Florida, nasce il crack'n'phish

L'ultima novità è il cracking di siti di banche e il re-indirizzamento del traffico degli utenti su spazi web fasulli, creati ad hoc per rubare dati. A Milano chiesto il rito immediato per i due arrestati a gennaio


Miami (USA) – Capital City Bank, Wakulla Bank e Premier Bank sono i nomi di tre banche che entrano a pieno titolo nella nera storia del phishing : per la prima volta gli autori di una truffa ai danni degli utenti di web banking, sono riusciti nell’intento craccando i siti bancari . Una volta dentro hanno re-diretto gli utenti verso siti fasulli, dove questi hanno inconsapevolmente lasciato i propri dati, aprendo così la via alla sottrazione di denaro.

Questo nuovo episodio, riportato inizialmente da un blog americano, sta sollevando com’è comprensibile grande attenzione e viene vissuto come una dimostrazione dell’ escalation nel mondo delle truffe web.

La cronaca riferisce che i criminali sono riusciti ad accedere ai due server che gestiscono i siti dei tre istituti di credito e che sono ospitati da un service provider locale, ElectroNet : una volta “dentro” non è stato difficile portare la URL ufficiale dei tre siti su spazi web che in tutto e per tutto assomigliavano alle home page ufficiali delle banche. “Questo nuovo scam – riporta il blog – è come il phishing ma senza il passaggio intermedio dell’email”. L’unico aspetto “positivo”, per così dire, di questa azione è il fatto che l’ISP coinvolto ha potuto accorgersi rapidamente del problema ed agire: pare che il re-direct sia andato avanti per circa un’ora .

Secondo Bob Breeden, cybercop del Dipartimento di polizia della Florida, questa è la prima volta che i phisher ricorrono ad un’azione del genere: “Hanno creato un modo per distruggere la sicurezza che dava il digitare l’indirizzo web della propria banca. Ora dobbiamo occuparcene e spiegarlo alla gente”.

La facilità con cui l’azione compiuta in Florida può tradursi in ammanchi a ripetizione sui conti degli utenti, ricorda da vicino quanto sta succedendo anche ad utenti italiani a causa della diffusione di worm che fanno spoofing dell’utente su siti fraudolenti . Come racconta Anti-Phishing Italia , “quando digitiamo il nome di un dominio nel nostro browser, il protocollo IP interroga il DNS per conoscere il corrispondente indirizzo IP; ma prima di far questo controlla il file HOSTS per verificare la presenza di tale indirizzo: se è presente, si collega automaticamente. A sfruttare questa vulnerabilità per rubare i numeri dei conti correnti on-line ci ha pensato il worm PWS-Banker.y e le sue varianti, prendendo di mira importanti servizi di home banking tra cui Banca Intesa, Banca Lombarda, Csebanking, BYBank di BancaAntonveneta, Credito Cooperativo e Banca Sella”.

Proprio su una ampia truffa condotta ai danni degli utenti italiani si sta muovendo la Procura di Milano che nelle scorse ore ha chiesto il giudizio con rito immediato per i due cittadini dell’est europeo che gli inquirenti ritengono parte di una delle maggiori organizzazioni internazionali dedite al phishing e che sono stati arrestati lo scorso gennaio .

Gli inquirenti ritengono che i due siano parte di una imponente organizzazione internazionale specializzata nelle truffe online. Un gruppo che aveva sviluppato una rete di società fittizie con cui ha cercato, talvolta riuscendoci, di raggirare utenti e utilizzarli come “financial manager”: intestatari di conti correnti bancari che “prestano” il proprio conto per far transitare denaro che in molti casi non sanno essere frutto di frodi. Una tipologia di truffa già descritta nei dettagli da Punto Informatico e che sta conoscendo una notevole diffusione, spesso alimentata da trojan e keylogger realizzati ad hoc.

Gli arresti realizzati dal Gruppo Repressione Frodi della Guardia di Finanza di Milano si legano proprio a questa attività: dallo scorso dicembre i due erano infatti giunti in Italia, sostengono gli inquirenti, per aprire una serie di conti bancari e rastrellare i soldi derivanti dalla truffa. Denari che sarebbero poi stati trasportati fisicamente all’estero.

L’organizzazione scoperta dalle Fiamme Gialle, commentano ora gli esperti che hanno seguito il caso interpellati da Punto Informatico, indica anche i termini di una ulteriore evoluzione del phishing .

Una possibile soluzione contro le frodi bancarie che ne derivano sono le cosiddette One Time Password , o OTP, ossia quegli strumenti che cambiano password ad ogni transazione, magari a tempo e senza dare la possibilità all’utente di conoscere le password successive. Ci sono paesi, come l’Olanda, dove sono già molto diffusi.

Altra cosa che viene sottolineata è la necessità della collaborazione degli utenti. Se in Italia, come in molti altri paesi, sono attivi team delle forze dell’ordine dedicati a reprimere questo genere di truffe, ed è inutile quindi bombardarli di segnalazioni, l’utente può comunque segnalare, ad esempio a Netcraft , i siti sospetti con cui entra in contatto. Quella società, come ormai alcuni altri operatori web, mette a disposizione una Anti-Phishing Toolbar che può essere utilizzata anche dai meno esperti per evitare sorprese.

L’operazione di Milano è in sé una cosa rara, se si considera che il nostro paese è perlopiù una “sponda” per il riciclaggio delle cifre frodate, truffe per le quali gli autori possono attendersi condanne anche fino a tre anni di reclusione . Sono gli Stati Uniti, anche per il 2006, a conservare la “palma” di paese dal quale provengono la maggior parte di queste truffe: secondo i dati dell’ Anti Phishing Working Group (APWG) riferiti a gennaio 2006, infatti, una parte consistente dei 17.877 diversi tentativi di truffa è originata proprio dagli USA.

Di interesse in questo senso che l’operazione del Gruppo Repressione Frodi abbia portato tra il maggio 2005 ed oggi alla chiusura della bellezza di 10mila siti e più che erano stati realizzati dai phisher per “dirottare” il traffico web delle proprie vittime. La questione non è secondaria: la “sopravvivenza” di quei siti nei giorni in cui viene spammata l’email truffaldina è decisiva per la riuscita della truffa stessa. Oggi mediamente, spiega APWG, un sito del genere rimane attivo per 5 giorni.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: Metti una dittatura a cena
    ma che dici...studiala poi ne riparli il nazismo era la parte opposta..come fascisti e comunisti
  • Anonimo scrive:
    c'è altro da aggiungere?
    Nonostante il ministro degli interni Charles Clarke garantisca l'integrità totale e la sicurezza del database biometrico nazionale, il segretario di No2ID Phil Booth è convinto che "il problema non è mai stato il documento in sé, quanto esattamente il database".
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma perchè???
    - Scritto da: castigo
    "libertà civili"Purtroppo questo è un concetto che non tuttipossono capire. Ma quando non potrannofar nulla senza permesso saranno i primia lamentarsi, te lo assicuro.
    • castigo scrive:
      Re: Ma perchè???
      - Scritto da: Anonimo
      - Scritto da: castigo

      "libertà civili"

      Purtroppo questo è un concetto che non tutti
      possono capire. Ma quando non potranno
      far nulla senza permesso saranno i primi
      a lamentarsi, te lo assicuro.già.... peccato che allora sarà tardi.....
  • castigo scrive:
    Re: Ma perchè???
    - Scritto da: Anonimo
    fai viaggi all'estero dieci volte l'anno?Sono
    tutti registrati in un computer e basta fare il
    tuo nome o un random qualsiasi per avere altri
    tuoi dati identificativi e anche le ore in cui ti
    rechi al fast food.
    La tua denuncia dei redditi rileva zero guadagni
    o non la fai per niente?le tue opinioni politiche non sono "allineate" o sei attivista di un partito dell'opposizione??
    Sei fregato (per fortuna) dovrai spiegare bene
    dove prendi il denaro.sei fregato (per sfortuna) dovrai spiegare per bene perchè la pensi così
    Se poi fai dieci viaggi di lavoro e non denunci
    nulla è meglio che metti vaselina nel forum.se poi ti appelli alle tue "libertà civili" è meglio che metti la vaselina nel forum.... ma tanta eh.....
    Questo è solo un esempio semplice semplice.anche questo è solo un esempio semplice semplice....
  • Anonimo scrive:
    Re: un furto biometrico è per sempre

    questa volta ti lascio il beneficio del dubbio,e aggiungo che questo dubbio non ti deve far dubitare anche dei possibili abusi di questa identificazione univoca dell'individuo con la sua retina, perché alla fine il succo del discorso è questo: alla fine ciò che conta non è la retina ma l'immagine della retina nel database. Di questa immagine è sicuramente possibile abusare, non attraverso i sistemi di riconoscimento ottico, ma attraverso i sistemi informatici, agendo COME SE il riconoscimento ottico (emulando non l'occhio ma il riconoscimento ottico dell'occhio) sia avvenuto anche quando nella realtà non sia avvenuto. Basta un solo possibile caso di abuso per motivare l'abrogazione di questa legge (non per impedire l'uso di questa tecnologia ma per evitare che essa sia obbligatoria per tutti e diventi la prassi normale di identificazione) Per me questi sono dubbi, non certezze, ma se ho scritto fin qui è perchhé mi danno un po' fastidio le certezze che fanno ridere dei dubbi degli altri
  • Anonimo scrive:
    Re: un furto biometrico è per sempre
    - Scritto da: Anonimo

    non hai altro da dire vero?

    la macchina che riesce a fare la scansione

    dell'ìiride è la stessa che può crearne unao

    falso, parlo di quantità di informazioni

    necessarie, non parlo dell'iride reale. E' ovvio

    che l'iride reale non è uguale a quello fino ma

    quello finto avrà le informazioni sufficienti

    perché sa quali sono le informazioni che servono

    alla macchina, cominci lentamente a capire? ;-)
    a me sembra che sia tu che non capisci.
    Si scopre che l'occhio ti Tizio emette 3
    lunghezze d'onda in 3 posizioni quando colpito
    dal raggio infrasso.
    Sai che le onde sono ad esempio
    30nanometri la prima, 40 la seconda, 15 la terza.
    Perfetto. Ora inventami una cosa che proietti
    queste 3 onde quando colpite dal raggio
    infrarosso del lettore, e che sia piccolo come
    una lente a contatto.
    Scoprirai che con tutti i dati possibili non ci
    si riesce.
    Avere tutti i dati non permette necessariamente
    di costruire la medesima cosa.
    Inoltre tu non puoi emulare. l'occhio ha un certo
    spessore interno tra la superficie e l'iride.
    Come lo emuli con una lente che è sottile?
    Ci vorranno 50 anni prima di riuscire a fare una
    cosa simili.
    L'unica è il trapianto d'occhioallora forse sbaglio ma io non ho mai detto che si falsifica un occhio partendo dall'occhio ma partendo dall'immagine biometrica già bell'e fatta. Faccio l'esempio delle impronte digitali... Credi che la biometria delle impronte digitali vada a scandagliare le cellule? No basta la gelatina e i sistemi biometrici sono ingannati. Io ipotizzo che sulla base dei dati biometrici sia anche possibile perfezionare su una superficie adeguata una emulazione sufficientemente precisa dell'occhio, comunque a quanto sembra la falsificazione della retina è già possibile (non ho ancora letto nulla) Per questa volta ti lascio il beneficio del dubbio, su questo potresti anche aver ragione, (al momento non ci metterei la mano sul fuoco!) ps:per essere uno scienziato mi sembri un tantino scettico sulle reali potenzialità della scienza Leggiti Tipler, ti darà una sferzata di ottimismo!
  • Anonimo scrive:
    Re: mi fate ridere
    - Scritto da: Anonimo
    Non eri tu quello di "ogni cosa a

    suo tempo"? Quando ci sarà il database mondiale

    allora ne riparleremo

    quando sarà possibiletecnologicamente è già possibile, ma non è auspicabile che lo diventi politicamente (a parte che solo un branco di bovini può seguire i dettami di una politica del genere e non credo che si arriverà mai al grande fratello, la mia paura è che però che prima qualcuno venga "sacrificato" e che solo dopo molti errori si capirà quali abusi sono possibili. Poi, dopo tanti sacrifici, si cambierà . Ma che volete, solo lo sperimentalismo è scientifico. Solo le cavie sono scientifiche. Ma le cavie non sono gli altri, perché gli altri siamo noi, come cantava Tozzi.
  • Anonimo scrive:
    Re: mi fate ridere
    - Scritto da: Anonimo

    in quell'articolo si spiega molto bene (dimostra

    il contrario) uno degli argomenti contro la
    carta

    d'identità biometrica, ammesso e non concesso
    che

    sia risibile restano in piedi gli altri, quelli

    solo nostri del forum a quanto ne so, a cui NON

    sai rispondere che ripetendo pateticamente

    "fantascienza" mentre non lo è. La fantascienza
    è

    la tua che credi di poter di mettere tutti i

    cittadini del mondo in un database percorrendo

    qui (ma non nel resto del mondo) la strada

    fumettistica dell'uomo identico alla sua

    immagine.

    Per l'articolo di apogeonline hai letto questo?:

    "Sarebbe teoricamente possibile garantire questa

    catena raccogliendo dati biometrici sin dalla

    nascita (per esempio col DNA o le impronte

    digitali): cosa forse fattibile nei paesi

    tecnologicamente sviluppati, ma impensabile nel

    resto del mondo. L'implementazione richiederebbe

    comunque decine di anni, perché l'identità di

    tutti i cittadini nazionali nati prima
    dell'avvio

    della raccolta biometrica e di tutti coloro che

    provengono da paesi non biometrizzati

    continuerebbe ad essere garantita soltanto con

    metodi "tradizionali". Altro che soluzione
    rapida

    al terrorismo."

    Traduco: Noi saremo inutilmente identificabili e

    passibili di abusi, quelli per cui è stata fatta

    la legge no. Non eri tu quello di "ogni cosa a

    suo tempo"? Quando ci sarà il database mondiale

    allora ne riparleremo

    non capisco, è normale che un cambiamento
    richieda tempo. Tu cosa suggerisci allora?
    Rimandare all'anno del mai e mese del poi?
    qualsiasi operazione richiede una data di
    partenza ed una di fine.
    Poi ripeto, l'articolo è un ragionamento fatto da
    una persona, non porta nulla di chè. Credi che il
    fatto che stia scritto su un giornale o su
    internet significa verità? Se metto un articolo
    su internet allora mi crederai? Ci vuole rigore
    scientifico, finora leggo solo opinioni di
    persone, non studi scientifici che attestino che
    la biometria è sbagliata. Ho lavorato per un
    periodo nella ricerca, le opinioni non esistono,
    esiste solo il numero.
    Quello che porti te è l'opinione di un uomo che
    la pensa come te. Le persone che hanno avviato il
    sistema in inghilterra hanno portato molta più
    carta.
    Non mi dirai che credi a ciò che dicono sui
    giornali?
    Solo una cosa è certa, la matematica, portami un
    teorema dimostrato ed io non avrò da obiettare.che razza di modo di ragionare è?, i fatti esistono prima delle leggi che li descrivono, io ti porto dei fatti, non spetta a me metterli in una formula, spetta allo scienziato però riconoscerli e poi decidere. Puoi portare carte finché vuoi ma se non sai tradurle in un ragionamento lineare sei messo peggio di chi crede ai giornali. Anche i teoremi di Tipler (quanto a stucchevolezza reggi bene il confronto) sono "perfetti", ma sono giocattoli che portano a delle aporie inconcepibili. Leggiti la fisica dell'immortalità
  • Anonimo scrive:
    Re: un furto biometrico è per sempre

    non hai altro da dire vero?
    la macchina che riesce a fare la scansione
    dell'ìiride è la stessa che può crearne unao
    falso, parlo di quantità di informazioni
    necessarie, non parlo dell'iride reale. E' ovvio
    che l'iride reale non è uguale a quello fino ma
    quello finto avrà le informazioni sufficienti
    perché sa quali sono le informazioni che servono
    alla macchina, cominci lentamente a capire? ;-)a me sembra che sia tu che non capisci.Si scopre che l'occhio ti Tizio emette 3 lunghezze d'onda in 3 posizioni quando colpito dal raggio infrasso. Sai che le onde sono ad esempio30nanometri la prima, 40 la seconda, 15 la terza.Perfetto. Ora inventami una cosa che proietti queste 3 onde quando colpite dal raggio infrarosso del lettore, e che sia piccolo come una lente a contatto.Scoprirai che con tutti i dati possibili non ci si riesce. Avere tutti i dati non permette necessariamente di costruire la medesima cosa. Inoltre tu non puoi emulare. l'occhio ha un certo spessore interno tra la superficie e l'iride. Come lo emuli con una lente che è sottile?Ci vorranno 50 anni prima di riuscire a fare una cosa simili. L'unica è il trapianto d'occhio
  • Anonimo scrive:
    Re: mi fate ridere
    - Scritto da: Anonimo
    Poi ripeto, l'articolo è un ragionamento fatto da
    una persona, non porta nulla di chè. Credi che il
    fatto che stia scritto su un giornale o su
    internet significa verità? Se metto un articolo
    su internet allora mi crederai? Ci vuole rigore
    scientifico, finora leggo solo opinioni di
    persone, non studi scientifici che attestino che
    la biometria è sbagliata.La biometria non è infallibile, i dati biometrici sipossono duplicare e rubare, senza contare chel'onesto cittadino non può cambiarli e che i dannidi un furto durano una vita. E che nelle mani sbagliate,la tecnologia può essere uno strumento di tirannia.Cosa altro c'è da capire? Non ti è ancora chiaro?
    Ho lavorato per un periodo nella ricercaNe ero certo.
  • Anonimo scrive:
    Re: mi fate ridere
    Non eri tu quello di "ogni cosa a
    suo tempo"? Quando ci sarà il database mondiale
    allora ne riparleremoqundo sarà possibile
  • Anonimo scrive:
    Re: mi fate ridere

    in quell'articolo si spiega molto bene (dimostra
    il contrario) uno degli argomenti contro la carta
    d'identità biometrica, ammesso e non concesso che
    sia risibile restano in piedi gli altri, quelli
    solo nostri del forum a quanto ne so, a cui NON
    sai rispondere che ripetendo pateticamente
    "fantascienza" mentre non lo è. La fantascienza è
    la tua che credi di poter di mettere tutti i
    cittadini del mondo in un database percorrendo
    qui (ma non nel resto del mondo) la strada
    fumettistica dell'uomo identico alla sua
    immagine.
    Per l'articolo di apogeonline hai letto questo?:
    "Sarebbe teoricamente possibile garantire questa
    catena raccogliendo dati biometrici sin dalla
    nascita (per esempio col DNA o le impronte
    digitali): cosa forse fattibile nei paesi
    tecnologicamente sviluppati, ma impensabile nel
    resto del mondo. L'implementazione richiederebbe
    comunque decine di anni, perché l'identità di
    tutti i cittadini nazionali nati prima dell'avvio
    della raccolta biometrica e di tutti coloro che
    provengono da paesi non biometrizzati
    continuerebbe ad essere garantita soltanto con
    metodi "tradizionali". Altro che soluzione rapida
    al terrorismo."
    Traduco: Noi saremo inutilmente identificabili e
    passibili di abusi, quelli per cui è stata fatta
    la legge no. Non eri tu quello di "ogni cosa a
    suo tempo"? Quando ci sarà il database mondiale
    allora ne riparleremonon capisco, è normale che un cambiamento richieda tempo. Tu cosa suggerisci allora? Rimandare all'anno del mai e mese del poi?qualsiasi operazione richiede una data di partenza ed una di fine. Poi ripeto, l'articolo è un ragionamento fatto da una persona, non porta nulla di chè. Credi che il fatto che stia scritto su un giornale o su internet significa verità? Se metto un articolo su internet allora mi crederai? Ci vuole rigore scientifico, finora leggo solo opinioni di persone, non studi scientifici che attestino che la biometria è sbagliata. Ho lavorato per un periodo nella ricerca, le opinioni non esistono, esiste solo il numero. Quello che porti te è l'opinione di un uomo che la pensa come te. Le persone che hanno avviato il sistema in inghilterra hanno portato molta più carta. Non mi dirai che credi a ciò che dicono sui giornali?Solo una cosa è certa, la matematica, portami un teorema dimostrato ed io non avrò da obiettare.
  • Anonimo scrive:
    Re: un furto biometrico è per sempre
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo




    Pensi poi che questi macchinari si fanno
    fregare


    da una lette a contatto? Sai cosa è l'iride?


    Prendi un libro di biologia e dacci una

    occhiata.


    Solo nei film riescono a farlo, nella realtà
    no



    ma è la stessa macchina che effettua il

    riconoscimento dell'iride reale che permette di

    costruire l'iride finto, ci sei? sei connesso?
    si, e poi la metti sulla carta pesta.
    Spero che alle elementari eri bravo con il dasnon hai altro da dire vero?la macchina che riesce a fare la scansione dell'ìiride è la stessa che può crearne unao falso, parlo di quantità di informazioni necessarie, non parlo dell'iride reale. E' ovvio che l'iride reale non è uguale a quello fino ma quello finto avrà le informazioni sufficienti perché sa quali sono le informazioni che servono alla macchina, cominci lentamente a capire? ;-)
  • Anonimo scrive:
    Re: mi fate ridere
    http://www.apogeonline.com/webzine/2004/04/29/01/2
    ecco dove leggete tante cretinate.
    Per l'impronta digitale ti darei anche ragione,
    ma la scansione dell'iride quando me la fanno?
    Mentre sto al bar passa il tipo con la
    macchinetta e fa la scansione?
    Ma per favore, sembra un articolo fatto per il
    giornalino della scuola. E' solo una opinione e
    vale quanto la mia o la tua.
    Poi l'esempio di Bin Laden, che risate. Cioè con
    questo sistema invece di verificare nel db dello
    Yemen l'identità del possessore della retina lo
    si lascia passare?
    Ma allora a che servono i documenti?
    Oggi non lo puoi fare, non essendoci banche dati
    centrali non puoi fare richieste in tempi
    ragionevoli (penso ci vorrebbero settimane per
    controllare la veridicità di un documento
    italiano all'estero). Se si fa con un db ci
    vogliono pochi millesimi di secondo.
    Ora capisco, che ignoranza che gira gente
    più ridicolo ho letto solo le storie su un sito
    che era tipo no1984 o cose similiin quell'articolo si spiega molto bene (dimostra il contrario) uno degli argomenti contro la carta d'identità biometrica, ammesso e non concesso che sia risibile restano in piedi gli altri, quelli solo nostri del forum a quanto ne so, a cui NON sai rispondere che ripetendo pateticamente "fantascienza" mentre non lo è. La fantascienza è la tua che credi di poter di mettere tutti i cittadini del mondo in un database percorrendo qui (ma non nel resto del mondo) la strada fumettistica dell'uomo identico alla sua immagine. Per l'articolo di apogeonline hai letto questo?:"Sarebbe teoricamente possibile garantire questa catena raccogliendo dati biometrici sin dalla nascita (per esempio col DNA o le impronte digitali): cosa forse fattibile nei paesi tecnologicamente sviluppati, ma impensabile nel resto del mondo. L'implementazione richiederebbe comunque decine di anni, perché l'identità di tutti i cittadini nazionali nati prima dell'avvio della raccolta biometrica e di tutti coloro che provengono da paesi non biometrizzati continuerebbe ad essere garantita soltanto con metodi "tradizionali". Altro che soluzione rapida al terrorismo."Traduco: Noi saremo inutilmente identificabili e passibili di abusi, quelli per cui è stata fatta la legge no. Non eri tu quello di "ogni cosa a suo tempo"? Quando ci sarà il database mondiale allora ne riparleremo
  • Anonimo scrive:
    Re: un furto biometrico è per sempre

    comunque a quanto ho capito tu preferisci tenere
    una tecnologia più insicura quale il bancomat e
    la carta di credito basate su pin piuttosto che
    una che dà maggiore sicurezza?a ognuno la libertà di scegliere, se tu non ti fidi del bancomat puoi chiedere che il tuo conto venga aperto con il riconoscimento ottico... qui non si sta parlando male della tecnologia, ma dell'obbligo ad usarla. Io non voglio che la legge dica che le mie impronte o la mia iride mi identificano. Di essere tracciato... nun me ne pò frega' dde meno
  • Anonimo scrive:
    Re: un furto biometrico è per sempre
    - Scritto da: Anonimo
    e allora pagherai queste scelte quando ti
    troverai in una nazione dove gli enti statali
    sono tra i più inefficienti.La mia analisi costi-benefici l'ho già fatta.Non è necessario che io mi ripeta. Di nuovo.
    Lo sai che in
    Inghilterra tutte le pratiche burocratiche
    possono essere fatte senza recarsi agli
    sportelli?
    Persino i documenti possono essere recapitati a
    domicilio.Anche prima della carta biometrica.
    Qui in Italia ogni volta sono 2 file alla posta
    per pagare le bollette.Puoi pure pagare online. E senza carta biometrica.
    Io trovo più efficiente.Buon per te. Buona scansione a te!
    La libertà di cosa poi vorrei sapere. Non credo che capiresti.
    Deve essere terribile poter andare ad uno
    sportello bancario ed invece di riempire 100
    fogli di firme, numeri e nomi semplicemente
    appoggiare l'occhio ad un visore.Lasciami libero di decidere come voglio sbrigarele mie commissioni agli sportelli, grazie. Io allamia privacy biometrica non rinuncio.
    Il bello è che
    per colpa degli ignorantoni che spaventano i meno
    furbi una eventuale legge non passerà. Come per
    il nucleare. Ci sentiamo al prossimo blackoutSì, sì, come no. ;-) Svegliami quando arriva...
  • Anonimo scrive:
    Re: un furto biometrico è per sempre
    - Scritto da: Anonimo


    Pensi poi che questi macchinari si fanno fregare

    da una lette a contatto? Sai cosa è l'iride?

