FBI spia attraverso cellulari spenti

Quando il romanzo di genere incontra la realtà: i federali avrebbero trovato il modo di servirsi dei cellulari di due membri di un clan mafioso per ascoltare le loro conversazioni. Lo hanno detto in tribunale

Washington – La lotta alla mafia italo-americana, nella visione del Federal Bureau of Investigation , passa per l’utilizzo di tecnologie all’avanguardia in grado di dribblare la proverbiale ritrosia dei mobs e fornire il materiale adeguato per le investigazioni e le incriminazioni. È quello che emerge dalle recenti cronache giudiziarie statunitensi: un giudice distrettuale ha approvato un sistema di intercettazione definito cimice vagante , grazie al quale i federali sarebbero riusciti ad ascoltare le conversazioni di due noti mafiosi usando i loro cellulari come microfoni ambientali.

John Ardito, uno dei membri più potenti della famiglia mafiosa dei Genovese , e il suo avvocato Peter Peluso, si sono fidati troppo dei propri cellulari Nextel : i dispositivi sono stati sotto il controllo della FBI per un anno, e avrebbero trasmesso tutte le comunicazioni avvenute nei paraggi, come emerge dal pronunciamento del giudice di distretto Lewis Kaplan pubblicato di recente.

Kaplan ha appunto definito il sistema una cimice vagante e lo ha dichiarato legittimo secondo le leggi federali. Nel pronunciamento del giudice si legge che la tecnica di intercettazione usata dall’FBI è in grado di funzionare indipendentemente dal fatto che il cellulare sia acceso o meno . Secondo gli esperti di controspionaggio, infatti, alcuni modelli di dispositivi portatili prodotti da Nextel e da Samsung , e la serie Razr di Motorola , sarebbero particolarmente utili da questo punto di vista.

Senza la rimozione forzata della batteria, hanno dichiarato gli agenti dell’FBI, alcuni cellulari possono essere attivati a distanza con un download remoto, senza alcun accesso fisico e all’insaputa del proprietario . Ed è proprio questa la tecnica che sarebbe stata utilizzata dagli agenti: attivando indisturbati a chilometri di distanza un micro-software spione piazzato sui Nextel di Ardito e Peluso, hanno potuto ascoltare con tutta calma il mob speech dei due ovunque fossero.

L’FBI è stata costretta ad inventarsi un metodo da telefilm, in seguito alla scoperta da parte dei mafiosi di cimici “tradizionali” piazzate nel ristorante Brunello Trattoria di New York, il loro luogo di incontro prediletto. Già nel 2003 Ardito si era accorto della presenza delle ricetrasmittenti dei federali in tre diversi ristoranti, e preferiva evitare di usare il cellulare per comunicare.

Fantasia filmica a parte, la possibilità di intercettazioni da remoto, senza la necessità di adoperare i classici furgoncini ripieni di antenne e computatori elettronici nelle vicinanze dei sospettati, fa discutere esperti e professionisti del settore da anni. E se l'”affaire Genovese” sembra essere il primo caso conclamato dell’utilizzo reale di simili metodi, preoccupanti sono le possibili implicazioni dell’impiego delle tecnologie di comunicazione e sorveglianza da parte di malintenzionati con expertise adeguato.

È dell’anno scorso ad esempio un rapporto di Sophos che ha portato alla luce l’arresto, da parte delle forze dell’ordine spagnole, di un hacker che aveva creato un trojan telematico, in grado di attivare segretamente una videocamera collegata ad un sistema informatico grazie al quale aveva dirottato la registrazione del flusso video verso i propri apparati. In quest’ottica, i nuovi metodi adottati dall’FBI non tarderanno di sicuro ad eccitare la fantasia di cracker e criminali informatici professionisti.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    C'era una volta OpenOffice
    Quando molto presto SUN farà un grande botto, OpenOffice si estinguerà miserabilmenteOpenOffice vive dei soldi della società suddetta che lo sfrutta per vari motivi di marketing... e i muli sgobbano (rotfl)
    • Anonimo scrive:
      Re: C'era una volta OpenOffice
      - Scritto da:
      Quando molto presto SUN farà un grande botto,
      OpenOffice si estinguerà
      miserabilmenteOpenOffice non è di SUN.
      OpenOffice vive dei soldi della società suddetta
      che lo sfrutta per vari motivi di marketing... e
      i muli sgobbano
      (rotfl)Prima parli di soldi, poi di muli che sgobbano ... Poche idee, ma confuse :) !
    • Anonimo scrive:
      Re: C'era una volta OpenOffice
      - Scritto da:
      Quando molto presto SUN farà un grande botto,
      OpenOffice si estinguerà
      miserabilmente
      Non è per deluderti, solo per chiarezza: un progetto rilasciato su licenza open non può morire in quanto tale: magari lo sviluppo può rallentare, addirittura fermarsi, ma se il codice è disponibile prima o poi qualcuno ci mette le mani...Mai sentito parlare di GNUtella (grazie al quale scarichi i film e la musica "a sbafo") ?Marco Ravich
  • Anonimo scrive:
    Dove reperirli?
    A proposito,ma da dove si possono scaricare template e clipart per OpenOffice.org, comprese queste che hanno vinto il concorso?Grazie!
    • Anonimo scrive:
      Re: Dove reperirli?

