File sharing legale sì ma con tassa

Tra le diverse lettere che propugnano un'uguale soluzione per i problemi delle major e del P2P ne pubblichiamo una che approfondisce una questione: chi ha paura del mercato che cambia?


Roma – Ho scritto spesso alla redazione di Punto Informatico, a seguito di articoli sulle libertà digitali e sulla privacy dopo l’11 settembre . In questa mail esprimo tutto l’orrore ed il raccapriccio che provo in questi giorni. Sembra che al peggio non ci sia mai fine. Non so neanche da dove cominciare, ogni volta che mi guardo attorno vedo solo ipocrisia ed inettitudine, particolarismi, offese alla dignità della persona, del pensiero, al buon senso.

Ho letto un vostro articolo sulla capacità dei provider di fornire contenuti a pagamento. Lucidamente avete sottolineato quanto sia inutile che un provider decida quali contenuti offrire, sperando che questi possano fare fronte alla completa libertà di scelta che internet ha realizzato nelle forme che già conosciamo. Dove stiamo andando dunque?
Già a partire dagli ultimi anni del secolo scorso, mi domandavo circa la legalità dell’mp3, prevedendo “a braccio” quali sarebbero putute essere le conseguenze della compressione/trasmissione di audio e video nella rete. Al tempo fantasticavo sul prossimo futuro, sulla possibilità di collegarmi ed utilizzare il pc per ascoltare/vedere ciò che desideravo. Temo che questo rimarrà un sogno.

Provo rabbia nel subire paradossi politico/commerciali che farebbero inorridire il più scriteriato dei dittatori. Dopo il decreto urbani (mi viene la nausea al solo parlarne), ogni forma di supporto sembra essere destinato alla tassazione, senza che questa dia la libertà di gestire l’interscambio di prodotti audio/video. Non solo, si pagano le tasse per remunerare un presunto danno, per il quale al momento si rischia il carcere. Anche fosse la sola sanzione amministrativa, non si pagherebbe due volte? Questo è solo uno dei motivi che mi spingono alla protesta.

Sono un sostenitore della legalità, della giusta retribuzione per l’artista e del produttore (in fondo se non ci fosse stato un mercato, adesso non ci sarebbe niente da condividere). Ma come si fa ad essere sostenitori della legalità quando la stessa legittima le più subdole forme di estorsione?

Provo rabbia nel sapere che abbiamo già i mezzi e le conoscenze per mettere in piedi un mercato culturale di un altro livello. Ho visto solo una marea di proteste, e giustamente qualcuno chiede qualche posizione più propositiva. Nel mio piccolo e (lo ammetto) anche nella mia limitata conoscenza, da un paio d’anni sostengo la tassa (ahimè sì, la tassa) sull’abbonamento internet, a condizione che questa sollevi l’utenza dalle persecuzioni giudiziarie. Ma guai a chiedere le tasse: puntualmente arrivano, ma la denuncia resta. L’ennesimo insulto.

Oltretutto l’idea ha sollevato giuste obiezioni (e chi non utilizza internet per scaricare? fra le prime), senza contare tutta la discussione in merito alla sostanza dello scambio su internet (idea materiale? immateriale?). Apparte l’insieme di cavilli a cui si potrebbe aggrappare chi pretende di scaricare gratis, e riprendendo le considerazioni sull’offerta di contenuti, sembra che l’unica soluzione pacifica per le parti sia una rete massiva di filesharing a pagamento : non appunto la mera offerta unilaterale, ma la diffusione tramite appropriata immissione di contenuti nella suddetta rete. Una rete in grado di indicizzare la diffusione del contenuto, ed in base a questo redistribuire agli autori le entrate delle sottoscrizioni dei singoli utenti. L’artista (ogni artista) sarebbe libero di esprimersi e tentare la fortuna, ed ognuno potrebbe assecondare i propri gusti, senza appiattirsi su offerte monodirezionali.

Chiedo conferma a Voi: il diritto d’autore si divide in due componenti: quello morale (paternità dell’opera) ed il diritto economico (sfruttamento dell’opera a fini commerciali, attualmente in mano alle major che controllano il mercato distribuendo e producendo). Nella mia proposta, così semplice da pensare e così difficile da realizzare, il diritto di sfruttamento economico passerebbe per forza di cose in mano al sistema provider/programma di file sharing. E’ questo che terrorizza le major al punto da denunciare il proprio mercato obiettivo? Presagiscono lo smantellamento del loro feudo? La rete segue il suo corso, e dubito che si piegherà.

Ritengo inevitabile (di fatto è già successo per vie illegali) che la diffusione di contenuti audio/video sia sempre più telematica. E’ quello che vogliono tutti, e si rifiuteranno di avere qualsiasi cosa che costi anche solo un centesimo di più del legittimo.

Lorenzo P.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    QUANTO COSTA?
    Scusa,ma lo sai che in qualsiasi negozio quel cd che tu potresti pagare 30.00 e passa ? lo paghi al massimo 21,00??Forse dovresti smetterla di pensare che su internet ti regalino tutto.Ciao,ANTONELLO
  • Anonimo scrive:
    Re: cd originale ancora a meno
    Secondo me i prezzi sono in sterline...
  • Anonimo scrive:
    Re: non servono sistemi di vendita online di
    - Scritto da: Anonimo
    musica, signori svegliatevi, qui uno scarica
    dal p2p perchè di soldi non ce ne
    sono, se uno avesse i soldi comprerebbe i
    cd.Sempre se non fa come fanno tutti: cellulare, auto nova, cinema, cene fuori, ecc.....SVEGLIA. Se l'economia è quella che è, bisogna adeguarsi e fare qualche sacrificio.L'ho già scritto: pensate ai vostri genitori: non si compravano un vinile alla settimana, non avevano 8 paia di scarpe, non avevano l'auto a 18 anni, ecc..
    Forse è meglio aumentare gli stipendi
    e le cose si metterebbero a posto da sole.Certo, un bel lingotto d'oro al mese per tutti e via....
    Che razza di responsabili marketing hanno
    quelli che mettono su sistemi di
    ditribuzione legale? Non c'è un
    mercato x queste cose nascono già
    morte.Meno male che ci ha parlato Kotler in personaCyNyC
  • Anonimo scrive:
    Re: vuoi capire?
    - Scritto da: Tecnomaya
    Sono solo giochi di parole; il ladro
    è sempre il poveraccio, il potente
    avrà sempre mille motivazioni per
    spiegarti che lui è nel giustoE per darla a bere a Ecleptikal ;)
  • Anonimo scrive:
    Re: Quanto sareste disposti a pagare un mp3?
    i media sono media.La "vecchia distribuzione" andava bene prima, quando il media non poteva "camminare da solo" Ora c'è internet e il media non ha più bisogno di un supporto per esistere ed arrivare fino a teAndare avanti con un'idea vecchia e superata non va bene ne a chi produce, ne a chi vende, ne a chi compra.Conviene solo a chi vuole lucrarci sopra in maniera parassita, sia da una parte (attuali detentori del copyright) sia dall'altra (chi vuole scaricare e scaricare e scaricare senza pagare)Solaris
  • Anonimo scrive:
    Re: Quanto sareste disposti a pagare un mp3?
    Finalmente l'unico reply degno di nota di questo lungo threadDopo amene cavolate, ecco uno che la dice giusta:aboliamo i monopoli,seguiamo la legge della domanda e dell'offerta, teniamo a mente che per distribuire [i]media[/i] non ci può e deve essere un unico mezzo, internet, DVD, CD possono e devono coseistere.
  • Anonimo scrive:
    Re: Chiedo scusa a tutti :(
    Ma sei matto?Prima insulti tutti in quel modo, poi chiedi scusa come nulla fosse?PS: permetti che l'autore della lettera sia un pochino disorientato per vedersi proposti tanti prezzi diversi per uno stesso bene, anche dallo stesso sito? Altro che non pagare! L'autore vorrebbe pure pagare.. ma cosa? Ma quanto??Solaris
  • Anonimo scrive:
    E' chiaro!
    I servizi on demand servono per DISINCENTIVARE l'uso di internet come mezzo di distribuzione.Io ti metto il download a 31?, così tu compri il CDOvviamente il Download on demand fallirà, ma le case di distribuzione avranno fatto bella figura, facendo finta di far finta di far qualcosaE' la stessa cosa del parcheggio a pagamento in centro a 2? all'ora... una finta soluzione. ...Ma sto esempio l'ho già fatto in un altro post...Non c'è limite alla faccia tosta dei discografici e affiniSolaris
  • Anonimo scrive:
    Re: Quanto sareste disposti a pagare un mp3?
    ehm........scusami il p2p non è solo musica (anzi)come la mettiamo coi programmi ed i videogames?e gli ebook?
  • Crazy scrive:
    Re: Se solo ti degnassi di verificare

    Peccato che c'è molta gente che non
    lo sa, quindi da come lo scrivi tu molti
    possono essere indotti a credere chissacosa.
    Inoltre se l'IVA italiana è
    più alta non puoi certo lamentarti
    con i discografici (almeno per questo)
    A parte la mia personale incavolatura con l'IVA che trovo una imposta truffaldina, io piu` che altro ce la ho a morte con la SIAE, e` quella che si intasca dosi pazzesce di denaro anche se un giorno mi dovessi mettere a cantare una mia canzone in piazza... CHE SCHIFO CHE MI FA!!!
  • avvelenato scrive:
    Re: e "the end"??
    - Scritto da: Anonimo

    Ma dico cosa c'entra se è di
    trent'anni fà? Fà parte a buon
    diritto della storia della musica. Pertanto
    se vuoi spendi 2 euro e la compri altrimenti
    la lasci lì.

    Non si può neppure pretendere che la
    regalino.perché no?fa parte a buon diritto della storia della musica! Dovrebbero conoscerla e avercela tutti!dico, poi ci si lamenta dei libri di scuola troppo cari.... avvelenato che non sottovaluta il valore della cultura, anche quella musicale
  • Alessandrox scrive:
    Re: La morte del P2P si porterà dietro..
    - Scritto da: Anonimo
    Sono numerose le volte che ho un parere
    diametralmente opposto ad ekleptical, ma non
    questa volta. Ha perfettamente ragione: chi
    se ne sbatte del nome della canzone. Per di
    più, ti dirò, tra i primi a
    non dare il nome al loro album e ad usare
    simboli strani ci furono i led zep (vedi il
    loro quarto album). Non mi sembra che per
    questo motivo la loro sia musica di serie z,
    anzi....Non ci si puo' appiattire tutti verso le vostre (pure rispettabili) esigenze, non tutti ascoltano solo musica strumentale e chi ascolta le parole spesso vorrebbe anche i TESTI, le immagini e' vero sono un plus di cui qualcuno puo' fare a meno ma per qualcun altro sono un piacere al pari dei suoni.
  • Anonimo scrive:
    Se solo ti degnassi di verificare
    - Scritto da: Crazy

    Falsi miti che vanno sfatati, e che potrai

    verificare di persona se e quando prenderai

    veramente l'aereo per andare negli stati

    uniti (personalmente l'ho già

    verificato tre volte nell'ultimo anno).

    Scusa, ma io in america ci vado piu` che
    spesso visto che ho la doppia cittadinanza e
    mio Padre vive li`, quindi ci vado fin da
    quando ero alle Elementari almeno una volta
    all'anno, a volte anche 2.Quindi dovresti evitare di raccontare balle:i CD nuovi costanto tanto quanto da noi e si può verificare tranquillamente su http://www.shopping.com /Ovviamente poi ci sono molti CD che costano poco, così come se vai al Mediaworl trovi gli scaffali delle offerte a 4,90 Euro e a 9,90 Euro
    Lo so benissimo che i Prezzi esposti non
    sono IVAti, peccato che li`, l'IVA sia del
    4% (NorthCarolina) e non penso che se vai in
    altri stati troverai il 20% che c'e` qui in
    Italia.Peccato che c'è molta gente che non lo sa, quindi da come lo scrivi tu molti possono essere indotti a credere chissacosa. Inoltre se l'IVA italiana è più alta non puoi certo lamentarti con i discografici (almeno per questo)

    Qualche esempio: la raccolta dei

    RedHotChiliPepper la puoi trovare tra i 14 e

    i 19 dollari (tasse escluse, che

    variano da

    stato a stato), io l'ho pagata qui in

    Italia 16 Euro (tasse incluse).

    Io non so dove vai in America,Sono stato a Chicago, Atlanta, Columbia, St.Louis, Kansas City, Denver, e molte altre cittadine più piccole. I prezzi dei CD nuovi sono tali quali i nostri, come riportato nell'esempio e come verificabile su http://www.shopping.com Bye
  • Anonimo scrive:
    Re: Perche` non fanno un salto in Negozi

    di euro nelle sale e nei videonoleggi,
    mi

    vendano un dvd per 30 euro!

    Stessa cosa per i cd, 22 euro per
    l'ultima

    compilation di radio pincopallino o di
    dj

    rimixo. Ma siamo pazzi?

