Eric Schmidt: una legge per i droni civili

Il chairman di Google vuole che l'utilizzo privato dei droni venga regolamentato dal governo statunitense con la Federal Aviation Administrazion (FAA). A rischio la privacy dei cittadini e la sicurezza dei cieli nazionali

Roma – In un’intervista rilasciata al quotidiano britannico The Guardian , il chairman di Google Eric Schmidt ha sollevato la questione della necessità di una severa regolamentazione per l’utilizzo dei droni civili tra i cieli statunitensi . Le versioni in miniatura dei celebri velivoli militari non dovrebbero circolare così liberamente in ambito privato, ad uso incontrollato dei legittimi proprietari per i fini più disparati, in particolare nelle attività di sorveglianza in aree residenziali.

“Come si sentirebbe se il suo vicino acquistasse un drone d’osservazione da lanciare dal cortile di casa? – ha chiesto Schmidt nel corso dell’intervista – Mentre vola tutto il giorno sopra la sua abitazione, come si sentirebbe?”. Tra privacy e sicurezza, il chairman di BigG non sembra temere soltanto le beghe tra vicini di casa, con il costante rischio legato allo sfruttamento malevolo dei droni commerciali da parte di organizzazioni vicine al terrorismo internazionale .

Al vaglio della statunitense Federal Aviation Administration (FAA), l’introduzione sicura dei droni commerciali nello spazio aereo nazionale. Schmidt teme che criminali e terroristi possano approfittare del buco legislativo per trasformare i droni civili in pericolose bombe volanti, in modo da intercettare e distruggere quei velivoli usati in ambito militare .

I senatori Zoe Lofgren e Ted Poe hanno già introdotto il disegno di legge noto come Preserving American Privacy Act (PAPA) per frenare le attività di sorveglianza dei piccoli droni acquistabili dai privati cittadini negli States . ( M.V. )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • mr. no scrive:
    caso 0
    hum... mi sa che qui ci si sta dimenticando di qualche cosa...siccome, purtroppo, esistono:- il cosiddetto diritto d'autore- la cosiddetta proprietà privata- gli stati e le legginon si capisce perché mai la cosiddetta eredità digitale dovrebbe essere "regolata" diversamente dall'eredità di tutto il resto...in altre parole, perché mai l'eredità digitale dovrebbe andare a un fornitore di servizi terzo o al pubblico dominio e non dovrebbe invece andare in primis agli eredi, come qualsiasi altro bene di chi viene a mancare?perché mai, per esempio, l'eredità digitale dovrebbe andare al pubblico dominio mentre i diritti su un testo pubblicato in forma cartacea vanno, per legge, agli eredi?per l'ennesima volta mantellino non mi ha minimamente convinto... e per una volta nenache cassandra mi pare convincente...
    • panda rossa scrive:
      Re: caso 0
      - Scritto da: mr. no
      hum... mi sa che qui ci si sta dimenticando di
      qualche
      cosa...

      siccome, purtroppo, esistono:
      - il cosiddetto diritto d'autore
      - la cosiddetta proprietà privata
      - gli stati e le leggi
      non si capisce perché mai la cosiddetta eredità
      digitale dovrebbe essere "regolata" diversamente
      dall'eredità di tutto il
      resto...

      in altre parole, perché mai l'eredità digitale
      dovrebbe andare a un fornitore di servizi terzo o
      al pubblico dominio e non dovrebbe invece andare
      in primis agli eredi, come qualsiasi altro bene
      di chi viene a
      mancare?

      perché mai, per esempio, l'eredità digitale
      dovrebbe andare al pubblico dominio mentre i
      diritti su un testo pubblicato in forma cartacea
      vanno, per legge, agli
      eredi?

      per l'ennesima volta mantellino non mi ha
      minimamente convinto... e per una volta nenache
      cassandra mi pare
      convincente...Complimenti per non aver capito nulla.Non si sta parlando di dati per i quali e' stato chiaramente indicata la destinazione d'uso da parte dell'autore dei medesimi.Si sta parlando di dato per i quali questa destinazione non e' stata indiciata.Si tratta di definire il comportamento di default laddove non e' stato indicato niente.E in tale situazione le possibilita' sono due: 1) pubblico dominio 2) cestino
      • Trollollero scrive:
        Re: caso 0
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: mr. no

        hum... mi sa che qui ci si sta dimenticando
        di

        qualche

        cosa...



        siccome, purtroppo, esistono:

        - il cosiddetto diritto d'autore

        - la cosiddetta proprietà privata

        - gli stati e le leggi

        non si capisce perché mai la cosiddetta
        eredità

        digitale dovrebbe essere "regolata"
        diversamente

        dall'eredità di tutto il

        resto...



        in altre parole, perché mai l'eredità
        digitale

        dovrebbe andare a un fornitore di servizi
        terzo
        o

        al pubblico dominio e non dovrebbe invece
        andare

        in primis agli eredi, come qualsiasi altro
        bene

        di chi viene a

        mancare?



        perché mai, per esempio, l'eredità digitale

        dovrebbe andare al pubblico dominio mentre i

        diritti su un testo pubblicato in forma
        cartacea

        vanno, per legge, agli

        eredi?



        per l'ennesima volta mantellino non mi ha

        minimamente convinto... e per una volta
        nenache

        cassandra mi pare

        convincente...

