL-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 12 febbraio 2010 15.03----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 12 febbraio 2010 15.03-----------------------------------------------------------
      • mestov scrive:
        Re: Beta perenne
        - Scritto da: VITRIOL
        - Scritto da: ruppolo


        In questa versione provate, ad esempio, a

        personalizzare una delle barre strumenti: il

        tasto per annullare le modifiche e chiudere la

        finestra in realtà si comporta come il tasto OK,

        quindi non c'è modo di annullare eventuali

        pasticci.

        Guarda che si è sempre comportato così fin dalla
        remota versione 1, non è un "problema" della
        nuova versione. Qui trovi una segnalazione
        marcata come "ENHANCEMENT" per l'introduzione di
        una funzione di annullamento delle
        modifiche.

        http://qa.openoffice.org/issues/show_bug.cgi?id=30wow quella richiesta risale all'ormai lontano 2004. alla faccia del modello open source che risolve in breve tempo le richieste degli utenti!
        • mass scrive:
          Re: Beta perenne
          ce l'hai fatta a mettere in seria discussione un modello, grande!!!hai un blog, un sito un qualcosa per seguire e leggere queste tue audaci idee, comparazioni ed analisi?
          • mestov scrive:
            Re: Beta perenne
            - Scritto da: mass
            ce l'hai fatta a mettere in seria discussione un
            modello,
            grande!!!

            hai un blog, un sito un qualcosa per seguire e
            leggere queste tue audaci idee, comparazioni ed
            analisi?analisi? non basta il sito delle richieste di OpenOffice? se ne deve creare un altro?
        • VITRIOL scrive:
          Re: Beta perenne
          - Scritto da: mestov
          wow quella richiesta risale all'ormai lontano
          2004. alla faccia del modello open source che
          risolve in breve tempo le richieste degli
          utenti!Quella richiesta ha solo un paio di commenti e zero voti, da cui si evince che agli utenti non interessa... se invece è il contrario, credo che sia anche dovere dell'utente esprimerlo coi mezzi che ha a disposizione.SalutiVITRIOL
          • mestov scrive:
            Re: Beta perenne
            - Scritto da: VITRIOL
            Quella richiesta ha solo un paio di commenti e
            zero voti, da cui si evince che agli utenti non
            interessa... se invece è il contrario, credo che
            sia anche dovere dell'utente esprimerlo coi mezzi
            che ha a
            disposizione.quindi tu puoi confermare che la policy di OpenOffice è risolvere i problemi che vengono votati di più dai suoi utenti? sicuro? e dove sarebbe scritto tutto questo? io so per certo che segnalare e votare i bug non produce certo il risultato di vederseli risolti. i programmatori non hanno stabilito una policy d'intervento sulle issue. le scelgono loro con enorme discrezionalità. ergo votare e segnalare non ha alcun senso. e poi, diamine, quella issue è del 2004, cioè di 6 anni fa. eoni in termini di sviluppo del software.per favore non insultare la mia intelligenza. se una richiesta è del 2004 che sia poco votata o meno va risolta. non accampare scuse che non sono spiegazioni. perché anche tu sai che è così. ricordo una certa email di un esponente del PLIO che spiegava a chiare lettere la verità dietro le issue.
          • VITRIOL scrive:
            Re: Beta perenne
            - Scritto da: mestov
            per favore non insultare la mia intelligenza.Non la inulto, quindi per me il discorso finisce qui. Diciamo che anche sul NG in passato abbiamo avuto modo di capire qual è il tuo modo di argomentare, ma tralascio perché non è certo la sede opportuna.SalutiVITRIOL-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 12 febbraio 2010 17.37-----------------------------------------------------------
          • mestov scrive:
            Re: Beta perenne
            - Scritto da: VITRIOL
            Diciamo che anche sul NG in passato abbiamo
            avuto modo di capire qual è il tuo modo di
            argomentare, ma tralascio perché non è certo la
            sede
            opportuna.??????non so di quale NG tu stia parlando.
          • VITRIOL scrive:
            Re: Beta perenne
            - Scritto da: mestov
            ??????
            non so di quale NG tu stia parlando.Non insultare la mia intelligenza (cit.).SalutiVITRIOL
          • mestov scrive:
            Re: Beta perenne
            - Scritto da: VITRIOL
            Non insultare la mia intelligenza (cit.).mah
          • mestov scrive:
            Re: Beta perenne
            - Scritto da: mestov
            per favore non insultare la mia intelligenza. se
            una richiesta è del 2004 che sia poco votata o
            meno va risolta. non accampare scuse che non sono
            spiegazioni. perché anche tu sai che è così.
            ricordo una certa email di un esponente del PLIO
            che spiegava a chiare lettere la verità dietro le
            issue.giusto per portare una prova tangibile:http://qa.openoffice.org/issues/show_bug.cgi?id=4898versione OpenOffice.org 1.0data 2002status reopened OpenOffice 1.0.0 cannot be launched from MFS (MOSIX) filesystem. Here's thereason why:access("/home/shel", F_OK) = 0statfs("/home/shel", {f_type=0xe08f018, f_bsize=1024, f_blocks=1048576,f_bfree=409600, f_files=547411, f_ffree=50000, f_namelen=255}) = 0open("/home/shel/.user60.rdb", O_RDWR) = 10shmat(10, 0x1, 0x1ptrace: umoven: Input/out(10, 0x2, 0x2ptrace: umoven:Input/output error) = ?lseek(10, 0, SEEK_END) = 512old_mmap(NULL, 512, PROT_READ|PROT_WRITE, MAP_SHARED, 10, 0) = -1 EPERM(Operation not permitted)--- SIGSEGV (Segmentation fault) ---+++ killed by SIGSEGV +++Here the link is: /home/shel-
            /mfs/1/local/shel. That's the answer I've got from MOSIX developers about this problem:"The "mmap" system-call with MAP_SHARED is in fact requesting that themapped file be used as shared-memory. You can find in the MFS documentationthat this feature is not supported: it would be very difficult to supportsuch generic cluster-wide shared-memory (DSM), and even if implemented,the performance would be disastrous, and of course, being a form ofshared-memory, MOSIX would have to force all such processes that use thisfeature to stay on their home-node.I don't know what to suggest at this time other then investigate whyOffice requires this feature: in most cases, this is not really intendedas true shared-memory, but rather as a form of lazy-write: if so, it shouldbe converted to map with MAP_PRIVATE (at least if mapping with MAP_SHAREDfailes), then use the "write" system-call instead of msync/close."Any ideas how to fix this? voti per la issue: 4898 ed è giusto un esempio.
          • VITRIOL scrive:
            Re: Beta perenne
            - Scritto da: mestov
            voti per la issue: 4898 Ma ROTFL. Insulto la tua intelligenza se ti chiedo se sai leggere?SalutiVITRIOL-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 12 febbraio 2010 17.44-----------------------------------------------------------
          • mestov scrive:
            Re: Beta perenne
            - Scritto da: VITRIOL
            - Scritto da: mestov


