EuteliaVoIP, nuova offerta telefono+chiamate

L'operatore lancia un bundle che include un apparecchio VoIP e un pacchetto di chiamate telefoniche

Roma – Le telco sono prolifiche come leporidi in quanto a proposte orientate al mercato della comunicazione VoIP. E fra queste spunta la nuova offerta di EuteliaVoIP , un bundle di servizi VoIP abbinati ad un apparecchio telefonico, proposti ad un prezzo ritenuto attraente per gli utenti intenzionati a migrare alla telefonia IP.

La proposta prevede un telefono VoIP IP301 più un pacchetto di chiamate telefoniche di valore pari a 79 euro, il prezzo dell’offerta.

Possono usufruirne solo gli utenti che dispongono già di un account EuteliaVoIP, ma un nuovo cliente voglioso di sottoscriverla può tranquillamente registrarsi per ottenere un account valido.

Queste le caratteristiche del telefono IP301 che, spiega Eutelia, supporta i maggiori standard voce e rete e può essere configurato direttamente dal telefono o da web browser:
– Visualizzazione del nome e del numero chiamante;
– segnalazione della chiamata in arrivo;
– risposta chiamata automatica;
– vivavoce;
– ricomposizione rapida numero chiamato;
– altoparlante;
– rubrica fino 200 numeri;
– Voice Activity Detection (VAD);
– Comfort Noice Generation (CNG);
– cancellazione acustica eco;
– multilingua;
– 10 numeri di chiamata diretta;
– funzione blocco chiamante;
– controllo messaggi vocali, impostazioni del telefono lista chiamate con unico tasto;
– attesa di chiamata con musica per la parte in attesa;
– pulsante di regolazione del volume;
– trasferimento di chiamata se “non risponde”, “occupato” o “sempre”;
– visualizzazione sul display del numero chiamante, visualizzazione ora aggiornata tramite router ADSL o direttamente da Internet
– G.168;
– DHCP;
– Network Address Translation (NAT);
– Universal Plug and Play (UPnP);
– Simple Traversal of UDP through NATs (STUN);
– aggiornamento Firmware con FTP e TFTP;
– 10/100-Base-T Ethernet (RJ45);
– 10/100-Base-T Ethernet integrato per collegare il PC al telefono IP;
– Ottima qualità audio grazie al processore digitale;
– Supporta codec per G.711a, G.711u, G.729, G.7231.1;
– IEEE 802.1q (VLAN);
– Autenticazione MD5 per SIP.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • mastro9 scrive:
    upload
    non è vero che nessuno se ne interessa,richieste richieste di + upload sono state fatte alla signora telecom , ma la risposta è sempre la stessa, non si puo' . perche ?????
  • Anonimo scrive:
    utopia?
    passeranno secoli o davvero 15 giorni???Perchè quando si tratta di ribassare stranamente tutto è più difficile!! Stranamente......
  • Anonimo scrive:
    A me basterebbe...
    ...una modestissima ADSL 640Kb.E' rincuorante leggere questo tipo di articoli, quando si sta viaggiando d'obbligo con una maledetta ISDN (tra l'altro Teleconomy, che ti dà 2 canali attivi solo quando c'ha voglia).
  • Anonimo scrive:
    Rete pubblica?
    Manco l'agcom sa che la rete Telecom è privata?
  • Anonimo scrive:
    Quale concorrenza?!
    Si fa di tutto per favorire questa famosa concorrenza, la verità è che l'unico gestore di linee tlc fisse è Telecom,Gli altri gestori si avvantaggiano delle normative a favore della concorrenza, ma non fanno alcun investimento!Recuperano denaro solo da dove ce n'è in abbondanza e quasi in eccesso!Per esempio Wind-Infostrada non ha alcun interesse ad estendere la copertura neppure per i servizi base laddove non ci sia la certezza di rifare subito soldi facili.Da dove spunteranno tecnici wind competenti che andranno in giro per tutta l'Italia a mettere le mani ancor più a fondo nell'infrastruttura? Chi li vorrà stipendiare?Secondo me è una favola, la reale concorrenza non esiste neppure con l'attuale normativa dove, in fondo, basta pagare telecom e avere un ufficio amministrativo per avere un'impresa telefonica.Supponiamo che non si debba più pagare telecom per accedere direttamente all'infrastruttura, questo compenserebbe lo sforzo tecnico da compiere per avere la copertura reale e completa e quindi una cncorrenza seria?In certe zone si ignora persino cosa sia la concorrenza visto che può capitare che dicendo addio al canone Telecom si rischia di dire addio anche ad una vera assistenza tecnica.