    Prendi un libro di biologia e dacci una
    occhiata.

    Solo nei film riescono a farlo, nella realtà no

    ma è la stessa macchina che effettua il
    riconoscimento dell'iride reale che permette di
    costruire l'iride finto, ci sei? sei connesso?si, e poi la metti sulla carta pesta. Spero che alle elementari eri bravo con il das
  • Anonimo scrive:
    Re: mi fate ridere

    un conto è un abuso che tutti possono vedere, un
    conto è la cecità travestita da scienza, non c'è
    rimedio..



    http://www.apogeonline.com/webzine/2004/04/29/01/2ecco dove leggete tante cretinate. Per l'impronta digitale ti darei anche ragione, ma la scansione dell'iride quando me la fanno?Mentre sto al bar passa il tipo con la macchinetta e fa la scansione?Ma per favore, sembra un articolo fatto per il giornalino della scuola. E' solo una opinione e vale quanto la mia o la tua.Poi l'esempio di Bin Laden, che risate. Cioè con questo sistema invece di verificare nel db dello Yemen l'identità del possessore della retina lo si lascia passare?Ma allora a che servono i documenti?Oggi non lo puoi fare, non essendoci banche dati centrali non puoi fare richieste in tempi ragionevoli (penso ci vorrebbero settimane per controllare la veridicità di un documento italiano all'estero). Se si fa con un db ci vogliono pochi millesimi di secondo. Ora capisco, che ignoranza che gira gentepiù ridicolo ho letto solo le storie su un sito che era tipo no1984 o cose simili
  • Anonimo scrive:
    Re: un furto biometrico è per sempre

    Progresso non vuol dire accettare bovinamente
    ogni tecnologia. Dei rischi per i diritti civili
    ne ho
    già parlato. E' evidente che c'è una differenza di
    vedute.

    Io valuto la libertà individuale sopra ogni cosa.

    Diventare una sorta di "Borg" supertecnologico
    ma schiavo di un Sistema dove non conto nulla
    non mi interessa.e allora pagherai queste scelte quando ti troverai in una nazione dove gli enti statali sono tra i più inefficienti. Lo sai che in Inghilterra tutte le pratiche burocratiche possono essere fatte senza recarsi agli sportelli?Persino i documenti possono essere recapitati a domicilio.Qui in Italia ogni volta sono 2 file alla posta per pagare le bollette.Io trovo più efficiente. La libertà di cosa poi vorrei sapere. Deve essere terribile poter andare ad uno sportello bancario ed invece di riempire 100 fogli di firme, numeri e nomi semplicemente appoggiare l'occhio ad un visore. Il bello è che per colpa degli ignorantoni che spaventano i meno furbi una eventuale legge non passerà. Come per il nucleare. Ci sentiamo al prossimo blackout
  • Anonimo scrive:
    Re: mi fate ridere

    anche oggi esiste questo abuso. Se temi che il
    potere ti schiacci cosa cambia. Se tutto il
    sistema è contro di te non puoi nulla. Ma deve
    esserlo il direttore di banca, deve esserlo lo
    stato, devono esserlo tutti e allora cosa cambia
    mi spieghi?
    nulla
    i difetti che tu mi citi esistono nel sistema di
    oggi
    il sistema nuovo non introduce difetti rispetto a
    quello già esistente. Perchè non usare qualcosa
    di miglioreun conto è un abuso che tutti possono vedere, un conto è la cecità travestita da scienza, non c'è rimedio..http://www.apogeonline.com/webzine/2004/04/29/01/200404290101
  • Anonimo scrive:
    Re: un furto biometrico è per sempre
    - Scritto da: Anonimo


    ahaha

    ormai si ragiona con la fantascienza

    i ragazzi non riescono più a distinguere la

    scienza da DragonBall, vabbè, ora esco e tiro

    fuori la mia auto dalla capsula oipoi


    ridi,che sei più naif di dragonball!ma perchè dragon ball è naif?
  • Anonimo scrive:
    Re: un furto biometrico è per sempre

    Pensi poi che questi macchinari si fanno fregare
    da una lette a contatto? Sai cosa è l'iride?
    Prendi un libro di biologia e dacci una occhiata.
    Solo nei film riescono a farlo, nella realtà noma è la stessa macchina che effettua il riconoscimento dell'iride reale che permette di costruire l'iride finto, ci sei? sei connesso?
  • Anonimo scrive:
    Re: un furto biometrico è per sempre
    - Scritto da: Anonimo
    Paura del progresso. Si perde innovazione per la
    paura che un giorno venga un dittatore.
    Che pena questa italia, 42ima come innovazione
    perchè ogni nuovo mercato viene sempre visto con
    paura. Fra 10 anni tutti i paesi saranno
    attrezzati a sfruttare queste novità con servizi
    pubblici più efficienti e sicuri. Noi saremo
    costretti a pagare altre nazioni affinchè
    informatizzino anche noi.
    A questo punto è meglio puntare sul turismo, la
    tecnologia non fa proprio per gli italiani
    paurosi del baubau
    che penaProgresso non vuol dire accettare bovinamenteogni tecnologia. Dei rischi per i diritti civili ne hogià parlato. E' evidente che c'è una differenza divedute.Io valuto la libertà individuale sopra ogni cosa.Diventare una sorta di "Borg" supertecnologicoma schiavo di un Sistema dove non conto nullanon mi interessa.
  • Anonimo scrive:
    Re: mi fate ridere
    - Scritto da: Anonimo




    Allora facciamo il massimo degli impicci.

    Il DB centrale viene falsificato, entri e la tua

    iride non corrisponde al tuo nome, ma a quello
    di

    un altro, il mio ad esempio. Tu prelevi i soldi
    e

    sparisci e quelli vengono da me per arrestarmi.

    In banca avranno registrato l'iride e si vedrà

    immediatamente che l'iride usata per prelevare è

    diversa dalla mia. Penso che anche il più idiota

    dei poliziotti capirà che il db centrale è stato

    falsificato.

    Se una persona mi

    ruba il documento e lo falsifica dovrà

    falsificare anche la sua iride per poterla usare

    perchè come la giri la giri ci sarà sempre la
    sua

    iride ad essere registrata e non la mia



    Continui a spostare l'argoimento su ciò di cui
    non si parla.. Si sta parlando di un abuso di
    potere commesso da chi ha i mezzi di controllo
    non da uno esterno che cerca di manometterlianche oggi esiste questo abuso. Se temi che il potere ti schiacci cosa cambia. Se tutto il sistema è contro di te non puoi nulla. Ma deve esserlo il direttore di banca, deve esserlo lo stato, devono esserlo tutti e allora cosa cambia mi spieghi?nullai difetti che tu mi citi esistono nel sistema di oggiil sistema nuovo non introduce difetti rispetto a quello già esistente. Perchè non usare qualcosa di migliore
  • Anonimo scrive:
    Re: un furto biometrico è per sempre

    ahaha
    ormai si ragiona con la fantascienza
    i ragazzi non riescono più a distinguere la
    scienza da DragonBall, vabbè, ora esco e tiro
    fuori la mia auto dalla capsula oipoiridi,che sei più naif di dragonball!
  • Anonimo scrive:
    Re: un furto biometrico è per sempre

    A parte la questione della possibilità di
    emulare l'iride (solo chi ha studiato sui Bignami
    può negare questa possibilità) stai dicendo delle
    cose ovvie, ma non centri il punto. Se il signor
    Rossi va con il tesserino di Bianchi è un
    cretino, perché se avesse avuto la possibilità di
    manomettere il riconoscimento ottico relativo al
    signor Rossi e si trovasse costretto a immettere
    il suo è un cretino. Si parlava di ALTRO e cioè
    (tanto per restare sull' un esempio strampalato
    della banca) che l direttore della banca centrale
    fa risultare che dal dispositivo di
    riconoscimento sia passato il signor Rossi ignaro
    di tutto, senza bisogno che davanti allo
    sportello passi nessun signor Rossi.
    Tu invece parlano del ladro che cretinamente
    immette il suo iride al posto di quello del
    signor Rossi poni l'altra questione fondamentale,
    che ancora non è stata toccata ossia che la carta
    biometrica sia infallibile. Purtroppo non è così
    e il ladro purtroppo non è un cretino (lo sarebbe
    se la carta dosse infallibile) e mi spiego:
    Un documento (biometrico o meno) nasce da altri
    documenti: quando chiedi il passaporto, devi
    esibire certificati di nascita, residenza,
    cittadinanza, eccetera. Nessuno di questi
    documenti è biometrico: è semplicemente un pezzo
    di carta, derivante a sua volta da altri pezzi di
    carta. Finché quei pezzi di carta provengono
    dall'interno della burocrazia locale, possono
    essere considerati ragionevolmente affidabili. Ma
    se provengono dall'estero? In molti paesi, chi
    genera quei pezzi di carta è corruttibile, oppure
    l'intero sistema dell'anagrafe è un colabrodo o
    non esiste del tutto. Quindi il passaporto
    biometrico, apparentemente inattaccabile, si
    poggia in realtà su documenti privi di garanzie,
    generati al di fuori del sistema, e pertanto non
    aumenta in alcun modo la sicurezza dell'identità.
    Ne aumenta soltanto i costi.
    Detto questo non hai più niente da ridere, spero.tutto quello che dici è fattibile anche con i nostri vecchi sistemi. I vecchi sistemi hanno tutte le debolezze che tu dici si trovino nei nuovi e ad esso si sommano i difetti che già hanno. In ogni modo ci guadagni. Ah scusa, tu hai paura che torni Hittler
  • Anonimo scrive:
    Re: un furto biometrico è per sempre

    Con l'iride invece non è più il pezzo di carta ad
    attestare la tua identità, ma la tua iride. quello che tu vedi come soluzione un altro lo vede come un problema
    L'unico modo per una persona di prendere la tua
    password è quella di cambiare l'iride nel suo
    occhioquesto è il più grave problema...intanto con gli attuali sistemi di crittografia biometrica è facilissimo copiare le impronte digitali e perfino ricostruirle partendo da immagini digitali. Le impronte rilevate su un oggetto, ad esempio su un bicchiere, dopo essere state rielaborate, possono essere trasferite sulla gelatina ed utilizzate per aggirare i sistemi di riconoscimento delle impronte digitali! E queste sono cose già state fatte...(cerca: Tsutomu Matsumoto, che ha condotto esperimenti tutti riusciti su 11 diversi tipi di sistemi. ) Ciò dimostra soltanto che le immagini digitali sono quanto di più inaffidabile esiste per identificare qualcuno, e il fatto che siano identiche alle immagini registrate nella carta di identità di questo qualcuno le rende pericolose perché rende possibile il furto di identità (in una società malata dove si identifica qualcuno con la sua immagine digitale) .
  • Anonimo scrive:
    Re: un furto biometrico è per sempre

    L'importante è non imporre l'obbligatorietà di
    queste tecnologie. A me non piacerebbe essere
    trattato come bestiame. In un mondo che striscia
    una carta per comprare cibo e acqua, perdere
    (il diritto al) la carta equivarrebbe ad una
    condanna a morte.

    E non dire che non esistono né esisteranno mai
    persone malevole che vorrebbero ridurre intere
    popolazioni così in loro potere.

    Non sono contro il progresso ma contro il suo
    uso sbagliato. E tutte queste garanzie contro
    abusi del genere io non le vedo ancora.

    Progresso sì, ingenuità no.sono frasi che ho già sentitoe con mia tristezza è quello che vedo sempre. Paura del progresso. Si perde innovazione per la paura che un giorno venga un dittatore.Che pena questa italia, 42ima come innovazione perchè ogni nuovo mercato viene sempre visto con paura. Fra 10 anni tutti i paesi saranno attrezzati a sfruttare queste novità con servizi pubblici più efficienti e sicuri. Noi saremo costretti a pagare altre nazioni affinchè informatizzino anche noi.A questo punto è meglio puntare sul turismo, la tecnologia non fa proprio per gli italiani paurosi del baubauche pena
  • Anonimo scrive:
    Re: un furto biometrico è per sempre

    Ora il tesserino con nome Rossi ha iride B
    posseduto dalla persona B. In pratica Bianchi
    gira con un tesserino che porta la sua iride con
    il nome di Rossi. Ma se va in banca e prelevano
    l'impronta l'impronta sarà di Bianchi, anche se
    il tesserino dice che è di Rossi. Ci sarà quindi
    un errore. Perchè il tesserino di Rossi porterà
    una iride diversa da quella della banca centrale.
    Se anche falsificano la banca centrale e vanno a
    casa di Rossi si vedrà immediatamente che l'iride
    usata sia nella banca centrale che nella banca
    non è quella del signor Rossi.
    Insomma, in definitiva oggi fa fede un tesserino,
    domani fai fede te. Tu non sei più identificato
    con un nome, ma con una parte del corpo, l'Iride.
    L'unico modo per una persona di prendere la tua
    password è quella di cambiare l'iride nel suo
    occhio perchè anche se riesce a metterla in una
    palla di vetro non potrà presentarsi allo
    sportello puntanto la palla di vetro invece del
    suo occhio. A parte la questione della possibilità di emulare l'iride (solo chi ha studiato sui Bignami può negare questa possibilità) stai dicendo delle cose ovvie, ma non centri il punto. Se il signor Rossi va con il tesserino di Bianchi è un cretino, perché se avesse avuto la possibilità di manomettere il riconoscimento ottico relativo al signor Rossi e si trovasse costretto a immettere il suo è un cretino. Si parlava di ALTRO e cioè (tanto per restare sull' un esempio strampalato della banca) che l direttore della banca centrale fa risultare che dal dispositivo di riconoscimento sia passato il signor Rossi ignaro di tutto, senza bisogno che davanti allo sportello passi nessun signor Rossi.Tu invece parlano del ladro che cretinamente immette il suo iride al posto di quello del signor Rossi poni l'altra questione fondamentale, che ancora non è stata toccata ossia che la carta biometrica sia infallibile. Purtroppo non è così e il ladro purtroppo non è un cretino (lo sarebbe se la carta dosse infallibile) e mi spiego:Un documento (biometrico o meno) nasce da altri documenti: quando chiedi il passaporto, devi esibire certificati di nascita, residenza, cittadinanza, eccetera. Nessuno di questi documenti è biometrico: è semplicemente un pezzo di carta, derivante a sua volta da altri pezzi di carta. Finché quei pezzi di carta provengono dall'interno della burocrazia locale, possono essere considerati ragionevolmente affidabili. Ma se provengono dall'estero? In molti paesi, chi genera quei pezzi di carta è corruttibile, oppure l'intero sistema dell'anagrafe è un colabrodo o non esiste del tutto. Quindi il passaporto biometrico, apparentemente inattaccabile, si poggia in realtà su documenti privi di garanzie, generati al di fuori del sistema, e pertanto non aumenta in alcun modo la sicurezza dell'identità. Ne aumenta soltanto i costi.Detto questo non hai più niente da ridere, spero.
  • Anonimo scrive:
    Re: un furto biometrico è per sempre
    - Scritto da: Anonimo
    è solo che per questioni di ignoranza e paura si
    fanno scelte dettate non dal cervello ma dalla
    emotività.L'importante è non imporre l'obbligatorietà diqueste tecnologie. A me non piacerebbe esseretrattato come bestiame. In un mondo che strisciauna carta per comprare cibo e acqua, perdere(il diritto al) la carta equivarrebbe ad unacondanna a morte.E non dire che non esistono né esisteranno maipersone malevole che vorrebbero ridurre interepopolazioni così in loro potere.Non sono contro il progresso ma contro il suouso sbagliato. E tutte queste garanzie controabusi del genere io non le vedo ancora.Progresso sì, ingenuità no.
  • Anonimo scrive:
    Re: mi fate ridere

    Allora facciamo il massimo degli impicci.
    Il DB centrale viene falsificato, entri e la tua
    iride non corrisponde al tuo nome, ma a quello di
    un altro, il mio ad esempio. Tu prelevi i soldi e
    sparisci e quelli vengono da me per arrestarmi.
    In banca avranno registrato l'iride e si vedrà
    immediatamente che l'iride usata per prelevare è
    diversa dalla mia. Penso che anche il più idiota
    dei poliziotti capirà che il db centrale è stato
    falsificato.
    Se una persona mi
    ruba il documento e lo falsifica dovrà
    falsificare anche la sua iride per poterla usare
    perchè come la giri la giri ci sarà sempre la sua
    iride ad essere registrata e non la mia
    Continui a spostare l'argoimento su ciò di cui non si parla.. Si sta parlando di un abuso di potere commesso da chi ha i mezzi di controllo non da uno esterno che cerca di manometterli
  • Anonimo scrive:
    Re: un furto biometrico è per sempre
    è solo che per questioni di ignoranza e paura si fanno scelte dettate non dal cervello ma dalla emotività.Cernobyl mise la paura del nucleare alla gente. Oggi ne paghiamo le conseguenze.La clonazione ha messo paure nella gente, e stiamo iniziando a pagarne le conseguenze vedendo gli altri paesi iniziare ad ottenere i primi successi facendo ricerca in questo senso.L'Italia e molti altri paesi si fanno prendere da stupide paure ed insicurezze e paghiamo con un ritardo tecnologico.Dici che ci tengo? E' vero, ci tengo. La chiesa e le opinioni bloccano una crescita scientifica che porta a problemi nell'occupazione e nello sviluppo. L'Inghilterra sarà avanti, le paure pian piano spariranno e si vedranno i vantaggi. L'Italia come al solito resterà indietro e ne pagheremo fra qualche anno. Sono stanco di vedere questa nazione rifiutare ogni tecnologia per la paura di gente che non ha la minima conoscenza del loro funzionamento e delle loro conseguenze.
  • Anonimo scrive:
    Re: mi fate ridere

    cosa cambia con i sistemi di oggi?
    pensi oggi in una banca un impiegato non può
    farlo?
    credi veramente che esisterà un piccolo pc in uno
    sgabuzzino con scritto fuori: "da qui si accede
    ai dati di tutto il mondo".
    Io vedo più difficile fare una cosa del genere se
    si potranno diffondere i dati a più enti. Un
    potente quanti database può manipolare? Se uno
    non corrisponde subito c'è il dubbio che il
    database non sia correttoperché non dovrebbe corrispondere? l'abuso è possibile proprio perché corrisponde!
  • Anonimo scrive:
    Re: associare una persona ad una identit




    Il problema è che con i documenti di oggi tu

    registri ciò che è letto sulla carta, con i

    biometrici ciò che è letto nel tuo corpo e
    finchè

    non ti fai cancellare le impronte o cavare gli

    occhi tu hai un tuo ID che è tuo per sempre.



    Se anche falsificassero i DB risulterebbe sempre

    che ad esempio un furto, è stato fatto con una

    retina diversa dalla tua.



    Il controllo che voi dite è solo fantasia,
    tant'è

    vero che ormai in ogni post si parla di Hittler
    e

    dittatori improbabili.

    come mai a questo esempio non risponde nessuno?semplice: perché eventuali riserve si devono avere non sull'efficacia della identificazione, ma sul fatto che l'identificazione è troppo univoca, e si rischia di identificare poi la carta d'identità con la persona. Uno dei rischi è proprio il furto di identità... Se ti fregano la carta di identità oggi ne fai un'altra, la prima non è più valida e comunque non ti identifica in modo univoco e definitivo (nessuno giura che sei tu in presenza della carta attuale ), la carta di credito anche... Ma se ti fregano la carta di identità digitale, è per sempre...Allora sei tu a doverti cavare gli occhi per dimostrare che non sei tu quell'identità digitale che agisce al posto tuo. Quanto all'immagine della retina, non è detto che non si possa "emulare", partendo da quella "scannerizzata", lo stesso dicasi per le impronte digitali
  • Anonimo scrive:
    Re: un furto biometrico è per sempre
    - Scritto da: Anonimo

    Guarda che le lenti a contatto esistono già.
    e si, sembrano proprio vereQuelle colorate esistono già.

