Fedora diventa Live

Grazie al lavoro della comunità Fedora Unity, i fan della celebre distribuzione sponsorizzata da Red Hat possono ora disporre di una versione live in grado di avviarsi integralmente da DVD

Roma – Per quanti attendevano da tempo una versione live di Fedora Linux, l’attesa è finita. A portare a compimento l’impresa è stato il Fedora Unity Project (FUP), lo stesso progetto che da qualche tempo distribuisce periodicamente delle versioni aggiornate di Fedora chiamate Re-Spins .

La comunità FedoraUnity.org , di cui FPU fa parte, è formata da sviluppatori e utenti che desiderano realizzare soluzioni di cui possa beneficiare l’intera comunità di Fedora, con la priorità a progetti di cui il core team della distribuzione non può occuparsi. Tra questi vi è proprio lo sviluppo di una versione live di Fedora, che fino ad oggi era stata portata avanti dal Fedora Project solo nei “ritagli di tempo”, sfociando nello sviluppo di un tool chiamato Kadischi . Con l’aiuto degli sviluppatori originari, il FUP ha migliorato questo software e lo ha utilizzato per creare le immagini live di Fedora.

Come ogni tipica distribuzione live, anche quella di Fedora permette agli utenti di provare il sistema operativo, o farlo girare su PC diversi dal proprio, senza installarlo su disco.

Le immagini di Fedora Live-Spin, testate dai volontari del progetto, si basano su Fedora Core 5 , ma si differenziano dalla distribuzione ufficiale per il fatto di contenere tutti i pacchetti aggiornati al 21 agosto. Tra gli update più importanti vi è il kernel 2.6.17-1.2174_FC5 che, secondo gli sviluppatori, risolve buona parte dei problemi riscontrati in Fedora 5 nel riconoscimento di alcuni componenti hardware. La rivisitata distribuzione include poi le ultime release di GNOME, KDE, OpenOffice.org, xchat, gftp e altre utility e applicazioni.

I file ISO di Fedora Core 5 Live-Spin possono essere scaricati via BitTorrent da qui per architettura i386.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    sarò vecchio....
    ma a me Ernesto ricorda il colonnello Bernacca, nome che agli under-30 non dirà nulla ma agli altri susciterà la nostalgia della perturbazione numero sette...
Chiudi i commenti