            voti per la issue: 4898

            Ma ROTFL. Insulto la tua intelligenza se ti
            chiedo se sai
            leggere?hai ragioneho sbagliato. era il numero della issue. questo non vuol dire però che tu abbia ragione. non hai ancora dato conferma del fatto che le issue più votate siano poi risolte con celerità. o sbaglio?
          • VITRIOL scrive:
            Re: Beta perenne
            - Scritto da: mestov
            non hai
            ancora dato conferma del fatto che le issue più
            votate siano poi risolte con celerità. o
            sbaglio?Di prove non ne ho, perché di statistiche non ne ho mai fatte. Però stai sicuro che i voti e i commenti vengono di certo notati, anche perché parte una mail a chi di dovere. Gli sviluppatori non sono dei diavoletti che si divertono a fare i dispetti agli utenti.SalutiVITRIOL
          • mestov scrive:
            Re: Beta perenne
            - Scritto da: VITRIOL
            - Scritto da: mestov


            non hai

            ancora dato conferma del fatto che le issue più

            votate siano poi risolte con celerità. o

            sbaglio?

            Di prove non ne ho, perché di statistiche non ne
            ho mai fatte. Però stai sicuro che i voti e i
            commenti vengono di certo notati, anche perché
            parte una mail a chi di dovere. Gli sviluppatori
            non sono dei diavoletti che si divertono a fare i
            dispetti agli
            utenti.guarda che stai travisando il discorso. chi ha parlato di diavoletti? chi ha detto che risolvono solo i loro problemi? io ho semplicemente fatto notare che nella tanto decantata superiorità del modello open source c'è una richiesta fatta da un utente ancora irrisolta dopo 6 anni. e ce nè un'altra di 8 anni. a me sembrano troppi, a te? se fosse stata una società privata con un prodotto closed source credo che adesso in molti se la starebbero ridendo.io ho semplicemente ricordato che non esiste una policy che lega gli sviluppatori a risolvere alcune segnalazioni (più votate, più commentate o anche più duplicate ). che seguano una loro policy interna è loro diritto. io mettevo in dubbio solo la tua spiegazione: e cioè che fosse colpa della scarsa attenzione degli utenti (pochi voti, pochi commenti). e ricordo un mail di un esponente del PLIO nella quale si spiegava come gli sviluppatori seguissero loro strade nella scelta delle issue da risolvere. nulla di sbagliato in tutto ciò, per carità. fino a quando arriva uno che dà spiegazioni che sono un po' una presa in giro.io sono una persona ragionevole. se sbaglio lo ammetto. leggi l'altro post. ma se mi trovo davanti una persona che tenta di prendermi in giro... boh forse sbaglio di nuovo... ma permettimi di dire che finora non mi hai dato dimostrazione del contrario.p.s. io finora non ho detto nulla di scorretto su OpenOffice. ho fatto solo notare come certe soluzioni tardino ad arrivare in un prodotto considerato open source. giusto per far tornare il dibattito sui binari della civiltà.
          • collione scrive:
            Re: Beta perenne
            se è per questo pure IE è dal '95 che aspettiamo che diventi standard compliantgli sviluppatori semplicemente non hanno tutto il tempo di questo mondo e tu avresti ragione se loro stessero lì a grattarsi invece di tappare fallepurtroppo in progetti come openoffice le falle solo molet e il tempo è sempre poco
        • Iii scrive:
          Re: Beta perenne
          E che dire di ubuntu? Non hanno ancora risolto il bug n.1, scoperto nel 2004! Questo opensource fa acqua da tutte le partixD
    • gnulinux86 scrive:
      Re: Beta perenne
      Seguendo il tuo ragionamento il cuore del tuo amato Os x, sarebbe in beta perenne!? :o
    • il signor rossi scrive:
      Re: Beta perenne
      - Scritto da: ruppolo
      Come tutti i software open source, sono sempre in
      beta.

