Firenze, 400 appartamenti ora hanno il telefono

Ci sono voluti molti mesi per i residenti di via Castelnuovo Tedesco per ottenere l'allaccio del telefono. Lo ha denunciato ADUC. Telecom Italia a Punto Informatico: non ci limitiamo a scusarci

Firenze – Ci sono voluti molti mesi ai residenti di un grosso condominio di via Castelnuovo Tedesco, a Firenze, per ottenere l’allaccio del telefono. Un problema denunciato dall’Associazione degli utenti e dei consumatori ADUC e che ha riguardato un complesso di 400 appartamenti.

La prima richiesta di allaccio, spiega ADUC, è stata avanzata nel febbraio del 2007. “Tutti senza telefono per mesi e mesi – accusa l’Associazione – nonostante gli impegni anche scritti di Telecom che sarebbe obbligata all’attivazione della linea base entro dieci giorni o, in caso di problemi tecnici, all’indicazione puntuale della data di risoluzione dei problemi come prevedono le Condizioni generali d’abbonamento. Solo all’inizio di marzo 2008 i telefoni hanno cominciato a squillare”.

Una situazione che, secondo ADUC, a Firenze si ripete. In più in questo caso, sostiene l’Associazione, “ad alcuni condomini, che avevano chiesto il trasloco, il servizio non è stato attivato perché nei mesi scorsi avevano smesso di pagare il canone”.

Telecom Italia, raggiunta da Punto Informatico , ha dichiarato di “volersi scusare con i propri clienti per il disagio arrecato”, spiegando a PI che quanto accaduto è dovuto ad un intervento che “ha richiesto un’elaborata pianificazione e implementazione dell’infrastruttura di rete”. Non solo, spiega l’azienda, Telecom come da Carta dei Servizi ha già “previsto il rimborso del canone di abbonamento per i mesi di mancato servizio a favore dei clienti che avevano richiesto il trasloco della linea telefonica continuando a corrispondere regolarmente il canone”.

Secondo ADUC le difficoltà negli allacci riguardano anche altre zone, sia semicentrali che in provincia. A detta dell’associazione, molti episodi non emergono anche perché chi subisce un disservizio spesso si muove soltanto dopo settimane in cui non ha avuto disponibilità del telefono.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Musikele scrive:
    Fender vs Gibson
    HEHEHE questa non la capirete mai a meno che non siate dei musicanti! Ebbene, io tifo fender perchè... è la chitarra più versatile del mondo, me ne sono innamorato a 17 anni quando ancora non sapevo cosa volevo suonare, e ora che neanche lo so, ci posso suonare di tutto e caccia tutti i suoni che voglio.TRANNE... il classico suono cattivo dell'hambucking... beh pazienza.. per fortuna non si vive di solo rock anni '90... La gibson è una grande chitarra ma tutti dicono la stessa cosa: pesante, sopravvalutata (costa troppo!), e ci puoi fare poco.. la les paul e la diavoletto non hanno manco il tremolo... non che io lo usi molto, però... fa sempre scena usarlo...Che c'è? vi aspettate di sapere se la mia fender monta linux o windows? heheheheeheheheANTICHI :p
    • olandese volante scrive:
      Re: Fender vs Gibson
      L'argomento è un poco OT, però divertente.Beh, il fatto è che la Gibson è superiore alla Fender nel reparto liuteria, che giustifica in parte il prezzo più elevato.Al livello di ergonomia pero, la Fender stravince, basta pensare al contour-body (per i non iniziati: le varie smussature applicate al corpo dello strumento, in modo che non ti ritrovi lo spigolo del corpo che ti taglia il fianco e/o l'avambraccio). Molti si trovano meglio anche sulla tastiera più bombata delle Fender.Per quanto riguarda la questione del peso: La Les Paul è pesante e si sà. La SG però non soffre di questo difetto.Esistono anche dei ponti tremolo che si possono applicare sulle Gibson, quindi se vuoi una Les Paul con tremolo, puoi.Nota: Usare il tremolo perchè "fa scena" è da metallari adolescenti, che farebbero bene a farsi una cura di un mese di Stevie Ray Vaughan, 10 brani al dì per via endovena prima di prendere di nuovo in mano lo strumento.Infine - è una questione di gusti, ammetto - mi piace molto di più il suono del classico pickup single coil della Fender. Un pò più rumoroso, ma il "twang" e la risposta alle armoniche sono da favola.Per chi preferisce il souno più grosso del humbucker, nessuno t'impedisce di (far) applicare un tale pickup sulla tua amata strato.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 14 marzo 2008 03.00-----------------------------------------------------------
      • toma scrive:
        Re: Fender vs Gibson
        secondo me la les paul non ha confronto con la strato (meglio parlare di modelli di chitarre, la tele è già molto meglio della strato, pur essendo fender...)e il manico della fender per me è inutilizzabile.. bombato e troppo stretto al capotasto... molto meglio la les paul o la sg... bello piatto e più largo... e il suono della strato è sempre quello.. nasale nasale nasale... pieno di ronzio... buuhhhh!poi è questione di gusti (io sto con Jimmy Page, Les Paul, Slash, Angus Young, Zakk Wilde, B.B King... ma anche Robert Fripp per chi sa chi è)
        • A. Rray scrive:
          Re: Fender vs Gibson

          e il suono della strato è sempre quello.. nasale
          nasale nasale... pieno di ronzio...
          buuhhhh!

          poi è questione di gusti (io sto con Jimmy Page,
          Les Paul, Slash, Angus Young, Zakk Wilde, B.B
          King... ma anche Robert Fripp per chi sa chi
          è)Io invece sto con Jimi Hendrix e Stevie Ray Vaughan, che già uno qualsiasi di questi due passa le bozze a tutti quelli da te citati messi insieme :P :DIl vero chitarrista virtuoso usa lo strumento al 100%, nel senso più completo armonico e strutturale, non nasconde la propria pochezza dietro ad un distorsore a palla o un rack di effetti alto 2 metri.Prova ad attaccare una chitarra ad un ampli valvolare, canale pulito nudo e crudo con un pò di reverbero, alza il volume finchè non distorce naturalmente, poi vedi quanti fantomatici chitarristi riescono a gestire il suono in quel modo, e suonare lo stesso da Dio.
          • AntSonc scrive:
            Re: Fender vs Gibson
            - Scritto da: A. Rray
            Il vero chitarrista virtuoso usa lo strumento al
            100%, nel senso più completo armonico e
            strutturale, non nasconde la propria pochezza
            dietro ad un distorsore a palla o un rack di
            effetti alto 2
            metri.

            Prova ad attaccare una chitarra ad un ampli
            valvolare, canale pulito nudo e crudo con un pò
            di reverbero, alza il volume finchè non distorce
            naturalmente, poi vedi quanti fantomatici
            chitarristi riescono a gestire il suono in quel
            modo, e suonare lo stesso da
            Dio.Fermo restando che l'importante è fare musica, la chitarra, l'ampli, gli effetti ecc. sono tutti *strumenti*. Ogni musicista (leggasi artista?) ha necessità dei propri strumenti per esprimere quello che ha dentro.L'importante è quello che riesci ad esprimere, con la composizione, con lo stile esecutivo, con la manipolazione del suono (anche post-produzione, perché no?) ecc.
          • A. Rray scrive:
            Re: Fender vs Gibson
            - Scritto da: AntSonc
            L'importante è quello che riesci ad esprimere,
            con la composizione, con lo stile esecutivo, con
            la manipolazione del suono (anche
            post-produzione, perché no?)
            ecc.Certamente, ma per quanto vuoi rielaborare, modificare, effettare, alla fine, all'ascolto, hai sempre quella sensazione di artificiale, non è come una registrazione live di un musicista che è padrone dello strumento in maniera completa, che sa cosa vuole e come farlo.
          • AntSonc scrive:
            Re: Fender vs Gibson
            - Scritto da: A. Rray
            - Scritto da: AntSonc


            L'importante è quello che riesci ad esprimere,

            con la composizione, con lo stile esecutivo, con

            la manipolazione del suono (anche

            post-produzione, perché no?)

            ecc.

            Certamente, ma per quanto vuoi rielaborare,
            modificare, effettare, alla fine, all'ascolto,
            hai sempre quella sensazione di artificiale, non
            è come una registrazione live di un musicista che
            è padrone dello strumento in maniera completa,
            che sa cosa vuole e come
            farlo.E ci mancherebbe! Ma sono sicuro che tu sei anche un fan di David Gilmour e non direi che è uno che va dritto dalla chitarra all'ampli ;^)
          • A. Rray scrive:
            Re: Fender vs Gibson
            - Scritto da: AntSonc
            E ci mancherebbe! Ma sono sicuro che tu sei anche
            un fan di David GilmourOvvio! :D
            e non direi che è uno che
            va dritto dalla chitarra all'ampli
            ;^)Ehh dai, è una mosca bianca :) Uno dei pochi che usa l'effetto davvero per aumentare la sua espressione e non per coprire carenze di esecuzione o di stile :)PS: Sapevo che me l'avresti portato come esempio :D
          • rotfl scrive:
            Re: Fender vs Gibson
            - Scritto da: A. Rray
            - Scritto da: AntSonc


            L'importante è quello che riesci ad esprimere,

            con la composizione, con lo stile esecutivo, con

            la manipolazione del suono (anche

            post-produzione, perché no?)

            ecc.

            Certamente, ma per quanto vuoi rielaborare,
            modificare, effettare, alla fine, all'ascolto,
            hai sempre quella sensazione di artificialeCioe' fammi capire, secondo te Angus Young (per dirne uno) sarebbe uno che "rielabora, modifica, effetta"?
          • rotfl scrive:
            Re: Fender vs Gibson
            - Scritto da: rotfl
            - Scritto da: A. Rray

            - Scritto da: AntSonc




            L'importante è quello che riesci ad esprimere,


            con la composizione, con lo stile esecutivo,
            con


            la manipolazione del suono (anche


            post-produzione, perché no?)


            ecc.



            Certamente, ma per quanto vuoi rielaborare,

            modificare, effettare, alla fine, all'ascolto,

            hai sempre quella sensazione di artificiale

            Cioe' fammi capire, secondo te Angus Young (per
            dirne uno) sarebbe uno che "rielabora, modifica,
            effetta"?Se c'e' uno che proprio non usa mai effetti e' proprio lui. :D
          • Gimi Paig scrive:
            Re: Fender vs Gibson
            - Scritto da: A. Rray

            e il suono della strato è sempre quello.. nasale

            nasale nasale... pieno di ronzio...

            buuhhhh!



            poi è questione di gusti (io sto con Jimmy Page,

            Les Paul, Slash, Angus Young, Zakk Wilde, B.B

            King... ma anche Robert Fripp per chi sa chi

            è)

