Fonolo, più veloci le chiamate ai call center

VoipBlog - Uno spider per un servizio intelligente, capace di superare per conto dell'utente le alberature dei servizi automatici e arrivare direttamente all'informazione che interessa

Roma – Quante volte siete rimasti impigliati nell’IVR (il sistema capace di fornire informazioni ad un chiamante interagendo tramite la tastiera telefonica) di qualche servizio clienti senza trovare l’informazione che vi occorreva? Non sarebbe bello poter saltare direttamente alle informazioni che vi interessano o poter richiedere l’aiuto di un operatore senza doversi subire 5 minuti di inutili messaggi?

Fonolo: Lo spider per IVR Grazie ad un nuovo servizio lanciato da Fonolo presto sarà possibile consultare direttamente le informazioni senza navigare l’intero albero IVR, tutto gratuitamente ed utilizzando qualsiasi telefono, sia di rete fissa che mobile.

Fonolo, menu Fonolo è uno spider telefonico che, come un motore di ricerca web, naviga l’intero albero IVR dei Call Center delle grandi compagnie ricavando una mappa dei menù telefonici , avvalendosi sia dell’aiuto umano che di un sistema di speech recognition.

Ma come funziona il servizio?
Fonolo permette ai propri utenti l’accesso diretto al messaggio o al menù IVR navigando al suo posto l’alberatura e chiamando l’utente, a cui passa in seguito il controllo della chiamata.

Il sistema analizza periodicamente gli IVR in cerca di cambiamenti nell’alberatura ed ogni qualvolta riceve una richiesta da parte di un utente naviga l’intero albero IVR assicurandosi di fornire l’informazione corretta.

Fonolo, call history

Fonolo permette di registrare le chiamate effettuate tramite il proprio sistema e di riascoltarle o inviarle via email in qualsiasi momento attraverso lo storico delle chiamate in cui è anche possibile inserire note personali.

Al momento il servizio è in beta, per poter ricevere l’invito è necessario iscriversi nella home page di Fonolo.

Alessandro Ferrazzi
VoipBlog.it

VoipBlog.it è content partner di Punto Informatico

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Sgabbio scrive:
    X la redazione: Il plug in Flash.
    Faccio presente che ci sono 2 versioni distinte di questo plug in:Uno con gli ActivX per Internet ExplorerUno Senza ActivX per gli altri browser.Non è che esiste una versione diversa per ogni browser.comunque spero vivamente che hanno risolto quel bug in Linux che non riconosceva erroniamente Opera come Firefox, con la conseguenza di non far funzionare il plug in.
  • gino scrive:
    Re: aggiornamento
    che sia 64 non c'entra nulla tanto il plugin è solo a 32 bit e se infatti puoi usare solo browser a 32bit per usare flash
  • suc scrive:
    Re: aggiornamento
    - Scritto da: Mauro
    L'aggiornamento web, almeno da Vista 64 non
    funzia!da me va
  • bruceleo scrive:
    Re: aggiornamento
    Beh, con Firefox è normale, con Explorer un pò meno.
  • Egregio Signore... scrive:
    PWN2OWN atto secondo?
    Ok, se questa è la famosa falla sfruttata durante il PWN2OWN, direi che tutte le cazzate sull'etica degli hacker che non attaccano ubuntu possono andare a farsi benedire.Infatti le falle corrette in flash permettevano l'esecuzione di codice (udite udite) con gli stessi privilegi dell'utente locale e quindi (udite udite) niente permessi di root.
    • Nome e cognome scrive:
      Re: PWN2OWN atto secondo?
      - Scritto da: Egregio Signore...
      Ok, se questa è la famosa falla sfruttata durante
      il PWN2OWN, direi che tutte le cazzate sull'etica
      degli hacker che non attaccano ubuntu possono
      andare a farsi
      benedire.