      In questa versione provate, ad esempio, a
      personalizzare una delle barre strumenti: il
      tasto per annullare le modifiche e chiudere la
      finestra in realtà si comporta come il tasto OK,
      quindi non c'è modo di annullare eventuali
      pasticci.ma perché anziché venire qui a criticare il lavoro che gli sviluppatori di sun prima e oracle poi ti mettono a disposizione gratuitamente non ti compri Office? Ah, perché costa dei soldi, giusto? Facile criticare e basta, non credi?
      • VITRIOL scrive:
        Re: Beta perenne
        - Scritto da: il signor rossi
        ma perché anziché venire qui a criticare il
        lavoro che gli sviluppatori di sun prima e oracle
        poi ti mettono a disposizione gratuitamente non
        ti compri Office? Ah, perché costa dei soldi,
        giusto? Facile criticare e basta, non
        credi?Io credo che le critiche siano lecite. Il fatto che un programma sia gratis non lo esime dalle critiche, perché dovrebbe?L'importante è che siano critiche motivate e sensate, anche se ovviamente quello che sembra sensato a me non lo necessariamente anche per altri, o viceversa...SalutiVITRIOL
      • collione scrive:
        Re: Beta perenne
        no no, criticare mentre il muletto sta scaricando la copia pirata di office :D
    • advange scrive:
      Re: Beta perenne
      Sai cosa ti dico, ruppolo?Una volta tanto deciderò di seguire alla lettera i tuoi consigli.Quindi non comprerò MAI un Mac che ha un SO che è in beta perenne dal 2001 (!!!!!) né un iPhone che lo è da quando è nato.Men che mai proverò Safari che ha addirittura un cuore opensource (webkit)!Ti ringrazio per i tuoi consigli sempre preziosi, ricchi di acume e che dimostrano un'intelligenza viva e fuori dal comune.
  • Uau (MT) scrive:
    Win7 update=BSOD
    http://news.wintricks.it/web/dal-web/31122/windows-update-regala-bsod/
  • QuiQuoQua scrive:
    Ma che hardware usano ??
    Nelle mie reti, dove OO 3.1.1 ITA gira mediamente nei P4 con 512MB o 1GB di ram, i tempi di cold start di writer, senza Quickstart quindi, sono:- 29 secondi senza antivirus- 33 secondi con antivirus sophos- 45 secondi con antivirus trendmicroMi chiedo quindi da dove vengano gli 8 secondi del grafico dell'articolo !Ovvio che in un dualcore recente è più veloce... ma chi ce li ha decine di migliaia di euro da investire per OO ?
    • Steve Robinson Hakkabee scrive:
      Re: Ma che hardware usano ??
      in effetti 8 secondi sono veramente pochi. A me su un mac dualcore 2ghz il 3.11 sta 23 secondi e non 15 come dal grafico.Mi fa pensare a un quad con disco in raid per avviarsi così veloce.
    • collione scrive:
      Re: Ma che hardware usano ??
      beh non è hardware incredibile certamentea me su un i5 750 con ssd, openoffice 3.2 ha un cold start di soli 3 secondi
      • QuiQuoQua scrive:
        Re: Ma che hardware usano ??
        Dunque vediamo... visto che ho 130 utenti più che felici con i tempi di caricamento di Office2003 con macchine P4 512MB o inferiori, un passaggio ad Openoffice mantenendo la stessa produttività utente mi costerebbe in solo hardware... 500euro a pc * 130 = 65000 euro.C'è anche il costo di sostituzione ogni PC e travaso dati, almeno 2 ore per macchina.Considerando poi che non esiste un modo centralizzato di configurazione, gestione, aggiornamento (come c'è per Office)... altro costo in manodopera in fase di utilizzo.Ma non era gratis ????? :)[è ironico, non aprite un flame ! AMO openoffice, e mi dispiace vederlo così]
        • VITRIOL scrive:
          Re: Ma che hardware usano ??
          - Scritto da: QuiQuoQua
          [è ironico, non aprite un flame ! AMO openoffice,
          e mi dispiace vederlo
          così]Così come? Se anche uno considera la velocità di prima apertura così importante (è molto soggettivo), dovrebbe essere soddisfatto del lavoro che hanno fatto gli sviluppatori in questo campo, e del lavoro che faranno in futuro.Insomma, non è un fattore trascurato. Si sono ottenuti miglioramenti tangibili, e altri se ne otterranno.SalutiVITRIOL
          • QuiQuoQua scrive:
            Re: Ma che hardware usano ??
            - Scritto da: il signor rossi
            - Scritto da: VITRIOL


            Così come?