            Io invece sto con Jimi Hendrix e Stevie Ray
            Vaughan, che già uno qualsiasi di questi due
            passa le bozze a tutti quelli da te citati messi
            insieme :P
            :DMah, lascia perdere... non basta prendere due nomi da una rivistella di musica per diventare esperti. Le Gibson sono semplicemente strumenti musicali più sofisticati e versatili delle Fender.Come già detto il manico della Strato è un manico di scopa, mentre quello di una qualsiasi Les Paul e derivati.Poi Gibson ha inventato pure piccoli gioielli come la Flying V, la Explorer, la RD e la Diavoletto, che non sono solo chitarre dalla cassa diversa, ma veri e propri concept.
            Il vero chitarrista virtuoso usa lo strumento al
            100%, nel senso più completo armonico e
            strutturale, non nasconde la propria pochezza
            dietro ad un distorsore a palla o un rack di
            effetti alto 2 metri.Vallo a dire al mio amico Devid Ghilmur. Se non sai suonare, si sente subito anche con un muro di marshall e un rack carico di effetti. Se sai suonare si sente bene anche con un muro di marshall e effetti. Anzi si sente meglio.
            Prova ad attaccare una chitarra ad un ampli
            valvolare, canale pulito nudo e crudo con un pò
            di reverbero, alza il volume finchè non distorce
            naturalmente, poi vedi quanti fantomatici
            chitarristi riescono a gestire il suono in quel
            modo, e suonare lo stesso da Dio.Tu non sai cosa è la musica e cosa vuol dire suonare. Cerca un mio vecchio disco (LZIII) e metti su "Since I've been loving you". Parto pulito, ma poi quando devo sparare carico la testata a palla e la chitarra letteralmente parla. Comunque le Gibson sono strumenti superiori e sono perfette sia clean che overdrived.
        • eaman1 scrive:
          Re: Fender vs Gibson
          Mai capiti questi flames: io sono felice possessore sia di una strato che di una LP...Basta che l'ampli sia a valvole :P(il che' detto da un informatico e tutto un dire!)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 15 marzo 2008 00.38-----------------------------------------------------------
      • AntSonc scrive:
        Re: Fender vs Gibson
        - Scritto da: olandese volante
        L'argomento è un poco OT, però divertente.

        Beh, il fatto è che la Gibson è superiore alla
        Fender nel reparto liuteria, che giustifica in
        parte il prezzo più
        elevato.Vero: mogano (tanto, a volte troppo) e acero invece che frassino o ontano, manico incollato invece che avvitato...
        Al livello di ergonomia pero, la Fender
        stravince, basta pensare al contour-body (per i
        non iniziati: le varie smussature applicate al
        corpo dello strumento, in modo che non ti ritrovi
        lo spigolo del corpo che ti taglia il fianco e/o
        l'avambraccio). Molti si trovano meglio anche
        sulla tastiera più bombata delle
        Fender.Parli della Strato, perché la Tele invece non ha nessuna smussatura e per di più è sbilanciata verso la paletta.Le tastiere bombate vanno bene per prendere gli accordi, ma rendo difficile abbassare l'action.Infine il double cutaway non è una comodità? E lo troviamo proprio sulle Gibson. Ma la mia non vuole essere una competizione tra i due marchi: ognuno scelga quello più adatto al proprio stile!
        Per quanto riguarda la questione del peso: La Les
        Paul è pesante e si sà. La SG però non soffre di
        questo
        difetto.Vero.
        Esistono anche dei ponti tremolo che si possono
        applicare sulle Gibson, quindi se vuoi una Les
        Paul con tremolo,
        puoi.
        Nota: Usare il tremolo perchè "fa scena" è da
        metallari adolescenti, che farebbero bene a farsi
        una cura di un mese di Stevie Ray Vaughan, 10
        brani al dì per via endovena prima di prendere di
        nuovo in mano lo
        strumento.Be', c'è chi compra le Strato per far scena, non generalizziamo, eh? ;^)
        • A. Rray scrive:
          Re: Fender vs Gibson
          - Scritto da: AntSonc
          Vero: mogano (tanto, a volte troppo) e acero
          invece che frassino o ontano, manico incollato
          invece che
          avvitato...Il manico incollato o avvitato non è un segno di qualità migliore, è una scelta di suono, altrimenti un chitarra fatta in un unico pezzo di legno sarebbe da questo punto di vista migliore della Gibson.
          Be', c'è chi compra le Strato per far scena, non
          generalizziamo, eh?
          ;^)C'è anche chi compra la Gibson perchè ce l'ha Angus Young o il proprio idolo :P Poi non sa suonare neanche 4 accordi in fila ;)
          • Qualcuno scrive:
            Re: Fender vs Gibson
            - Scritto da: A. Rray
            Il manico incollato o avvitato non è un segno di
            qualità migliore, è una scelta di suono,
            altrimenti un chitarra fatta in un unico pezzo di
            legno sarebbe da questo punto di vista migliore
            della
            Gibson.esistono, se non ricordo male si chiama "neck thru body" ed è un pezzo unico dalla paletta al ponte (o più spesso tre o cinque listelli affiancati), con le due ali che costituiscono il corpo incollate ai lati.Viene usata spesso per i bassi.
          • A. Rray scrive:
            Re: Fender vs Gibson
            Si, conosco questo tipo di soluzione :) ma, appunto, sono scelte strutturali/sonore, non è indice di buona o cattiva qualità
          • AntSonc scrive:
            Re: Fender vs Gibson
            - Scritto da: A. Rray
            Si, conosco questo tipo di soluzione :) ma,
            appunto, sono scelte strutturali/sonore, non è
            indice di buona o cattiva
            qualitàLa soluzione "manico avvitato" è più economica. Inoltre la presenza delle viti diminuisce il sustain -
            enfatizza l'attacco.Però come dici tu, sono scelte strutturali (usatissama da Music Man a Ibanez ecc.) e un attacco più pronto può andar bene per molti generi.
          • A. Rray scrive:
            Re: Fender vs Gibson
            - Scritto da: AntSonc
            Però come dici tu, sono scelte strutturali
            (usatissama da Music Man a Ibanez ecc.) e un
            attacco più pronto può andar bene per molti
            generi.Risulta molto comodo anche per la manutenzione, cambiare un manico avvitato si fa velocemente (e anche da soli, volendo), invece uno incollato, o peggio un "neck through body", ha bisogno di un liutatio specializzato (e bravo) e un sacco di soldi per il lavoro. (anche se non è un caso frequente, ma sui grandi numeri...)
    • HotEngine scrive:
      Re: Fender vs Gibson
      - Scritto da: Musikele
      TRANNE... il classico suono cattivo dell'hambucking... beh
      pazienza.. per fortuna non si vive di solo rock anni '90... Che dici? Ho installato un diMarzio superdistortion sulla mia Squire e va da DIO!!!
      • Guybrush scrive:
        Re: Fender vs Gibson
        - Scritto da: HotEngine
        - Scritto da: Musikele
        Che dici? Ho installato un diMarzio
        superdistortion sulla mia Squire e va da
        DIO!!!Azz... ci suoni in chiesa? Complimenti al parroco!Scusami, non ho resistito O)GT
    • DarkSchneider scrive:
      Re: Fender vs Gibson
      - Scritto da: Musikele
      HEHEHE questa non la capirete mai a meno che non
      siate dei musicanti!

