Ferite per esplosione Nokia

Telefonini


Treviso – Arrivano conferme attorno alla vicenda di una donna di del trevigiano che, accendendo un telefonino Nokia 3310 ne ha provocato l’esplosione. A quanto pare il cellulare al momento dell’esplosione era bollente a causa dell’accumulo della batteria che, terminato il tempo di ricarica, non aveva interrotto il collegamento con il ricaricabatterie.

La donna è stata ferita alla mano e il figlio è stato leggermente colpito alle gambe dall’esplosione del cellulare.

Secondo “La Tribuna di Treviso” la causa sarebbe nel microchip che gestisce la ricarica che si è improvvisamente “inceppato”.

Non è ancora chiaro se la batteria fosse originale o meno né Nokia ha fin qui rilasciato commenti ufficiali.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: bottiglione 4 president
    - Scritto da: chef
    ps: notare che il parlamento si era gia'
    espresso. non capisco come un gruppo di
    ministri possa contare piu' di un
    parlamento.... bohper ora il parlamento conta ben poco quando c'è da prendere la decisione, infatti non ha poteri legislativi ma solo consultivi. chi alla fine decide veramente sono ancora i rappresentanti dei vari governi e cioè i ministri competenti, che, faccio notare, poi si lamentano delle decisioni prese dall'europa.. ma ca@@o!! sono stati proprio loro a prenderle!!
  • Mechano scrive:
    Re: bottiglione 4 president
    - Scritto da: Anonimo
    Ora che è commissario Europeo siamo
    in una botte di ferro.Insomma come dire che un uomo non va giudicato solo dalla faccia da babbeo e lo sguardo allucinato... :-)L'Italia ha i politici che si merita.--Ciao. Mr. Mechano
  • Anonimo scrive:
    Re: bottiglione 4 president
    - Scritto da: chef
    a discutere di brevetti al consiglio dei
    ministri europei c'era anche bottiglione.Guarda che Buttiglione è un noto hacker no-global, utilizzatore di Linux nonché uno strenuo difensore della filosofia opensource, notoriamente critico verso la DMCA la EUCD e membro a vita della Electronic Frontier Foundation. Nemico numero delle lobby per quanto riguarda il diritto d'autore, ha sempre dichiarato di ritenersi favorevole verso un p2p totalmente libero. Amministra due forum sui programmi di filesharing e un sito pieno di link torrent da cui è possibile scaricare tutte le distribuzioni linux presenti nell'elenco di distrowatch.I libri che ha sul comodino:"No Logo" di Naomi Klein"Software Libero pensiero libero" di Richard M. Stallman"Il mondo sotto brevetto" di Vandana Shiva edizioni feltrinelliOra che è commissario Europeo siamo in una botte di ferro.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma guarda un po'! (non proprio)
    - Scritto da: AdessoBasta

    la risoluzione proposta dalla presidenza
    irlandese,
    sponsorizzata da importanti
    multinazionali del software

    Che combianzione!

    "Microsoft Ireland - the second largest
    operation globally outside of the Microsoft
    HQ in Redmond Seattle in the US, (1,800
    people)"

    Serve la traduzione?A dire il vero il presidente di turno irlandese ha subìto la pressione della lobby degli avvocati che si occuperanno di liti in merito ai brevetti. Una gran quantità di avvocati irlandesi sono andati aggratis negli States per seguire stages di preparazione sul tema specifico della difesa delle Proprietà Intellettuali. Secondo te chi ha pagato tali corsi specifici?Hai detto M$? Bravo hai indovinato!!!
  • Anonimo scrive:
    libera concorrenza in Italia????
    :D :D :D :D :D :D :D :DForse al massimo con il bibitaro all'angolo, ma credo che farebbe di tutto per non farmi avere la licenza, magari tramite quanche amico in comune.
  • chef scrive:
    bottiglione 4 president
    a discutere di brevetti al consiglio dei ministri europei c'era anche bottiglione.e dopo esserci astenuti (ma come si fa ad astenersi ? )dicevo, dopo la gran prova riguardo alla suddetta riunione, dove lo mettiamo uno cosi' ?a sostituire uno che ha osato multare m$ !non c'e' speranza : terzo mondo ! arriviamoooooo !ps: notare che il parlamento si era gia' espresso. non capisco come un gruppo di ministri possa contare piu' di un parlamento.... boh
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma guarda un po'!

