Forniture biometriche per le questure

Il nuovo sistema consentirà di rilevare impronte digitali e palmari, associarle alle altre informazioni sull'individuo e far girare il tutto tra le forze di Pubblica Sicurezza


Roma – Sistemi che consentano l’acquisizione elettronica di impronte digitali e palmari nelle questure meridionali, e che permettano il successivo scambio e confronto di materiale con le forze di pubblica sicurezza del paese. Questo in sintesi quanto Finsiel fornirà alle questure meridionali italiane.

Ad annunciarlo è stata la stessa società hi-tech del gruppo Telecom Italia, che ha spiegato di essersi aggiudicata la gara per il reperimento delle nuove tecnologie biometriche indetta dal ministero dell’Interno (Dipartimento di Pubblica Sicurezza). Una gara che prevede, tra le altre cose, anche la fornitura per i prossimi tre anni dei servizi di installazione dei sistemi e quelli di formazione e di assistenza.

I sistemi di rilevazione, ha spiegato Finsiel, sono tutti di produzione italiana e sono incentrati sul BDI (Biometric Data Interchange), un software studiato non solo per gestire i dati acquisiti ma anche e soprattutto per consentirne la circolazione tra le forze dell’ordine.

“Le impronte – si legge infatti in una nota – una volta raccolte dal sistema informativo della Polizia Scientifica saranno condivise con tutte le forze di polizia e con i sistemi informativi dei dipartimenti dell’amministrazione penitenziaria e dell’amministrazione giudiziaria, che adottano le stesse soluzioni tecnologiche”.

La comunicazione e l’interoperabilità dei sistemi così impiegati dovrebbe portare ad una semplificazione amministrativa e alla drastica riduzione dei documenti cartacei. In più, evidentemente, sarà resa più celere l’identificazione di un individuo e più semplice la verifica di quante e quali informazioni l’apparato di Pubblica Sicurezza dispone sul soggetto in esame.

Sono anni che Finsiel lavora su queste tecnologie biometriche, tiene a spiegare l’azienda nella nota diffusa ieri, fin “dal 1996 quando è stato varato il progetto AFIS (Automated Fingerprint Identification System) per l’automatizzazione del Casellario Centrale della Polizia Scientifica”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Sarà vietato ma lo fanno...
    Ma siete sicuri che sia vietato girare i porno in italia?Eppure qui mi pare che sia evidente che i porno siano girati in italia (lo scrivo con la minuscola apposta "italia") http://www.centoxcento.net/Boh...
  • Anonimo scrive:
    ma se io ...
    ... voglio vedermi un porno ? che cacchio è ? non vedo niente ?
  • lorenzaccio scrive:
    Ma tanto ci sono abituati
    L'idea che gli USA siano vicina ad un altro periodo di "proibizionismo" non dovrebbe far meraviglia. In fondo ne hanno già passato uno famoso, quello dell'alcool, che ha visto le fortune di famosi personaggi come Al Capone e company. Se lo vogliono, bene!, contenti loro....Il problema è che poi lo vorranno imporre anche alla UE, come le leggi sul copryright del software, il DMCA, le informazioni riservate sulle persone che visitano gli USA (con buona pace di Rodotà) e tante altre belle cose.E questo proprio non mi va.Peccato!Lorenzaccio
  • Anonimo scrive:
    Antiamericani di merda
  • Riot scrive:
    IMHO è per Moore
    1. Esce nonostante i tentativi di censura il film di Moore "Farenheit 9/11" molto critico verso l'amministrazione Bush.2. Il film vince a Cannes.3. Viene fatto una legge che permette di censurare arbitrariamente i film.Ahhh, America, terra di libertà.
    • Anonimo scrive:
      Re: IMHO è per Moore

      1. Esce nonostante i tentativi di censura il
      film di Moore "Farenheit 9/11" molto critico
      verso l'amministrazione Bush.Critico è dire poco... e infatti la disney, vicina al presidente, si rifiuta di distribuirlo
      2. Il film vince a Cannes.