        Complimenti per non aver capito nulla.

        Non si sta parlando di dati per i quali e' stato
        chiaramente indicata la destinazione d'uso da
        parte dell'autore dei
        medesimi.

        Si sta parlando di dato per i quali questa
        destinazione non e' stata
        indiciata.

        Si tratta di definire il comportamento di default
        laddove non e' stato indicato
        niente.
        E in tale situazione le possibilita' sono due:
        1) pubblico dominio
        2) cestinoTenendo conto che si potrebbe tranquillamente dare per scontato che si tratti di dati privati e/o di non pubblico acXXXXX (manca l'esplicita volonta' a renderli tali), direi che l'opzione di default puo' essere una sola: cestino.
        • mr. no scrive:
          Re: caso 0
          - Scritto da: Trollollero
          Tenendo conto che si potrebbe tranquillamente
          dare per scontato che si tratti di dati privati
          e/o di non pubblico acXXXXX (manca l'esplicita
          volonta' a renderli tali), direi che l'opzione di
          default puo' essere una sola:
          cestino.no... sarebbe come se, quando qualcuno muore senza aver fatto testamento, l'unica "opzione di default" fosse la distruzione di quei benil'opzione di default invece esiste già, ed è: tutto agli eredi legittimi (in base al codice civile)di questo però sia mantellini che cassandra sembra si siano dimenticati
          • Trollollero scrive:
            Re: caso 0
            - Scritto da: mr. no
            - Scritto da: Trollollero

            Tenendo conto che si potrebbe tranquillamente

            dare per scontato che si tratti di dati
            privati

            e/o di non pubblico acXXXXX (manca
            l'esplicita

            volonta' a renderli tali), direi che
            l'opzione
            di

            default puo' essere una sola:

            cestino.

            no... sarebbe come se, quando qualcuno muore
            senza aver fatto testamento, l'unica "opzione di
            default" fosse la distruzione di quei
            beni

            l'opzione di default invece esiste già, ed è:
            tutto agli eredi legittimi (in base al codice
            civile)
            Bravo.Adesso riconduci a me persona fisica tutti i miei account e relativi dati.E dimostra pure che gli accessi sono stati sempre e solo i miei, e che le persone (persone? Sicuro sicuro che debbano essere persone ?) che indico come "eredi" lo siano effettivamente.
            di questo però sia mantellini che cassandra
            sembra si siano
            dimenticatiCosi' come ci si dimentica sempre che un bene digitale non puo' essere gestito come se fosse un bene fisico.
          • mr. no scrive:
            Re: caso 0
            - Scritto da: Trollollero
            - Scritto da: mr. no

            - Scritto da: Trollollero


            Tenendo conto che si potrebbe
            tranquillamente


            dare per scontato che si tratti di dati

            privati


            e/o di non pubblico acXXXXX (manca

            l'esplicita


            volonta' a renderli tali), direi che

            l'opzione

            di


            default puo' essere una sola:


            cestino.



            no... sarebbe come se, quando qualcuno muore

            senza aver fatto testamento, l'unica
            "opzione
            di

            default" fosse la distruzione di quei

            beni



            l'opzione di default invece esiste già, ed è:

            tutto agli eredi legittimi (in base al codice

            civile)