      Ebbene, io tifo fender perchè... è la chitarra
      più versatile del mondo, me ne sono innamorato a
      17 anni quando ancora non sapevo cosa volevo
      suonare, e ora che neanche lo so, ci posso
      suonare di tutto e caccia tutti i suoni che
      voglio.
      TRANNE... il classico suono cattivo
      dell'hambucking... beh pazienza.. per fortuna non
      si vive di solo rock anni '90...


      La gibson è una grande chitarra ma tutti dicono
      la stessa cosa: pesante, sopravvalutata (costa
      troppo!), e ci puoi fare poco.. la les paul e la
      diavoletto non hanno manco il tremolo... non che
      io lo usi molto, però... fa sempre scena
      usarlo...

      Che c'è? vi aspettate di sapere se la mia fender
      monta linux o windows?
      heheheheehehehe

      ANTICHI :pQuoto! Anche io uso (usavo) fender con estrema soddisfazione! Non vi è genere che le sia precluso! Per qanto riguarda il suono cattivo... Beh puoi sempre montare un pick up un po' più aggressivo (quello vicino al ponte) tipo un Seymur Duncan, oppure gli associ un bel valvolare da 100W con finale doppio cono da 12" e ti passa la paura! (ti torna quando devi cambiare tutte le valvole) Con quello anche la chitarra di guitar hero riuscirebbe a distogere al punto giusto!
    • AntSonc scrive:
      Re: Fender vs Gibson
      Io ho avuto sia Gibson (Les Paul, Melody Maker) che Fender (Strato e Tele - quest'ultima OK per il country) e per il mio stile (Van Halen, Joe Satriani)... Be' non va bene nessuna delle due! :^) Più vicina forse la SG, dovrei provarla: più leggera e meno scura della LP, più potente delle Fender e anche più agile grazie alla tastiera piatta.La leva: così com'è sulle attuali fender non me ne faccio niente: o Floyd Rose o ponte fisso!Per quanto riguarda la diatriba tra humbucker e single coil Fender, introdurrei il terzo incomodo: il P90, poco considerato ma versatilissimo.Ad oggi ho venduto un sacco di strumenti di "marca" e mi trovo benissimo con una OLP tipo Axis e una Agile (simil Prs con 2 P90).http://www.myspace.com/antoniosoncina se volete ascoltare qualcosaP.S.: fa piacere trovare qualche collega "chitarraio" anche qui!
      • stuk scrive:
        Re: Fender vs Gibson
        - Scritto da: AntSonc
        Io ho avuto sia Gibson (Les Paul, Melody Maker)
        che Fender (Strato e Tele - quest'ultima OK per
        il country) e per il mio stile (Van Halen, Joe
        Satriani)... E andiamo con ibanez!!
        • AntSonc scrive:
          Re: Fender vs Gibson
          Uhm... ne ho avute un paio (rg 470, Jem 7dbk) e non ci vado pazzo. Per quel genere ci sono tante marche anche più valide: ESP, Music Man, Peavey, Carvin, Brian Moore.Se vogliamo risparmiare ci sono valide alternative: Epiphone, OLP, alcune Yamaha, ma anche i modelli più economici delle marche suddette.La qualità degli strumenti di concept americano ma assemblati in oriente è aumentata negli anni.
        • Gimi Paig scrive:
          Re: Fender vs Gibson
          - Scritto da: stuk
          - Scritto da: AntSonc

          Io ho avuto sia Gibson (Les Paul, Melody Maker)

          che Fender (Strato e Tele - quest'ultima OK per

          il country) e per il mio stile (Van Halen, Joe

          Satriani)...

