Flat Libero@Sogno, gli utenti s'arrabbiano

Su Usenet e in redazione giungono decine di posting contro gli aumenti tariffari che impattano duramente su uno dei servizi flat a suo tempo più gettonati


Roma – Era nell’aria da qualche giorno e in queste ore sta arrivando a tutti gli utenti di Libero@Sogno, opzione di connettività semiflat, un’email che molti hanno accolto con toni molto forti. Un messaggio nel quale Wind-Infostrada annuncia per il 15 luglio una riduzione dell’orario di connessione coperto dal canone e un ritocco delle tariffe di connessione negli altri orari.

In pratica il nuovo regime tariffario prevede una navigazione senza oneri oltre al canone mensile solo tra le 21 e le 8 nei giorni feriali e dalle 16 nei giorni festivi, in precedenza interamente coperti dal canone. Nelle altre fasce orarie, gli utenti di Libero@Sogno, opzione da tempo non più sottoscrivibile , dovranno pagare 1,74 eurocent al minuto dalle 8 alle 18.30 e 0,92 eurocent dalle 18.30 alle 21 nei giorni feriali. Nei festivi si pagheranno 0,92 eurocent tra le 8 e le 16. Il tutto condito dallo scatto alla risposta di 6,20 centesimi.

I commenti sul cambiamento tariffario apparsi in queste ore su it.tlc.gestori.infostrada non lasciano spazi ai dubbi: gli utenti di Libero@Sogno non hanno preso bene le novità.

“W la Wind. Da me non becca più un euro – scrive un utente – per disdire sogno è sufficiente una telefonata. Per disdire infostrada una raccomandata. A voi la scelta”.

“È troppo facile fidelizzare i clienti – afferma un altro – e poi tirarli stangate del genere! Tanto vale che dicano esplicitamente che questa tariffa “flat” non gli conviene e la chiudano definitivamente!”

Altri hanno annunciato l’invio di dettagliate lettere a Wind-Infostrada.

“Sarò uno dei primi a disattivare l’opzione – scrive un utente – come Voi gentilmente suggerite, ma vi assicuro che potete scordarvi che io Vi regali soldi per pagarvi l’ADSL Libero Light o altre vostre proposte”.