    Guarda che non te lo ordina nessuno di
    comprare...
    Se non ti sta bene non compri. punto.
    Infatti! :)In queste discussioni ci si lamenta sempre di Dj Rimixo a 22 Euro e Compilation di Radio Pincopallino a 20 et simili. Mi chiedo come mai nessuno si lamenti di Beethoven a 15 Euro. Sara` un caso?
  • Anonimo scrive:
    Re: e "the end"??

    cmq tenendo il tuo conteggio, the end
    versione da concerto 12 minuti...
    ovvero il 75% di 2,60...1,95 per una canzon
    di 30 anni fa... mahMa dico cosa c'entra se è di trent'anni fà? Fà parte a buon diritto della storia della musica. Pertanto se vuoi spendi 2 euro e la compri altrimenti la lasci lì.Non si può neppure pretendere che la regalino.
  • Anonimo scrive:
    La questione della cultura...
    Mi chiedo come mai tutto questo tutta questa movimentazione per discutere quattro canzonette. Ascoltare Britney Spears NON e` un diritto, bensi` un lusso. Quindi pagare mi sembra il minimo. Spesso si tira in ballo la questione della cultura che deve essere aperta a tutti (Britney Spears e` cultura?) , ma perche` non si combatte altrettanto strenuamente per poter entrare gratis in TUTTI i musei, ad esempio?P.S.: Anche io sono d'accordo con molte argomentazioni su questo argomento, ma spesso mi sembra di sentire discorsi davvero assurdi.P.P.S.: Britney Spears e` un nome come tanti, sostituiteci quello che piu` vi aggrada pescandolo a caso dal piu` del 90% della produzione musicale degli ultimi decenni.
  • Anonimo scrive:
    Re: cd originale ancora a meno
    Io vedo ENRIQUE IGLESIASEscape£6.99
  • Anonimo scrive:
    Re: Chiedo scusa a tutti :(
    - Scritto da: Anonimo
    Pellai ?

    Questa non l'ho mai sentita : cosa vuol dire
    ?

    Saluti,
    PiwiPellai = coloro a cui piace il piffero di pelle o flauto di pelle.
  • Anonimo scrive:
    Re: Chiedo scusa a tutti :(
    Pellai ?Questa non l'ho mai sentita : cosa vuol dire ?Saluti,Piwi
  • Anonimo scrive:
    Re: Assurdo, mp3 != cd
    guarda che la colpa del costo di un cd non è delle major, ma delle tasse che ci mettono sopra, se vai su amazon.com un cd non costa più di 15 dollari (meno di 15 euro), è solo qua in italia che costano 20 euro (e parlo di cd nuovi), in germania costano 17-18 euro (anche se è sempre troppo) e i cd non troppo nuovi costano al massimo 7 euro, su amazon quelli vecchi li trovi pure a 5 dollaribasta sapere dove comprare, non dare sempre la colpa agli altri
  • avvelenato scrive:
    Re: vuoi capire?
    - Scritto da: Anonimo

    Attualmente, peraltro, non ci sono nè
    grandi artisti, nè grandi cd,permettimi di dissentire ;)
  • Anonimo scrive:
    e "the end"??




    Io max 1 euro per ogni 5 minuti di musica
    (es: la canzone dura 1 minuto: 20 centesimi)
    più una quota fissa, diciamo di 20
    centesimi a canzone. Questo per le canzoni
    recenti. Per quelle non recenti (
    2 anni)
    il 75% di tale cifra.

    Questo ovviamente non certo con bitrate di
    128kbs, che se lo possono tranquillamente
    tenere, a prescidere dal prezzo. Non sono
    uno maniaco del suono, ma a quei bitrate
    anche mio nonno sordo si accorge che sono
    state tagliate diverse frequenze, e diversi
    strumenti suonano proprio male. Quindi
    almeno almeno 192kbs.a parte che 192 è poco come bitrate, almeno imhocmq tenendo il tuo conteggio, the end versione da concerto 12 minuti...ovvero il 75% di 2,60...1,95 per una canzon di 30 anni fa... mah
  • Anonimo scrive:
    Chiedo scusa a tutti :(
    Chiedo scusa a tutti per il mio post precedente, veramente disgustoso nei termini usati... bah... :(Ciao e buona domenica a tutti :)
  • Tecnomaya scrive:
    Re: Basta con l'IVA del 20%
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Pulsar

    La cultura dev'essere un bene di tutti
    e NON

    un bene di lusso e cmq anche l'Europa

    hanno detto la stessa cosa anche con la
    benzina dopotutto... ma il prezzo della
    benzina non aumenta per colpa delle tasseche cmq sono il 70% del costo
  • Tecnomaya scrive:
    Re: La morte del P2P si porterà dietro..
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Tecnomaya



    - Scritto da: Ekleptical


    Anzi, quando inizi ad ascoltare
    roba

    strana


    di gente fuori di testa, che non
    mette


    titoli ai brani o usa parole
    inventate,

    che


    a volte neppure titola gli album,
    che al


    posto dei numeri delle tracce ti
    mette

    forme


    gemoteriche associate a foto
    astratte a


    mò di titolo senza una
    parola

    nemmeno


    a pagarla, il libretto e balle
    varie


    iniziano a perdere importanza. Ti

    abitui a


    dimenticarlo del tutto.



    Se ti interessa quando ero ragazzino
    facevo

    musica con gli elastici tesi su una
    sedia,

    te posso fà un paio de mp3 e

    venderteli a 8? l'uno (sai è
    robba

    rara e molto sperimentale)

    Sono numerose le volte che ho un parere
    diametralmente opposto ad ekleptical, ma non
    questa volta. Ha perfettamente ragione: chi
    se ne sbatte del nome della canzone. Per di
    più, ti dirò, tra i primi a
    non dare il nome al loro album e ad usare
    simboli strani ci furono i led zep (vedi il
    loro quarto album). Non mi sembra che per
    questo motivo la loro sia musica di serie z,
    anzi.... Non ho detto che sia musica di serie z, gli elastici erano solo l'esempio perchè nella sperimentazione appunto non segui i canoni classici, o bisogna sperimentare solo l'eliminazione dei titoli?Dei Led Zeppelin infatti apprezzo solo i primi tre, il resto è da buttare indipendentemente da foto e titoli.Il gruppo dfkjhvòisd ha fatto un pezzo fantastico, si chiama %$%$£$, però se te lo devo dire a voce chiama topolino.Ciao
  • Anonimo scrive:
    Volete sapere il vero costo di un brano?
    Volete voi tutti sapere il vero costo di un brano musicale? Eccovi accontentati:Infiniti euro.Pellai! Pagatela la musica, invece di fare i conti in tasca.Qundo si tratta di comprare la roba degli altri tutti a fare ciccalicca per quattro soldi, e quando invece si tratta di far pagare agli altri la vostra roba, allora no, per carità, ah, ma sai la professione si paga, la qualità ha un costo, c'è tanto lavoro dietro ma andate tutti a cagareNaturalmente senza offesa per nessuno il mio post è volutamente provocatorio ma quando ci vuole ci vuole
  • Anonimo scrive:
    Re: Assurdo, mp3 != cd
    Calma, non sono Mp3, sono Wma (Windows Media Audio), di Microsoft. Codec diverso. Bitrate 128, ma pare sia circa come un 160-192 dell'Mp3. Sì, lo so che la qualità è comunque inferiore a quella del CD. I prezzi sono sproporzionati e credo che la colpa, ancora, sia delle Major.
  • Anonimo scrive:
    Re: Basta con l'IVA del 20%
    - Scritto da: Pulsar
    La cultura dev'essere un bene di tutti e NON
    un bene di lusso e cmq anche l'Europa deve
    vergognarsi non solo l'Italiagià meglio colpire un problema marginale, anziché quello principale: hanno detto la stessa cosa anche con la benzina dopotutto... ma il prezzo della benzina non aumenta per colpa delle tasse
  • Anonimo scrive:
    La morte del p2p avra conseguenze....
    ottime!! eh si.. finalmente si liberera banda per chi fa usi seri e non ludici...si viaggera + veloci..ci saranno meno virus e worm in giro perche questi programmacci usano il p2p per diffondersi come un cancro..inolte saranno protetti i diritti di artisti case discografiche registi,ewtc,,etc,,+creando il famoso milione di posti di lavoro..ei vu cumpra che affollano con arroganza le nostre strade non venderanno + cd taroccati..+ legalita per tuttisi perche berlusca e sensibile al mondo dello spettacolo e quindi lo protegge..concludo con Forza Urbanisiamo tutti con te.spero solo che i controlli siano severissimici vuole la galera per sensibilizzare chi sgarratra 5 anni diremo tutti "grazie Urbani"hai salvato molti posti di lavoro...
  • Crazy scrive:
    Dove vai negli USA a ThiefLand? !!!
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Crazy

    Vai in una decina di negozi in Italia,

    guarda il costo di un po' di CD e
    magari di

    qualche DVD e ti fai una idea dei
    prezzi...:





    CD = da 15 a 25 Euro a seconda del

    Singolocantante o Compilation;

    DVD = da 20 a 30 Euro a seconda che sia

    novita` o non;



    Poi prendi l'Aereo e te ne svolazzi
    negli

    stati uniti e vai in cerca di quegli
    stessi

    CD e DVD e ti fai una idea della
    fregatura:



    CD = da 5 a 15 Dollari a seconda del
    Singolo

    cantante o Compilation;

    DVD = da 10 a 20 Dollari a seconda che
    sia

    novita` o non;

    Falsi miti che vanno sfatati, e che potrai
    verificare di persona se e quando prenderai
    veramente l'aereo per andare negli stati
    uniti (personalmente l'ho già
    verificato tre volte nell'ultimo anno).Scusa, ma io in america ci vado piu` che spesso visto che ho la doppia cittadinanza e mio Padre vive li`, quindi ci vado fin da quando ero alle Elementari almeno una volta all'anno, a volte anche 2.

    Ricorda inoltre che TUTTI i prezzi esposti
    in USA sono tasse escluse, quindi dovresti
    confrontare il prezzo italiano senza IVA (e
    magari senza balzelli SIAE e compagnia
    bella).Lo so benissimo che i Prezzi esposti non sono IVAti, peccato che li`, l'IVA sia del 4% (NorthCarolina) e non penso che se vai in altri stati troverai il 20% che c'e` qui in Italia.

    Qualche esempio: la raccolta dei
    RedHotChiliPepper la puoi trovare tra i 14 e
    i 19 dollari (tasse escluse, che variano da
    stato a stato), io l'ho pagata qui in Italia
    16 Euro (tasse incluse). Verifica pure in
    rete i prezzi del nuovo su www.shopping.com
    /Io non so dove vai in America, ma ti posso garantire che se vai nelle grosse Citta` come NewYork, Washinghton, Atlanta, Charlotte, LosAngeles, e cosi` via, e` come dire che da noi i Prezzi a Venezia sono ancora piu` alti.Prova a fare un giro nella vera America, nonq uella che siamo abituati a vedere in TiVu`... l'America non e` composta di grattacieli come quelli della grande mela, quelle citta` compongono si e no il 10% di tutto il territorio delle 50 nazioni, il resto sono tutte casettine singole sparse in mezzo ai campi, quella e` la vera America.Se ti puo` interessare, io sto ad Hickory, nel North Carolina, e di fatto, i prezzi sono proprio quelli che ti ho detto, peccato che non mi possa comperare i DVD a causa dei maledetti Region Code, perche` altrimenti ne avrei la Casa piena.

    Bye
  • Anonimo scrive:
    prima del pitupi :)
    http://www.etree.org/
  • avvelenato scrive:
    Re: Quanto sareste disposti a pagare un mp3?
    - Scritto da: Anonimo
    ma di dai sempre "autovoto"=2 ad ogni
    messaggio?
    hai paura del voto che potrebbero dare gli
    altri?vedi quihttp://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=598320e seguenti, e stupisciti della tua grettezza.(nonché mancanza assoluta di capacità d'osservazione, ti sarebbe bastato notare che tutti i registrati hanno automaticamente voto=2) avvelenato che non ha paura dei voti. Registrati e votalo.
  • Anonimo scrive:
    Re: Quanto sareste disposti a pagare un mp3?
    ma di dai sempre "autovoto"=2 ad ogni messaggio?hai paura del voto che potrebbero dare gli altri?
  • Anonimo scrive:
    Re: Quanto sareste disposti a pagare un mp3?
    - Scritto da: Anonimo

    peccato che solo le major vogliano il doppio

    solo per i diritti

    Peccato che non tutti sono d'accordo con le
    politiche dei prezzi delle major; Nulla in contrario... se non ti sta bene non comprareStavo solo contestando il fatto che il problema non è di chi vende la musica online, ma di chi chiede diritti elevati per la musica venduta
    c'è chi continuerà a scaricare,male...
    chi continuerà a comprare dal marocchinomolto male... si alimentano "giri illegali"
    e chi, come me, si è messo a
    boicottare la musica dedicandosi ad altre
    cose altrettanto formative/costruttive (es:
    lettura).molto giusto
    Contenti loro...loro chi?
    Non capisco perché i sacrifici
    debbano farli sempre e solo i consumatori,
    per un prodotto che ha un prezzo
    scandalosamente iniquo, mentre né
    major né stato (Iva) intendono fare
    passi indietro. Ma andassero a zappare! questione di punti di vista... vorrei vederti al loro posto
  • Anonimo scrive:
    Re: altro esempio
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo



    Nel CD singolo c'è del
    materiale


    aggiuntivo non trovabile nell'album


    completo.



    tutta fussa per giustificare la
    produzione

    di CD singoli


    Rimane il fatto che di fatto non acquisti
    una singola canzone, e l'extra non è
    messo lì a caso ma si paga.E se io non lo volessi? Sarei obbligato a comprarlo (cosa che non accade per la vendita online)E se io volessi una sola canzone di cui non esiste il singolo? Sarei ollbigato a comprarmi tutto l'album (cosa che non accade per la vendita online)


    Ma qual'è


    il metro per giudicare il prezzo di una


    canzone?



    il gusto personale e, in certi (rar) casi,

    l'obiettivo valore dovuto a un testo

    particolare o ad un valore tecnico-musicale

    del brano

    Che non è un metro applicabile.Come no?E' applicabile "per giudicare il prezzo di una canzone".Non è applicabile "per stabilire il prezzo di una canzone".L'ultima canzone di paola e chiara non la pagherei neanche un centesimo, ma non biasimo il fatto che venga venduta a 1,50 Euro perché chi è interessato può ritenerlo un prezzo giustoPer questo motivo TUTTI i brani hanno lo stesso prezzo.