      3. Viene fatto una legge che permette di
      censurare arbitrariamente i film.Asp ancora all'approvazione non ci sono arrivati...Cmq es potessero lo farebebro di certo!!!!
      Ahhh, America, terra di libertà.Completamente d'accordo!!!! :(
    • Anonimo scrive:
      Re: IMHO è per Moore
      - Scritto da: Riot
      1. Esce nonostante i tentativi di censura il
      film di Moore "Farenheit 9/11" molto critico
      verso l'amministrazione Bush.

      2. Il film vince a Cannes.

      3. Viene fatto una legge che permette di
      censurare arbitrariamente i film.

      Ahhh, America, terra di libertà.
  • Harkonnen scrive:
    Re: Ed il tuo film preferito?
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: TPK

    Probabilmente l'intera filmografia di

    Tarantino durerebbe una mezz'ora in
    tutto...

    E quella di Lynch circa una decina di minuti
    (i titoli di coda...)...

    Hakkar... e i film di Paolini direttamente al rogo nella pubblica piazza
  • Anonimo scrive:
    Anche in Italia...
    ... c'è gente che non dorme la notte per pensare a come censurare, tagliuzzare e rompere i cosiddetti in nome della protezione dei "bei pampini"http://punto-informatico.it/p.asp?i=46844
  • Anonimo scrive:
    Re: Però intanto....
    - Scritto da: Anonimo
    .....fanno la guerra!!

    che ipocrisia......:(:(:(si, ma poi ne faranno un DVD censurato...
  • ParisDabar scrive:
    $ censurati
    Sarebbe da pagare questi prodotti in contanti con le banconote tagliuzzate o dipinte di indelebile pittura ! :)..giusto per fare pari..
  • Sandino scrive:
    E poi dicono dei Taliban....
    Fanno saltare cliniche abortisteUccidono medici abortistiFanno saltare negozi che vendono musica "oscena" (metal,hiphop)Sparano a un editore perche non apprezzano la sua rivista pornoTi vietano di fumare anche a casa tua(in certi posti l'hanno fatto)Non puoi bere alcolici in pubblico e se sei minorenne non puoi e bastaNon si possono insegnare nelle scuole pubbliche teorie contrarie alle sacre scritture (in alcuni stati e' vietato per legge)be le donne non portano il burqa ....almeno per ora..
    • Anonimo scrive:
      Re: E poi dicono dei Taliban....
      Aggiungo: pi greco = 4 per legge in uno stato americano
      • ElfQrin scrive:
        [OT] PI in Indiana
        - Scritto da: Anonimo
        Aggiungo: pi greco = 4 per legge in uno
        stato americanoSi tratta dell'Indiana, comunque a quanto risulta la legge è stata revocata...d'altronde se fosse ancora in uso immagino che tutto il software che fa uso di tale funzione -- a partire da tutti i linguaggi di programmazione, incluso il JavaScript dei browser, fino ai videogiochi -- dovrebbe essere adattato per la commercializzazione in tale stato, con risultati a dir poco catastrofici: immaginatevi un ingegnere dell'Indiana che progetta un edificio con volte ed archi arditi utilizzando un programma di CAD, e che questo crolli miseramente su se stesso per via dei calcoli errati, chi sa poi a chi addosserebbero la colpa.Mi chiedo quali ne siano le origini.==================================Modificato dall'autore il 26/06/2004 2.02.28
        • Anonimo scrive:
          Re: [OT] PI in Indiana
          - Scritto da: ElfQrin
          Mi chiedo quali ne siano le origini.L'ignoranza. Inoltre non è solo un problema informatico: le costruzioni esistevano già prima dell'informatica, così come tutta la matematica. Per fortuna nessun ingengere, fisico o matematico di quel luogo deve aver mai seguito tale legge, altrimenti avrebbe già fatto i suoi disastri
          • shevathas scrive:
            Re: [OT] PI in Indiana
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: ElfQrin


            Mi chiedo quali ne siano le origini.

