Flash Player 10 alla seconda beta

Adobe ha recentemente rilasciato una seconda versione di test della prossima evoluzione del proprio plug-in Flash, la versione 10. Cospicuo l'incremento di performance sotto la piattaforma Mac OS X
Adobe ha recentemente rilasciato una seconda versione di test della prossima evoluzione del proprio plug-in Flash, la versione 10. Cospicuo l'incremento di performance sotto la piattaforma Mac OS X

San Jose (USA) – Il popolarissimo plug-in Flash di Adobe ha percorso un’altra importante tappa di quel percorso che, il prossimo autunno, lo porterà a raggiungere la versione 10. Negli scorsi giorni la società di Santa Clara ha infatti reso disponibile Flash Player 10 Beta 2 che include diversi miglioramenti alle performance e alle funzionalità suggeriti, in larga parte, dalla comunità di sviluppatori.

La nuova beta, che porta il numero di build 10.0.1.525, promette di di essere significativamente più agile e veloce rispetto alla prima, e questo soprattutto su Mac OS X, dove si parla di performance fino a tre volte superiori. Secondo Tinic Uro, un ingegnere Adobe, questo miglioramento va attribuito soprattutto al grande lavoro di ottimizzazione compiuto in questi mesi sul sistema di rendering dei font.

Alla versione Linux è invece stato aggiunto il supporto alla modalità WMode=transparent , che permette il rendering dei file SWF con effetti di trasparenza (funzionalità sfruttata soprattutto nei banner pubblicitari), e alle API Video4Linux v2 (V4L2) per la gestione delle webcam.

Le note di rilascio della Beta 2 sono disponibili qui .

Chiamato in codice Astro , Flash Player 10 porta in grembo novità tese soprattutto ad incrementare le possibilità di interazione con i contenuti del Web, ed in modo particolare quelli grafici. Ad esempio, il nuovo player introduce il supporto nativo agli effetti 3D per posizionare, ruotare e animare gli oggetti bidimensionali mantenendo al tempo stesso l’interattività. Oltre a ciò, è in grado di sfruttare l’accelerazione hardware delle GPU per velocizzare la trasformazione e l’animazione degli oggetti grafici 3D e l’applicazione di effetti di trasparenza: l’azienda afferma che questo sgrava la CPU dai compiti più pesanti, lasciando più risorse di calcolo a disposizione degli altri task (rendering 3D, intelligenza artificiale, business logic ecc.) e delle altre applicazioni.

Il nuovo Flash Player consente poi agli sviluppatori di creare filtri ed effetti personalizzati da utilizzare in combinazione a quelli predefiniti, e introduce un nuovo engine per il layout dei testi che offre maggiore controllo creativo sulle caratteristiche dei font, con funzioni quali anti-alias, rotazione, stili e supporto alle legature dei caratteri.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

06 07 2008
Link copiato negli appunti