FISH, penna USB in formato card

Un gruppo industriale ha svelato un nuovo formato di memorie flash che combina le caratteristiche di una memory card con quelle di una memoria USB. Il neo standard si dice in grado di sgominare la concorrenza

Broomfield (USA) – Una memoria flash in grado di combinare i vantaggi di una memory card con quelli di una tipica penna USB. E’ quanto promette FISH (Flash Internal Semiconductor Hard-drive) Memory, un dispositivo di memoria portatile in grado di comunicare attraverso una porta USB 2.0 e progettato per l’utilizzo in un’ampia gamma di device, dai PC ai computer palmari, dai telefoni cellulari alle fotocamere digitali.

Sviluppata e promossa da un nuovo gruppo industriale chiamato Universal Transportable Memory Association ( UTMA ), la tecnologia FISH promette numerosi vantaggi rispetto ad una penna USB tradizionale, fra cui un minor peso, dimensioni più compatte, una velocità di trasferimento dei dati più elevata e una maggiore capienza.

Una FISH Memory ha dimensioni effettivamente molto piccole per una memoria USB, pari a 33 x 12 x 4,7 mm, ma ne esiste anche una versione più piccola, chiamata “Baby”, che secondo UTMA può rivaleggiare con le memory card più compatte. Quest’ultima versione, più piccola del 25% rispetto ad una FISH Memory standard, verrà proposta in particolare sul mercato dei telefoni cellulari.

Le memorie FISH di prima generazione, che dovrebbero arrivare sul mercato verso la fine dell’anno, avranno una capacità massima di 2 GB, capacità che UTMA prevede di raddoppiare entro breve. Nel 2005 dovrebbero invece arrivare i primi modelli da 16 GB.

Questa nuova generazione di memorie flash USB ha una velocità di trasferimento dati di 60 MB/s (480 Mbit/s), dunque apparentemente limitata solo dalla banda passante del bus USB 2: tale velocità, se reale, potrebbe essere fino a sei volte superiore rispetto a quella fornita dai più diffusi standard di memory card oggi sul mercato.


Le FISH Memory sono dotate di un rivestimento in metallo che, secondo UTMA, le rende più resistenti a urti e forti pressioni, inoltre dispongono di una protezione opzionale da scrittura e del supporto alla cifratura dei dati.

UTMA afferma che lo standard da lei promosso è aperto e libero da royalty, una caratteristica essenziale per spingerne l’adozione su di un mercato dove la concorrenza è già fortissima. Fra i formati di memoria flash a cui FISH darà battaglia ci sono Compact Flash, SecureDigital, Smart Media, MultiMediaCard, Memory Stick e xD.

Maggiori dettagli sul nuovo formato FISH si possono trovare sul sito fishmemory.org .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • The FoX scrive:
    Re: [help] cpu a basso consumo x i deskt
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: The FoX
    Parlando di Linux, in un sistema minimale
    (tutto in ~100MB), puoi usare initrd(4). Se
    la root resta su un ramdisk, il disco serve
    solo per il boot. Ovviamente devi avereIo invece sono una zappa in Linux...Ma ho un conoscente che frequenta il LUG di Forlì...
    abbastanza RAM per farci stare tutta
    l'installazione più quella per il
    normale funzionamento (abbondante, non puoi
    usare lo swap), ma credo che ti possaQuanta?
    procurare vagonate di SDRAM a basso costo in
    qualche fiera. Ah, come fileserver,Non direi proprio.Anzi, ora la SDRAM nuova costa piu' della DDR!!!E usata si fatica molto a trovarla...
    ovviamente, non è molto indicato.
    Vedilo come un router/firewall
    autocostruito.E' esattamente cio' che vorrei fare.Con l'aggiunta del controllo remoto dei miei pc a casa dal lavoro con VNC.

    PS: l'alimentatore non conta? Ho letto

    recentemente che alimentatori recenti

    dovrebbero avere circuiti per il
    controllo

    dei consumi per limitare l'assorbimento
    in

    base alla corrente erogata al momento.