    Ma a te piace avere ragione ad ogni costo, vero?
    odio queste false informazioni che porterebbero
    ad eliminare tecnologie utilissime solo per paure
    insensate.Quali false informazioni? Per quanto ne sappiaio non ho dato informazioni false. A me invecesono state attribuite cose che non ho mai detto.Questa è la verità.E lascia decidere a me - e a chi legge - se le paureriguardo alla biometria sono insensate o no.
    Anche mia nonna preferiva il materasso finchè non
    gli hanno rubato il letto. Quindi tu preferisci
    un sistema insicuro ora con uno che non sei
    sicuro sarà insicuro domani. Ed il bello che per
    farlo diventare insicuro stai tirando in ballo la
    coltivazione cellulare. E le lenti a contatto.Ti sto parlando di cose possibili. E ripeto, lasciadecidere a me se un sistema è sicuro o no. Sevado a fare l'admin di sistema e non cambio maila password, non solo ciò sarebbe illegale secondola vigente legge sulla privacy, ma sarebbe ancheda licenziamento in tronco. Poi pensala come ti pare.Il sistema biometrico NON è infallibile.
    l'occhio è veramente complesso per
    poter realizzare una lente a contatto in grado di
    emularloMa non è impossibile.
    no cerco di capire con chi ho davanti. Perchè se
    sei un ragazzino di sedici anni posso capire,
    visto che non hai ancora la cultura per valutare
    la complessità di alcune tecnologie. Se invece
    hai 30 anni allora mi sa che la tua cultura è
    piuttosto carente e sei un pò cresciutello per
    andare dietro al gregge pecorone.Reiterare l'attacco personale non ti farà vincere.Ma non ti stufi?
    Poi mettila come ti pare, sono ingegnere e vivo
    di cultura, sentire sparare idiozie di questo tipo
    mi fanno arrabbiare perchè come ho già detto
    precludono tutta una serie di servizi per il futuro.Se per te sono idiozie non le commentare. Mapare che tu stia dando a queste cose una certaimportanza! Chissà come mai?
    Io (e la tua mamma o il tuo papà) combattiamo con la
    burocrazia molto spesso ed il mio amico che è
    stato fermato al confine con la romania perchè si
    sono inventati che il suo documento non aveva
    validità nel loro territorio. Si è fatto una
    giornata al fresco prima di riuscire a sistemare
    la situazione.Anche io ho a che fare con la burocrazia, ma nonvoglio scendere a compromessi sui miei datibiometrici. Vedi, è sempre una questione di puntidi vista.
  • Gatto Selvaggio scrive:
    Re: Muoio dalla voglia di sapere il truc

    E' semplice ragionaci su.Mah, banalmente avevo provato a ipotizzare che, se al post rispondibilepunto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1403797&tid=1402785&p=1&r=PI#1403797corrisponde il modulo per la rispostapunto-informatico.it/forum/pocf.asp?tid=1403797&tfid=2&tipo=1&r=PI"e=siper rispondere al post OTpunto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1404684&tid=1402785&p=1&r=PI#1404684si potesse tentarepunto-informatico.it/forum/pocf.asp?tid=1404684&tfid=2&tipo=1&r=PI"e=sima sarebbe stato troppo semplice.==================================Modificato dall'autore il 02/04/2006 19.41.06
  • Anonimo scrive:
    Re: un furto biometrico è per sempre

    Guarda che le lenti a contatto esistono già.e si, sembrano proprio vere
    Ma a te piace avere ragione ad ogni costo, vero?odio queste false informazioni che porterebbero ad eliminare tecnologie utilissime solo per paure insensate. Esempio nucleare. Abbiamo centrali a due passi dal confine che possono saltare, ma noi non le vogliamo nonostante poi siamo costretti ad acquistarle.
    Sviluppare una tecnologia ed imporla alla gente
    sono
    due cose molto diverse! Viva il progresso, no alle
    scelte forzate. Io mi tengo il PIN. Finché posso.Anche mia nonna preferiva il materasso finchè non gli hanno rubato il letto. Quindi tu preferisci un sistema insicuro ora con uno che non sei sicuro sarà insicuro domani. Ed il bello che per farlo diventare insicuro stai tirando in ballo la coltivazione cellulare.
    Gli serve il tuo occhio *o qualcosa di
    equivalente*.qualcosa di equivalente da poggiare su un suo occhio (pensi di ritirare soldi in banca con un occhio in mano)?L'occhio umano non è una palla con una foto sopra. Guardalo a distanza ravvicinata allo specchio, vedrai che non è per nulla facile. Più mi ci fai pensare e più mi rassicuro sulla tecnologia, l'occhio è veramente complesso per poter realizzare una lente a contatto in grado di emularlo
    E tu non hai una conoscenza sufficiente di
    Pubbliche
    Relazioni, o sapresti che con gli attacchi
    personali
    non potrai MAI vincere alcun argomento!no cerco di capire con chi ho davanti. Perchè se sei un ragazzino di sedici anni posso capire, visto che non hai ancora la cultura per valutare la complessità di alcune tecnologie. Se invece hai 30 anni allora mi sa che la tua cultura è piuttosto carente e sei un pò cresciutello per andare dietro al gregge pecorone. Poi mettila come ti pare, sono ingegnere e vivo di cultura, sentire sparare idiozie di questo tipo mi fanno arrabbiare perchè come ho già detto precludono tutta una serie di servizi per il futuro. Io (e la tua mamma o il tuo papà) combattiamo con la burocrazia molto spesso ed il mio amico che è stato fermato al confine con la romania perchè si sono inventati che il suo documento non aveva validità nel loro territorio. Si è fatto una giornata al fresco prima di riuscire a sistemare la situazione.
  • Anonimo scrive:
    Re: un furto biometrico è per sempre
    - Scritto da: Anonimo

    E se bastasse una speciale lente a contatto?
    E se domani inventano il teletrasporto? Guarda che le lenti a contatto esistono già.A dire il vero... esisterebbero pure la nanotecnologiae la coltivazione di organi. Già c'è chi sta coltivandodenti in laboratorio (società Odontis... ecco, l'ho detto!)Ma a te piace avere ragione ad ogni costo, vero?
    quindi per cose che non esistono e che scienziati
    di tutto il mondo ritengono molto improbabili
    butti una tecnologia.Vedi sopra.
    Se l'umanità avesse
    ragionato come non avremmo avuto il fuoco, perchè
    se qualcuno ci finisce dentro?Sviluppare una tecnologia ed imporla alla gente sonodue cose molto diverse! Viva il progresso, no allescelte forzate. Io mi tengo il PIN. Finché posso.

    Può avere anche i dati biometrici, solo che

    quelli non si possono cambiare! E allora?
    e cosa si fa?
    sempre il mio occhio gli serve. Questo è il
    bello, l'impossibilità di trasformare dati
    numerici in elementi identificativi. Gli serve il tuo occhio *o qualcosa di equivalente*.
    "povera vittima innocente"
    io allora mi inchino a te, scienziati di un
    intero pianeta, gente con lauree, dottorati e
    contro maroni non hanno pensato che la gente
    falsifica l'iride e condannano un essere umano.
    Accidenti
    ma ti senti, ti poni sopra a decine di migliaia
    di cervelli, ma ti credi che queste ipotesi non
    vengano vagliate? Mi immagino le banche quanto
    sarebbero felici se i loro sistemi venissero
    fregati.
    Quanto sono fessi a buttarsi su questi sistemi,
    meno male che ci sei te.
    Se hanno scelto di utilizzare l'iride significa
    che i margini di sicurezza sicuri per i prossimi
    X anni, il tempo di inventare un sistema ancora
    più sicuro.Sarà, ma se la biometria sarà imposta a vita,il danno di un solo furto biometrico durerà tuttauna vita!
    Toglimi una curiosità, non sei neanche
    maggiorenne e non hai la minima conoscenza di
    bioingegneria, elettronica e crittografia. Sei
    solo un ragazzo di 16 anni che non ha la minima
    idea di come funzionino ne queste tecnologie ne
    gli iter per approvarleE tu non hai una conoscenza sufficiente di PubblicheRelazioni, o sapresti che con gli attacchi personalinon potrai MAI vincere alcun argomento!
  • Anonimo scrive:
    Re: un furto biometrico è per sempre

    E se bastasse una speciale lente a contatto?E se domani inventano il teletrasporto? Le casseforti non sarebbero sicure, quindi perchè affidare i nostri averi ad un muro che potrebbero oltrepassare ahahahma ti sentie sequindi per cose che non esistono e che scienziati di tutto il mondo ritengono molto improbabili butti una tecnologia. Se l'umanità avesse ragionato come non avremmo avuto il fuoco, perchè se qualcuno ci finisce dentro?
    Può avere anche i dati biometrici, solo che
    quelli non si possono cambiare! E allora?e cosa si fa?sempre il mio occhio gli serve. Questo è il bello, l'impossibilità di trasformare dati numerici in elementi identificativi.
    Dunque ammetti la falsificabilità dell'iride!
    Finalmente!
    E comunque una volta falsificata, il danno è
    ETERNO
    per la povera vittima innocente!"povera vittima innocente"io allora mi inchino a te, scienziati di un intero pianeta, gente con lauree, dottorati e contro maroni non hanno pensato che la gente falsifica l'iride e condannano un essere umano. Accidentima ti senti, ti poni sopra a decine di migliaia di cervelli, ma ti credi che queste ipotesi non vengano vagliate? Mi immagino le banche quanto sarebbero felici se i loro sistemi venissero fregati. Quanto sono fessi a buttarsi su questi sistemi, meno male che ci sei te.Se hanno scelto di utilizzare l'iride significa che i margini di sicurezza sicuri per i prossimi X anni, il tempo di inventare un sistema ancora più sicuro.Toglimi una curiosità, non sei neanche maggiorenne e non hai la minima conoscenza di bioingegneria, elettronica e crittografia. Sei solo un ragazzo di 16 anni che non ha la minima idea di come funzionino ne queste tecnologie ne gli iter per approvarle
  • Anonimo scrive:
    Re: un furto biometrico è per sempre
    - Scritto da: Anonimo
    Non basta una lente a contatto per falsificare l'irideQuesto non si sa!
    serve qualcosa di più, ammesso sia possibile.E' possibile falsificare l'iride. Lo ammetti anche tuqui sotto! E in più ho già detto che esiste la FAKEIRIS DETECTION cioè il riconoscimento di iridefasulla, dunque l'iride E' falsificabile! Punto!
    Che fai, ti presenti all'aereoporto con un palla
    in mano che mostri alla camera?E se bastasse una speciale lente a contatto?
    Il bancomat lo puoi prestare a chiunque e lui può
    ritirare.Io non lo presterei a nessuno di certo. In realtà,personalmente non conosco nessuno chepresterebbe il suo bancomat.
    Comunque fatto sta che le password non
    sono sicure perchè un impiegato di banco può
    avere il tuo pinPuò avere anche i dati biometrici, solo chequelli non si possono cambiare! E allora?
    Falsificare un'iride richiede tecnologie evolute,
    non si può fare nel garage di qualcuno. Dunque ammetti la falsificabilità dell'iride! Finalmente!E comunque una volta falsificata, il danno è ETERNOper la povera vittima innocente!
  • Anonimo scrive:
    Re: un furto biometrico è per sempre

    Cosa c'è di più pratico di rubare una sola
    password
    immodificabile e valida per tutta l'eternità?non è una passwordil tuo bancomat funziona con o senza di te perchè basato su un pezzo di carta. Il bancomat ha valore a se.L'iride ha valore solo se si incrociano iride, persona e dati. Non basta una lente a contatto per falsificare l'iride, serve qualcosa di più, ammesso sia possibile.Che fai, ti presenti all'aereoporto con un palla in mano che mostri alla camera?Il bancomat lo puoi prestare a chiunque e lui può ritirare. Comunque fatto sta che le password non sono sicure perchè un impiegato di banco può avere il tuo pin, così come una persona che ti vede prelevare o che mette una telecamera. Spesa della falsificazione, minima. Falsificare un'iride richiede tecnologie evolute, non si può fare nel garage di qualcuno.
  • Anonimo scrive:
    Re: un furto biometrico è per sempre
    - Scritto da: Anonimo
    che l'abbia messo per prenderti in giro per il
    fatto che vuoi vietare questi sistemi perchè hai
    paura che li falsifichino?Ma io non ho mai detto che voglio vietarli!Ho detto solo che non sono sistemi infallibili!Stai continuando ad attribuirmi cose chenon ho mai detto!
    comunque a quanto ho capito tu preferisci tenere
    una tecnologia più insicura quale il bancomat e
    la carta di credito basate su pin piuttosto che
    una che dà maggiore sicurezza?Certo che *io* preferisco il bancomat con PIN!Devo ripeterti che dal mio punto di vista è poco saggiousare - per ogni cosa, dal conto corrente al passaportoalla carta d'identità elettronica - una sola "password"che l'onesto cittadino non potrà mai cambiare?
    Oggi se non copri il pin con la mano ti leggono
    il codice e ti clonano la carta. Questi esempi
    sono già accaduti, i tuoi potrebbero, scusami ma
    preferisco avere maggiore margine di sicurezza. Ciò che è maggior sicurezza per *te* può non esseremaggiore sicurezza per *me*. Io preferisco il PIN!
    Ma perchè su PI si parla per fantasia e per
    ipotesi future invece di praticità. Se con il pin
    rubano 100 e con l'iride rubano uno te che
    preferisci?Cosa c'è di più pratico di rubare una sola passwordimmodificabile e valida per tutta l'eternità?
    Ah dimenticavo, tu sei il padre di
    Dharma, quindi con l'iride sai che ti
    rintracciano perchè c'è una cospirazione
    governativa che vuole nascondere l'esistenza
    degli alieniSecondo me tu guardi troppa televisione!
  • Anonimo scrive:
    Re: Muoio dalla voglia di sapere il truc
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Gatto Selvaggio

    Ma se non me lo direte, farò l'indifferente!

    Semplice, un crackers anonimo ha trovato una
    falla nel sistema, ma siamo poi stati lo stesso
    OTizzati dal mod.

    L'anonimo crackers pare non voglia fornire
    spiegazioni.

    (e tempo fa anche un'altra persona - magari la
    stessa - aveva fatto lo stesso giochetto)E' tutto lato client niente falle nel sistema
  • Anonimo scrive:
    Re: un furto biometrico è per sempre

    Falsificazioni fantasiose? Allora non hai letto
    dell'esistenza della FAKE IRIS DETECTION
    che implica l'esistenza di una cosa detta
    "falsificazione dell'iride"?secondo te non l'hanno letto anche loro?ma ti pensi che sono stupidi ad immettere queste tecnologie?
    Questo esempio è sia sballato sia irrilevante.che l'abbia messo per prenderti in giro per il fatto che vuoi vietare questi sistemi perchè hai paura che li falsifichino?comunque a quanto ho capito tu preferisci tenere una tecnologia più insicura quale il bancomat e la carta di credito basate su pin piuttosto che una che dà maggiore sicurezza?Oggi se non copri il pin con la mano ti leggono il codice e ti clonano la carta. Questi esempi sono già accaduti, i tuoi potrebbero, scusami ma preferisco avere maggiore margine di sicurezza. Ma perchè su PI si parla per fantasia e per ipotesi future invece di praticità. Se con il pin rubano 100 e con l'iride rubano uno te che preferisci? Ah dimenticavo, tu sei il padre di Dharma, quindi con l'iride sai che ti rintracciano perchè c'è una cospirazione governativa che vuole nascondere l'esistenza degli alieni
  • Anonimo scrive:
    Re: Muoio dalla voglia di sapere il truc
    Miao
  • Anonimo scrive:
    Re: Muoio dalla voglia di sapere il truc
    - Scritto da: Gatto Selvaggio
    Ma se non me lo direte, farò l'indifferente!E' semplice ragionaci su.
  • Anonimo scrive:
    Re: un furto biometrico è per sempre
    - Scritto da: Anonimo
    ora inizi a dare il meglio di te parlando di
    falsificazioni fantasiose e annunciando come un
    messia "saranno falsificate".Falsificazioni fantasiose? Allora non hai lettodell'esistenza della FAKE IRIS DETECTIONche implica l'esistenza di una cosa detta"falsificazione dell'iride"?Un'iride è falsificabile. PUNTO! E non ho maidetto che SARANNO falsificate ma chePOSSONO essere falsificate. Non attribuirmicose che non ho mai detto!
    Secondo la tua logica allora mi conviene buttare
    pin e bancomatE perché mai? Il bancomat te lo porti appresso esi può bloccare, e il PIN si può cambiare, il tuttosenza trapianto d'occhi o di dita! Bello, eh?
    fra qualche anno
    inventeranno il dispositivo "controllo della
    mente" che mi farà rivelare a tutto il mondo il
    pin del bancomat e firmare assegni a chiunque me
    lo chieda.Questo esempio è sia sballato sia irrilevante.
    Ma dai, parli di fantascienza.Non ho parlato di controllo della mente ma diFAKE IRIS DETECTION. Informati se non saicos'è!
    PS il link non va, prima controllaliChe strano, per me va benissimo!Se a te non va, usa Google. Ti assicuro che esistela "fake iris detection" (riconoscimento di iridefasulla) e che non è fantascienza.
  • Anonimo scrive:
    Re: un furto biometrico è per sempre
    - Scritto da: Anonimo


    Solo nei film riescono a farlo, nella realtà no

    non ancora, forse, lo puoi dire con certezza? e
    per i prossimi 10 anni?nei prossimi 10 anni ci si aggiorna, in giappone stanno lavorando alla scansione delle vene della mano ed ad altri sistemi. Comunque se ragioni così allora butta il pin, tra 5 anni esce il dispotivo che ti legge nella menteahahaormai si ragiona con la fantascienzai ragazzi non riescono più a distinguere la scienza da DragonBall, vabbè, ora esco e tiro fuori la mia auto dalla capsula oipoi
  • Anonimo scrive:
    Re: un furto biometrico è per sempre
    - Scritto da: Anonimo
    la lente può avvolgere interamente la cornea e
    non essere riconoscibile, e l'occhio finto può
    essere perfettamente identico a un occhio vero,
    magari con qualche venuzza e arrossamento qua e
    là per fare più impressioneamico bello,se fosse possibile quello che dici oggi avremmo ogni parte dell'occhio artificiale. Un oggetto piano come una lente non può simulare il corretto rimbalzo della luce nell'occhio. Ma ti pensi che vedono le figurine?Come Paolo Villaggio, mettono la foto davanti alla telecamera ahah
  • Anonimo scrive:
    Re: un furto biometrico è per sempre

    Sentiti libero di rispondere alle mie obiezioni
    precedenti mentre cerco di capire a cosa *io*
    dovrei rispondere e come *io* starei divagando.lasciamo perdere va ho capitoora inizi a dare il meglio di te parlando di falsificazioni fantasiose e annunciando come un messia "saranno falsificate".Secondo la tua logica allora mi conviene buttare pin e bancomat perchè fra qualche anno inventeranno il dispositivo "controllo della mente" che mi farà rivelare a tutto il mondo il pin del bancomat e firmare assegni a chiunque me lo chieda.Ma dai, parli di fantascienza.PS il link non va, prima controllali
  • Anonimo scrive:
    Re: un furto biometrico è per sempre

    Solo nei film riescono a farlo, nella realtà nonon ancora, forse, lo puoi dire con certezza? e per i prossimi 10 anni?
  • Anonimo scrive:
    Re: un furto biometrico è per sempre
    la lente può avvolgere interamente la cornea e non essere riconoscibile, e l'occhio finto può essere perfettamente identico a un occhio vero, magari con qualche venuzza e arrossamento qua e là per fare più impressione
  • Anonimo scrive:
    Re: un furto biometrico è per sempre

    ci sono tante persone che possono indossare un
    occhio di vetro con dentro una iride uguale alla
    tua (pagate), una volta finito il lavoro buttano
    la palla di vetro e tu sei fregato, ma è
    sufficiente una lente a contatto che falsifica
    l'iride, costruita sulla base dei dati della tua
    iride
    Chi avesse accesso ad entranbe le tecnologie
    (senza dirlo a nessuno), costruzione della lente
    a contatto + database non sarebbe così stupido da
    usarle in modo che tutti lo sappiano, ma in modo
    mirato, per eliminare un avversario politico ecc.hai pensato che il costo per mettere in atto tali contromisure sia leggermente superiore al reale guadagno?Pensi poi che questi macchinari si fanno fregare da una lette a contatto? Sai cosa è l'iride?Prendi un libro di biologia e dacci una occhiata.Solo nei film riescono a farlo, nella realtà no
  • Anonimo scrive:
    Re: associare una persona ad una identit
    - Scritto da: Anonimo



    Il controllo che voi dite è solo fantasia,

    tant'è


    vero che ormai in ogni post si parla di
    Hittler

    e


    dittatori improbabili.



    il nazismo è una realtà che poteva benissimo
    essere la regola, se la guerra fosse andata
    diversamente, solo che da una generazione
    all'altra si dimentica tutto
    ps:
    è improbabile tutto ciò che non hai mai vistorispondi alla prima parte
  • Anonimo scrive:
    Re: associare una persona ad una identit


    Il controllo che voi dite è solo fantasia,
    tant'è

    vero che ormai in ogni post si parla di Hittler
    e

    dittatori improbabili.il nazismo è una realtà che poteva benissimo essere la regola, se la guerra fosse andata diversamente, solo che da una generazione all'altra si dimentica tuttops:è improbabile tutto ciò che non hai mai visto
  • Anonimo scrive:
    Re: un furto biometrico è per sempre

    L'unico modo per una persona di prendere la tua
    password è quella di cambiare l'iride nel suo
    occhio perchè anche se riesce a metterla in una
    palla di vetro non potrà presentarsi allo
    sportello puntanto la palla di vetro invece del
    suo occhio.
    ci sono tante persone che possono indossare un occhio di vetro con dentro una iride uguale alla tua (pagate), una volta finito il lavoro buttano la palla di vetro e tu sei fregato, ma è sufficiente una lente a contatto che falsifica l'iride, costruita sulla base dei dati della tua irideChi avesse accesso ad entranbe le tecnologie (senza dirlo a nessuno), costruzione della lente a contatto + database non sarebbe così stupido da usarle in modo che tutti lo sappiano, ma in modo mirato, per eliminare un avversario politico ecc.
  • Anonimo scrive:
    Re: un furto biometrico è per sempre
    - Scritto da: Anonimo
    divaghi e non rispondi.Sentiti libero di rispondere alle mie obiezioniprecedenti mentre cerco di capire a cosa *io*dovrei rispondere e come *io* starei divagando. ;-)
    Insomma, in definitiva oggi fa fede un tesserino,
    domani fai fede te. Tu non sei più identificato
    con un nome, ma con una parte del corpo, l'Iride.
    L'unico modo per una persona di prendere la tua
    password è quella di cambiare l'iride nel suo
    occhioL'unico modo *che conosciamo*. :-)
    perchè anche se riesce a metterla in una
    palla di vetro non potrà presentarsi allo
    sportello puntanto la palla di vetro invece del
    suo occhio.Hai mica sentito mai parlare di:FAKE IRIS DETECTION cioè di*riconoscimento di iride contraffatta*? ;-)http://iris.usc.edu/Vision-Notes/bibliography/people931.htmlNo? Beh, peccato. Allora buona biometria a tutti! ;-)
  • Anonimo scrive:
    Re: un furto biometrico è per sempre
    non hai capito il concetto. Cercherò di essere breve altrimenti divaghi e non rispondi.La CI è un documento che associa una identità ad una persona. Il punto in comune è la foto. La foto è l'unica cosa che assicura che quella CI appartiene a quella persona. Se cambi la foto la CI ti attesta una diversa identità ma cosa più terribile, se cambi il nome sulla CI.Con l'iride invece non è più il pezzo di carta ad attestare la tua identità, ma la tua iride. Prendiamo un tesserino con nome Rossi con iride di tipo R posseduto dalla persona R.Iniziamo a falsificare il tesserino. Bianchi falsifica il tesserino. Ora il tesserino con nome Rossi ha iride B posseduto dalla persona B. In pratica Bianchi gira con un tesserino che porta la sua iride con il nome di Rossi. Ma se va in banca e prelevano l'impronta l'impronta sarà di Bianchi, anche se il tesserino dice che è di Rossi. Ci sarà quindi un errore. Perchè il tesserino di Rossi porterà una iride diversa da quella della banca centrale. Se anche falsificano la banca centrale e vanno a casa di Rossi si vedrà immediatamente che l'iride usata sia nella banca centrale che nella banca non è quella del signor Rossi.Insomma, in definitiva oggi fa fede un tesserino, domani fai fede te. Tu non sei più identificato con un nome, ma con una parte del corpo, l'Iride. L'unico modo per una persona di prendere la tua password è quella di cambiare l'iride nel suo occhio perchè anche se riesce a metterla in una palla di vetro non potrà presentarsi allo sportello puntanto la palla di vetro invece del suo occhio.
  • Anonimo scrive:
    Re: un furto biometrico è per sempre
    - Scritto da: Anonimo
    te lo dico io, vengono usati per identificarti in
    banche ed aeroporti.Ah beh, se lo dici tu stiamo tranquilli. E ricordache basta perdere i dati biometrici una volta solaper compromettere la sicurezza dell'individuo perTUTTI i sistemi biometrici in cui siano richiesti.*PER SEMPRE*.Un furto (o un caso di cattiva o malfidata custodia)delle impronte è PER SEMPRE. Chi ruba le improntedi una persona compromette in un colpo solola sicurezza del suo conto corrente, del suopassaporto, della sua carta d'identità elettronicae di una miriade di altre cose per cui le impronteci saranno fatte usate in futuro.PER SEMPRE, dato che l'onesto cittadino nonpuò cambiare le sue impronte come invecepotrebbe cambiare la sua password.A proposito, ma non è da stupidi usare una passwordche non si può cambiare, e come se non bastasseusarla per tante cose diverse? Ah, la sicurezza...
    Tutto il resto è fantasia
    senza ne prove ne logica dietro.Già, già. Leggi sopra. Senti, non ti offendere ma noncredo che il tuo futuro sia nelle Pubbliche Relazioni. ;-)
    allora (incredibile che debba spiegare queste
    cose).E con grande umiltà!
    Facciamo conto che una persona va in banca
    per incassare un assegno falso che punta al tuo
    conto corrente. Oggi per avere sicurezza si usa
    il blocchetto degli assegni con il tuo numero di
    conto, la firma e la CI. Tutte cose che si
    possono falsificare molto facilmente.TUTTO si può falsificare o rubare!
    Tu puoi falsificare il tuo nome sul tesserino,
    ma non la tua iride che sarà diversa da quella
    depositata. Questo è tutto da dimostrare. E ogni dato sipuò rubare. E un furto è per sempre.
    Allora facciamo il massimo degli impicci.
    Il DB centrale viene falsificato, entri e la tua
    iride non corrisponde al tuo nome, ma a quello di
    un altro, il mio ad esempio. Tu prelevi i soldi e
    sparisciFine della storia. Il ladro non era schedato o è latitante?Beh, indovina chi ha vinto e chi ha perso?
    e quelli vengono da me per arrestarmi.Oltre al danno, la beffa?
    In banca avranno registrato l'iride e si vedrà
    immediatamente che l'iride usata per prelevare è
    diversa dalla mia. Penso che anche il più idiota
    dei poliziotti capirà che il db centrale è stato
    falsificato.A cose fatte, ovviamente. E ci perde sempre la vittima,in immeritati problemi con la giustizia ed in soldoni(che il ladro starà già spendendo altrove alla facciadi chi ingenuamente crede nella sicurezza assolutadella biometria).
    Insomma, in sintesi i documenti associano un nome
    ad un elemento di riconoscimento, che è la foto.
    Durante un riconoscimento viene registrato tutto
    ciò che c'è sul documento ma non sulla tua
    persona. Con la biometria viene riconosciuto non
    ciò che è sul documento, ma ciò che è sul tuo
    corpo e quindi il documento a questo punto non ha
    valore se separato dal tuo corpo mentre un
    attuale documento invece si.La tua premessa, tutta da dimostrare, è chel'iride non possa essere falsificata e/o che isistemi di riconoscimento siano infallibili onon superabili.
    Se una persona mi
    ruba il documento e lo falsifica dovrà
    falsificare anche la sua iride per poterla usareO usare altri sistemi che magari esistono ma nonsono pubblicizzati dalle organizzazioni criminali.
    perchè come la giri la giri ci sarà sempre la sua
    iride ad essere registrata e non la miaVedi sopra. Il ladro anonimo se ne frega, il cittadinoonesto è compromesso a vita.
  • Anonimo scrive:
    Re: mi fate ridere