  • Anonimo scrive:
    Intanto....
    quando il genio italiano ci prova a fare qualcosa di serio i risultati promettenti ci sono e pure interessanti.http://www.repubblica.it/2005/j/sezioni/scienza_e_tecnologia/wifi/record-collegamento/record-collegamento.htmlForse sarebbe il caso di investirci qualcosa, visto i penosi trascorsi di alcune aziende italiche...
  • Pejone scrive:
    Riguardo alle tariffe.
    Certo ci auguriamo tutti che la maggiore concorrenza porti prezzi più competitivi a vantaggio del cliente ma finora (anche nell'adsl) non è mai stato così.Se confrontiamo Alice con i suoi diretti concorrenti di Infostrada, Tele2 e Tiscali per esempio, non vi troviamo grosse differenze.E va anche detto che spesso i concorrenti hanno prezzi un po' più bassi ma rincarano altri "servizi".Infostada, tanto per fare un esempio, ha un numero di assistenza che inizia con 166 mentre Telecom ha un numero verde.Per quanto ho visto io, solo Fastweb ti dà davvero qualcosa di più ma comunque lo paghi profumatamente....
    • Anonimo scrive:
      Re: Riguardo alle tariffe.
      Quale parte della frase "la delibera Bitstream. Una delibera che, una volta efficace, potrebbe cambiare completamente le carte in tavola nel settore..." non ti è chiara?
  • Anonimo scrive:
    per la redazione
    Scusate l'ardire, ma essendo poco addentro ai meccanismi delle telecomunicazioni, termini come bitstream, shared access e unbundling mi riescono ostici.Non si potrebbe aggiungere qualche descrizione da "executive summary" quando si utilizzano concetti così avanzati?SIa chiaro, non sto chiedendo di abbassare il livello degli articoli. Leggo PI perchè alcuni di questi articoli sono approfonditi e tecnici, ma aggiungere un link alla definizione non sarebbe male, per chi legge articoli fuori dal suo normale campo di expertise.(Tipo i glossarietti "aeroplanese" di una popolare rivista di aeronautca, Volare, tanto per capirci).Grazie
  • Guybrush scrive:
    Completamente inutile
    In italia quanti netizen abbiamo? Metti che fossero solo 1.000.000 vuol dire che con delle dorsali da 400gbit/s riusciremmo a farli navigare a 400kbit/s a testa, ma visto che non tutti si collegherebbero in simultanea (insomma) volendo si arriverebbe a 800kbit/s di media.La dorsale Roma/milano ce la fa ad arrivare a 200gbit/s? Il tronchetto non ha innovato niente al riguardo e i naviganti italiani sono 10.000.000, molti dei quali con il contratto a 20megabit.Raramente si riesce a superare gli 8mbit e i 512 in upload, giusto la notte, dopo le 2.Le altre dorsali stanno messe peggio.Credo che prima di parlare di bitstream, bisognerebbe rinforzare perbene le infrastrutture.GT
    • Anonimo scrive:
      Re: Completamente inutile
      - Scritto da: Guybrush
      In italia quanti netizen abbiamo? Metti che
      fossero solo 1.000.000 vuol dire che con delle
      dorsali da 400gbit/s riusciremmo a farli navigare
      a 400kbit/s a testa, ma visto che non tutti si
      collegherebbero in simultanea (insomma) volendo
      si arriverebbe a 800kbit/s di
      media.

      La dorsale Roma/milano ce la fa ad arrivare a
      200gbit/s? Il tronchetto non ha innovato niente
      al riguardo e i naviganti italiani sono
      10.000.000, molti dei quali con il contratto a
      20megabit.
      Raramente si riesce a superare gli 8mbit e i 512
      in upload, giusto la notte, dopo le
      2.
      Le altre dorsali stanno messe peggio.

      Credo che prima di parlare di bitstream,
      bisognerebbe rinforzare perbene le
      infrastrutture.