    Un normale alimentatore switching *dovrebbe*
    comportarsi così. Ma tieni conto che
    in elettro* sono una zappa.In alcuni alimentatori recenti ho notato la dicitura PFC Active (o Passive), e ho letto che ha a che fare col contenimento dei consumi.Poi, in elettro* sono una zappa anch'io... ;)
  • Anonimo scrive:
    Re: [help] cpu a basso consumo x i deskt
    - Scritto da: The FoX

    un'immagine di un ramdisk dal disco
    fisso,

    lo monti come root e spegni il disco.
    Come fai?
    Il pc poi non s'ink@22@?
    More info please!!!Parlando di Linux, in un sistema minimale (tutto in ~100MB), puoi usare initrd(4). Se la root resta su un ramdisk, il disco serve solo per il boot. Ovviamente devi avere abbastanza RAM per farci stare tutta l'installazione più quella per il normale funzionamento (abbondante, non puoi usare lo swap), ma credo che ti possa procurare vagonate di SDRAM a basso costo in qualche fiera. Ah, come fileserver, ovviamente, non è molto indicato. Vedilo come un router/firewall autocostruito.
    PS: l'alimentatore non conta? Ho letto
    recentemente che alimentatori recenti
    dovrebbero avere circuiti per il controllo
    dei consumi per limitare l'assorbimento in
    base alla corrente erogata al momento.Un normale alimentatore switching *dovrebbe* comportarsi così. Ma tieni conto che in elettro* sono una zappa.
  • Anonimo scrive:
    Re: fanless
    - Scritto da: Anonimo
    Siente sempre i soliti. Sono 2 anni che via
    ha rilasciato delle cpu fanless sulle
    piattaforme EPIA. Il resto... wowPI ne ha gia' parlato ...il "vecchio" arrivava a 600 Mhz senza ventolaquesto a 1 Ghz senza ventolanon per difendere PIma queso forum e' pieno di pappagalli
  • Anonimo scrive:
    Altra cosa!
    Voorei aggiungere una cosa: non mi importano le dimensioni, vorrei solo avere qualcosa che consma poco, anche grande come una atx normale, perchè i costi sono altini :| per i mini itx (a proposito, che cambia rispetto alle mini-atx? :o )
  • Anonimo scrive:
    Re: [help] cpu a basso consumo x i deskt
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo


    Più che per il p2p, mi serviva
    come

    server locale : file server, print
    server,

    router/firewall, ecc...

    Coi sistemi operativi che uso io, un PII
    underclockato fa tutto quello che ti serve.
    Ti pigli una vecchia scheda col 440bx, ci
    monti uno spataffio di RAM, fai caricare
    un'immagine di un ramdisk dal disco fisso,
    lo monti come root e spegni il disco.Un pII undercloccato?Non male come idea, forse potrei procurarmi un p3, ma cercavo una soluzione "non classica" :)Cmq non male come idea, grazie ;)pieggi(l'autore del post originale)
  • Anonimo scrive:
    Re: qui
    - Scritto da: pikappa

    - Scritto da: The FoX

    - Scritto da: Anonimo



    Chi ha idee?





    scusa , ma pigliare ua MB VIA con

    relativa


    CPU a bassi consumi e scheda video


    integrata?





    Come minimo dimezzi consumi.

    E dove si trovano?

    Dalle mie parti no di sicuro... :(
    Nei negozi è quasi impossibile, cmq
    io le ho viste qui:
    www.mini-itx.itGrazie pikappa!Forse troverò qualcosa! :)pieggi(l'autore del post originale)
  • pikappa scrive:
    qui
    - Scritto da: The FoX
    - Scritto da: Anonimo


    Chi ha idee?



    scusa , ma pigliare ua MB VIA con
    relativa

    CPU a bassi consumi e scheda video

    integrata?



    Come minimo dimezzi consumi.
    E dove si trovano?
    Dalle mie parti no di sicuro... :(Nei negozi è quasi impossibile, cmq io le ho viste qui:http://www.mini-itx.it
  • The FoX scrive:
    Re: [help] cpu a basso consumo x i desktop
    - Scritto da: Anonimo

    Chi ha idee?

    scusa , ma pigliare ua MB VIA con relativa
    CPU a bassi consumi e scheda video
    integrata?

    Come minimo dimezzi consumi.E dove si trovano?Dalle mie parti no di sicuro... :(
  • The FoX scrive:
    Re: [help] cpu a basso consumo x i deskt
    - Scritto da: Anonimo

    server locale : file server, print
    server,

    router/firewall, ecc...E' quello che vorrei fare anch'io non appena avro' l'adsl...
    Coi sistemi operativi che uso io, un PII
    underclockato fa tutto quello che ti serve.Celo.
    Ti pigli una vecchia scheda col 440bx, ciCelo.
    monti uno spataffio di RAM, fai caricareBastano 256MB?
    un'immagine di un ramdisk dal disco fisso,
    lo monti come root e spegni il disco.Come fai?Il pc poi non s'ink@22@?More info please!!!PS: l'alimentatore non conta? Ho letto recentemente che alimentatori recenti dovrebbero avere circuiti per il controllo dei consumi per limitare l'assorbimento in base alla corrente erogata al momento.
  • Anonimo scrive:
    Re: [help] cpu a basso consumo x i deskt
    - Scritto da: Anonimo
    Più che per il p2p, mi serviva come
    server locale : file server, print server,
    router/firewall, ecc...Coi sistemi operativi che uso io, un PII underclockato fa tutto quello che ti serve. Ti pigli una vecchia scheda col 440bx, ci monti uno spataffio di RAM, fai caricare un'immagine di un ramdisk dal disco fisso, lo monti come root e spegni il disco.
  • Anonimo scrive:
    Re: portatili
    ah no scusa non avevo letto "portatili"
  • Anonimo scrive:
    Re: portatili
    http://www.mini-itx.it/
  • Anonimo scrive:
    Re: Chip Fritz?
    - Scritto da: Anonimo
    "integra funzionalità di sicurezza
    che consentono alle applicazioni di
    accelerare le procedure di cifratura dei
    dati"