    Serve a identificare le persone. Cosa poi
    succeda a quei dati - sia che vengano usati
    dai custodi, sia che vengano usati dai ladri -
    non ci è dato saperlo.te lo dico io, vengono usati per identificarti in banche ed aeroporti. Tutto il resto è fantasia senza ne prove ne logica dietro.
    Prova a dire cosa succede alla vittima. Gli viene
    bloccato il conto?allora (incredibile che debba spiegare queste cose). Facciamo conto che una persona va in banca per incassare un assegno falso che punta al tuo conto corrente. Oggi per avere sicurezza si usa il blocchetto degli assegni con il tuo numero di conto, la firma e la CI. Tutte cose che si possono falsificare molto facilmente. La persona entra, preleva e sparisce. Si andrà a cercare una faccia sulla fotocopia di un documento falso. Ipotizza invece il riconoscimento oculare. Tu puoi falsificare il tuo nome sul tesserino, ma non la tua iride che sarà diversa da quella depositata. Allora facciamo il massimo degli impicci. Il DB centrale viene falsificato, entri e la tua iride non corrisponde al tuo nome, ma a quello di un altro, il mio ad esempio. Tu prelevi i soldi e sparisci e quelli vengono da me per arrestarmi. In banca avranno registrato l'iride e si vedrà immediatamente che l'iride usata per prelevare è diversa dalla mia. Penso che anche il più idiota dei poliziotti capirà che il db centrale è stato falsificato. Insomma, in sintesi i documenti associano un nome ad un elemento di riconoscimento, che è la foto. Durante un riconoscimento viene registrato tutto ciò che c'è sul documento ma non sulla tua persona. Con la biometria viene riconosciuto non ciò che è sul documento, ma ciò che è sul tuo corpo e quindi il documento a questo punto non ha valore se separato dal tuo corpo mentre un attuale documento invece si. Se una persona mi ruba il documento e lo falsifica dovrà falsificare anche la sua iride per poterla usare perchè come la giri la giri ci sarà sempre la sua iride ad essere registrata e non la mia
  • Anonimo scrive:
    Re: mi fate ridere
    - Scritto da: Anonimo
    il sistema serve per evitare frodi?Serve a identificare le persone. Cosa poisucceda a quei dati - sia che vengano usatidai custodi, sia che vengano usati dai ladri -non ci è dato saperlo.
    qui si sta dicendo che il sistema permette frodi,
    io sto spiegando invece che non è possibile.Cerca di essere un po' più convincente, allora.
    Se poi un ladro entra in banca con il bazooka non
    c'è db che tengaAha.
    ma se vuole fare un furto usando una manipolazione
    del db allora non può.Prova a dire cosa succede alla vittima. Gli vienebloccato il conto?
    Sto spiegando come non sia possibile fare le cose
    che dite,Se lo dici tu.
    se poi non sapete cosa dire non inzozzate il forum.Di apologisti del controllo totale che insozzano i forumne ho visti parecchi, ma non per questo li aggredisco.
  • Anonimo scrive:
    Re: mi fate ridere
    - Scritto da: Anonimo
    - Scritto da: Anonimo

    Un ladro che si identifica prima di entrare.

    Interessante.

    in effetti sembra una barzellettama secondo te un ladro è solo quello con la faccia incappucciata o è qualunque persona che cerca di sottrarre denaro o beni?non a caso ladro, altrimenti dicevo rapinatorese pensi di ottenere ragione con queste uscite mi sa che non sei molto intelligente
  • Anonimo scrive:
    Re: mi fate ridere
    - Scritto da: Anonimo
    - Scritto da: Anonimo

    ti faccio io l'esempio di come questo non possa

    funzionare. Un tipo manomette i dati nel mega

    server centrale. Va in banca, lascia l'iride e

    risulta come te (Mario Rossi). Fa il colpo e

    scappa.

    Un ladro che si identifica prima di entrare.
    Interessante.il cervello non ci arrivail sistema serve per evitare frodi?qui si sta dicendo che il sistema permette frodi, io sto spiegando invece che non è possibile. Se poi un ladro entra in banca con il bazooka non c'è db che tenga, ma se vuole fare un furto usando una manipolazione del db allora non può. Sto spiegando come non sia possibile fare le cose che dite, se poi non sapete cosa dire non inzozzate il forum.
  • Anonimo scrive:
    Re: mi fate ridere
    - Scritto da: Anonimo
    Un ladro che si identifica prima di entrare.
    Interessante.in effetti sembra una barzelletta
  • Anonimo scrive:
    Re: mi fate ridere
    - Scritto da: Anonimo
    ti faccio io l'esempio di come questo non possa
    funzionare. Un tipo manomette i dati nel mega
    server centrale. Va in banca, lascia l'iride e
    risulta come te (Mario Rossi). Fa il colpo e
    scappa.Un ladro che si identifica prima di entrare.Interessante.
  • Anonimo scrive:
    Re: mi fate ridere

    non è questo il tipo di manomissione a cui mi
    riferivo. Il rischio si pone quando la
    manomissione permette l'utilizzo dei veri dati
    dell'iride, non quelli falsi (ovviamente). Sono
    abusi puramente informatici, si potrebbe pensare
    a qualcuno che preleva soldi con i dati del tuo
    iride, senza aggiungere altri dati di altri
    iridi. Ovviamente sono abusi improbabili da parte
    di chi non ha accesso ai dati, il problema è che
    tali abusi possano venitre fatti da chi ha
    accesso ai dati, dallo stato. Quello che in un
    regime liberale è uno strumento di controllo può
    diventare uno strumento di oppressione in un
    regime illiberale (o da un "impiegato"
    (magistrato, poliziotto) illiberale in un paese
    liberale). Senza che fuori qualcuno si accorga
    che c'è un regime illiberale (tranne l'abusato)cosa cambia con i sistemi di oggi?pensi oggi in una banca un impiegato non può farlo?credi veramente che esisterà un piccolo pc in uno sgabuzzino con scritto fuori: "da qui si accede ai dati di tutto il mondo". Io vedo più difficile fare una cosa del genere se si potranno diffondere i dati a più enti. Un potente quanti database può manipolare? Se uno non corrisponde subito c'è il dubbio che il database non sia corretto
  • Anonimo scrive:
    Re: L'iride e' MIA
    caveau, si scrive cavau :)
  • Gatto Selvaggio scrive:
    Re: Muoio dalla voglia di sapere il truc

    Pensa a cosa potrebbe accadere
    nel caso di un database biometrico.Infatti, oltre che illibertaria, è una cosa scriteriata.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma perchè???
    - Scritto da: Anonimo
    fai viaggi all'estero dieci volte l'anno?Sono
    tutti registrati in un computer e basta fare il
    tuo nome o un random qualsiasi per avere altri
    tuoi dati identificativi e anche le ore in cui ti
    rechi al fast food.E naturalmente tu sei contento.
    La tua denuncia dei redditi rileva zero guadagni
    o non la fai per niente?Sono affari suoi.
    Sei fregato (per fortuna) dovrai spiegare bene
    dove prendi il denaro.Ognuno ne risponde solo a se stesso. Per fortunanon dovrà risponderne a te.
    Se poi fai dieci viaggi di lavoro e non denunci
    nulla è meglio che metti vaselina nel forum.Un commento che lascia il tempo che trova.
    Questo è solo un esempio semplice semplice.Di come ci sia chi esalta i vantaggi della schiavitù.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma perchè???
    fai viaggi all'estero dieci volte l'anno?Sono tutti registrati in un computer e basta fare il tuo nome o un random qualsiasi per avere altri tuoi dati identificativi e anche le ore in cui ti rechi al fast food.La tua denuncia dei redditi rileva zero guadagni o non la fai per niente?Sei fregato (per fortuna) dovrai spiegare bene dove prendi il denaro.Se poi fai dieci viaggi di lavoro e non denunci nulla è meglio che metti vaselina nel forum.Questo è solo un esempio semplice semplice.
  • Anonimo scrive:
    Re: mi fate ridere
    - Scritto da: Anonimo

    Mi sembra una brutta china quella di
    identificare

    una carta univocamente con una persona, dal

    momento che una carta elettronica a differenza
    di

    una carta normale, non viene da sola, viene con
    i

    dispositivi di tracciamento, è una carta che

    lascia tracce ovunque accessibili a chiunque e

    manipolabili da chiunque per dimostrare
    qualunque

    cosa, quindi io ci vedo ogni possibile

    limitazone. Se qualcuno manomette i dati come

    faccio a dimostrare che non ero io nel tal posto

    e nella tal ora a fare la tal cosa, dal momento

    che mi si identifica con una carta? Che oggi mi

    si identifichi con una carta di identità è

    indifferente perché le tracce lasciate da tale

    carta non danno l'illusione psicologica della

    "perfetta identificazione" col suo possessore,

    inoltre sono tracce corruttibili dove
    l'eventuale

    manomissone è più che evidente (per esempio in
    un

    registro è possibile verificare se l'inchiostro

    usato è lo stesso e una datazione e una
    locazione

    è possibile) , ma i dati digitali non hanno

    spazio né tempo, possono essere inseriti,

    cancellati, trafugati, sostituiti, non hanno

    spazio né tempo. Il rischio di manipolazione è

    elevatissimo.
    ti faccio io l'esempio di come questo non possa
    funzionare. Un tipo manomette i dati nel mega
    server centrale. Va in banca, lascia l'iride e
    risulta come te (Mario Rossi). Fa il colpo e
    scappa. Alle indagini verranno da te ma
    attenzione. E' vero che il colpo l'ha fatto Mario
    Rossi con l'iride di Mario Rossi (ha falsificato
    tutto il DB centrale), ma l'iride utilizzata è
    diversa dalla tua (deve cambiare anche questo
    campo nel DB se vuole falsificare). Inoltre anche
    la banca ci sarà il salvataggio dell'iride che
    sarà diversa dalla tua. Quindi è vero che il tuo
    nome ha fatto il colpo, ma non la tua iride,
    quindi cosa si fa, a meno che non abbia
    cancellato tutti i suoi dati (impossibile da un
    backup) il delinguente ha lasciato la sua
    impronta dell'iride in banca e da un backup si
    può scoprire subito chi è.
    Come vedi puoi anche far saltare il db centrale,
    rimarrà sempre memorizzata l'iride. Per fare
    quello che dici deve manipolare sia il centrale
    che quello della banca.non è questo il tipo di manomissione a cui mi riferivo. Il rischio si pone quando la manomissione permette l'utilizzo dei veri dati dell'iride, non quelli falsi (ovviamente). Sono abusi puramente informatici, si potrebbe pensare a qualcuno che preleva soldi con i dati del tuo iride, senza aggiungere altri dati di altri iridi. Ovviamente sono abusi improbabili da parte di chi non ha accesso ai dati, il problema è che tali abusi possano venitre fatti da chi ha accesso ai dati, dallo stato. Quello che in un regime liberale è uno strumento di controllo può diventare uno strumento di oppressione in un regime illiberale (o da un "impiegato" (magistrato, poliziotto) illiberale in un paese liberale). Senza che fuori qualcuno si accorga che c'è un regime illiberale (tranne l'abusato)
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma perchè???
    dopo il controllo chi manipolerà i tuoi dati?Prenderanno qualche decisione in base ad essi?Che tipo di decisioni prenderanno buone o cattive?etc etc etc
  • Anonimo scrive:
    Re: ridi che mamma ha fatto gli gnocchi

    Un mio amico questa estate è andato a fare un
    viaggio per l'europa dell'est. E' rimasto
    bloccato perchè il suo documento non è stato
    accettato ad un controllo all'interno mi sembra
    della Romania o simile e si è fatto un giorno in
    cella per accertamenti perchè la CI è solo un
    pezzo di carta. Poi tutto si è risolto per sua
    fortuna
    Posso raccontarti di documenti falsi e di tanti
    altri casi.si tratta di carte di identità contro le norme. Comunque sia in una carta di identità di carta è migliorabile l'aspetto che ne identifica l' autenticità senza bisogno di una carta elettronica
  • Anonimo scrive:
    Re: mi fate ridere

    Mi sembra una brutta china quella di identificare
    una carta univocamente con una persona, dal
    momento che una carta elettronica a differenza di
    una carta normale, non viene da sola, viene con i
    dispositivi di tracciamento, è una carta che
    lascia tracce ovunque accessibili a chiunque e
    manipolabili da chiunque per dimostrare qualunque
    cosa, quindi io ci vedo ogni possibile
    limitazone. Se qualcuno manomette i dati come
    faccio a dimostrare che non ero io nel tal posto
    e nella tal ora a fare la tal cosa, dal momento
    che mi si identifica con una carta? Che oggi mi
    si identifichi con una carta di identità è
    indifferente perché le tracce lasciate da tale
    carta non danno l'illusione psicologica della
    "perfetta identificazione" col suo possessore,
    inoltre sono tracce corruttibili dove l'eventuale
    manomissone è più che evidente (per esempio in un
    registro è possibile verificare se l'inchiostro
    usato è lo stesso e una datazione e una locazione
    è possibile) , ma i dati digitali non hanno
    spazio né tempo, possono essere inseriti,
    cancellati, trafugati, sostituiti, non hanno
    spazio né tempo. Il rischio di manipolazione è
    elevatissimo.ti faccio io l'esempio di come questo non possa funzionare. Un tipo manomette i dati nel mega server centrale. Va in banca, lascia l'iride e risulta come te (Mario Rossi). Fa il colpo e scappa. Alle indagini verranno da te ma attenzione. E' vero che il colpo l'ha fatto Mario Rossi con l'iride di Mario Rossi (ha falsificato tutto il DB centrale), ma l'iride utilizzata è diversa dalla tua (deve cambiare anche questo campo nel DB se vuole falsificare). Inoltre anche la banca ci sarà il salvataggio dell'iride che sarà diversa dalla tua. Quindi è vero che il tuo nome ha fatto il colpo, ma non la tua iride, quindi cosa si fa, a meno che non abbia cancellato tutti i suoi dati (impossibile da un backup) il delinguente ha lasciato la sua impronta dell'iride in banca e da un backup si può scoprire subito chi è. Come vedi puoi anche far saltare il db centrale, rimarrà sempre memorizzata l'iride. Per fare quello che dici deve manipolare sia il centrale che quello della banca.
  • Anonimo scrive:
    si dovrebbe titolare così:
    un ignobile speculatore inglese e i suoi soci di affari altrettanto ignobili presumibilmente di Londra fanno approvare una legge che obbliga a inserire dat biometrici nelle carte al fine di guadagnarci un sacco di soldi con il fine di aumentare il potere di controllo sui cittadini inermi e con motivazioni apparentemente nobili ma false.Naturalmente tutti questi dati al momento politicamente opportuno potranno essere manipolati e utilizzati per altri fini anche non legali mettendo in pericolo l'incolumità di molti cittadini innocenti.A pensar male è peccato ma quasi sempre ci si azzecca.BY Bossix
  • Anonimo scrive:
    Re: Muoio dalla voglia di sapere il truc
    - Scritto da: Anonimo
    Pensa a cosa potrebbe accadere
    nel caso di un database biometrico.Verrebbe il mod a casa e ci terminerebbe. :| 8) :'(
  • Anonimo scrive:
    Re: Muoio dalla voglia di sapere il truc
    Pensa a cosa potrebbe accaderenel caso di un database biometrico.
  • Anonimo scrive:
    Re: Muoio dalla voglia di sapere il truc
    - Scritto da: Gatto Selvaggio
    Ma se non me lo direte, farò l'indifferente!Semplice, un crackers anonimo ha trovato una falla nel sistema, ma siamo poi stati lo stesso OTizzati dal mod.L'anonimo crackers pare non voglia fornire spiegazioni.(e tempo fa anche un'altra persona - magari la stessa - aveva fatto lo stesso giochetto)
  • Gatto Selvaggio scrive:
    Muoio dalla voglia di sapere il trucco
    Ma se non me lo direte, farò l'indifferente!
  • Anonimo scrive:
    Re: A quanto pare agli OT non si rispond
    - Scritto da: Anonimo
    ciaosei un crackers?
  • Anonimo scrive:
    Re: A quanto pare agli OT non si rispond
    ciao
  • Gatto Selvaggio scrive:
    A quanto pare agli OT non si risponde

    #
    Nessun problema allora non dai la retina
    e nessuno ti può imporre l'assenza
    dei diritti civili.Non credo di aver capito.[Questo è il solo punto non ancora del tutto OT]-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 26 aprile 2006 13.49-----------------------------------------------------------
  • Anonimo scrive:
    5 --
    CDO
  • Anonimo scrive:
    associare una persona ad una identità
    da un lato c'è la persona, unica per caratteristicheda un lato un pezzo di carta (passaporto, CI, patente)associare l'identità di una persona usando il pezzo di carta è una cosa stupida. Il foglio di carta di per se è completamente staccato dalla persona che attualmente lo usa. Solo la fotografia attesta che quel documento appartiere a quella persona. Un viso simile, o una falsificazione del documento ed una persona diversa ha l'identità di un'altra. Ergo quella persona può presentarsi ad uno sportello ed incassare un assegno (ovviamente falso anch'esso) e sparire.Un documento biometrico invece dovrebbe invece collegare un particolare della persona che non è il volto (un particolare più certo, quindi una impronta o una retina) ed associarlo non ad un pezzo di plastica, ma ad un database centralizzato. Davanti ad un poliziotto o ad un impiegato di banca devi farti fare la scansione della retina. Come fai? Come Tom Cruise, ti fai trapiantare l'occhio di un altro? Qualcuno dice che falsifichi l'impronta. Possibile, ma cosa fai davanti all'impiegato di banca? Ti metti il guanto sul dito e ti fai leggere l'impronta? O tieni l'occhio di una persona in mano?Il problema è che con i documenti di oggi tu registri ciò che è letto sulla carta, con i biometrici ciò che è letto nel tuo corpo e finchè non ti fai cancellare le impronte o cavare gli occhi tu hai un tuo ID che è tuo per sempre. Se anche falsificassero i DB risulterebbe sempre che ad esempio un furto, è stato fatto con una retina diversa dalla tua. Il controllo che voi dite è solo fantasia, tant'è vero che ormai in ogni post si parla di Hittler e dittatori improbabili.
    • Anonimo scrive:
      Re: associare una persona ad una identit
      - Scritto da: Anonimo
      Il controllo che voi dite è solo fantasia, tant'è
      vero che ormai in ogni post si parla di Hittler e
      dittatori improbabili.Ecco visto che ti piace tanto vai in fila a farti superscansionare e non rompere a chi non vuol essere controllato.
      • Anonimo scrive:
        Re: associare una persona ad una identit
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Anonimo

        Il controllo che voi dite è solo fantasia,
        tant'è

        vero che ormai in ogni post si parla di Hittler
        e

        dittatori improbabili.

        Ecco visto che ti piace tanto vai in fila a farti
        superscansionare e non rompere a chi non vuol
        essere controllato.di un discorso lungo una pagina ti attacchi a questa frase, per altro non dicendo nullacresci
    • Anonimo scrive:
      Re: associare una persona ad una identit
      - Scritto da: Anonimo
      da un lato c'è la persona, unica per
      caratteristiche
      da un lato un pezzo di carta (passaporto, CI,
      patente)

      associare l'identità di una persona usando il
      pezzo di carta è una cosa stupida. Il foglio di
      carta di per se è completamente staccato dalla
      persona che attualmente lo usa. Solo la
      fotografia attesta che quel documento appartiere
      a quella persona. Un viso simile, o una
      falsificazione del documento ed una persona
      diversa ha l'identità di un'altra.
      Ergo quella persona può presentarsi ad uno
      sportello ed incassare un assegno (ovviamente
      falso anch'esso) e sparire.

      Un documento biometrico invece dovrebbe invece
      collegare un particolare della persona che non è
      il volto (un particolare più certo, quindi una
      impronta o una retina) ed associarlo non ad un
      pezzo di plastica, ma ad un database
      centralizzato.

      Davanti ad un poliziotto o ad un impiegato di
      banca devi farti fare la scansione della retina.
      Come fai? Come Tom Cruise, ti fai trapiantare
      l'occhio di un altro?
      Qualcuno dice che falsifichi l'impronta.
      Possibile, ma cosa fai davanti all'impiegato di
      banca? Ti metti il guanto sul dito e ti fai
      leggere l'impronta? O tieni l'occhio di una
      persona in mano?

      Il problema è che con i documenti di oggi tu
      registri ciò che è letto sulla carta, con i
      biometrici ciò che è letto nel tuo corpo e finchè
      non ti fai cancellare le impronte o cavare gli
      occhi tu hai un tuo ID che è tuo per sempre.

      Se anche falsificassero i DB risulterebbe sempre
      che ad esempio un furto, è stato fatto con una
      retina diversa dalla tua.