            L'ignoranza. Inoltre non è solo un
            problema informatico: le costruzioni
            esistevano già prima
            dell'informatica, così come tutta la
            matematica. Per fortuna nessun ingengere,
            fisico o matematico di quel luogo deve aver
            mai seguito tale legge, altrimenti avrebbe
            già fatto i suoi disastriinfatti i politici dello stato dell'indiana volevano fissare per legge il valore di pi greco, ed erano stati proposti diversi numeri, da 3,2 a 4.Alla fine dovrebbe essere stato scelto il valore 3,2, se non ricordo male, perchè un filosofo aveva scritto un libro in cui "dimostrava" con argomentazioni filosofiche che il valore non poteva essere diverso da 3,2.La legge è stata approvata nel 1897, ma il senato dell'indiana ha postposto a data da destinarsi l'entrata in vigore di quest'ultima.PSpare che la legge sia stata voluta perchè non si voleva che qualcuno scoprisse ulteriori cifre di Pi e ne approffittasse per mettere le royalty su quanto scoperto :|
          • ElfQrin scrive:
            Re: [OT] PI in Indiana
            - Scritto da: shevathas
            PS
            pare che la legge sia stata voluta
            perchè non si voleva che qualcuno
            scoprisse ulteriori cifre di Pi e ne
            approffittasse per mettere le royalty su
            quanto scoperto :|Quindi il problema c'era già allora... strano, molto strano che in questi tempi non ci abbia pensato nessuno... esempio: io ho calcolato e brevettato per primo il valore del PI fino alla decimilionesima cifra, per cui se vuoi essere così preciso nei tuoi calcoli devi pagarmi una royalty.Essendo un rapporto già esistente in natura qualcuno potrebbe contestare questa posizione, ma non è detto che qualche tribunale non accolga tale tesi.
          • shevathas scrive:
            Re: [OT] PI in Indiana


            Essendo un rapporto già esistente in
            natura qualcuno potrebbe contestare questa
            posizione, ma non è detto che qualche
            tribunale non accolga tale tesi.penso di no, ormai si dovrebbe essere arrivati almeno alla milionesima cifra, ma già con le prime 30 decimali l'errore di calcolo dovuto all'approssimazione di PI è molto minore di quello dovuto all'errore sulla misura, siamo in salvo possiamo ancora continuare a costruire :)Ma con i brevetti amercani non si sa mai, qualcuno potrebbe alzarsi e reclamare il brevetto sul rapporto fra la circonferenza e il diametro ;)Cmq in matematica PI può essere definito in molti modi diversi.PSma non è che adesso questa rivista cogliendo l'occasione citerebbe gli autori dei linguaggi di programmazione perchè abbreviano pi greco con PI ? :D==================================Modificato dall'autore il 26/06/2004 11.14.18
  • ElfQrin scrive:
    Il ritorno del Braghettone
    Ricorda l'opera di Daniele da Volterra, da quel momento in poi noto come "il braghettone", a cui fu commissionato di coprire le "oscenità" della Cappella Sistina di Michelangelo.
  • Ekleptical scrive:
    Nulla di strano dai bacchettoni USA
    La censura c'è già per la musica. Se comprate online o in un un negozio USA vedrete che molti album hanno 2 versioni, quella "pulita" e quella originale "explicit lyrics".Evidentemente vogliono fare la stessa cosa con i film. E' altrettanto evidente che l'industria cinematografica sia contraria perchè così si raddoppiano i costi e gli invenduti. Peraltro a zittire la traccia vocale quando scatta la parolaccia non ci vuole poi molto lavoro. In mezza giornata te la cavi con un album intero hip-hop volgarissimo. Fare un montaggio rendendo un film comprensibile anche senza scene "pericolose" è uno smazzo molto superiore!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Nulla di strano dai bacchettoni USA
      - Scritto da: Ekleptical
      La censura c'è già per la
      musica. Se comprate online o in un un
      negozio USA vedrete che molti album hanno 2
      versioni, quella "pulita" e quella originale
      "explicit lyrics".

      Evidentemente vogliono fare la stessa cosa
      con i film. E' altrettanto evidente che
      l'industria cinematografica sia contraria
      perchè così si raddoppiano i
      costi e gli invenduti.