            Bravo.grazie
            Adesso riconduci a me persona fisica tutti i miei
            account e relativi dati.tutti gli account forse no, ma quasia) in generale agli eredi basta trovare sul pc o su un qualsiasi pezzo di carta del defunto gli username e le password per avere acXXXXX agli account... tu tieni tutto a mente? tutti tengono tutto a mente?b) ti sembra così difficire ricondurre a mantellini gli scritti a sua firma su PI? ti sembra così difficile ricondurre al giornalista x gli articoli a sua firma su un giornale online? ti sembra così difficile ricondurre all'autore di un blog che si firma con nome e cognome i post di quello stesso blog? ti sembra così difficile ricondurre all'autore di un video su youtube quello stesso video quando nel video compare il suio nome come autore o compare lui stesso che parla di qualcosa? ti sembra così difficile ricondurre un profilo fb al suo "titolare"? ...
            E dimostra pure che gli accessi sono stati sempre
            e solo i miei, bisogna dimostrare che un automobile è stata guidata sempre e solo dal proprietario per dire chi è il proprietario stesso?
            e che le persone (persone? Sicuro
            sicuro che debbano essere persone ?) che indico
            come "eredi" lo siano effettivamente.cosa c'è di diverso in questo rispetto agli eredi di qualsiasi bene materiale indicati in un testamento o previsti come eredi legittimi dalla legge?ti stai arrampicando sugli specchi
            Cosi' come ci si dimentica sempre che un bene
            digitale non puo' essere gestito come se fosse un
            bene fisico.peccato che questo (per quanto possa essere sbagliato) è esattamente quello che si vuole fare (e si fa per legge) in tutto il mondo (diritti d'autore / copyright, brevetti, drm ecc.)...
          • panda rossa scrive:
            Re: caso 0
            - Scritto da: mr. no

            a) in generale agli eredi basta trovare sul pc o
            su un qualsiasi pezzo di carta del defunto gli
            username e le password per avere acXXXXX agli
            account... tu tieni tutto a mente? tutti tengono
            tutto a
            mente?Ci sono gia' stati dei precedenti di gente che e' morta improvvisamente e i parenti non avevano trovato nessun postit con la password appiccicato sul monitor.Tu tieni le password appiccicate sul monitor coi postit?Noi no.
            b) ti sembra così difficire ricondurre a
            mantellini gli scritti a sua firma su PI? ti
            sembra così difficile ricondurre al giornalista x
            gli articoli a sua firma su un giornale online?
            ti sembra così difficile ricondurre all'autore di
            un blog che si firma con nome e cognome i post di
            quello stesso blog? ti sembra così difficile
            ricondurre all'autore di un video su youtube
            quello stesso video quando nel video compare il
            suio nome come autore o compare lui stesso che
            parla di qualcosa? ti sembra così difficile
            ricondurre un profilo fb al suo "titolare"?
            ...Stiamo parlando di opere non riconducibili.

            E dimostra pure che gli accessi sono stati
            sempre

            e solo i miei,

            bisogna dimostrare che un automobile è stata
            guidata sempre e solo dal proprietario per dire
            chi è il proprietario
            stesso?Pere con mele.L'automobile non ha diritto d'autore.

            e che le persone (persone? Sicuro

            sicuro che debbano essere persone ?) che
            indico

            come "eredi" lo siano effettivamente.

            cosa c'è di diverso in questo rispetto agli eredi
            di qualsiasi bene materiale indicati in un
            testamento o previsti come eredi legittimi dalla
            legge?Tutto.Stiamo parlando di contenuti digitali, non del soprammobile della nonna.
            ti stai arrampicando sugli specchiNo. Stiamo percorrendo una bella strada larga e asfaltata.

            Cosi' come ci si dimentica sempre che un bene

            digitale non puo' essere gestito come se
            fosse
            un

            bene fisico.

            peccato che questo (per quanto possa essere
            sbagliato) è esattamente quello che si vuole fare
            (e si fa per legge) in tutto il mondo (diritti
            d'autore / copyright, brevetti, drm
            ecc.)...E proprio per questo vogliamo fare chiarezza, visto che quello che vogliono fare cozza contro una cosa chiamata realta'.
          • mr. no scrive:
            Re: caso 0
            - Scritto da: panda rossa
            Ci sono gia' stati dei precedenti di gente che e'
            morta improvvisamente e i parenti non avevano
            trovato nessun postit con la password appiccicato
            sul monitor.
            Tu tieni le password appiccicate sul monitor coi
            postit?le tieni su un taccuino? sul cellulare? in un file sul pc?
            Noi no.gli altri invece sìe poco importa comunque: se, per esempio, il defunto ha un blog personale i post vanno agli eredi, con o senza postit sul monitor

            b) ti sembra così difficire ricondurre a

            mantellini gli scritti a sua firma su PI? ti

            sembra così difficile ricondurre al
            giornalista
            x

            gli articoli a sua firma su un giornale
            online?

            ti sembra così difficile ricondurre
            all'autore
            di

            un blog che si firma con nome e cognome i
            post
            di

            quello stesso blog? ti sembra così difficile

            ricondurre all'autore di un video su youtube

            quello stesso video quando nel video compare
            il

            suio nome come autore o compare lui stesso
            che

            parla di qualcosa? ti sembra così difficile

            ricondurre un profilo fb al suo "titolare"?

            ...

            Stiamo parlando di opere non riconducibili.no. TU stai parlando di questol'articolo di cui si parla, invece, tratta di <b
            eredità digitale dei netizen </b



            E dimostra pure che gli accessi sono
            stati

            sempre


            e solo i miei,



            bisogna dimostrare che un automobile è stata

            guidata sempre e solo dal proprietario per
            dire

            chi è il proprietario

            stesso?

