File sharing, convegno a Roma

Annuncio

Roma – La Fondazione Einaudi di Roma venerdì 4 maggio 2007 organizza un convegno in cui saranno discussi i risultati dalla ricerca “I comportamenti di consumo di contenuti digitali in Italia. Il caso del file sharing” .

I partner che hanno affiancato la Fondazione Einaudi in questo in questo percorso di ricerca appartengono al mondo delle telecomunicazioni, delle ICT e della produzione e distribuzione di contenuti culturali: Anica, Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici, Fastweb, Fapav, FPM, Imaie, Telecom Italia, Univideo.

“La ricerca – diretta dal dott. Davide Bennato – si legge in una nota, è la prima in Italia ad affrontare sistematicamente il tema della fruizione dei contenuti digitali con particolare attenzione al fenomeno del file sharing, ovvero il download di prodotti multimediali da internet in maniera gratuita tramite i software per lo scambio di file (peer-to-peer)”.

Tra i dati di interesse emersi dal campione intervistato: 2/3 dichiarano di non scaricare contenuti da internet (non downloader, 67%), 1 navigatore su 4 afferma di aver scaricato contenuti nell’ultimo anno gratuitamente da altri utenti (downloader free: 25%) e il 7% afferma di aver scaricato contenuti a pagamento (downloader pay).

Chi non scarica contenuti da internet sa perfettamente della possibilità di acquistare prodotti audio/video dalla rete (84%), ma dichiara di non farlo o perché non vuole acquistare su internet (38%) o semplicemente perché non è interessato (31%).

Chi ha scaricato contenuti da internet a pagamento è un utente che si considera esperto nell’uso di internet (44%), che scarica da 1 a 2 brani al mese (23%) con punte di 6-10 brani (22%), che preferisce scaricare allo stesso modo musica da Hits del momento (35%), musica recente (34%), e brani “storici” (31%).

Gli utenti di file sharing (downloader free) sono concentrati nella fascia 15-24 anni (43%), studenti (45%) disposti ad acquistare musica da internet se costasse fra i 30-50 centesimi (38%) e ad acquistare film se costassero intorno ai 2 euro (28%) ma anche disposto a spendere oltre questa cifra (32%).

Al convegno parteciperanno tra gli altri, oltre allo stesso prof. Bennato, anche Enzo Mazza (FIMI) e Andrea Gavosto (Chief Economist – Telecom Italia).

Per partecipare al convegno è necessario iscriversi inviando una mail a relazioni.esterne@libercom.it.
Oppure compilando il modulo disponibile a questo indirizzo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    per favore qualcuno...youtube?
    qualcuno può andarci, registrare gli interventi e piazzarli su youtube?io non ci posso andare!!!! :-Idato che è gratuito...suvvia :)
    • Pejone scrive:
      Re: per favore qualcuno...youtube?
      eh sarebbe bello...Anche se durerà un intero pomeriggio...Sarà dura da rivedere in streaming!
Chiudi i commenti