Filtri antispam obbligatori in Australia

L'autorità locale per le TLC vara una controversa normativa contro i messaggi di posta non desiderati: sanzioni gigantesche per gli ISP che non forniscono filtri automatici antispam agli utenti


Canberra – Il governo australiano ha approvato un nuovo regolamento per le telecomunicazioni che obbliga i provider a gestire interamente i costi delle tecnologie antispam , pena durissime sanzioni amministrative.

La nuova legge, acclamata dai responsabili dell’ Autorità Australiana sulle Telecomunicazioni come “primo ed unico provvedimento di questo genere al mondo”, introduce l’obbligo dei filtri informatici per tutti i fornitori di accesso ad Internet.

Secondo le dichiarazioni di Bruce Matthews, direttore dell’Autorità competente, “gli utenti avranno il diritto di godere di un’opzione antispam”. Gli ISP che violeranno questo diritto potranno incappare in multe fino a 10 milioni di dollari australiani per violazione del diritto industriale.

Tuttavia, Matthews fa sapere che “le aziende verranno ovviamente richiamate numerose volte prima di essere multate”. Il nuovo regolamento avrà un impatto decisivo sugli oltre 700 ISP sparsi sul territorio dell’ex colonia britannica.

L’emergenza spam in Australia, che ogni anno congestiona le infrastrutture di comunicazione ed ha un peso economico abbastanza rilevante sugli utenti finali, è data soprattutto da “migliaia di spammer con base nei paesi in via di sviluppo”, fa notare Matthews.

L’Australia si allontana così dalla soluzione proposta dagli Stati Uniti, offerta dal cosiddetto CAN-SPAM Act e volta a sollevare una responsabilità penale non sugli ISP ma sugli spammer .

I provvedimenti italiani per contrastare lo spam, assai distanti dal criterio di tolleranza zero in vigore nei paesi anglofoni, sembrano fin qui avere poca efficacia che, secondo alcuni, si riconduce ai limiti nell’azione che possono intraprendere i provider interessati.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: Unique ID, Micro[$oft|ZOZZ] ha ragio
    ROTFL poi è veramente elegante. Mio zio ne allevava parecchi animali che facevano ROTFL.
  • Anonimo scrive:
    9 --
  • Anonimo scrive:
    Re: Unique ID, Micro[$oft|ZOZZ] ha ragio
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    Questo post è destinato a contenere tutte le

    sparate dei troll linari cantinari opensorciari

    pinguinari che nonostante le schiaccianti

    vittorie di microsoft in ogni settore dello

    scibile umano, sono sempre lì che rosicano e di

    conseguenza cedono ai più biechi istinti

    trolleschi.



    Avanti il prossimo.

    Salve, sono il prossimo linaro (che termine
    pessimo), scrivo da un pc con software
    opensource, linux in particolare e nonostante le
    schiaccianti minch...te di microsoft in ogni
    settore dell'imbecillita' umana non rosico e dico
    che stavolta MS ha ragione.

    porcapupazza ... come farai stavolta a dar torto
    ad un "linaro" ?2 possibilità: sei un linaro apostata, o un winaro che trolla 2 volte e fa il linaro (che termine stupendo ROTFL!)
  • Anonimo scrive:
    Re: brevetto no, ma privacy si
    basta parlare con un dipendente M$! nulla è sicuro, lì.
  • Anonimo scrive:
    Re: Brevettare il Numero di Serie?
    - Scritto da: awerellwv

    - Scritto da: Anonimo



    Brevettiamo il crash del computer ?

    il brevetto e' attibuibile solamente se alla
    teoria si appoggia anche un metodo effettivo.

    quasi quasi vado all'ufficio brevetti con una
    copia del virus blaster e brevetto il tutto...
    :D :D :Dbasta una copia di win :D
  • Anonimo scrive:
    Re: Unique ID, Micro[$oft|ZOZZ] ha ragio
    - Scritto da: Anonimo
    Questo post è destinato a contenere tutte le
    sparate dei troll linari cantinari opensorciari
    pinguinari che nonostante le schiaccianti
    vittorie di microsoft in ogni settore dello
    scibile umano, sono sempre lì che rosicano e di
    conseguenza cedono ai più biechi istinti
    trolleschi.

    Avanti il prossimo.Salve, sono il prossimo linaro (che termine pessimo), scrivo da un pc con software opensource, linux in particolare e nonostante le schiaccianti minch...te di microsoft in ogni settore dell'imbecillita' umana non rosico e dico che stavolta MS ha ragione.porcapupazza ... come farai stavolta a dar torto ad un "linaro" ?
  • Anonimo scrive:
    Re: Unique ID, Micro[$oft|ZOZZ] ha ragio
    basta campagne anti microfott, che billo se continuanon potra' piu permettersi la pizzata mensile
  • Anonimo scrive:
    Re: brevetto no, ma privacy si
    - Scritto da: Anonimo
    - Scritto da: Anonimo



    - Scritto da: Anonimo


    Guarda se te sapessi come sono gestiti i

    database


    delle informazioni personali dentro Microsoft


    staresti molto tranquillo perchè sono talmente


    blindati che solo una persona per ogni sede
    può


    richiedere i dati giustificandone l'uso e


    prendendosene la responsabilità per il tempo


    d'uso.



    E questo chi lo garantisce, un anonimo su PI?

    Mi chiedo se sei serio...