            sì, infatti: così come? OpenOffice è un ottimo
            software GRATUITO, volete stamparvi in testaCosì LENTO ! Ripeto comunque: nessuna accusa, solo un dato di fatto. Punto.In alcune reti ho utenti che usano tipicamente il PC 10 minuti al giorno (ed hanno già Ooo installato): tempo di leggere una e-mail, scrivere una breve relazione di mezza pagina con OO e chiudere il PC. Tipicamente sono infermieri o comunque persone per le quali l'uso del PC non è fondamentale nel lavoro. Capirete che su 10 minuti di utilizzo di un certo PC, perderne altri 6 tra boot e avvio di Openoffice e shutdown, c'è uno spreco di tempo del 37%. Che moltiplicato per 150 utenti... quanto pesa sul bilancio ?Non posso sostituire openoffice: devo lasciare un pacchetto UNICO con cui di tanto in tanto siano in grado di aprire documenti fatti con M$ word o excel abbastanza complessi (tabelle di orari di turni, per esempio). Quindi niente ABIWORD.Con questo non colpevolizzo OpenOffice soltanto. C'è di mezzo ance XP e l'antivirus che sono dei macigni.E per la gestione centralizzata: come faccio con OO a preconfigurare o cambiare la cfg di tutti i client (parlo sempre di un centinaio) ? Per esempio dire "da domani tutti i profili utente di tutti i clients avranno una nuova cartella modelli ?"Oppure che i nuovi utenti si trovino correttamente tutte le impostazioni già preconfigurate al primo logon ?Questa è gestione centralizzata. E non si fa con i logon script (ci avete mai provato a modificare i tantissimi files sparsi di cfg di OO con un logon script ??? Io sì !)
        • Marco Giopa scrive:
          Re: Ma che hardware usano ??
          beh in definitiva ricordiamo che il quickStart occupa solo 20 MB di ram, è velocizza moltissimo.Dopo tutto anche MSOffice si apre in fretta perchè viene precaricato all'avvio: non avete notato che l'avvio è più lento (e di parecchio) dopo aver installato MSOffice ? Solo che come al solito lo zio Bill non ti chiede se vuoi avere il precaricamento o no di un programma, te lo tira su e basta :-|Per gli aggiornamenti esiste l'iconcina di promemoria, ma è vero che nella mia azienda sono ben pochi quelli che ci cliccano sopra. Sarebbe meglio una procedura automatica tipo Firefox, ma diamogli tempo ...
    • abiword scrive:
      Re: Ma che hardware usano ??
      eh eh... io col l'atom dual-core carico abiword in 2 secondi netti!!ma che software usano?
      • Sky scrive:
        Re: Ma che hardware usano ??
        - Scritto da: abiword
        eh eh...
        io col l'atom dual-core carico abiword in 2
        secondi
        netti!!
        ma che software usano?Ma che c'entra abiword con Open Office? Anche io carico Notepad in 1,5 secondi netti sul mio Celeron 1,6 GHZ 512MB, e allora?
        • collione scrive:
          Re: Ma che hardware usano ??
          io sul mio core i5 750 con ssd corsair serie x e 8 gb di ram carico openoffice in 3 secondiyummi :Pe poi dicono che gli ssd non servono a niente
    • advange scrive:
      Re: Ma che hardware usano ??
      Non vorrei sconvolgere te e tutti i frequentatori di PI, ma il vero problema non è OpenOffice, ma il SO.Ho fatto ora la prova con un PC del 2003 peggiore di quello da te indicato e OpenOffice 3.1: il Writer si apre dopo 7.5 secondi.L'unico problema è che non ho potuto fare le prove con gli antivirus attivi: purtroppo sul mio SO quelli da te indicati non ne vogliono proprio sapere di installarsi :-(.
  • sylvaticus scrive:
    E la gestione di grossi files??
    Ok i tempi di avvio, ma come siamo messi nella gestione dei singoli files?Uso OpenOffice sopratutto per editare fogli di calcolo di ENORMI dimensioni (anche 20-40MB, e per favore non chiedetemi xchè usiamo fogli di calcolo invece di db per una tale mole di dati...) ed il confronto tra OpenOffice Calc ed Excell (anche winarizzato) è devastante :-(((Il "bello" è che il problema con Calc è sia sul consumo CPU che sulla RAM, quindi una ottimizzazione la vedo lontana (per esperienza quando il problema è uno solo dei due è relativamente semplice spostarsi nel trade-off tra CPU e RAM)..Sui documenti di dimensioni "normali" invece non ci si accorge di alcuna differenza..
    • VITRIOL scrive:
      Re: E la gestione di grossi files??
      - Scritto da: sylvaticus
      Ok i tempi di avvio, ma come siamo messi nella
      gestione dei singoli
      files?Ci sono stati interventi anche in questo senso, ma per quanto ne so abbastanza specifici. E' aumentata la velocità di determinati tipi di calcoli e cicli, e soprattutto la velocità di salvataggio di grossi documenti Calc. Ora in molti casi viene salvato solo il foglio modificato, e non tutto il documento.Qui trovi informazioni sui traguardi già raggiunti dal Performance Poject:http://wiki.services.openoffice.org/wiki/Calc/Done/PerformanceQui quello a cui si sta lavorando in questo momento (quindi prossime release):http://wiki.services.openoffice.org/wiki/Calc/InProgress/PerformanceSalutiVITRIOL
      • MacBoy scrive:
        Re: E la gestione di grossi files??
        A pelle mi sembra molto migliorato a livello di velocità rispetto alle versioni precedenti. Anche dei miei fogli Excel complessi me li apre (pur pasticciando un po') in tempi ragionevoli. Direi che sta diventando finalmente usabile. Certo su Mac c'è iWork e non c'è storia, ma di Excel ho ancora bisogno e Calc potrebbe sostituirlo dignitosamente adesso.Oltretutto OpenOffice ha il grosso vantaggio di essere davvero multipiattaforma (Mac/Win e anche Linux, anche se quest'ultimo a me non interessa), invece con Office ci sono sempre problemi passando da una versione all'altra.
  • Lemon scrive:
    Manca la cosa più importante
    utility per aggiornamento centralizzato e configurazione centralizzata, parlo del mondo windows. Se ci fosse una cosa del genere in diverse aziende dove lavoro si penserebbe seriamente alla migrazione, per adesso si aspetta a ancora un pò.Se fossi uno sviluppatore me le le scriverei...Qualcuno ha news a tal proposito? io conosco solo questo:http://openofficetechnology.com/non mi piace che ci sia bisogno di un client, forse gli serve più per motivi di controllo licenza che effettivamente per applicare le policy di gruppo...
    • OO Knight scrive:
      Re: Manca la cosa più importante
      Sono pienamente d'accordo con te, anche io sono alla ricerca di qualcosa di simile.
    • Paolo scrive:
      Re: Manca la cosa più importante
      State parlando di questo: http://ur1.ca/m5br ?
      • Lemon scrive:
        Re: Manca la cosa più importante
        - Scritto da: Paolo
        State parlando di questo: http://ur1.ca/m5br ?In parte si. In pratica i file .msi posso distribuirli tramite group policy il che vuol dire che posso farli installare automaticamente anche ad utenti che non hanno diritti amministrativi (sempre che abbiamo la modalità silent o unattended, ma oo la ha), e fin qua ci siamo. Il problema per openoffice è quando rilasciano le patch. Supponi anche che la patch venga distribuita come pacchetto msi, mi richiederebbe una nuova configurazione nelle group policy, per office invece l'installazione la configuro nelle group policy, gli aggiornamenti nel wsus ed è tutto più semplice.Per quel che mi riguarda l'installazione non è un grosso problema, più che altro a me interessano l'aggiornamento e gli upgrade di versione. Basterebbe fare un qualcosa del tipo "cerca aggiornamnenti nella cartella di rete", fare una cartella condivisa dove posizionare dei file ed il gioco è fatto. magari bisogna solo controllare se si devono avere diritti o meno di amministrazione, forse si può risolvere in altri modi...Quello che a me interessa di più invece è la possbilità di gestire il software in maniera centralizzata. Ad esempio dire che all'utente non compaia la richiesta di registrazione, che il formato predefinito per il salvataggio non è odf ma doc (per esempio) ecc ecc.Office ha tutte queste possibilità, addirittura ti salva i tuoi menù e se fai un logon in un'altra postazione ti mantiene tutti i tuoi settaggi, posta elettronica compresa se usi Outlook. Queste sono piccole funzionalità che facilitano la vita degli amministratori di rete, se poi parliamo di casa è ovvio che va più che bene openoffice così com'è.saluti
        • VITRIOL scrive:
          Re: Manca la cosa più importante
          - Scritto da: Lemon
          Il problema per openoffice è quando
          rilasciano le patch.Quali patch? OOo non rilascia mai patch, ma sempre il pacchetto di installazione completo.SalutiVITRIOL
          • Lemon scrive:
            Re: Manca la cosa più importante
            - Scritto da: VITRIOL
            - Scritto da: Lemon