      Il controllo che voi dite è solo fantasia, tant'è
      vero che ormai in ogni post si parla di Hittler e
      dittatori improbabili.come mai a questo esempio non risponde nessuno?
  • Anonimo scrive:
    Re: Gli anglosassoni

    Hai anche ragione, ma me li sono trovati quando
    avevano idee come le mie, e poi pian piano si
    sono acquietati al punto da esser diventati una
    croce da sopportare.
    Nn avevo considerato il fatto che appartieni ad una setta che consente di dare del deficente ad un amico ma vieta tassativamente di non frequentarlo più.

    Potresti proporre una legge che obbliga a

    scegliere

    liberamente le libertà che vuoi imporre.

    Non è così semplice. La libertà non si impone,
    così come non si fa la pace. Al contrario, la
    prigionia e la guerra si impongono. Quando un
    bene consiste nell'assenza di qualcosa,
    non lo si può imporre.
    Nessun problema allora non dai la retina e nessunoti può imporre l'assenza dei diritti civili.


    software...) e vivono beati come pulcini nella


    stoppa. E parlo di persone con un'istruzione


    superiore, anche universitaria.
    Probabilmente dovrei emigrare nella taiga
    siberiana prima che il cosiddetto progresso
    arrivi anche lì.
    Sul fatto che a te la siberia richiama un luogo di massima libertà non avevo alcun dubbio. Pare chein quel logo felice tutto sialiberamente concesso compreso il dirito di appenderti gratuitamente al filo spinato,
  • NSA scrive:
    Re: ridi che mamma ha fatto gli gnocchi
    - Scritto da: Anonimo
    - Scritto da: Anonimo

    i documenti sono obbligatori.

    Devi avere un documento di riconoscimento.

    Sto ancora aspettando che tu citi una legge
    PRECISA a sostegno di questa tua teoria.
    E non ripetermi che "lo dice la legge".
    Troppo comodo. Cita la legge PRECISA.

    Sono PROPRIO curioso... Estremamente.


    Non puoi vivere in una società senza neanche far

    sapere chi cavolo sei.

    Ja, Mein Fuhrer.


    Qui stai scadendo nel pietoso, regolati.

    Ah beh, con questi argomenti chiunque può
    "vincere".


    Ma ti immagini il caos se la gente non avesse

    alcun documento.

    Ma non dirmi. Tua madre non ti riconoscerebbe,
    magari. Non senza un preventivo controllo delle
    impronte, eh. E poi chissà come avranno fatto
    gli Inglesi fino ad ora, senza carta d'identità
    per
    SECOLI. Poveri diavoli, eh.



    E ricorda che chi controlla la carta,
    controlla


    la vita


    della persona. Ma che te lo dico a fare...

    ma smettila, parli come un protagonista di un

    film, sei scadente, non sai nemmeno perchè

    protesti, sei ridicolo

    Sto ancora aspettando VERI argomenti confutativi.
    Non sono io a rendermi ridicolo qui, te lo
    assicuro.



    Attacchi "ad hominem"...

    per forza, non mi dici perchè questo sistema non

    va bene.

    Perchè riduce una persona alla mercé dello Stato,
    dato che i diritti di una persona dipenderanno
    non dall'esistenza del cittadino in quanto tale
    ma dall'avere o no (diritto) a quella carta!

    Ma tu non lo vuoi capire. Non puoi capire. Inizio
    a temere che sia al di fuori della tua portata.


    Dici cose idiote come il fatto che non

    si può rifiutare di avere i documenti.

    Se per te sono cose idiote non le commentare.
    Ma pare che non riuscire a confutare i miei
    argomenti ti procuri un certo grado di
    frustrazione,
    per cui devi ricorrere agli attacchi personali,
    una
    fallacia con cui nessuno ha mai vinto alcun
    argomento.


    Quanti anni hai? 15? No perchè non ragioni come

    una persona adulta, ti batti per idee che hai

    sentito in giro e che ti sono piaciute ad

    orecchio ma non sai nemmeno cosa comporterebbe

    vivere in una società come vuoi tu.

    Tu non lo sai di sicuro. E la mia identità non è
    affar tuo.



    Informazioni irrilevanti e/o fallaci


    e/o non verificabili e/o generalizzanti...

    si come no, ti rode perchè ti ho scoperto

    Argomenti, non attacchi. Non puoi provare un fico
    secco di quello che stai falsamente accusando.


    comunque mi hai risposto 3 volte ma per dire le

    stesse cose. Io la vedo positiva.

    Che dire, se uno non vuol capire non vuol capire.
    Ma quello non è colpa mia.


    Un mio amico questa estate è andato a fare un

    viaggio per l'europa dell'est. E' rimasto

    bloccato perchè il suo documento non è stato

    accettato ad un controllo all'interno mi sembra

    della Romania o simile e si è fatto un giorno in

    cella per accertamenti perchè la CI è solo un

    pezzo di carta. Poi tutto si è risolto per sua

    fortuna

    Posso raccontarti di documenti falsi e di tanti

    altri casi.

    Io ci vedo uno snellimento della burocrazia e

    tanti altri vantaggi.

    Hitler avrebbe adorato un sistema del genere
    per separare rapidamente gli ebrei dai non ebrei.
    Dipende dai punti di vista, come molte cose. Ci
    sono vantaggi E SVANTAGGI. Ma i secondi
    vengono molto spesso ignorati in nome di una
    presunta maggiore sicurezza o comodità.


    Con un solo documento

    potrei avere riconoscimento totale a livello

    mondiale per enti di credito, aerei. I documenti

    sarebbero molto più sicuri.

    Se qualcuno ti mettesse in una lista nera,
    capiresti
    meglio i rischi di un sistema del genere. Forse.


    Dimmi perchè dovrei rinunciare a queste comodità

    Se per te sono comodità, buon per te. Ma non
    aspettarti che tutti accettino il tuo punto di
    vista.


    perchè te vedi troppa televisione?

    Mi sa che sei tu a guardarne troppa. Senza offesa.http://www.vehicle-documents.it/articoli/articoli1/articolo2doc.htm""In alcuni paesi europei e nel mondo la carta d?identità è obbligatoria mentre nel nostro paese è facoltativa e sebbene regolata da norme statali il suo rilascio è demandato alle Autorità Comunali, le quali così come previsto dalla normativa vigente sono tenute a rilasciare il documento, della validità di cinque anni, a tutti coloro che ne facciano richiesta ""
  • Anonimo scrive:
    Re: ridi che mamma ha fatto gli gnocchi
    - Scritto da: Anonimo
    i documenti sono obbligatori.
    Devi avere un documento di riconoscimento.Sto ancora aspettando che tu citi una leggePRECISA a sostegno di questa tua teoria.E non ripetermi che "lo dice la legge".Troppo comodo. Cita la legge PRECISA.Sono PROPRIO curioso... Estremamente.
    Non puoi vivere in una società senza neanche far
    sapere chi cavolo sei.Ja, Mein Fuhrer.
    Qui stai scadendo nel pietoso, regolati. Ah beh, con questi argomenti chiunque può "vincere".
    Ma ti immagini il caos se la gente non avesse
    alcun documento.Ma non dirmi. Tua madre non ti riconoscerebbe,magari. Non senza un preventivo controllo delleimpronte, eh. E poi chissà come avranno fattogli Inglesi fino ad ora, senza carta d'identità perSECOLI. Poveri diavoli, eh.

    E ricorda che chi controlla la carta, controlla

    la vita

    della persona. Ma che te lo dico a fare...
    ma smettila, parli come un protagonista di un
    film, sei scadente, non sai nemmeno perchè
    protesti, sei ridicoloSto ancora aspettando VERI argomenti confutativi.Non sono io a rendermi ridicolo qui, te lo assicuro.

    Attacchi "ad hominem"...
    per forza, non mi dici perchè questo sistema non
    va bene.Perchè riduce una persona alla mercé dello Stato,dato che i diritti di una persona dipenderannonon dall'esistenza del cittadino in quanto talema dall'avere o no (diritto) a quella carta!Ma tu non lo vuoi capire. Non puoi capire. Inizioa temere che sia al di fuori della tua portata.
    Dici cose idiote come il fatto che non
    si può rifiutare di avere i documenti. Se per te sono cose idiote non le commentare.Ma pare che non riuscire a confutare i mieiargomenti ti procuri un certo grado di frustrazione,per cui devi ricorrere agli attacchi personali, unafallacia con cui nessuno ha mai vinto alcun argomento.
    Quanti anni hai? 15? No perchè non ragioni come
    una persona adulta, ti batti per idee che hai
    sentito in giro e che ti sono piaciute ad
    orecchio ma non sai nemmeno cosa comporterebbe
    vivere in una società come vuoi tu.Tu non lo sai di sicuro. E la mia identità non è affar tuo.

    Informazioni irrilevanti e/o fallaci

    e/o non verificabili e/o generalizzanti...
    si come no, ti rode perchè ti ho scopertoArgomenti, non attacchi. Non puoi provare un ficosecco di quello che stai falsamente accusando.
    comunque mi hai risposto 3 volte ma per dire le
    stesse cose. Io la vedo positiva.Che dire, se uno non vuol capire non vuol capire.Ma quello non è colpa mia.
    Un mio amico questa estate è andato a fare un
    viaggio per l'europa dell'est. E' rimasto
    bloccato perchè il suo documento non è stato
    accettato ad un controllo all'interno mi sembra
    della Romania o simile e si è fatto un giorno in
    cella per accertamenti perchè la CI è solo un
    pezzo di carta. Poi tutto si è risolto per sua
    fortuna
    Posso raccontarti di documenti falsi e di tanti
    altri casi.
    Io ci vedo uno snellimento della burocrazia e
    tanti altri vantaggi.Hitler avrebbe adorato un sistema del genereper separare rapidamente gli ebrei dai non ebrei.Dipende dai punti di vista, come molte cose. Cisono vantaggi E SVANTAGGI. Ma i secondivengono molto spesso ignorati in nome di unapresunta maggiore sicurezza o comodità.
    Con un solo documento
    potrei avere riconoscimento totale a livello
    mondiale per enti di credito, aerei. I documenti
    sarebbero molto più sicuri.Se qualcuno ti mettesse in una lista nera, capirestimeglio i rischi di un sistema del genere. Forse.
    Dimmi perchè dovrei rinunciare a queste comoditàSe per te sono comodità, buon per te. Ma nonaspettarti che tutti accettino il tuo punto di vista.
    perchè te vedi troppa televisione?Mi sa che sei tu a guardarne troppa. Senza offesa.
  • Gatto Selvaggio scrive:
    Re: Gli anglosassoni


    che non posso parlare di questo con nessuno dei

    miei amici.
    Gli amici si scelgono.Hai anche ragione, ma me li sono trovati quando avevano idee come le mie, e poi pian piano si sono acquietati al punto da esser diventati una croce da sopportare.

    Leggono i quotidiani seri, e se nomino Punto

    Informatico non sanno cos'è; se lo spiego

    rispondono "ah, su Internet, i blog, i grup..."

    guardandosi l'uno con l'altro sorridicchiando

    come a dire: le solite teorie complottiste da

    acher. Non conoscono i problemi (biometria,

    intrusioni nella vita privata, brevetti


    Potresti proporre una legge che obbliga a
    scegliere
    liberamente le libertà che vuoi imporre.Non è così semplice. La libertà non si impone, così come non si fa la pace. Al contrario, la prigionia e la guerra si impongono. Quando un bene consiste nell' assenza di qualcosa, non lo si può imporre.

    software...) e vivono beati come pulcini nella

    stoppa. E parlo di persone con un'istruzione

    superiore, anche universitaria.

    Adesso ci sono le elezioni, son contenti e

    giulivi perché pare vinca la sinistra, han già

    formato il trenino per andare a votare e cantano

    in coro: ciuf ciuf, ciuf ciuf!


    Invece scrivere un post dando del deficente a
    quelli che chiami amici aiuta molto a raggiungere
    la (tua) libertà. Probabilmente dovrei emigrare nella taiga siberiana prima che il cosiddetto progresso arrivi anche lì.
  • Anonimo scrive:
    Re: E chi non vuole ?
    - Scritto da: Anonimo
    Sarà interessante sapere il primo Gennaio 2011
    cosa accadrà a chi non vuole farsi questa carta
    Per ora che siamo alla multa, bella salata per
    giunta, che magari non tutti possono pagare
    (barboni etc...)il barbone è di fatto una persona molto intelligente, dunque è ovvio che faccia il barbone, non accetterebbe mai il sistema.comunque hai detto bene, pare sia un modo (l'ennesimo) per uccidere chi non ha soldi.
  • Anonimo scrive:
    Re: Gli anglosassoni
    - Scritto da: Gatto Selvaggio
    E poi persone con una laurea se gli parli di
    carte d'identità biometriche non dovrebbero
    limitarsi a dire "eeh, beeeeh, ma perché tu hai
    qualcosa da nascondere?"Beata ingenuità di chi si fida dei governi. :-(
  • Anonimo scrive:
    Re: Gli anglosassoni
    - Scritto da: Anonimo
    Gli amici si scelgono.Già. Probabilmente dovrebbe cambiare amici.
    Potresti proporre una legge che obbliga a
    scegliere liberamente le libertà che vuoi imporre.Ognuno è libero di scegliere quello che vuole.Anche di tenere la testa nascosta sotto la sabbiae di fare solo quello che gli è esplicitamentepermesso dal tiranno di turno, chiamandoquesto "libertà".
    Invece scrivere un post dando del deficente a
    quelli che chiami amici aiuta molto a raggiungere
    la (tua) libertà. Ha espresso in libertà il suo pensiero. Come te.
  • Anonimo scrive:
    Re: se non hai nulla da nascondere!!!!!
    - Scritto da: Anonimo
    Come fai tu, calando le braghe e giu a 90 gradi.la differenza tra te e me è che a me non piace
  • Anonimo scrive:
    Re: se non hai nulla da nascondere!!!!!
    - Scritto da: Anonimo
    - Scritto da: Anonimo

    Prova a chiedere ai leoni che postano se si sono

    rifiutati di fare la carta di identità perchè
    non

    è giusto dare i propri dati.

    come uno può rifiutarsi di dare i soldi a un
    rapinatore armato
    Come fai tu, calando le braghe e giu a 90 gradi. Salvopoi postare contro l'ingiustizia della vita e di come ci si deve ribellare ai soprusi.
  • Anonimo scrive:
    Re: ridi che mamma ha fatto gli gnocchi
    - Scritto da: Anonimo
    Ma ti immagini il caos se la gente non avesse
    alcun documento.
    Io ho il passaporto. Solo quello. Ho viaggiato praticamente dappertutto e non ho mai avuto bisogno di altro. E il bello é che di dati, sopra, ce ne sono una manciata.
  • Anonimo scrive:
    Re: ridi che mamma ha fatto gli gnocchi

    A domanda ho già risposto. La prima libertà
    persa dagli inglesi da quando è stata introdotta
    la carta è la libertà di rifiutarla. Inoltre,
    chiunque
    rifiuti la carta potrebbe gradualmente perdere
    ogni libertà, secondo l'umore del legislatore
    locale.i documenti sono obbligatori.Devi avere un documento di riconoscimento. Non puoi vivere in una società senza neanche far sapere chi cavolo sei. Qui stai scadendo nel pietoso, regolati. Ma ti immagini il caos se la gente non avesse alcun documento.
    E ricorda che chi controlla la carta, controlla
    la vita
    della persona. Ma che te lo dico a fare...ma smettila, parli come un protagonista di un film, sei scadente, non sai nemmeno perchè protesti, sei ridicolo
    Attacchi "ad hominem"...per forza, non mi dici perchè questo sistema non va bene. Dici cose idiote come il fatto che non si può rifiutare di avere i documenti. Quanti anni hai? 15? No perchè non ragioni come una persona adulta, ti batti per idee che hai sentito in giro e che ti sono piaciute ad orecchio ma non sai nemmeno cosa comporterebbe vivere in una società come vuoi tu.
    Informazioni irrilevanti e/o fallaci
    e/o non verificabili e/o generalizzanti...si come no, ti rode perchè ti ho scopertocomunque mi hai risposto 3 volte ma per dire le stesse cose. Io la vedo positiva.Un mio amico questa estate è andato a fare un viaggio per l'europa dell'est. E' rimasto bloccato perchè il suo documento non è stato accettato ad un controllo all'interno mi sembra della Romania o simile e si è fatto un giorno in cella per accertamenti perchè la CI è solo un pezzo di carta. Poi tutto si è risolto per sua fortunaPosso raccontarti di documenti falsi e di tanti altri casi.Io ci vedo uno snellimento della burocrazia e tanti altri vantaggi. Con un solo documento potrei avere riconoscimento totale a livello mondiale per enti di credito, aerei. I documenti sarebbero molto più sicuri. La CI è una buffonata, bastano due testimoni per accertare la tua identità, significa che qualsiasi idiota può avere una carta di identità falsa semplicemente andando con due compari o approfittando di qualche ingenuo in fila. Poi questi documenti sono pezzi di carta, si falsificano con due soldi. Dimmi perchè dovrei rinunciare a queste comodità perchè te vedi troppa televisione?
  • Anonimo scrive:
    Re: ridi che mamma ha fatto gli gnocchi
    - Scritto da: Anonimo

    Gli inglesi non saranno di fatto liberi di

    rifiutare

    la nuova carta d'identità. Ecco la prima libertà

    che hanno perso. CVD, il caso è chiuso.
    ahahahahIl riso abbonda.
    vedi, non sai neanche cosa possa comportare,A domanda ho già risposto. La prima libertàpersa dagli inglesi da quando è stata introdottala carta è la libertà di rifiutarla. Inoltre, chiunquerifiuti la carta potrebbe gradualmente perdereogni libertà, secondo l'umore del legislatore locale.E ricorda che chi controlla la carta, controlla la vitadella persona. Ma che te lo dico a fare...
    sei ridicolo
    tu sei il classico studente svogliato che per non
    andare a scuola organizza l'occupazione per avere
    un trattamento migliore a scuola.Attacchi "ad hominem"...
    Mi spieghi perchè chi si impegna nel lavoro o
    nella scuola non sente mai la necessità di
    combattere questo sistema?Informazioni irrilevanti e/o fallacie/o non verificabili e/o generalizzanti...
    Semplice, perchè appartieni alla categoria di
    persone che vuole tutto in modo furbo e una volta
    controllato non potresti più farlo. Se ti
    guadagnassi il tuo ruolo nella società
    onestamente non avresti bisogno di nasconderti. Conclusioni che sono tutto fuorché impeccabili...Ma non sarebbe più semplice confutare imiei argomenti anziché usare questi metodi?
    La verità vi renderà liberiE lo Stato vi renderà schiavi.
  • Anonimo scrive:
    Re: ridi che mamma ha fatto gli gnocchi

    Gli inglesi non saranno di fatto liberi di
    rifiutare
    la nuova carta d'identità. Ecco la prima libertà
    che hanno perso. CVD, il caso è chiuso.ahahahahvedi, non sai neanche cosa possa comportare, sei ridicolotu sei il classico studente svogliato che per non andare a scuola organizza l'occupazione per avere un trattamento migliore a scuola.Mi spieghi perchè chi si impegna nel lavoro o nella scuola non sente mai la necessità di combattere questo sistema?Semplice, perchè appartieni alla categoria di persone che vuole tutto in modo furbo e una volta controllato non potresti più farlo. Se ti guadagnassi il tuo ruolo nella società onestamente non avresti bisogno di nasconderti. La verità vi renderà liberi
  • Anonimo scrive:
    Re: ridi che mamma ha fatto gli gnocchi
    - Scritto da: Anonimo
    le visite obbligatorie non sono una novità. I 3
    giorni ad esempio lo sono, idem per i vaccini
    obbligatoriIn Inghilterra? Perché di Inghilterra parliamo.
    la legge ti obbliga già ad avere un documento di
    riconoscimentoFonte precisa e dettagliata a sostegno di questatua affermazione? Sono curioso...
    cioè, vuoi vivere in una società di leggi non
    rispettandole?Premesso che le leggi non le faccio io e chenessuno sceglie né di nascere né dove nascere,uno può sempre scegliersi un posto menorestrittivo dove vivere. Ah già, se emigrarefosse illegale uno dovrebbe restare secco epesto nel suo Paese perché ... sarebbe illegaleemigrare.
    come sei teatraleLeggi realista e non ingenuo.
    come al solito nessuna rispostaGli inglesi non saranno di fatto liberi di rifiutarela nuova carta d'identità. Ecco la prima libertàche hanno perso. CVD, il caso è chiuso.
    Se queste sono le vostre proteste io mi schiero
    dall'altra parteSchierati dove ti pare. A me non interessa di certo.
  • Anonimo scrive:
    Re: ridi che mamma ha fatto gli gnocchi

    Anzitutto, trovo immorale che lo Stato
    prelevi coattivamente dati biometrici
    dal "cittadino". L'Habeas Corpus di fatto è
    in via di disapplicazione, a quanto pare.le visite obbligatorie non sono una novità. I 3 giorni ad esempio lo sono, idem per i vaccini obbligatori
    Ma i "cittadini" sono padroni del loro corpo e
    della
    loro vita? E di accettare o rifiutare un mezzo
    d'identificazione?la legge ti obbliga già ad avere un documento di riconoscimento
    Le limitazioni di libertà ci potrebbero essere
    per chi NON ha la Carta. Chi ha il potere di
    dare o revocare una Carta unica obbligatoria,
    i cui usi potrebbero essere estesi a tutto,
    potrebbe avere potere di vita e di morte su
    una persona.cioè, vuoi vivere in una società di leggi non rispettandole?
    La sete di potere di alcuni uomini non è diminuita
    da allora, anzi. Ci saranno sempre uomini corrotti
    disposti a usare ogni mezzo per avere più potere.come sei teatrale
    Vediamo dunque di non creare la situazione ideale
    per un potenziale disastro.come al solito nessuna rispostanon lo sapete il perchè. Mi ricordo a scuola al liceo tutti ad occupare urlando, vogliamo una futuro migliore. Quando poi ho schiesto al più asino del liceo, perchè protesta per una scuola migliore se non studia mai e fa sempre assenze lui mi disse "stai zitto che fai più bella figura".Strana questa cosa, organizzano sempre le proteste i dipendenti più pigri e gli studenti meno diligenti (e non parlo di comportamento ma di risultati).Se queste sono le vostre proteste io mi schiero dall'altra parte
  • Anonimo scrive:
    Re: E chi non vuole ?
    - Scritto da: Anonimo

    Da povero fesso.

    Un tuo punto di vista come un altro.
    Certo. Ma farsi ammazzare per niente é da fessi.

    Per cosa? Per poter dire "non

    ho la carta d'identità biometrica"?

    Per essere libero di decidere della propria vita.
    Puoi decidere di guidare senza patente?

    In quanti pensi che lo appoggeranno?

    Dove sta scritto che un tale individuo si aspetta
    di essere appoggiato?
    Niente appoggio = niente risultati. Volersi battere é ammirevole, spaccarsi la testa contro un muro é da stupido.

    Qual'é la parte di "Non potete farci nulla" che

    non é ancora chiara?