Come già preannunciato, invece, sta per chiudere definitivamente la flat Internet NoStop anch’essa fornita da Wind prima dell’acquisizione di Infostrada.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    IN DIFESA DELL'ITALIANESE
    Ho sempre ammirato la chiarezza con la quale P.I. tratta gli argomenti. Debbo tuttavia constatare che in merito alla contorta richiesta di TIN.it di fare la guerra santa al cosiddetto spamming (vi avevo io stesso segnalato la cosa per aver ricevuto la contorta richiesta), avete deciso di usare un mix di informatichese e politichese. Ne deriva che non avete saputo (secondo me voluto) dare una vostra autorevole (le vostre lo sono sempre) opinione sul da farsi in merito a questa richiesta di giuramento antispammista (i giuramenti anti qualcosa non sono sempre quanto di meglio si possa trovare per conquistare gli altri alle proprie idee). Vi saluto.
    • Anonimo scrive:
      Re: IN DIFESA DELL'ITALIANESE
      - Scritto da: F.F.Conte
      Ho sempre ammirato la chiarezza con la quale
      P.I. tratta gli argomenti. Debbo tuttavia
      constatare che in merito alla contorta
      richiesta di TIN.it di fare la guerra santa
      al cosiddetto spamming (vi avevo io stesso
      segnalato la cosa per aver ricevuto la
      contorta richiesta), avete deciso di usare
      un mix di informatichese e politichese. Ne
      deriva che non avete saputo (secondo me
      voluto) dare una vostra autorevole (le
      vostre lo sono sempre) opinione sul da farsi
      in merito a questa richiesta di giuramento
      antispammista (i giuramenti anti qualcosa
      non sono sempre quanto di meglio si possa
      trovare per conquistare gli altri alle
      proprie idee). Vi saluto. Ciaodovro' spostare tutto in pi pro e controL'operazione di TIN arriva dopo tutto quello che sappiamo. Penso che il tempo ci dara' dei dati... Mi rendo conto dello scetticismo di tanti... :)Ciao!Lamberto
  • Anonimo scrive:
    ma che pretendete ?
    cosa pretendete da telecom aka tin.it : è il fiore all'occhiello della nostra nazione, in ambito telematico :)))))))
  • Anonimo scrive:
    Perchè ribadiscono 10 volte "LINEA TELEFONICA"?
    IO non capisco proprio...In quelle righe si nota palesemente che TIN non parla di "connessione" ad internet in quanto tale ma di "connessione telefonica tramite la quale".. secondo me leggendo alla lettera il contratto, sembra che non interessi gli utenti ADSL oppure di altri tipi di connessioni (non so.. linee dedicate o simili, wireless etc)Boh non la capisco questa cosa.
    • Anonimo scrive:
      Re: Perchè ribadiscono 10 volte
      perche' il maggior problema nella lotta allo spam è sulle dial , specie gratuite, dove non basta cancellare l'account (che può essere facilmente ricreato dallo spammer), ma occorre blacklistare il chiamante....
      • Anonimo scrive:
        Re: Perchè ribadiscono 10 volte
        - Scritto da: mm
        perche' il maggior problema nella lotta allo
        spam è sulle dial , specie gratuite, dove
        non basta cancellare l'account (che può
        essere facilmente ricreato dallo spammer),
        ma occorre blacklistare il chiamante....In realtà, in questo momento, sembrerebbe chetin abbia grossi problemi a gestire gli spammersu ADSL e per questo molti suoi blocchi IPper ADSL sono finiti in varie blacklistGGG
  • Anonimo scrive:
    Usenet e NewsGroup? al Call center non sanno nulla
    Sembra che Tin voglia sopprimere i servizi Usenete relativo server news:provate a chiedere all'assistenza tecnica Virgilio (assiste anche Tin Telecom)che avete problemi con i gruppi della gerarchia free o alt.binariesvi risponderanno che non è loro competenza!
    • Anonimo scrive:
      Re: Usenet e NewsGroup? al Call center non sanno nulla
      e infatti, non e` di loro competenza!
    • Anonimo scrive:
      Re: Usenet e NewsGroup? al Call center non sanno nulla
      Ai Call Center nessuno sa mai nulla, a prescindere dalla società che li usa.I Call Center servono solo a mettere a posto la coscienza (e a basso costo) di chi dovrebbe fornire un supporto clienti.Chi ai suoi clienti ci tiene non usa i Call Center.(BTW, per "Call Center" intendo quelli in cui rispondono incompetenti con cuffietta microfonata e che leggono bovinamente dal manuale che qualcun'altro ha scritto per loro)
      • Anonimo scrive:
        Re: Usenet e NewsGroup? al Call center non sanno n

        (BTW, per "Call Center" intendo quelli in
        cui rispondono incompetenti con cuffietta
        microfonata e che leggono bovinamente dal
        manuale che qualcun'altro ha scritto per
        loro)----

        Vorrei ringraziarti pubblicamente per aver offeso la dignita' di quanti, non trovando un lavoro migliore ( soprattutto al sud ), sono costretti a lavorare in condizioni precarie e con uno stipendio da fame, in un call center.Vorrei farti notare che non tutti sono, cito, incompetenti con cuffietta microfonata, e non tutti, ricito, leggono bovinamente dal manuale che qualcun'altro ha scritto per loro.La tua conoscenza sul mondo dei call-center e' veramente deplorevole, ma scommetto che tu hai il tuo bello stipendietto mensile che ti consente di comprarti il macchinone e magari hai dipendenti che tratti da skifo...Mi fai pena....
        • Anonimo scrive:
          Re: Usenet e NewsGroup? al Call center non sanno n
          - Scritto da: UnBovinoConLeKuffie
          ----

