Firefox prossimo alla maturità

Il browserino della Mozilla Foundation giunge alla versione 0.9, ultima tappa verso il raggiungimento di quella pietra miliare, la release 1.0, che ne sancirà la piena maturità. Le novità della nuova versione
Il browserino della Mozilla Foundation giunge alla versione 0.9, ultima tappa verso il raggiungimento di quella pietra miliare, la release 1.0, che ne sancirà la piena maturità. Le novità della nuova versione

Roma – A quattro mesi di distanza dal rilascio dell’ultima release , la Mozilla Foundation ha reso disponibile una nuova versione di Firefox, la 0.9, che dovrebbe ormai includere quasi tutto ciò che gli sviluppatori hanno pianificato di inserire nell’ormai vicina release “full featured”, la 1.0.

Il nuovo Firefox promette ancor più velocità, sicurezza e facilità d’uso, ma ciò che balza subito agli occhi degli utenti è il nuovo tema grafico, chiamato WinStripe, che va a sostituire il precedente Qute: rispetto alle icone della vecchia veste grafica, quelle nuove appaiono più sobrie e “piatte”. A quanto pare il motivo di questo cambiamento è da ricondurre ad alcuni contrasti fra il team di Mozilla e l’autore di Qute: quest’ultimo tema rimane comunque scaricabile da qui . Il look di WinStripe, che si basa sul tema Pinstripe utilizzato dalla versione di Firefox per Mac OS X, è ora unificato per tutte le piattaforme.

Il gestore di temi e quello di estensioni, che permettono di installare direttamente dal Web nuovi temi grafici e nuove funzionalità, sono stati ulteriormente migliorati e prevedono ora la possibilità di aggiornare gli add-on con un solo clic del mouse. Del tutto nuova la funzionalità SmartUpdate che, similmente al Windows Update di Microsoft, consente di scaricare e applicare in automatico gli aggiornamenti di Firefox.

Per agevolare la migrazione degli utenti da altri browser, gli sviluppatori hanno potenziato anche le funzionalità di importazione di favoriti, cronologia, impostazioni, cookies e password da Internet Explorer, Netscape, Mozilla e Opera. Tale funzionalità riveste una particolare importanza per un browser che, come Firefox, si rivolge anche e soprattutto agli utenti consumer.

La Mozilla Foundation fa poi notare come le dimensioni del setup di Firefox per Windows siano ora di circa 4,5 MB, dunque sensibilmente inferiori rispetto agli oltre 6 MB che caratterizzavano la release 0.8: questo è stato ottenuto sia eliminando alcuni vecchi retaggi di Mozilla, sia comprimendo il pacchetto d’installazione con il più efficiente algoritmo 7-zip .

Screenshot di Firefox 0.9

Fra le altre novità c’è un rinnovato sistema di help in linea, miglioramenti alla gestione dei preferiti e alla funzionalità di ricerca (ora in grado di cercare parole anche all’interno di un form), un più efficiente e personalizzabile pop-up blocker, l’aggiunta della voce “Copia immagine” nel menù contestuale, la possibilità di cancellare ogni singola voce dell’elenco di indirizzi della funzione Autocomplete e, limitatamente alla versione per Linux, un installer GTK2 e un’interfaccia più aderente ai temi e alle linee guida di GNOME. Proprio di recente Mozilla Foundation si è mostrata particolarmente interessata a fare di Firefox il browser predefinito di GNOME .

Anche in questa release sono stati corretti tutti i bug più recenti, buona parte dei quali sottoposti al vaglio degli sviluppatori grazie alla utility Talkback .

Firefox 0.9 può essere scaricato da qui per Windows, Linux, Mac OS X e altre piattaforme Unix. La versione in italiano, insieme al pacchetto di traduzione da applicare eventualmente alla versione inglese, è già disponibile sul sito Mozillaitalia.org .

Entro questa settimana, Mozilla Foundation prevede anche di rilasciare la versione stabile di Mozilla 1.7 e la versione 0.7 di Thunderbird, il client di e-mail stand-alone progettato per affiancare Firefox.

La versione 1.0 di Firefox dovrebbe essere rilasciata, salvo ritardi, a settembre. Rispetto all’attuale release le novità dovrebbero essere minime: in questi mesi, infatti, il team di sviluppo focalizzerà le proprie energie nel rivedere gli aspetti più importanti del browser, quali le opzioni per la sicurezza e la privacy, rifinire le localizzazioni e ultimare l’integrazione con GNOME.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

15 06 2004
Link copiato negli appunti