    Sara' un Fritz chip?no da quello che so utilizza un sistema in hardware per generare numeri casuali e roba del genere... niente a che vedere con polladium
  • Sandro kensan scrive:
    Re: Chip Fritz?
    - Scritto da: Anonimo
    Sara' un Fritz chip?Può darsi, comunque le comunicazioni cifrate fra cpu e il resto dell'hardware sono la base di palladium e questo uP sembra prontissimo alla nuova tecnologia.http://www.kensan.it/articoli/Palladium_%20la%20prima%20pietra%20e%27%20posata.htmlhttp://www.kensan.it/articoli/Palladium.html
  • Anonimo scrive:
    Re: [help] cpu a basso consumo x i desktop

    Chi ha idee?scusa , ma pigliare ua MB VIA con relativa CPU a bassi consumi e scheda video integrata?Come minimo dimezzi consumi.
  • Anonimo scrive:
    Re: CPU VIA...
    - Scritto da: Alessandrox
    Se non sbaglio VIA ha cominciato a produrre
    CPU da quando acquisi' la tecnologia CYrix
    giusto?Si ma le CPU fan-less non sono derivate certo dal Cyrix che bolliva.La VIA ha comprato anche la IDT, che produceva una CPU, il C6, nata dall'idea di un tecnico ex-IBM: un core x86 che scaldava poco perchè era un vero RISC e usava un die piccolissimo.La IDT ha fatto a suo tempo un clone Pentium, il C6 appunto, (ai tempi dei 200 MHz) in seguito è stata acquisita da VIA.Credo abbiano fuso i due progetti IDT e Cyrix in un progetto che ha portato prima al processore C3 e ora a questo.
  • Anonimo scrive:
    Re: [help] cpu a basso consumo x i desktop
    non hai molte alternative se non rivolgerti all'usato. un celeron 1000 non a pieno regime sta sulla ventina di watt e per un pc per p2p va più che bene.se vuoi ridurre i consumi devi prendere in considerazione anche il cambio della svga (che non è certo da meno rispetto alla cpu).
    • Anonimo scrive:
      Re: [help] cpu a basso consumo x i deskt
      - Scritto da: Anonimo
      non hai molte alternative se non rivolgerti
      all'usato. un celeron 1000 non a pieno
      regime sta sulla ventina di watt e per un pc
      per p2p va più che bene.
      se vuoi ridurre i consumi devi prendere in
      considerazione anche il cambio della svga
      (che non è certo da meno rispetto
      alla cpu).ok, "butto via" la scheda video (che lavora pochissimo, perchè metto sempre il monitor in standby, appunto perchè uso poco il pc, deve stare acceso)Più che per il p2p, mi serviva come server locale : file server, print server, router/firewall, ecc...Ho un athlon xp 2100+ e ati radeon 9000, ma ciuccia che è una meraviglia :o e tenerlo acceso 24h è un pò uno spreco (la cpu è mediamente usata al 2-3%), il collo di bottiglia sono i dischi rigidi.Ma non è possibile cmq portare una cpu "mobile" (per i portatili) su pc desktop? I piedini saranno sempre quelli più o meno, no? :)
  • Anonimo scrive:
    portatili
    Salve, qualcuno saprebbe indicarmi un produttore che venda in Italia linee di portatili o macchine custom, sempre protatili, basati su processori VIA a raffreddamento passivo?Grazie.
  • Anonimo scrive:
    Chip Fritz?
    "integra funzionalità di sicurezza che consentono alle applicazioni di accelerare le procedure di cifratura dei dati"Sara' un Fritz chip?
  • Anonimo scrive:
    fanless
    Siente sempre i soliti. Sono 2 anni che via ha rilasciato delle cpu fanless sulle piattaforme EPIA. Il resto... wow
  • Alessandrox scrive:
    CPU VIA...
    Se non sbaglio VIA ha cominciato a produrre CPU da quando acquisi' la tecnologia CYrix giusto?
Chiudi i commenti