    Qual è la parte di "da uomo libero" che ti sfugge?Nessuna. Puoi definirti "libero" al di fuori della tua mente? No: guarda bene e scoprirai che il numero di cose che puoi fare adesso rispetto a 20 anni fa é favolosamente diminuito. Le possibilità in più ti sono state date in gran parte dalla tecnologia, non dalla politica.Vuoi batterti? Bene: ricorda però che una chiave inglese tra gli ingranaggi può fare più danni di una bomba. Procurati chiavi inglesi. Tante.
    • Anonimo scrive:
      Re: E chi non vuole ?
      - Scritto da: Anonimo
      - Scritto da: Anonimo
      farsi ammazzare per niente é da fessi.Non c'è dubbio. La libertà individuale è tutto.
      Puoi decidere di guidare senza patente?Uno può saper guidare senza avere la patente.Così uno può esistere senza carta d'identità.
      Le possibilità in più ti sono state date in gran
      parte dalla tecnologia, non dalla politica.Non ho mai detto il contrario.
      Vuoi batterti? Bene: ricorda però che una chiave
      inglese tra gli ingranaggi può fare più danni di
      una bomba. Procurati chiavi inglesi. Tante.Parlavo del pacifico diritto all'autodifesa controchiunque vada a mettere fisicamente le maniaddosso al "cittadino".Il diritto all'autodifesa è un diritto naturale di ogniessere umano (ancorché spesso dimenticato),sacro, inviolabile e limitato esclusivamente afermare le aggressioni dirette alla propria persona.
  • Anonimo scrive:
    Re: se non hai nulla da nascondere!!!!!
    - Scritto da: Anonimo

    come uno può rifiutarsi di dare i soldi a un

    rapinatore armato
    Sparandogli.
    Peccato che con i governi sia più difficile.
    Ci serve una pistola più grossa.ce n'è una del 1789 che ha funzionato
  • Anonimo scrive:
    Re: se non hai nulla da nascondere!!!!!
    - Scritto da: Anonimo
    - Scritto da: Anonimo

    Prova a chiedere ai leoni che postano se si sono

    rifiutati di fare la carta di identità perchè
    non

    è giusto dare i propri dati.

    come uno può rifiutarsi di dare i soldi a un
    rapinatore armatoSparandogli.Peccato che con i governi sia più difficile.Ci serve una pistola più grossa.
  • Anonimo scrive:
    Re: E chi non vuole ?
    - Scritto da: Anonimo
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo


    - Scritto da: EdGreen



    3)Combatte.


    E muore.

    Da uomo libero e non da schiavo.
    Da povero fesso.Un tuo punto di vista come un altro.
    Per cosa? Per poter dire "non
    ho la carta d'identità biometrica"?Per essere libero di decidere della propria vita.
    In quanti pensi che lo appoggeranno?Dove sta scritto che un tale individuo si aspettadi essere appoggiato?
    Qual'é la parte di "Non potete farci nulla" che
    non é ancora chiara?Qual è la parte di "da uomo libero" che ti sfugge?
  • Anonimo scrive:
    Re: se non hai nulla da nascondere!!!!!
    - Scritto da: Anonimo
    Prova a chiedere ai leoni che postano se si sono
    rifiutati di fare la carta di identità perchè non
    è giusto dare i propri dati.come uno può rifiutarsi di dare i soldi a un rapinatore armato
  • Anonimo scrive:
    Re: non ci vedo nulla di male a parte
    e il fatto che sanno tutto di te?
  • Anonimo scrive:
    Re: E chi non vuole ?
    - Scritto da: Anonimo
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: EdGreen


    3)Combatte.

    E muore.
    Da uomo libero e non da schiavo.Da povero fesso. Per cosa? Per poter dire "non ho la carta d'identità biometrica"? In quanti pensi che lo appoggeranno?Qual'é la parte di "Non potete farci nulla" che non é ancora chiara?
  • Anonimo scrive:
    Re: E chi non vuole ?
    Cess! :D :D :D
  • Anonimo scrive:
    Re: E chi non vuole ?
    - Scritto da: Anonimo
    - Scritto da: EdGreen

    3)Combatte.
    E muore.Da uomo libero e non da schiavo.
  • Santos-Dumont scrive:
    Re: Britons never shall be slaves!
    - Scritto da: Anonimo
    - Scritto da: Santos-Dumont

    Are you from G.B.? ;)

    No, I am from Freedomland!

    "Rule, Britannia! Britannia, rule the waves:
    Britons never shall be slaves!"

    Un vero Briton non si sottometterebbe
    MAI a pratiche umilianti come la
    schedatura di massa.Lo pensavo anch'io, cresciuto con il "mito" dell'Inghilterra patria della privacy. Evidentemente ci sbagliavamo. Vorrei realmente essere smentito e vedere il popolo inglese sollevarsi contro queste imposizioni autoritarie come stanno facendo i francesi con Villepin.
  • Anonimo scrive:
    Re: non ci vedo nulla di male a parte
    - Scritto da: Anonimo
    Ne ho le palle piene di questi che continuano a
    dire: "Se non ho fatto niente di male".
    Proprio non ci arrivate eh?
    Si parla tanto di furto di dati, spionaggio
    industriale, studio degli interessi della gente,
    spyware, dati riservati, ecc. E a parte te tutti
    ne abbiamo capito l'importanza.bla bla bla, ma quante ne dite
    Ora, mettiamo che al governo ci vada qualcuno che
    conosce lontanamente (ma lontanamente eh) un
    grande delle multinazionali, secondo te come
    sfrutterebbe questi dati?ecco il dittatore in arrivo
    Poi se vuoi potresti presentarmi tua moglie,
    visto che dato che ce l'ha come le altre andrà in
    giro nuda...visto che non ha niente da
    nascondere.se sotto stai messo meglio di me accomodati
  • Anonimo scrive:
    Re: Metti una dittatura a cena
    - Scritto da: Anonimo

    Non dimenticare la zona 51 dove tengono nascosti
    li alieni.L'Area 51 é uno specchietto per le allodole. C'é un posticino nel Wyoming che dovresti vedere, invece.
    • Anonimo scrive:
      Re: Metti una dittatura a cena
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Anonimo



      Non dimenticare la zona 51 dove tengono nascosti

      li alieni.

      L'Area 51 é uno specchietto per le allodole. C'é
      un posticino nel Wyoming che dovresti vedere,
      invece.Coordinate? Così lo vediamo tutti su Google Earth...
      • Anonimo scrive:
        Re: Metti una dittatura a cena
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Anonimo



        - Scritto da: Anonimo





        Non dimenticare la zona 51 dove tengono
        nascosti


        li alieni.



        L'Area 51 é uno specchietto per le allodole. C'é

        un posticino nel Wyoming che dovresti vedere,

        invece.

        Coordinate? Così lo vediamo tutti su Google
        Earth...ridete finchè potetefa buon sangue
      • Anonimo scrive:
        Re: Metti una dittatura a cena
        Credo che si riferisca a uno dei campi di concentramento nel Wyoming.Praticamente gli americani facevano con i giapponesi (compresi quelli che avevano antenati giapponesi) quello che i nazisti facevano con gli ebrei, anche se non erano ancora arrivati a gassarli.Solo che siccome la storia la scrivono i vincitori nessuno ne parla.Ecco un libro e un sito:http://www.amazon.com/gp/product/0966155637/104-0153961-2020703http://www.lm.liverpool.k12.ny.us/Whacked/Manzanar1/Manzanar.html
  • Anonimo scrive:
    Re: L'iride e' MIA
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo



    - Scritto da: Anonimo

    te, se decideranno di averle.





    Dal mio cadavere.



    Dai nostri. Sarò quello che ti coprirà le
    spalle.


    Ecco bravo fai altrettanto quando rinnoverai la
    ci e ti chiederannoNiente. Non ho la carta d'identità.
    • Anonimo scrive:
      Re: L'iride e' MIA
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Anonimo



      - Scritto da: Anonimo





      - Scritto da: Anonimo


      te, se decideranno di averle.







      Dal mio cadavere.





      Dai nostri. Sarò quello che ti coprirà le

      spalle.




      Ecco bravo fai altrettanto quando rinnoverai la

      ci e ti chiederanno

      Niente. Non ho la carta d'identità.
      Ma hai l'IP spero tu non abbia consegnato i tuoidati al gestore telefonico, sarebbe un imprudenza grandissima.
      • Anonimo scrive:
        Re: L'iride e' MIA
        - Scritto da: Anonimo

        Niente. Non ho la carta d'identità.


        Ma hai l'IP spero tu non abbia consegnato i tuoi
        dati al gestore telefonico, sarebbe un imprudenza
        grandissima.L'IP si può spoofare.Spoofare un iride é un po' più complicato.
        • Anonimo scrive:
          Re: L'iride e' MIA
          - Scritto da: Anonimo
          L'IP si può spoofare.
          Spoofare un iride é un po' più complicato.lente a contatto....
          • Anonimo scrive:
            Re: L'iride e' MIA
            - Scritto da: munehiro

            - Scritto da: Anonimo


            L'IP si può spoofare.

            Spoofare un iride é un po' più complicato.

            lente a contatto....non funzional'unica è il trapianto corneo
          • Anonimo scrive:
            Re: L'iride e' MIA
            - Scritto da: Anonimo

            lente a contatto....

            non funziona
            l'unica è il trapianto corneoin virtu' di cosa non funziona? una telecamera e' una telecamera. Funziona nell'ottico, nell'infrarosso o nell'uv.Se ti metti una lente a contatto opaca, o addirittura specchiata, ti auguro buona fortuna a vedere cosa c'e' sotto.
  • Anonimo scrive:
    Re: Metti una dittatura a cena
    - Scritto da: Anonimo
    Negli Stati Uniti, im modo più o meno nascosto,
    si stanno costruendo nuovi campi di
    concentramento (attenzione! Non nuove carceri, ma
    campi di concentramento per decine di migliaia di
    unità). Alla domanda, posta da molti alle
    autorità, a cosa servono, non è seguita alcuna
    risposta.

    Qualche cosa bolle in pentola ed i prossimi a
    finire nei campi, non saranno più i talebani, ma
    gli stessi cittadini occidentali.

    C'è veramente da preoccuparsi.

    Leggevo quanto segnalato...

    http://zret.blogspot.com/2006/03/scie-chimiche-tes

    ... ed anche lì, si fa riferimento alle
    tecnologie di controllo. Il documento digitale è
    solo il primo passo per la fine delle libertà
    individuali. Bisogna che il popolo esca dal suo
    torpore, se vuole conservare quei pochi diritti
    che gli sono rimasti.
    Non dimenticare la zona 51 dove tengono nascosti li alieni.
  • Anonimo scrive:
    Re: L'iride e' MIA
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo
    te, se decideranno di averle.



    Dal mio cadavere.

    Dai nostri. Sarò quello che ti coprirà le spalle.
    Ecco bravo fai altrettanto quando rinnoverai la ci e ti chiederannoLa TUA fotografiaLa TUA residenzaLa TUA professioneLa Tua data di nascitaI TUOI dati fisici (serie completa)che ovviamente hai sempre dato, culo compreso, ma la retina no perchè quella e solo tua e poi fa tanto figoaffermare che fino ad adesso ai sempre dato tutto ma in futuro vedranno perchè morirai prima di dare l'impronta della retina.
  • Anonimo scrive:
    Re: non ci vedo nulla di male a parte
    - Scritto da: Anonimo
    - Scritto da: Anonimo

    Ne ho le palle piene di questi che continuano a

    dire: "Se non ho fatto niente di male".

    tristemente, ma quoto...Anch'io. Da oggi mi metterò a fare qualcosa di male. Ma veramente di male.
  • Anonimo scrive:
    Re: L'iride e' MIA
    - Scritto da: matcion
    a questo punto non so se era per la retina o per
    l'iride o per altro, ma mi hanno fatto fissare,
    facendomi togliere gli occhiali da vista, un
    qualcosa dal quale proveniva una luce rossa.
    Ah, si. Allora stai tranquillo, hanno solo registrato le tue memorie per programmare il clone.
  • Anonimo scrive:
    Re: non ci vedo nulla di male a parte
    - Scritto da: Anonimo
    Ne ho le palle piene di questi che continuano a
    dire: "Se non ho fatto niente di male".tristemente, ma quoto...
  • matcion scrive:
    Re: L'iride e' MIA
    - Scritto da: Anonimo
    Veramente negli stati uniti chiedono impronte
    digitali e fotografia, non ho mai sentito parlare
    della registrazione dell'impronta retinica.a questo punto non so se era per la retina o per l'iride o per altro, ma mi hanno fatto fissare, facendomi togliere gli occhiali da vista, un qualcosa dal quale proveniva una luce rossa.
  • Anonimo scrive:
    Re: L'iride e' MIA
    - Scritto da: Anonimote, se decideranno di averle.

    Dal mio cadavere.Dai nostri. Sarò quello che ti coprirà le spalle.
  • Anonimo scrive:
    Re: L'iride e' MIA
    - Scritto da: Anonimo
    avranno il tuo DNA e le tue
    impronte, se decideranno di averle.Dal mio cadavere.
  • Gatto Selvaggio scrive:
    Gli anglosassoni
    Gli anglosassoni stanno riempiendo il mondo della loro merda, e tutti a seguirli.Che deprimenti, che nausea gli articoli di oggi!
    • Santos-Dumont scrive:
      Re: Gli anglosassoni
      - Scritto da: Gatto Selvaggio
      Gli anglosassoni stanno riempiendo il mondo della
      loro merda, e tutti a seguirli.

      Che deprimenti, che nausea gli articoli di oggi!Sai la cosa più allucinante? Che quelli della mia generazione sono cresciuti col culto dell'Inghilterra culla della privacy , dove nessuno mai oserebbe parlare di carta di identitá e tantomeno chiedertela per strada. Oggi gli inglesi sono in prima fila nel controllo totale del cittadino, sia per strada che con i dati biometrici...L'estremo che si trasforma nel suo contrario.
      • Gatto Selvaggio scrive:
        Re: Gli anglosassoni

        Sai la cosa più allucinante? Che quelli della mia
        generazione sono cresciuti col culto
        dell'Inghilterra culla della privacy , dove
        nessuno mai oserebbe parlare di carta di identitá
        e tantomeno chiedertela per strada. Oggi gli
        inglesi sono in prima fila nel controllo totale
        del cittadino, sia per strada che con i dati
        biometrici...
        L'estremo che si trasforma nel suo contrario.E gli Stati Uniti come culla della libertà.Presumo di essere anch'io "della tua generazione".
      • Anonimo scrive:
        Re: Gli anglosassoni
        La cosa davvero allucinante è chetanta gente accetti tutto questosenza fiatare.
        • Gatto Selvaggio scrive:
          Re: Gli anglosassoni

          La cosa davvero allucinante è che
          tanta gente accetti tutto questo
          senza fiatare.La cosa che mi fa davvero disperare e venir voglia di emigrare sull'Isola della Desolazione è che non posso parlare di questo con nessuno dei miei amici.Leggono i quotidiani seri, e se nomino Punto Informatico non sanno cos'è; se lo spiego rispondono "ah, su Internet, i blog, i grup..." guardandosi l'uno con l'altro sorridicchiando come a dire: le solite teorie complottiste da acher. Non conoscono i problemi (biometria, intrusioni nella vita privata, brevetti software...) e vivono beati come pulcini nella stoppa. E parlo di persone con un'istruzione superiore, anche universitaria.Adesso ci sono le elezioni, son contenti e giulivi perché pare vinca la sinistra, han già formato il trenino per andare a votare e cantano in coro: ciuf ciuf, ciuf ciuf!
          • Anonimo scrive:
            Re: Gli anglosassoni
            - Scritto da: Gatto Selvaggio
            non posso parlare di questo
            con nessuno dei miei amici.Ovvio.
            Leggono i quotidiani seri, e se nomino Punto
            Informatico non sanno cos'èLa tua espressione è quasi un ossimoro. :-)Tra tutti i quotidiani, trovo che Punto Informaticosia tra i più seri ed attenti nel portare alla nostraattenzione le problematiche dei legami tratecnologia e libertà.
            se lo spiego rispondono "ah, su Internet, i
            blog, i grup..." guardandosi l'uno con l'altro
            sorridicchiando come a dire: le solite teorie
            complottiste da acher.Fanno anche "Muu!" per caso? :|Scherzo... :'-(
            Non conoscono i problemi (biometria,
            intrusioni nella vita privata, brevetti
            software...) e vivono beati come pulcini nella
            stoppa. E parlo di persone con un'istruzione
            superiore, anche universitaria.Purtroppo non tutti sanno o vogliono saperecosa accade nel mondo.
            Adesso ci sono le elezioni, son contenti e
            giulivi perché pare vinca la sinistra, han già
            formato il trenino per andare a votare e cantano
            in coro: ciuf ciuf, ciuf ciuf!Non dirgli che per noi non cambierà nulla,mi raccomando. ;-|
          • Anonimo scrive:
            Re: Gli anglosassoni

            La cosa che mi fa davvero disperare e venir
            voglia di emigrare sull'Isola della Desolazione è
            che non posso parlare di questo con nessuno dei
            miei amici.Gli amici si scelgono.
            Leggono i quotidiani seri, e se nomino Punto
            Informatico non sanno cos'è; se lo spiego
            rispondono "ah, su Internet, i blog, i grup..."
            guardandosi l'uno con l'altro sorridicchiando
            come a dire: le solite teorie complottiste da
            acher. Non conoscono i problemi (biometria,
            intrusioni nella vita privata, brevetti
            Potresti proporre una legge che obbliga a scegliereliberamente le libertà che vuoi imporre.
            software...) e vivono beati come pulcini nella
            stoppa. E parlo di persone con un'istruzione
            superiore, anche universitaria.
            Adesso ci sono le elezioni, son contenti e
            giulivi perché pare vinca la sinistra, han già
            formato il trenino per andare a votare e cantano
            in coro: ciuf ciuf, ciuf ciuf!
            Invece scrivere un post dando del deficente a quelli che chiami amici aiuta molto a raggiungere la (tua) libertà.
          • Anonimo scrive:
            Re: Gli anglosassoni
            - Scritto da: Gatto Selvaggio
            La cosa che mi fa davvero disperare e venir
            voglia di emigrare sull'Isola della Desolazione è
            che non posso parlare di questo con nessuno dei
            miei amici.
            Leggono i quotidiani seri, e se nomino Punto
            Informatico non sanno cos'è; se lo spiego
            rispondono "ah, su Internet, i blog, i grup..."
            guardandosi l'uno con l'altro sorridicchiando
            come a dire: le solite teorie complottiste da
            acher. Non conoscono i problemi (biometria,
            intrusioni nella vita privata, brevetti
            software...) e vivono beati come pulcini nella
            stoppa. E parlo di persone con un'istruzione
            superiore, anche universitaria.
            Adesso ci sono le elezioni, son contenti e
            giulivi perché pare vinca la sinistra, han già
            formato il trenino per andare a votare e cantano
            in coro: ciuf ciuf, ciuf ciuf!ho letto da qualche parte che siamo in piena ERA DELL'ACQUARIO, cioè dove la tecnologia la fa da padrona e dove tutto ci viene sbattuto in faccia senza pietà.non per dire ma.. mi sa che è proprio cosi!purtroppo, essendo un'era, non vedremo la fine, o meglio, non assisteremo al cambiamento perchè viviamo per troppo poco tempo, dunque non rimane altro che vivere nel nostro piccolo ed assistere di persona a questa scalata tecnologica, che ci piaccia o no.
          • Anonimo scrive:
            Re: Gli anglosassoni
            - Scritto da: Anonimo
            purtroppo, essendo un'era, non vedremo la fine, o
            meglio, non assisteremo al cambiamento perchè
            viviamo per troppo poco tempo, dunque non rimane
            altro che vivere nel nostro piccolo ed assistere
            di persona a questa scalata tecnologica, che ci
            piaccia o no.La tecnologia può liberare la vita dellepersone che non ignorano la sua esistenza.
          • Gatto Selvaggio scrive:
            Re: Gli anglosassoni

            ho letto da qualche parte che siamo in piena ERA
            DELL'ACQUARIO, cioè dove la tecnologia la fa da
            padrona e dove tutto ci viene sbattuto in faccia
            senza pietà.

            non per dire ma.. mi sa che è proprio cosi!

            purtroppo, essendo un'era, non vedremo la fine, o
            meglio, non assisteremo al cambiamento perchè
            viviamo per troppo poco tempo, dunque non rimane
            altro che vivere nel nostro piccolo ed assistere
            di persona a questa scalata tecnologica, che ci
            piaccia o no. Personalmente non inclino allo storicismo, soprattutto a quello fatalista.
  • Anonimo scrive:
    Re: L'iride e' MIA
    - Scritto da: Anonimo
    Ma per quale stracavolo di motivo dovrei dare a
    chicchessia' l'impronta dell'iride?????? Anche la faccia é tua, ma sui tuoi documenti c'é la foto della tua faccia.Nessuno ti porta via l'iride o la retina: vogliono solo l'immagine. E sai una cosa? L'avranno. Come avranno il tuo DNA e le tue impronte, se decideranno di averle.
  • Anonimo scrive:
    Re: L'iride e' MIA
    Il motivo del PERCHE' chiedano l'impronta dell'iride è molto semplice ed è starno che molti di voi non ci siano arrivati, il motivo è che grazie a questa impronta si può identificare una persona al 100%, l'impronta digitale infatti non ha un'affidabilità totale (anche se dopo un certo numero di caratteristiche uguali se ne può essere QUASI certi). Inoltre con le nuove telecamere che diventano di giorno in giorno sempre più sofisticate sarà possibile leggere l'iride delle peresono in qualsiasi momento, in qualsiasi posto (singolare coincidenza vero che proprio l'Inghilterra sia ol paese con più telecamere al mondo in rapporto al numero degli abitanti?). Fatto questo ragionamento si può facilmente evincere come la società si stia evolvendo verso un controllo sociale diffuso, un tempo questo controllo avveniva in appositi spazi fuori dalla società (ospedali, manicomi, carceri), ora il controllo si sta rapidamente estendendo in tutto lo spazio sociale (lavoro, scuola, strade, centri commerciali, piazze, locali), l'unico spazio che ancora resiste a questo controllo è il luogo di residenza, di dimora, ma ancora per quanto tempo? La storia ci ha insegnato che dove c'è una strategia del controllo le libertà degli individui si affievoliscono, lì nascono facilmente pratiche disciplinari, come si farebbe infatti a disciplinare senza controllo? Meditate gente, meditate!!
  • AnyFile scrive:
    Re: non ci vedo nulla di male a parte
    - Scritto da: Anonimo
    Ne ho le palle piene di questi che continuano a
    dire: "Se non ho fatto niente di male".
    Proprio non ci arrivate eh?
    Si parla tanto di furto di dati, spionaggio
    industriale, studio degli interessi della gente,
    spyware, dati riservati, ecc.[...]GIa' al governo in alcuni stati (e *NON* sto parlando di quelli che vengono definiti "amici di terroristi") vi sono persone che considerano illegittimo che persone di altri stati spiino le loro azinede, ma perfettamente legittimo anzi doveroso che vengano spiate le aziende, le industire e le persone degli alri stati (Echelon vi dice nulla?)
  • AnyFile scrive:
    Re: non ci vedo nulla di male a parte
    - Scritto da: Anonimo
    - Scritto da: Anonimo