      Peraltro a zittire la traccia vocale quando
      scatta la parolaccia non ci vuole poi molto
      lavoro. In mezza giornata te la cavi con un
      album intero hip-hop volgarissimo. Fare un
      montaggio rendendo un film comprensibile
      anche senza scene "pericolose" è uno
      smazzo molto superiore!!!allora quelli di mediaset che censurano telefilm e gli anime, sono stressati...oh poverini .
  • Anonimo scrive:
    Re: Ed il tuo film preferito?

    Invece mi era piaciuto il passaggio da
    colore a bianco e nero durante il
    combattimento con gli 88 folli.Stilisticamente è una bella cosa, ma ti assicuro che se vedi la scena a colori con tutte le numerosissime parti che sono state tagliate (compresa la spiegazione del fatto che il ragazzino non abbia la maschera), cambi idea... È un tripudio, davvero, una scena immensa, iperbolica.E la scena poi di Sophie è ridicolissima, perché mentre agonizza esce il solito spruzzo che però colpisce ripetutamente la telecamera. Da notare che le tagli asolo un pezzo di braccio, anzi direi solo la mano, così la scena in cui lei rotola è ok... -- Stefano
  • TPK scrive:
    Re: Ed il tuo film preferito?
    - Scritto da: Anonimo


    Probabilmente l'intera filmografia di

    Tarantino durerebbe una mezz'ora in
    tutto...

    In effetti, la versione giapponese di Kill
    Bill ha molta più violenza (qui nel
    fondo della pagina trovi le differenze da
    quella che abbiamo visto noi:
    www.dvdcompare.net/comparisons/film.php?fid=5Grazie, mi ero sempre chiesto come fosse ridotta Sophie Fatale nella scena finale di KB1.Invece mi era piaciuto il passaggio da colore a bianco e nero durante il combattimento con gli 88 folli.
  • TPK scrive:
    [OT] Dagli Usa l'anello della castità
    http://www.repubblica.it/2004/f/sezioni/esteri/casti/casti/casti.htmlNiente sesso, siamo americani.
  • Anonimo scrive:
    E se volessi...
    ...vedermi un sano, ricostituente pornazzo?Leggo la copertina del DVD:Durata del film 90 minuti, che con le censure automatiche diventano 3minuti. Giusto l'inizio in cui si vede la porcona di turno camminare per strada, per dare l'idea che c'è anche una storia.
    • Anonimo scrive:
      Re: E se volessi...
      ah...e non potrei neanche vedere i trailers!!!!!:'(
    • TPK scrive:
      Re: E se volessi...
      - Scritto da: Anonimo
      ...vedermi un sano, ricostituente pornazzo?
      Leggo la copertina del DVD:

      Durata del film 90 minuti, che con le
      censure automatiche diventano 3minuti.

      Giusto l'inizio in cui si vede la porcona di
      turno camminare per strada, per dare l'idea
      che c'è anche una storia. Buon giorno, sono l'idraulico. ==================================Modificato dall'autore il 25/06/2004 11.03.07
  • TPK scrive:
    Ed il tuo film preferito?
    In USA hanno vari rating per un film, che vanno da G (per tutti) a NC-17 (vietato ai minori di 18 ).http://www.mpaa.org/movieratings /Provate a cercare qualche film o sul database del MPAA:http://www.mpaa.org/movieratings/search/index.htm o su imdb (che e' piu' completo perche' spiega le ragioni del ranking).Ed in base al rating provate ad immaginare quanto verra' tagliato del film.Probabilmente l'intera filmografia di Tarantino durerebbe una mezz'ora in tutto...==================================Modificato dall'autore il 25/06/2004 11.01.11
    • Anonimo scrive:
      Re: Ed il tuo film preferito?
      - Scritto da: TPK
      Probabilmente l'intera filmografia di
      Tarantino durerebbe una mezz'ora in tutto...E quella di Lynch circa una decina di minuti (i titoli di coda...)...Hakkar
  • Anonimo scrive:
    Re: Stavolta...
    - Scritto da: Anonimo
    ...sono daccordo con gli studios!