          E andiamo con ibanez!!Mi ricordo uno showcase, due sul palco, una ibanez e una les paul in gara sui diversi assoli e basi. Per me non c'è stata storia la LP dominanva per bellezza, pienezza e profondità del suono 6-0 cappotto.
      • eaman1 scrive:
        Re: Fender vs Gibson
        Diavolo anche io voglio un legno coi P90:penso che provero' una di quelle Harmstrongsimil strato/SG, oppure una Studio P90 o simile...He, se la BFG non fosse cosi' inguardabile...
    • rockroll scrive:
      Re: Fender vs Gibson
      Anch'io tifavo e suonavo Fender (Jaguar e Stratocaster) ai tempi d'oro, e condivido quel che dici vs Gibson. Ma alcuni anni fa, volendo una Electric Guitar di servizio, da strapazzo, ho acquistato un marca giapponese sconosciuta, a nome "Sakura", praticamente una "Fender Like", per 200 mila lire (1997). Beh, non c'è niente che la Fender faccia di più o di meglio della Sakura.... ... sti caspiti di giappo...
    • A. Rray scrive:
      Re: Fender vs Gibson
      - Scritto da: Musikele
      Ebbene, io tifo fender Anche io! Hai mai sentito Little Wings suonata da Vaughan, è la chitarra che (per me) suona meglio al mondo (nelle giuste mani!)
      ci posso
      suonare di tutto e caccia tutti i suoni che
      voglio.
      TRANNE... il classico suono cattivo
      dell'hambucking... beh pazienza.. per fortuna non
      si vive di solo rock anni '90...Questo si risolve, basta mettere al ponte uno di quei pick tipo gli Hot Rails, che sono in pratica humbucking ma nello spazio di un single coil, e vai di potenza.
      La gibson è una grande chitarra ma tutti dicono
      la stessa cosa: pesante, sopravvalutata (costa
      troppo!), e ci puoi fare poco.. La Les Paul è legata al metal/hard rock, c'è poco da fare, se si prova a suonarla pulita è limitata e personalmente il suono mi risulta un pò "tappato"
      la les paul e la
      diavoletto non hanno manco il tremolo... non che
      io lo usi molto, però... fa sempre scena
      usarlo...Questione di stile, tanti ottimi chitarristi non l'hanno mai usata, o poco niente, per esempio Rory Gallagher (per chi lo conosce) e la sua mitica Strato scorticata :)
      • A. Rray scrive:
        Re: Fender vs Gibson
        - Scritto da: A. Rray
        Questo si risolve, basta mettere al ponte uno di
        quei pick tipo gli Hot Rails, che sono in pratica
        humbucking ma nello spazio di un single coil, e
        vai di
        potenza.Dimenticavo... Io per prendere due piccioni con una fava ho comprato (tipo 15 anni fa) una stupenda Blade RH4, pagata 1.800.000 lire, che unisce tutte le caratteristiche Fender ad un humbucking al ponte, elettronica attiva, meccaniche autobloccanti, e una combinazione di suoni praticamente illimitata. Me la invidiano diversi chitarristi anche molto bravi, mi hanno offerto più volte di acquistarla ad ottimi prezzi. Oltre ad avere una chitarra eccezionale è stato anche un investimento eheh
      • Stiv Giobs scrive:
        Re: Fender vs Gibson
        - Scritto da: A. Rray
        La Les Paul è legata al metal/hard rock, c'è poco
        da fare, se si prova a suonarla pulita è limitata
        e personalmente il suono mi risulta un pò
        "tappato"Questa è una bestemmia da ban! Lascia stare bimbo, non sai nenache di cosa parli.La Les Paul è *La* chitarra. Suonata clean ha uno spendido suono mellow, caldo e molto profondo, pieno di armonici.
      • eaman1 scrive:
        Re: Fender vs Gibson
        - Scritto da: A. Rray
        La Les Paul è legata al metal/hard rock, c'è poco
        da fare, se si prova a suonarla pulita è limitata
        e personalmente il suono mi risulta un pò
        "tappato"Suvvia non esageriamo...Capisco che il suono cristallino della strato abbia il suo fascino e la sua impronta, ma non mi dire che una LP buona che suona pulita o con un clean caldo/leggero overdrive sia un suono che lascia indifferenti...
    • Guido La Vespa scrive:
      Re: Fender vs Gibson
      Si ma sulla fender ci puoi mettere Vista?La Gibson è certificata....
    • rotfl scrive:
      Re: Fender vs Gibson
      - Scritto da: Musikele
      La gibson è una grande chitarra ma tutti dicono
      la stessa cosa: pesantePesante la diavoletto? Devi aver fumato pesante. E' una delle chitarre piu' leggere che esistano.
      sopravvalutata (costa
      troppo!), e ci puoi fare poco.. la les paul e la
      diavoletto non hanno manco il tremolo...Falso. Dipende dal modello. Sia la Les Paul sia la diavoletto ce l'hanno su alcuni modelli e non ce l'hanno su altri.
    • Stiv Giobs scrive:
      Re: Fender vs Gibson
      No way, le chitarre migliori sono le Gibson. Manico, tastiera e ponte sono di un'altra classe. Poi il doppio Humbucker al ponte da allo strumento un suono caldo e pieno che i frullatori fender non avranno mai. Tanto è vero che ormai tutte le chitarre hanno quel pick up al ponte.I migliori suonano Gibson da Page a VH a Slash. Gli sono soltanto old assholes come Blackmore o vecchi come Clapton.Fuori dalle flamewars, in realtà non significa niente. Dipende molto dal genere musicale, dal modo di suonare di ogni musicista e dall'ampli collegato. La chitarra non suona per te, sei tu a fare la musica.
    • Anonymous scrive:
      Re: Fender vs Gibson
      Sto giusto pensando di comprarmi una chitarra nuova, quella "vecchia" e' praticamente distrutta, e mi e' rimasta solo una chitarra classica, che pero' ha una pulizia del suono e un'acustica che proprio non riesco a separarmene (e ha 10 anni!!), una mitica Admira (chissa' se ne vendono ancora).Alla fine mi sa scegliero' una fender, vedremo :)
    • eaman1 scrive:
      Re: Fender vs Gibson
      - Scritto da: Musikele
      HEHEHE questa non la capirete mai a meno che non
      siate dei musicanti!
      La gibson è una grande chitarra ma tutti dicono
      la stessa cosa: pesante, sopravvalutata (costa
      troppo!), Pesante dipende se la prendi in legno massello o una delle nuove con le camere tonali.Oppure puoi prenderne una in mogano dell'ondurasoppure con del mogano decente e stagionato che non gronda umidita',oppure una alla "The Paul" che e' piu' sottile...Che poi non sia una LP... Ma sul fatto che pesa hai ragione.Sopravvalutata solo se sulla paletta c'e' scritto Gibson :P
      e ci puoi fare poco.. la les paul e la
      diavoletto non hanno manco il tremolo... non che
      io lo usi molto, però... fa sempre scena
      usarlo...Be' dipende sai, in certi casi fa scena anche il sustain e l'accordatura di un ponte fisso :P