            Il problema per openoffice è quando

            rilasciano le patch.

            Quali patch? OOo non rilascia mai patch, ma
            sempre il pacchetto di installazione
            completo.

            Saluti
            VITRIOLma sai che non me ne ero mai accorto! avevo un sospetto ma non lo sapevo. ad esempio adesso ho fatto partire il mio oo 3.1.0 ed ho la notifica per l'aggiornamento a 3.1.1 ed il download è lungo. Però non mi sembra molto funzionale... è normale non avere mai patch?
          • VITRIOL scrive:
            Re: Manca la cosa più importante
            - Scritto da: Lemon
            Però non mi sembra molto funzionale... è normale
            non avere mai patch?Dipende da cosa intendi per normale. La politica di OOo negli ultimi anni è quella di pubblicare aggiornamenti completi trimestrali (salvo ritardi...) alternando feature release (denominate x.x.0) a bugfix release (denominate x.x.1).Questa 3.2.0 è una feature release. Tra circa tre mesi avremo la 3.2.1, che non introdurrà nuove funzionalità ma correggerà i bug importanti che saranno nel frattempo saltati fuori nella 3.2.0. Anche la 3.2.1 sarà comunque sempre distribuita come pacchetto completo.SalutiVITRIOL-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 12 febbraio 2010 12.14-----------------------------------------------------------
          • Lemon scrive:
            Re: Manca la cosa più importante


            Dipende da cosa intendi per normale.
            Modificato dall' autore il 12 febbraio 2010 12.14
            --------------------------------------------------Intanto grazie per la spiegazione.Non lo trovo "normale" perchè l'applicazione delle patch è più lunga in caso di un pacchetto così grande. Inoltre può andar bene se non ci sono problemi di sicurezza altrimenti tre mesi potrebbero risultare troppi, non credi?
          • VITRIOL scrive:
            Re: Manca la cosa più importante
            - Scritto da: Lemon
            Inoltre può andar bene se non ci
            sono problemi di sicurezza altrimenti tre mesi
            potrebbero risultare troppi, non
            credi?Quando e se ci saranno davvero seri problemi di sicurezza di vedrà. Ma OOo non è molto noto per avere problemi di sicurezza... quello è un altro ;-)SalutiVITRIOL
          • VITRIOL scrive:
            Re: Manca la cosa più importante
            PSVedere qui per farsi un'idea:http://secunia.com/advisories/product/20130/http://secunia.com/advisories/product/13228/SalutiVITRIOL
          • Lemon scrive:
            Re: Manca la cosa più importante
            - Scritto da: VITRIOL
            PS
            Vedere qui per farsi un'idea:

            http://secunia.com/advisories/product/20130/
            http://secunia.com/advisories/product/13228/

            Saluti
            VITRIOLGià, già. Anche io uso Secunia solitamente. E' un piacere postare con te, saluti
  • Student scrive:
    Aggiornamento
    Ciao,ma per aggiornare bisogna scaricare tutto il malloppo dal sito e installarlo sopra alla 3.1? Io ho la versione 3.1, ho provato a cliccare su "?/controlla aggiornamenti" ma mi dice "La ricerca di aggiornamenti non ha avuto sucXXXXX.". Voi come avete fatto?PS: fatevi due risate:http://www.blognotizie.info/5192/microsoft-nuovo-aggiornamento-openoffice-3-2-0-download-gratis.html
    • VITRIOL scrive:
      Re: Aggiornamento
      - Scritto da: Student
      ma per aggiornare bisogna scaricare tutto il
      malloppo dal sito e installarlo sopra alla 3.1?SìSalutiVITRIOL
    • issimo scrive:
      Re: Aggiornamento
      - Scritto da: Student
      Ciao,
      ma per aggiornare bisogna scaricare tutto il
      malloppo dal sito e installarlo sopra alla 3.1?
      Io ho la versione 3.1, ho provato a cliccare su
      "?/controlla aggiornamenti" ma mi dice "La
      ricerca di aggiornamenti non ha avuto sucXXXXX.".
      Voi come avete
      fatto?