    ma adesso che, al posto di
    quell'incompetente piemontese che dispensava
    multe miliardarie senza sentire ragioni,mah, come scrisse qualcuno su PI, probabilmente i soldi della maximulta sarebbero stati reinvestiti in prodotti ms.Le multe degli antitrust non sono mai una misura seria: da anni in italia si multano le assicurazioni rca che continuano ad alzare le tariffe. C'e' persino il sospetto che gli utenti paghino le multe comminate per far finta di difenderli.Un'antitrust seria non comminerebbe una sola lira di multa, ma si limiterebbe a proibire la vendita di prodotti che non si conformano alle normative vigenti.Fosse anche windows xp. E non si arriverebbe mai a tanto: quando bill ha avuto a che fare con paesi seri, si e' rapidamente adeguato. Come e' normale che sia.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma guarda un po'!
    - Scritto da: Anonimo
    Perchè solo e sempre M$. Forse non
    sai ma anche Dell ed IBM hanno le sedi di
    import in Irlanda (forse hanno una
    tassazione molto favorevole?) .....Sì.. è stata una scelta di un governo irlandese negli anni 80 per attirare investimenti stranieri e combattere la disoccupazione locale.. le aziende hanno un regime fiscale eccezionalmente favorevole, per i primi anni praticamente quasi una totale esenzione... per gli investimenti un po' ha funzionato, per l'occupazione un po' meno, perchè su 4 milioni di abitanti circa (cioè più o meno come Milano e Roma insieme) non è che si possa trovare poi un grandissimo serbatoio di tecnici altamente e specificamente preparati...
  • Anonimo scrive:
    Re: Ogni tanto si sente qualcuno....
    - Scritto da: Anonimo
    [...]
    Personalmente non sono mai riuscito ad
    interessare una persona parlando di brevetti
    SW, eppure lavoro a fianco di colleghi
    leureati in materie tipo scenza
    dell'informazione. Sembra quasi che stia
    parlando di Pericle e degli ateniesi di
    qualche millennio fa.
    [...]Putroppo credo che succeda nella maggior parte dei posti di lavoro.:(Anche io rimango frustrato di fronte alla indifferenza delle persone con cui collaboro sul tema della brevettabilita' del software cosi' come vogliono portare avanti.Comunque la ciliegina sulla torta a suo tempo e' stata la soffusa delicatezza con cui il consiglio dei ministri europeo ha esautorato i parlamentari, passando semplicemente sopra alla questione senza dare minimo peso a quanto gia' presente....che tristezza :
  • (C)Warrior scrive:
    Re: Ogni tanto si sente qualcuno....

    Mediamente,
    per noi lettori di P.I. conta di piu'
    riuscire a rubare l'ultimo cartone animato
    di Paperino che non il futuro dell'IT
    europeo.ma certo, la maggior parte di chi posta qui è solo utilizzatore, poi c'è qualche sitemista/manutentore, qualche webbista, i programmatori che fanno software venduto *a pacchetti* e che non sia gestionale, si contano sulle dita di una mano.
    Personalmente non sono mai riuscito ad
    interessare una persona parlando di brevetti
    SW, eppure lavoro a fianco di colleghi
    leureati in materie tipo scenza
    dell'informazione. Sembra quasi che stia
    parlando di Pericle e degli ateniesi di
    qualche millennio fa.Lo stesso per me!!! figurati che io lavoro come programmatore in un azienda che fa software shrink-wrapped, e non di tipo gestionale, quindi molto sensibile al problema dei brevetti, e quando cerco di parlare del problema, i miei colleghi (alcuni dei quali laureati, come me) cascano dalle nuvole o non si rendono bene conto della portata del problema.
  • Anonimo scrive:
    vero

    Siccome
    invece c'e' una frammentazione di "morti di
    fame", solo dalle multinazionali usa ci si
    puo' aspettare che con l'apertura di qualche
    filiale ci sia qualche centinaio di stipendi
    ad alto reddito per parenti di politico.vero!!!!
    Ovviamente, la cosa succede. Viene
    mascherata da borse di studio offerte ai
    parenti dei politici, poi stage, poi
    megadirigenza. Sarebbe interessante
    tracciare gli alberi genealogici dei
    dirigenti delle varie filiali europee....stravero - ma non solo ai parenti dei politici, anche ai parenti degli azionisti di riferimento. Una mano lava l'altra.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ogni tanto si sente qualcuno....
    - Scritto da: Anonimo
    Questa cosa dell'incompetenza dei politici
    non mi convince per nulla, anzi credo che
    sia un vero e proprio alibi degli stessi.
    ... [snip] ...
    Sarebbe interessante
    tracciare gli alberi genealogici dei
    dirigenti delle varie filiali europee....Ti do ragione, scusa se nel post precedente ho ho confuso la "competenza" con l'onesta'.Il ciuccio sono io, che credo ancora nell'esistenza di qualche uomo politico che si comporta in maniera irreprensibile.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma guarda un po'!
    - Scritto da: AdessoBasta
    Che combianzione!

