Ericsson e il cavo umano

Un nuovo tipo di tecnologia in grado di trasmettere segnali elettrici attraverso il corpo umano. Basta toccare per trasferire foto o musica da uno smartphone alla TV

Roma – Al CES di Las Vegas Ericsson ha presentato la sua nuova tecnologia di capacitive coupling , un sistema di induzione elettrostatica con cui è possibile trasformare il corpo umano in un vero e proprio conduttore attraverso cui far passare i segnali elettrici da e verso dispositivi.

Il sistema sfrutta l’acqua naturalmente contenuta nel corpo umano per trasmettere i segnali elettrici che altrimenti dovrebbero passare attraverso cavi in rame, antenne o quant’altro. Per dimostrare l’efficacia della nuova tecnologia, il CEO della società Hans Vestberg ha ad esempio appoggiato le mani su uno smartphone e un ricevitore connesso a un TV-set, ottenendo nella pratica di trasferire la foto dal terminale al grande schermo senza necessità di cavi HDMI assortiti.

Altre applicazioni della tecnologia comprendono un sistema che connette – sempre attraverso l’imposizione delle mani su trasmittente e ricevente – un impianto audio agli speaker, demo presentato al CES e disponibile per la prova ai visitatori del grande show statunitense dell’elettronica di consumo.

Per quanto riguarda l’implementazione concreta della tecnologia, Ericsson spiega di volerla “vendere” ai produttori di dispositivi di elettronica di consumo per l’integrazione in chipset appositi. Al momento non sono note partnership in tal senso.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • postuomo scrive:
    si può lavorare ?
    Buongiorno , se posso chiedere : come posso lavorare in queste ricerche ? postuomo@hotmail.com
    • krane scrive:
      Re: si può lavorare ?
      - Scritto da: postuomo
      Buongiorno , se posso chiedere : come posso
      lavorare in queste ricerche ?
      postuomo@hotmail.comImmagino ci voglia un'ottima vista e delle manine piccole...
  • uno nessuno scrive:
    spazzatura
    Gli articoli peggiori li affibbiano sempre a Mariuccia, forse perchè sanno che la sua reputazione non può scendere più in basso di così.Questo tipo di ricerche, nel 99% dei casi non portano a nulla. Ricordo articoli meno fantascientifici di questo che mi impressionavano quando ero ancora adolescente; ebbene, dopo 15 anni sto ancora aspettando i bit a tre stati, figuriamoci se mi passa per l'anticamera del cervello l'idea che in futuro si facciano davvero bit di 12 atomi.E' vero che una piccolissima parte di queste ricerche, dopo molti molti anni, approdano ad almeno un decimo dei risultati che si erano prefisse; ma comunque, è un caso: vengono fatte solo per marketing. Perchè, siccome Mariuccia non ha nemmeno il pregio di essere originale, se domani Apple annuncia che sta lavorando a una iTimeMachine, milioni di "giornalisti" XXXXXXXXX le faranno una pubblicità pazzesca copiando un comunicato stampa XXXXXXXXX e pensando che dimostrare la propria stupidità serva ad attirirare visitatori.
    • max scrive:
      Re: spazzatura
      - Scritto da: uno nessuno
      Gli articoli peggiori li affibbiano sempre a
      Mariuccia, forse perchè sanno che la sua
      reputazione non può scendere più in basso di
      così.

      Questo tipo di ricerche, nel 99% dei casi non
      portano a nulla. Ricordo articoli meno
      fantascientifici di questo che mi impressionavano
      quando ero ancora adolescente; ebbene, dopo 15
      anni sto ancora aspettando i bit a tre stati,
      figuriamoci se mi passa per l'anticamera del
      cervello l'idea che in futuro si facciano davvero
      bit di 12
      atomi.
      E' vero che una piccolissima parte di queste
      ricerche, dopo molti molti anni, approdano ad
      almeno un decimo dei risultati che si erano
      prefisse; ma comunque, è un caso: vengono fatte
      solo per marketing. Perchè, siccome Mariuccia non
      ha nemmeno il pregio di essere originale, se
      domani Apple annuncia che sta lavorando a una
      iTimeMachine, milioni di "giornalisti" XXXXXXXXX
      le faranno una pubblicità pazzesca copiando un
      comunicato stampa XXXXXXXXX e pensando che
      dimostrare la propria stupidità serva ad
      attirirare
      visitatori.un giorno un sovrano chiese a un grande scienziato (non ricordo chi erano i protagonisti della vicenda) a cosa servisse l'elettricità...tu dici "sto ancora aspettando dopo 15 anni"... ti rendi conto di quanto pochi siano 15 anni? va bene che siamo abituati che tutto deve correre, ma recuperiamo un po' di senso della realtà...
  • PI VAFFANKRUL O scrive:
    PI VAFFANKRULO
    PI VAFFANKRULO... avete cancellato un mio messaggio che semplicemente conteneva una battuta su mole-guacamole. CRETINI XXXXXXXXX.
  • Guybrush scrive:
    Una mole di dati...
    detto questo una mole di dati diventa facile da calcolare.In una mole ci sono 6,02*10^23 atomi, questo e' pure il caso del ferro che ha peso atomico circa 55,847 e quindi una mole di ferro pesa 55,847 grammi.Ne consegue che una mole di dati è pari a 6,02*10^23/12 bit cioe' 5.703.289.692,3677374919255574544271 TB.Cioe' un cubetto da circa 1,92cm di lato potrebbe contenere davvero un bel quantitativo di dati.A che potrebbe servire tutto 'sto spazio?Cito Lawrence Krauss (La fisica di Star Trek) e dico che in un corpo umano ci sono 10^28 atomi, per ognuno dei quali ci vogliono 1KB di dati di informazioni (devi salvare lo stato degli elettroni, spin, numero atomico, peso, coordinate spaziali ecc... e poi ci teniamo un altro po' di spazio per stare larghi).A spanne e' circa 1quadriliardo di bit, cioe' 1000Yb cioe' 1YB, vale a dire 10^12 Tera.Quindi: se il teletrasporto di star trek aveva 7 posti, ci vogliono al massimo un paio di cubetti per "salvare" le informazioni dei "passeggeri".Se sono umani dal peso di 60kg, ovviamente piu' atomi hanno e piu' memoria occupano ^__^
    • MeX scrive:
      Re: Una mole di dati...
      figo magari avremmo i dischi in KILOMOLE, MEGAMOLE, GIGAMOLE...
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: Una mole di dati...
        Esistono, come unità di misura:http://www.convertunits.com/info/kilomole
        • uniformi pancotto scrive:
          Re: Una mole di dati...
          - Scritto da: uno qualsiasi
          Esistono, come unità di misura:

          http://www.convertunits.com/info/kilomoleE il guacamole? ;)
    • Claudio scrive:
      Re: Una mole di dati...
      ma dopo lo yottabyte che c'è?
      • pignolo scrive:
        Re: Una mole di dati...
        - Scritto da: Claudio
        ma dopo lo yottabyte che c'è?Già zetta e yotta non li usa praticamente nessuno... figurati se se ne aggiungono altri...
    • Funz scrive:
      Re: Una mole di dati...
      - Scritto da: Guybrush
      detto questo una mole di dati diventa facile da
      calcolare.

      In una mole ci sono 6,02*10^23 atomi, questo e'
      pure il caso del ferro che ha peso atomico circa
      55,847 e quindi una mole di ferro pesa 55,847
      grammi.
      Ne consegue che una mole di dati è pari a
      6,02*10^23/12 bit cioe'
      5.703.289.692,3677374919255574544271
      TB.
      Cioe' un cubetto da circa 1,92cm di lato potrebbe
      contenere davvero un bel quantitativo di
      dati.

      A che potrebbe servire tutto 'sto spazio?

      Cito Lawrence Krauss (La fisica di Star Trek) e
      dico che in un corpo umano ci sono 10^28 atomi,
      per ognuno dei quali ci vogliono 1KB di dati di
      informazioni (devi salvare lo stato degli
      elettroni, spin, numero atomico, peso, coordinate
      spaziali ecc... e poi ci teniamo un altro po' di
      spazio per stare
      larghi).[PIGNOLO]Peccato che quel guastafeste di Heisenberg abbia dimostrato che è impossibile conoscere tutte le informazioni legate a una particella, non senza alterarle nell'osservazione stessa... [/PIGNOLO]
      A spanne e' circa 1quadriliardo di bit, cioe'
      1000Yb cioe' 1YB, vale a dire 10^12
      Tera.
      Quindi: se il teletrasporto di star trek aveva 7
      posti, ci vogliono al massimo un paio di cubetti
      per "salvare" le informazioni dei
      "passeggeri".

      Se sono umani dal peso di 60kg, ovviamente piu'
      atomi hanno e piu' memoria occupano
      ^__^E se ti capita un packet loss? Ti ritrovi con un pezzetto in meno? Speriamo inventino buoni metodi di verifica CRC :p
  • MacGeek scrive:
    Microscopio effetto tunnel...
    Vabbé che è un bel giocattolo e l'hanno inventato loro, ma...Non è che la vedo così pratica usare un microscopio da 1 milione di EUR per scrivere qualche byte in qualche ora...Sarà anche possibile spostare un atomo ad uno ad uno con quel microscopio, ma finché non s'inventano un sistema per farlo RAPIDAMENTE e in modo economico tutto ciò rimane poco più che fuffa. E non è che quel microscopio l'hanno inventato ieri e hanno fatto particolari progressi in proposito negli ultimi 30 anni.
    • max scrive:
      Re: Microscopio effetto tunnel...
      - Scritto da: MacGeek
      Vabbé che è un bel giocattolo e l'hanno inventato
      loro,
      ma...
      Non è che la vedo così pratica usare un
      microscopio da 1 milione di EUR per scrivere
      qualche byte in qualche
      ora...

      Sarà anche possibile spostare un atomo ad uno ad
      uno con quel microscopio, ma finché non
      s'inventano un sistema per farlo RAPIDAMENTE e in
      modo economico tutto ciò rimane poco più che
      fuffa. E non è che quel microscopio l'hanno
      inventato ieri e hanno fatto particolari
      progressi in proposito negli ultimi 30
      anni.IBM fa molta ricerca "di base" e di questo gli deve essere dato merito... non so quante altre aziende private al mondo lo fanno. una ricerca di questo tipo potrebbe avere ricadute pratiche tra 50 anni, poco importa, stanno racogliendo tantissimi dati su come manipolare la materia alle naoscale...
Chiudi i commenti