Etilometro da smartphone

Un respiro e sullo schermo compare il tasso alcolemico

I cellulari sono diventati molto più intelligenti di una volta, ma chi avrebbe pensato potessero arrivare a tanto? Accanto agli svariati sensori come il giroscopio, il sensore di luminosità, il sensore di prossimità e i magnetometri, fa la sua comparsa un sensore capace di misurare il tasso di alcol nel sangue, chiamato Breathomether.

Breathomether

Breathomether non verrà integrato in un nuovo smartphone di ultima generazione, ma potrà essere connesso a qualsiasi device iOS o Android come accessorio esterno, attraverso l’ingresso mini-jack, tradizionalmente dedicato agli auricolari.

L’aspetto positivo è nella reale disponibilità del prodotto. Infatti, Breathomether non è un concept o un prototipo, ma è un dispositivo che raggiungerà il mercato entro l’estate di quest’anno, per permettere a tutti di verificare il proprio stato di sobrietà, consentendo così di guidare con maggiore responsabilità, dopo una serata gioviale con gli amici.

Breathomether ha trovato la via della realizzazione attraverso i finanziamenti ottenuti sul portale di crowdfunding IndieGoGo . A fronte di una richiesta iniziale di soli 25mila dollari, il progetto ha ricevuto lo scorso 14 aprile un finanziamento di quasi 140mila dollari, permettendo così all’ideatore non solo di porre in produzione il dispositivo, ma di migliorarlo ulteriormente.

Il funzionamento di Breathomether è semplice: una volta connesso all’ingresso mini-jack del proprio smartphone, è sufficiente soffiarci dentro per verificare sullo schermo il tasso alcolemico e la possibilità di mettersi alla guida secondo le prescrizioni di legge.

Breathomether

A supporto di questa visualizzazione c’è un’apposita app, che memorizza i dati delle diverse misurazioni, per poterli anche confrontare nel tempo e verificare in quale locale o con quale compagnia si è bevuto di più.

Il raggiungimento di una cifra così elevata ha permesso inoltre all’ideatore di inserire la funzionalità 1-clic per chiamare un amico o un taxi nel caso di tassi alcolemici non compatibili con la possibilità di guida.

(via Slashgear )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ... scrive:
    Brava AMD, pero'....
    Siccome gli ARM costa meno produrli (decine di milioni contro miliardi di transistor) allora pretendo di pagarli meno. se invece farai la furbetta e cominci a sparare "prezzi da x86", i tuoi soc te li puoi tenere in magazzino a fare polvere.
    • qualcuno scrive:
      Re: Brava AMD, pero'....
      A fare il costo piú che il numero di transistors é la dimensione del die. Perché determina quanti chip puoi tirare fuori da un singolo wafer.
      • ... scrive:
        Re: Brava AMD, pero'....
        - Scritto da: qualcuno
        A fare il costo piú che il numero di
        transistors é la dimensione del die. Perché
        determina quanti chip puoi tirare fuori da un
        singolo
        wafer.E io che ho detto? a parita' di geometria, essendoci meno transistor il die e' per forza piu' piccolo, quindi ne fanno di piu per wafer, quindi deve costare di meno.
    • collione scrive:
      Re: Brava AMD, pero'....
      dipenderà da cosa ci metterannoè vero che le CU e le ALU ARM sono piccole, però ad esempio il tegra 2 ha il doppio dei transistor dell'atomcerto arrivare a 200 e pass mm^2 di un core ce ne vuole, ma alla fine è l'IP che fa il prezzo ( cioè i costi di ricerca e sviluppo )amd vuole minimo minimo metterci delle radeon là dentro e Dio solo sa cos'altro gli verrà in mente di ibridare in quei soc
  • Enjoy with Us scrive:
    Intel se ci sei batti un colpo...
    ... ora che anche AMD segue nVidia sulle CPU ARM mi sorprende che Intel non faccia nulla, rischia grosso con questo immobilismo, direi che i tempi sono più che maturi perchè si lanci nel mercato ARM, tra l'altro può vantare una tecnologia a 22 nm trigate esclusiva, potrebbe con dei prodotti ben disegnati fare il vuoto fra la concorrenza... cosa sta aspettando?
    • tucumcari scrive:
      Re: Intel se ci sei batti un colpo...
      - Scritto da: Enjoy with Us
      ... ora che anche AMD segue nVidia sulle CPU ARM
      mi sorprende che Intel non faccia nulla, rischia
      grosso con questo immobilismo, direi che i tempi
      sono più che maturi perchè si lanci nel mercato
      ARM, tra l'altro può vantare una tecnologia a 22
      nm trigate esclusiva, potrebbe con dei prodotti
      ben disegnati fare il vuoto fra la concorrenza...
      cosa sta
      aspettando?Cosa sta aspettando?Ma secondo te perchè esiste una espressione come "monopolio Wintel"?
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: Intel se ci sei batti un colpo...
        - Scritto da: tucumcari
        - Scritto da: Enjoy with Us

        ... ora che anche AMD segue nVidia sulle CPU ARM

        mi sorprende che Intel non faccia nulla, rischia

        grosso con questo immobilismo, direi che i tempi

        sono più che maturi perchè si lanci nel mercato

        ARM, tra l'altro può vantare una tecnologia a 22

        nm trigate esclusiva, potrebbe con dei prodotti

        ben disegnati fare il vuoto fra la
        concorrenza...

        cosa sta

        aspettando?
        Cosa sta aspettando?
        Ma secondo te perchè esiste una espressione come
        "monopolio
        Wintel"?Quello era il passato ora il concorrente principale Intel non è AMD è ARM!
Chiudi i commenti