Exchange 5.5 vicino alla pensione

Alla fine dell'anno cesserà la fase estesa del supporto a Exchange 5.5. Microsoft incoraggia le aziende che ancora utilizzano l'ormai attempato software a migrare alla versione 2003
Alla fine dell'anno cesserà la fase estesa del supporto a Exchange 5.5. Microsoft incoraggia le aziende che ancora utilizzano l'ormai attempato software a migrare alla versione 2003


Roma – L’ultimo giorno dell’anno, dunque tra circa due mesi, Microsoft ritirerà Exchange Server 5.5 e, con esso, il supporto al prodotto. Dato l’approssimarsi di questo termine, il big di Redmond sta raccomandando ai propri clienti di aggiornare Exchange all’ultima versione disponibile, la 2003, avvalendosi dei piani di migrazione e delle risorse descritti in questa pagina del suo sito.

Stando ai dati forniti da Microsoft, nell’ultimo anno gli utenti di Exchange 5.5 sono calati di circa il 40% : la quasi totalità di questi avrebbe infatti scelto di migrare preventivamente verso versioni più aggiornate – e secondo Microsoft più “sicure” – del suo famoso server per la messaggistica e la collaborazione aziendale. Nonostante questo, c’è ancora un non trascurabile numero di aziende che per varie ragioni – soprattutto economiche – ha scelto di “spremere” fino all’ultimo l’ormai anziano software.

La fase di supporto mainstream di Exchange 5.5 è finita il 31 dicembre 2003. Quella che si concluderà quest’anno, detta extended , fornisce gratuitamente solo gli aggiornamenti di sicurezza più importanti : tutto il resto – assistenza tecnica e hotfix non correlati alla protezione – è a pagamento. Alla fine del supporto extended, Microsoft continuerà a garantire ai propri clienti solo i cosiddetti servizi di self-help on-line , ovvero documenti tecnici, FAQ, strumenti per la risoluzione dei problemi e altre risorse accessibili via Internet.

Questo nuovo modello di supporto, introdotto nel corso del 2004 , ha esteso la durata del ciclo di supporto dei prodotti business portandola ad un minimo di 10 anni .

Alla fine di quest’anno Exchange 2000 entrerà nella fase di supporto esteso, il quale durerà fino al 31 dicembre 2010. Anche in questo caso Microsoft incoraggia le aziende a pianificare l’aggiornamento a Exchange 2003, una versione che, secondo il gigante americano, permette di “raggiungere un livello elevato di protezione e sicurezza dell’intera infrastruttura IT, un livello ottimale di consolidamento dei server, un maggiore supporto per gli utenti che lavorano con dispositivi mobili, un risparmio sui costi di gestione”.

Proprio di recente Microsoft ha rilasciato un secondo service pack per Exchange 2003 che fornisce, tra le altre cose, una nuova tecnologia di push delle e-mail sui dispositivi mobili e protezioni aggiornate contro virus e spam.

Il ciclo di supporto di tutte le versioni di Exchange può essere consultato in questa pagina .

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

27 10 2005
Link copiato negli appunti