      GTGuarda che c'è molta più banda di quello che pensi, altrimenti non potrei fare 500KB/s fissi su Telecom così come miei amici sempre con Telecom non potrebbero fare 1500KB/s fissi su ADSL2+. E la banda è praticamente stabile 24/7 salvo rari casi.
      • Guybrush scrive:
        Re: Completamente inutile
        - Scritto da:
        [...]
        Guarda che c'è molta più banda di quello che
        pensi, altrimenti non potrei fare 500KB/s fissi
        su Telecom così come miei amici sempre con
        Telecom non potrebbero fare 1500KB/s fissi su
        ADSL2+. E la banda è praticamente stabile 24/7
        salvo rariTelecom(erd) fa largo uso delle cache di rete, come tutti. Prova, tra le 20 e le 23.30 di un giorno qualsiasi a scaricare qualcosa da un sito francese, tedesco o comunque situato fuori dalle cache. La velocita' precipitera' drammaticamente. Lo so perche' da 2 mesi ho alice 20mega (adsl2) e il mio record e' di ~12mbit/s su download multipli (la notte, dopo le 2).Taccio sulla banda in upload: in teoria dovrebbe essere 1mbit, a stento si superano i 400kbit.In orario di punta (tipo ieri sera che c'er ala partita) questi valori precipitano sotto ai ~200kbit per il download e i ~70kbit per l'upload.GT
    • Anonimo scrive:
      Re: Completamente inutile

      In italia quanti netizen abbiamo? Metti che
      fossero solo 1.000.000 vuol dire che con delle
      dorsali da 400gbit/s riusciremmo a farli navigare
      a 400kbit/s a testa, ma visto che non tutti si
      collegherebbero in simultanea (insomma) volendo
      si arriverebbe a 800kbit/s di
      media.

      La dorsale Roma/milano ce la fa ad arrivare a
      200gbit/s? Il tronchetto non ha innovato niente
      al riguardo e i naviganti italiani sono
      10.000.000, molti dei quali con il contratto a
      20megabit.Già mi piacerebbe tanto sapere quante linee adsl è costato luna rossa.. :@
      • Guybrush scrive:
        Re: Completamente inutile
        - Scritto da: [...]
        Già mi piacerebbe tanto sapere quante linee adsl
        è costato luna rossa.. :@
        Mah... pure che fosse, il ritorno di immagine che ha ottenuto e' stato in parte ridimensionato dalla prestazione di +39 (sic).Se ritrovo l'articolo in cui si parlava del "tempo di rinnovamento" di telecom(erd).Si e' passati da 11 anni come durata media delle apparecchiature in servizio, a 19 anni. Questo valore s'e' abbassato quando ci fu il passaggio dall'analogico al digitale, ma poi evidentemente, le centrali telefoniche non sono state aggiornate molto.GT
        • Anonimo scrive:
          Re: Completamente inutile

          [...]

          Già mi piacerebbe tanto sapere quante linee adsl

          è costato luna rossa.. :@


          Mah... pure che fosse, il ritorno di immagine che
          ha ottenuto e' stato in parte ridimensionato
          dalla prestazione di +39
          (sic).Si, ma pensa al ritorno di immagine di un sacco di clienti inca@@ati :$
  • Anonimo scrive:
    MANCO SE LO VEDO CI CREDO.......
    E' la solita bufala....la legge c'è..l'aggigeranno alla grande o faranno come sempre le cose a metà......Come sempre qui nel paese della monnezza e dei mandolini faranno le cose alla carlona....alla viva il parroco o poco +..... :@
  • Anonimo scrive:
    ngi...
    ...ora a chi dara' la colpa?
    • Anonimo scrive:
      Re: ngi...
      Ngi il più "PREFORMANTE" operatore adsl italiano, mi ha lasciato aperto un guasto 4 mesi!!La colpa naturalmente di telecom.
      • Anonimo scrive:
        Re: ngi...
        il piu' costoso...non performante
        • Anonimo scrive:
          Re: ngi...
          - Scritto da:
          il piu' costoso...non performanteIo ce l'ho, prima avevo Libero. Me l'hanno portata in 2 (DUE) giorni e risparmio sui 200 euro all'anno... :)Mai avuto il minimo problema...
  • Anonimo scrive:
    Ma in soldoni...
    ...quanto tempo ci vorrà concretamente per poter vedere le prime offerte consumer bitstream di qualche operatore?
  • Anonimo scrive:
    Ma partissero con VDSL e SDSL invece!
    Solita marea di cavolate burocratiche, loschi giri di soldi, nessun vero miglioramento per l'utenza in generale. Telefonica che possiede Telecom ora tirasse fuori i soldi per far partire VDSL e SDSL 25/25Mbps simmetriche, che Telecom aveva annunciato che sarebbero dovute partire in questo periodo !
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma partissero con VDSL e SDSL invece
      - Scritto da:
      Solita marea di cavolate burocratiche, loschi
      giri di soldi, nessun vero miglioramento per
      l'utenza in generale.