    Bene, partendo dal presupposto che la somma


    dei costi delle singole canzoni debba essere


    circa uguale al costo dell'album intero,



    NO NO e poi NO

    Ma che razza di presupposto è?

    Capirai che c'è scritto circa uguale
    e non ugualeNon ci siamo: non ti contasto mica il "circa"... L'album intero DEVE costare meno della somma dei singoli pezzi

    Da che mondo e mondo quando compri "grosse

    quantità" ottieni un prezzo inferiore

    alla somma dei singoli prezzi.

    Si, ma per delle quantità misere
    (quali una decina di canzoni) la differenza
    non può essere del doppio o del
    triplo in più o in meno.Allora spiegami come mai i singoli hanno prezzi così assurdi... e lascia stare gli extra, che è solo fuffa per giustificare il prezzo elevato

    Conprare "una sola canzone" ti dà il

    vantaggio di scegliere solo quello che ti

    piace, è ovvio che costi più

    del prezzo dell'album diviso per il numero

    di canzoni!!!

    Si, ma non può avere un prezzo troppo
    distante da quella cifra!Ma chi lo dice?Scusa, ma se in un album di 20 canzoni me piace solo una, è ovvio che il prezzo di quelle due per me vale molto più di 1/20 del prezo dell'intero album... può valere tranqullamente 1/10 (ovvero il doppio) che è comunque un prezzo che mi fa spendere 1/10 del prezzo dell'intero album,

    ogni canzone è un brano a se e ha il

    prezzo di un brano.

    Peccato che attualmente le canzoni vengono
    prodotte a stock di tot brani, ed esistono
    molti album in cui le canzoni sono un
    tutt'uno. Ho già detto prima che esistono casi particolari come III sides for every story e the dark side of the moon. In quel caso ti compri tutto l'album, ovvio...

    Ovvio che te lo contesto... o forse il

    prezzo di un album in negozio costa tanto

    quanto la somma dei CD singoli?

    Ma la somma del contenuto dei CD singoli
    è di gran lunga superiore a quello di
    un album. Il singolo è singolo solo
    di nome, in realtà come contenuto ha
    diverso materiale.Quello che tu chiamo contenuto extra è fumo negli occhi, un giustificativo del prezzo elevato che ti fanno pagare per il cd singolo

    quindi? un bel chissenefrega non ce lo

    mettiamo?

    il vantaggio di acquistare online sta

    proiprio nel fatto che io posso acquistare

    SEMPRE E IN OGNI CASO le singole canzoni...



    Sinceramente non capisco questa tua

    "ottusità" di considerare l'album...

    io online compro quello che volgio

    Io sinceramente non capisco invece la tua
    ottusità nel considerare assurdo
    pagare la musica un tot al kilo, visto che
    è così che te la vendono. E ti
    ricordo che costo e valore sono due cose
    correlate ma non identiche, quindi la cosa
    ci può pure stare.L'unica cosa che ho contestato fin dall'inizio è la vendita di musica "un tot al secondo". La musica non è fatta di secondi ma di brani e album. Non ha nessun senso dire che un brano di 4 minuti vale (e costa) il doppio di un brano di 2 minuti... cacchio, la musica è comunque una forma di arte e un brano ha un valore in quanto opera a se, non in quanto a "qualcosa che dura tot secondi"...
  • Anonimo scrive:
    Re: altro esempio
    - Scritto da: Anonimo

    Nel CD singolo c'è del materiale

    aggiuntivo non trovabile nell'album

    completo.

    tutta fussa per giustificare la produzione
    di CD singoli
    Rimane il fatto che di fatto non acquisti una singola canzone, e l'extra non è messo lì a caso ma si paga.


    E non è nemmeno che una
    canzone breve


    costi meno di una lunga.



    No, questo è vero.

    e allora cade tutto il tuo ragionamento di
    partenzaVabbé, avevo letto vale invece di costa. Contento?

    Ma qual'è

    il metro per giudicare il prezzo di una

    canzone?

    il gusto personale e, in certi (rar) casi,
    l'obiettivo valore dovuto a un testo
    particolare o ad un valore tecnico-musicale
    del branoChe non è un metro applicabile.

    Bene, partendo dal presupposto che la
    somma

    dei costi delle singole canzoni debba
    essere

    circa uguale al costo dell'album intero,

    NO NO e poi NO
    Ma che razza di presupposto è?Capirai che c'è scritto circa uguale e non uguale
    Da che mondo e mondo quando compri "grosse
    quantità" ottieni un prezzo inferiore
    alla somma dei singoli prezzi.Si, ma per delle quantità misere (quali una decina di canzoni) la differenza non può essere del doppio o del triplo in più o in meno. Oppure questo succede da che mondo e mondo? Bene, facendo costare tutte le canzoni il medesimo prezzo può succedere proprio questo. Un album con più di 20 pezzi ti può costare meno della metà delle somma dei costi delle canzoni, come un album da 3 pezzi ti può costare più del doppio. Se a te sembra che questo succeda da che mondo e mondo...
    Conprare "una sola canzone" ti dà il
    vantaggio di scegliere solo quello che ti
    piace, è ovvio che costi più
    del prezzo dell'album diviso per il numero
    di canzoni!!!Si, ma non può avere un prezzo troppo distante da quella cifra!

    mi

    dici allora come calcolare il prezzo di
    ogni

    singola canzone?

    ogni canzone è un brano a se e ha il
    prezzo di un brano.Peccato che attualmente le canzoni vengono prodotte a stock di tot brani, ed esistono molti album in cui le canzoni sono un tutt'uno. Mi sembra come se vendessero un pacco da 10 bottiglie con diversi gusti a 10 euro, e poi se vai a comprare le 10 bottiglie singolarmente a seconda dei casi puoi pagare 30 euro o 2 euro. Scusa ma a me non sembra una cosa molto corretta, nonostante tutte le tue paranoie sul fatto che è triste pagare la musica a peso. Se te la vendono a peso, è giusto pagarla a peso.
    Ovvio che te lo contesto... o forse il
    prezzo di un album in negozio costa tanto
    quanto la somma dei CD singoli?Ma la somma del contenuto dei CD singoli è di gran lunga superiore a quello di un album. Il singolo è singolo solo di nome, in realtà come contenuto ha diverso materiale.
    quindi? un bel chissenefrega non ce lo
    mettiamo?
    il vantaggio di acquistare online sta
    proiprio nel fatto che io posso acquistare
    SEMPRE E IN OGNI CASO le singole canzoni...

    Sinceramente non capisco questa tua
    "ottusità" di considerare l'album...
    io online compro quello che volgioIo sinceramente non capisco invece la tua ottusità nel considerare assurdo pagare la musica un tot al kilo, visto che è così che te la vendono. E ti ricordo che costo e valore sono due cose correlate ma non identiche, quindi la cosa ci può pure stare.
  • Anonimo scrive:
    Re: La morte del P2P si porterà dietro..
    - Scritto da: Tecnomaya

    - Scritto da: Ekleptical

    Anzi, quando inizi ad ascoltare roba
    strana

    di gente fuori di testa, che non mette

    titoli ai brani o usa parole inventate,
    che

    a volte neppure titola gli album, che al

    posto dei numeri delle tracce ti mette
    forme

    gemoteriche associate a foto astratte a

    mò di titolo senza una parola
    nemmeno

    a pagarla, il libretto e balle varie

    iniziano a perdere importanza. Ti
    abitui a

    dimenticarlo del tutto.

    Se ti interessa quando ero ragazzino facevo
    musica con gli elastici tesi su una sedia,
    te posso fà un paio de mp3 e
    venderteli a 8? l'uno (sai è robba
    rara e molto sperimentale)Sono numerose le volte che ho un parere diametralmente opposto ad ekleptical, ma non questa volta. Ha perfettamente ragione: chi se ne sbatte del nome della canzone. Per di più, ti dirò, tra i primi a non dare il nome al loro album e ad usare simboli strani ci furono i led zep (vedi il loro quarto album). Non mi sembra che per questo motivo la loro sia musica di serie z, anzi....
  • Tecnomaya scrive:
    Re: vuoi capire?
    - Scritto da: Anonimo
    Mi sembra lampante.
    Parte della definizione ha come esempio:


    1b

        estens., chi si
    arricchisce indebitamente a danno di altri:

    ... | chi pretende compensi o impone
    prezzi eccessivi e
    sproporzionati

    più chiaro di cosi.

    Sono LORO i ladri.
    Sono solo giochi di parole; il ladro è sempre il poveraccio, il potente avrà sempre mille motivazioni per spiegarti che lui è nel giusto
  • Anonimo scrive:
    Re: altro esempio
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo


    quando compri una canzone compri una
    canzone

    e basta,

    Allo stato attuale delle cose compri una
    canzone di un albumAllo stato attuale se compro una canzone è comunque una canzone e la giudico in quanto tale (salvo rare eccezioni tipo III sides to every story degli extreme o the dark side of the moon dei pink floyd)

    così come quando compri un

    CD singolo compri un CD singolo e basta.

    Non è che il CD singolo costi una

    frazione dell'album in relazione al numero

    dei brani.

    Nel CD singolo c'è del materiale
    aggiuntivo non trovabile nell'album
    completo.tutta fussa per giustificare la produzione di CD singoli
    Voglio vedere chi altrimenti
    comprerebbe un CD singolo con una canzone da
    30 secondi e basta, per quanto bella sia.infatti i Cd singoli non se li fila quasi nessuno

    E non è nemmeno che una canzone breve

    costi meno di una lunga.

    No, questo è vero.e allora cade tutto il tuo ragionamento di partenza
    Ma qual'è
    il metro per giudicare il prezzo di una
    canzone?il gusto personale e, in certi (rar) casi, l'obiettivo valore dovuto a un testo particolare o ad un valore tecnico-musicale del brano
    A questo punto nemmeno far costare
    tutte le canzoni uguali è un buon
    metro.E' un sistema salomonico: ognuno ha i suoi gusti e non puoi certo dire che una canzone "vale meno" di un'altra perché a te fa schifo... magari ad un altro piace tantissimo.Un possibile metro potrebbe essere quello di far pagare meno le canzoni più vecchie, così come costano meno i vecchi videogiochi, i vecchi abiti, e tutto ciò che è vecchio.Ciò non toglie che certi pezzi siano comunque dei capolavori pur essendo vecchi, e si meritano prezzo pieno sempre e comunque.

    L'album ha un valore in sè, ed ogni

    brano ha un valore in sè. Se un album

    contiene 10 canzoni da 3 minuti, una da 1

    minuto e 1 da 10 minuti, non è che

    quella da 10 minuti "vale" più delle

    altre!!!

    Bene, partendo dal presupposto che la somma
    dei costi delle singole canzoni debba essere
    circa uguale al costo dell'album intero,NO NO e poi NOMa che razza di presupposto è?Da che mondo e mondo quando compri "grosse quantità" ottieni un prezzo inferiore alla somma dei singoli prezzi.Conprare "una sola canzone" ti dà il vantaggio di scegliere solo quello che ti piace, è ovvio che costi più del prezzo dell'album diviso per il numero di canzoni!!!
    mi
    dici allora come calcolare il prezzo di ogni
    singola canzone?ogni canzone è un brano a se e ha il prezzo di un brano.
    Se è assurdo farle
    valere in proporzione alla durata del cd
    è anche assurdo farla valere in
    proporzione al numero di brani del cd.infatti... ogni canzone costa sempre uguale (a prescindere dalla durata), e ogni album costa sempre uguale (a prescindere dal numero di canzoni)
    Altrimenti puoi contestare il principio che
    il prezzo dell'album debba essere pari alla
    somma dei prezzi delle canzoni, nel qual
    caso non ho molta voglia di discutere.Ovvio che te lo contesto... o forse il prezzo di un album in negozio costa tanto quanto la somma dei CD singoli?

    Forse non l'hai capito, ma già puoi

    comprare i singoli brani nei negozi online

    (e questo è il grande vantaggio del

    negozio di musica online), e nei casi in cui

    vengono realizzati, puoi anche comprare i CD

    singoli nei negozi.

    Bene, allora dimmi qual'è la
    percentuale le canzoni di artisti famosi
    (non garage band che vendono su vitaminic)
    che venogono vendute *solo* singolarmente
    rispetto a quelle che vengono vendute
    singolarmente pur facendo parte di un album.
    (ovvero: le canzoni vengono rilasciate in
    album! quindi? un bel chissenefrega non ce lo mettiamo?il vantaggio di acquistare online sta proiprio nel fatto che io posso acquistare SEMPRE E IN OGNI CASO le singole canzoni...Sinceramente non capisco questa tua "ottusità" di considerare l'album... io online compro quello che volgiobye
  • Tecnomaya scrive:
    Re: La morte del P2P si porterà dietro......
    - Scritto da: Ekleptical
    Anzi, quando inizi ad ascoltare roba strana
    di gente fuori di testa, che non mette
    titoli ai brani o usa parole inventate, che
    a volte neppure titola gli album, che al
    posto dei numeri delle tracce ti mette forme
    gemoteriche associate a foto astratte a
    mò di titolo senza una parola nemmeno
    a pagarla, il libretto e balle varie
    iniziano a perdere importanza. Ti abitui a
    dimenticarlo del tutto. Se ti interessa quando ero ragazzino facevo musica con gli elastici tesi su una sedia, te posso fà un paio de mp3 e venderteli a 8? l'uno (sai è robba rara e molto sperimentale)
  • Anonimo scrive:
    Re: vuoi capire?
    Ragazzi.Ma invece di farci pippe mentali sul chi è il ladro (nessun dubbio per me) e sulla onestà dei prezzi per il dl o il cd, ma perchè non smettiamo di comprare, punto e basta?Attualmente, peraltro, non ci sono nè grandi artisti, nè grandi cd, nè grandi film (su dvd).Un paio di mesi di TOTALE astinenza d'acquisto e te li verranno a proporre a casa. Sia cd che dvd.Ma siamo veramente un corpo acquirente (che fa gli acquisti) senza cervello?Gli mp3 possono valere come promo dei cd. Non è ammissibile pagarli. Sono qualitativamente dei cessi. Qualunque bitrate si utilizzi. Basta provare un brano in mp3 e lo stesso in cd o, meglio, in vinile.SVEGLIAAAAAAA
  • Anonimo scrive:
    Re: Perche` non fanno un salto in Negozi
    - Scritto da: Anonimo
    Al consumatore non gli frega un bel razzo
    delle tasse, paga il prezzo finale in un
    negozio.