    se non infrango la legge non c'è problema

    Definisci la parola "legge".Non sono quello che ha scritto prima, ma provo a dare una definizione di legge:una cosa che una perosna o un insieme di persone sostiene che sia giusta e la impone a tutti gli altri.La porala diritto deriva da "cio' che e' detto e' cio' che e' giusto"questo e' il significato che ha la parola legge e diritto in giurispudenza, politica, ecc. (cioe' il significato che gli si da' di solito)In scienza ha un significato completamente diverso (ed infatti alcuni vorrebbero cambiargli nome), ma questo e' un altro discorso.
  • Anonimo scrive:
    mi fate ridere
    parlate che vi limitano la libertà ma non riuscite neanche a capire come e vi rifate ad esempio di nazismo degli anni 30.E' solo questa idea che vi da fastidiol'unico motivo è che avete la coda di paglia.Tanto ora mi darete del troll e non riuscirete a dirmi cosa vi limita se non appunto esempi di nazismo e schiavitù che niente hanno a che fare con tutto questo
    • Anonimo scrive:
      Re: mi fate ridere
      Il grosso problema non e' secondo me l'intento, ma l'implementazione, in una societa' utopica sarei il primo a dire ok, io non ho nulla da nascondere ben venga un sistema di riconoscimento quasi infallibile ( apropo' perche' non usare il dna come in gattaga? ) Il problema e' sempre nel gestire queste informazioni ossia, chi mi assicura che per magilla i miei dati o quelli di qualcun altro vengano in qualche modo trafugati?personalmente non mi fido dei governanti e mai mi fidero'
    • Anonimo scrive:
      Re: mi fate ridere
      - Scritto da: Anonimo
      parlate che vi limitano la libertà ma non
      riuscite neanche a capire come e vi rifate ad
      esempio di nazismo degli anni 30.
      E' solo questa idea che vi da fastidio
      l'unico motivo è che avete la coda di paglia.
      Tanto ora mi darete del troll e non riuscirete a
      dirmi cosa vi limita se non appunto esempi di
      nazismo e schiavitù che niente hanno a che fare
      con tutto questoil problema è un altro, è che attraverso le tecnologia si creino dei regimi surrettizzi: fuori tutto rimane normale, dietro la tecnologia e quello che controlla tale tecnologia possono fare quello che vogliono senza controllo... Per questo almeno la tecnologia deve rimanere libera affinché ci sia equilibrioMi sembra una brutta china quella di identificare una carta univocamente con una persona, dal momento che una carta elettronica a differenza di una carta normale, non viene da sola, viene con i dispositivi di tracciamento, è una carta che lascia tracce ovunque accessibili a chiunque e manipolabili da chiunque per dimostrare qualunque cosa, quindi io ci vedo ogni possibile limitazone. Se qualcuno manomette i dati come faccio a dimostrare che non ero io nel tal posto e nella tal ora a fare la tal cosa, dal momento che mi si identifica con una carta? Che oggi mi si identifichi con una carta di identità è indifferente perché le tracce lasciate da tale carta non danno l'illusione psicologica della "perfetta identificazione" col suo possessore, inoltre sono tracce corruttibili dove l'eventuale manomissone è più che evidente (per esempio in un registro è possibile verificare se l'inchiostro usato è lo stesso e una datazione e una locazione è possibile) , ma i dati digitali non hanno spazio né tempo, possono essere inseriti, cancellati, trafugati, sostituiti, non hanno spazio né tempo. Il rischio di manipolazione è elevatissimo.
  • Anonimo scrive:
    Re: non ci vedo nulla di male a parte
    Ne ho le palle piene di questi che continuano a dire: "Se non ho fatto niente di male".Proprio non ci arrivate eh?Si parla tanto di furto di dati, spionaggio industriale, studio degli interessi della gente, spyware, dati riservati, ecc. E a parte te tutti ne abbiamo capito l'importanza.Ora, mettiamo che al governo ci vada qualcuno che conosce lontanamente (ma lontanamente eh) un grande delle multinazionali, secondo te come sfrutterebbe questi dati?Poi se vuoi potresti presentarmi tua moglie, visto che dato che ce l'ha come le altre andrà in giro nuda...visto che non ha niente da nascondere.
  • NSA scrive:
    Sorridete!
    Al fratellino.....http://www.newspeakdictionary.com/1984-movie-bb2_a.jpg
  • Anonimo scrive:
    5 --
  • Anonimo scrive:
    Re: Il marchio della bagascia 144
    come da subject
  • Anonimo scrive:
    Re: L'iride e' MIA
    ho scritto appunto per dire che non è vero che negli aeroporti USA richiedono la impronta dell'iride.
  • NSA scrive:
    Re: non ci vedo nulla di male a parte
    - Scritto da: Anonimo
    Il problema non è avere o no dei limiti.
    E' il fatto di essere controllati notte e giorno.
    Tu mi risponderai con la frase tipica "Ma io non
    ho niente da nascondere!"
    Ed è li che ti fregano.
    Le SS controllavano tutto e tutti per scoprire
    spie e ebrei. Hanno ammazzato gente innocente
    solo perchè non collaborava troppo. E la frase
    che ripetevano a tutti per farsi controllare era
    "Se non avete niente da nascondere, non avete di
    che preoccuparvi"
    J.J.Se non avete niente da nascondere...ecc=se non infrangete le leggi.Ma chi ci garantisce che le leggi saranno sempre giuste? Chi ci garantisce da una qualche forma di regime totalitario vecchio o nuovo?
  • NSA scrive:
    Re: non ci vedo nulla di male a parte
    - Scritto da: EdGreen


    a me sembrate visionari, parlate astratto, ci

    controlleranno, ci osserveranno.

    Ragioniamo su cosa controllano,

    dove abitiamo?

    dove stiamo la mattina?

    e che se vogliono non lo sanno?

    e chissene frega

    se non infrango la legge non c'è problema

    io a parte i farneticamenti di adolescenti non

    vedo nessun problema ad unificare quello che già

    c'è.

    Vedo solo pregi perchè si limita la criminalità
    e

    si possono eliminare molti aspetti burocratici

    Questo è positivo solo in una società giusta e
    retta da gente illuminata.Ma la realtà purtroppo
    è ben diversa....tu ti fideresti dei politici
    attuali?? Tu ti fideresti della classe dirigente
    attuale e ti fideresti ad affidargli un potere
    enorme??? E se poi la democrazia scompare, che
    facciamo??!! Imitiamo V ???!!

    Immaginiamo che ci sia un potente, che vuole
    accentrare tutto il potere su di sè e vuole
    eliminare qualsiasi complicazione o ostacolo, al
    suo obbiettivo finale...con un controllo del
    genere potrebbe inidviduare qualsiasi persona che
    esprima pareri contrari ai suoi...potrebbe
    registrare tutti i possibili nemici o resistenti
    e cancellarli preventivamente...un controllo
    dittatoriale ferreo....
    Mica crederai che le democrazie durino per
    sempre..?Se qualcuno si fida cosi tanto dei governanti, cosi da affidargli tutta la loro libertà, è da manicomio. Altro che paranoie, ben vengano!
  • Anonimo scrive:
    Re: L'iride e' MIA
    - Scritto da: Anonimo
    Veramente negli stati uniti chiedono impronte
    digitali e fotografia, non ho mai sentito parlare
    della registrazione dell'impronta retinica.L'impronta dell'iride per entrare negli USAl'ha menzionata matcion qui.http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1402356&tid=1402109&p=1&r=PI#1402356#ttp://Anonymouse.org/cgi-bin/anon-www.cgi/http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1402356&tid=1402109&p=1&r=PI#1402356(OT: l'impronta dell'iride e quella della retinanon sono la stessa cosa).
  • Anonimo scrive:
    imprecisione
    Quote

    "la Gran Bretagna aveva deciso di adottare questa soluzione centralizzata già da tempo, sulla scia del modello americano."Negli USA non esiste niente del genere, figurarsi che non esiste nemmeno la carta d'identità!!! Quello a cui possono ispirarsi al massimo è il controllo biometrico all'aeroporto, che quindi coinvolge esclusivamente chi è in possesso di un passaporto e sta passando la frontiera.
    • Anonimo scrive:
      Re: imprecisione
      - Scritto da: Anonimo
      Quote

      "la Gran Bretagna aveva deciso di adottare
      questa soluzione centralizzata già da tempo,
      sulla scia del modello americano."

      Negli USA non esiste niente del genere, figurarsi
      che non esiste nemmeno la carta d'identità!!!
      Quello a cui possono ispirarsi al massimo è il
      controllo biometrico all'aeroporto, che quindi
      coinvolge esclusivamente chi è in possesso di un
      passaporto e sta passando la frontiera.Puoi controllare il link per favore? NEgli Usa la national id card è nel programma elettorale di bush, la biometria uguale.Tanti saluti.
      • Anonimo scrive:
        Re: imprecisione
        - Scritto da: Anonimo

        modello americano."
        Puoi controllare il link per favore? NEgli Usa la
        national id card è nel programma elettorale di
        bush, la biometria uguale."Modello americano" != "programma elettorale di Bush".
        • thom scrive:
          Re: imprecisione
          - Scritto da: Anonimo
          - Scritto da: Anonimo


          modello americano."

          Puoi controllare il link per favore? NEgli Usa
          la

          national id card è nel programma elettorale di

          bush, la biometria uguale.

          "Modello americano" != "programma elettorale di
          Bush".Amministrazione Bush == 2000 - 2008 == modello americano
  • Anonimo scrive:
    Re: L'iride e' MIA
    Veramente negli stati uniti chiedono impronte digitali e fotografia, non ho mai sentito parlare della registrazione dell'impronta retinica.
  • Anonimo scrive:
    Re: Metti una dittatura a cena
    - Scritto da: EdGreen


    A me la fantascienza piace tantissimo

    Dicevano così anche negli anni 20, durante la
    repubblica di Weimar..Attenzione, perché della repubblica di weimar (nata dalla berlino rossa di rosa luxemburg e degli spartachisti) si diceva che fosse "la forma statale piu' democratica mai concepita"... ed ha aperto le porte alla peggiore dittatura della storia.Cfr. Polibio, "Anakuklosis" o "ciclicità dei regimi"
  • Anonimo scrive:
    se non hai nulla da nascondere!!!!!
    allora perche' non partecipare alla schedatura di massa?Mah, non so.. forse perche' e' una pratica penosa, umiliante e che ti pone poco al di sopra delle vacche da latte con il cartellino rivettato sulle orecchie?
    • Anonimo scrive:
      Re: se non hai nulla da nascondere!!!!!
      - Scritto da: Anonimo
      allora perche' non partecipare alla schedatura di
      massa?

      Mah, non so.. forse perche' e' una pratica
      penosa, umiliante e che ti pone poco al di sopra
      delle vacche da latte con il cartellino rivettato
      sulle orecchie?No, e' solo che non ci fidiamo delle persone che reggono e gestiscono il sistema; tutto li'.
      • Anonimo scrive:
        Re: se non hai nulla da nascondere!!!!!


        delle vacche da latte con il cartellino
        rivettato

        sulle orecchie?

        No, e' solo che non ci fidiamo delle persone che
        reggono e gestiscono il sistema; tutto li'.ah.capisco. Trovando un padrone fidato potresti essere una magnifica vacca da latte. Dico bene?
      • Anonimo scrive:
        Re: se non hai nulla da nascondere!!!!!
        - Scritto da: Anonimo
        No, e' solo che non ci fidiamo delle persone che
        reggono e gestiscono il sistema; tutto li'.ricordi? il tuo migliore amico si trombava tua moglie, ricordi?
    • Anonimo scrive:
      Re: se non hai nulla da nascondere!!!!!
      "Muuuuuuuuu!"(citazione dal film "Hackers")
    • Anonimo scrive:
      Re: se non hai nulla da nascondere!!!!!
      - Scritto da: Anonimo
      allora perche' non partecipare alla schedatura di
      massa?bhe se sei disonesto non hai nulla da nascondere, se invece sei una persona onesta hai tutto da nascondere (se lo stato scopre che non sei corruttibile ti fa il culo a strisce)
    • Anonimo scrive:
      Re: se non hai nulla da nascondere!!!!!
      - Scritto da: Anonimo
      allora perche' non partecipare alla schedatura di
      massa?

      Mah, non so.. forse perche' e' una pratica
      penosa, umiliante e che ti pone poco al di sopra
      delle vacche da latte con il cartellino rivettato
      sulle orecchie?
      Prova a chiedere ai leoni che postano se si sono rifiutati di fare la carta di identità perchè non è giusto dare i propri dati.
  • Anonimo scrive:
    Re: L'iride e' MIA
    - Scritto da: matcion
    Un motivo è dovere recarsi o anche solo passare
    dagli Stati Uniti.Questo è un motivo. Per evitare gli Stati Uniti. ;-)C'è chi ha rifiutato di andare negli States per evitaredi essere sottoposto a identificazione biometrica.Un nome per tutti:Giorgio Agamben, filosofo e docente universitario.http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=593028&tid=593028&p=1&r=PI
  • Anonimo scrive:
    al prossimo attentato Terroristico...
    il prossimo attentato, che non accadra' tra molto, sara' la scusa finale per introdurre questi congengi in tutti gli stati europei.E finalmente si inziera' a realizzare quel piano globale che che orwell e altri "pazzi cospirazionisti" avevano previsto gia' 20 fa.Buon risveglio a tutti!
    • Anonimo scrive:
      Re: al prossimo attentato Terroristico..
      - Scritto da: Anonimo
      il prossimo attentato, che non accadra' tra
      molto, sara' la scusa finale per introdurre
      questi congengi in tutti gli stati europei.
      Non aspetteranno il prossimo attentato. Lo introdurranno un po' alla volta, ci diranno che "lo chiede l'Europa!" e noi ce ne faremo una ragione, anche perché non ci potremo fare proprio niente.
  • matcion scrive:
    Re: L'iride e' MIA
    - Scritto da: Anonimo
    - Scritto da: matcion

    Io ormai sono fritto...

    Sono andato in viaggio di nozza in Polinesia.

    Scalo tecnico a Los Angeles (non ho neanche

    attraversato la porta con scritto Welcome in

    United States) e relativa lettura dell'iride.

    Andata e ritorno naturalmente.

    E la morale è...?nessuna morale.Hanno chiesto "Ma per quale stracavolo di motivo dovrei dare a chicchessia' l'impronta dell'iride".Un motivo è dovere recarsi o anche solo passare dagli Stati Uniti.
  • Anonimo scrive:
    Re: L'iride e' MIA
    - Scritto da: matcion
    Io ormai sono fritto...
    Sono andato in viaggio di nozza in Polinesia.
    Scalo tecnico a Los Angeles (non ho neanche
    attraversato la porta con scritto Welcome in
    United States) e relativa lettura dell'iride.
    Andata e ritorno naturalmente.E la morale è...?
  • matcion scrive:
    Re: L'iride e' MIA

    Ma per quale stracavolo di motivo dovrei dare a
    chicchessia' l'impronta dell'irideIo ormai sono fritto...Sono andato in viaggio di nozza in Polinesia.Scalo tecnico a Los Angeles (non ho neanche attraversato la porta con scritto Welcome in United States) e relativa lettura dell'iride.Andata e ritorno naturalmente.
  • Anonimo scrive:
    Re: non ci vedo nulla di male a parte
    - Scritto da: matcion
    Questo sistema ti identifica dal punto di vista fisicoEra proprio necessario?
    Se sei un attivista politico contro un ipotetico
    regime, ti esponi tu, e si sa chi sei.Dunque questo è uno strumento contro i dissidenti.
    Che poi con sta roba possa essere più facile
    ritrovarti, può anche essere.Meno male che lo ammetti.
  • matcion scrive:
    Re: non ci vedo nulla di male a parte


    Immaginiamo che ci sia un potente, che vuole
    accentrare tutto il potere su di sè e vuole
    eliminare qualsiasi complicazione o ostacolo, al
    suo obbiettivo finale...con un controllo del
    genere potrebbe inidviduare qualsiasi persona che
    esprima pareri contrari ai suoi
    Questo sistema ti identifica dal punto di vista fisico, non è che trasmette i tuoi pensieri.Se sei un attivista politico contro un ipotetico regime, ti esponi tu, e si sa chi sei.Che poi con sta roba possa essere più facile ritrovarti, può anche essere.
  • Anonimo scrive:
    Re: L'iride e' MIA
    - Scritto da: Anonimo
    per quale stracavolo di motivo dovrei dare a
    chicchessia' l'impronta dell'iride??????perchè sei di proprietà dello stato
  • Anonimo scrive:
    Re: non ci vedo nulla di male a parte
    - Scritto da: Anonimo
    portatemi un limite che avrò con la suddetta
    tesseraAvrai tanti limiti se NON avrai la tessera.
  • Anonimo scrive:
    Re: L'iride e' MIA
    - Scritto da: Anonimo
    Ma per quale stracavolo di motivo dovrei dare a
    chicchessia' l'impronta dell'iride??????Non e' chicchessia, e' il governo.
    Manco
    fossi l'addetto di un cavaut (o come *** si
    scrive). Mi sembrano totalmente fuori di testa!Hai la carta di identita'?Ti dovrebbe sembrare ugualmente fuori di testa.
    • Anonimo scrive:
      Re: L'iride e' MIA
      - Scritto da: Anonimo
      Non e' chicchessia, e' il governo.E quindi?
      • Anonimo scrive:
        Re: L'iride e' MIA
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Anonimo

        Non e' chicchessia, e' il governo.

        E quindi?E quindi se vogliono qualcosa da te l'avranno.Altrimenti sarai in carcere, o morto.
        • Anonimo scrive:
          Re: L'iride e' MIA
          - Scritto da: Anonimo
          E quindi se vogliono qualcosa da te l'avranno.
          Altrimenti sarai in carcere, o morto.Ecco la nuda natura dello Stato in tutta la suabruttezza.
    • Anonimo scrive:
      Re: L'iride e' MIA
      - Scritto da: Anonimo
      Hai la carta di identita'?
      Ti dovrebbe sembrare ugualmente fuori di testa.Infatti per gli anglosassoni anche la carta d'identità era fuori di testa prima dell'avvento dei dittatori Bush e Blair.
  • Anonimo scrive:
    Re: non ci vedo nulla di male a parte
    [quote]Senza offesa, ma...Mi sembra di sentire uno schiavo che si lamentadel costo delle catene che è costretto a pagare.[/quote]
  • Anonimo scrive:
    Re: Il Panopticon di Jeremy Bentham
    - Scritto da: Anonimo
    Ahahahha entro pochi anni saremmo tutti schedati:
    iride, impronte, telecamere dappertutto. Che
    mondo di merda si prospetta ahahahhahahahahIl "Panopticon" di Jeremy Bentham sta prendendo forma:http://en.wikipedia.org/wiki/PanopticonProposto nel 1791, questo modello di prigione si basasull'impossibilità del prigioniero di sapere quando e seè osservato.Il risultato è che il prigioniero autoregolerà la sua condotta.
    • NSA scrive:
      Re: Il Panopticon di Jeremy Bentham
      - Scritto da: Anonimo
      - Scritto da: Anonimo

      Ahahahha entro pochi anni saremmo tutti
      schedati:

      iride, impronte, telecamere dappertutto. Che

      mondo di merda si prospetta ahahahhahahahah

      Il "Panopticon" di Jeremy Bentham sta prendendo
      forma:
      http://en.wikipedia.org/wiki/Panopticon

      Proposto nel 1791, questo modello di prigione si
      basa
      sull'impossibilità del prigioniero di sapere
      quando e se
      è osservato.

      Il risultato è che il prigioniero autoregolerà la
      sua condotta.Un po come regolano il proprio comportamento i partecipanti ai giochi detti "di reality"Camerata! 10 flessioni via!
    • Anonimo scrive:
      Re: Il Panopticon di Jeremy Bentham
      - Scritto da: Anonimo
      - Scritto da: Anonimo

      Ahahahha entro pochi anni saremmo tutti
      schedati:

      iride, impronte, telecamere dappertutto. Che

      mondo di merda si prospetta ahahahhahahahah

      Il "Panopticon" di Jeremy Bentham sta prendendo
      forma:
      http://en.wikipedia.org/wiki/Panopticon

      Proposto nel 1791, questo modello di prigione si
      basa
      sull'impossibilità del prigioniero di sapere
      quando e se
      è osservato.

      Il risultato è che il prigioniero autoregolerà la
      sua condotta.Hai fatto diritto penitenziario? Ah il Panapticon sogno mai sopito di pratiche disciplinari, il bello che l'errore di Bentham fu la disciplina in spazi appositi, il sogno moderno è disciplina dappertutto, saremo uomini migliori, anche se saremo come robot?
    • Anonimo scrive:
      Re: Il Panopticon di Jeremy Bentham
      - Scritto da: Anonimo
      - Scritto da: Anonimo

      Ahahahha entro pochi anni saremmo tutti
      schedati:

      iride, impronte, telecamere dappertutto. Che

      mondo di merda si prospetta ahahahhahahahah

      Il "Panopticon" di Jeremy Bentham sta prendendo
      forma:
      http://en.wikipedia.org/wiki/Panopticon

      Proposto nel 1791, questo modello di prigione si
      basa
      sull'impossibilità del prigioniero di sapere
      quando e se
      è osservato.

      Il risultato è che il prigioniero autoregolerà la
      sua condotta.vedi tutor
  • Anonimo scrive:
    Re: L'iride e' MIA
    - Scritto da: Anonimo
    Ma per quale stracavolo di motivo dovrei dare a
    chicchessia' l'impronta dell'iride??????Finalmente qualcuno che fa questa domanda.
    • Anonimo scrive:
      Re: L'iride e' MIA
      - Scritto da: Anonimo
      - Scritto da: Anonimo

      Ma per quale stracavolo di motivo dovrei dare a

      chicchessia' l'impronta dell'iride??????
      Ipotizzo una risposta ... Visto che ci sono sistemi che identificano le targhe dalle solo immagine prodotta da telecamere .. immagino che ci saranno sistemi che identificano persone in modo automatico dalle immagini di speciali telecamere "leggendo" l'iride della persona inguadrata forse con un laser diretto negli occhi a mo di "minority report". Cosa che potrebbe anche trasformarsi in un arma accecante laser se il "sospetto" è stato identificato.Questo serve immagino ad identificare immediatamente una persona anche se in presenza di molte altre e anche se ha copricapi o "bende sul volto" (aereoporti, piazze, manifestazioni .. ecc)
  • Anonimo scrive:
    Re: non ci vedo nulla di male a parte
    - Scritto da: Anonimo
    1000 sterline se la perdi.
    Uè, un momento
    1000 sono troppe, se mi rubano il documento mi
    devo anche preoccupare di essere convincente
    altrimenti oltre il furto anche la multa
    questo non mi va proprio giùSenza offesa, ma...Mi sembra di sentire uno schiavo che si lamentadel costo delle catene che è costretto a pagare.
  • EdGreen scrive:
    V for Vendetta......
    Hanno deciso di ispirarsi al film o il film si ispira a loro??............http://wwws.warnerbros.it/vforvendetta/ :@
    • Anonimo scrive:
      Re: V for Vendetta......
      [X-files mode ON]Sarà un caso? Il film intanto abitua la gente a pensare che un sistema simile anziché rifiutarlo in toto possa esistere (e a credere che in seguito si possa combatterlo, facendo credere inconsciamente allo spettatore che ognuno può essere un eroe etc etc. Il meccanismo di identificazione è la base del cinema di azione, instillare la speranza di un futuro migliore/un salvatore etc etc è alla base di molte altre cose... sono messaggi a livello inconscio, archetipi)! Questo è ciò che deve arrivare.... Chi non sa fare 2+2, almeno la stragrande maggioranza delle persone -e imho l'intelligenza del pianeta è una costante e l'umanità aumenta...- uscendo dal cinema penserà "è solo un film ahahaha, però bello mica come i due matrix aggiunti dopo" Ben pochi aprono gli occhi, caro EdGreen[X-files mode OFF]
      • Anonimo scrive:
        Re: V for Vendetta......
        Non è un film.E' un manuale d'istruzioni.A buon intenditore... :D J.J.
        • Anonimo scrive:
          Re: V for Vendetta......
          - Scritto da: Anonimo
          Non è un film.
          E' un manuale d'istruzioni.
          A buon intenditore...
          Ripeti:E' solo un film.E' solo un film.E' solo un film.V ha a sua disposizione risorse e capacità praticamente illimitate, nella realtà chiunque volesse imitarlo finirebbe alla meglio in un ospedale psichiatrico, alla peggio come oggetto di 1 minuto di TG della sera del tipo:"Dopo un'infruttuosa trattativa e un breve scontro a fuoco, il forsennato/terrorista/malintenzionato é stato abbattuto dalla Polizia."V é realistico quando D.E.B.S., peccato manchino le spie lesbiche teenager in minigonna.
  • Anonimo scrive:
    Re: Metti una dittatura a cena
    - Scritto da: Anonimo
    dimmi quando esce questo film che me lo vado a
    vedere.
    A me la fantascienza piace tantissimoE' un vecchio film, è andato in scena in Germania negli anni '30-'40, poi negli anni '70 in Argentina e Cile, negli anni '80 in Polonia, negli anni '90 in Yugoslavia (dove per esempio andava di moda sterminare i bosniaci).
  • EdGreen scrive:
    Re: E chi non vuole ?
    - Scritto da: Anonimo
    Sarà interessante sapere il primo Gennaio 2011
    cosa accadrà a chi non vuole farsi questa carta
    Per ora che siamo alla multa, bella salata per
    giunta, che magari non tutti possono pagare
    (barboni etc...)
    Ma alla fine se ci sarà qualcuno che proprio non
    vuole farsi questa carta per motivi personali ?
    Cosa arriveranno a fargli ?
    Lo arresteranno ?
    Gli faranno la foto dell'iridie con la forza ?Chi non vuole, sarà escluso dalla società.Niente sanità, niente lavoro, niente cittadinanza, niente di niente.3 scelte:1)Si adegua e accetta supinamente tutto.2)Fugge nei paesi ancora liberi.3)Combatte.
    • Anonimo scrive:
      Re: E chi non vuole ?
      - Scritto da: EdGreen
      - Scritto da: Anonimo
      Chi non vuole, sarà escluso dalla società.Niente
      sanità, niente lavoro, niente cittadinanza,
      niente di niente.
      3 scelte:
      1)Si adegua e accetta supinamente tutto.
      2)Fugge nei paesi ancora liberi.
      3)Combatte.So per certo che la prima NON è un'opzione per me.
      • Santos-Dumont scrive:
        Re: E chi non vuole ?
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: EdGreen

        - Scritto da: Anonimo

        Chi non vuole, sarà escluso dalla società.Niente

        sanità, niente lavoro, niente cittadinanza,

        niente di niente.