    Proibire semplicemente la vendita di quei
    DVD ai minori era troppo complicato?
    Ci piazzi un bollino rosso e fai una legge
    che obbliga il venditore a chiedere un
    documento, come già fanno
    (giustamente) per sigarette e alcolici.

    Almeno chi ha passato la maggiore età
    da un pezzo come me si può guardare
    il film in santa pace.
    E se la maggiore età non la ha passata, comunque le scene di violenza può procurarsele da solo comprando liberamente una pistola all'armaiolo vicino al negozio di video. Strano posto l'America...
    • Anonimo scrive:
      Re: Stavolta...
      - Scritto da: sammily76
      E se la maggiore età non la ha
      passata, comunque le scene di violenza
      può procurarsele da solo comprando
      liberamente una pistola all'armaiolo vicino
      al negozio di video.
      Strano posto l'America...Eh, dai! si devono attendere ben tre giorni prima di entrare in possesso dell'arma... ::| :o
  • Anonimo scrive:
    Sono dei puritani
    È sempre stato il loro problema. Per fortuna però hanno il Primo Emendamento: questo fa sì che comunque sia legale l'uscita del DVD "Unrated".In UK sono messi anche peggio: quei folli del BFCC sono riusciti a tagliare persino qualche secondo dal DVD di Guerre Stellari, e vietano tutto a tutti. Trovare un film orientale integro in versione UK è quasi impossibile.Di contro, in Giappone tutto è permesso ma vige ancora la rigida legge sulla censura dei genitali. Quindi film censurati ovunque per la violenza come Ichi The Killer in JP sono solo VM16, mentre persino i loro porno hanno le censurine sui genitali, e un capolavoro come "L'impero dei sensi", trovabile senza censure ovunque (a parte in UK ovviamente) in JP è ancora costellato di pallini sfocati che coprono i genitali.In compenso, in Italia è vietato girare i porno. Qui li si gira nei paesi dell'Est o li si gira qui dicendo che sono stati girati all'estero.L'Olanda finora è il paese dove la libertà cinematografica e home video è più garantita.-- Stefano
    • Anonimo scrive:
      Re: Sono dei puritani
      - Scritto da: Anonimo
      Di contro, in Giappone tutto è
      permesso ma vige ancora la rigida legge
      sulla censura dei genitali.
      StefanoNon è per sminuire il tuo post, ma forse è meglio che ti leggi l'art.75 della costituzione giapponese e il 175 del codice penale giapponese.Non è vero che tutto è permesso e non è vero che c'è una rigida censura.Semplicemente hanno una sensibilità diversa e permettono cose diverse.E la censura è soggetta a interpretazioni molto flessibili.Che poi il risultato finale sia quello che dici tu, è un altro discorso.Senza rancore :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Sono dei puritani
      In Italia e' vietato girare film porno?????questa cosa non la sapevo...e perche' mai sarebbe vietato? :D
      • Anonimo scrive:
        Re: Sono dei puritani
        - Scritto da: Anonimo
        In Italia e' vietato girare film porno?????
        questa cosa non la sapevo...
        e perche' mai sarebbe vietato? :DPer Via della casa in cui abita un signore vestito di bianco ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: Sono dei puritani
      - Scritto da: Anonimo
      è sempre stato il loro problema. Per
      fortuna però hanno il Primo
      Emendamento: questo fa sì che
      comunque sia legale l'uscita del DVD
      "Unrated".
      In UK sono messi anche peggio: quei folli
      del BFCC sono riusciti a tagliare persino
      qualche secondo dal DVD di Guerre Stellari,
      e vietano tutto a tutti. Trovare un film
      orientale integro in versione UK è
      quasi impossibile.Sarà un caso che USA e UK sono i paesi occidentali con il maggior numero di ragazzine incinte? Mah...
      • TPK scrive:
        Re: Sono dei puritani
        - Scritto da: Anonimo