    Tant'é."...tant'è" che l'esempio postato dimostra che non è comnunque vero che i prezzi usa siano la metà dei nostri, e se è più alto per via delle tasse la colpa non è certo dei discografici (almeno per questo aspetto).Inoltre il fatto che in usa i prezzi siano esposti senza tasse non vuol mica dire che le tasse non le paghi... vuol dire che al prezzo esposto devi aggiungere le tasse relative allo stato in cui ti trovi, quindi il "prezzo finale" non è quello che leggi.bye
  • Anonimo scrive:
    Re: Perche` non fanno un salto in Negozio???
    - Scritto da: Anonimo

    Ricorda inoltre che TUTTI i prezzi
    esposti

    in USA sono tasse escluse, quindi
    dovresti

    confrontare il prezzo italiano senza
    IVA (e

    magari senza balzelli SIAE e compagnia

    bella).



    Qualche esempio: la raccolta dei

    RedHotChiliPepper la puoi trovare tra i
    14 e

    i 19 dollari (tasse escluse, che
    variano da

    stato a stato), io l'ho pagata qui in
    Italia

    16 Euro (tasse incluse). Verifica pure
    in

    rete i prezzi del nuovo su
    www.shopping.com

    /



    Bye

    Ma se poi le tasse applicate in Italia sono
    il triplo di quelle applicate negli States
    siamo al punto di partenza!1- l'esempio che ti ho fatto dimostra che cmq non è vero che in america i CD costano meno, anche comprendendo le tasse.2-se in italia ci tassano di più cosa ci dobbiamo fare? il prezzo senza tasse è cmq lo stesso.
    Una delle richieste che il popolo della rete
    fà al nostro "caro" governo è
    proprio quella di abbassare ste cavolo di
    tasse!non credo che sia "il popolo della rete" a volere certe cose, e non credo comunque ad una diminuzione generalizzata delle tasse (ti pare possibile che tutt'un tratto diventiamo tutti più ricchi? Nah...)
    Non esiste che, dopo avere incassato milioni
    di euro nelle sale e nei videonoleggi, mi
    vendano un dvd per 30 euro!
    Stessa cosa per i cd, 22 euro per l'ultima
    compilation di radio pincopallino o di dj
    rimixo. Ma siamo pazzi?Guarda che non te lo ordina nessuno di comprare...Se non ti sta bene non compri. punto.ciao
  • Anonimo scrive:
    Re: cd originale ancora a meno
    - Scritto da: Anonimo
    dimenticavo il sito www.cd-wow.comMa costano 8.99, non 7! :o
  • Ekleptical scrive:
    Re: La morte del P2P si porterà dietro......

    Il bisogno di fisicità del supporto
    è preponderante: basti vedere
    l'enorme diffusione dei masterizzatori
    CD/DVD.Infatti, l'ultima campana di CD l'ho comprata 2 anni fa. Da me TDK, Verbatim e soci non vedono praticamente una lira (ecco il motivo per cui della tassa SIAE me ne frego: non mi tocca minimamente! :P).
    Se pago, voglio qualcosa in mano; non la
    licenzina time-bombed.Intanto chi t'ha detto che è time-bombed? Non c'è nessuna scadenza quando compri un brano. Potrei masterizzarli, ma non lo faccio, per il semplice motivo che il CD non mi serve a niente, non lo uso.E poi la musica non è fisica, non si può "avere in mano". Alla fine è una questione culturale. La fisicità della musica se la sono inventata nel secolo scorso. Non durerà anche in questo. Il secolo passato sarà storicamente l'unico in cui sia esistita questa strana cosa.Peraltro di libretto e menate varie non me ne può fregare di meno per il genere di musica che ascolto: all'80% strumentale. Capirai che il libretto non aggiugne molto. Anzi, quando inizi ad ascoltare roba strana di gente fuori di testa, che non mette titoli ai brani o usa parole inventate, che a volte neppure titola gli album, che al posto dei numeri delle tracce ti mette forme gemoteriche associate a foto astratte a mò di titolo senza una parola nemmeno a pagarla, il libretto e balle varie iniziano a perdere importanza. Ti abitui a dimenticarlo del tutto.Io ho smesso da anni di leggere i titoli dei brani. Non me ne frega niente. Apro la custodia, metto dentro il CD, la poso e ascolto. Letteralmente non so il titolo di buona parte dei pezzi che ascolto e non mi interessa saperlo. Non mi aggiunge niente. L'importante è la musica.
  • Anonimo scrive:
    Re: Quanto sareste disposti a pagare un

    A parte che queste due canzoni hanno una
    certa età, e quindi le paghi di meno
    (tanto per dire master of puppets dura circa
    8 minuti, cioé 1 euro e 80, che per
    75% fa un euro e 35 secondo quanto avevo
    detto, non 2 euro). Vabbé,spero che prima o poi si rifacciano canzoini simili...e non credo che si possa aspettare 2 anni per poterle avere alla modica cifra di 1.35...ci toccherà (secondo la tua scala) spendere il paio d'euro
    dei diritti d'autore della
    canzone stessa, io sono disposta a pagare il giusto sperando che il giusto vada a chi effettivamente lavorato al brano...non sono disposto a pagare la sovrastruttura parassitaria che gonfia all'inverosimile i prezzi... e se questo è pensiero coune nel forum tanto meglio,,,,concludo dicendo che il sistema più è lunga più vale è abbastanza squallido...non credo che il valore di una canzone si misuri a min...inoltre tutto questo non risolve il problema di poter "provare" le canzoni (intendo anche a 96 come bitrate), finchè si deve comprare a scatola chiusa la vedo dura
  • avvelenato scrive:
    Re: Quanto sareste disposti a pagare un mp3?
    - Scritto da: Anonimo
    Nel mercato musicale attuale, salvo rare
    eccezioni, un prodotto è out al
    massimo dopo due anni. O credi esista gente
    che va ancora a comprarsi Lùnapop,
    Verve e il primo di Jennifer Lopez? non a
    caso li 'regalano' coi giornali...
    I tempi di 'Dark Side of the Moon' sono
    finiti!ahhhhhhhhhhhhhhh orrore! hai mischiato i verve ai lunapoppe! Immagino tu sia un metallaro poseraccio della peggior specie, di quelli che pensano che al di là del metal non esista bella musica! :| suvvia, non prendertela, sto scherzando (troll) avvelenato che adora i Verve
  • avvelenato scrive:
    Re: Quanto sareste disposti a pagare un mp3?
    - Scritto da: Anonimo
    - Scritto da: avvelenato


    posso dire che sarei

    disposto a pagare 1euro per una canzone

    veramente importante (compressa bene ad

    almeno 192kbps e riconvertibile

    masterizzabile ecc). Chiaramente se ce
    l'ho,

    l'euro.

    1? a canzone?
    Ma dico, siamo impazziti?ma senti, la domanda era quanto io fossi disposto a pagare... no?è chiaro che è una cosa soggettiva, il figlio di un industriale ti dirà che il prezzo non ha importanza, stop.e poi ho ben specificato "se l'euro ce l'ho".e poi ho linkato la teoria della domanda e dell'offerta di keynes..insomma, mi sembra che tu abbia quotato la parte del mio post meno interessante.. oltretutto è ovvio che se ogni brano costasse un euro, non ne comprerei manco uno. (premetto: non mi metterò a comprare su internet fino a quando non ci sarà un sistema capace di garantirmi ascolti senza dovermi appellare alla pirateria... se proprio sono costretto ad infrangere la legge la infrango per bene, no? )
  • Pulsar scrive:
    Basta con l'IVA del 20%
    La cultura dev'essere un bene di tutti e NON un bene di lusso e cmq anche l'Europa deve vergognarsi non solo l'Italia
  • Anonimo scrive:
    Re: Quanto sareste disposti a pagare un mp3?
    - Scritto da: Anonimo

    - PER ALBUM PIU' VECCHI DI UN ANNO:

    Max 30 Cents a canzone, 3? per l'album

    intero.
    peccato che solo le major vogliano il doppio
    solo per i dirittiPeccato che non tutti sono d'accordo con le politiche dei prezzi delle major; c'è chi continuerà a scaricare, chi continuerà a comprare dal marocchino e chi, come me, si è messo a boicottare la musica dedicandosi ad altre cose altrettanto formative/costruttive (es: lettura).Contenti loro...Non capisco perché i sacrifici debbano farli sempre e solo i consumatori, per un prodotto che ha un prezzo scandalosamente iniquo, mentre né major né stato (Iva) intendono fare passi indietro. Ma andassero a zappare!
    ROTFL...

    Io sarei disposto a comprarmi una ferrari di
    5 anni fa se costasse 1000 Euro... mi sembra
    un prezzo equo.Un Ferrari è un mito intramontabile, eppure è soggetta alla legge del tempo che deprezza: prova a comprarne una vecchia di 10 anni, vedrai che puoi permettertela anche tu.L'ultima di Gabry Ponte non è un mito intramontabile, e durerà, se gli va bene (e per fortuna!), il tempo di un'estate.Nel mercato musicale attuale, salvo rare eccezioni, un prodotto è out al massimo dopo due anni. O credi esista gente che va ancora a comprarsi Lùnapop, Verve e il primo di Jennifer Lopez? non a caso li 'regalano' coi giornali...I tempi di 'Dark Side of the Moon' sono finiti!
    Ascolta la radio che non spendi nulla...E perché mai? se proprio voglio ascoltare commerciale, le bancarelle sono ovunque, e se voglio qualcosa di più raro devo solo aspettare che si sviluppino sistemi tipo 'Mute'.Tu, piuttosto, torna a giocare col Lego: lì stai sicuro che la tecnologia non ti sorprenderà.[tutti i gruppi menzionati, Pink Floyd esclusi, fanno ampiamente schifo al sottoscritto. Sennò davvero gli basterebbe ascoltare la radio]
  • Anonimo scrive:
    Re: Quanto sareste disposti a pagare un mp3?
    - Scritto da: avvelenato
    posso dire che sarei
    disposto a pagare 1euro per una canzone
    veramente importante (compressa bene ad
    almeno 192kbps e riconvertibile
    masterizzabile ecc). Chiaramente se ce l'ho,
    l'euro.1? a canzone?Ma dico, siamo impazziti?E dov'è la convenienza? come scoraggi la pirateria commerciale ed il file-sharing selvaggio?Prendo un esempio comune (che venderà a milioni, anche se a me non piace): l'ultimo disco di Avril Lavigne.Sono 12 canzoni = 12 euro.Ti faccio presente che ci sono siti-negozi in Inghilterra che vendono il cd originale a 8.90 £, che significa circa 13 euro, spedizione gratuita (cd-wow; play.com). Per quale motivo dovrei scaricarmelo, pagando la SIAE 4 volte (canzone, supporto, master, software), per un fetentissimo formato mp3?? Ma neanche morto!A loro non conviene vendere a meno? benissimo: si tengano il p2p e le bancarelle per strada!D'accordo che avevi parlato di musica importante, ma a quel punto mi faccio mandare un bel pacco da londra, con tanto di libretto e custodia originali!
  • Anonimo scrive:
    Re: Perche` non fanno un salto in Negozi

    Falsi miti che vanno sfatati, e che potrai
    verificare di persona se e quando prenderai
    veramente l'aereo per andare negli stati
    uniti (personalmente l'ho già
    verificato tre volte nell'ultimo anno).Non sei l'unico bello, e finché sono neilimiti tollerati in dogana me li prendo la.
    Ricorda inoltre che TUTTI i prezzi esposti
    in USA sono tasse escluse, quindi dovresti
    confrontare il prezzo italiano senza IVA (e
    magari senza balzelli SIAE e compagnia
    bella).Al consumatore non gli frega un bel razzodelle tasse, paga il prezzo finale in unnegozio.Tant'é.
  • Anonimo scrive:
    Re: altro esempio
    - Scritto da: Anonimo
    quando compri una canzone compri una canzone
    e basta, Allo stato attuale delle cose compri una canzone di un album
    così come quando compri un
    CD singolo compri un CD singolo e basta.
    Non è che il CD singolo costi una
    frazione dell'album in relazione al numero
    dei brani.Nel CD singolo c'è del materiale aggiuntivo non trovabile nell'album completo. Voglio vedere chi altrimenti comprerebbe un CD singolo con una canzone da 30 secondi e basta, per quanto bella sia.
    E non è nemmeno che una canzone breve
    costi meno di una lunga.No, questo è vero. Ma qual'è il metro per giudicare il prezzo di una canzone? A questo punto nemmeno far costare tutte le canzoni uguali è un buon metro.
    L'album ha un valore in sè, ed ogni
    brano ha un valore in sè. Se un album
    contiene 10 canzoni da 3 minuti, una da 1
    minuto e 1 da 10 minuti, non è che
    quella da 10 minuti "vale" più delle
    altre!!! Bene, partendo dal presupposto che la somma dei costi delle singole canzoni debba essere circa uguale al costo dell'album intero, mi dici allora come calcolare il prezzo di ogni singola canzone? Se è assurdo farle valere in proporzione alla durata del cd è anche assurdo farla valere in proporzione al numero di brani del cd. Altrimenti puoi contestare il principio che il prezzo dell'album debba essere pari alla somma dei prezzi delle canzoni, nel qual caso non ho molta voglia di discutere.
    così come non è la
    dimensione di un quadro a dare il valore del
    dipinto.Ma non è nemmeno che ogni dipinto vale uguale
    Forse non l'hai capito, ma già puoi
    comprare i singoli brani nei negozi online
    (e questo è il grande vantaggio del
    negozio di musica online), e nei casi in cui
    vengono realizzati, puoi anche comprare i CD
    singoli nei negozi.Bene, allora dimmi qual'è la percentuale le canzoni di artisti famosi (non garage band che vendono su vitaminic) che venogono vendute *solo* singolarmente rispetto a quelle che vengono vendute singolarmente pur facendo parte di un album. (ovvero: le canzoni vengono rilasciate in album! Nessun artista crea canzoni perché siano vendute singolarmente, le crea per vendere degli album, e di conseguenza il prezzo della canzone deve essere vincolato a quello dell'album intero e al prezzo di tutte le altre canzoni appartenenti allo stesso album)
  • Anonimo scrive:
    Re: Perche` non fanno un salto in Negozio???