      PS: fatevi due risate:

      http://www.blognotizie.info/5192/microsoft-nuovo-aDa piangere, altro che ridere.Come quando ho visto una mia collega cercare delle "dritte" per il suo pc sfrucugliando nel blog di aranzulla.Ignoranza al potere e questi sono i risultati.
      • Alvaro Vitali scrive:
        Re: Aggiornamento
        - Scritto da: issimo

        Da piangere, altro che ridere.
        Come quando ho visto una mia collega cercare
        delle "dritte" per il suo pc sfrucugliando nel
        blog di
        aranzulla.
        Ignoranza al potere e questi sono i risultati.Infatti, Aranzulla è uno dei tanti specchi della attuale realtà italiana ...
        • collione scrive:
          Re: Aggiornamento
          buhahaha, ricordo ancora quando 5-6 anni fa fecero un servizio al tg dell'una su aranzullae pensare che lo etichettarono il Bill Gates italianosecondo me dev'essere figlio di qualche tizio importante, altrimenti non l'avrebbero pompato così tantoah e ricordo che ha partecipato alla securizzazione di dblog e infatti in quel cms ci sono buchi da far ridere
    • AranBanjo scrive:
      Re: Aggiornamento
      1) Scaricata la versione per OsX2) Trascinata l'icona nella cartella Applicazioni3) Click su Sostituisci:P
      • xxx scrive:
        Re: Aggiornamento
        Scaricata la versione windows, doppio click -
        "installazione completa" (ok prima decomprire i file).e avevo la 3.1 installata.:p
  • MAH scrive:
    L'importanza dei tempi di caricamento?
    Spero che non sia la novità principale di questa release...
    • Il Profeta scrive:
      Re: L'importanza dei tempi di caricamento?
      - Scritto da: MAH
      Spero che non sia la novità principale di questa
      release...http://wiki.services.openoffice.org/wiki/IT/OOoFeatures320Mica parliamo di M$ Offic che tra una release e l'altra cambia solo la grafica e introduce nuovi (ed inutili) formati...
      • panda rossa scrive:
        Re: L'importanza dei tempi di caricamento?
        - Scritto da: Il Profeta
        - Scritto da: MAH

        Spero che non sia la novità principale di questa

        release...

        http://wiki.services.openoffice.org/wiki/IT/OOoFea

        Mica parliamo di M$ Offic che tra una release e
        l'altra cambia solo la grafica e introduce nuovi
        (ed inutili)
        formati...Magari si limitasse a cambiare solo la grafica!Purtroppo tra una versione e l'altra eliminano i menu e li sostituiscono con una paccottiglia di inutili bottoni extra large!
    • VITRIOL scrive:
      Re: L'importanza dei tempi di caricamento?
      - Scritto da: MAH
      Spero che non sia la novità principale di questa
      release...Beh, considera che è una delle critiche più frequenti a OOo, quindi è più che motivato l'interesse degli sviluppatori a migliorare questo aspetto.In ogni caso le novità più importanti le trovi elencate qui:http://wiki.services.openoffice.org/wiki/IT/OOoFeatures320SalutiVITRIOL
      • fox82i scrive:
        Re: L'importanza dei tempi di caricamento?
        Dalla lista non sembra che abbiano migliorato la gestione ODBC in Calc su grosse mole di dati... Peccato
        • VITRIOL scrive:
          Re: L'importanza dei tempi di caricamento?
          - Scritto da: fox82i
          Dalla lista non sembra che abbiano migliorato la
          gestione ODBC in Calc su grosse mole di dati...
          PeccatoNon ti saprei dire, ma lì sono indicate solo le novità principali, non i miglioramenti e i bugfix in generale.Per le novità qui trovi un documento molto più dettagliato (leggermente più tecnico, in inglese):http://wiki.services.openoffice.org/wiki/Feature_Freeze_Testing_3.2SalutiVITRIOL
          • Steve Robinson Hakkabee scrive:
            Re: L'importanza dei tempi di caricamento?
            3.11 sul mio mac 23 secondi sing.....tocca scaricare
    • pippo75 scrive:
      Re: L'importanza dei tempi di caricamento?
      - Scritto da: MAH
      Spero che non sia la novità principale di questa
      release...ho provato i tempi, XOpenOffice e poi il programma di scrittura, si apre in 14 secondi.OpenOffice 3.2 il programma di scrittura lo apre in 16 secondi.Word in 7 secondi :) .
      • VITRIOL scrive:
        Re: L'importanza dei tempi di caricamento?
        - Scritto da: pippo75
        ho provato i tempi, XOpenOffice e poi il
        programma di scrittura, si apre in 14
        secondi.
        OpenOffice 3.2 il programma di scrittura lo apre
        in 16
        secondi.