    "Microsoft Ireland ma adesso che, al posto di quell'incompetente piemontese che dispensava multe miliardarie senza sentire ragioni, avremo il castigamatti Bottiglione, vedrai che Bill si metterà a piangere .... ......... dalla gioia: un abile negoziatore come lui con un abile manovratore sottotavolo trova sempre un'intesa....
  • Anonimo scrive:
    Re: tanto è inutile
    - Scritto da: BlueSky
    Il problema è che il parlamento
    europeo non conta nulla. E' il governo che
    decide, punto. Il parlamento ha un ruolo
    consultivo, nulla di più. Se Prodi e
    compagnia bella decidono che la legge deve
    passare così, nessuno può
    farci nulla.Non è la Commissione (quella presieduta da Prodi) che decide, ma l'insieme dei Governi. Hai sentito la scorsa settimana che la Corte di Giustizia ha dato ragione alla Commissione che aveva presentato ricorso contro una decisione dei Governi? Sono due istituzioni diverse. Di fatto non comanda nè la Commissione, nè il Parlamento, ma l'assemblea dei rappresentanti dei Governi.(E da qui IMHO deriva la debolezza internazionale dell'Europa).L.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma guarda un po'!
    Perchè solo e sempre M$. Forse non sai ma anche Dell ed IBM hanno le sedi di import in Irlanda (forse hanno una tassazione molto favorevole?) e se Dell ha solamente il software di configurazione delle sue macchine da tutelare, il discorso è ben diverso per IBM (da più parti se non sbaglio si dice che sia l'azienda con il maggior numero di brevetti)
  • Anonimo scrive:
    Re: Ogni tanto si sente qualcuno....
    Questa cosa dell'incompetenza dei politici non mi convince per nulla, anzi credo che sia un vero e proprio alibi degli stessi. In realta', se pure non hanno una competenza tecnica, credo che la maggior parte sia in grado di farsi spiegare dagli esperti che sicuramente hanno vicino gli aspetti importanti delle piu' complicate questioni tecnologiche. Operano quindi per il proprio vantaggio, che ovviamente non e' il nostro!Se in Europa ci fossero ricche societa' che producono reddito nel settore IT, vi sarebbero sicuramente impiegati come megadirigenti i parenti di costoro, e quindi le si difenderebbe con ogni nefandezza, con la scusa degli interessi europei. Siccome invece c'e' una frammentazione di "morti di fame", solo dalle multinazionali usa ci si puo' aspettare che con l'apertura di qualche filiale ci sia qualche centinaio di stipendi ad alto reddito per parenti di politico. Ovviamente, la cosa succede. Viene mascherata da borse di studio offerte ai parenti dei politici, poi stage, poi megadirigenza. Sarebbe interessante tracciare gli alberi genealogici dei dirigenti delle varie filiali europee....
  • Anonimo scrive:
    Re: Ogni tanto si sente qualcuno....
    - Scritto da: Anonimo
    che patla di brevetti e
    brevettabilità.
    E' già qalcosa per il nostro
    Parlamento di incompetenti e lobbisti.Le persone che abitualmente scrivono sui forum di P.I. non sarannno ne' incompetenti ne' lobbisti, ma se confronti il numero di post medio di una notizia sui brevetti con un post qualsiasi sulla legge Urbani capisci quanto siamo un po' ciucci anche noi, che ci incazziamo solo quando ci toccano direttamente e nell'immediato. Mediamente, per noi lettori di P.I. conta di piu' riuscire a rubare l'ultimo cartone animato di Paperino che non il futuro dell'IT europeo.Purtroppo, finche' saremo cosi' miopi da non accorgerci di cosa ci succede attorno, ci capitera' che tre o quattro aziende d'oltreoceano ci comandino in casa nostra.Se poi mai ci sveglieremo sara' ormai troppo tardi.Personalmente non sono mai riuscito ad interessare una persona parlando di brevetti SW, eppure lavoro a fianco di colleghi leureati in materie tipo scenza dell'informazione. Sembra quasi che stia parlando di Pericle e degli ateniesi di qualche millennio fa.I politici (non mi risulta che ce ne sia neanche uno competente in informatica) sono lo specchio di una triste realta', la nostra.
  • Anonimo scrive:
    Re: tanto è inutile
    - Scritto da: Anonimo
    leggivendoli complimenti per lo stupendo neologismo !!!ero rimasto ai pennivendoli, devo aggiornarmi!ad majora
  • BlueSky scrive:
    Re: tanto è inutile