            Pere con mele.
            L'automobile non ha diritto d'autore.ehm, no... pere con perel'automobile ha un proprietario, e anche le opere dell'ingegno (in qualsiasi forma esse siano, incluse quelle digitali) hanno un proprietario (a questo "serve" il diritto d'autore: instaurare un regime di privativa ovvero proprietà privata sulle opere immateriali)


            e che le persone (persone? Sicuro


            sicuro che debbano essere persone ?) che

            indico


            come "eredi" lo siano effettivamente.



            cosa c'è di diverso in questo rispetto agli
            eredi

            di qualsiasi bene materiale indicati in un

            testamento o previsti come eredi legittimi
            dalla

            legge?

            Tutto.
            Stiamo parlando di contenuti digitali, non del
            soprammobile della
            nonna.


            ti stai arrampicando sugli specchi

            No. Stiamo percorrendo una bella strada larga e
            asfaltata.si certo... magari ripassati diritto d'autore e codice civile, poi ne riparliamo
          • panda rossa scrive:
            Re: caso 0
            - Scritto da: mr. no
            - Scritto da: panda rossa

            Ci sono gia' stati dei precedenti di gente
            che
            e'

            morta improvvisamente e i parenti non avevano

            trovato nessun postit con la password
            appiccicato

            sul monitor.

            Tu tieni le password appiccicate sul monitor
            coi

            postit?

            le tieni su un taccuino? sul cellulare? in un
            file sul
            pc?Le tengo nel posto dove le tengono tutti coloro che hanno piu' di un neurone e due sinapsi.

            Noi no.

            gli altri invece sìQuindi pretendi che ognuno debba scrivere sul post-it la password, per legge?
            e poco importa comunque: se, per esempio, il
            defunto ha un blog personale i post vanno agli
            eredi, con o senza postit sul
            monitorNon e' questo il caso.

            Pere con mele.

            L'automobile non ha diritto d'autore.

            ehm, no... pere con pere
            l'automobile ha un proprietario, e anche le opere
            dell'ingegno (in qualsiasi forma esse siano,
            incluse quelle digitali) hanno un proprietario (a
            questo "serve" il diritto d'autore: instaurare un
            regime di privativa ovvero proprietà privata
            sulle opere
            immateriali)Allora dimmi di chi sono i messaggi postati da mr. no che siccome potrei voler pubblicare una raccolta dei post piu' divertenti di PI, potrei aver bisogni di informare gli eredi.



            e che le persone (persone? Sicuro



            sicuro che debbano essere persone
            ?)
            che


            indico



            come "eredi" lo siano
            effettivamente.





            cosa c'è di diverso in questo rispetto
            agli

            eredi


            di qualsiasi bene materiale indicati in
            un


            testamento o previsti come eredi
            legittimi

            dalla


            legge?



            Tutto.

            Stiamo parlando di contenuti digitali, non
            del

            soprammobile della

            nonna.




            ti stai arrampicando sugli specchi



            No. Stiamo percorrendo una bella strada
            larga
            e

            asfaltata.

            si certo... magari ripassati diritto d'autore e
            codice civile, poi ne
            riparliamo :-oChe diritto d'autore devo ripassare se il problema e' che non sappiamo chi e' l'autore?
          • mr. no scrive:
            Re: caso 0
            - Scritto da: panda rossaleguleio ha maggiore apertura mentale di te
          • panda rossa scrive:
            Re: caso 0
            - Scritto da: mr. no
            - Scritto da: panda rossa

            leguleio ha maggiore apertura mentale di teUn film gia' visto e rivisto su questi schermi.Quando uno e' in torto marcio e la presa sugli specchi cede, passa alle offese personali.Come se distogliere lo sguardo dalla luna per concentrarsi sul dito servisse a dimenticare la luna.
          • mr. no scrive:
            Re: caso 0
            - Scritto da: panda rossa
            Come se distogliere lo sguardo dalla luna per
            concentrarsi sul dito servisse a dimenticare la
            luna.è esattamente quello che hai fatto nei tuoi commenti: tutto tranne che il punto
          • panda rossa scrive:
            Re: caso 0
            - Scritto da: mr. no
            - Scritto da: panda rossa

            Come se distogliere lo sguardo dalla luna per

            concentrarsi sul dito servisse a dimenticare
            la

            luna.