      ma da dove si possono scaricare template e
      clipart per OpenOffice.org, comprese queste che
      hanno vinto il
      concorso?qui ho messo un po' di link, tra i quali trovi i link ufficiali di OOo dove sono stati messi i lavori di quelli che hanno partecipato al concorso:1) template:http://linguistico.sf.net/wiki/doku.php?id=openoffice.org#template2) clipart:http://linguistico.sf.net/wiki/doku.php?id=openoffice.org#clipartnella stessa pagina trovi numerose risorse che possono essere utilizzate con OOo, come: estensioni, tutorial, documentazione, FAQ, indicizzatori, visualizzatori, ...
  • Anonimo scrive:
    200 milioni
    OpenOffice.org conta 200 milioni utenti nel mondo!URKA!!!E Micro$ozz si vantava giusto ieri che Vista e Office 2007 lo hanno scaricato in 5 milioni...
    • Anonimo scrive:
      Re: 200 milioni
      - Scritto da:
      OpenOffice.org conta 200 milioni utenti nel mondo!(rotfl)beata schizofrenia

      URKA!!!

      E Micro$ozz si vantava giusto ieri che Vista e
      Office 2007 lo hanno scaricato in 5
      milioni...
      già, open office è 50 volte più usato di MSOffice (rotfl)Oh grande stallman, ma che gli stai combinando a queste giovani anime? :$
  • Anonimo scrive:
    OpenSource ora vive di...
    1) TEMPLATE2) FORK3) PROGETTI ASSURDI (WEB SERVER IN LISP...)4) FALLIMENTI ECONOMICISiamo messi bene...
    • Anonimo scrive:
      Re: OpenSource ora vive di...
      Vai a comprare Vista e MSOffice. Nessuno ti obbliga ad usare qualcosa opensource.Io mi ci trovo benissimo invece e trovo tutto quello che mi serve, non do soldi ad aziende truffaldine come M$ e se un progetto mi piace e mi serve davvero faccio la mia solita donazione.
      • Anonimo scrive:
        Re: OpenSource ora vive di...
        sei uno dei pochi donatori
        • Anonimo scrive:
          Re: OpenSource ora vive di...
          - Scritto da:
          sei uno dei pochi donatorisecondo me i donatori non sono poi tanto pochi. Si può fare una donazione anche comprando una maglietta o un cd (come ho fatto con slackware: 1 pinguino di peluche (mio nipote quando viene a casa una volta su 2 se lo intasca), 1 maglietta e i cd della distro. un totale di 50 euro comprese le spese di spedizione)
        • Anonimo scrive:
          Re: OpenSource ora vive di...
          Sai, la gente non è tutta insulsa, cattiva, egoista e con una vita inutile...
      • Anonimo scrive:
        Re: OpenSource ora vive di...
        - Scritto da:
        Vai a comprare Vista e MSOffice. Nessuno ti
        obbliga ad usare qualcosa
        opensource.

        Io mi ci trovo benissimo invece e trovo tutto
        quello che mi serve, non do soldi ad aziende
        truffaldine come M$ e se un progetto mi piace e
        mi serve davvero faccio la mia solita
        donazione.
        bella anarchia... per la serie, se mi piaci e se mi va allora ti pagoeh no... se la gente fosse tutta come me, i tipi scrocconi e pretenziosi come te rimarrebbero al palo tutta la vitacon me le cose funzionano diversamente: prima provi, poi paghi (se ti piace) e naturalmente ottieni il prodottopatti chiari, amicizia lungail resto sono solo fanatismi e illusioni
        • Anonimo scrive:
          Re: OpenSource ora vive di...
          - Scritto da:
          eh no... se la gente fosse tutta come me, i tipiPer fortuna ci sono miliardi di individui nel mondo tutti diversi fisicamente, culturalmente e come idee.
          il resto sono solo fanatismi e illusioniIllusioni?Illusioni che finiscono al TG in prima serata, che stanno sulla bocca di tutti quanti masticano un po' di computer?Illusioni che fanno funzionare il 70% di internet e che fanno funzionare la P.A. di 30 paesi nel mondo?Se pensi che l'ideologia vincente sia la tua, portala avanti. Sai si chiama evoluzione della specie chi non è in grado di adattarsi si estingue...
    • Giambo scrive:
      Re: OpenSource ora vive di...
      - Scritto da:

      1) TEMPLATE
      2) FORK
      3) PROGETTI ASSURDI (WEB SERVER IN LISP...)
      4) FALLIMENTI ECONOMICI

      Siamo messi bene...LOL (rotfl)Non male come trollata, dico sul serio :D !
    • Anonimo scrive:
      Re: OpenSource ora vive di...
      - Scritto da:

      1) TEMPLATE
      2) FORK
      3) PROGETTI ASSURDI (WEB SERVER IN LISP...)
      4) FALLIMENTI ECONOMICI

      Siamo messi bene...Rosica rosica...
    • Anonimo scrive:
      Re: OpenSource ora vive di...
      - Scritto da:

      1) TEMPLATE
      2) FORK
      3) PROGETTI ASSURDI (WEB SERVER IN LISP...)
      4) FALLIMENTI ECONOMICI
      ...e poi c'era la marmotta che incartava la cioccolata !http://tecknology.supereva.it/laveramarmotta2.gifBrUtE AiD
Chiudi i commenti