    Quoto e aggiungo: non esiste un database
    sufficientemente blindato.Quoto e basta, perchè fa figo.
  • Anonimo scrive:
    Unique ID, Micro[$oft|ZOZZ] ha ragione
    Questo post è destinato a contenere tutte le sparate dei troll linari cantinari opensorciari pinguinari che nonostante le schiaccianti vittorie di microsoft in ogni settore dello scibile umano, sono sempre lì che rosicano e di conseguenza cedono ai più biechi istinti trolleschi.Avanti il prossimo.
  • Anonimo scrive:
    Re: brevetto no, ma privacy si
    - Scritto da: Anonimo

    Microsoft [..]
    staresti molto tranquillo perchè sono talmente
    blindati [..]Bwahahhahhahhah (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
  • Anonimo scrive:
    Re: brevetto no, ma privacy si
    Sbagliato Microsoft è un mio cliente e conosco bene i loro sistemi
  • awerellwv scrive:
    Re: Brevettare il Numero di Serie?
    - Scritto da: Anonimo

    Brevettiamo il crash del computer ?il brevetto e' attibuibile solamente se alla teoria si appoggia anche un metodo effettivo. quasi quasi vado all'ufficio brevetti con una copia del virus blaster e brevetto il tutto... :D :D :D
  • Anonimo scrive:
    Re: Brevettare il Numero di Serie?
    - Scritto da: bowlingbpsl
    Certo che, con questa corsa ai brevetti, si
    raggiungono le vette dell'assurdo. Poi si vanno a
    chiedere royalty alla Ford (per esempio) perche'
    e' unn secolo (piu' o meno) che usa il numero di
    telaio nelle loro automobili.No perche' le automobili non sono software.
  • Anonimo scrive:
    Re: Brevettare il Numero di Serie?
    - Scritto da: bowlingbpsl
    Certo che, con questa corsa ai brevetti, si
    raggiungono le vette dell'assurdo. Poi si vanno a
    chiedere royalty alla Ford (per esempio) perche'
    e' unn secolo (piu' o meno) che usa il numero di
    telaio nelle loro automobili.Brevettiamo il crash del computer ?
  • bowlingbpsl scrive:
    Brevettare il Numero di Serie?
    Certo che, con questa corsa ai brevetti, si raggiungono le vette dell'assurdo. Poi si vanno a chiedere royalty alla Ford (per esempio) perche' e' unn secolo (piu' o meno) che usa il numero di telaio nelle loro automobili.
  • Anonimo scrive:
    Re: brevetto no, ma privacy si
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    Guarda se te sapessi come sono gestiti i
    database

    delle informazioni personali dentro Microsoft

    staresti molto tranquillo perchè sono talmente

    blindati che solo una persona per ogni sede può

    richiedere i dati giustificandone l'uso e

    prendendosene la responsabilità per il tempo

    d'uso.

    E questo chi lo garantisce, un anonimo su PI?
    Mi chiedo se sei serio...Quoto e aggiungo: non esiste un database sufficientemente blindato.
  • Anonimo scrive:
    Re: brevetto no, ma privacy si
    - Scritto da: Anonimo

    Guarda se te sapessi come sono gestiti i
    database

    delle informazioni personali dentro Microsoft

    staresti molto tranquillo

    Si forse c'e' da stare tranquilli, forse no,
    speriamo.

    Quindi fare i maligni su Microsoft solo perchè è

    odiata mi sempra quanto meno una presa di

    posizione politica e non corretta.

    Sei preventuo. Stai rispondendo ad un messaggio
    in cui non c'e' nessuna malignita' su Microsoft.
    No, è solo un programmatore sparagestionali .NET che ha speso un sacco di soldi per comprarsi la certificazione Microsoft.Quella di Maestro Click.....
  • Anonimo scrive:
    Re: brevetto no, ma privacy si
    - Scritto da: Anonimo
    Guarda se te sapessi come sono gestiti i database
    delle informazioni personali dentro Microsoft
    staresti molto tranquillo perchè sono talmente
    blindati che solo una persona per ogni sede può
    richiedere i dati giustificandone l'uso e
    prendendosene la responsabilità per il tempo
    d'uso.E questo chi lo garantisce, un anonimo su PI?Mi chiedo se sei serio...
  • Anonimo scrive:
    Re: brevetto no, ma privacy si

    Guarda se te sapessi come sono gestiti i database
    delle informazioni personali dentro Microsoft
    staresti molto tranquilloSi forse c'e' da stare tranquilli, forse no, speriamo.
    Quindi fare i maligni su Microsoft solo perchè è
    odiata mi sempra quanto meno una presa di
    posizione politica e non corretta.Sei preventuo. Stai rispondendo ad un messaggio in cui non c'e' nessuna malignita' su Microsoft.
  • Anonimo scrive:
    Re: brevetto no, ma privacy si
    Guarda se te sapessi come sono gestiti i database delle informazioni personali dentro Microsoft staresti molto tranquillo perchè sono talmente blindati che solo una persona per ogni sede può richiedere i dati giustificandone l'uso e prendendosene la responsabilità per il tempo d'uso.Per i fini statistici inoltre viene fornito solo un ID numerico che non è associabile dalpersonale alle persone reali. Nomi e ID sono anche su database differenti, quindi massima sicurezza.Quindi fare i maligni su Microsoft solo perchè è odiata mi sempra quanto meno una presa di posizione politica e non corretta.
  • Anonimo scrive:
    brevetto no, ma privacy si
    cdo
Chiudi i commenti