            è esattamente quello che hai fatto nei tuoi
            commenti: tutto tranne che il
            puntoPurtroppo per te al cepu non sono previste ripetizioni a livello di scuola elementare.Quindi resta pure con le tue convinzioni.Ne riparliamo quando sarai morto e qualcuno vorra' pubblicare i tuoi post per farsi quattro risate.
          • mr. no scrive:
            Re: caso 0
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: mr. no
            Purtroppo per te al cepu non sono previste
            ripetizioni a livello di scuola elementare.cosa dicevi riguardo la mancabnda di argomenti e le offese personali?
            Quindi resta pure con le tue convinzioni.non hai nenache capito di cosa si sta parlando...
            Ne riparliamo quando sarai morto e qualcuno
            vorra' pubblicare i tuoi post per farsi quattro risate.l' <i
            eredità digitale dei netizen </i
            è, purtroppo, qualcosa che conosco abbastanza bene, a causa di alcune dirette esperienze...se vuoi su questa problematica, sulle licenze, sui diritti e via dicendo, puoi fare come altri... partecipa (pagando) a qualche master o corso di specializzazione post-laurea, magari ci si incontra... sono quello con gli occhiali che sta dietro la cattedraciao
          • panda rossa scrive:
            Re: caso 0
            - Scritto da: mr. no
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: mr. no

            Purtroppo per te al cepu non sono previste

            ripetizioni a livello di scuola elementare.

            cosa dicevi riguardo la mancabnda di argomenti e
            le offese
            personali?Che hai comiciato tu a farle e hai cominciato tu a piagnucolare.Su, vai a dirlo alla mamma adesso che i cattivoni del forum ti hanno fatto la bua e ti hanno pure fatto fare la figura dell'idiota.

            Quindi resta pure con le tue convinzioni.

            non hai nenache capito di cosa si sta parlando...Quando uno parla e 100.000 non capiscono, il problema sono i 100.000, non e' mai quello che parla, vero?

            Ne riparliamo quando sarai morto e qualcuno

            vorra' pubblicare i tuoi post per farsi
            quattro
            risate.

            l' <i
            eredità digitale dei netizen
            </i
            è, purtroppo, qualcosa che conosco
            abbastanza bene, a causa di alcune dirette
            esperienze...

            se vuoi su questa problematica, sulle licenze,
            sui diritti e via dicendo, puoi fare come
            altri... partecipa (pagando) a qualche master o
            corso di specializzazione post-laurea, magari ci
            si incontra... sono quello con gli occhiali che
            sta dietro la
            cattedraLo so benissimo chi sei.[img]http://i5.photobucket.com/albums/y181/roberto46/Bidello.jpg[/img]Adesso pero' alzati e vai a spazzare in corridoio che la cattedra ce l'ho bisogno io.P.S. E non dimenticare di portarti via la damigiana.
          • krane scrive:
            Re: caso 0
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: mr. no

            - Scritto da: panda rossa


            - Scritto da: mr. no
            Adesso pero' alzati e vai a spazzare in corridoio
            che la cattedra ce l'ho bisogno io.
            P.S. E non dimenticare di portarti via la
            damigiana.No, perche' ? Solo se e' vuota se la puo' portare via, se e' piena la puo' anche lasciar qua !
      • mr. no scrive:
        Re: caso 0
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: mr. no

        hum... mi sa che qui ci si sta dimenticando
        di

        qualche

        cosa...



        siccome, purtroppo, esistono:

        - il cosiddetto diritto d'autore

        - la cosiddetta proprietà privata

        - gli stati e le leggi

        non si capisce perché mai la cosiddetta
        eredità

        digitale dovrebbe essere "regolata"
        diversamente

        dall'eredità di tutto il

        resto...



        in altre parole, perché mai l'eredità
        digitale

        dovrebbe andare a un fornitore di servizi
        terzo
        o

        al pubblico dominio e non dovrebbe invece
        andare

        in primis agli eredi, come qualsiasi altro
        bene

        di chi viene a

        mancare?



        perché mai, per esempio, l'eredità digitale

        dovrebbe andare al pubblico dominio mentre i

        diritti su un testo pubblicato in forma
        cartacea

        vanno, per legge, agli

        eredi?
        Complimenti per non aver capito nulla.