        3 scelte:

        1)Si adegua e accetta supinamente tutto.

        2)Fugge nei paesi ancora liberi.

        3)Combatte.

        So per certo che la prima NON è un'opzione per me.Are you from G.B.? ;)
        • Anonimo scrive:
          Re: Britons never shall be slaves!
          - Scritto da: Santos-Dumont
          Are you from G.B.? ;)No, I am from Freedomland!"Rule, Britannia! Britannia, rule the waves:Britons never shall be slaves!"Un vero Briton non si sottometterebbeMAI a pratiche umilianti come laschedatura di massa.
    • NSA scrive:
      Re: E chi non vuole ?
      - Scritto da: EdGreen

      - Scritto da: Anonimo

      Sarà interessante sapere il primo Gennaio 2011

      cosa accadrà a chi non vuole farsi questa carta

      Per ora che siamo alla multa, bella salata per

      giunta, che magari non tutti possono pagare

      (barboni etc...)

      Ma alla fine se ci sarà qualcuno che proprio non

      vuole farsi questa carta per motivi personali ?

      Cosa arriveranno a fargli ?

      Lo arresteranno ?

      Gli faranno la foto dell'iridie con la forza ?

      Chi non vuole, sarà escluso dalla società.Niente
      sanità, niente lavoro, niente cittadinanza,
      niente di niente.
      3 scelte:
      1)Si adegua e accetta supinamente tutto.
      2)Fugge nei paesi ancora liberi.
      3)Combatte.Fai un sorriso al fratellino!http://www.newspeakdictionary.com/1984-movie-bb2_a.jpg
    • Anonimo scrive:
      Re: E chi non vuole ?

      Chi non vuole, sarà escluso dalla società.Niente
      sanità, niente lavoro, niente cittadinanza,
      niente di niente.
      3 scelte:
      1)Si adegua e accetta supinamente tutto.
      2)Fugge nei paesi ancora liberi.
      Esempio?
      3)Combatte.
    • Anonimo scrive:
      Re: E chi non vuole ?
      - Scritto da: EdGreen
      3)Combatte.E muore.
  • Anonimo scrive:
    Re: non ci vedo nulla di male a parte
    Il problema non è avere o no dei limiti.E' il fatto di essere controllati notte e giorno.Tu mi risponderai con la frase tipica "Ma io non ho niente da nascondere!"Ed è li che ti fregano.Le SS controllavano tutto e tutti per scoprire spie e ebrei. Hanno ammazzato gente innocente solo perchè non collaborava troppo. E la frase che ripetevano a tutti per farsi controllare era "Se non avete niente da nascondere, non avete di che preoccuparvi"J.J.
  • EdGreen scrive:
    Re: Metti una dittatura a cena

    A me la fantascienza piace tantissimoDicevano così anche negli anni 20, durante la repubblica di Weimar...
  • Anonimo scrive:
    Metti una dittatura a cena
    Per quelli che "se non hai niente da nascondere, devi lasciarti spiare a catalogare".Mettiamo che un giorno in una nazione che fa uso di queste tecnologie si instauri una dittatura. La dittatura in realtà è già nell'aria in tutto l'Occidente "libero", ma pensiamo ad una dittatura che decida -- che so -- che gli italiani (perché gli ebrei magari non andranno più di moda) debbano essere incarcerati o sterminati. O qualcosa del genere.Troveranno già bell'è pronto tutto nel grande archivio centralizzato voluto dai governi precedenti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Metti una dittatura a cena
      - Scritto da: Anonimo
      Per quelli che "se non hai niente da nascondere,
      devi lasciarti spiare a catalogare".

      Mettiamo che un giorno in una nazione che fa uso
      di queste tecnologie si instauri una dittatura.
      La dittatura in realtà è già nell'aria in tutto
      l'Occidente "libero", ma pensiamo ad una
      dittatura che decida -- che so -- che gli
      italiani (perché gli ebrei magari non andranno
      più di moda) debbano essere incarcerati o
      sterminati. O qualcosa del genere.

      Troveranno già bell'è pronto tutto nel grande
      archivio centralizzato voluto dai governi
      precedenti.dimmi quando esce questo film che me lo vado a vedere.A me la fantascienza piace tantissimo
    • Anonimo scrive:
      Re: Metti una dittatura a cena
      Negli Stati Uniti, im modo più o meno nascosto, si stanno costruendo nuovi campi di concentramento (attenzione! Non nuove carceri, ma campi di concentramento per decine di migliaia di unità). Alla domanda, posta da molti alle autorità, a cosa servono, non è seguita alcuna risposta. Qualche cosa bolle in pentola ed i prossimi a finire nei campi, non saranno più i talebani, ma gli stessi cittadini occidentali.C'è veramente da preoccuparsi.Leggevo quanto segnalato...http://zret.blogspot.com/2006/03/scie-chimiche-tesi-sul-complotto.html... ed anche lì, si fa riferimento alle tecnologie di controllo. Il documento digitale è solo il primo passo per la fine delle libertà individuali. Bisogna che il popolo esca dal suo torpore, se vuole conservare quei pochi diritti che gli sono rimasti.
    • Giaki scrive:
      Re: Metti una dittatura a cena
      - Scritto da: Anonimo
      Per quelli che "se non hai niente da nascondere,
      devi lasciarti spiare a catalogare".

      Mettiamo che un giorno in una nazione che fa uso
      di queste tecnologie si instauri una dittatura.
      La dittatura in realtà è già nell'aria in tutto
      l'Occidente "libero", ma pensiamo ad una
      dittatura che decida -- che so -- che gli
      italiani (perché gli ebrei magari non andranno
      più di moda) debbano essere incarcerati o
      sterminati. O qualcosa del genere.

      Troveranno già bell'è pronto tutto nel grande
      archivio centralizzato voluto dai governi
      precedenti.Perchè con i dati oggi in possesso non potrebbero già farlo? i tuoi dati sono sulla CI, patente, tesserino medico, ecc. Dove venire a cercarti lo sanno già
      • Anonimo scrive:
        Re: Metti una dittatura a cena
        - Scritto da: Giaki
        Perchè con i dati oggi in possesso non potrebbero
        già farlo? i tuoi dati sono sulla CI, patente,
        tesserino medico, ecc. Dove venire a cercarti lo
        sanno giàIl fatto è che in un database centralizzatonon troverebbero SOLO i suoi dati.
  • Anonimo scrive:
    .. Tesi sul complotto confutabile?
    http://zret.blogspot.com/2006/03/scie-chimiche-tesi-sul-complotto.html
    • Anonimo scrive:
      Re: .. Tesi sul complotto confutabile?
      Argomento off-topic... comunque ne ho ripreso parecchie anche nella mia città.Lunedì scorso c'è stata un'attività incredibile... hanno formato un vero e proprio reticolo ad angoli retti.E poi sono passati aerei militari a quota più bassa.
      • Anonimo scrive:
        Re: .. Tesi sul complotto confutabile?
        - Scritto da: Anonimo
        Lunedì scorso c'è stata un'attività
        incredibile... hanno formato un vero e proprio
        reticolo ad angoli retti.Sono i Tholiani che fanno la ragnatela.
    • NSA scrive:
      Re: .. Tesi sul complotto confutabile?
      - Scritto da: Anonimo
      http://zret.blogspot.com/2006/03/scie-chimiche-tesGiusto stamattina ci sono sulla mia citta di nuovo ste scie...dovrebbero come minimo controllare le rotte di questi aerei...
  • Anonimo scrive:
    Charles Clarke
    http://www.interet-general.info/IMG/Charles-Clarke-2.jpg
  • Anonimo scrive:
    Re: non ci vedo nulla di male a parte

    Ne riparleremo quando ti piazeranno unatelecamera
    nel cesso di casa tua, allora ti chiederai: ma
    che fanno di male? E ti risponderai: niente, io
    sto cagando, cagare è una cosa normale e anche se
    vedono che sto cagando non sto facendo nulla di
    male, l'importante è che riescano a fermare la
    criminalità. MA CHI CONTROLLA CHI??????????ho ragione allora, vaneggiamentiportatemi un limite che avrò con la suddetta tessera
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma perchè???
    - Scritto da: Anonimo
    Perchè usare un database con dentro tutto?
    Basta l'id della carta e l'hash del suo contenuto
    per certificare la genuinità della carta...

    Bah....aereoporto internazionalepassi la tessera sullo scanner, se la persona rispetta certi standard di sicurezza passa, se vedono che è appena uscito di galera dopo un dirottamento meglio dare una controllata. Non si da la sicurezza al 100%, ma aumentare un pò la sicurezza quando si parla della pelle non è mai male.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma perchè???
      - Scritto da: Anonimo
      Non si da la sicurezza al 100%, ma aumentare un
      pò la sicurezza quando si parla della pelle non è
      mai male.In un carcere di massima sicurezza saremo al sicuroal 100%. E questo carcere senza sbarre lo stannoerigendo molto in fretta nell'indifferenza di tutti.
    • castigo scrive:
      Re: Ma perchè???
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Anonimo

      Perchè usare un database con dentro tutto?

      Basta l'id della carta e l'hash del suo
      contenuto

      per certificare la genuinità della carta...



      Bah....
      aereoporto internazionale
      passi la tessera sullo scanner, se la persona
      rispetta certi standard di sicurezza passa, se
      vedono che è appena uscito di galera dopo un
      dirottamento meglio dare una controllata.
      Non si da la sicurezza al 100%, ma aumentare un
      pò la sicurezza quando si parla della pelle non è
      mai male.aereoporto internazionalepassi la tessera sullo scanner, se la tessera è ben falsificata e quindi rispetta certi standard di sicurezza il dirottatore passa....e dato che criminali e terroristi vari hanno sia la possibilità che i mezzi per procurarsi documenti falsi di ogni tipo, indovina un pò chi viene DAVVERO controllato?? :D scommetto che attendi con ansia la sonda anale......
  • Anonimo scrive:
    come la telecamera al semaforo
    più si passa con il rosso e più si odia
    • Anonimo scrive:
      Re: come la telecamera al semaforo
      - Scritto da: Anonimo
      più si passa con il rosso e più si odiaLa telecamera al semaforo NON SEGNALATA da cartelli o altro che ne avverte la dislocazione al cittadino non ha alcun valore legale
      • Anonimo scrive:
        Re: come la telecamera al semaforo
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        più si passa con il rosso e più si odia

        La telecamera al semaforo NON SEGNALATA da
        cartelli o altro che ne avverte la dislocazione
        al cittadino non ha alcun valore legalee aggiungo grandissima cavolatama che ce la metto a fare una telecamera se la segnalo?se metti una telecamera ogni 10 semafori a tua insaputa è come se li mettessi a tutti. Se ne metti 9 su 10 stai pur certo che passano tutti per quello senza perchè anche se non si passa con il rosso si preferisce avere la possibilità di farlo.A questo punto avvertitemi anche quando c'è il vigile, così so dove correre
        • Anonimo scrive:
          telecamere e vigili
          - Scritto da: Anonimo
          e aggiungo grandissima cavolata
          ma che ce la metto a fare una telecamera se la
          segnalo?Purtroppo la maggior parte dei governanti condivide la tua mentalità di "vediamo come possiamo fregarli".Sono contrario per principio alle telecamere, ma se c'è non deve essere un controllo occulto per coglierti in fallo e poi mandarti la Gestapo a prelevarti, ma tutt'al più un deterrente che dissuada dal compiere comportamenti pericolosi.Purtroppo la maggior parte della gente (te compreso, suppongo) è cresciuto con l'insegnamento della mamma che diceva: "non correre in mezzo alla strada, che se ti vede il vigile ti mette la multa".Così si cresce nella convinzione che il vigile (e quando si è più grandi, il legislatore) è un rompiscatole a cui dà fastidio tutto, e se non c'è lui allora tutto è permesso.Se invece impariamo che correre in mezzo alla strada è pericoloso perché ci sono le automobili e si rischia di farsi male, allora sarà una società più civile (e probabilmente non staremmo neanche a parlare di telecamere).
    • NSA scrive:
      Re: come la telecamera al semaforo
      - Scritto da: Anonimo
      più si passa con il rosso e più si odiaMa lascialo perdere. Emeriti Bambascioni come lui non capiscono che l'amministratore della cosa pubblica, dovendo fare solo il nostro interesse, non puo giocare a fregarci.
  • Anonimo scrive:
    Ma perchè???
    Perchè usare un database con dentro tutto?Basta l'id della carta e l'hash del suo contenuto per certificare la genuinità della carta...Bah....
  • Anonimo scrive:
    Re: E chi non vuole ?
    - Scritto da: Anonimo
    Sarà interessante sapere il primo Gennaio 2011
    cosa accadrà a chi non vuole farsi questa carta
    Per ora che siamo alla multa, bella salata per
    giunta, che magari non tutti possono pagare
    (barboni etc...)
    Ma alla fine se ci sarà qualcuno che proprio non
    vuole farsi questa carta per motivi personali ?
    Cosa arriveranno a fargli ?
    Lo arresteranno ?
    Gli faranno la foto dell'iridie con la forza ?Ad asfaltare le strade E/O in miniera a pane e H2o finche' non cambia idea !!! :@ .
  • Anonimo scrive:
    E chi non vuole ?
    Sarà interessante sapere il primo Gennaio 2011 cosa accadrà a chi non vuole farsi questa cartaPer ora che siamo alla multa, bella salata per giunta, che magari non tutti possono pagare (barboni etc...)Ma alla fine se ci sarà qualcuno che proprio non vuole farsi questa carta per motivi personali ?Cosa arriveranno a fargli ? Lo arresteranno ?Gli faranno la foto dell'iridie con la forza ?
  • Anonimo scrive:
    Re: non ci vedo nulla di male a parte
    Sono quelli come te che faranno sì che altri ci possano controllare, ma la domanda giusta è: chi controlla chi?
    • Anonimo scrive:
      Re: non ci vedo nulla di male a parte
      - Scritto da: Anonimo
      Sono quelli come te che faranno sì che altri ci
      possano controllare, ma la domanda giusta è: chi
      controlla chi?a me sembrate visionari, parlate astratto, ci controlleranno, ci osserveranno.Ragioniamo su cosa controllano, dove abitiamo?dove stiamo la mattina?e che se vogliono non lo sanno?e chissene fregase non infrango la legge non c'è problemaio a parte i farneticamenti di adolescenti non vedo nessun problema ad unificare quello che già c'è. Vedo solo pregi perchè si limita la criminalità e si possono eliminare molti aspetti burocratici
      • Anonimo scrive:
        Re: non ci vedo nulla di male a parte
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Sono quelli come te che faranno sì che altri ci

        possano controllare, ma la domanda giusta è: chi

        controlla chi?
        a me sembrate visionari, parlate astratto, ci
        controlleranno, ci osserveranno.
        Ragioniamo su cosa controllano,
        dove abitiamo?
        dove stiamo la mattina?
        e che se vogliono non lo sanno?
        e chissene frega
        se non infrango la legge non c'è problema
        io a parte i farneticamenti di adolescenti non
        vedo nessun problema ad unificare quello che già
        c'è.
        Vedo solo pregi perchè si limita la criminalità e
        si possono eliminare molti aspetti burocratici
        Ne riparleremo quando ti piazeranno unatelecamera nel cesso di casa tua, allora ti chiederai: ma che fanno di male? E ti risponderai: niente, io sto cagando, cagare è una cosa normale e anche se vedono che sto cagando non sto facendo nulla di male, l'importante è che riescano a fermare la criminalità. MA CHI CONTROLLA CHI??????????
      • EdGreen scrive:
        Re: non ci vedo nulla di male a parte

        a me sembrate visionari, parlate astratto, ci
        controlleranno, ci osserveranno.
        Ragioniamo su cosa controllano,
        dove abitiamo?
        dove stiamo la mattina?
        e che se vogliono non lo sanno?
        e chissene frega
        se non infrango la legge non c'è problema
        io a parte i farneticamenti di adolescenti non
        vedo nessun problema ad unificare quello che già
        c'è.
        Vedo solo pregi perchè si limita la criminalità e
        si possono eliminare molti aspetti burocraticiQuesto è positivo solo in una società giusta e retta da gente illuminata.Ma la realtà purtroppo è ben diversa....tu ti fideresti dei politici attuali?? Tu ti fideresti della classe dirigente attuale e ti fideresti ad affidargli un potere enorme??? E se poi la democrazia scompare, che facciamo??!! Imitiamo V ???!!Immaginiamo che ci sia un potente, che vuole accentrare tutto il potere su di sè e vuole eliminare qualsiasi complicazione o ostacolo, al suo obbiettivo finale...con un controllo del genere potrebbe inidviduare qualsiasi persona che esprima pareri contrari ai suoi...potrebbe registrare tutti i possibili nemici o resistenti e cancellarli preventivamente...un controllo dittatoriale ferreo....Mica crederai che le democrazie durino per sempre..?
      • Anonimo scrive:
        Re: non ci vedo nulla di male a parte
        - Scritto da: Anonimo
        se non infrango la legge non c'è problemaDefinisci la parola "legge".
      • NSA scrive:
        Re: non ci vedo nulla di male a parte
        - Scritto da: Anonimo
        a me sembrate visionari, parlate astratto, ci
        controlleranno, ci osserveranno.
        Ragioniamo su cosa controllano,
        dove abitiamo?
        dove stiamo la mattina?
        e che se vogliono non lo sanno?
        e chissene frega
        se non infrango la legge non c'è problema
        io a parte i farneticamenti di adolescenti non
        vedo nessun problema ad unificare quello che già
        c'è.
        Vedo solo pregi perchè si limita la criminalità e
        si possono eliminare molti aspetti burocratici
        E il crimine al potere chi lo limita?Il controllo di massa prossimo venturo, permette alle telecamere piazzate di identificarti ovunque tu va, anche grazie ai dati biometrici posseduti dalla centrale.A me dispiacerebbe, se tutti i miei spostamenti venissero tracciati e registrati. Con le capacita di storage sempre crescente.....
      • castigo scrive:
        Re: non ci vedo nulla di male a parte
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Sono quelli come te che faranno sì che altri ci

        possano controllare, ma la domanda giusta è: chi

        controlla chi?
        a me sembrate visionari, parlate astratto, ci
        controlleranno, ci osserveranno.
        Ragioniamo su cosa controllano,
        dove abitiamo?
        dove stiamo la mattina?
        e che se vogliono non lo sanno?
        e chissene frega
        se non infrango la legge non c'è problemagiusto.ed ogni stato sovrano degno di tal nome è libero ed autonomo di promulgare le sue leggi.proprio come la germania negli anni 30 e 40 :D
        io a parte i farneticamenti di adolescenti non
        vedo nessun problema ad unificare quello che già
        c'è. certo, certo, sono sempre "farneticamenti"..... fintanto che non si viene toccati dalla "legge" :D
        Vedo solo pregi perchè si limita la criminalità e
        si possono eliminare molti aspetti burocraticivero, solo pregi.... sono pronto a scommettere che dal giorno dopo la schedatura dell'ultimo cittadino provenzano salterà fuori magicamente, bin laden si suiciderà ed una tac te la faranno al massimo entro la giornata anzichè in un anno.... ma soprattutto i politici diventeranno tutti onesti (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)==================================Modificato dall'autore il 31/03/2006 11.00.13
      • Anonimo scrive:
        Re: non ci vedo nulla di male a parte
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Sono quelli come te che faranno sì che altri ci

        possano controllare, ma la domanda giusta è: chi

        controlla chi?
        a me sembrate visionari, parlate astratto, ci
        controlleranno, ci osserveranno.
        Ragioniamo su cosa controllano,
        dove abitiamo?
        dove stiamo la mattina?
        e che se vogliono non lo sanno?
        e chissene frega
        se non infrango la legge non c'è problema
        io a parte i farneticamenti di adolescenti non
        vedo nessun problema ad unificare quello che già
        c'è.
        Vedo solo pregi perchè si limita la criminalità e
        si possono eliminare molti aspetti burocratici
        Io quoto questo:http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=593546&tid=592846&p=1&r=PI#593546
  • Anonimo scrive:
    non ci vedo nulla di male a parte
    1000 sterline se la perdi. Uè, un momento1000 sono troppe, se mi rubano il documento mi devo anche preoccupare di essere convincente altrimenti oltre il furto anche la multaquesto non mi va proprio giù
  • Anonimo scrive:
    Re: TUTTI SCHEDATI!!
    - Scritto da: Anonimo
    Ahahahha entro pochi anni saremmo tutti schedati:
    iride, impronte, telecamere dappertutto. Che
    mondo di merda si prospetta ahahahhahahahahE ti fa ridere?
  • Anonimo scrive:
    L'iride e' MIA
    Ma per quale stracavolo di motivo dovrei dare a chicchessia' l'impronta dell'iride?????? Manco fossi l'addetto di un cavaut (o come *** si scrive). Mi sembrano totalmente fuori di testa!
  • Anonimo scrive:
    Re: Noi indietro (per fortuna)
    e' solo questione di tempo.. e visti i tempi.. c'e' poco da stare allegri..
    • Anonimo scrive:
      Re: Noi indietro (per fortuna)
      Il bello è che la maggior parte sono dei pecoroni che faranno la fila per prendersi la "nuovissima carta biometrica", ahahhahaha che ridere
      • Anonimo scrive:
        Re: Noi indietro (per fortuna)
        - Scritto da: Anonimo
        Il bello è che la maggior parte sono dei pecoroni
        che faranno la fila per prendersi la "nuovissima
        carta biometrica", ahahhahaha che ridereGià. Piuttosto triste, eh? Ma tanto a certa gentela privacy e la libertà non servono a nulla.
  • Anonimo scrive:
    Re: Noi indietro (per fortuna)
    e pensare che nella patria della privacy NON avevano la CI in senso assoluto, fino a poco tempo fa.... un bel salto
  • Anonimo scrive:
    TUTTI SCHEDATI!!
    Ahahahha entro pochi anni saremmo tutti schedati: iride, impronte, telecamere dappertutto. Che mondo di merda si prospetta ahahahhahahahah
  • Anonimo scrive:
    Noi indietro (per fortuna)
    Almeno abbiamo da rallegrarci se l'Italia e' indietro tecnologicamente, visto quello che succede nei paesi avanzati. Spero che l'Europa faccia qualcosa per impedire questa assurdita'
Chiudi i commenti