        Sarà un caso che USA e UK sono i
        paesi occidentali con il maggior numero di
        ragazzine incinte? Mah...Vallo a dire a quelli del Silver Ring...:s
  • Anonimo scrive:
    Re: perchè comprare ?
    - Scritto da: shevathas
    un'opera tagliuzzata in maniera tale da
    renderla adatta anche ai bambini?
    per pigliare un'opera mutilata tanto vale
    lasciarla sullo scaffale del negozio, e
    magari rivolgersi a canali alternativi per
    avere l'opera intera.
    Quest'ipocrisia sulla tutela dei minori mi
    ha stufato, finchè si è convinti che i videogame i film i telegiornali i cartoni e via dicendo non devono proporre nulla che possa turbare i bambini si andrà avanti così...quando, dico io, ci si renderà conto che i bambini vanno educati e seguiti da genitori e non lasciati a vegetare davanti a tv e playstation?quando si smetterà con queste ipocrisie magari si smetterà anche di farmele frullare..... ci sono film non adatti ai
    bambini ma che in ogni caso sono opere di
    qualità come la filmografia di
    Kubrick.i film che seguo io non sono sicuramente di tale qualità, ma a me piaciono...mi chiedo se censurano le scene dai film horror di serie b (quais splatter per intenderci) che cavo resta di un'opera che si basavo solo su quelle scene?
    Tanto per provocare cosa sarebbe schindler
    list senza le scene di violenza ? senza
    quelle scene si snaturerebbe completamente
    il film.vediiamo un pò arancia meccanica versione disney con winnie poooooo... Questo perchè non è
    un'po di sangue per fare "cassetta" ma sono
    volute e previste per dare un messaggio
    preciso.
    Concludendo, perchè comprare un'opera
    mutilata?infatti!
    • shevathas scrive:
      Re: perchè comprare ?