        Word in 7 secondi :) .Io avevo già provato con una RC e avevo segnalato i risultati qui:http://groups.google.it/group/it-alt.comp.software.openoffice/msg/252f0128ed2ed6fe?hl=itQuindi sul mio sistema il miglioramento è sensibile e concreto, anche se non fa gridare al miracolo.Qui ci sono invece i test divulgati dagli sviluppatori:http://wiki.services.openoffice.org/wiki/Performance/Report/Perfomrance_Report_for_StartupSalutiVITRIOL-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 11 febbraio 2010 20.20-----------------------------------------------------------
        • Steve Robinson Hakkabee scrive:
          Re: L'importanza dei tempi di caricamento?
          puoi indicarmi che hw hai?
          • VITRIOL scrive:
            Re: L'importanza dei tempi di caricamento?
            - Scritto da: Steve Robinson Hakkabee
            puoi indicarmi che hw hai?Un semplice portatile economico di due anni fa. Intel T2310 dual core, 2 GB RAM DDR2, HD 160 GB.SalutiVITRIOL
          • Steve Robinson Hakkabee scrive:
            Re: L'importanza dei tempi di caricamento?
            più o meno l'hw che ho sul mac, si vede che è la versione mac + lenta
      • panda rossa scrive:
        Re: L'importanza dei tempi di caricamento?
        - Scritto da: pippo75
        - Scritto da: MAH

        Spero che non sia la novità principale di questa

        release...

        ho provato i tempi, XOpenOffice e poi il
        programma di scrittura, si apre in 14
        secondi.
        OpenOffice 3.2 il programma di scrittura lo apre
        in 16
        secondi.

        Word in 7 secondi :) .Lento! Il record e' ancora di Dovella che in 5.5 secondi ha:- effettuato il boot con Vista, - lanciato Office, - aperto IE, - preso un virus, - e andato in bluescreen.C'e' pure il filmato su youtube!
        • FinalCut scrive:
          Re: L'importanza dei tempi di caricamento?
          Nom nsai argomentare? Il tuo mattone, scritto da 1000 mani diverse al mondo, è (giustamente) più lento di word. Come mai secondo te esiste ancora questo gap tra Ms Office e il resto delle suite da ufficio? Sai solo scrivere XXXXXXX!!!
          • Sgabbio scrive:
            Re: L'importanza dei tempi di caricamento?
            E lento ? Ma ha me, Open Office, dalla versione 3 in poi è sempre stato una scheggia ad avviarsi!Sia con il vecchio pc che aveva un proXXXXXre mono core ad 1,6ghz, sia con quello nuovo che ha un quadcore a 3 ghz.
    • nome e cognome scrive:
      Re: L'importanza dei tempi di caricamento?
      - Scritto da: MAH
      Spero che non sia la novità principale di questa
      release...A grande richiesta hanno migliorato tantissimo anche il tempo necessario a disinstallarlo.
      • Shiba scrive:
        Re: L'importanza dei tempi di caricamento?
        - Scritto da: nome e cognome
        - Scritto da: MAH

        Spero che non sia la novità principale di questa

        release...