      Infatti le falle corrette in flash permettevano
      l'esecuzione di codice (udite udite) con gli
      stessi privilegi dell'utente locale e quindi
      (udite udite) niente permessi di
      root.almeno che gli utOnti non aprano firefox con:suPassword: firefox
      • Egregio Signore... scrive:
        Re: PWN2OWN atto secondo?
        Eh ma in quel caso è l'etica dell'utente che lo spinge a non digitare la password in maniera corretta per non far sfigurare la sicurezza di Ubuntu.
      • Gica78R scrive:
        Re: PWN2OWN atto secondo?

        almeno che gli utOnti non aprano firefox con:
        su
        Password:
        firefoxNo, devi fare: sudo firefoxpasswordsennò non funziona (rotfl)
    • Drago84 scrive:
      Re: PWN2OWN atto secondo?
      se nn hai i permessi di root ma tipicamente di apache (www) ci fai ben poco al max ci installi un iroffer ^:^
    • suc scrive:
      Re: PWN2OWN atto secondo?
      - Scritto da: Egregio Signore...
      Infatti le falle corrette in flash permettevano
      l'esecuzione di codice (udite udite) con gli
      stessi privilegi dell'utente locale e quindi
      (udite udite) niente permessi di
      root.esattamente come in Vista. Grazie allo UAC, tutti gli utenti hanno il minimo dei privilegi.
      • Egregio Signore... scrive:
        Re: PWN2OWN atto secondo?
        Ma evidentemente se l'hanno bucato guadagnando i permessi di amministratore (altrimenti non avrebbero vinto un ciufolo), qualche problema Vista deve averlo e il plugin flash è stata solo la porta attraverso cui far passare il cetriolone (rotfl)
      • gino scrive:
        Re: PWN2OWN atto secondo?
        jaja si è visto come non hanno poi preso il controllo di vista
      • Sgabbio scrive:
        Re: PWN2OWN atto secondo?
        no, UAC non ti mette privilegi limitati ma ti devasta le scatole con messaggi continui, tra l'altro si può pure disabilitare... :/
    • Luks scrive:
      Re: PWN2OWN atto secondo?
      - Scritto da: Egregio Signore...
      Ok, se questa è la famosa falla sfruttata durante
      il PWN2OWN, direi che tutte le cazzate sull'etica
      degli hacker che non attaccano ubuntu possono
      andare a farsi
      benedire.

      Infatti le falle corrette in flash permettevano
      l'esecuzione di codice (udite udite) con gli
      stessi privilegi dell'utente locale e quindi
      (udite udite) niente permessi di
      root.guarda, non mi sono andato a leggere i particolari riguardo ai bug corretti ecc, però personalmente il fatto che su ubuntu root sia bloccato di default e che un utente normale possa fare praticamente qualsiasi cosa tramite sudo mi ha sempre lasciato non poco perplesso.
      • Egregio Signore... scrive:
        Re: PWN2OWN atto secondo?
        Su qualsiasi distribuzione tramite sudo l'utente normale può fare quello che vuole, ma deve mettere la password (sua o di root in base alla configurazione).
        • Sgabbio scrive:
          Re: PWN2OWN atto secondo?
          poi solitamente il sudo viene chiesto per caricare e installare il software per la distrio è per modificare le impostazioni del sistema. Ma se ti viene chiesto in altre circostante, qualche dubbio che qualcosa non va, ti potrebbe venire.
        • Luks scrive:
          Re: PWN2OWN atto secondo?
          vero, però....dal man di sudo (http://www.gratisoft.us/sudo/man/sudo.html)"sudo allows a permitted user to execute a command as the superuser or another user, as specified in the sudoers file."dal man di sudoers"sudoers - list of which users may execute what"sulla mia debian di defaul sudoers ha solo una entry:root ALL=(ALL) ALLsu ubuntu oltre a quella c'è anche questa:username ALL=(ALL) ALLdirei che si commenta da sola ;)
Chiudi i commenti