        Non si sta parlando di dati per i quali e' stato
        chiaramente indicata la destinazione d'uso da
        parte dell'autore dei medesimi.appunto
        Si sta parlando di dato per i quali questa
        destinazione non e' stata indiciata.appunto
        Si tratta di definire il comportamento di default
        laddove non e' stato indicato niente.appunto
        E in tale situazione le possibilita' sono due:
        1) pubblico dominio
        2) cestinosbagliatose crepi senza aver indicato a chi vanno in eredità i tuoi beni, questi non diventano di tutti e di nessuno (pubblico dominio), né vengono distrutti (cestino): vanno, in base al codice civile, agli eredi legittimi(che sarebbe, appunto, il caso 0...)mi sa tanto che sei tu a non aver capito nulla
        • panda rossa scrive:
          Re: caso 0
          - Scritto da: mr. no
          se crepi senza aver indicato a chi vanno in
          eredità i tuoi beni, questi non diventano di
          tutti e di nessuno (pubblico dominio), né vengono
          distrutti (cestino): vanno, in base al codice
          civile, agli eredi
          legittimi
          (che sarebbe, appunto, il caso 0...)

          mi sa tanto che sei tu a non aver capito nullaAllora rispondi a me: chi sono i legittimi eredi di un anonimo che posta come mr.no sul forum di PI?Anche ammesso che talte mr.no abbia una identita' e degli eredi, tutto quanto ha pubblicato sotto pseudonimo non riconducibile alla sua persona come fai a consegnarlo ai legittimi eredi?
          • Trollollero scrive:
            Re: caso 0
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: mr. no


            se crepi senza aver indicato a chi vanno in

            eredità i tuoi beni, questi non diventano di

            tutti e di nessuno (pubblico dominio), né
            vengono

            distrutti (cestino): vanno, in base al codice

            civile, agli eredi

            legittimi

            (che sarebbe, appunto, il caso 0...)



            mi sa tanto che sei tu a non aver capito
            nulla

            Allora rispondi a me: chi sono i legittimi eredi
            di un anonimo che posta come mr.no sul forum di
            PI?

            Anche ammesso che talte mr.no abbia una identita'
            e degli eredi, tutto quanto ha pubblicato sotto
            pseudonimo non riconducibile alla sua persona
            come fai a consegnarlo ai legittimi
            eredi?I miei poteri paranormali mi portano a dire che qualcuno invochera' la necessita' di un'identificazione in rete univoca e certa per porre fine a questi problemi GRAVISSIMI......
          • mr. no scrive:
            Re: caso 0
            - Scritto da: Trollollero
            I miei poteri paranormali mi portano a dire che
            qualcuno invochera' la necessita' di
            un'identificazione in rete univoca e certa per
            porre fine a questi problemi
            GRAVISSIMI......potrebbe essere che salti fuori qualcuno, io no di certocomunque fai bene a segnalare questo rischio dato che tu ci hai pensato mentre a me non ha sfiorato la mente neanche lontanamente...
          • mr. no scrive:
            Re: caso 0
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: mr. no


            se crepi senza aver indicato a chi vanno in

            eredità i tuoi beni, questi non diventano di

            tutti e di nessuno (pubblico dominio), né
            vengono

            distrutti (cestino): vanno, in base al codice

            civile, agli eredi

            legittimi

            (che sarebbe, appunto, il caso 0...)



            mi sa tanto che sei tu a non aver capito
            nulla

            Allora rispondi a me: chi sono i legittimi eredi
            di un anonimo che posta come mr.no sul forum di
            PI?domanda sbagliata, fuorviante e non pertinenteè come chiedere chi sono i legittimi eredi del testo di una poesia scritta su un foglietto sXXXXX di XXXXX di cane che svolazza per la strada?ti chiedo io una cosa: chi sono i legittimi eredi dell'opera consistente nei post che cassandra scive nel suo blog personale (a lui perfettamente riconducibile)? se ti serve aiuto per rispondere, dai uno sguardo al codice civile
            Anche ammesso che talte mr.no abbia una identita'
            e degli eredi, tutto quanto ha pubblicato sotto
            pseudonimo non riconducibile alla sua persona
            come fai a consegnarlo ai legittimi eredi?non lo consegni a nessuno, in questo caso possiamo anche discutere su cosa sia più opportuno fare... e il pubblico dominio potrebbe forse anche essere una buona idea (anche se sulla "bontà" di questa soluzione forse occorrerebbe ragionare meglio, non è così scontata e ovvia come potrebbe sembrare)...diversamente, tutto quanto riconducibile al defunto va di "default" agli eredi...dunque, esiste il caso 0 (eredi) e le cose non sono così "binarie" o scontate come sembra
          • panda rossa scrive:
            Re: caso 0
            - Scritto da: mr. no

            domanda sbagliata, fuorviante e non pertinente

            è come chiedere chi sono i legittimi eredi del
            testo di una poesia scritta su un foglietto
            sXXXXX di XXXXX di cane che svolazza per la
            strada?Allora rifaccio la domanda: posso prendere la poesia scritta su un foglietto sXXXXX di XXXXX di cane che svolazza per la strada e pubblicarla in rete?
            ti chiedo io una cosa: chi sono i legittimi eredi
            dell'opera consistente nei post che cassandra
            scive nel suo blog personale (a lui perfettamente
            riconducibile)?Non e' di quello che stiamo parlando.Stiamo parlando della poesia sul foglio svolazzante e sXXXXX di XXXXX di cane.
            se ti serve aiuto per rispondere, dai uno sguardo
            al codice civileComplimenti. 5 punti per il tentativo di sviare il discorso.