      finchè si è convinti che i
      videogame i film i telegiornali i cartoni e
      via dicendo non devono proporre nulla che
      possa turbare i bambini si andrà
      avanti così...quando, dico io, ci si
      renderà conto che i bambini vanno
      educati e seguiti da genitori e non lasciati
      a vegetare davanti a tv e playstation?parole sacrosante, il problema è che molti genitori trovano più conveniente delegare l'educazione alle baby sitter elettroniche salvo poi scandalizzarsi se i pargoli ne combinano una delle loro dando la colpa al violentissimo tetris o al brutale solitario di windows.E prendendossela con fumetti, videogiochi, televisione, scuola, governo...E' giusto che ci siano cose a misura di bambino, ma non puoi trasformare il mondo in un giardino di infanzia.
      quando si smetterà con queste
      ipocrisie magari si smetterà anche di
      farmele frullare.....
      vabbè il dottor Fredric Wertham, psicologo nel 1954 con il suo libro: "Seduction of the Innocent", era riuscito a dare un brutto colpo al mercato del fumetto americano.Secondo lui la colpa della delinquenza giovanile erano i fumetti, quindi trasformiamo i fumetti in opere educative:via il sangue, i buoni vincono sempre, niente parolacce, no sesso, no fumo, no alpitur... :)poi c'è stato un crollo pauroso nelle vendite.a cinquant'anni di distanza credo si possa affermare che aveva sbagliato, ma adesso l'importante è trovare qualche altro capro espriatorio, come si dice: chi non conosce la storia è destinato a ripeterla, speriamo nelle major (almeno per questo:s).
      i film che seguo io non sono sicuramente di
      tale qualità, ma a me piaciono...mi
      chiedo se censurano le scene dai film horror
      di serie b (quais splatter per intenderci)
      che cavo resta di un'opera che si basavo
      solo su quelle scene?però piacciono, posso capire il mettere un bollino "non adatto ai minori" posso capire solo la vendita a maggiorenni ma la censura in blocco...poi in certi B movies, il sangue scorre talmente tanto a fiumi che alla fine ha un'effetto umoristico, più che terrorizzantepoi se vuoi vedere sangue reale a litri, sbudellamenti, decapitazioni oggi basta che guardi la cnn o aljazira. :s==================================Modificato dall'autore il 25/06/2004 10.05.24
      • Anonimo scrive:
        Re: perchè comprare ?
        - Scritto da: shevathas
        poi se vuoi vedere sangue reale a litri,
        sbudellamenti, decapitazioni oggi basta che
        guardi la cnn o aljazira. :shai ragione.Censurano Austin Powers , poi all'ora di cena il tggi ti fa vedere, indiretta! in esclusiva!, la decapitazione dell'ultimo malcapitato di turno.lacrimuccia, pagina dello sport.
  • shevathas scrive:
    perchè comprare ?
    un'opera tagliuzzata in maniera tale da renderla adatta anche ai bambini?per pigliare un'opera mutilata tanto vale lasciarla sullo scaffale del negozio, e magari rivolgersi a canali alternativi per avere l'opera intera.Quest'ipocrisia sulla tutela dei minori mi ha stufato, ci sono film non adatti ai bambini ma che in ogni caso sono opere di qualità come la filmografia di Kubrick.Tanto per provocare cosa sarebbe schindler list senza le scene di violenza ? senza quelle scene si snaturerebbe completamente il film. Questo perchè non è un'po di sangue per fare "cassetta" ma sono volute e previste per dare un messaggio preciso.Concludendo, perchè comprare un'opera mutilata?
  • Giambo scrive:
    Scebe di sesso e violenza
    Vada per le scene di violenza (Gli americani di potranno rifare in qualche paese ricco di petrolio piu' tardi), ma censurare le scene di sesso mi pare estremo !Pero', ripensandoci, niente sesso -
    niente riproduzione -
    estinzione ... Evvvaiii :D !!
  • pandavr scrive:
    Ci risiamo
    Ed immagino che escogiteranno un sistema a prova di bomba! Sarà assolutamente imposssibile aggiornare i driver del lettore per potersi godere appieno quello che si è profumatamente pagato.Il Sogno Americano: il lettore di idee - Hey, Hey, tu lì, si proprio te! Quell'idea lì mica la puoi avere! Siamo in uno stato libero: ma a tutto c'è un limite sia chiaro!Tutto sommato sono dei poverelli ignoranti, ma ne stanno combinando di danni con la propria reiterata ignoranza!
  • Anonimo scrive:
    Re: Per dirla alla Helen Lovejoy
    Già, i "figliuoli", i "nostri ragazzi". Ma se gli diamo omogeneizzati predigeriti fino a 30 anni quando mai crescono?!?
  • Anonimo scrive:
    Re: ATTENZIONE....
    Quotissimo.Se passa l'idea, poi il passo è breve ad allargarla.L'unica censura utile è quella che ognuno fa per se stesso con la propria razionalità.
  • Anonimo scrive:
    Re: Stavolta...
    Mi pare anche ovvia come cosa. Valenti una giusta l'ha azzeccata stavolta!Ma dico, sarà ben l'utente a decidere cosa vedere, mica gli va imposto. Poi se un maggiorenne spaccia ai minorenni contenuti vietati quello è un'altra cosa. Il minorenne per legge non è in grado di agire consapevolmente (e già qui ho dei dubbi, ma va bhè, la legge è così). Ma il maggiorenne, almeno lui, è conscio, anche per la legge.Oppure vogliono trasformarci tutti in bambinoni stupidi e ignoranti, da proteggere verso i contenuti che non si sa bene chi ritiene inadatti?
    • shevathas scrive:
      Re: Stavolta...