    Ricorda inoltre che TUTTI i prezzi esposti
    in USA sono tasse escluse, quindi dovresti
    confrontare il prezzo italiano senza IVA (e
    magari senza balzelli SIAE e compagnia
    bella).

    Qualche esempio: la raccolta dei
    RedHotChiliPepper la puoi trovare tra i 14 e
    i 19 dollari (tasse escluse, che variano da
    stato a stato), io l'ho pagata qui in Italia
    16 Euro (tasse incluse). Verifica pure in
    rete i prezzi del nuovo su www.shopping.com
    /

    ByeMa se poi le tasse applicate in Italia sono il triplo di quelle applicate negli States siamo al punto di partenza!Una delle richieste che il popolo della rete fà al nostro "caro" governo è proprio quella di abbassare ste cavolo di tasse!Non esiste che, dopo avere incassato milioni di euro nelle sale e nei videonoleggi, mi vendano un dvd per 30 euro!Stessa cosa per i cd, 22 euro per l'ultima compilation di radio pincopallino o di dj rimixo. Ma siamo pazzi?Io, intanto, non compero e non noleggio niente, al cinema sono anni che non ci vado (siamo in 5, immaginate la spesa?), se questo era il loro obiettivo, allora hanno fatto centro.Tornerò a comperare quello che mi serve dagli ambulanti che sono sempre lì tranquilli a vendere di tutto ad ogni angolo di strada.Sicuramente loro ringrazieranno mamma SIAE.
  • Anonimo scrive:
    La morte del P2P si porterà dietro......
    ......quella di questi ptetici sistemi di distribuzione musicale.Nessuno, tranne a regola Epillettical, è così fesso da pagare per semplici Licenze, ovvero quella cosa che ti sottrae dananro e non ti lascia in mano nulla.Il bisogno di fisicità del supporto è preponderante: basti vedere l'enorme diffusione dei masterizzatori CD/DVD.Se pago, voglio qualcosa in mano; non la licenzina time-bombed.Saluti
  • Anonimo scrive:
    Re: Questo dimostra....
    Io che ho la linea anlogica a scaricare un intero album quanto spendo ? .....Senza parole
  • Anonimo scrive:
    Re: altro esempio
    - Scritto da: Anonimo

    mi pare assurdo giudicare il prezzo della

    musica in base alla durata delle canzoni...

    sarebbe come pagare un'auto a peso.

    Non è assurdo visto che quando compri
    una canzone online attualmente comperi una
    fetta di un album. quando compri una canzone compri una canzone e basta, così come quando compri un CD singolo compri un CD singolo e basta.Non è che il CD singolo costi una frazione dell'album in relazione al numero dei brani.E non è nemmeno che una canzone breve costi meno di una lunga.
    L'album ha un valore, e
    di conseguenza una fetta di tale album deve
    avere un valore proporzionale alla grandezza
    della fetta. Se non è così,
    è un assurdità.L'album ha un valore in sè, ed ogni brano ha un valore in sè. Se un album contiene 10 canzoni da 3 minuti, una da 1 minuto e 1 da 10 minuti, non è che quella da 10 minuti "vale" più delle altre!!! potrebbe anche essere la più schifosa: non è certo la lunghezza di un brano che dà valore ad una canzone, così come non è la dimensione di un quadro a dare il valore del dipinto.
    Riguardo al fatto di giudicare la musica in
    base alla canzone e non alla sua durata...
    ne riparleremo quando non ci saranno
    più gli album, e gli artisti
    venderanno singole canzoni slegate ad una
    qualsivoglia album.Forse non l'hai capito, ma già puoi comprare i singoli brani nei negozi online (e questo è il grande vantaggio del negozio di musica online), e nei casi in cui vengono realizzati, puoi anche comprare i CD singoli nei negozi.Bye
  • avvelenato scrive:
    Re: Quanto sareste disposti a pagare un
    - Scritto da: Anonimo
    ma allora sei deficiente?
    nel senso che defici e di brutto, ma non
    prenderla come offesa...probabilmente è il tuo messaggio ad essere deficitario di elementi necessari a comprenderlo correttamente ;)e non prenderlo come offesa, non sto dicendo che defici di capacità espressive ;)anche se non lo nego ;)

    io NON ho mai incluso i metallica nella
    musica progressive...
    ho solo detto che un sistema basato sulla
    lunghezza delle canzoni fa si che una delle
    loro ultime canzoni (schifose imho) costi
    tra 1,6 e 1,8 ?. e allora? non le compri, stop.
    Ho detto solo questo, non
    ho mai detto che i metallica fanno prog...ok, capito.
    o
    forse tu credi che basti fare una canzone di
    10 min perchè questia sia prog??no, eri tu che mi avevi lasciato intendere questo ;)cmq non vedo quale sia il problema. Le canze dei metallica oltretutto non le vorrei neanche a venir pagato :P avvelenato che non sopporta i metallica, e non si tratta solo della storia di napster
  • avvelenato scrive:
    Re: Quanto sareste disposti a pagare un mp3?
    - Scritto da: Anonimo
    Qual è la cifra per cui sareste
    disposti a pagare, legalmente, gli mp3? Qual
    è il prezzo che ritenete giusto?(cut)
    Voi cosa proponete?allora, le premesse iniziali sono sbagliate.In un mercato libero, non esiste prezzo giusto e prezzo sbagliato, come giustamente ci ricorda Ekleptical.Esiste un prezzo fissato dal produttore affinché il suo guadagno sia il più alto possibile. Una spiegazione (forse non al passo coi tempi, cmq valida) qui http://keynes.scuole.bo.it/ipertesti/mate_eco/DOMANDA.HTMma in un mercato libero i produttori sono numerosi, e offrono prodotti alternativi fra loro.il punto è proprio il (c), che serve a creare un monopolio artificiale, al fine di evitare che la duplicazione di un brano possa essere venduto a un prezzo inferiore delle spese sostenute dall'autore, facendogli concorrenza sleale.Il (c) teneva conto delle esigenze di quand'è nato e dei limiti tecnologici dell'epoca: allora parlare di qualità, di compressione e altre buoiate tecnologiche di oggi sarebbe stato assurdo.Adesso io trovo che l'unico modo logico per salvaguardare il (C) è renderlo compatibile col libero mercato. Se infatti ogni autore avesse il diritto/dovere di licenziare la distribuzione del proprio operato a più distributori, a patto che essi tenessero distinti i media di distribuzione, il prodotto artistico si farebbe concorrenza da se, autodeterminando il prezzo utile all'equilibro di mercato.Ad esempio il mercato potrebbe scegliere che un dvd-audio possa valere 25euro o anche più. E potrebbe scegliere che un mp3 o simile valga 50cents o meno.Chiaramente perché questo possa avvenire è necessario smantellare tutto quel macchinoso sistema di pizzi che grava sulla musica, a partire dall'iva (che andrebbe almeno ridotta al 4%) finendo con la Siae, e creando in mezzo sistemi di micropagamenti on-line efficaci, che oltretutto rilancerebbero anche l'e-commerce.se avvenisse questo, posso dire che sarei disposto a pagare 1euro per una canzone veramente importante (compressa bene ad almeno 192kbps e riconvertibile masterizzabile ecc). Chiaramente se ce l'ho, l'euro.
  • Anonimo scrive:
    Re: Quanto sareste disposti a pagare un
    - Scritto da: Anonimo
    no guarda 2 ? per una canzone non ce li
    lascerei neanche per capolavori come master
    of puppets o seek and destroyA parte che queste due canzoni hanno una certa età, e quindi le paghi di meno (tanto per dire master of puppets dura circa 8 minuti, cioé 1 euro e 80, che per 75% fa un euro e 35 secondo quanto avevo detto, non 2 euro). Vabbé, vorrà dire che tu sei disposto a pagare sulle canzoni, come tanti in questo forum, meno dei diritti d'autore della canzone stessa, anche per canzoni che definisci capolavori. Io per delle cifre simili, una qualità decente e un buon fair use (ovvero posso copiarmelo su cd per ascoltarmi la canzoncina in macchina, posso buttarmelo sull'ipod, posso crearmi delle compilation a paicimento) sono disponibilissimo ad tirare fuori i soldini. Punti di vista diversi, amen.
  • maciste scrive:
    Re: Quanto sareste disposti a pagare un
    - Scritto da: Anonimo
    Qual è la cifra per cui sareste
    disposti a pagare, legalmente, gli mp3? Qual
    è il prezzo che ritenete giusto?Io direi che 80 eurocent indipendentemente dalla durata del brano siano una cifra giusta, anche perché non mi piace questo concetto della musica pagata " a peso". Al limite, per i dischi contententi poche tracce ma lunghe (tipicamente quelli di rock progressivo...) si potrebbe prevedere l'unica possibilità di acquistare l'album intero che dovrebbe costare intorno agli 8-9? ed eventualemente arrivare ad un massimo di 12? per i dischi doppi. Per la qualità, almeno 192 Kb/s in aac o wma.
  • Anonimo scrive:
    Re: Quanto sareste disposti a pagare un
    no guarda 2 ? per una canzone non ce li lascerei neanche per capolavori come master of puppets o seek and destroy
  • Anonimo scrive:
    Re: Quanto sareste disposti a pagare un
    ma allora sei deficiente?nel senso che defici e di brutto, ma non prenderla come offesa...io NON ho mai incluso i metallica nella musica progressive...ho solo detto che un sistema basato sulla lunghezza delle canzoni fa si che una delle loro ultime canzoni (schifose imho) costi tra 1,6 e 1,8 ?. Ho detto solo questo, non ho mai detto che i metallica fanno prog...o forse tu credi che basti fare una canzone di 10 min perchè questia sia prog??
  • Anonimo scrive:
    Re: Quanto sareste disposti a pagare un
    - Scritto da: Anonimo
    te li paghi tu 1,6/1,8 ? per quelle merde di
    canzoni che i metallica hanno fatto
    ultimamente...6-8 minuti di spaccamento di
    maroni.... finchè non ci sarà
    una sorta di diritto di recesso anche nella
    musica la vedo duraSe per questo io non pagherei nemmeno 10 centesimi.... ma allora diventa un problema di gusti, non di prezzo. A chi piace credo che un euro e 60 - 1 euro e 80 potrebbe essere un prezzo giusto per 8 minuti con medio-buona qualità di una singola canzone
  • avvelenato scrive:
    Re: Quanto sareste disposti a pagare un
    - Scritto da: Anonimo



    cioé quello ti parla di
    progressive e

    tu tiri fuori i metallica.... ah...

    scriverò alla Garzanti per
    proporre

    loro una nuova definizione della parola

    "ignorante":.... :(
    ovviamente era un altro esempio o forse la
    classificazione iniziale prevedeva tariffe
    diverse a seconda della tipologia musicale?

    chi ignora non sono solo io a quanto parela classificazione iniziale mi sembra apposto e infatti stavo per associarmi ad essa.solo mi sembra fuoriluogo tirar fuori i metallica mentre si parla di progressive, voglio dire, denota una qual certa ignoranza in materia musicale, e parlo io che in quell'ambito non conosco nulla... cmq non è nulla d'irrimediabile, una capatina su http://www.slsknet.org e dipani tutte le lacune ;)
  • Anonimo scrive:
    Re: Quanto sareste disposti a pagare un

    cioé quello ti parla di progressive e
    tu tiri fuori i metallica.... ah...
    scriverò alla Garzanti per proporre
    loro una nuova definizione della parola
    "ignorante":.... :(ovviamente era un altro esempio o forse la classificazione iniziale prevedeva tariffe diverse a seconda della tipologia musicale?chi ignora non sono solo io a quanto pare
  • avvelenato scrive:
    Re: Quanto sareste disposti a pagare un mp3?
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo


    - PER ALBUM PIU' VECCHI DI UN ANNO:

    Max 30 Cents a canzone, 3? per l'album

    intero.

    peccato che solo le major vogliano il doppio
    solo per i dirittibeh anche io voglio una ferrari. Peccato che la ferrari io non possa rubarla. E peccato che le majors non possano più rubarci "il doppio"


    - PER ALBUM USCITI NELL'ANNO CORRENTE:

    Max 50 Cents a canzone, 5? per l'abum
    intero.

    ROTFL...

    Io sarei disposto a comprarmi una ferrari di
    5 anni fa se costasse 1000 Euro... mi sembra
    un prezzo equo.altrimenti me la rubo. Più che giusto. Rubati la ferrari.la musica si può rubare, quindi questo ragionamento quadra.

