FCC, applicazioni per la neutralità

La commissione a stelle e strisce annuncia un contest per lo sviluppo di app capaci di capire se un provider abbia bloccato un servizio o rallentato il traffico. Uno strumento in più dopo le regole annunciate a Natale

Roma – Open Internet Apps Challenge . Questo il nome esteso di un contest recentemente annunciato, ennesimo sforzo creativo della Federal Communications Commission (FCC) statunitense per preservare la natura aperta e neutrale della Rete. Dunque un concorso, indetto dalla commissione a stelle e strisce per chiamare a raccolta esperti smanettoni e nello specifico sviluppatori di applicazioni web .

E ci sarà tempo fino al prossimo primo giugno, per sottoporre al vaglio di FCC una serie di app a tutela della cosiddetta net neutrality . App che – secondo le regole del contest – dovranno essere capaci di capire se un determinato carrier abbia discriminato un determinato servizio. Se abbia ad esempio bloccato un servizio VoIP sgradito o rallentato il traffico legato ad una certa applicazione online.

Queste applicazioni web dovranno in sostanza svolgere un ruolo di controllo della neutralità, per assicurarsi che tutti i provider rispettino i principi imposti da FCC nel corso delle appena trascorse festività natalizie. Come è noto, la commissione guidata dal chairman Julius Genachowski imporrà ai provider fissi obblighi come quello di non discriminazione dei vari traffici su Internet.

Probabilmente l’obiettivo di Open Internet Apps Challenge è di garantire agli utenti uno strumento in più di tutela, dato un approccio più permissivo mostrato ai carrier mobile . Le app vincitrici saranno annunciate entro la fine della prossima estate. In premio ci saranno gloria e una cena con Julius Genachowski.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti