Facile comprare online armi biologiche USA

Una clamorosa inchiesta del braccio investigativo del Congresso mette in luce quanto sia facile acquistare materiali che non servono più al Pentagono. Con cui costruire di tutto
Una clamorosa inchiesta del braccio investigativo del Congresso mette in luce quanto sia facile acquistare materiali che non servono più al Pentagono. Con cui costruire di tutto


Roma – Ci vuole davvero poco per acquistare online quanto necessario per realizzare armi chimiche e biologiche. Ancora meno da quando sono disponibili per l’acquisto via internet materiali a vario titolo dismessi dalla Difesa americana.

Questo è stato scoperto da una clamorosa inchiesta del GAO , il General Accounting Office, ovvero il braccio investigativo del Congresso americano. I suoi operatori hanno potuto acquistare per 4.100 dollari materiali che ne valevano quasi 50mila e che terroristi, secondo quanto dichiarato dal GAO stesso, potrebbero utilizzare per realizzare armamenti estremamente pericolosi.

In un’era di rigido controllo e monitoraggio delle tecnologie e della rete attuato dal Governo americano con sempre maggiori investimenti, è evidente il clamore che possono suscitare i risultati dell’indagine. In particolare, quei 4mila dollari sono stati sufficienti per entrare in possesso di tute protettive, gabbia di contenimento biologica, incubatore batteriologico, evaporatore e altro ancora, tutti materiali che possono essere usati, evidentemente, per gli scopi più diversi…

Stando alle indagini del GAO, però, i materiali in vendita sono ben di più e già sono stati venduti ad acquirenti egiziani, filippini, malesi e altri ancora.

“La cessione pubblica di questi materiali in eccesso del Dipartimento della Difesa – spiega il rapporto presentato dal GAO alla Commissione per le riforme governative – aumenta il rischio che gruppi di terroristi possano ottenerli per produrre e utilizzare agenti biologici all’interno degli Stati Uniti”.

Secondo Gregory Kutz, che ha guidato il team del GAO, negli ultimi tre anni e mezzo il Pentagono ha venduto a prezzi così ridotti quasi 300mila tute speciali di protezione, 199 incubatori, 521 centrifughe, 65 evaporatori e 18 gabbie di contenimento biologico, più tutta una serie di altri materiali.

Sebbene una parte di questi materiali sia comunque già disponibile sul mercato, la preoccupazione del GAO è che tutto questo, associato alla poca cura nel mantenere gli inventari di materiali tossici in alcuni laboratori, possa creare una situazione di potenziale pericolo.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

08 10 2003
Link copiato negli appunti