    Ascolta la radio che non spendi nulla...ehm, cerchiamo di chiarire bene i rapporti di forza. potente = chi può. noi possiamo non comprare . Fa paura, ehhh.... avvelenato sostenitore (e finanziatore, nel suo piccolo) di soulseek
  • Anonimo scrive:
    Re: altro esempio
    - Scritto da: Anonimo
    mi pare assurdo giudicare il prezzo della
    musica in base alla durata delle canzoni...
    sarebbe come pagare un'auto a peso.Non è assurdo visto che quando compri una canzone online attualmente comperi una fetta di un album. L'album ha un valore, e di conseguenza una fetta di tale album deve avere un valore proporzionale alla grandezza della fetta. Se non è così, è un assurdità.Riguardo al fatto di giudicare la musica in base alla canzone e non alla sua durata... ne riparleremo quando non ci saranno più gli album, e gli artisti venderanno singole canzoni slegate ad una qualsivoglia album.
  • avvelenato scrive:
    Re: Quanto sareste disposti a pagare un
    - Scritto da: Anonimo
    te li paghi tu 1,6/1,8 ? per quelle merde di
    canzoni che i metallica hanno fatto
    ultimamente...6-8 minuti di spaccamento di
    maroni.... finchè non ci sarà
    una sorta di diritto di recesso anche nella
    musica la vedo duracioé quello ti parla di progressive e tu tiri fuori i metallica.... ah... scriverò alla Garzanti per proporre loro una nuova definizione della parola "ignorante":.... :(
  • Anonimo scrive:
    Re: Quanto sareste disposti a pagare un mp3?
    - Scritto da: Anonimo
    Qual è la cifra per cui sareste
    disposti a pagare, legalmente, gli mp3? Qual
    è il prezzo che ritenete giusto?
    Io sarei disponibile ad acquistare a queste
    condizioni:

    - PER ALBUM PIU' VECCHI DI UN ANNO:
    Max 30 Cents a canzone, 3? per l'album
    intero.

    - PER ALBUM USCITI NELL'ANNO CORRENTE:
    Max 50 Cents a canzone, 5? per l'abum intero.

    Mi sembrerebbe equo, pagando la Siae
    già per il supporto fisico, il
    masterizzatore ed il software di
    masterizzazione.
    Sarebbe equo perché si tratta cmq di
    un formato (mp3) qualitativamente non
    eccellente.
    Sarebbe equo pure perché, se uno non
    vuol spendere tanto, ha la
    possibilità di aspettare ed
    acquistare, dopo un anno, a prezzo
    conveniente (e poi, quanti dischi/pezzi dopo
    un anno non li caga più nessuno?
    pensate solo a quelli da discoteca...).
    Sarebbe intelligente, infine, anche per
    combattere la pirateria, per il semplice
    fatto che se ho la possibilità di
    scaricarmi un disco da casa, comodo e con
    una scelta presumibilmente ampia, non avrei
    motivo di comprare sulla bancarella, allo
    stesso prezzo e su supporti scelti da altri.

    Voi cosa proponete?Visto che con l'attuale legge dovrò pagare le tasse x il cd vergine x il masterizzatore x il software del masterizzatore x hard disk x i lettori mp3se mi danno loro 0,10? a brano siamo a posto cosi
  • Anonimo scrive:
    Re: Quanto sareste disposti a pagare un
    te li paghi tu 1,6/1,8 ? per quelle merde di canzoni che i metallica hanno fatto ultimamente...6-8 minuti di spaccamento di maroni.... finchè non ci sarà una sorta di diritto di recesso anche nella musica la vedo dura
  • avvelenato scrive:
    Re: non servono sistemi di vendita onlin
    - Scritto da: Ekleptical

    Ti correggo c'è gente PAZZA che

    scarica suonerie del

    cell a quasi 2 euro!

    A parte che i prezzi si sono stabilizzati su
    2 euro per la mono e 3(!!) per la
    polifonica, questi "pazzi" sono milioni a
    giudicare dal giro vorticoso di moneta che
    generano!

    Si può anche creare un mercato sui
    pazzi se sono tanti! :p

    Peraltro ritengo completamente delirante che
    la gente sia disposta a spendere 3 euro per
    la suoneria e si lamenti che deve spendere 1
    euro per il brano vero!!! E' la
    dimostrazione che il prezzo è tutta
    una scusa. La verità è che
    l'occasione fa l'uomo ladro.
    ehm... non hai mai pensato che chi si lamenta delle canzoni a 1 euro non sempre coincida con chi scarica suonerie a 2 euro? avvelenato che se scoprisse un suo figlio a scaricare suonerie, gli suonerebbe il sederino a mò di tamburello.
  • Anonimo scrive:
    Re: Quanto sareste disposti a pagare un
    - Scritto da: Anonimo
    Mi sembra caro, sinceramente... addirittura
    conviene di più adesso, mi sa...No, assolutamente. Una canzoncina nuova in questo modo verrebbe circa 80 centesimi (visto che durano in media tra i tre ed i quattro minuti), il 20% in meno di iTunes (e con una qualità migliore), e non ci sarebbe più il problema che l'album intero viene:a) uno sproposito rispetto alla somma delle singole canzonib) un'inezia sempre rispetto alla somma dei prezzi delle canzoniverrebbe sempre una cifra paragonabile all'acquisto delle singole canzoni, solo un po' di menoInfatti esistono album formati da pochissime canzoni di lunga durata (prendi il rock progressive, tanto per dire) oppure album formati da numerosi canzoni di durata infinitesima (come succede ogni tanto nel punk)
  • Anonimo scrive:
    Re: La vera convenienza...

    inoltre i brani dell'iTunes Music Store sono
    in formato AAC, che è "abbastanza"
    migliore dell'MP3...

    Apple Rulezma cmq non abbastanza di qualità...almeno imho
  • Anonimo scrive:
    Re: Quanto sareste disposti a pagare un mp3?


    Io sarei disposto a comprarmi una ferrari di
    5 anni fa se costasse 1000 Euro... mi sembra
    un prezzo equo.
    anche qui un bell'esempio sulla ferraari...ma i corsi di aggiornamento obbligatori non esistono più in fabbrica? :D
  • Anonimo scrive:
    Re: Quanto sareste disposti a pagare un mp3?
    - Scritto da: Ekleptical
    Per l'album il limite è 12-13 euro,
    il prezzo degli album su MTV.it. Di
    più non sono molto disposto.
    onestamente 25000 lire (cosi ci capiamo) per una decina/dozina di mp3 (quindi una qualità nettamente inferiore al cd) senza supporto, senza libretti copertine e inutilità varie mi sembrano un po' troppe...ho guardato un po' di questi servizi in giro, considerando i prezzi e guardando il dizionario sotto la voce "ladro" capisco molte cose
  • Anonimo scrive:
    Re: altro esempio
    - Scritto da: Anonimo
    ...diametralmente opposto

    Tangerine Dream - Pergamon Live
    costo dell'intero album 12,49

    ...ma l'album ha solo due brani da 22 minuti
    cadauno venduti singolarmente a 1,39
    percio', se acquistata come brani separati,
    l'opera viene a costare 2,78 Euro con un
    risparmio netto di quasi 10 Euro.

    Geni!! Sono degli autentici geni!mi pare assurdo giudicare il prezzo della musica in base alla durata delle canzoni... sarebbe come pagare un'auto a peso.Al di là delle assurdità legate al numero di pezzi di un album e dei prezzi "standardizzati" di brani singoli e album, se un pezzo mi piace abbastanza da ritenere giusto il prezzo richiesto, allora lo compro, altrimenti lascio perdere o lo cerco altrove. I negozi di musica online ci/vi offrono una possibilità in più di scelta: si possono fare affari o prendere fregature come in qualsiasi altro negozio, ma è cmq un bene che per noi acquirenti ci sia una scelta in più. difficle da capire?
  • Ekleptical scrive:
    Re: Parliamo anche di qualità

    L'mp3 on line è dannatmente caro,Meno del CD. Nel caso in cui non lo sia, ovviamente si scordano che lo compri. Ma questo mi pare scontato.
    più scarso del CD (è
    compresso!!!!)Con in formati attuali sì. Se adottassero un FLAC oppure un WMA a 24bit 96KHz (che sarà anche compresso, ma ad una qualità di output molto maggiore del CD), non direi. Nel giro di un paio d'anni l'affermazione di cui sopra potrebbe non valere più.
    non ha libretto né
    custodia né.....il supportoMai potuto fregare di meno del supporto. Manco leggo i titoli, in genere. Il libretto lo sfoglio una volta e poi chissenefrega!Mi interessa la musica, non gli ammenicoli vari.Per la tassia SIAE sui CD-R, nemmeno masterizzo, quindi proprio non mi tange! :P
  • Ekleptical scrive:
    Re: Quanto sareste disposti a pagare un mp3?

    - PER ALBUM PIU' VECCHI DI UN ANNO:
    Max 30 Cents a canzone, 3? per l'album
    intero.

    - PER ALBUM USCITI NELL'ANNO CORRENTE:
    Max 50 Cents a canzone, 5? per l'abum intero.Per me un euro va bene. Arrivo a 1,5 se proprio il pezzo mi interessa. 1,7 come fa di media la Telecom non esiste, a meno che non sia veramente qualcosa di introvabile altrimenti.... infatti su Rosso Alice ho comprato il primo giorno, per prova e poi mai più....Per l'album il limite è 12-13 euro, il prezzo degli album su MTV.it. Di più non sono molto disposto.Non ho mai comprato un solo CD alle bancarelle marocchine in vita mia, nè nessuno l'ha mai fatto nella mia famiglia, quindi non mi interessa e non lo prendo come paragone. Non finanzio mafia e immigrazione clandestina.
  • Ekleptical scrive:
    Re: non servono sistemi di vendita onlin

    Ti correggo c'è gente PAZZA che
    scarica suonerie del
    cell a quasi 2 euro!A parte che i prezzi si sono stabilizzati su 2 euro per la mono e 3(!!) per la polifonica, questi "pazzi" sono milioni a giudicare dal giro vorticoso di moneta che generano!Si può anche creare un mercato sui pazzi se sono tanti! :pPeraltro ritengo completamente delirante che la gente sia disposta a spendere 3 euro per la suoneria e si lamenti che deve spendere 1 euro per il brano vero!!! E' la dimostrazione che il prezzo è tutta una scusa. La verità è che l'occasione fa l'uomo ladro.==================================Modificato dall'autore il 28/05/2004 13.16.00
  • Ekleptical scrive:
    Re: non servono sistemi di vendita onlin

    potrebbero, vista la diffusione dei
    cellulari in italia, creare il pagamento
    tramite il credito della scheda:
    manda un sms al portale pippo con il codice
    del brano ecc...In UK proprio la OD2 lo fa già! Ha un accordo con la Orange, Vodafone e altri operatori.http://www.pro-music.org/musiconline/news150304.htm
  • Anonimo scrive:
    Re: FIRMATE LA PETIZIONE!!!!!
    - Scritto da: Anonimo
    www.petitiononline.com/beppe230/petition.html

    DAI CHE SI VINCE!!!!!

    smokedhacksi si... convinto però....
  • Anonimo scrive:
    Re: Parliamo anche di qualità


    Quindi NON COMPRATE MP3 ON LINE: se proprio
    volte quella musica anndatela a comprare al
    negozioNo errato fino a quando non modificano il decreto Urbani andate a comprarla dal marocchino
  • Anonimo scrive:
    Re: Quanto sareste disposti a pagare un mp3?
    - Scritto da: Anonimo
    - PER ALBUM PIU' VECCHI DI UN ANNO:
    Max 30 Cents a canzone, 3? per l'album
    intero.peccato che solo le major vogliano il doppio solo per i diritti
    - PER ALBUM USCITI NELL'ANNO CORRENTE:
    Max 50 Cents a canzone, 5? per l'abum intero.ROTFL...Io sarei disposto a comprarmi una ferrari di 5 anni fa se costasse 1000 Euro... mi sembra un prezzo equo.Ascolta la radio che non spendi nulla...
  • Anonimo scrive:
    Re: Parliamo anche di qualità
    - Scritto da: Anonimo
    L'mp3 on line è dannatmente caro,comprami un singolo in negozi, poi ne riparliamo
    più scarso del CD (è compresso!!!!)Anche il CD è compresso: è segnale digitalizzato dal segnale analogico originale... il vinile non è compresso.E cmq guarda che c'è modo e modo di fare un MP3, ed esistono altri formati di vendita online oltre all'MP3
    non ha libretto né
    custodia né.....il supporto, che
    grazie ad urbani verrà tassato
    ulteriormente......Ammesso che tu voglia masterizzarlo, ti puoi scaricare/stampare la copertina (i libretti degli ultimi CD che ho preso erano praticamente "inesistenti")
    Quindi NON COMPRATE MP3 ON LINE: se proprio
    volete quella musica andatela a comprare al
    negozio.Ognuno è libero di comprare quello che vuole al prezzo che ritiene più giusto. Se devo farmi una playlist di 10 brani che stanno su 10 album diversi (di cui magari mi piace/interessa solo quella canzone), non penso proprio che spenderei meno a comprare dieci album in negozio (o 10 CD singoli, ammesso che esistano per quei brani)Bye
  • Anonimo scrive:
    Re: non servono sistemi di vendita onlin
    -
    c'è gente che scarica suonerie del
    cell a quasi 2 euro!Ti correggo c'è gente PAZZA che scarica suonerie del cell a quasi 2 euro!
  • Anonimo scrive:
    Re: La vera convenienza...
    - Scritto da: Anonimo
    ...della musica online è che ti puoi
    comprare brani singoli, i quali costano un
    bel pezzo meno dei CD singoli. Provate a
    prendere la vostra playlist preferita e a
    valutare quanto vi costerebbe realizzarla
    comprando tutti gli album che vi servono:
    magari di un album vi piace solo un pezzo e
    l'unico modo per averlo è comprare
    l'album intero...