            Anche ammesso che talte mr.no abbia una
            identita'

            e degli eredi, tutto quanto ha pubblicato
            sotto

            pseudonimo non riconducibile alla sua persona

            come fai a consegnarlo ai legittimi eredi?

            non lo consegni a nessuno, in questo caso
            possiamo anche discutere su cosa sia più
            opportuno fare...E proprio di questo parla l'articolo.
            e il pubblico dominio potrebbe
            forse anche essere una buona idea (anche se sulla
            "bontà" di questa soluzione forse occorrerebbe
            ragionare meglio, non è così scontata e ovvia
            come potrebbe
            sembrare)...Ragioniamoci meglio, allora.Che cosa ci vedi di male che a me sfugge?
            diversamente, tutto quanto riconducibile al
            defunto va di "default" agli
            eredi...

            dunque, esiste il caso 0 (eredi) e le cose non
            sono così "binarie" o scontate come
            sembraCompito dell'informatica e' trattare l'informazione in modo da ricondurla ai casi zero e uno.
          • mr. no scrive:
            Re: caso 0
            - Scritto da: Trollolleroma chi sei? leguleio 2 la vendetta?per capire qualcosa ti serve un traduttore da italiano-vocabolario-completo a italiano-tutto-in-100-parole?
          • Trollollero scrive:
            Re: caso 0
            - Scritto da: mr. no
            - Scritto da: Trollollero

            ma chi sei? leguleio 2 la vendetta?
            Giammai.Ma di mestiere faccio l'analista programmatore.Tu non te ne rendi conto (ovviamente) ma la risposta alla tua domanda e' quella che ti ho dato : per applicare le norme sull'eredita' a dei beni digitali occorre identificare in maniera certa e univoca gli utenti della rete.E no, non basta una firma in fondo ad un articolo (o meglio, in fondo ad un post su di un CMS) per fare quest'associazione.Il fatto che tu non capisca questo semplicissimo problema non lo rende meno importante.
            per capire qualcosa ti serve un traduttore da
            italiano-vocabolario-completo a
            italiano-tutto-in-100-parole?No no, le XXXXXXXte le fiuto da un continente di distanza....
          • mr. no scrive:
            Re: caso 0
            - Scritto da: Trollollero
            - Scritto da: mr. no

            - Scritto da: Trollollero
            per applicare le norme sull'eredita' a dei
            beni digitali occorre identificare in maniera
            certa e univoca gli utenti della rete.identificare in maniera certa e univoca gli utenti della rete? <b
            <i
            della rete </i
            </b
            ?ma neanche per sogno, basta poter associare un "contenuto" specifico al titolare dei diritti su quel contenuto, una cosa che in moltissimi casi è semplice e immediata sensa che sia minimamente necessario "identificare gli utenti della rete"...ho un blog che gestisco con un account (uno username e una password) su uno spazio in hosting che pago con la mia carta di credito e che configuro con un account (uno username e una password)... ho tutti questi dati (le transazioni carta di credito, gli username, le password...) scritti da qualche parte... se muoio i miei eredi possono ampiamente dimostrare di avere, in quanto miei eredi appunto, tutti i diritti sul mio blog... e questo anche se i miei eredi non hanno mai utilizzato la rete in vita loro (altro che "identificare gli utenti della rete")...
            E no, non basta una firma in fondo ad un articolo
            (o meglio, in fondo ad un post su di un CMS) per
            fare quest'associazione.eh, ma io mica ho detto questo
            Il fatto che tu non capisca questo semplicissimo
            problema non lo rende meno importante.così come il fatto che tu non capisca quanto ampiamente descritto circa il "caso 0", per quanto sia semplice e di tutta evidenza, non significa che non sussista



            per capire qualcosa ti serve un traduttore da

            italiano-vocabolario-completo a

            italiano-tutto-in-100-parole?