      Che c'è? vi aspettate di sapere se la mia fender
      monta linux o windows?
      heheheheehehehe

      ANTICHI :pIo si: solo legni stravecchi :)
    • Eug Bus scrive:
      Re: Fender vs Gibson
      ma cacchio siete tutti chitarristi sbrodolassoli hardrockettari.come si puo pensare a trasformare in faida anche la musicavi piace una marca bene no sceltene altre ne esistono che manco riuscite a sognarvele e poi c'è la liuteria o l'autofabbricazione.non esistono solo lespol e fender non è tutto una dicotomia.e senza offesa i discorsi tizio suona su una fender stratocazzer ultragigauauauau allora la prendo anchio che suonerò come lui son un po' infantili.lo strumento è una parte minimale quella piu inutile(a parte in studio ma anche si puo ovviare alla grande).se sapete suonare potete comprare solo tendor o givson perchè ne ricaverete cose impossibili(parlo a livello di sound non di assoloni veloci e fini a se stessi)se non siete capaci anche col modello supermegayeah farete schifol'unica cosa è copiare un po' i vostri odiati e odianti(cordialmente) cugini bassisti e passare da uno strumento all'altro senza preconcetti e cambiare cambiare cambiare poi ve tenete una vostra che vi piace e tutto il resto, almeno scoprite le funzionabilità di altre marche ai piu sconosciute ma fantastiche come la dipinto, eko o altre...come disse uno di uno dei piu importanti gruppi italici fanc*lo qualsiasi tecnica quello che mi interessa è l'anima di chi suona e non la qualità dello strumentoscusate lo sfogo di un bassista che sta muovendo i primi passi nel mondo chitarristico con la sua creazione e con la salma di un catorcio anni 50
      • Drago84 scrive:
        Re: Fender vs Gibson
        IO DICO CHE VINCE LINUXAUHAUHAUHAHUAUHAUHAUHAUHAHUAUHAUHAUHAUHAHUAUH(PS SONO + DIVERTENTI LE LITI SU WIN VS LINUX SONO + APPASSIONANTI :D)
  • Luco, giudice di linea mancato scrive:
    Guitar Hero 3 per Commodore 64
    http://www.toniwestbrook.com/shredz64
    • kattle87 scrive:
      Re: Guitar Hero 3 per Commodore 64
      OMG c'è della gente pazza in giro... Davvero...E pensare che per windows le richieste di sistema sono esose :P certo magari la grafica è anche un po' più bellina... :P
  • Franco scrive:
    Ah che bel mondo!
    Apple che brevetta i movimenti delle dita su dispositivi multi-touch.Gente che brevetta la ruota,si avete capito bene!in australia un tizio ha brevettato un dispositivo a forma di ruota per il trasporto.In germania si brevettano i colori e in italia si brevetta il suono del motore della ducati.Dove andremo mai a finire....
    • CSOE scrive:
      Re: Ah che bel mondo!

      Dove andremo mai a finire....Domanda mal posta : dovresti congratularti per dove siamo arrivati invece.I brevetti ci hanno permesso di evolvere fino a oggi, da quando sono stati inventati hanno permesso uno sviluppo senza precedenti. E' grazie a loro se ci sono i PC, la rete, gli zip e gli mp3.Quando non c'era difesa della proprietà intellettuale nessuno investiva in nuove tecnologie perchè poi non sarebbero state redditizie.Un po' come vuol fare l'open source, pochi inventano senza guadagnarci, tutti copiano, e nessuno investe. Ops, c'è anche sfrutta e nasconde la tecnologia, indovia chi ?http://closedclub.wordpress.com/
      • Franco scrive:
        Re: Ah che bel mondo!
        - Scritto da: CSOE

        Dove andremo mai a finire....

        Domanda mal posta : dovresti congratularti per
        dove siamo arrivati
        invece.

        I brevetti ci hanno permesso di evolvere fino a
        oggi, da quando sono stati inventati hanno
        permesso uno sviluppo senza precedenti. E' grazie
        a loro se ci sono i PC, la rete, gli zip e gli
        mp3.

        Quando non c'era difesa della proprietà
        intellettuale nessuno investiva in nuove
        tecnologie perchè poi non sarebbero state
        redditizie.

        Un po' come vuol fare l'open source, pochi
        inventano senza guadagnarci, tutti copiano, e
        nessuno investe. Ops, c'è anche sfrutta e
        nasconde la tecnologia, indovia chi
        ?