      Telefonica che possiede Telecom ora tirasse fuori
      i soldi per far partire VDSL e SDSL 25/25Mbps
      simmetriche, che Telecom aveva annunciato che
      sarebbero dovute partire in questo periodo
      !Si infatti, si sono comprati telecom proprio per tirare fuori i soldi, non per guadagnarci come hanno già fatto. Se non cambia il modo di governare tra qualche anno dovremmo chiedere l'elemosina.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma partissero con VDSL e SDSL invece!
      - Scritto da:
      Solita marea di cavolate burocratiche, loschi
      giri di soldi, nessun vero miglioramento per
      l'utenza in generale.

      Telefonica che possiede Telecom ora tirasse fuori
      i soldi per far partire VDSL e SDSL 25/25Mbps
      simmetriche, che Telecom aveva annunciato che
      sarebbero dovute partire in questo periodo
      !Scordatelo. In paesi più avanzati hanno già avuto problemi con quelle tecnologie.Figurati da noi con doppini vecchi di 20 anni in tubi dove scorre "l'umidità" e lunghi più del dovuto.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma partissero con VDSL e SDSL invece
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Solita marea di cavolate burocratiche, loschi

        giri di soldi, nessun vero miglioramento per

        l'utenza in generale.



        Telefonica che possiede Telecom ora tirasse
        fuori

        i soldi per far partire VDSL e SDSL 25/25Mbps

        simmetriche, che Telecom aveva annunciato che

        sarebbero dovute partire in questo periodo

        !

        Scordatelo. In paesi più avanzati hanno già avuto
        problemi con quelle
        tecnologie.
        Figurati da noi con doppini vecchi di 20 anni in
        tubi dove scorre "l'umidità" e lunghi più del
        dovuto.Sì, vabbè. Ma per favore ! C'era gente come te un 7 anni fa che blaterava le stesse assurdità e diceva che le linee italiane non avrebbero mai supportato 640Kbps .. che saremmo rimasti a 256Kbps con ADSL.. ehhh!
  • Zantor scrive:
    Upload = partecipazione
    Quello che mi fa più incxxare da qiando è apparso l'ADSL in Italia è la sproporzione nelle offerte consumer tra le velocità di download e upload.Dietro queste scelte commerciali c'è il presupposto che il cliente consumer debba appunto fare solo il consumatore e che quindi non abbia nulla da comunicare (o se c'è l'ha non frega nulla a nessuno).Chissà se tra qualche mese si vedranno offerte tipo 10Mb/2Mb.
    • Anonimo scrive:
      Re: Upload = partecipazione
      magari, finalmente potremmo farci i contenuti da noi
      • Anonimo scrive:
        Re: Upload = partecipazione
        - Scritto da:
        magari, finalmente potremmo farci i contenuti da
        noie proprio quello che in italia non devi fare, per questo motivo c'è un up di 256 non garantito. Cosa credevi? Di essere negli USA?
    • Anonimo scrive:
      Re: Upload = partecipazione
      Per ragioni squisitamente tecniche con l'adsl2+ difficilmente puoi raggiungere velocità oltre il Mbit in upload. Se vuoi qualcosa in più metti le mani in saccoccia per un shdsl.
      • Anonimo scrive:
        Re: Upload = partecipazione
        - Scritto da:
        Per ragioni squisitamente tecniche con l'adsl2+
        difficilmente puoi raggiungere velocità oltre il
        Mbit in upload. Se vuoi qualcosa in più metti le
        mani in saccoccia per un
        shdsl.SDSL2 e VDSL2 esistono per il mercato consumer. E le stanno da tempo sperimentando a 100Mbps/100Mbps all'estero.
    • Anonimo scrive:
      Re: Upload = partecipazione
      - Scritto da: Zantor
      Chissà se tra qualche mese si vedranno offerte
      tipo
      10Mb/2Mb.Teoricamente alcuni provider te lo danno anche subito, tanto con 20kb di banda minima garantita non serve a nulla.
    • Anonimo scrive:
      Re: Upload = partecipazione
      - Scritto da: Zantor
      Quello che mi fa più incxxare da qiando è apparso
      l'ADSL in Italia è la sproporzione nelle offerte
      consumer tra le velocità di download e
      upload.Indovina per cosa sta la A di ADSL?
      • Zantor scrive:
        Re: Upload = partecipazione
        - Scritto da:

