Etiopia, vietato spedire SMS

La soluzione di censura è stata giustificata dal governo di Addis Abeba come necessaria per impedire sommosse
La soluzione di censura è stata giustificata dal governo di Addis Abeba come necessaria per impedire sommosse

Gibuti – Preoccupanti le notizie giunte in queste ore da Addis Abeba, capitale dell’Etiopia, e riportate fin qui solo da poche fonti : il Governo avrebbe infatti deciso di bloccare l’invio di SMS .

Stando a quanto è emerso, infatti, le violente proteste pubbliche che hanno fatto seguito all’annuncio delle autorità di un rinvio della dichiarazione dell’esito delle ultime elezioni sarebbero state organizzate grazie ad un frenetico giro di SMS. Da qui la giustificazione dell’Esecutivo per una misura così drastica.

Sebbene gli SMS possano ancora essere ricevuti dagli utenti etiopi se provenienti dall’estero, fino all’8 luglio la comunicazione interna sarà pressoché bloccata: solo in quella data infatti le autorità saranno disponibili a pubblicare l’esito delle consultazioni politiche.

Va detto che, al di là della censura attuata in queste ore, l’Etiopia punta sulla telefonia mobile che, come in altri paesi in via di sviluppo, si sta rivelando uno strumento decisivo per accelerare la crescita e dar vita a nuovi mercati. È decisione recentissima della Corporazione etiope alle Telecomunicazioni (ETC), infatti, quella di accreditare sei diversi produttori per la diffusione al pubblico di SIM prepagate.

Sul rigido mercato etiope, ancora dominato da logiche monopolistiche e da una fortissima presenza dello Stato nelle questioni economiche, ETC gioca dunque un ruolo fondamentale ma la sua board ha recentemente deciso che il proprio obiettivo prioritario rimane la realizzazione di infrastrutture : da qui la decisione di passare ad altri oneri e onori della vendita delle SIM.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

02 05 2006
Link copiato negli appunti