    Guarda ad esempio l'Olanda, che aveva dato
    in un primo tempo il suo appoggio alla
    Commissione Europea salvo poi ritirarlo
    quando, approfondendo meglio il vero
    significato di quanto le era stato venduto
    come vantaggioso, ha scoperto che in tal
    modo L'Europa diverrebbe vassalla delle
    multinazionali americane del sofware, che
    appunto hanno già brevettato tutto e
    di più.Il problema è che il parlamento europeo non conta nulla. E' il governo che decide, punto. Il parlamento ha un ruolo consultivo, nulla di più. Se Prodi e compagnia bella decidono che la legge deve passare così, nessuno può farci nulla.
  • shevathas scrive:
    solo facciata ?
    spero che questi movimenti, dei politici, contro la legge sulla brevetabilità del software non siano solamente facciata ma portino ad azioni concrete.In italia abbiamo avuto l'esempio del decreto urbani, dove la maggioranza ha ammesso pubblicamente di aver partorito una legge sballata, e l'opposizione, che si è sacrificata per la cultura, l'ha fatto passare senza nemmeno tentare di emendarla. Non vorrei rivedere lo stesso indecente balletto in europa, personalmente credo che la legge americana sia errata in quanto permette di brevettare le idee, e le intenzioni, potresti brevettare l'idea di realizzare qualcosa, che allo stato attuale della tecnologia non è possibile fare, e poi lanciarti su chi è così bravo da scoprire il modo di farlo.Se vi sembrano assurdità basta leggere le ultime notizie di PI.Alcune parole chiave:Eolas e la tecnologia plug-inBritish telecom e i linkOracle e l'idea di creare un database su un file (come Access) e interfacciarlo con il webUn domani uno con molti avvocati potrebbe sostenere di avere il brevetto sull'acqua calda e "estorcere" fondi con la minaccia di un procendimento legale lungo e laborioso :(
  • Anonimo scrive:
    Re: Ogni tanto si sente qualcuno....
    - Scritto da: Anonimo
    Ti sei dimenticato di parlare del nostro
    scintillante ministro Stanco.. ehm Stanca.
    Dopo conferenze stampa, convegni,
    interviste, in cui affermava che l'Italia si
    sarebbe opposta con fermezza cosa fa in sede
    di votazione? Si ASTIENE!
    Bravo ministro Stanco!Con quel tipo di votazione conta solo chi vota a favore, certo se votava contro non mi offendevo mica
  • Anonimo scrive:
    Re: Ogni tanto si sente qualcuno....
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    che patla di brevetti e

    brevettabilità.

    E' già qalcosa per il nostro

    Parlamento di incompetenti e lobbisti.

    Credo che di incompetenti e lobbisti ce ne
    siano in tutto il mondo, dall'america,
    all'italia.......e ovviamente anche nel
    parlamento europeo.
    Non so questa cosa dei brevetti è
    partita dalla commissione europea, ha
    attraversato una selva di sottocommissioni,
    è stata emendata dal parlamento
    europeo.
    Poi il consiglio europeo ha emendato tutto.
    Poi la presidenza di turno irlandese ha
    detto: "1 2 3 libero tutti!", e ha proposto
    di far votare il consiglio dei ministri
    facendo decadere tutti gli emendamenti (ah
    proprio un bel lavorare, continuiamo
    così mi raccomando).
    In consiglio dei ministri doveva essere
    bocciata, almeno secondo le dichiarazioni
    pubbliche dei singoli minsitri.
    Ma a sorpresa è passata (che colpo di
    scena!!! le lobby vincono!!! colpo di
    testaaaaaaa e goooool), perché negli
    ultimi 5 minuti il commissario tedesco
    è stato convinto non ricordo da chi
    di dare il voto della Germania in cambio di
    una figurina di Rummenigge del 1982.
    Così la Germania che doveva votare
    contro ha detto: sì ok ci sto e mo'
    famo in fretta che stasera c'ho il torneo di
    calcetto.
    Ma poi l'Olanda un paio di mesi dopo si
    è accorta d'aver votato male e ha
    detto: no ragazzi ora riderete come matti ma
    ho fatto una di quelle scemate, sapete si
    è fatto tutto con una tale fretta, il
    nostro ministro era salito su col fiatone
    perché non riusciva a trovare
    parcheggio. Quando Jerry Scotti ha aperto le
    votazioni su in consiglio dei ministri lui
    ha premuto il pulsante sbagliato. Dai
    ragazzi rifacciamo tutto così non
    vale.