        Indovina per cosa sta la A di ADSL?Anche 10/2 è asincrona. Proporre offerte in cui la sproporzione è di 40 (!) volte è davvero offensivo.
        • Anonimo scrive:
          Re: Upload = partecipazione

          Anche 10/2 è asincrona. Proporre offerte in cui
          la sproporzione è di 40 (!) volte è davvero
          offensivo.Asimmetrica, non asincrona... ;)
  • Anonimo scrive:
    A livello tecnico cosa cambia?
    Nell'articolo vengono citati lo shared access e il full unbundling... che differenza ha il bitstream con queste due modalità di accesso?
    • Anonimo scrive:
      Re: A livello tecnico cosa cambia?
      - Scritto da:
      Nell'articolo vengono citati lo shared access e
      il full unbundling... che differenza ha il
      bitstream con queste due modalità di
      accesso?Cambia il punto della rete in cui fai l'interconnessione, es. dslam, switch atm, etc etc...
      • Anonimo scrive:
        Re: A livello tecnico cosa cambia?
        Quindi è una parziale soluzione al problema dell'ultimo miglio..senza far fare agli isp la loro rete?
  • Anonimo scrive:
    se serve
    ormai le linee telefoniche e quindi xdsl sono al collasso più totale.bisogna fare investimenti e potenziare le linee esistenti.bisogna liberare la banda in upload e NON limitarla a 312 k e non sarebbe male se qualcuno cominciasse a offrire adsl DECENTI, t1, t3,cable ,etc
    • Anonimo scrive:
      Re: se serve
      Indubbiamente l'upload delle linee italiane ormai fa ridere anche i polli, pero' se la gente non si sveglia e non c'e' richiesta o protesta le cose non cambieranno.
    • Anonimo scrive:
      Re: se serve
      a aprte che t1 t3 etc sono standard americani che in europa non esistono... noi abbiamo le e1, e3 etc che sono piu' 'capaci' ... ma il problema e' dove veicolarle?? in america ci sono tanti di quei cavi coassiali tirati per la nazione.. su quelli si riesce a far viaggiare roba interessante..ma in italia abbiamo solo il doppino telefonico.. salvo i casi delle grandi citta' dove arriva la fibra ottica negli scantinatiil doppino c'e'e bisogna tenerselo...importante e' saperlo sfruttare bene.. su brevi tratte si possono raggiungere anche velcoita' di 100mbit... come ethernet...
    • Anonimo scrive:
      Re: se serve

      e non sarebbe male se qualcuno cominciasse a
      offrire adsl DECENTI, t1, t3,cable
      ,etcadsl t1 t3 e cable ?panini motociclette fiori e francobolli ?
      • Anonimo scrive:
        Re: se serve
        - Scritto da:

        e non sarebbe male se qualcuno cominciasse a

        offrire adsl DECENTI, t1, t3,cable

        ,etc

        adsl t1 t3 e cable ?

        panini motociclette fiori e francobolli ?ihiihih adsl t1 na rivoluzione^^
    • Anonimo scrive:
      Re: se serve
      concordo, pultroppo la maggior parte delle adsl italiane ha un up d soli 256Kb/s ed inoltre le infrastrutture di rete nella magigor parte delle centrali/dorsali sono inadeguate.Cmq, magari con il bitstream (con la concorrenza) si risolve qualcosa.T1, T2, T3, ecc... non sono adsl :)
Chiudi i commenti