Flat Telecom, la protesta degli utenti

Il cambio di numero secondo moltissimi utenti non è stato comunicato per tempo. Ancora c'è chi scrive di non averne mai saputo nulla. Ad alcuni appaiono messaggi di avviso. Anti Digital Divide all'attacco
Il cambio di numero secondo moltissimi utenti non è stato comunicato per tempo. Ancora c'è chi scrive di non averne mai saputo nulla. Ad alcuni appaiono messaggi di avviso. Anti Digital Divide all'attacco


Roma – No, non tutti gli utenti che avevano applaudito la nascita della flat dial-up di Telecom ora gradiscono il cambio di numero di connessione deciso dall’incumbent sulla base delle decisioni del Garante TLC . Ne dà notizia l’associazione Anti Digital Divide che peraltro conferma quanto espresso da molti lettori di Punto Informatico sia sui forum che nelle email inviate in redazione.

Ad irritare molti utenti, in particolare, il fatto di non essere stati avvertiti tempestivamente della modifica, che in sostanza richiede dal primo marzo di passare al numero 702.0187187. Il numero precedente, 701.0187187, non è stato reso invalido: è infatti utilizzato per la tariffazione a consumo (Alice 1 cent). Secondo l’Associazione, la notizia del cambio “era stata relegata nella pagina del sito 187 in cui viene illustrata l’offerta Teleconomy internet, pagina piuttosto nascosta non raggiungibile direttamente dalla home page. Per quale motivo gli utenti che già utilizzano la flat dovrebbero rivisitare quella pagina?”

Gli utenti fanno poi esplicito riferimento alla normativa di settore, oltre al contratto di servizio che impone un’informativa tempestiva ed adeguata. Nel contratto si legge: “Telecom Italia Informa, con un preavviso non inferiore ad almeno 1 mese, il Cliente di ogni modifica delle condizioni contrattuali vigenti, mediante comunicazione scritta e/o idonea campagna informativa. In ogni caso il Cliente potrà ottenere informazioni dettagliate attraverso il Servizio Clienti”. Servizio Clienti che, come noto, da lungo tempo è fornito in rete proprio dal sito 187.it .

Secondo Anti Digital Divide, dunque, “i termini contrattuali sono stati palesemente non rispettati, quindi in caso di problemi ci si potrà rivalere su questo fatto”.

Va detto, comunque, che in queste ore ad un numero crescente di utenti della flat che si collegano col vecchio numero viene presentato un avviso che li avverte della novità, come testimoniano molti lettori di Punto Informatico. Un avviso sul quale però l’Associazione nutre dei dubbi: “Occorre verificare se il sistema che Telecom ha introdotto per informare del cambio di numerazione sia già operativo e funzioni a dovere o se è invece vittima di qualche strano bug che costerà centinaia di euro agli utenti”. La sensazione degli utenti è che “l’avviso (…) NON funzioni, con il rischio quindi che migliaia di utenti non a conoscenza del cambio di numero si ritrovino in bollette cifre astronomiche”.

A rendere le cose più difficili per gli utenti, secondo l’Associazione, anche il fatto che, come accennato, il numero telefonico pre-esistente continuerà a funzionare con tariffazioni del tutto diverse . Una situazione potenzialmente esplosiva, viene detto, perché molti di coloro che hanno attivato Teleconomy Internet conoscono lo stato dell’attivazione con certezza solo quando viene loro recapitata la bolletta telefonica: la conferma dell’attivazione da parte di Telecom non verrebbe infatti offerta con sufficiente chiarezza e con sicurezza delle date dalle quali la flat è attiva.

“Anti Digital Divide – si legge in una nota diffusa dall’Associazione – esorta Telecom Italia a prendere immediati provvedimenti per risolvere il problema, in modo che gli utenti non subiscano alcun danno come conseguenza degli sbagli di Telecom, in caso contrario possiamo anticipare che sarà inoltrata una denuncia all’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni”.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

01 03 2006
Link copiato negli appunti