Firefox e H.264, Mozilla ci pensa

La foundation discute, la corporation spinge. Il codec proprietario potrebbe rientrare dalla finestra dopo essere uscito dalla porta. Per supportare chi gradisce Panda Rosso ma anche i brevetti di MPEG LA
La foundation discute, la corporation spinge. Il codec proprietario potrebbe rientrare dalla finestra dopo essere uscito dalla porta. Per supportare chi gradisce Panda Rosso ma anche i brevetti di MPEG LA

H.264 o non H.264, questo è il dilemma. Mozilla torna sulla questione dei codec per il tag video di HTML5, discutendo se sia il caso o meno di includere un qualche supporto interno di Firefox alla decodifica esterna di flussi video codificati con il formato “proprietario” gestito dall’industria dei contenuti tramite la MPEG Licensing Association (MPEG LA).

La foundation del panda rosso aveva inizialmente deciso di chiudere le porte ad H.264 a causa dei brevetti proprietari che potrebbero inficiare la natura “open” di Mozilla, adottando piuttosto WebM di Google come scelta unica per la video decodifica in salsa HTML5.

Ma ora c’è chi, dall’interno della corporation, guarda con favore l’inclusione del supporto ad H.264 e spinge affinché Gecko (il layout engine usato in Firefox e anche tutti gli altri progetti Mozilla) venga modificato al più presto per offrire un decoding audio/video accelerato via hardware.

L’idea è di limitarsi a modificare il tag video senza integrare alcun codec nel codice di Gecko, così da permettere la fruizione di contenuti H.264 su quelle piattaforme (Windows Vista, 7) e dispositivi (anche mobile) su cui sono installati i codec o l’hardware adeguati. La discussione è attualmente in corso.

Alfonso Maruccia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

14 03 2012
Link copiato negli appunti