    Ah che bella la politicaTi sei dimenticato di parlare del nostro scintillante ministro Stanco.. ehm Stanca. Dopo conferenze stampa, convegni, interviste, in cui affermava che l'Italia si sarebbe opposta con fermezza cosa fa in sede di votazione? Si ASTIENE!Bravo ministro Stanco!
  • AdessoBasta scrive:
    Ma guarda un po'!

    la risoluzione proposta dalla presidenza irlandese,
    sponsorizzata da importanti multinazionali del softwareChe combianzione! "Microsoft Ireland - the second largest operation globally outside of the Microsoft HQ in Redmond Seattle in the US, (1,800 people)"Serve la traduzione?
  • Anonimo scrive:
    Come darsi una picconata sulle p....e
    Ma in Italia dove si è sviluppato praticamente NULLA, NIENTE, NADA se non rare eccezioni.....come si può solo pensare di convalidare brevetti che al 99% sono detenuti da aziende americane....... va bene le mezzette ai politici, ma qui si esagera, in pratica rimarremmo alla preistoria dell'IT se già non lo siamo....
  • Anonimo scrive:
    Re: Ogni tanto si sente qualcuno....
    - Scritto da: Anonimo
    che patla di brevetti e
    brevettabilità.
    E' già qalcosa per il nostro
    Parlamento di incompetenti e lobbisti.Credo che di incompetenti e lobbisti ce ne siano in tutto il mondo, dall'america, all'italia.......e ovviamente anche nel parlamento europeo.Non so questa cosa dei brevetti è partita dalla commissione europea, ha attraversato una selva di sottocommissioni, è stata emendata dal parlamento europeo.Poi il consiglio europeo ha emendato tutto.Poi la presidenza di turno irlandese ha detto: "1 2 3 libero tutti!", e ha proposto di far votare il consiglio dei ministri facendo decadere tutti gli emendamenti (ah proprio un bel lavorare, continuiamo così mi raccomando).In consiglio dei ministri doveva essere bocciata, almeno secondo le dichiarazioni pubbliche dei singoli minsitri. Ma a sorpresa è passata (che colpo di scena!!! le lobby vincono!!! colpo di testaaaaaaa e goooool), perché negli ultimi 5 minuti il commissario tedesco è stato convinto non ricordo da chi di dare il voto della Germania in cambio di una figurina di Rummenigge del 1982. Così la Germania che doveva votare contro ha detto: sì ok ci sto e mo' famo in fretta che stasera c'ho il torneo di calcetto.Ma poi l'Olanda un paio di mesi dopo si è accorta d'aver votato male e ha detto: no ragazzi ora riderete come matti ma ho fatto una di quelle scemate, sapete si è fatto tutto con una tale fretta, il nostro ministro era salito su col fiatone perché non riusciva a trovare parcheggio. Quando Jerry Scotti ha aperto le votazioni su in consiglio dei ministri lui ha premuto il pulsante sbagliato. Dai ragazzi rifacciamo tutto così non vale.Ah che bella la politica
  • Anonimo scrive:
    Re: tanto è inutile
    - Scritto da: Anonimo
    il potere corruttorio che dollari o euro
    hanno sui leggivendoli non si può
    fermareIo invece mi ostino a credere che nel Parlamento Europeo non siano tutti venduti o deficienti.Guarda ad esempio l'Olanda, che aveva dato in un primo tempo il suo appoggio alla Commissione Europea salvo poi ritirarlo quando, approfondendo meglio il vero significato di quanto le era stato venduto come vantaggioso, ha scoperto che in tal modo L'Europa diverrebbe vassalla delle multinazionali americane del sofware, che appunto hanno già brevettato tutto e di più.Ciao
  • Anonimo scrive:
    tanto è inutile
    il potere corruttorio che dollari o euro hanno sui leggivendoli non si può fermare
  • Anonimo scrive:
    Ogni tanto si sente qualcuno....
    che patla di brevetti e brevettabilità.E' già qalcosa per il nostro Parlamento di incompetenti e lobbisti.
Chiudi i commenti