        A grande richiesta hanno migliorato tantissimo
        anche il tempo necessario a
        disinstallarlo.Link.
      • collione scrive:
        Re: L'importanza dei tempi di caricamento?
        ti brucia il buco eh!?! :Dpensa al tuo amato ie che perde sangue come un XXXXX appena scannato :Dah buon bsod http://arstechnica.com/microsoft/news/2010/02/security-patch-results-in-bsod-stops-windows-from-booting.ars?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=rssti piace così tanto installare ogni volta upgrade che mandano il pc in reboot infinito? :D :D
    • LuNa scrive:
      Re: L'importanza dei tempi di caricamento?
      infatti non conta niente. ZERO. ma vaglielo a far capire alla gente.
      • fox82i scrive:
        Re: L'importanza dei tempi di caricamento?
        Non è tanto alla gente comune... più che altro sono i capi che ti firmano l'assegno a fine mese.. :-D
    • mosilon scrive:
      Re: L'importanza dei tempi di caricamento?
      aggiornamento grafica menu niente?
      • VITRIOL scrive:
        Re: L'importanza dei tempi di caricamento?
        - Scritto da: mosilon
        aggiornamento grafica menu niente?Non sarà importante ma a me piace :-)Così i menù risultano più compatti e graficamente gradevoli.SalutiVITRIOL
  • Andrea scrive:
    quasi doppi?
    I tempi di caricamento semmai sono quasi dimezzati :)Lo sto usando già da qualche RC ed effettivamente ora è paragonabile a Office 2003.Finalmente hanno migliorato questo aspetto che lo penalizzava molto.
  • pay the Bill scrive:
    Office 2010
    gli toccherà regalarlohttp://lnx.web-burning.it/2010/02/08/dopo-windows-7-anche-office-2010-sara-gratis-per-gli-utenti-microsoft/
    • pippo75 scrive:
      Re: Office 2010
      - Scritto da: pay the Bill
      gli toccherà regalarlo
      http://lnx.web-burning.it/2010/02/08/dopo-windows-Se Oracle regala OpenOffice, Ms Deve regalare MsOffice.Ma le altre ditte per usare i loro prodotti, come minimo devono pagare.Un altro mercato che volge al termine.
    • Il Profeta scrive:
      Re: Office 2010
      Come disse il saggio: la me**a anche se regalata resta pur sempre me**a! :D
  • The Bishop scrive:
    Per la redazione
    "gli sviluppatori dichiarano tempi di caricamento quasi doppi (+46 per cento) rispetto alla versione 3.0" .Immagino sia un refuso e i tempi siano quasi dimezzati...
  • ma per favore scrive:
    Supporto a OOXML?
    E' migliorato il supporto a questo (odioso) formato?Attualmente per aprire correttamente alcuni file che mi sono arrivati in OOXML ho dovuto convertirli ai vecchi formati (utilizzando siti che offrono questo servizio) oppure installarmi la beta di Office 2007 su VMware...
    • collione scrive:
      Re: Supporto a OOXML?
      si ma a che servono, visto che praticamente tutte le pubbliche amministrazioni del mondo ne sconsigliano l'uso?
      • Il Profeta scrive:
        Re: Supporto a OOXML?
        - Scritto da: collione
        si ma a che servono, visto che praticamente tutte
        le pubbliche amministrazioni del mondo ne
        sconsigliano
        l'uso?OOXML è l'ennesimo flop di M$. Comunque quando mi capitano fra le mani documenti in quel formato, provo con OOo, e se non va uso pure io i convertitori online...
        • VITRIOL scrive:
          Re: Supporto a OOXML?
          - Scritto da: Il Profeta
          OOXML è l'ennesimo flop di M$. Comunque quando mi
          capitano fra le mani documenti in quel formato,
          provo con OOo, e se non va uso pure io i
          convertitori
          online...ODF Converter ha ormai raggiunto un buona maturità, e esiste anche una versione stand-alone a riga ci comando:http://odf-converter.sourceforge.net/SalutiVITRIOL
          • Il Profeta scrive:
            Re: Supporto a OOXML?
            Interessante! peccato che la versione da riga di comando sia solo per Winzozz... quando mi capiterà un ooxml la proverò con Wine.
          • VITRIOL scrive:
            Re: Supporto a OOXML?
            - Scritto da: Il Profeta
            Interessante! peccato che la versione da riga di
            comando sia solo per Winzozz... quando mi
            capiterà un ooxml la proverò con
            Wine.Credo che funzioni anche sotto Linux (e altri) con Mono, ma non ne sono sicuro.SalutiVITRIOL
          • Il Profeta scrive:
            Re: Supporto a OOXML?
            Hai ragione è compatibile con Mono a partire dalla v2.0: http://odf-converter.sourceforge.net/blog/
    • LaNberto scrive:
      Re: Supporto a OOXML?
      personalmente li mando indietro e li chiedo in un formato usabile. DOvendo impaginare ho il coltello dalla parte del manico.
  • Rug scrive:
    Tempi di caricamento
    ..."per Writer (l'editor di testi) e Calc (il foglio di calcolo) gli sviluppatori dichiarano tempi di caricamento quasi doppi..."se fossi uno sviluppatore non sarei molto orgoglioso di tempi di caricamento quasi doppi rispetto alla versione precedente....;-)sarei molto più felice se i tempi di caricamento si fossero dimezzati...
    • attonito scrive:
      Re: Tempi di caricamento
      - Scritto da: Rug
      ..."per Writer (l'editor di testi) e Calc (il
      foglio di calcolo) gli sviluppatori dichiarano
      tempi di caricamento quasi
      doppi..."

      se fossi uno sviluppatore non sarei molto
      orgoglioso di tempi di caricamento quasi doppi
      rispetto alla versione
      precedente....;-)
      sarei molto più felice se i tempi di caricamento
      si fossero dimezzati...'stardo, mi hai bruciato sul tempo!
    • krane scrive:
      Re: Tempi di caricamento
      - Scritto da: Rug
      ..."per Writer (l'editor di testi) e Calc (il
      foglio di calcolo) gli sviluppatori dichiarano
      tempi di caricamento quasi doppi..."
      se fossi uno sviluppatore non sarei molto
      orgoglioso di tempi di caricamento quasi doppi
      rispetto alla versione
      precedente....;-)
      sarei molto più felice se i tempi di caricamento
      si fossero dimezzati...Ma come ???Stanno imitando office no ? Quindi e' giusto che si vantino di un miglioramento che li porta ad avvicinarsi ulteriormente a quel mattone.
    • Andreabont scrive:
      Re: Tempi di caricamento
      Haha, è vero, è scritto al contrario, i tempi di caricamento doppi sono quelli della 3.0 rispetto a quella moderna XDOvvero i tempi si sono dimezzati XD
    • Il Profeta scrive:
      Re: Tempi di caricamento
      - Scritto da: Rug
      ..."per Writer (l'editor di testi) e Calc (il
      foglio di calcolo) gli sviluppatori dichiarano
      tempi di caricamento quasi
      doppi..."E' un lapsus freudiano... a forza di scrivere articoli su prodotti M$, dove la lentezza aumente con la versione, sviste del genere ci stanno! :D
    • mak77 scrive:
      Re: Tempi di caricamento
      - Scritto da: Rug
      se fossi uno sviluppatore non sarei molto
      orgoglioso di tempi di caricamento quasi doppi
      rispetto alla versione
      precedente....;-)così puoi cambiare idea dopo che hai lanciato l'applicazione e terminarla prima che compaia, è una feature, non un bug!
    • Alessandro Del Rosso scrive:
      Re: Tempi di caricamento
      Oooops, sistemato, grazie!!! ;)- Scritto da: Rug
      ..."per Writer (l'editor di testi) e Calc (il
      foglio di calcolo) gli sviluppatori dichiarano
      tempi di caricamento quasi
      doppi..."

      se fossi uno sviluppatore non sarei molto
      orgoglioso di tempi di caricamento quasi doppi
      rispetto alla versione
      precedente....;-)
      sarei molto più felice se i tempi di caricamento
      si fossero
      dimezzati...
Chiudi i commenti