            No no, le XXXXXXXte le fiuto da un continente di
            distanza....
    • thebecker scrive:
      Re: caso 0
      Se parliamo di profili privati, email private,ti do ragione se è possibile identificare con certezza legale/giudirica il proprietario della casella email o profili vari. Ma per quanto riguarda articoli su blog post pubblici è normale che rimmaranno in giro per la rete nella memoria pubblica, collettiva; come giornali e libri cartacei, anche se l'autore muore rimangono in giro, vengono ristampati, scambiati, venduti come usato e le informazioni continuano a circolare.Comunque non puoi fare un paragone con l'eredità di beni fisici;Come fai a identificare il proprietario di una casella email tipo pippo75@libero.it o di un profilo facebook (ok su FB potrebbero esserci i dati reali ma come fai a provare giuridicamnete senza nessun dubbio a quale persona reale appartiene)?Gli unici profili associabili con una persona reale solo quelli certificati da chi eroga il servizio tipo la PEC, profili certificati da Twitter, Google+, ma i social network lo fanno solo per personaggi famosie ovviamente per i domini registrati.Per i servizi gratuti e/o con dominio di terzo livello è impossbile accertare legalmente chi è il proprietario.
      • mr. no scrive:
        Re: caso 0
        - Scritto da: thebecker
        Se parliamo di profili privati, email private,ti
        do ragione se è possibile identificare con
        certezza legale/giudirica il proprietario della
        casella email o profili vari.oksi tratta di una quota non certo trascurabile dell'insieme di "eredità dei netizen"
        Ma per quanto riguarda articoli su blog post
        pubblici è normale che rimmaranno in giro per la
        rete nella memoria pubblica, collettiva; come
        giornali e libri cartacei, anche se l'autore
        muore rimangono in giro, vengono ristampati,
        scambiati, venduti come usato e le informazioni
        continuano a circolare.certo, ma -come per libri, giornali, film, musica ecc.- la morte dell'autore non estingue i diritti d'autore, che vanno agli eredi (e non al pubblico dominio)ps: non sto dicendo che questa sia la cosa migliore (anzi, tutt'altro), ma è quello che prevedono le normative in tutto il mondo...
        Comunque non puoi fare un paragone con l'eredità
        di beni fisici;purtroppo si deve fare, dal momento che copyright e diritto d'autore non fanno altro che questo: estendere ai beni immateriali il regime di proprietà dei beni fisici
        Come fai a identificare il proprietario di una
        casella email tipo pippo75@libero.it o di un
        profilo facebook (ok su FB potrebbero esserci i
        dati reali ma come fai a provare giuridicamnete
        senza nessun dubbio a quale persona reale appartiene)?se pippo75@libero.it era in uso a mio padre defunto e sul suo pc ci sono account e password, allora io stesso (erede) sono il proprietario, giuridicamente (codice civile ecc.) e senza alcun dubbio (ho la password)... e allora perché mai gli scritti di mio padre dovrebbero finire al pubblico dominio o essere cancellati? perché mai non dovrei averne io la titolarità?
        • Trollollero scrive:
          Re: caso 0
          - Scritto da: mr. no
          - Scritto da: thebeckercut.....
          se pippo75@libero.it era in uso a mio padre
          defunto e sul suo pc ci sono account e password,
          allora io stesso (erede) sono il proprietario,
          giuridicamente (codice civile ecc.) e senza alcun
          dubbio (ho la password)... e allora perché mai
          gli scritti di mio padre dovrebbero finire al
          pubblico dominio o essere cancellati? perché mai
          non dovrei averne io la
          titolarità?Perche' pippo75@libero.it non era tuo padre, era un account le cui credenziali d'acXXXXX (per un qualsiasi motivo) erano sul pc di tuo padre.Avere le chiavi di un appartamento ti rende automaticamente proprietario e/o legittimo erede ?Stesso discorso per utenze assortite sparse in giro per la rete: non c'e' modo di verificare che siano state utilizzate SEMPRE dalla stessa persona, di conseguenza dimostrare che quello che e' stato prodotto da quell'utenza "ti spetti in eredita'" e' impossibile.
          • mr. no scrive:
            Re: caso 0
            - Scritto da: Trollollero
            - Scritto da: mr. no

            - Scritto da: thebecker
            cut.....

            se pippo75@libero.it era in uso a mio padre

            defunto e sul suo pc ci sono account e
            password,

            allora io stesso (erede) sono il
            proprietario,

            giuridicamente (codice civile ecc.) e senza
            alcun

            dubbio (ho la password)... e allora perché
            mai

            gli scritti di mio padre dovrebbero finire al

            pubblico dominio o essere cancellati? perché
            mai

            non dovrei averne io la

            titolarità?
            Perche' pippo75@libero.it non era tuo padre, era
            un account le cui credenziali d'acXXXXX (per un
            qualsiasi motivo) erano sul pc di tuo
            padre.
            Avere le chiavi di un appartamento ti rende
            automaticamente proprietario e/o legittimo erede
            ?
            Stesso discorso per utenze assortite sparse in
            giro per la rete: non c'e' modo di verificare che
            siano state utilizzate SEMPRE dalla stessa
            persona, di conseguenza dimostrare che quello che
            e' stato prodotto da quell'utenza "ti spetti in
            eredita'" e'
            impossibile.ti ho già risposto in altro commento...
Chiudi i commenti