          Vorrei ringraziarti pubblicamente per
          aver offeso la dignita' di quanti, non
          trovando un lavoro migliore ( soprattutto al
          sud ), sono costretti a lavorare in
          condizioni precarie e con uno stipendio da
          fame, in un call center.Mah, offeso. Anche le mie esperienze con i call center riflettono l'immagine che ha tratteggiato il sig. John Doe.
          Vorrei farti notare che non tutti sono,
          cito, incompetenti con cuffietta
          microfonata, e non tutti, ricito, leggono
          bovinamente dal manuale che qualcun'altro ha
          scritto per loro.Meno male. Cio' non toglie che normalmente l'impressione che ne trae chi ci ha a che fare sia proprio quella.Un muro di gomma messo li' per non far rompere le scatole ai reali responsabili del servizio offerto e magari non corrisposto.
          La tua conoscenza sul mondo dei call-center
          e' veramente deplorevole, Mondo ? Quale mondo ? Perche' dovrebbe conoscere il "mondo dei call center". Che gli frega ?A me nulla. A me interessa che chi e' li' stipendiato non si incazzi e non mi sbatta il telefono in faccia quando non sa cosa rispondere perche' non ha la competenza necessaria per stare li. Ancora una volta, se sia colpa sua perche' e' un "bovino microfonato" o perche' il suo datore di lavoro non ha interesse ad istruirlo ma solo a sacrificarlo in pasto ad un cliente giustamente incacchiato perche' passa il tempo a chiamare un numero verde che non serve a nulla, non mi interessa piu' di tanto.Se non trovi altro lavoro e non vuoi morire di fame, fai pure questo di lavoro, ma non risentirti quando qualcuno ti etichetta come incompetente frangiflutti. Se lo sei, come spesso e', taci, ingoia e nel frattempo cerca un altro lavoro. Se non lo sei, sei l'eccezione alla norma. Buon per te, non hai motivo di sentirti offeso e magari puoi anche trovarti un lavoro migliore.
          ma scommetto che
          tu hai il tuo bello stipendietto mensile che
          ti consente di comprarti il macchinone e
          magari hai dipendenti che tratti da skifo...Beh, questo e' uno sfogo che ti lascio altrimenti non ti resta manco quello.
          Mi fai pena....Non sembra, a vedere quanto ti sei irritato.Ciao
        • Anonimo scrive:
          Re: Usenet e NewsGroup? al Call center non sanno n
          Quando una callcentrice bovinesca di telecom, ADDETTA ALL'ADSL, a cui chiedi come mai non hanno ancora staccato la loro stramaledetta portante, ti dice "come? cos'è la portante?"....... non le sputi in faccia solo xè sei al telefono.
      • Anonimo scrive:
        Re: Usenet e NewsGroup? al Call center non sanno nulla
        - Scritto da: John Doe
        Ai Call Center nessuno sa mai nulla, a
        prescindere dalla società che li usa.

        I Call Center servono solo a mettere a posto
        la coscienza (e a basso costo) di chi
        dovrebbe fornire un supporto clienti.I CC sono potenzialmente uno strumento utile in modo impressionante all'azienda.Ma molte azinede non si rendono conto della sua potenzialità
        Chi ai suoi clienti ci tiene non usa i Call
        Center.sicuro?
        • Anonimo scrive:
          Re: Usenet e NewsGroup? al Call center non sanno nulla
          - Scritto da: SiN

          I CC sono potenzialmente uno strumento utile
          in modo impressionante all'azienda.Il markettaro in azione ^__-
  • Anonimo scrive:
    E` un passo avanti importante, ma...
    Bisogna vedere se, all'interno dell'elefantesca struttura di Telecom le nuove regole varranno effettivamente per tutti. Mi spiego meglio, e` facile staccare la spina al "maschiotto" emulo di Rasmus Lino in una delle innumerevoli catene di Sant'Antonio o Multi Level Marketing. Vorrei vedere invece segate senza pieta` (anche se cio' causera` scompensi ai commerciali) le HDSL e le CDN che il "partner" Interbusiness da` a spammer professionisti, o peggio ancora ad aziende che tengono i server SMTP completamente aperti ed abusati.
    • Anonimo scrive:
      Re: E` un passo avanti importante, ma...
      Per esperienza diretta l'interbusiness ( che è di TI) se ne frega se uno ha l'SMTP aperto a tutti, pur ricevendo in cambio decine di migliaia di euro l'anno per la connettività.Loro non si muovano se non per soldi, ci sono troppi interessi in ballo.Per poter limitare o almeno controllare in parte il traffico generato da utenti tin.it, dovrebbero radicalmente cambiare metodo, ma non vogliono, preferiscono spendere soldi per pagare Vieri che per personale tecnico. Vedi cosa è successo a Virgilio qualche mese fa
Chiudi i commenti