    Cmq i prezzi dell'iTunes Music Store in
    america sono di 99 centesimi al pezzo e 9.90
    all'album. In Europa saranno più alti
    (come al solito, per vari motivi), ma si
    vocifera di 1,29 Euro al pezzo e 12,90
    all'album.inoltre i brani dell'iTunes Music Store sono in formato AAC, che è "abbastanza" migliore dell'MP3...Apple Rulez
  • Anonimo scrive:
    Re: Perche` non fanno un salto in Negozio???
    - Scritto da: Crazy
    Vai in una decina di negozi in Italia,
    guarda il costo di un po' di CD e magari di
    qualche DVD e ti fai una idea dei prezzi...:


    CD = da 15 a 25 Euro a seconda del
    Singolocantante o Compilation;
    DVD = da 20 a 30 Euro a seconda che sia
    novita` o non;

    Poi prendi l'Aereo e te ne svolazzi negli
    stati uniti e vai in cerca di quegli stessi
    CD e DVD e ti fai una idea della fregatura:

    CD = da 5 a 15 Dollari a seconda del Singolo
    cantante o Compilation;
    DVD = da 10 a 20 Dollari a seconda che sia
    novita` o non;Falsi miti che vanno sfatati, e che potrai verificare di persona se e quando prenderai veramente l'aereo per andare negli stati uniti (personalmente l'ho già verificato tre volte nell'ultimo anno).Ricorda inoltre che TUTTI i prezzi esposti in USA sono tasse escluse, quindi dovresti confrontare il prezzo italiano senza IVA (e magari senza balzelli SIAE e compagnia bella).Qualche esempio: la raccolta dei RedHotChiliPepper la puoi trovare tra i 14 e i 19 dollari (tasse escluse, che variano da stato a stato), io l'ho pagata qui in Italia 16 Euro (tasse incluse). Verifica pure in rete i prezzi del nuovo su http://www.shopping.com/Bye
  • Anonimo scrive:
    Questo dimostra....
    che le major non vogliono abbassare i prezzi, perchè sono troppo alti anche in questo caso:uno deve sommare il costo della connessione + la corrente che spendi per il pc + il costo dei brani o dell'album + il supporto che ci deve mettere di proprio con già pagata tassa SIAE (che viene pagata quindi 2 VOLTE!).LORO IN QUESTO CASO CI GUADAGNANO IL 200%.Pagare oltre 1 E per brano è TROPPO!In questo caso tutto dovrebbe costare meno del cd, invece uno ci rimette!!!!!:@:@:@
  • Anonimo scrive:
    FIRMATE LA PETIZIONE!!!!!
    http://www.petitiononline.com/beppe230/petition.htmlDAI CHE SI VINCE!!!!!smokedhack
  • Anonimo scrive:
    Re: Quanto sareste disposti a pagare un
    Mi sembra caro, sinceramente... addirittura conviene di più adesso, mi sa...
  • Anonimo scrive:
    Re: Quanto sareste disposti a pagare un
    - Scritto da: Anonimo
    - PER ALBUM PIU' VECCHI DI UN ANNO:
    Max 30 Cents a canzone, 3? per l'album
    intero.

    - PER ALBUM USCITI NELL'ANNO CORRENTE:
    Max 50 Cents a canzone, 5? per l'abum intero.
    Io max 1 euro per ogni 5 minuti di musica (es: la canzone dura 1 minuto: 20 centesimi) più una quota fissa, diciamo di 20 centesimi a canzone. Questo per le canzoni recenti. Per quelle non recenti (
    2 anni) il 75% di tale cifra.Questo ovviamente non certo con bitrate di 128kbs, che se lo possono tranquillamente tenere, a prescidere dal prezzo. Non sono uno maniaco del suono, ma a quei bitrate anche mio nonno sordo si accorge che sono state tagliate diverse frequenze, e diversi strumenti suonano proprio male. Quindi almeno almeno 192kbs.
  • ilmusico scrive:
    Re: Perche` non fanno un salto in Negozio???
    Buongiorno,Crazy. Volevo solo farti una puntualizzazione: L'Italia è la culla della Fregatura...pare sia insita nel DNA nazionale--- Tu hai parlato dei cd e dvd...lo sai che gli strumenti musicali,nel Paese del Bel Canto,sono considerati genere di lusso ,al pari di una Rolls Royce o di un gioiello di gran pregio? Sembra che la nostra,sia l'unica Nazione che consideri gli strumenti musicali come qualcosa di lussuoso,di prestigio un bene voluttuario,insomma!-.--All'estero,un pianoforte ,un violino,sono considerati utili per l'avanzamento personale,la cultura il bene della società.Questo è un aspetto.Se vorrai toglierti la curiosità,chiedi ad un negoziante quanto incida l'IVA sul prezzo di uno strumento. ilmusico
  • Anonimo scrive:
    Quanto sareste disposti a pagare un mp3?
    Qual è la cifra per cui sareste disposti a pagare, legalmente, gli mp3? Qual è il prezzo che ritenete giusto?Io sarei disponibile ad acquistare a queste condizioni:- PER ALBUM PIU' VECCHI DI UN ANNO:Max 30 Cents a canzone, 3? per l'album intero.- PER ALBUM USCITI NELL'ANNO CORRENTE:Max 50 Cents a canzone, 5? per l'abum intero.Mi sembrerebbe equo, pagando la Siae già per il supporto fisico, il masterizzatore ed il software di masterizzazione.Sarebbe equo perché si tratta cmq di un formato (mp3) qualitativamente non eccellente.Sarebbe equo pure perché, se uno non vuol spendere tanto, ha la possibilità di aspettare ed acquistare, dopo un anno, a prezzo conveniente (e poi, quanti dischi/pezzi dopo un anno non li caga più nessuno? pensate solo a quelli da discoteca...).Sarebbe intelligente, infine, anche per combattere la pirateria, per il semplice fatto che se ho la possibilità di scaricarmi un disco da casa, comodo e con una scelta presumibilmente ampia, non avrei motivo di comprare sulla bancarella, allo stesso prezzo e su supporti scelti da altri.Voi cosa proponete?
  • Anonimo scrive:
    Ma non c'era in Italia..
    un sito di ecommerce che vendeva i cd e dvd a prezzi bassissimi (10-12 euro), che aveva chiuso temporaneamente "per troppo traffico e troppe richieste"?Vidi il link tempo fa qui sul forum di PI, ma poi chiuse e mi si ruppe l'hd e persi i bookmark.Qualcuno si ricorda il sito?grazie :)
  • carbonio scrive:
    Re: Assurdo, mp3 != cd
    quoto e rilancio:finchè non si adattano al mercato reale che si tenganoi loro bei cd e si becchino il fenomeno p2p.il mercato lo crea l'utente chi vende si deve adeguare,se non vendo i ghiaccioli in alaska....8)
  • carbonio scrive:
    Re: non servono sistemi di vendita onlin

    Per quanto possa sembrarti incredibile un
    mercato c'è. Anche lo scettico Steve
    Jobs ha ammesso recentemente che l'i-Tunes
    inizia a ricavare profitti di suo (anche
    senza il collateralle dell'i-Pod).

    Per la cronaca OD2 ha 250mila abbonati in
    Europa, al momento.aggiungo che se ci fosse un prezzo ragionevole 30/35 centesimia brano, non avrebbero neanche da preoccuparsi delle copie illegali.potrebbero, vista la diffusione dei cellulari in italia, creare il pagamento tramite il credito della scheda:manda un sms al portale pippo con il codice del brano ecc...c'è gente che scarica suonerie del cell a quasi 2 euro!
  • carbonio scrive:
    Re: Il cane che si morde la coda
    - Scritto da: Tecnomaya
    - Scritto da: Ekleptical

    Mica lavorano

    per beneficenza.

    Su questo non avevo dubbineppure io
  • Anonimo scrive:
    30 euro?
    Di sicuro non ho capito l'articolo perche' non e' possibile spendere 60 mila lire (in lire si capisce meglio) per degli mp3 a bassa qualita'.Neanche il musica-dipendente piu' idiota puo' anche solo pensare di spendere tutti questi soldi per nulla in cambio.Quindi rifaccio la domanda: quanto costano questi 16 brani di cui si parla nell'articolo?
  • Anonimo scrive:
    Re: Marocchino
    Soluzione pareto efficente:Soluzione che permette di massimizzare il valore per ciascun soggetto senza ridurre il valore percepito da tutti gli altri soggetti....Sotto questo profilo il marocchino non è una soluzione pareto efficente...in questo campo non riesco proprio a vederlo questo tipo di soluzione,escludendo le majors potrebbe essere un rapporto diretto musicista-compratore via web site del musicista stesso.escludendo le majors.... ma come si fa?
  • Anonimo scrive:
    Parliamo anche di qualità
    L'mp3 on line è dannatmente caro, più scarso del CD (è compresso!!!!) non ha libretto né custodia né.....il supporto, che grazie ad urbani verrà tassato ulteriormente......Quindi NON COMPRATE MP3 ON LINE: se proprio volte quella musica anndatela a comprare al negozio
  • Anonimo scrive:
    Re: vuoi capire?
    - Scritto da: Anonimo
    Mi sembra lampante.
    Parte della definizione ha come esempio:


    1b

    estens., chi si
    arricchisce indebitamente a danno di altri:

    ... | chi pretende compensi o impone
    prezzi eccessivi e
    sproporzionati

    più chiaro di cosi.

    Sono LORO i ladri.
    esatto.. esatto.
  • Anonimo scrive:
    La vera convenienza...
    ...della musica online è che ti puoi comprare brani singoli, i quali costano un bel pezzo meno dei CD singoli. Provate a prendere la vostra playlist preferita e a valutare quanto vi costerebbe realizzarla comprando tutti gli album che vi servono: magari di un album vi piace solo un pezzo e l'unico modo per averlo è comprare l'album intero...Cmq i prezzi dell'iTunes Music Store in america sono di 99 centesimi al pezzo e 9.90 all'album. In Europa saranno più alti (come al solito, per vari motivi), ma si vocifera di 1,29 Euro al pezzo e 12,90 all'album.bye
  • Anonimo scrive:
    Re: Assurdo, mp3 != cd
    Giusto!Non hanno capito un cazzo questi qui..Vendono album e brani in mp3 (a 128bitrate !!! perchè non almeno a 256?), a un prezzo superiore del cd!Con pesanti limitazioni sulla licenza, a qualità inferiore, manca il supporto,la copertina i testi..Inoltre a loro non costa nulla (licenza a parte che pagheranno dopo aver venduto penso), apparte i costi di gestione infrastruttura, banda, ecc.Allora sono chiaramente ridicoli!O fanno un servizio veramente competitivo altrimenti mettono su le cose solo per poter dire che esistono alternative al p2p, peccato che non siano alternative credibili..Per servizio competitivo e credibile intendo:costo brano da 0.30 a 1 euro (mentre per album prezzi da 4 a 10 euro) a seconda (recente o meno, artista, licenza ecc.).ampia disponibilità di brani (non solo britney spears o simili, non solo superbig di vendita) e a buona qualità (la differenza udibile lossless -320 kbit è minima).. ogni brano con un'anteprima di 20-30 secondi.Non sarebbe male avere anche notizie sul brano e sull'album un minimo dettagliate.Licenza seria, non ridicola.E soprattutto no obbrobri tipo massimo numero di ascolti o scadenza come fossero yogurt.Se il noleggio ha(può avere) un senso per un film, lo vedo molto meno per una canzone.Tutto il resto mi sembrano prese per il culo per gli appassionati di musica..
  • Anonimo scrive:
    Re: Anonimato
    http://sourceforge.net/forum/forum.php?thread_id=909637&forum_id=42120
  • Anonimo scrive:
    Re: vuoi capire?
    Mi sembra lampante.Parte della definizione ha come esempio:
    1b
    estens., chi si arricchisce indebitamente a danno di altri:
    ... | chi pretende compensi o impone prezzi eccessivi e
    sproporzionatipiù chiaro di cosi.Sono LORO i ladri.
  • Crazy scrive:
    Perche` non fanno un salto in Negozio???
    Vai in una decina di negozi in Italia, guarda il costo di un po' di CD e magari di qualche DVD e ti fai una idea dei prezzi...: CD = da 15 a 25 Euro a seconda del Singolocantante o Compilation;DVD = da 20 a 30 Euro a seconda che sia novita` o non;Poi prendi l'Aereo e te ne svolazzi negli stati uniti e vai in cerca di quegli stessi CD e DVD e ti fai una idea della fregatura:CD = da 5 a 15 Dollari a seconda del Singolo cantante o Compilation;DVD = da 10 a 20 Dollari a seconda che sia novita` o non;La cosa interessante e` che come ben sappiamo il Dollaro vale meno dell'Euro quindi si fa presto a fare il conto che noi paghiamo piu` del doppio che all'estero...NON SO PERCHE` MA MI SUONA DI FREGATURA ALL'ITALIANA==================================Modificato dall'autore il 28/05/2004 8.39.31
  • Anonimo scrive:
    Anonimato
    Usate JAP http://anon.inf.tu-dresden.de/index_en.html
  • Anonimo scrive:
    Re: Altri shop online
    - Scritto da: Ekleptical

    Pensavo fossi un audiofilo più

    esigente

    Mai stato audiofilo. Frega niente. Mi
    interessa la musica, non la sottigliezza del
    rumore dell'orchestrale che si gratta il
    braccio in sottofondo.ma io non sarò audiofilo, ma tu devi esser sordo :)a 128kbps qualsiasi brano è fastidiosamente pieno d'artefatti, qualsiasi algoritmo si usi (aac compreso)e su qualsiasi impianto lo si ascolti (casse trust 30? compreso)permetterai che per avere meno voglia pagar meno, o no? ;)ciao vecio!
  • Alessandrox scrive:
    Re: vuoi capire?
    - Scritto da: Tecnomaya
    Non ho capito una mazza, l'errore iniziale
    era il menoSe ho inteso bene: in pratica le stesse majors che accusano di ladroneria chi scarica illegalmente brani MP3 sono esse stesse dei LADRI a tutti gli effetti stando alla definizione etimologica del termine perche' si comportano da tali vendendo brani OnLine a prezzi uguali (se non superiori in certi casi) a quelli presendi in un CD, con l' aggravante che il CD ha una copertina con immagini, testi ecc. i braniMP3 nulla di tutto questo e per giunta hanno (per questioni meramente tecniche) una qualita' inferiore.
  • Anonimo scrive:
    Re: cd originale ancora a meno
    dimenticavo il sito www.cd-wow.com
  • Anonimo scrive:
    cd originale ancora a meno
    qui puoi trovare il cd originale compreso di libretto e tutto il resto anche le spese di spedizione ancora a meno, circa 7 sterline (10.5 euro). Misteri della globalizzazione. Ciao e buoni acquisti online
  • Anonimo scrive:
    e poi è LOSSYYYYYYYYYYYY
    porca zoccola non dimentichiamo che comunque deve costare MENO dei cd! e a PARI qualità!!!! deve essere lossless, non lossy! e deve permettere di fare quello che mi pare, non diritti a destra e manca!
  • Tecnomaya scrive:
    Re: I prezzi li decidono le discografiche
    - Scritto da: Anonimo
    PAGA, consuma, (lavora), crepa.