        http://closedclub.wordpress.com/Giusta osservazione,grazie ;)Che i brevetti possano tutelare e proteggere l'inventore va anche bene.Ma quando si eccede,come in tutte le cose,si sbaglia.Questo è uno di quei casi
        • Matteo C. scrive:
          Re: Ah che bel mondo!
          Non per contestare, ma nella storia dell'uomo i brevetti sono arrivati in maniera relativamente recente.Sevi è stata una evoluzione è grazie al libero scambio di idee e massima libertà di divulgazione e utilizzo.Cosa sarebbe accaduto se avessero brevettato il codice civile, l'dea di uguaglianza o altri concetti alla base della nostra viviltà?
      • kattle87 scrive:
        Re: Ah che bel mondo!
        attento che hai usato un rosso brevettato nella tua icona...Se qualcuno te lo venisse davvero a dire tu come la prendi?(ovviamente critico le esagerazioni, i brevetti in genere non sono una cattiva idea a patto che non inizino a durare fino a 70 dalla morte dell'autore...)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 14 marzo 2008 00.59-----------------------------------------------------------
      • MircoM scrive:
        Re: Ah che bel mondo!
        dipende da cosa si brevetta.un prototipo? OKun teorema? ovviamente noun algoritmo? mah...una "tecnologia per simulare performance musicali"? eh? cioè... uno che fa un po di sano air guitar ascoltando un pezzo metallaro sta infrangendo un brevetto??bisogna fare attenzione a quali brevetti si rilasciano...
      • vrooom scrive:
        Re: Ah che bel mondo!
        Si, certo, se Von Neumann avesse brevettato l'idea che sta alla base di quasi tutti i calcolatori moderni vorrei proprio vedere dove saremmo andati a finire.
      • Homo Musicalis scrive:
        Re: Ah che bel mondo!
        - Scritto da: CSOE
        I brevetti ci hanno permesso di evolvere fino a
        oggi, da quando sono stati inventati hanno
        permesso uno sviluppo senza precedenti. E' grazie
        a loro se ci sono i PC, la rete, gli zip e gli
        mp3.

        Quando non c'era difesa della proprietà
        intellettuale nessuno investiva in nuove
        tecnologie perchè poi non sarebbero state
        redditizie.Galileo, Newton, Linneo, Darwin, Gay-Lussac, Avogadro, Copernico, Watt, Maxwell, Faraday...Tutta gente che i soldi (e la vita) li ha buttati nella ricerca senza curarsi più di tanto del ROI, del ROE e delle oscillazioni del emrcato obbligazionario....Ah, già. Scusa, dimenticavo.La vera evoluzione è il lettore mp3 col multitouch, non la pennicilina.;-)
      • rockroll scrive:
        Re: Ah che bel mondo!
        Ti prego, CSOE, non stare a difendere una posizione indifendibile, ti prendi solo delle mazzate. Se c'è una cavolata al mondo che più non si può sono proprio quelle palle al piede inbrigliatrici del progesso chiamate "brevetti". PS: non mi metto certo a leggere qualcosa ad un URL come quello da te proposto: ClosedClub... non so se mi spiego....
        • CSOE scrive:
          Re: Ah che bel mondo!

          Ti prego, CSOE, non stare a difendere una
          posizione indifendibile, ti prendi solo delle
          mazzate.Grazie dei consigli, ne farò tesoro.
      • Skywalker scrive:
        Re: Ah che bel mondo!
        - Scritto da: CSOE
        I brevetti ci hanno permesso di evolvere fino a
        oggi, Quindi fino al 1474 non ci siamo evoluti...
        da quando sono stati inventati hanno
        permesso uno sviluppo senza precedenti. E' grazie
        a loro se ci sono i PC, la rete, gli zip e gli
        mp3.Da quando sono stati inventati hanno permesso una CONDIVISIONE senza precedenti. PRIMA si usava il SEGRETO INDUSTRIALE e se l'azienda falliva o gli esperti morivano, i dettagli delle loro invenzioni si perdevano con loro.DOPO restavano, e 20 anni dopo diventavano piani di appoggio per ulteriori sviluppi.Inoltre, nella stesura che ha fatto fare i balzi di cui parli, per brevetto si intendeva qualcosa di INNOVATIVO che non fosse una MERA APPLICAZIONE TECNICA DI CONOSCIENZE GIA' NOTE. Mettere una molla sotto la sella della bicicletta per rendere per rendela più morbida NON è una invenzione: la molla esiste già e la sella pure! Una nuova molla più piccola e con le stesse proprietà elastiche e di carico QUELLA è una NUOVA cosa. E merita la protezione di un Brevetto."Premere tasti su una finta tastiera a ritmo di musica" NON è una innovazione. Al massimo è una nuova aggregazione di tecnologie ampiamente note. Non ci insegna nulla che non sapessimo già fare prima. Non merita certo 20 anni di Monopolio a vantaggio di un privato a spese pubbliche.

        Quando non c'era difesa della proprietà
        intellettuale nessuno investiva in nuove
        tecnologie perchè poi non sarebbero state
        redditizie.Dunque, il primo brevetto mai concesso è del 1474. Quello che conosciamo oggi (Brevetto Industriale) è del 1800: mi sembra che di invenzioni fino a quella data ce ne siano state in quantità... Anzi, molte aziende non hanno mai brevettato i loro ritrovati (es. Coca Cola) perché il "Segreto Industriale" non solo risultava migliore, ma oltretutto poteva persistere ben oltre i 20 anni concessi dal brevetto.Piantiamola con sta storia che "senza ritorni redditizi nessuno inventerebbe piu' nulla": venite in un qualunque laboratorio di ricerca, non solo italiano, e chiedete quanto guadagna chi quelle cose le inventa veramente e chiedetegli se il loro stipendio è proporzionale a quello che scoprono. E vedrete che la ricerca è 90% passione e curiosità: quando uno comincia a pensare al proprio benessere economico smette di fare il ricercatore e si mette a fare il manager o il venditore...Il ritorno economico unicamente SELEZIONA SU QUALI AREE DI RICERCA CI SI CONCENTRERA' A SCAPITO DI ALTRE. E' uno strumento di ALLOCAZIONE DELLE RISORSE FINITE, non uno di ricerca. E non è l'unico: l'INTERESSE MILITARE è un'altro e per molto tempo è stato di ben lungo prevalente sul mero ritorno economico.
        • BlueSky scrive:
          Re: Ah che bel mondo!
          - Scritto da: Skywalker
          "Premere tasti su una finta tastiera a ritmo di
          musica" NON è una innovazione. Al massimo è una
          nuova aggregazione di tecnologie ampiamente note.
          Non ci insegna nulla che non sapessimo già fare
          prima. Non merita certo 20 anni di Monopolio a
          vantaggio di un privato a spese
          pubbliche.Ottimo commento. Tra l'altro vorrei far notare come spesso negli USA si brevettano semplici idee, neanche realizzate o portate sul mercato. Questo permette storture inconcepibili per cui un'azienda che non crea nulla e non fa alcuna ricerca sfrutti il lavoro degli altri. Come il brevetto che copriva qualunque tecnologia che consentisse la scrittura dei cd rw come se fossero dei normali dischi in maniera trasparente. L'azienda che la brevettò non aveva mai implementato quella tecnologia nè aveva la ben che minima idea di come crearla, ma spuntò fuori qualche anno dopo quando qualcuno mise realmente sul mercato un prodotto che lo facesse.
        • Anonymous scrive:
          Re: Ah che bel mondo!
          clap clap clap clapnon avrei saputo dire di meglio
      • Akiro scrive:
        Re: Ah che bel mondo!

