Flat Libero@Sogno, gli utenti s'arrabbiano

Su Usenet e in redazione giungono decine di posting contro gli aumenti tariffari che impattano duramente su uno dei servizi flat a suo tempo più gettonati
Su Usenet e in redazione giungono decine di posting contro gli aumenti tariffari che impattano duramente su uno dei servizi flat a suo tempo più gettonati


Roma – Era nell’aria da qualche giorno e in queste ore sta arrivando a tutti gli utenti di Libero@Sogno, opzione di connettività semiflat, un’email che molti hanno accolto con toni molto forti. Un messaggio nel quale Wind-Infostrada annuncia per il 15 luglio una riduzione dell’orario di connessione coperto dal canone e un ritocco delle tariffe di connessione negli altri orari.

In pratica il nuovo regime tariffario prevede una navigazione senza oneri oltre al canone mensile solo tra le 21 e le 8 nei giorni feriali e dalle 16 nei giorni festivi, in precedenza interamente coperti dal canone. Nelle altre fasce orarie, gli utenti di Libero@Sogno, opzione da tempo non più sottoscrivibile , dovranno pagare 1,74 eurocent al minuto dalle 8 alle 18.30 e 0,92 eurocent dalle 18.30 alle 21 nei giorni feriali. Nei festivi si pagheranno 0,92 eurocent tra le 8 e le 16. Il tutto condito dallo scatto alla risposta di 6,20 centesimi.

I commenti sul cambiamento tariffario apparsi in queste ore su it.tlc.gestori.infostrada non lasciano spazi ai dubbi: gli utenti di Libero@Sogno non hanno preso bene le novità.

“W la Wind. Da me non becca più un euro – scrive un utente – per disdire sogno è sufficiente una telefonata. Per disdire infostrada una raccomandata. A voi la scelta”.

“È troppo facile fidelizzare i clienti – afferma un altro – e poi tirarli stangate del genere! Tanto vale che dicano esplicitamente che questa tariffa “flat” non gli conviene e la chiudano definitivamente!”

Altri hanno annunciato l’invio di dettagliate lettere a Wind-Infostrada.

“Sarò uno dei primi a disattivare l’opzione – scrive un utente – come Voi gentilmente suggerite, ma vi assicuro che potete scordarvi che io Vi regali soldi per pagarvi l’ADSL Libero Light o altre vostre proposte”.

Come già preannunciato, invece, sta per chiudere definitivamente la flat Internet NoStop anch’essa fornita da Wind prima dell’acquisizione di Infostrada.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

13 06 2002
Link copiato negli appunti