    Che tristezza.Perfezioniamolo:Tranquillo, contento, lontano dai guai, fino al giorno in cui morirai(finale di Trainspotting, remember?)
  • Anonimo scrive:
    Re: I prezzi li decidono le discografiche
    PAGA, consuma, (lavora), crepa.Che tristezza.
  • Anonimo scrive:
    Re: altro esempio
    E' evidente che non amano la musica se sono così superficiali nel venderla. E si può comprare della musica da qualcuno che evidentemente non la ama ma la tratta come semplice merce di scambio? Secondo me, no. :)
  • Ekleptical scrive:
    Re: Altri shop online

    Pensavo fossi un audiofilo più
    esigenteMai stato audiofilo. Frega niente. Mi interessa la musica, non la sottigliezza del rumore dell'orchestrale che si gratta il braccio in sottofondo.
  • Anonimo scrive:
    Re: altro esempio
    ...diametralmente oppostoTangerine Dream - Pergamon Livecosto dell'intero album 12,49...ma l'album ha solo due brani da 22 minuti cadauno venduti singolarmente a 1,39percio', se acquistata come brani separati, l'opera viene a costare 2,78 Euro con un risparmio netto di quasi 10 Euro.Geni!! Sono degli autentici geni!
  • Tecnomaya scrive:
    Re: Altri shop online
    - Scritto da: Ekleptical
    Sorry, ma la mia missione attuale è
    quella di affossare il CD. Non ho più
    intenzione di comprare album fisici, non me
    ne frega niente. Ormai compro solo brani
    online e se non si trovano in vendita in
    rete, la cosa mi infastidisce sempre di
    più e ultimamente li mando a ca*are e
    si attacchino, ne faccio a meno.

    Il CD per quanto mi riguarda non esiste
    più. Non so che farmene.Pensavo fossi un audiofilo più esigente
  • Tecnomaya scrive:
    Re: vuoi capire?
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    eccoti il significato entimologico:

    mi scuso.. etimologico


    ladro   là|dro

    1a

        chi ruba, chi si
    appropria

    indebitamente di beni o patrimoni altrui

    ricorrendo all?inganno, alla frode o
    alla

    violenza: l. di gioielli, d?auto, una
    banda

    di ladri, alcuni ladri si sono
    introdotti

    nel mio appartamento | anche in funz.
    agg.:

    un inserviente l., una commessa ladra

    1b

         estens., chi si

    arricchisce indebitamente a danno di
    altri:

    quell?amministratore si è
    rivelato un

    l. | chi pretende compensi o impone
    prezzi

    eccessivi e sproporzionati: l?idraulico
    che

    abbiamo chiamato è un vero l.!,
    quel

    commerciante è un l.: ruba sul
    peso!

    | anche in funz. agg.: un politico l.,
    un

    ristoratore l.Non ho capito una mazza, l'errore iniziale era il meno
  • Ekleptical scrive:
    Re: Altri shop online

    Si ma ragazzi non compriamo da questi sitemi
    se no ci tiriamo la zappa sui piedi da soli,
    Questi sistemi devono fallireSorry, ma la mia missione attuale è quella di affossare il CD. Non ho più intenzione di comprare album fisici, non me ne frega niente. Ormai compro solo brani online e se non si trovano in vendita in rete, la cosa mi infastidisce sempre di più e ultimamente li mando a ca*are e si attacchino, ne faccio a meno.Il CD per quanto mi riguarda non esiste più. Non so che farmene.
  • Anonimo scrive:
    Politica dei prezzi (esempio)
    da Rosso Alice...Band: WHOAlbum: Live At Leeds (deluxe edition)Brani totali: 33Prezzo: 12,49 (intero album)...e fino a qui' (quasi) nulla da dire, poi si vanno a vedere i prezzi dei brani venduti singolarmente...- Do You Think It's Alright? (durata 22 secondi, prezzo 1,79)- Fiddle About (durata 1 minuto 13 secondi, prezzo 1,79)- Tommy Can You Hear Me? (durata 55 secondi, prezzo 1,79)- There's A Doctor (durata 23 secondi, prezzo 1,79)...e cosi' via...beh, il ''perche' '' di una simile ''cosa'' e' facilmente comprensibile e puo' essere chiamato ''automatismo'', ma dov'e' il senso commerciale nell'offrire 23 secondi di musica a 1,79 euro? Non c'e' proporzione!P.S. costo totale dell'album venduto a brani separati = 59,07 Euro
  • Tecnomaya scrive:
    Re: Il cane che si morde la coda
    - Scritto da: Ekleptical
    Mica lavorano
    per beneficenza.Su questo non avevo dubbi
  • Anonimo scrive:
    Re: Altri shop online
    - Scritto da: Anonimo
    Si ma ragazzi non compriamo da questi sitemi
    se no ci tiriamo la zappa sui piedi da soli,
    Questi sistemi devono falliretu non conosci eckleptical per dire una cosa del genere.
  • Ekleptical scrive:
    Re: non servono sistemi di vendita online di

    Che razza di responsabili marketing hanno
    quelli che mettono su sistemi di
    ditribuzione legale? Non c'è un
    mercato x queste cose nascono già
    morte.Per quanto possa sembrarti incredibile un mercato c'è. Anche lo scettico Steve Jobs ha ammesso recentemente che l'i-Tunes inizia a ricavare profitti di suo (anche senza il collateralle dell'i-Pod).Per la cronaca OD2 ha 250mila abbonati in Europa, al momento.
  • Ekleptical scrive:
    Re: I prezzi li decidono le discografiche

    Hai un link sull'argomento?No, sono solo loro cliente fedele da più di un anno! :P
  • Anonimo scrive:
    Re: Altri shop online
    Si ma ragazzi non compriamo da questi sitemi se no ci tiriamo la zappa sui piedi da soli, Questi sistemi devono fallire
  • Ekleptical scrive:
    Re: Il cane che si morde la coda

    Cmq pensate che abbasseranno i prezzi? no,
    piuttosto faranno sparire dalla vendita i cd
    musicali, che se proprio vorrai ascoltare la
    musica te la dovrai scaricareVeramente è appena iniziata la guerra dei prezzi per il download. Wippit e OD2 hanno calato i prezzi in UK:http://www.rockol.it/News.asp?idnews=63004&pagina=3&idartista=Per il CD è ovvio che se non frutta non si farà più! Mica lavorano per beneficenza.
  • Tecnomaya scrive:
    Re: Il cane che si morde la coda
    - Scritto da: Anonimo
    Io compro solo CD, l'mp3 mi fà schifo
    comprarlo, un conto è averlo gratis,
    ma non comprerò mai mp3Io si, ma al giusto prezzo
  • Ekleptical scrive:
    Altri shop online
    Per completezza segnalo al lettore che esiste anche lo shop online della RAI:http://www.music.rai.it/musicstore/index.htmlSi basa sulla piattaforma di Buongiorno.it, che rifornisce anche il RossoAlice di Telecom, ma i brani costano in genere meno!!! Però credo sia ancora in beta: ogni tanto cambiano il design e mettono cose nuove! Non so nemmeno se abbia debuttato ufficialmente! Cmq ho comprato, funziona!Inoltre a breve è in arrivo il Sony Connect, stiel i-Tunes con software apposito, che debutta fra qualche giorno in UK, Francia e Germania e che avrà tutta una serie di artisti che non sono attualmente coperti da nessuno dei sistemi disponibili qua in Italia! Un po' più avanti dovrebbe aprire anche la versioen italiana.http://connect.sony-europe.com/it/index.html
  • Tecnomaya scrive:
    Re: I prezzi li decidono le discografiche
    - Scritto da: Ekleptical
    Il sistema di OD2 è più
    incasinato per loro da gestire,
    perchè è la piattaforma
    più flessibile che c'è al
    mondo.Hai un link sull'argomento? sono a digiuno di queste cose e se scaricherò dei brani voglio sapere come utilizzarli al meglio e a che limitazioni andrò incontroCiao
  • Anonimo scrive:
    Re: Il cane che si morde la coda
    Io compro solo CD, l'mp3 mi fà schifo comprarlo, un conto è averlo gratis, ma non comprerò mai mp3
  • Anonimo scrive:
    Re: I prezzi li decidono le discografiche
    ma che convenientissimo, 7 e passa euro per degli mp3?Se fosse per dei wav a 44100,16 bit potrebbe essere conveniente , ma x degli mp3 ...................:@
  • Tecnomaya scrive:
    Il cane che si morde la coda
    Cmq pensate che abbasseranno i prezzi? no, piuttosto faranno sparire dalla vendita i cd musicali, che se proprio vorrai ascoltare la musica te la dovrai scaricare
  • Anonimo scrive:
    non servono sistemi di vendita online di
    musica, signori svegliatevi, qui uno scarica dal p2p perchè di soldi non ce ne sono, se uno avesse i soldi comprerebbe i cd.Forse è meglio aumentare gli stipendi e le cose si metterebbero a posto da sole.Che razza di responsabili marketing hanno quelli che mettono su sistemi di ditribuzione legale? Non c'è un mercato x queste cose nascono già morte.
  • Ekleptical scrive:
    I prezzi li decidono le discografiche
    Il sistema di OD2 è più incasinato per loro da gestire, perchè è la piattaforma più flessibile che c'è al mondo.Si può fissare un prezzo per lo streaming, per l'affitto, per la masterizzazione, singolo brano, solo l'intero album (niente singoli), ecc... ecc...A quel punto spetta alla discografica decidere cosa esattamente vogliono mettere in vendita e a quanto. Se ci fai caso la politica dei prezzi dipende dall'etichetta. Tutti i brani e gli artisti appartenenti ad una certa etichetta hanno lo stesso prezzo, salvo eccezioni... (notioramente un artista grosso può imporre quel che vuole lui alla disocografica, obbligandoli ad esempio a vendere solo l'album intero).Poi ogni shop ha i suoi margini che sceglie autonomamente e quindi non esiste un prezzo uniforme per la piattaforma OD2.Cmq ci sono esempi assurdi, come singoli venduti a prezzo pieno da album (cerca i Kraftwerk). Basta lasciarli lì o avvertirli dicendo "siete scemi?".Da me ricevono una mail ogni 10 giorni per segnalare bug, errori nel db o incongruenze! Passano un po' di giorni, ma rispondono e mettono a posto.Alla prossima gli devo segnalare che hanno messo doppi i Sigur Ros, presenti col primo album come Sigur Rós. Peraltro il primo album è convenientissimo: 7,92 euro.
  • Anonimo scrive:
    Re: vuoi capire?
    - Scritto da: Anonimo
    eccoti il significato entimologico:mi scuso.. etimologico
    ladro là|dro
    1a
    chi ruba, chi si appropria
    indebitamente di beni o patrimoni altrui
    ricorrendo all?inganno, alla frode o alla
    violenza: l. di gioielli, d?auto, una banda
    di ladri, alcuni ladri si sono introdotti
    nel mio appartamento | anche in funz. agg.:
    un inserviente l., una commessa ladra
    1b
    estens., chi si
    arricchisce indebitamente a danno di altri:
    quell?amministratore si è rivelato un
    l. | chi pretende compensi o impone prezzi
    eccessivi e sproporzionati: l?idraulico che
    abbiamo chiamato è un vero l.!, quel
    commerciante è un l.: ruba sul peso!
    | anche in funz. agg.: un politico l., un
    ristoratore l.
  • Anonimo scrive:
    vuoi capire?
    eccoti il significato entimologico:ladro là|dro1a chi ruba, chi si appropria indebitamente di beni o patrimoni altrui ricorrendo all?inganno, alla frode o alla violenza: l. di gioielli, d?auto, una banda di ladri, alcuni ladri si sono introdotti nel mio appartamento | anche in funz. agg.: un inserviente l., una commessa ladra1b estens., chi si arricchisce indebitamente a danno di altri: quell?amministratore si è rivelato un l. | chi pretende compensi o impone prezzi eccessivi e sproporzionati: l?idraulico che abbiamo chiamato è un vero l.!, quel commerciante è un l.: ruba sul peso! | anche in funz. agg.: un politico l., un ristoratore l.
  • Anonimo scrive:
    Marocchino
    Ecco la soluzione pareto-ottimale
  • Anonimo scrive:
    Assurdo, mp3 != cd
    L'mp3, per quanto rippato bene, non può costare quanto il brano su cd. Ci perde sempre e comunque qualcosa.Se poi ci metti che non c'è la copertina, i testi, che il supporto te lo devi pagare da solo... non ci siamo ancora, co sti prezzi...
Chiudi i commenti