Fastweb, alla faccia della chiarezza!

Il contratto parla di connessione illimitata ma di limiti sul traffico anomalo con pagamento di corrispettivo. Serve un chiarimento
Il contratto parla di connessione illimitata ma di limiti sul traffico anomalo con pagamento di corrispettivo. Serve un chiarimento

Roma – Spett.le redazione di Punto Informatico, sono in cerca di una buona soluzione per Internet + telefono e tempo fa mi è capitato di visitare il sito di Fastweb e di esaminare le loro offerte. Per 142.000 lire al mese Fastweb propone l’offerta “Tutto senza limiti”: collegamento permanente ad Internet ad alta velocità (10Mbit/sec all’interno della rete Fastweb e fino a 1,28Mbit/sec in download e fino a 0,256Mbit/sec in upload all’esterno) e telefonate nazionali illimitate.

Quei “fino a…” sono sospetti e necessitano di ulteriori approfondimenti ma questa offerta mi interessa molto ed inizio a leggere il contratto. Mi imbatto nel punto 14: “Traffico Anomalo”. Eccolo:

14.1. Nel caso in cui siano rilevati volumi di traffico anomali rispetto al consumo medio del Cliente, Fastweb si riserva la facoltà di inviare una bolletta anticipata e/o di sospendere precauzionalmente, previo avviso telefonico, in tutto o in parte i Servizi. Le stesse misure possono essere adottate da Fastweb nel caso di nuovi Clienti, qualora siano rilevati volumi di traffico anomali rispetto alle previsioni di utilizzo dei Servizi.

14.2. In caso di sospensione disposta ai sensi del paragrafo precedente, i Servizi saranno attivati da Fastweb non appena il Cliente avrà pagato il corrispettivo per il traffico rilevato ed avrà prestato idonee garanzie al riguardo.

Insomma, pare proprio che questa offerta “Tutto senza limiti” sia in realtà limitata. Non solo: se nell’usare il servizio supero le “previsioni di utilizzo” (e quali sono? Almeno dessero delle indicazioni!), mi possono addebitare dei costi e/o sospendere il servizio! Praticamente, se loro prevedono che il cliente medio stia connesso due ore al giorno e se io risulto online per quattro ore al giorno, possono “tagliare i fili” e minacciare: “O paghi e prometti che fai il bravo o ti attacchi”.

Ho scritto a Fastweb, anzitutto per farmi chiarire quei “fino a?”, cioè per sapere quali sono la banda minima garantita e la banda media per la navigazione in Internet. Non ci crederete: non hanno saputo cosa rispondermi. Ho riscritto per chiedere chiarimenti sul punto 14 e mi hanno assicurato che mi avrebbero ricontattato ma è passato quasi un mese e nessuno si è fatto vivo.

Da quando sto leggendo i contratti, mi è passata la voglia di firmarli, perché è difficile trovare un’offerta chiara, in cui si dice: “Per tale cifra ti offro tale servizio”. Nel caso di Fastweb non si tratta di particolari insignificanti, visto che un’offerta che nella pubblicità è illimitata nel contratto si trasforma magicamente in limitata! Se almeno questi limiti fossero ben definiti (un tetto massimo di ore di traffico telefonico e di MB scaricati da Internet), potrei riuscire a valutare meglio quest’offerta ma come pretendono che venga firmato un contratto tanto fumoso?

Quello che chiedo è semplicemente sapere cosa sto pagando. In particolare, vorrei sapere dai signori di Fastweb se l’offerta che sbandierano come “illimitata” lo è davvero oppure no. Se no, vorrei sapere quali sono i limiti.

Marco Sciamanna

Caro Marco, il problema della chiarezza dei contratti per la connettività internet è annoso. Speriamo di poter presto ospitare sulle nostre pagine un chiarimento da parte di Fastweb. Ciao! – La redazione .

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

26 07 2001
Link copiato negli appunti