        I brevetti ci hanno permesso di evolvere fino a
        oggi, da quando sono stati inventati hanno
        permesso uno sviluppo senza precedenti. forse che una volta non si brevettava l'aria fritta?mi sa.
        Quando non c'era difesa della proprietà
        intellettuale nessuno investiva in nuove
        tecnologie perchè poi non sarebbero state
        redditizie.ho i miei dubbi
    • Marco V. Principato scrive:
      Re: Ah che bel mondo!
      - Scritto da: Franco...
      In germania si brevettano i colori e in italia si
      brevetta il suono del motore della
      ducati.Hai dimenticato l'Harley...:http://thekneeslider.com/archives/2007/11/21/harley-davidson-dynamic-exhaust-system-patent/Eh eh! La corsa al brevetto e' una sorta di ipoteca sul business, ormai... certo, questa delle chitarre mi pare un po' azzardata da parte di Gibson, se ci si pensa bene, ma l'America e' quel paese dove piu' di qualcuno, con questi "mezzucci", e' riuscito a tirar fuori cifre piene di zeri.SalutiMark
    • pincopallo scrive:
      Re: Ah che bel mondo!
      - Scritto da: Franco
      In germania si brevettano i colori e in italia si
      brevetta il suono del motore della
      ducati.Be' in usa il rombo della harley e' brevettato da mo'.Ma io mi chiedo piuttosto: Se ne sono accorti solo ora quelli della Gibson ? Cioe' GH e' in giro da un po', com'e' che non gli hanno notificato la violazione del copyright alla presentazione del gioco ?
      • Akiro scrive:
        Re: Ah che bel mondo!

        Ma io mi chiedo piuttosto: Se ne sono accorti
        solo ora quelli della Gibson ? Cioe' GH e' in
        giro da un po', com'e' che non gli hanno
        notificato la violazione del copyright alla
        presentazione del gioco
        ?perchè adesso han visto che rende bene8 )
    • Kwisatz Haderach scrive:
      Re: Ah che bel mondo!
      - Scritto da: Franco
      Apple che brevetta i movimenti delle dita su
      dispositivi
      multi-touch.
      Gente che brevetta la ruota,si avete capito
      bene!in australia un tizio ha brevettato un
      dispositivo a forma di ruota per il
      trasporto.
      In germania si brevettano i colori e in italia si
      brevetta il suono del motore della
      ducati.
      Dove andremo mai a finire....A brevettare il concetto di "caxxata" !!!Tra le trollate che girano tra i commenti di PI e le varie campagne elettorali, in un paio d'ore si raccoglierebbero abbastanza soldi con le royalty da far sembrare zio Bill uno straccione...
  • Real_Enneci scrive:
    Passate a Frets on Fire
    Guitar Hero è bello... frets on fire però mi piace di più.. meno grafica inutile e tanto Rock!
  • kattle87 scrive:
    Brevetti da Cowboy
    "Guitar Hero di Activision, progettato per consentire ai giocatori di premere alcuni pulsanti su finte chitarre a tempo con le note visualizzate sul video, violerebbe un brevetto di Gibson del 1999, nel quale la casa avrebbe depositato i dettagli di una tecnologia per simulare performance musicali."??? cioè ma siamo matti??? E se faccio un videogame per wii in cui bisogna pulire i pavimenti poi che arriva la Vileda e mi fa causa?
    • avocado_der _diablo scrive:
      Re: Brevetti da Cowboy
      - Scritto da: kattle87
      "Guitar Hero di Activision, progettato per
      consentire ai giocatori di premere alcuni
      pulsanti su finte chitarre a tempo con le note
      visualizzate sul video, violerebbe un brevetto di
      Gibson del 1999, nel quale la casa avrebbe
      depositato i dettagli di una tecnologia per
      simulare performance
      musicali."
      ??? cioè ma siamo matti??? E se faccio un
      videogame per wii in cui bisogna pulire i
      pavimenti poi che arriva la Vileda e mi fa
      causa?Lei ha elaborato e trascritto un pensiero con contenuti simili, ma diversi, da quelli riportati dall'articolo.Entro breve, riceverà visita dagli avvocati di Apple Inc., in quanto ha violato il brevetto relativo "Think Different"(R) e non ha versato la fee dovuta.avocado der diablo:-Ppaiura eh! :D
    • MircoM scrive:
      Re: Brevetti da Cowboy
      esatto!ecco cosa succede a concedere brevetti del menga!
Chiudi i commenti