      Oppure vogliono trasformarci tutti in
      bambinoni stupidi e ignoranti, da proteggere
      verso i contenuti che non si sa bene chi
      ritiene inadatti? Questo è un punto molto interessante; chi dovrà decidere che cosa dovrà essere tagliuzzato? e in base a quali regole?la % di pelle scoperta che farà cassare una scena da cosa dipenderà? dal bigottismo del censore del momento? o ci saranno tabelle di riferimento basate sui litri di sangue versato e sulla percentuale di pelle scoperta?
      • Anonimo scrive:
        Re: Stavolta...
        - Scritto da: shevathas
        Questo è un punto molto interessante;
        chi dovrà decidere che
        cosa dovrà essere tagliuzzato? e
        in base a quali regole?
        la % di pelle scoperta che farà
        cassare una scena da cosa dipenderà?
        dal bigottismo del censore del momento? o
        ci saranno tabelle di riferimento basate sui
        litri di sangue versato e sulla percentuale
        di pelle scoperta?Ci troveremo tanti nuovi albertoni (avete presente quel film in cui alberto sordi fa il censore?). Ecco come faranno
    • Anonimo scrive:
      Re: Stavolta...
      - Scritto da: Anonimo
      Oppure vogliono trasformarci tutti in
      bambinoni stupidi e ignoranti, da proteggere
      verso i contenuti che non si sa bene chi
      ritiene inadatti?Non è neanche questione di contenuti.I contenuti sono solo una scusa.Vogliono controllare cosa vediamo, ascoltiamo, leggiamo.Vogliono controllare cosa sappiamo.Per instupidirci tutti.E controllare noi.
  • Anonimo scrive:
    ATTENZIONE....
    quando si fa strada la censura...prima o poi tutto puo' restarne vittima !
  • ElfQrin scrive:
    Per dirla alla Helen Lovejoy
    Citazione d'uopo, che riassume la morale americana da quattro soldi:"Won't somebody PLEASE think of the children?" ("Qualcuno PER FAVORE vuole pensare ai bambini?") -- Helen Lovejoy, The Simpsons
  • Anonimo scrive:
    Re: Boom dei divx!
    - Scritto da: TPK
    Quando per avere a casa un film non
    censurato l'unico modo sara' quello di
    scaricare una cam o uno screener..http://punto-informatico.it/p.asp?i=48717 Il tuo avatar somiglia a quello di uno che vale duemila dollari :D==================================Modificato dall'autore il 25/06/2004 1.47.48
    • TPK scrive:
      Re: Boom dei divx!
      - Scritto da: Akaal
      Il tuo avatar somiglia a quello di uno
      che vale duemila dollari :D Già, ma tu non somigli ... ehi, a cosa somigli? Togliti il cappuccio!
  • TPK scrive:
    Boom dei divx!
    Quando per avere a casa un film non censurato l'unico modo sara' quello di scaricare una cam o uno screener..
  • Anonimo scrive:
    Stavolta...
    ...sono daccordo con gli studios!Proibire semplicemente la vendita di quei DVD ai minori era troppo complicato?Ci piazzi un bollino rosso e fai una legge che obbliga il venditore a chiedere un documento, come già fanno (giustamente) per sigarette e alcolici.Almeno chi ha passato la maggiore età da un pezzo come me si può guardare il film in santa pace.
  • Anonimo scrive:
    Re: Anticorpi naturali
    Verissimo, ma siamo in un mondo dove sara' sempre piu' facile limitare le liberta' dei singoli. Echelon, Spy cams, DRM... E' l'altra faccia della medaglia di uno sviluppo tecnologico che ora sta dando ai singoli come noi la possibilita' di farci sentire in rete. Il totalitarismo del nuovo millennio e' alle porte?
    • Anonimo scrive:
      Re: Anticorpi naturali
      Chiaro che più i mezzi sono potenti più le azioni e reazioni sono violente. La tecnologia da e toglie libertà molto più dei mezzi del passato. Dipende dall'uso che se ne fa e da chi la amministra. L'importante è rendersene conto. Ho tenuto di recente una conferenza a riguardo, presso un gruppo di giovani. Ora, i relatori (tra cui me) erano tutti studenti col pallino della materia, quindi la valenza dei nostri interventi non era accademica, ma cmq era documentata da fonti certe.E' stato stupefacente vedere le facce stupite dei presenti al semplice accenno delle svariate possibilità di libertà e contemporanea censura offerte dalle nuove tecnologie. Troppa gente vive nell'illusione di un mondo perfetto e buono verso gli individui, di conseguenza accetta passivamente gli eventi.
  • linux-kernel scrive:
    Anticorpi naturali
    Ma è mai possibile che nessuno capisca un concetto molto semplice, ovvero che ogni tentativo di limitare la libertà individuale sarà represso da anticorpi naturali generati dalla società stessa?Non capisco veramente questa cecità di ogni establish(e)ment di potere.
  • Anonimo scrive:
    Però intanto....
    .....fanno la guerra!!che ipocrisia......:(:(:(
Chiudi i commenti