Eufy: delucidazioni sull'uso dei filmati sul cloud

Eufy: delucidazioni sull'uso dei filmati sul cloud

Eufy ha aggiornato la sua app con i dettagli su come i dati degli utenti potrebbero finire sul cloud pur avendo impostato opzioni diverse.
Eufy ha aggiornato la sua app con i dettagli su come i dati degli utenti potrebbero finire sul cloud pur avendo impostato opzioni diverse.

Qualche giorno fa, ha giustamente destato particolare scalpore la notizia secondo cui Eufy, noto marchio di casa Anker per le telecamere di sicurezza, manderebbe nel cloud tutti i filmati realizzati con i suoi dispositivi anche quando viene esplicitamente stabilito dagli utenti di mantenere le registrazioni locali, i quali resterebbero visibili pure a seguito della cancellazione. Ora si torna a parlare nuovamente della questione, con il produttore che ha fornito maggiori delucidazioni al riguardo.

Eufy: dati nel cloud a causa delle notifiche

Eufy, infatti, ha aggiornato la sua app Eufy Security su iOS (al momento l’update sembra non essere ancora disponibile su Android) con una documentazione che spiega in maniera più chiara che vengono inviati dati sul cloud quando alcune specifiche impostazioni di notifica sono abilitate. Più precisamente, se l’utente decide di visualizzare anche le immagini nelle notifiche queste saranno caricate nel cloud.

Per cui, coloro che voglio evitare che i propri dati finiscano nel cloud, dovrebbero modificare la tipologia di notifica usata agendo sulle impostazioni dell’app, scegliendo l’opzione Più efficiente invece che quella Effetto completo oppure Includi miniatura.

Oltre a questo, Eufy dovrebbe preoccuparsi di risolvere la criticità che permette di guardare in maniera diretta i flussi di telecamere usando app come VLC. Al riguardo, Eufy ha rilasciato varie dichiarazioni negando che la cosa sia possibile, ma diversi ricercatori e giornalisti hanno avuto modo di dimostrare il contrario in più occasioni.

Va tuttavia tenuto presente che affinché qualcuno possa effettivamente ottenere l’accesso a un feed video in questo modo, dovrebbe accedere all’account di riferimento utilizzando nome utente e password per ottenere un URL univoco per il feed della fotocamera, che cambia per ogni flusso.

AGGIORNAMENTO [06/12/2022 14.30]

È appena giunta in redazione un’email da parte di Anker contenente la dichiarazione ufficiale in merito alla vicenda che riportiamo integralmente, in forma tradotta, di seguito.

Eufy Security è fermamente in disaccordo con le accuse mosse contro l’azienda in merito alla sicurezza dei nostri prodotti. Tuttavia, comprendiamo che gli eventi recenti potrebbero aver causato preoccupazione ad alcuni utenti. Rivediamo e testiamo frequentemente le nostre funzionalità di sicurezza e incoraggiamo il feedback del più ampio settore della sicurezza per assicurarci di affrontare tutte le vulnerabilità di sicurezza credibili. Se viene identificata una vulnerabilità credibile, intraprendiamo le azioni necessarie per correggerla. Inoltre, rispettiamo tutti gli organismi di regolamentazione appropriati nei mercati in cui vengono venduti i nostri prodotti. Infine, incoraggiamo gli utenti a contattare il nostro team di assistenza clienti dedicato per qualsiasi domanda.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione. Le offerte potrebbero subire variazioni di prezzo dopo la pubblicazione.

Fonte: ZDNET
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 6 dic 2022
Link copiato negli appunti